La crisi morde sulla mafia: pochi imprenditori, pochi soldi

le mani-sulla-città-tuttacronaca

La crisi fa chiudere aziende e commercianti, a chi chiedere quindi i soldi? A chi estorcere denaro per pagare le famiglie dei boss in carcere e gli avvocati? Inoltre la mafia è stata provata, in quest’ultimo periodo, da confische e sequestri di beni che hanno levato molto potere finanziario allo “stato parallelo”. Riina però ha anche il problema della spesa pubblica crollata, quindi appalti, commesse, etc.. diminuiti! Le infiltrazioni della mafia nella spesa pubblica sono quindi molto più scarse rispetto agli anni scorsi, anche perché la mafia non è l’ ‘Ndrangheta che si nutre principalmente del traffico di droga. Stavolta è la bassa manovalanza della mafia a prendersela direttamente con i “dirigenti mafiosi”. Lo stesso Riina ha accusa Matteo Messina Denaro di riuscire a rimanere a galla facendosi esclusivamente i suoi affari e non ridividendo come è sempre avvenuto con “la base”.  E’ possibile che in questo clima si ritorni a un clima di tensione? E’ possibile che la mafia voglia colpire diritto al cuore dello stato con delle stragi? E’ ipotizzabile che siano venuti meno quegli accordi Stato-mafia e che ora si ritorni agli anni del terrore?

 

Annunci

“Corleone non dimentica”, Riina minaccia il pm

riina-pm-minacce-tuttacronaca

Minacce da Totò Riina che dal carcere è tornato a lanciare avvisi al pm palermitano Nino Di Matteo. Le intercettazioni rivelano la volontà del capomafia di eliminare il magistrato che indaga sulla trattativa Stato-mafia.

“Questo Di Matteo non ce lo possiamo dimenticare. Corleone non dimentica”. Così Totò Riina, il 14 novembre, si è rivolto al boss della Sacra Corona Unita con cui condivide l’ora d’aria. Il giorno precedente era stata pubblicata la notizia di altre sue esternazioni minacciose nei confronti del magistrato e dell’intenzione di trasferire il pm, per motivi di sicurezza, proprio a seguito delle intimidazioni del boss, in una località segreta. Al mafioso pugliese che gli chiedeva come avrebbe fatto ad eliminarlo se l’avessero portato in una località riservata, Riina avrebbe risposto: “Tanto sempre al processo deve venire”.

Le conversazioni dei due capimafia – sia quella relativa alle notizie pubblicate il 13 novembre, sia quella successiva del 14 – erano intercettate e dovrebbero essere depositate agli atti del processo sulla trattativa Stato-mafia in corso davanti alla corte d’assise di Palermo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: