A Sanremo arriva il ballerino con le stampelle

tokmak-stampelle-ballerino-tuttacronaca

Prima il monologo di Luciana Littizzetto sulla diversità e la bellezza al naturale poi arriva Dergin Tokmak, ballerino e acrobata tedesco, affetto da poliomelite dall’età di un anno che si esibisce nella sua performance con le stampelle che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Dal 2004 Tokmak è l’unico artista tedesco del Cirque du Soleil.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Fuoco amico” in casa Rai: a La vita in diretta massacrano Sanremo

fabio-fazio-sanremo-tuttacronacaGli ospiti del talk show pomeridiano di RaiUno condotto da Paola Perego, La vita in diretta, sparano a zero contro il Festival di Sanremo, in onda sulla stessa rete. Quello che non va giù sono le scelte di conduzione mentre vengono pesantemente criticati i cantanti e gli artisti e non mancano neanche giudizi maliziosi. TvBlog ne segue le mosse e spiega che le prime avvisaglie c’erano state lunedì, con la Casta colpevole di non essersi fermata ai microfoni de “La vita in diretta” per rilasciare qualche dichiarazione. Prima è partito Luca Giurato (“Questa se la tira”), poi è arrivato il turno della Marchesa d’Aragona (“Se uno vuole avere una vita pubblica è giusto che si fermi coi giornalisti”). Infine Marino Bartoletti, che con Fazio ha condiviso molti anni di “Quelli che il calcio”, ha sentenziato sulla modella francese: “Lei è una cafona. Non ci si comporta così”. Mercoledì, giorno successivo alla serata d’apertura, la dose viene rincarata. Lo stilista Enzo Miccio le dà dell’”imbalsamatuccia”, mentre Paola Perego critica con ironia: “Comunque Laetitia non ci ha salutato l’altro giorno perché impegnata nelle prove del difficile pezzo”. Poi affonda: “Ora che è partita per la Francia lo devo dire. Non fanno che scriverlo su Twitter. Perché non si è fatta uno sbiancamento? I denti non erano belli. Fisico straordinario, faccia stupenda…”. Ma non bisogna pensare che la modella francese sia l’unico bersaglio. Alba Parietti definisce Arisa “schizofrenica e dal look sadomaso” mentre Dario Salvatori, volto Rai da “Quelli della notte” in poi, va duro sulla Littizzetto: “Perché per alcuni è proibita la parolaccia? Lei ha un solo registro, quello della ces.. arrapata che dice parolacce”. Non ci va leggero neanche Cesare Lanza: “A me la Littizzetto non piace. Se improvvisassimo qui quattro o cinque battutacce faremmo meglio”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il cattivo gusto dello spot di Sanremo, gaffe di Fazio e Littizzetto?

Fazio-Littizzetto-Sanremo-tuttacronaca

Arriva il primo spot di Sanremo ed è subito polemica. A chiedere la rimozione del video sono stati i disabili che non hanno gradito la gag comica contenuta all’interno. Sulle note di  “Se mi lasci non vale”, Fazio rimane con il braccio di un manichino tra le mani, dopo che la Littizzetto ha lasciato la scena. Al centro delle polemiche proprio il braccio che è stato reputato di cattivo gusto da chi è portatore di handicap e che ha suscitato anche la disapprovazione del presidente dello sportello dei Diritti Giovanni D’Agata che ha già minacciato di rivolgersi all’Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, se il video non verrà immediatamente rimosso. L’Agcom, dal canto suo intanto è già intervenuta, bollando lo spot come “squalificante e di cattivo gusto”. Anche sul web, in particolare su YouTube sono innumerevoli i commenti disgustati degli utenti:

14 big in gara: Fazio annuncia i cantanti di Sanremo 2014

fabio-fazio-sanremo-tuttacronacaIn diretta al Tg1 Fabio Fazio ha annunciato i nomi dei 14 big che si sfideranno a suon di note durante la prossima edizione del festival della canzone. Si tratta di Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi con Bloody Beetroots, Perturbazione, Cristiano De Andrè, Renzo Rubino, Ron, Frankie Hi-Nrg, Giuliano Palma, Riccardo Sinigallia, Francesco Renga, Antonella Ruggiero, Giusy Ferreri e Francesco Sarcina. Ognuno di loro eseguirà due canzoni, come nell’edizione precedente in occasione delle prime due serate e sarà scelto subito quale dei due andrà in finale. Se non cambia la formula, non cambiano neanche gli aggettivi e infatti ieri, in un Tweet, il presentatore ha rispolverato l’aggettivo “contemporaneo” per parlare dell’edizione dell’anno scorso. E oggi lo ha ribadito parlando di scelte “non televisive”, ma che rispettano “il senso della musica di oggi”. Questi i brani che gli artisti proporranno: Arisa con Lentamente e Controvento; Noemi con Bagnati dal sole e Un uomo è un albero; Raphael Gualazzi feat. Bloody Beetroots con Liberi o no e Tanto ci sei; Perturbazione con L’Unica e L’Italia vista dal bar; Cristiano De Andrè con Invisibili e Il cielo è vuoto; Renzo Rubino Ora e Per sempre e poi basta; Frankie Hi-Nrg con Pedala e Un uomo è vivo; Giuliano Palma con Così lontano e Un bacio crudele; Riccardo Sinigallia con Prima di andare via e Una rigenerazione; Antonella Ruggiero con Quando balliamo e Da lontano; Giusy Ferreri con L’amore possiede il bene e Ti porto a cena con me; Francesco Renga con A un isolato da te e Vivendo adesso; Francesco Sarcina con Nel tuo sorriso e In questa città; Ron con Un abbraccio unico e Sing in the rain.

Fazio non invita Civati? E il dem si ricrea lo studio di “Che tempo che fa”

civati-chetempochefa-tuttacronacaCivati vuole andare a Che tempo che fa, la trasmissione condotta da Fabio Fazio su Rai3 e manda il messaggio in modo quanto mai chiaro: in occasione della convention bolognese all’Estrago, tenutasi domenica, il candidato alla segreteria ha portato una scenografia ricalcata da quella della trasmissione e, seduto su una poltrona simile a quella del salotto di Fazio, con tanto di sigla e presentazione di Filippa Lagerback, ha risposto alle domande (trasmesse su un un maxi-schermo) che il conduttore ha rivolto a Renzi e Cuperlo. “Stiamo scherzando, Fazio – ha detto Civati – però ci siamo rimasti male, perché quando si corre si deve essere alla pari”. E ancora: “Ho visto con grande piacere Cuperlo e Renzi ospiti di Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’, e avrei partecipato volentieri per offrire a un pubblico un po’ diverso da quello solito dei talk show politici un’informazione completa su queste primarie. Oggi e’ il 1 dicembre, si vota l’8, e ho come l’impressione che gli spettatori e gli elettori del Pd questa possibilita’ non ce l’avranno”. Quindi una sottolineatura: “Fazio e i suoi autori sono ovviamente liberi di scegliere chi invitare alla loro trasmissione, e infatti io la apprezzo così tanto che ho voluto rifarla oggi, qui a Bologna, dal palco dell’Estragon, utilizzando la sua scenografia, il suo famoso tavolo, e persino le sue stesse domande, oltre all’immancabile introduzione di Filippa Lagerback. Mi spiace solo che manchi Luciana Littizzetto, che peraltro so essere una mia ammiratrice quanto io lo sono di lei”.

Nuovo attacco di Brunetta a Fazio e la Littizzetto “s’immola”

che-tempo-che-fa-tuttacronaca

Che tempo che fa è ancora nella bufera di Brunetta. Il parlamentare del pd infatti ha sferrato un nuovo attacco a Fabio Fazio e alla Rai:  se Maradona è stato indecente con il suo “gesto dell’ombrello” rivolto al fisco italiano, è la tesi dell’ex ministro, “più grave ancora è il comportamento di Fazio”.

Il capogruppo del Pdl alla Camera ha spiegato all’agenzia Ansa di aver “depositato un’interrogazione alla Commissione di Vigilanza Rai sull’episodio indecente accaduto ieri sera a ‘Che tempo che fa’, con Maradona impegnato nel gesto ‘dell’ombrello’, ed elevato così a testimonial dell’evasione fiscale. Più grave ancora è il comportamento di Fazio”.

Secondo Brunetta, “più grave del comportamento dell’ex calciatore, appare quello di chi gli ha approntato il palcoscenico. Se Maradona è infatti noto per le sue intemperanze, e dunque non stupisce si sia esibito nel gesto dell’ombrello contro Equitalia, davvero offensiva è la condiscendenza manifestata dal conduttore Fabio Fazio che ha lasciato che il suo pubblico tributasse un’ovazione per quell’atto di volgare offesa, che irride la legge e gli italiani onesti”.

Per questo il capogruppo del Pdl, che già nella puntata precedente di ‘Che tempo che fa’ aveva polemizzato con Fazio per il suo compenso, ha depositato

“un’interrogazione al presidente della Commissione di Vigilanza sulla Rai, Roberto Fico, sull’indecente episodio accaduto ieri sera ‘Che tempo che fa’, con l’esibizione di Diego Armando Maradona impegnato nel gesto ‘dell’ombrello’, ed elevato così a testimonial dell’evasione fiscale in casa di chi paga il canone per vedersi sbeffeggiato. L’interrogazione chiede di far luce su eventuali compensi fatti giungere per vie traverse a Maradona e se nel contratto di Fazio esistano clausole che lo vincolino a rispettare il decoro della Rai e quali siano le sanzioni in caso di violazione”.

Il gesto di Maradona era già stato ampiamente condannato dal viceministro dell’Economia Stefano Fassina. Intervenuto nel programma Mix 24, su Radio 24, il dem aveva affermato: “E’ un gesto miserabile che va perseguito.  (VIDEO)

In difesa di Fabio Fazio è subito scesa in campo la Littizzetto che ha voluto fare ironia:

“Guardi caro Brunella (sic) io sono disposta anche ad andare via da qui. Facciamo così lei viene qui a Che tempo che fa e io prendo il posto di capogruppo del Pdl”. Poi la bordata: “Tanto le nostre misure sono compatibili. Anche lei può mettersi qui sulla scrivania di Fazio”.

Forse però in questo caso dell’ironia non c’era proprio bisogno e sicuramente non si sentiva l’esigenza di ritornare per l’ennesima volta su una battuta ormai inflazionata.

Luciana Littizzetto: a Che tempo che fa la sua lettura sulla politica!

Luciana-Littizzetto-

Forse che Luciana Littizzetto poteva esimersi dal commentare l’elezione del Presidente della Repubblica? Eccola allora entrare “sfarfallando” nello studio di Che tempo che fa e, avvisata da Fazio che la Gabanelli è all’ascolto, dà il via al suo brillante monologo. “L’elezione del presidente della Repubblica è molto meno scenografica di quella del Papa” esordisce. “E poi c’era la Boldrini che sembrava recitasse il rosario quando leggeva i voti ‘Franco Marini, prega per noi, Stefano Rodotà prega per noi’.” La Litti nazionale ipotizza quindi che Bersani abbia come suggeritori Schettino o magari la Lombardi, la capogruppo del MoVimento 5 Stelle tristemente nota per le sue gaffe. Il passaggio successivo è il ritratto di tutti i possibili candidati che, probabilmente, alla carica di Capo dello Stato non ci arriveranno mai: “Te lo immagini se fosse stata eletta la Gabanelli come presidente che discorso di fine anno? Migliaia di querele. E se avessero chiamato qualcun’altro di Rai 3 come Mirabella? Avrebbe parlato di come misurare la pressione a Obama. Berlusconi aveva detto che sarebbe emigrato se fosse stato eletto Prodi. Ma dove vai Berlu. Puoi andare solo da Putin, e magari provarci con le Pussy Riot. Ma è D’Alema che avrebbe davvero unito il paese: sta sulle balle a tutti! E poi Rodotà? Non ricorda quella canzone…Ro do tà tà tà” ed inizia a cantare “C’era un ragazzo che amava i Beatles e i Rolling Stones”. Ovviamente non poteva mancare un pensiero anche per Bersani: “Ha detto che uno su quattro l’ha tradito, peggio di Gesù”. La chiusa è una letterina indirizzata a Napisan: “Ti hanno tirato per la giacchetta, noi lo sappiamo che di fare il presidente ne avevi piene le pinne, e hai ragione, ora non è un bel momento. Hai fatto la Resistenza, si è visto ne hai avuta tanta in questi anni, hai dovuto incontrare i tre porcellini, Grillo, Bersani e Berlusconi. E dopo i tecnici e i saggi chi chiamerai i sette samurai? Ti sono mancate solo le locuste e la pioggia di fuoco. Se accetti metti una clausola, non ti far eleggere presidente ma re, re Giorgio così mandi tutti a quel paese. Se le gemelle Kessler accettano il sabato di Rai Uno siamo davvero un paese proiettato nel futuro” conclude amara la Littizzetto.

“Mio figlio era una testa di…, ma non un drogato”, così Franco Gatti

Questa presentazione richiede JavaScript.

Comprendendo il dolore di un padre per la prematura morte di un figlio, sicuramente la frase di Franco Gatti, nei confronti del figlio Alessio, suona comunque come una nota stonata!

“Il corpo non appariva particolarmente debilitato e, secondo quanto appreso, non sono stati trovati resti di medicinali o altre sostanze nello stomaco o nelle vie aeree della giovane vittima. Il ragazzo era stato trovato morto dai vigili del fuoco all’interno della villa del padre in via Capolungo, a Nervi, nel levante di Genova. Sul tavolo di fronte a lui erano state rinvenute tracce di una polvere marroncina, una banconota spiegazzata e alcune confezioni di farmaci. Le sostanze chimiche sono state repertate e inviate ad analizzare. A uccidere il ragazzo e’ stato un arresto cardiaco”.

Nulla si puo’ dire, pero’, sulle cause che hanno portato all’infarto di un ragazzo così giovane. Inizialmente si era parlato di morte per overdose. Circostanza che il padre ha seccamente smentito in un’intervista in cui diceva che il figlio amava bere ed era particolarmente stressato ma aveva il terrore della droga.

Questa mattina si sono celebrate le esequie, nella chiesa di San Siro a Nervi. Una folla commossa ha salutato per l’ultima volta ad Alessio Gatti.
Presenti in chiesa oggi, tra gli altri, anche Angela Brambati e Angelo Sorgiu, così come l’ex quarta componente del gruppo Marina Occhiena.
Forse fra due settimane conosceremo cosa ha spezzato la vita di Alessio.

“Inviterei ancora Crozza” così Fazio!

gli_sgommati_fazio_festival

Il festival 2014? ”E’ prematuro parlarne, ci vuole un tempo di decantazione, serve un’idea di racconto. Il rischio piu’ grande e’ replicare esattamente quello che si e’ fatto l’ultima volta’. Sanremo si chiude stasera, ma per Fabio Fazio e’ gia’ tempo di bilanci e di uno sguardo al futuro . Intanto sottolinea: ”Abbiamo lavorato in assoluta autonomia e liberta”’. E non ha rimpianti: in particolare, inviterebbe ancora Maurizio Crozza. E sulla Littizzetto: ‘e’ stata un gigante”.

Voi che ne pensate?

Bianca e le sue dichiarazioni al Festival…

bianca-balti-alla-milano-uomo-fashion-week-un-L-8vDV7m

Sono stata un po’ corteggiata da Sanremo in questi anni, ma solo le avances di Fabio mi hanno convinto a partecipare: sono veramente contenta, caspita!’‘. (noi un po’ meno!) Bianca Balti arriva in conferenza stampa e conquista tutti per la sua spigliatezza (?) con cui racconta il suo rapporto con il festival.

”Nei giorni scorsi l’ho guardato in tv con una certa ansia, ma e’ stato talmente piacevole che non vedo l’ora di salire sul palco”, confessa. A Sanremo l’ha accompagnata la mamma: ”Viene tutti gli anni al festival, a casa della sua amica Lalla a prendere autografi. Purtroppo proprio quest’anno, in cui finalmente la figlia partecipa al festival, e’ in albergo ammalata”.

MA CHE NOTIZIE INTERESSANTI… MA INVITARE UNA FEMEN AL FESTIVAL? MAGARI UNA DONNA CHE NON FACCIA DUBITARE DELL’INTELLIGENZA FEMMINILE?

MA IL FESTIVAL SI SA’ SI STA RIVOLUZIONANDO E SI CAPISCE DALLE PAROLE DEI SUOI OSPITI DI QUALE RIVOLUZIONE SI TRATTI!

E siamo a quota 13 mln per il Festival social, pop e vintage! Insalata mista?

Questa presentazione richiede JavaScript.

Social lo è di sicuro visto che tra Twitter, Facebook e altri social network, il web si è mobilitato per seguire in rete il Festival della canzone italiana. Pop, popular e popolare sta dimostrando di esserlo di sera in sera… Il Festival delle Polemiche?  Dell’amarcord? Del vintage?  O solo una formula che già all’estero sembra consolidata?  Si chiama “macedonia di frutta” o “insalata mista”. In che consiste? La formula è semplice… far innovazione senza innovare… mettere qualcosa di diverso, ma che rientra nei canoni classici… serate “trasgressive” (per il pubblico sanremese) con la vittoria di una canzone a tematica gay e poi la nuova statua di Mike Bongiorno, l’ovazione per Pippo Baudo e le canzoni simbolo dei vecchi Festival! Ecco la formula “macedonia” o “insalata mista”. All’estero è un format collaudato, volti vecchi che si affiancano a volti nuovi per il passaggio di testimone, eventi vecchi per lanciare eventi “nuovi”, illudere un rinnovamento che in realtà è apparenza, perchè al Festival, poi, la musica è sempre la stessa, ma con meno spazio rispetto al passato! E’ innovazione? Forse!

Oggi c’è grande attesa per la serata finale, ma anche anticipi di campionato da giocare… Come andrà lo share?

Sezione giovani: ANTONIO MAGGIO “MI SERVIREBBE SAPERE” è il vincitore

Al termine della quarta serata del Festival, dopo che i Big si sono cimentati con le grandi canzoni del passato, è il tempo di premiare i giovani. Il premio Mia Martini, assegnato dalla critica, è andato a Renzo Rubino con la sua “Amami Uomo”: per la prima volta a Sanremo si è parlato di omosessualità mostrando quanto sia naturale questa forma d’amore. La giuria tecnica ed il pubblico votante hanno premiato invece “Mi piacerebbe sapere” di  Antonio Maggio. Il 26enne era apparso per la prima volta al grande pubblico ad X-Factor, dove faceva parte del gruppo Aram Quartet, si è poi reinventato come solista nel 2010, quando il gruppo si è sciolto.

Il Fazio Show alla terza serata segna 11,5 mln di spettatori, 42,8% di share

Arrivano i dati della terza serata e sono ancora positivi. Il Sanremo di Fazio e Littizzetto tra tematiche gay, flash mob contro la violenza e  le polemiche su Crozza, riesce a portare spettatori anche dopo 3 serate. Oggi sarà la serata dedicata al passato, tra immagini di repertorio che ci faranno riascoltare il peggio della musica leggera italiana, si cercherà di fare la storia di Sanremo rimestando nei ricordi degli italiani.  Gli ospiti saranno Caetano Veloso, Pippo Baudo, Stefano Bollani e la Giuria di Qualità guidata dal premio Oscar Nicola Piovani, e nella quale Neri Marcoré ha preso il posto dell’indisposto Carlo Verdone.

SANREMO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Monologo di Luciana sull’amore di coppia, prima giocoso, che poi è diventato una denuncia implacabile contro l’orrore della violenza sulle donne. Momenti divertenti come il taglio della barba per Beppe Vessicchio. Lettera aperta ai giovani di Roberto Baggio. Stasera Sanremo celebra l’amore ma diventa anche la voce di molte problematiche del nostro Paese.

IL BACIO DI SANREMO: FABIO E LUCIANA!

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Prima il duetto con “Vattene Amore” e poi il bacio tra Luciana Littizzetto e Fabio Fazio. “Bacio, bacio, bacio…” Il pubblico lo chiede a gran voce e così Fabio Fazio li accontenta, baciando Luciana Littizzetto. Ma non si vede… Ahimè.  COSA NON SI FA PER GLI ASCOLTI A SANREMO!

 

RAFFAELLA CARRA’ E’ IMPEGNATA CON THE VOICE… NIENTE FESTIVAL!

fabio-fazio_raffaella-carra_lap

DANIEL BARENBOIM HA MAL DI SCHIENA… NIENTE FESTIVAL!

DanielBarenboim_festival_sanremo

Forfait del maestro Daniel Barenboim stasera a Sanremo. “E’ un colpo durissimo, più per lui che per me: ha problemi alla schiena da qualche tempo, la situazione è peggiorata negli ultimi due giorni e i medici gli hanno impedito di muoversi da Berlino”, annuncia Fabio Fazio in conferenza stampa. A suonare Chopin sul palco sarà Leonora Armellini, vent’anni, di Padova, ma già affermata pianista a livello internazionale. New entry in vista al festival di Sanremo. “Mi fa piacere annunciare un nuovo ospite, domani ci sarà Stefano Bollani”, dice Fabio Fazio in conferenza stampa.

VERDONE HA MAL DI DENTI… NIENTE FESTIVAL!

verdone_fazio- sanremo-festival

“Sono davvero dispiaciuto perché sono una persona che quando prende un impegno lo mantiene. Mi dispiace molto per Fabio Fazio e per il direttore di Rai1 Giancarlo Leone ma non ce la faccio stasera a partecipare alla Giuria di qualità al Festival di Sanremo, ho la faccia gonfia, per un ascesso al dente come Marlon Brando nel Padrino”. Così Carlo Verdone .

Anche Barenboim non potrà essere presente: leggi l’articolo correlato.

Vedi i motivi della disdetta di Raffaella Carrà: leggi l’articolo.

ANCHE A SANREMO IL FLASH MOB CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

sanremo - san valentino

Lo rivela la Littizzetto “Stasera con 200 donne all’Ariston faremo un flash mob contro la violenza sulle donne”.

terza serata della kermesse musicale più nota del Belpaese, le celebrazioni di San Valentino sono affidate alla Litizzetto, la quale ballerà, canterà e proporrà un monologo sull’amore che si concluderà con un flash mob contro la violenza e il femminicidio. Fra gli ospiti della serata ci saranno Albano, Antony, Antony leader del gruppo Antony and the Johnsons, che delizierà la platea italica con la sua straordinaria bravura ed intensità, Roberto Baggio e Laura Chiatti; forfait invece per Raffaella Carrà, impegnata nella preparazione del suo programma the voice.

 

La “principessa di Sanremo” Bar Refaeli!

Bar Refaeli

“Ecco a voi la principessa di Sanremo”. Così Fabio Fazio accoglie sul palcoscenico dell’Ariston Luciana Littizzetto, ma a sorpresa al suo posto scende dalla scalinata centrale la bellissima Bar Refaeli, in abito azzurro.  Già nel pomeriggio i fotografi erano letteralmente impazziti. Al suo arrivo erano scattati migliaia di flash.

Seconda serata del Festival… ad aprire il Modugno di Fiorello!

Beppe-Fiorello-sanremo

La seconda serata del festival si apre con una dedica a Domenico Modugno. A interpetarla è l’attore Beppe Fiorello che nei prossimi giorni sarà sugli schermi con la fiction “Volare” nei panni del cantante pugliese. Per aprire la seconda serata del Festival l’attore ha scelto “Vecchio frack”. Una serata difficile dopo le polemiche a Crozza e la notizia della morte del figlio di Franco Gatti, Alessio.

Carla Bruni a Sanremo… Jeans, maglietta e chitarra!

Sanremo2013_Carla-bruni_Luciana-Littizzetto-586x439

L’attesa era grande, anche se ora Sanremo è offuscato dalla morte del figlio di Franco Gatti. Proprio nel giorno in cui vi era la massima attenzione al Festival per l’arrivo di Carla Bruni. Jeans, maglietta, capelli sciolti sulle spalle, Madame Sarkozy ha provato nel pomeriggio al teatro Ariston il suo intervento di stasera sul palco di Sanremo. L’ex premiere dame di Francia ha provato per tre volte Chez Keith e Anita, il brano del suo nuovo album in uscita ad aprile, Little French Songs, che eseguirà live: suonerà la chitarra, accompagnata da un gruppo composto da percussioni, basso, trombone e tromba. Spazio poi alle prove del duetto con Luciana Littizzetto: prima una gag – entrambe torinesi, eppure così diverse, lo spunto – poi il brano ‘Chanson de Carla Brun’ che sarà Lucianina a cantare, accompagnata alla chitarra da Madame Sarkozy.

Morto Alessio Gatti, figlio del cantante dei Ricchi e Poveri. Overdose?

alessio gatti -franco gatti

Trovato morto nella sua abitazione di Genova, Alessio Gatti, figlio 23enne di Franco Gatti, il cantante dei Ricchi e Poveri.  Secondo i primi accertamenti, il decesso sarebbe da ricondurre ad un overdose di stupefacenti, presumibilmente di cocaina. La band ha cancellato la sua presenza dal Festival di Sanremo per il grave lutto che ha colpito Franco.

La dura legge del palco!

crozza festival sanremo video

Comunque la pensiate e qualunque sia la vostra idea politica c’è una legge dello spettacolo che recita più o meno così “si resta sul palco fino al momento in cui si conserva il ‘patto’… con il pubblico”. Di cosa stiamo parlando? Il teatro, ancor più del cinema o della televisione, ha bisogno di “complicità”. Quando un attore recita Amleto su un fondo nero e il pubblico immagina il castello Elsinore è chiaro che il pubblico deve “credere” a quell’illusione. Ma come avviene questo processo? L’ 80% è affidato alla bravura dell’attore, ma sicuramente un 20% deve essere il pubblico ad “avere la disponibilità” intellettuale e seguire l’attore in quell’illusione visiva. L’attore che sale su un palco è “nudo”, perché deve essere vestito dall’immaginazione del pubblico. Amleto, anche se indossasse l’abito più consono a quel personaggio, non sarebbe Amleto finchè il pubblico non credesse che quell’attore, in quel momento è davvero Amleto. Il famoso essere o non essere, o ancora le raccomandazioni di Amleto agli attori non sono altro che la “costituzione” su cui si basa il mondo dello spettacolo. Quelle leggi imprescindibili tra psicologia, immaginazione e comunicazione che riescono per qualche ora ad alleviare le sofferenze dell’animo degli spettatori. Un momento ludico, capace di provocare emozioni reali negli spettatori, di farli immedesimare nel personaggio, di divertirsi e divertire o di soffrire e far soffrire.

Un patto, o meglio un contratto, dunque tra attore e pubblico, che permette all’attore di essere investito di quella credibilità che solo il pubblico gli può dare e che lui deve rendere al pubblico sotto forma di emozione.

Ed è questo che ieri sera è mancato all’Ariston, quando Crozza è stato contestato. Si è spezzato quel patto… tanto che l’attore stesso, un attore di eccezionale bravura, di esperienza, all’improvviso si è trovato “nudo” sul palco. Un attore che non era più personaggio, era un uomo denudato della credibilità della sua rappresentazione. L’intervento di Fazio non ha fatto altro che spezzare ancora più quell’illusione riportandoci alla realtà… per questo Crozza doveva abbandonare. Per questo Crozza doveva scendere dal palco perchè delegittimato dagli spettatori. Doveva scendere perchè si era spezzato quel “matrimonio” che se in un rapporto sentimentale si può, in alcuni casi ricucire, il rapporto attore e pubblico, una volta spezzato, è morto e sepolto. Quindi non ci poteva essere più satira, perchè non c’era più la complicità degli spettatori per accettarla e legittimarla.

Crozza e la sua rivoluzione francese…

… troppe parole e tempi lunghi… la battuta arriva appiattita! La sala non ride!

Arriva Ingroia… e la satira non funziona… il “rallentato” di Ingroia non fa presa… è irreale! Lascia la satira per la commedia dell’arte… Crozza annoia la sala, con una prova che non convince… è solo uno spazio provocatorio per la politica e si scende troppo facilmente in battute degne del film di Natale più che di uno spettacolo satirico di intrattenimento.

crozza

Crozza e gli stati disuniti d’Italia!

E’ questa la prospettiva futura? Invece di unire come Benigni sulla costituzione, Crozza preferisce puntare il dito sulla divisione italiana. Nord contro Sud!

E poi la parodia di Bersani è solo una scena già vista!

L’amleto su Bersani “Monti o Vendola? Questo è il problema. La Tav o i matrimoni gay?”

Troppo ripetitivo ancora, perde i tempi comici su Monti o Vendola.

COME MAI E’ COSI’ OPACO CROZZA?

crozza-1

CROZZA E’ BERLUSCONI! Da quanto vi amo a quanto vi odio!

Distribuisce soldi e parla delle donne! Un po’ ripetitivo… da quanto vi amo a quanto vi odio… Con volgarità gratuita… purtroppo Crozza cade nella trappola di uno sciatto musical social popolare di bassa lega.

E ci sono proteste in sala! Interviene Fazio… “non si offende nessuno, è un comico de più amati!” DITTATURA ROSSA AL FESTIVAL DI SANREMO!

“facciamo finire Maurizio, non  mettevi in mostra” e loro cosa stanno facendo?

Fabio “dice di uscire al pubblico che contesta Crozza”

VERGOGNA ITALIANA!!! Con Fazio che si preoccupa solo del pubblico televisivo. Poi parla di paese ingovernabile…

maurizio-crozza

Febbre da SANREMO! S’inizia… Sanremo non esiste come santo!

63/a edizione… gli stessi anni di Bersani!

Felix Baumgartner l’autore del salto nel vuoto che neppure il Ministro dell’Economia potrebbe mai fare!

Monologo di Fazio ” Il festival di Sanremo è popolare!” e parte Va Pensiero del Coro dell’Arena di Verona… viva Verdi simbolo dell’Unità d’Italia!

Fazio “LA PRINCIPESSA DEL FESTIVAL DI SANREMO”… e c’è anche la Carozza con cocchiere l’esodato della Fornero!

Sanremo-2013_Ariston

Ecco quello che farà Crozza!

Dalle prime indiscrezioni sembra che Maurizio Crozza farà una gag sul Papa e sull’abdicazione. Senza ombra di dubbio il comico genovese ha provato diverse volte il personaggio del Papa e in diverse gag, alla fine sembra aver prevalso il “soft”! Lo sketch previsto tra le 22.30 e le 22.40, della durata approssimativa di 30 minuti, non colpirà Berlusconi, non toccherà assolutamente la politica, se non con allusioni lontane. Probabilmente ringrazierà il leader del Pdl per averlo definito il “più bravo” e di “non avere nulla in contrario alla sua presenza a Sanremo”. Ma quello a cui si punta, nell’ora di massimo ascolto è – come rilevato dalle parole del Direttore di Rai 1, Giancarlo Leone, – uno share compreso “tra il 35% del 2008 e il 47% del 2012”.  Si vuole Crozza, insomma, in veste politically correct… E allora via al One Show Man  con tanto di orchestra che interagirà con il comico per “illuminarci” sui mali dell’Italia!

crozza-a-sanremo-2013

 

Siete sicuri di sapere tutto di Sanremo?

METTETE LE ALI HAI VOSTRI PUNTI INTERROGATIVI E SCOPRITE IL DIETRO LE QUINTE!

sanremo dubbi

Si cambia tutto per non cambiare nulla! Come per la politica. Via le vecchie glorie da Sanremo, ma prendiamo giovani che ne ricalcano le sonorità. E non a caso sale l’attesa per la serata che omaggerà la lunga storia del Festival in cui i big interpreteranno alcuni classici della tradizione sanremese, tra cui Gazzè con Ma che freddo fa di Nada, Almamegretta con Il ragazzo della via Gluck e Daniele Silvestri con Piazza Grande.

Estero? Sì, ma quale? Le Tv sono presenti con 7 emittenti e 25 inviati: la Tvr per la Romania; Channel One e Ntv per la Russia; Tsi e TeleTicino per la Svizzera; International Star Music e Stb per l’Ucraina. Quindi un festival per l’est europa!

Fazio che fa contro la paura da Ariston?  Imita Bruno Vespa e scatta foto da postare su Twitter.

Il terrore di Lucianina, invece, sono le scale.

Martedì Tra chi si esibisce la prima sera, Simona Molinari annuncia un taglio di capelli nuovo, mentre Annalisa Scarrone passa le ultime ore prima dell’esibizione a provare gli abiti Blumarine. Daniele Silvestri non ci pensa e gioca con l’amico Valerio Mastandrea. 

Mercoledì Un po’ d’ansia anche tra chi si esibisce durante la seconda serata. L’incubo di Malika Ayane è dimenticare le parole, allora opta per un ritiro spirituale. Si parla d’abiti invece a casa di Elio e le storie tese, impegnati nella scelta del look, di cui si sa solo che sarà ispirato a un film.

Gli omaggi In apertura della prima serata, il ricordo di Lucio Dalla attraverso le parole del compagno Marco Alemanno. Bocche cucite, invece, sull’omaggio a Verdi e Wagner.

Gli ospiti Oltre a Crozza, ci saranno Stefano e Federico, coppia gay di Torino che parlerà della decisione di sposarsi a New York perché impossibile in Italia. Tra le novità, i big avranno padrini e madrine, tra cui ci saranno Flavia Pennetta, Vincenzo Montella e Ilaria D’Amico. 

I testi Per la redazione del premio Lunezia i testi più belli sono E se poi cantato da Malika Ayane e scritto da Giuliano Sangiorgi e La canzone mononota di Elio e le storie tese. Tra i giovani, nota di merito per Le parole di Paolo Simoni 

I bookmaker Per la Snai i favoriti sono Modà , Ayane e GaliazzoMaria Nazionale in ultima posizione. Ma, si sa, arrivare ultimi a Sanremo porta bene. Per i giovani niente bookmakers, ma i brani più visualizzati sul sito del Festival sono quello di Renzo Rubino (71mila), Antonio Maggio e Il Cile (30mila).

 

Distillati d’eccellenza al Festival di Sanremo

Dopo la polemica su Carla Bruni e dopo la conferma di Crozza nella prima serata della manifestazione canora, ora al Festival di Sanremo arriva la grappa! Dal 10 al 16 febbraio i distillati della grapperia più antica del Nord-Ovest, Mazzetti d’Altavilla, saranno ospiti di Casa Sanremo, il Salotto del Festival della Canzone Italiana, per rappresentare una delle massime espressioni dell’eccellenza tricolore.

grappa sanremo festival

Il Festival ci costerà 12 mln di euro!

C’è crisi e crisi… il Festival di Sanremo ci costerà 12 mln di euro. Di cui 300mila a Luciana Littizzetto e 600mila a Fabio Fazio.

festival-di-sanremo-2013-programma-638x425

Metti una sera con… “Madame Sbatterflay” di Luciana Littizzetto

Serata divertente, consigliato soprattutto dopo un’intensa giornata di lavoro.  Politica vista con grande arguzia e satira da una delle scrittrici e show woman più irriverenti del panorama italiano.

teste-svolazzanti-libro-209324

 

SANREMO: ANNUNCIATI I BIG!

Raphael GualazziElio e le Storie TeseChiaraAlmamegrettaMalika AyaneDaniele SilvestriModàSimona Molinari con Peter CincottiMarco MengoniMarta sui TubiSimone CristicchiAnnalisaMax GazzéMaria Nazionale.

festival_di_sanremo_1960b

Donne Coop scrivono alla Littizzetto

Nella giornata contro la violenza delle donne, le dipendenti Coop scrivono alla testimonial Littizzetto per metterla a conoscenza delle condizioni di lavoro.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: