Chiuso l’aeroporto JFK di New York: un aereo finisce fuoripista

jfk-aeroporto-aereo-fuoripista-tuttacronacaE’ scivolato fuori dalla pista e finito in mezzo alla neve un aereo Delta che stava raggiungendo l’area di parcheggio. L’aeroporto John Fitzgerald Kennedy di New York è stato quindi chiuso mentre le autorità stanno indagando sull’accaduto. L’incidente non ha causato nessun ferito. Nella giornata di ieri c’era stato un altro incidente a New York, che aveva coinvolto un piccolo aereo da turismo che sarebbe dovuto atterrare all’aeroporto di La Guardia ma è stato obbligato a un atterraggio d’emergenza lungo la superstrada.

Annunci

I coniugi Obama sulla tomba di JFK per celebrarne l’anniversario della morte

jfk-obama-tomba-tuttacronacaGli Stati Uniti ricordano il 50° anniversario dell’uccisione del 35° presidente Usa John F. Kennedy, avvenuta a Dallas, in Texas, e il presidente americano Barack Obama, insieme alla first lady Michelle, si è recato al cimitero Arlington National per onorarne la tomba. Gli inquilini della Casa Bianca, accompagnati da Bill e Hillary Clinton, rispettivamente 42esimo presidente ed ex segretario di Stato, hanno deposto una corona di fiori sulla lapide di JFK prima di ascoltare un inno funebre e salutare i membri della famiglia Kennedy. La CNN ha riferito dell’unica assente, la figlia di JFK Caroline, che Obama ha voluto come ambasciatrice in Giappone, da dove celebrerà l’anniversario di quel tragico evento, avvenuto quando lei aveva 5 anni.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Kennedy non poteva evitare i proiettili… colpa del busto! Chi lo sapeva?

tuttacronaca-jfk-omicidio-busto

Chi è il chirurgo Kenneth Salyer? Era   il giovanissimo medico che era di guardia all’ospedale dove Jfk morì poco dopo l’arrivo. Ed è lui a rivelare alla Cbs che il presidente, se non avesse avuto il busto, probabilmente si sarebbe potuto abbassare ed evitare il secondo colpo: “Ero di turno al Pronto soccorso in caso di emergenze al cranio, quando un’infermiera è arrivata correndo e urlando: ‘Hanno sparato al presidente’. Kennedy respirava ancora, faticosamente. Io – racconta Salyer – ho guardato la ferita, il colpo aveva raggiunto un’area critica del cervello, le possibilità di salvarlo erano pochissime”. Ma il problema era anche il busto, che “allacciava il torso dalla parte alta del torace a sotto la vita. Era talmente spesso e rigido che tagliarlo fu difficile”.

Questa la teoria di Salyer: “Il primo colpo d’arma da fuoco colpì Kennedy alla spalla e uscì dalla trachea. La stessa pallottola attraversò il torace di John Connally per finire sulla sua coscia e sbatterlo giù dall’auto. Ma Kennedy rimase seduto eretto perché il busto non lo faceva piegare, rimanendo un bersaglio facile per il secondo colpo di Oswald”.

Quindi Oswald sapeva che il presidente aveva il busto e che non si poteva abbassare? E’ stato  un elemento a favore del killer? Qualcuno sapeva del busto e aveva calcolato anche che il presidente, dopo il primo colpo, sarebbe divenuto un obiettivo ancora più facile da colpire?

Oswald uccise Kennedy? A Torino i giudici lo assolvono!

lee-harvey-oswald-tuttacronaca

Un terzetto di giudici di Torino ha trovato la soluzione al caso dell’omicidio del Presidente Kennedy, il 22 novembre 1963. Assassinio per il quale si sarebbe voluto incastrare Lee Harvey Oswald mentre a sparare furono altre persone non identificate, ma sicuramente più di una. E sollevano anche un’altra questione: le indagini condotte, almeno nella prima fase, in modo “non limpido”, senza contare che c’è il sospetto che le prove siano state “manipolate”. Dopo che per anni studiosi, dietrologi e complottisti si sono cimentati con uno dei grandi misteri del secolo scorso, ora anche l’Italia ha una sua risposta, arrivata al termine di un “processo simulato” che ha avuto luogo su iniziativa della Camera Penale “Vittorio Chiusano” portata avanti grazie all’impegno dell’avvocato Mauro Anetrini. In aula, accusa e difesa hanno dato origine ad un vero dibattimento, argomentando le rispettive tesi con documenti ufficiali e filmati d’epoca, dal rapporto Warren alle testimonianze truccate, dalla teoria del “proiettile magico” alla singolare catena di suicidi. Un grande show giuridico a cui questa volta anche Oswald ha potuto partecipare, impersonato dal gionalista Meo Ponte, ed è riuscito finalmente a dire di esolo un “capro espitatorio”. Tesi avvalorata dal fatto che Lee Harvey non raggiunse mai il tribunale: due giorni dopo la morte di JFK, infatti, venne ucciso da Jack Ruby, gestore di un locale notturno. Credere o non credere alle sue parole? Il pm ha chiesto per lui l’ergastolo, certo che avesse preso parte al complotto, mentre il suo avvocato spiega come il suo assistito fosse all’oscuro di tutto e venne abilmente incastrato. Il collegio guidato da Gustavo Witzel, al termine del processo, ha assolto Oswald avallando l’ipotesi della cospirazione e ha ordinato simbolicamente la trasmissione degli atti alla procura di Dallas per approfondire le indagini sulla figura di Jack Ruby. I presenti hanno applaudito alla decisione: sembra che a Torino non abbia attecchito la verità ufficiale che vuole Oswald uccidere Kennedy e agire da solo.

“Coloro che reputano impossibile una rivoluzione pacifica…

peaceful-revolution-claudia-newman-e1322698348981

… renderanno inevitabile una rivoluzione violenta”

-JFK-

500 mila euro per il bomber di JFK!

bomber jfk asta

Il giubbotto di pelle marrone con le insegne dell’ ‘Air Force One’ appartenuto a John F. Kennedy è stato venduto all’asta a 500 mila euro. Questo è stato sicuramente il pezzo più importante dell’asta in cui sono stati battuti dalla ‘John McInnis’ in Massachusetts circa  700 oggetti appartenuti a Jfk. Il ‘bomber’ presidenziale era di proprieta’ di David Powers, all’epoca assistente speciale del presidente democratico, che lo ha ritrovato per caso in cantina. La stima iniziale era tra i 20.000 e i 40.000 dollari. Tra gli oggetti sono stati venduti anche lettere, fotografie e libri custoditi nei cassetti da Powers nella sua casa dopo l’assassinio di Kennedy nel 1963.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: