Precipita nel vuoto: studente 17enne muore

studente-precipita-tuttacronacaE’ morto intorno alle 14, in ospedale, il 17enne Andrea De Gabriele, studente del liceo scientifico Cosimo De Giorgi di Lecce, che alle 13 è precipitato in un pozzo di luce nel cortile della succursale della scuola. Il giovane era con i compagni e stava per far rientro in aula dopo una lezione di educazione fisica quando ha deciso di arrampicarsi su una grata che delimita l’ area utilizzata dagli studenti, probabilmente per recuperare il giubbotto e  aiutandosi con una sedia. E’ stato allora, mentre si trovava sulla recinzione, che è precipitato sfondando la rete metallica di protezione del pozzo e compiendo un volo di almeno 10 metri. I poliziotti della squadra mobile di Lecce hanno ascoltato i presenti, per ricostruire quanto accaduto e il sostituto procuratore Giuseppe Capoccia all’esito dei primi accertamenti valuterà se sia necessario iscrivere qualche nome nel registro degli indagati.

Annunci

Domani torna a scuola: la vittoria della disabile maggiorenne

ragazza-disabile-seneca-tuttacronaca

Il diritto allo studio le è stato riconosciuto e da domani potrà tornare a sedere sui banchi di scuola del primo anno della scuola superiore anche se maggiorenne. Finalmente la ragazza disabile ha vinto la sua battaglia e oggi al Seneca di Monte di Procida, in provincia di Napoli, sono arrivati i docenti di sostegno e le è stata assicurata la copertura dell’intero orario di lezioni: 27 ore  settimanali. Alla ragazza all’inizio dell’anno scolastico le era stata negata l’iscrizione in quanto maggiorenne e la scuola non poteva garantirle gli insegnanti di sostegno come prevedeva la spending review. La famiglia si era quindi appellata al Tar della Campagna, rivendicando il diritto allo studio come previsto dalla Costituzione italiana ed è stato proprio il Tar a dare ragione ai genitori della ragazza e con una sentenza del 28 settembre ha riammesso la ragazza a scuola.

 

Primo giorno di scuola… con goliardia: a Padova intervengono i pompieri

liceo Nievo-tuttacronaca-goliardiaPer permettere agli studenti di entrare a scuola… è stato necessario chiamare i pompieri. A Padova, al liceo scientifico Ippolito Nievo, la goliardia è tornata a colpire: l’entrata principale dell’istituto, in via Barbarigo, è stata sbarrata con una catena da moto mentre l’ingresso laterale di via Santa Rosa è stato letteralmente murato nottetempo. I vigili del fuoco sono così dovuti intervenire sia per abbattere la barriera di cemento e mattoni sia per segare il catenaccio. E’ stata una bidella ad accorgersi, ieri mattina, dell’accaduto. La donna ha avvisato la preside Maria Grazia Rubini che ha definito il gesto “Una bravata molto spiacevole ad opera di alcuni bulli, probabilmente ex alunni”.  Ma come ogni anno non è mancato neanche il tradizionale lancio delle uova che prende di mira le matricole. L’atto goliardico però, oltre a imbrattare i nuovi iscritti ha finito con lo sporcare anche i muri di un palazzo limitrofo, con alcuni residenti che hanno alzato la voce. Tant’è che oggi, secondo giorno di lezione, i ragazzi più grandi, quelli di quinta sono stati caldamente invitati dalla dirigente a “vegliare” sui nuovi arrivati, a difenderli da scherzi stupidi e a tutelare il decoro della scuola.

Denunciano il figlio… è l’aggressore del proprietario del sexy-shop!

sexyshop-tuttacronaca

È ancora ricoverato in riaminazione in gravi condizioni Luigi D’Arcangelo, gestore di un sexy-shop nel centro di Sassari che sabato è stato accoltellato alla gola da uno sconosciuto. Alla base del gesto ci sarebbe quasi sicuramente un raptus di follia, scatenato probabilmente dall’assunzione di acidi e metanfetamine.
Ieri, intorno alle 21, si sono presentati in Questura i genitori di un giovane di 19 anni, Guido Cadoni, che preoccupati per aver trovato in casa un suo giubbotto sporco di sangue, hanno chiesto agli agenti di aiutarli a capire cosa fosse accaduto al figlio. Dentista lui e insegnante lei, la coppia ha raccontato al capo della Squadra Mobile, Bibiana Pala, che il figlio – fino a un anno fa studente modello del liceo Scientifico – da qualche mese era completamente cambiato, mostrando un’aggressività che prima non aveva, dovuta molto probabilmente all’assunzione di droghe. Avendo trovato una straordinaria somiglianza tra il giubbotto sporco di sangue portato in Questura dai due genitori e quello indossato dall’aggressore ripreso sabato mattina dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del negozio, gli agenti si sono recati nella villetta alla periferia della città in cui vive la famiglia e hanno chiesto al giovane di seguirli in Questura. Cadoni si è mostrato subito nervoso e una volta arrivato negli uffici di via Montello ha provato a fuggire. Bloccato dagli agenti è stato accompagnato, in stato di fermo, nel carcere di San Sebastiano su disposizione del sostituto procuratore Elisa Loris. Per lui l’accusa è di tentato omicidio.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: