Mamma omofoba: vieta al figlio la festa dell’amichetta che ha genitori gay!

risposta-mamma-omofoba-tuttacronaca

Lo avevano invitato alla festa di compleanno della compagna di classe, ma Tommy, non ci può andare, la mamma glielo ha vietato perché la bambina ha genitori gay. Così la madre di Tommy ha scirtto un messaggio da far recapitare alle mamme dell piccola Sophia che compierà 7 anni il prossimo 1 marzo:

“Tommy non parteciperà. Io non credo in quello che fate e non voglio esporre il mio figlio innocente al vostro ‘stile di vita’. Mi dispiace che Sophia debba crescere in questo modo. Se avete un problema o se ne volete parlare, fatelo con me…”.

Il messaggio è stato scritto a mano sul biglietto ricevuto dal figlio con data e luogo della festa che si terrà a Long Island, ma l’immagine è stata poi postata sulla pagina di una radio locale che ha diffuso la notizia.

850 serpenti custoditi in due garage: la scoperta della polizia di New York

serpenti-newyork-tuttacronacaLa polizia di New York, dopo aver fatto irruzione nell’abitazione di Richard Parrinello, a Long Island, ha fatto una singolare scoperta: in due garage erano custoditi circa 850 serpenti, tra cui anche due pitoni birmani lunghi quasi due metri. Parrinello, 44 anni, è un agente per la protezione animali del comune di Brookhaven e aveva organizzato una vendita clandestina dei serpenti nel garage di casa sua. Il valore degli animali si aggira attorno al mezzo milione di dollari. Roy Gross, capo della società per la prevenzione delle crudeltà sugli animali per la contea di Suffolk, ha dichiarato che “C’è una ragione se i pitoni birmani sono vietati dalla legge”. Gross ha quindi ricordato il caso dei due fratellini canadesi strangolati nel sonno da un pitone. A seguito della scoperta, ora Parrinello rischia di venire accusato per avere gestito un negozio in casa propria senza i permessi necessari, oltre che per il possesso di pitoni birmani, che sono illegali nello Stato.

La lascia morire: “non posso entrare nel bagno delle donne”

emily

La famiglia di Emily Hamlin ha citato a giudizio i proprietari della palestra frequentata dalla figlia e un dipendente che vi lavora. Era il febbraio del 2012 quando la ragazza di Long Island si è sentita male negli spogliatoi del Planet Planet Fitness. Un impiegato ha opposto rifiutato all’entrare perché voleva rispettare il divieto di ingresso agli uomini ed Emily è morta. Ora l’uomo rischia un’imputazione per omissione di soccorso. Janine, la madre della 22enne, ha dichiarato: “Voglio sapere perché nessuno l’ha aiutata. Avrebbe potuto semplicemente chiamato il 911. E’ sconcertante per me”.

Tra le 60 e le 100 auto sono bloccate a Long Island sull’Expressway

Soccorsi al lavoro per liberare i conducenti.

long island snow

Sandy – Cap CXXI – Crisi rifornimenti di benzina in Usa dopo Sandy rendono difficile il ritorno alla normalità

Il 60% delle pompe di benzina del New Jersey sono chiuse, mentre in Long Island la chiusura arriva al 70%.

Sandy – Cap CXIII – Ancora problema elettricità a New York

Dalla Grande Mela a Long Island le società elettriche aggiornano i dati: 1,2 milioni di americani sono al momento senza energia.

Sandy – Cap XCIX

STORIA DI ELIZABETH: il mio ricordo di Sandy

 

BABYLON, NY – “C’era un pesce nella mia cucina”, ha detto Elizabeth Scoyen, in piedi sulla terrazza del suo appartamento nella marina Babilonia, a due isolati dal Oceano Atlantico. “In quel momento ho capito che qualcosa di tremendo stava accadendo”.

Come molti residenti della sponda sud di Long Island , Scoyen, 57 anni, insegnante in pensione di scuola superiore, è uscita mercoledì, appena le piogge hanno danno una tregua alla popolazione, e ha cercato di asciugare le sue cose e fare un bilancio di ciò che le era appena accaduto. L’elettricità però c’era ancora e così ha acceso il notiziario e lì ha visto come Sandy si stava abbattendo proprio nella sua area. Poi ha sentito un forte rumore e ha visto le scintille fuori dall’impianto elettrico che è situato a pochi passi della sua abitazione.

Ha gridato aiuto e un vicino è accorso da lei  e l’ha aiutata a raggiungere l’appartamento al piano di sopra.

“E ‘stato come essere in un oceano”, ha detto Scoyen,  “Hai le onde fuori dalla finestra e creature in là.”

Sopravvivere alla tempesta è stata  “la benedizione della mia vita”, ha detto. Originaria di Palo Alto, in California, Scoyen ricorda l’ultima volta che era così spaventata: il terremoto del 1989 a San Francisco.

 

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: