Inter scatenata: si preparara un altro colpo a costo zero

inter-costo-zero-tuttacronacaVidic a giugno aprroderà in nerazzurro, questa è già una certezza, ma in casa Inter non si fermano. Fervono infatti i lavori in vista della prossima stagione e si pensa a un altro colpo a costo zero. Ne parla Le 10 Sport che spiega che il club di Thohir avrebbe già stretto i contatti con l’entourage di Bafetimbi Gomis, attaccante in scadenza di contratto con il Lione. Gomis, accostato già in tempi non sospetti al club allenato da Mazzarri, è seguito con attenzione anche dal Newcastle.

E’ ufficiale: Vidic giocherà con la maglia nerazzurra da giugno

vidic_annuncio-tuttacronacaE’ la stessa Inter a dare la notizia. Sul sito del club nerazzurro, infatti, è apparsa la nota che ufficializza l’arrivo a Milano, per la prossima estate, di Nemaja Vidic, attualmente in forze al Manchester United. Erick Thohir, presidente dell’Inter, nella stessa nota, dichiara la sua soddisfazione: “Vidic è un grande campione. Sono estremamente soddisfatto della chiusura dell’accordo che porterà Nemanja a Milano. È uno dei più forti difensori al mondo, le sue caratteristiche, la sua esperienza internazionale, il suo carisma da leader saranno fondamentali per la squadra e per la crescita dei nostri giocatori più giovani”. “Aggiungerà valore al club e – promette il presidente – sarà un ulteriore tassello per la costruzione di una grande Inter. Vorrei, infine, ringraziare il Manchester United, Nemanja e il suo entourage per la disponibilità e professionalità dimostrata nel corso della trattativa”.

Cosa c’è nel futuro di Capitan Zanetti?

futuro-zanetti-tuttacronacaIl sogno di Javier Zanetti, capitano nerazzurro, sarebbe di continuare a indossare le scarpette. Ma una cosa è chiara: in casa Inter, non c’è più spazio per lui. Almeno, non in campo. Soprattutto in questa squadra di Mazzarri, dove non riesce a trovare più spazio. Ma questo non equivale certo un addio. Lo storico capitano, che ad agosto compirà 41 anni, attende infatti un incontro con Thohir, che forse avverrà già questa settimana, per trovare un accordo e sciogliere le riserve sul futuro. Che, a detta di ‘Sky Sport’, dovrebbe essere sempre a tinte nerazzurre, ovviamente con tutt’altre vesti di quelle attuali. Per Zanetti sarebbe pronto un incarico dirigenziale cosiddetto di ‘rappresentanza’ (quello che ricoprì Figo fino all’inizio dell’estate scorsa). Il patron interista vuole far fare al capitano la classica ‘gavetta’. Per poi un giorno, magari, affidargli un ruolo più operativo e, quindi, decisivo. Sempre se le capacità manageriali dell’argentino dovessero rivelarsi all’altezza della situazione.

Valzer degli addii in casa nerazzurra?

cessioni-tuttacronaca-mazzarriE’ Interlive.it che parla di due cessioni eccellenti in casa Inter. I giocatori in questione sarebbero Andrea Ranocchia e Ricardo Alvare, con Juventus e Borussia Dortmund pronti ad accontentare le rischieste del club di Thohir. Come ricorda ancora il sito, il difensore ha il contratto in scadenza del contratto nel 2015, mentre l’argentino è richiesto a gran voce da Klopp e potrebbe partire per una cifra congrua da reinvestire immediatamente sul mercato.

L’Inter e la “rivoluzione indonesiana”: si pensa al reparto offensivo

inter-mercato-tuttacronacaGli scout dell’Inter, che come priorità hanno quella di concentrarsi sul reparto offensivo, secondo quanto stabilito dalla “rivoluzione indonesiana”, hanno aggiunto un nuovo nome alla lista dei giovani talanti da tenere sotto osservazione. Interlive.it spiega che negli ultimi giorni, infatti, i riflettori sono puntati su Massimo Bruno, ecleticco attaccante belga di origini italiane classe 1993 che gioca stabilmente titolare con l’Anderlecht. Spiega il sito:

Finora in stagione ha già segnato 12 gol, di cui uno in Champions League. Ma il ragazzo è ambizioso e la prossima stagione vuole giocare in uno dei principali campionati europei, come confermato anche dal padre in una recente intervista. I viola, forti di un contratto fino al 2017, sperano di dare vita ad un’asta alla quale l’Inter non vuole partecipare: ecco perché sta cercando di giocare d’anticipo sulla concorrenza e trovare un accordo di massima con Bruno prima che il prezzo del cartellino (6-7 milioni di euro attualmente) possa lievitare.

La Juve incassa un due di picche!

marotta-varratti-tuttacronacaLa speranza era quella: portare Marco Verratti in Italia, per la precisione, con la maglia bianconera. Ma il centrocampista per il suo futuro ha le idee chiare e non vuole fare ‘passi indietro’: la Juve è nel cuore, ma sulla pelle vuole altri colori. Parlando all’Equipe, infatti, il giocatore del Psg ha detto smentendo i rumors: “Io alla Juventus? Quand’ero bambino amavo il club bianconero. Ora sono felice a Parigi e il progetto del Psg è tra i migliori al mondo. Andare alla Juventus ora sarebbe un passo indietro”. Il pescarese, quindi, desidera continuare a masticare il francese: “Qui chi viene allo stadio viene a vedere uno spettacolo unico, tra i migliori al mondo. Se dovessi finire alla Juventus farei senza dubbio un passo indietro. Al Psg c’è la possibilità di vincere tutto nei prossimi anni”.

Scontri nel prepartita Roma-Inter: picchiato un fotografo

ROMA_INTER_FUORI_STADIO_tuttacronacaSono stati necessari alcuni punti di sutura al volto per un fotografo dell’agenzia Gmt, che lavora per il quotidiano Il Tempo, aggredito fuori dallo stadio Olimpico da alcuni tifosi, prima che iniziasse il match Roma-Inter. L’uomo è stato soccorso dal 118 e poi portato all’ospedale Fatebenefratelli per la medicazione. Ieri sera i settori dell’Olimpico Curva Sud e Curva Nord erano chiusi per discriminazione territoriale e alcuni tifosi si sono radunati fuori dallo Stadio per accendere dei fumogeni e scoppiare dei petardi.

Roma-Inter termina a reti invariate ma 1-1 come scorrettezze

derossi-icardi-tuttacronaca0-0. E’ terminata a reti invariate la partita tra Roma e Inter, anche se forse il risultato poteva essere diverso se fossero state notate dai giudici di gara due irregolarità in area che non sono sfuggite alle telecamere. Nel primo tempo, infatti, De Rossi ha colpito Icardi con un pugno mentre nella ripresa c’è stata una gomitata di Juan Jesus a Romagnoli. In entrambi i casi il pallone era in gioco quindi, se i due episodi fossero stati notati, avrebbero comportato un calcio di rigore ed una espulsione. Entrambi i giocatori verranno sicuramente squalificati con la Prova Tv dal giudice sportivo ma, al di là di questo, nell’economia della partita è certamente più importante il pugno di De Rossi, verificatosi prima cronologicamente, che avrebbe consentito all’Inter di tirare un calcio di rigore e di giocare parte del primo tempo e tutto il secondo in superiorità numerica.

Si parla di trattativa avviata: la Juve scambia Pogba con un top player

Pogba-Juve-tuttacronacaColpo al cuore per i tifosi bianconeri che ormai sono legatissimi a Paul Pogba e credono immensamente nei piedi del giovane francese. Eppure in Inghilterra lo danno per certo: come riporta Footballdirectnews, quella che verrà sarà l’estate di un clamoroso scambio: Cavani per Pogba. E non sarebbe un’ipotesi visto che sembra proprio che la trattativa sia già avviata. Sta di fatto che se la Juventus dovesse decidere di sacrificare Pogba, potrebbe avere nel suo parco attaccanti un vero top player.

Non festeggia nessuno all’Olimpico: Roma-Inter termina a reti inviolate

roma-inter-tuttacronacaAllo Stadio Olimpico va in scena l’anticipo della 26esima giornata di campionato che vede sul rettangolo di gioco una delle rivalità più accese degli ultimi anni. Inaspettatamente a tifare per i nerazzurri sono proprio i supporters bianconeri, che potrebbe fermare la concorrente diretta per lo scudetto dei bianconeri, in attesa che questi ultimi scendano poi in campo domani sera a San Siro contro il Milan con quello che potrebbe anche rivelarsi un match point per lo scudetto. Ma contro gli uomini di Garcia bisogna sempre stare attenti: non perdono in campionato da quasi due mesi, con la porta rimasta inviolata nelle ultime tre partite, mentre l’Inter è reduce dall’ennesimo passo falso interno contro il Cagliari. Pochi cambi da parte di entrambi gli allenatori rispetto alla loro ultima uscita. Garcia rimanda nella mischia Torosidis e Strootman dopo il turno di riposo a Bologna. Sostituiti Taddei e Pjanic. Mazzarri inserisce Cambiasso e Icardi al posto di Kuzmanovic e Milito. Il primo tempo termina a reti inviolate ma sono stati i nerazzurri a creare più gioco e azioni pericolose rispetto ai padroni di casa che dovranno dare molto di più nella ripresa. Ma questo non accade e, al termine dei 90, nonostante le occasioni di Palacio e Pjanic, clamorosamente sprecrate, il risultato non cambia: 0-0, un risultato che serve solo alla Juventus che, vincendo contro il Milan, potrebbe portarsi a più 11 sui giallorossi.

Verso Roma-Inter tra probabili formazioni e pronostici

roma-inter-tuttacronacaAnticipo di lusso per la 26/a giornata del campionato di Serie A allo Stadio Olimpico dove i giallorossi ospitano l’Inter di Mazzarri. Garcia avrà a disposizione sia Gervinho che Torosidis: entrambi partiranno titolari. Garcia dovrà fare a meno di Totti (trauma contusivo) oltre che a Maicon, Dodò e Balzaretti, ma ha recuperato in extremis Florenzi, che è stato convocato. Hernanes convocato ma probabilmente in panchina. In attacco, Mazzarri giocherà la carta Icardi, che affiancherà Palacio. Panchina per Milito. D’Ambrosio in ballottaggio con Jonathan: favorito il brasiliano. In mezzo al campo dovrebbe tornare titolare Cambiasso. Queste le probabili formazioni:

Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Benatia, Castan, Romagnoli; Pjanic, De Rossi, Strootman; Gervinho, Destro, Ljajic
A disp.: Skorupski, Lobont, Toloi, Bastos, Mazzitelli, Nainggolan, Taddei, Florenzi, F.Ricci, Di Mariano. All.: Garcia
Inter (3-5-2): Handanovic; Rolando, Samuel, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Palacio, Icardi
A disp.: Carrizo, Castellazzi, Ranocchia, Campagnaro, Andreolli, D’Ambrosio, Zanetti, Kovacic, Hernanes, Kuzmanovic, Taider, Botta, Milito. All.: Mazzarri

Chi festeggerà al termine dei 90′? Laura Cremaschi non fa mancare il suo nuovo sexypronostico:

cremaschi-roma-inter-tuttacronaca

L’anima dell’Europa… è stasera all’Olimpico

timmersman-roma-tuttacronaca“Dov’è l’anima della nostra Europa?” Se l’è chiesto oggi il ministro degli Esteri olandese Frans Timmermans, intervenuto oggi al congresso Pse in corso a Roma. La risposta non ha mancato di sorprendere i presenti, che pure l’hanno accolta con un applauso: “L’anima dell’Europa la vedrò stasera quando andrò allo Stadio Olimpico per vedere la Roma che vince dell’Inter”. Timmermans 40 anni fa, da ragazzo, visse infatti a Roma e stasera non mancherà di andare a vedere il match che vedrà schierati gli uomini di Garcia contro quelli di Mazzarri.

Rivelazione shock dalla Francia sul futuro di Conte

addio-conte-tuttacronacaE’ il portale francese le10sport.com a riferire la clamorosa notizia: Antonio Conte potrebbe lasciare la Juventus in estate. Il tecnico, infatti, non avrebbe chiuso ad una possibile partenza e starebbe ascoltando eventuali offerte provenienti dai maggiori club europei. Tra gli altri, non è da escludersi l’interessamento del ricchissimo Monaco, che al termine della stagione dovrebbe salutare Claudio Ranieri. Il club monegasco ancora non si è mosso ma, stando ai media transalpini, non è da escludere una sua offerta nelle prossime settimane.

La Juve scommette su un giovane talento

juve-mascotte-tuttacronacaE’ iltalentocheverra.it che parla del nuovo talento sul quale ha messo le mani la Juve. Si tratta del centrocampista slovacco Denis Baumgarten, un classe 1998 del Fk Senica. Il giovane è stato selezionato dai bianconeri al termine di tre giorni di prova in quel di Vinovo. Spiega il sito:

Il calciatore ha convinto i propri esaminatori bianconeri dimostrando un discreto palleggio e, soprattutto un’importante e rodato atleticità (importantissima per i calciatori della sua età). Baumgartner, premiato miglior giocatore del Trofeo Shalom di Benevento, è uno dei più interessanti prospetti del suo paese e, sicuramente, la chiamata della Juve (sempre attenta a rafforzare il proprio vivaio) sta a dimostrarlo.

Ecco come l’Inter vuole mettere i bastoni tra le ruote ai bianconeri!

inter-juve-tuttacronacaPablo Daniel Osvaldo non passa certo inosservato: due partite in Europa League come titolare per inaugurare la sua avventura in bianconero e altrettanti gol. Il rapporto tra l’attaccante e il club sembra andare a gonfie vele e sicuramente si è dimostrato un giocatore importante anche in chiave Europa. Ma sembra proprio che ci sia già un club pronto a soffiarglielo: l’Inter non ha infatti intenzione di mollare la presa sull’attaccante italo-argentino ed è pronta a dar battaglia alla Juve in estate. Il calciatore, attualmente in prestito al club bianconero, è di proprietà del Southampton.

L’Inter non molla: ancora al tavolo delle trattative con la Juve per uno scambio!

mazzarri-tuttacronacaE’ stato il Correre dello Sport a lanciare la voce di un importante scambio in casa nerazzurra: da una parte una candidatura importante per l’attacco di Mazzarri, dall’altra un esubero. Piero Ausilio, in questi giorni impegnatissimo sul fronte inglese, ha infatti un occhi di riguardo per Ciro Immobile, attaccante in comproprietà tra Juventus e Torino e attualmente in forza ai granata. La trattativa appare molto difficile ma ai bianconeri piace molto Andrea Ranocchia: non è dunque da escludere una clamorosa e nuova trattativa tra nerazzurri e bianconeri.

Tre colpi low cost: l’Inter si prepara al prossimo mercato

vidic-Manchester-tuttacronacaMentre il tycoon Thohir è impegnatissimo con Marco Fassone per convincere le banche a dilazionare i debiti contratti dalla precedente gestione Moratti, che ammontano a oltre 200 milioni di euro, Piero Ausilio lavora sodo per rendere realtà le mosse di mercato progettate dalla dirigenza. Proprio per questo motivo il ds nerazzurro è volato per la terza volta a Londra, segno che il club preme sull’acceleratore sul versante inglese. Le giornate di Ausilio sono particolarmente intense, visto che in primo luogo va chiuso l’affare Nemanja Vidic, che lo stesso Thohir ha ammesso di essere i in dirittura di perfezionamento. Stando a quanto riporta Tuttosport, il 32enne centrale serbo del Manchester United firmerà un contratto biennale con opzione per il terzo anno, purché venga soddisfatta una soglia minima di presenze. Inoltre, l’entourage del giocatore sta trattando con i nerazzurri anche la gestione dei diritti d’immagine, che come nel caso di Hernanes, dovrebbe finire nelle mani dell’Inter. Secondo obiettivo oltremanica, Patrice Evra, compagno del serbo al Manchester United e anch’egli in scadenza di contratto a fine stagione. In questo caso, tuttavia, deve fare i conti con la concorrenza juventina. Ancora, altro giocatore sul quale sono puntati i riflettori è Bacary Sagna, connazionale di Evra che ha appena rifiutato l’ennesima proposta di rinnovo da parte dell’Arsenal. Il terzino, che viene corteggiato anche dal Liverpool, dovrebbe dare una risposta all’Inter entro pochi giorni.

Prima lo shopping con Icardi, poi la multa: Wanda la straccia!

wanda-Mauro-Icardi-tuttacronacaShopping per le vie di Milano per Mauro Icardi e Wanda Nara. Ma al ritorno alla loro Lamborghini, parcheggiata in maniera irregolare, l’amara sorpresa: ad attenderli sul cruscotto c’era infatti una multa, anche se fortunatamente hanno scampato il carro attrezzi. Evidentemente però non valeva la pena rovinarsi la giornata per una sanzione e così la modella argentina ha optato per l’indifferenza: la multa è finita accartocciata!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mauro e Wanda: shopping milanese per due

mauro-wanda-tuttacronacaAnche il campionato di calcio ha una sua attrattiva per gli amanti di gossip. Si tratta degli amori dei calciatori, sempre monitorati da tifosi e non. La stagione 2013/2014 ha già da alcuni mesi la sua coppia cult: si tratta di Mauro Icardi, giovane attaccante dell’Inter, e della modella argentina Wanda Nara, ex moglie di un altro giocatore, Maxi Lopez. Di loro sappiamo praticamente tutto, anche grazie all’assidua frequentazione di Twitter. Proprio per questo sono diventati tra i più ambiti per le riviste di gossip. Repubblica propone una galleria dove li si vede nella via dello shopping milanese: Montenapoleone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo striscione polemico contro Thohir

foto-stadio-thohir-tuttacronaca
Messaggio polemico oggi in curva nord per Erick Thohir andato ad assistere alla partita dell’Inter contro il cagliari. A San Siro infatti si è alzato lo striscione con su scritto: “Tanti lavorano nell’Inter, quanti lavorano per l’Inter?” La protesta era rivolta a quei dirigenti del club, che secondo alcuni tifosi, non starebbero contribuendo al bene della squadra.

 

Continua la rivoluzione all’Inter: ecco il nuovo arrivo!

tifosi-inter-tuttacronacaThohir è appena tornato a Milano e già le cose si muovono freneticamente. Nel primo pomeriggio di venerdì si è infatti tenuto il CdA della società, durante il quale è stato sancito l’arrivo nella scuderia del tycoon indonesiano dello scozzese Grant Ferguson, che prende il posto diRoslan Roeslani. Spiega Interlive.it: Ferguson, non “Alex”, come detto scherzosamente dal presidente nerazzurro, è un manager esperto in media e comunicazione, ed è stato direttore finanziario – dal 2006 al 2011 – di Astro Malaysia, conglomerata asiatica: “Da lui possiamo imparare molto sul media business. Per questo è importante averlo nel Consiglio. Noi abbiamo il sito, abbiamo Inter Channel. Dobbiamo riformulare la strategia che riguarda i media e Grant ci può aiutare in questi business”, le parole di Thohir.

Clamorosa offerta per Capitan Zanetti!

zanetti-via-tuttacronacaE’ sorprendente quanto rivelato da goal.com, sito che spiega che le strade di Javier Zanetti e dei nerazzurri potrebbero divergere al termine di questa stagione. Al capitano dell’Inter, infatti, sarebbe pervenuta una chiamata del suo ex mister, Josè Mourinho, che lo vorrebbe al Chelsea e gli garantirebbe un futuro da suo braccio destro dopo una stagione da giocatore. L’argentino, da parte sua, è diviso: se vorrebbe infatti continuare a giocare, desidera anche restare nel suo attuale club, anche da dirigente, ma bisognerà valutare con quale mansioni dopo il colloquio previsto in questi giorni con Thohir.

Thohir arriva a Milano… e porta buone notizie

inter-erick-thohir-tuttacronacaIl patron nerazzurro Erick Thohir, atterrato oggi a Milano, ha parlato ai microfoni di Sky Sport e sembra che sia ormai cosa (quasi) fatta per il passaggio la prossima estate di Vidic all’Inter. “Non è un affare ancora concluso, ma al 90 per cento è fatta per Vidic. Branca? Ha fatto bene, ma era arrivato il momento di cambiare. Abbiamo piena fiducia in Ausilio, non arriverà nessuno. Il club adesso sta andando nella giusta direzione. Hernanes? Con lui abbiamo più soluzioni di gioco. Un nuovo socio? No, non è nei miei piani”.

Rivoluzione Thohir! L’Inter verso una nuova identità

thohir-mercato-tuttacronacaIn casa Inter, per volontà di Thohir, serve ristrutturare e migiorare l’organigramma dirigenziale e, come riporta calcioefinanza.it, il tycoon indonesiano non perde tempo nel portare avanti la sua personale rivoluzione. Si sarebbe infatti rivolto a una delle principali agenzie mondiali di executive research, la Odgers Berndtson, con lo scopo di trovare manager di alto livello per ristrutturare e migliorare l’organigramma dirigenziale. Quello che cerca il presidente indonesiano sono due figure: un direttore marketing e un responsabile internazionale per le vendite. Ecco, grosso modo, il contenuto dell’annuncio pubblicato dalla suddetta agenzia:

DIRETTORE MARKETING – Dovrà conoscere quella che è la base mondiale dei tifosi dell’Inter, con l’obiettivo di effettuare una segmentazione geografica e capire le loro necessità per sfruttare al meglio le possibilità offerte dal mercato. Inoltre dovrà sviluppare strategie di coinvolgimento dei tifosi per aumentare le presenze allo stadio e sviluppare altre opportunità nei giorni non di gara (si fa riferimento alla costruzione di un museo dell’Inter). Dovrà infine guidare lo sviluppo e la realizzazione della strategia per il brand Inter ampliandolo a tutti i vari stakeholders, ovvero a tutti colori che hanno interesse nel club.

DIRETTORE VENDITE – Dovrà creare e sviluppare una nuova strategia di partnership per il marketing e la vendita di sponsorizzazioni dedicata a organizzazioni multinazionali, oltre a identificare mercati e partner chiave, capire le loro esigenze e convertirle in relazioni capaci di generare ritorni economici che dovranno incrementare i ricavi del club.

Totti migliora, ma alla Roma c’è chi si ferma!

destro_panchina_tuttacronaca

Totti migliora e si spera di poterlo far giocare già contro l’Inter, ma Garcia perde altri due elementi fondamentali: Destro si ferma per il mal di schiena e Strootman è ko per l’influenza. Maicon sicuramente è out per la gara contro il Bologna e l’emergenza in casa giallorossa si fa sentire. Ora si spera che due giorni si riesca a recuperare, intanto Benatia sembra aver superato i suoi problemi e si è allenato con continuità per tutta la seduta insieme ai compagni.

 

Il calciomercato di giugno si decide in questi giorni: Inter e Napoli a lavoro su…

tuttacronaca-berhami-napoli-inter-

Rapporti già avviati anzi forse solo in attesa di essere formalizzati, anche se per la riapertura del calciomercato mancano mesi, ma i veri “affari” Inter e Napoli li hanno pianificati. Dopo aver portato in nerazzurro Campagnaro e aver trattato anche l’acquisto di Paolo Cannavaro, Walter Mazzarri ha chiesto al neopresidente Thohir di regalargli un altro giocatore con cui ha condiviso l’esperienza in azzurro: Valon Behrami. Centrocampista svizzero classe 1985 arrivato al Napoli nell’estate 2012 dalla Fiorentina, rappresenta il prototipo di recupera-palloni da piazzare davanti alla difesa che il tecnico toscano immagina per la sua Inter. Behrami è un giocatore importante per Benitez e la società partenopea ma non viene considerato incedibile; legato da un contratto fino al giugno 2017, il giocatore di origini kosovare ha una valutazione non inferiore ai 15 milioni di euro. Il recente sfogo su Twitter dopo il furto dell’automobile e le polemiche legate all’infortunio al piede che ha creato una guerra diplomatica tra il club e la Federcalcio svizzera sono situazioni che hanno contribuito ad incrininare il rapporto col giocatore e l’Inter spera di sfruttare questa situazione a proprio favore.

Gigi Buffon: mai futuro così incerto!

gianluigi-buffon-tuttacronacaGigi Buffon, portierone bianconero, sta vivendo probabilmente la sua stagione più difficile dopo esser stato messo diverse volte in discussione nell’arco dell’anno calcistico. Indubbiamente qualche errore c’è stato ed è saltato all’occhio perchè eravamo abituati a conoscerlo come praticamente infallibile. Ma gli anni stanno trascorrendo anche per lui. A parlare del suo futuro ci pensa il suo agente Silvano Martina, che a Calciomercato.com ha detto: ”Probabile che chiuda qui, ha un contratto con la Juventus, la rappresenta da anni ed è facile associare il suo nome alla squadra, ma da qui a dire che cosa succede di sicuro non so. Magari si ritira, magari va via, o resta, non so”.

“Inter? No, grazie”: parla Gabi

gabi-atletico-tuttacronacaGabi, capitano dell’Atletico Madrid, ha in testa solo una cosa al momento: la partita di domani sera, valida per la Champions League, contro il Milan di Clarence Seedorf. In conferenza stampa, solo un accenno sul suo futuro: “L’interesse dell’Inter? Vengo a sapere adesso di questa voce. Il campionato italiano è affascinante ma al momento sono concentrato sull’Atletico Madrid”.

Icardi: per lui “mesi contati”

icardi-tempo-tuttacronacaMauro Icardi, dopo tanto gossip e tante voci circolate su di lui, è tornato sul campo e ha dimostrato di saper fare il suo lavoro andando in rete contro la Fiorentina. Ovviamente, conoscendo la sua passione per i social, non meravigliano i due cinguettii arrivati a stretto giro di posta: “Non c’è nient’altro da dire?”, “Sono grandi coloro che nonostante vengano giudicati per essere come sono, non cambiano per compiacere nessuno”. A questo punto, il tanto chiacchierato argentino vuole tenersi ben stretta la sua maglia, ma per lui il tempo è contato. Spiega infatti Tuttosport che l’attaccante è sotto esame e ha solo pochi mesi di tempo per convincere: da qui a giugno non può fallire. Allenamenti, lavoro e vita da professionista: Walter Mazzarri è chiaro e pretende questo dall’ex Sampdoria. Se non fosse così, Icardi può tranquillamente imboccare la porta: del resto le offerte non mancano.

“Non meriti spiegazioni”: così Maxi Lopez alla sua ex, Claudia

maxi-lopez-claudia-tuttacronacaClaudia, l’ex-fidanzata di Maxi Lopez, torna nello studio di Domenica Live dove, in precedenza, aveva parlato della fine della storia e di come il calciatore fosse sparito da un momento all’altro senza una parola. E racconta: “Ho provato a cercarlo, mi ha detto che non merito spiegazioni”. La catanese spiega: “Sono stata descritta come una rovina-famiglie, come l’avventura di Maxi, io ero la sua fidanzata. Ho portato con me il cellulare per far vedere un messaggio carino che risale alla fine della nostra storia, dopo l’ufficializzazione del divorzio da Wanda Nara”. Si tratta di un sms breve ma chiaro: “Sei qui con me perché sei dentro il mio cuore”.  E prosegue: “Dopo essere stata a Domenica Live, ho provato a cercarlo, mi ha detto che non merito spiegazioni. Ho telefonato, non mi ha mai risposto, ho mandato messaggi da un altro telefono e lui mi ha risposto che dovevo rifarmi una vita.”  Serena Garritta, inviata della D’Urso, va alla ricerca di Maxi Lopez, che alla domande sue Claudia, risponde “Claudia chi?”.  Ecco allora la prova, quel messaggio ancora nel cellulare.  “Questo sms risale a prima di Natale. Io penso che si ricordi di me. Io lo chiamavo lindo e lui mi ha soprannominata linda. Non mi sento assolutamente in colpa verso Wanda Nara. Non vado a Genova perché non voglio ancora inseguirlo. Mi ha deluso troppo”

Dopo la vittoria dell’Inter: Thohir ringrazia, Icardi polemizza

icardi esultanza-gol-fiorentina-inter-tuttacronaca

Una vittoria contestata con un gol che davvero ha fatto discutere, ma se Thohir si limita a ringraziare: «Ci tengo a ringraziare tutti i giocatori e l’allenatore. Ora andiamo avanti così, da squadra, uniti, nei momenti buoni così come in quelli meno buoni. Grazie ad Hernanes abbiamo più opzioni a livello offensivo, Icardi e Palacio hanno dimostrato quanto possono essere pericolosi, onore a Samuel nostro guerriero. Forza Inter» c’è chi, come Icardi dopo aver segnato un gol in fuorigioco che gli è stato convalidato polemizza e sul suo profilo Twitter posta: «Non avete più niente da dire?», frase poi era accompagnata dall’immagine della sua esultanza dopo la rete.

Bergomi torna su Calciopoli… Moggi risponde per le rime!

bergomi-calciopoli-tuttacronaca

Beppe Bergomi dai microfoni di sky in veste di commentatore torna sul caso Calciopoli e riaccende così il dibattito tra colpevolisti e innocentisti. L’ex interista ha infatti affermato: “Contro il Milan ho sempre vissuto le partite partendo alla pari, anche quando c’erano gli olandesi e Sacchi. Con la Juventus, invece, avevo sempre sensazioni strane, poi è venuta fuori Calciopoli, ma allora non capivo”. Bergomi alza i toni, ma c’è anche chi come l’ex dg della Juventus Luciano Moggi replica con durezza alle parole dello storico capitano dell’Inter: “Ci vogliamo dedicare oggi al malvezzo dell’ambiente calcistico, quello di spu***nare gli altri per giustificare i mancati successi della propria squadra o della squadra del cuore, come nel caso recente di Beppe Bergomi, il quale candidamente è andato a dichiarare: «Noi dell’Inter avvertivamo segnali particolari… poi è arrivata Calciopoli», come se i grandi distacchi dell’Inter dalla prima in classifica si verificassero solamente per effetto di “malcostume calcistico” e non per debolezza del proprio impianto. A testimonianza della poca attendibilità di quanto dichiarato da Bergomi basterebbe citare che l’Inter in questo campionato viaggia dietro alla Juve di ben 21 punti (visto il successo di ieri)… e Calciopoli è acqua passata. Giova al tempo stesso ricordare che Bergomi attualmente è pagato da Sky per fare l’opinionista e le telecronache e che come tale deve dimostrare imparzialità.”.

Renzi sugli spalti… e l’ironia su Twitter! Grazie “presidente”

Renzi-Fiorentina-Inter-tuttacronacaC’era anche Matteo Renzi, ieri sera, ad assistere all’anticipo della 24esima giornata di campionato che ha visto affrontarsi al Franchi la Fiorentina e l’Inter. E proprio su quello che potrebbe diventare il prossimo presidente del Consiglio hanno indugiato le telecamere. La partita, tuttavia, è sembrata essere l’unica “nota stonata” della settimana del sindaco fiorentino, visto che i viola, dopo aver recuperato lo svantaggio, hanno perso a causa di un gol di Mauro Icardi (vittoria arrivata ai nerazzurri grazie a un errore arbitrale che non ha segnalato il fuorigioco dell’argentino). Ma i tifosi dell’Inter non hanno mancato di far dell’ironia su quanto accaduto davanti agli occhi di Renzi, a partire da Fiorello che su Twitter ha scritto: “Porta bene Renzi! Grazie ‘presidente'”.

Schermata 2014-02-16 alle 10A lui ha risposto subito un altro showman, Nicola Savino, che citando l’utente @chedisagio ha scritto “Palacio Chigi”, dal nome di uno dei marcatori interisti. Per il segretario dem, tuttavia, l’accoglienza dei tifosi è stata calda e poco importa se è stato spesso distratto dall’incontro, impegnato in telefonate e sms: incoraggiamenti, pacche sulle spalle e foto in sua compagnia gli hanno tenuto compagnia sia prima che dopo la partita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Inter rinvigorito dalla vittoria… pensa in grande sul mercato!

Ben-arfa-art-tuttacronacaNon c’è nulla di meglio di una vittoria in trasferta, tanto più se gli avversari sono una squadra tosta come i viola di Montella, per riaccendere grandi speranze. Perchè l’Inter l’obiettivo per questo campionato ce l’ha chiaro: entrare in zona Champions League. Se proprio non ci dovesse riuscire, si “accontenterà” dell’Europa League, che sarebbe comunque un buon traguardo viste le poche difficoltà incontrate in questa stagione. E proprio per questo in casa nerazzurra non si perde tempo e si pensa al mercato estivo, tenendo d’occhio quanto accade in Premier League. Vari sono i nomi circolati nell’orbita nerazzurra in questi ultimi giorni (da Vidic ad Evra, passando per Nani ed Obi Mikel) e ora il ‘Daily Star’ ha aggiunto anche quello di Hatem Ben Arfa. Il rendimento del centrocampista francese di origini tunisine, attualmente in forza al Newcastle, non sta ripagando le attese e la società potrebbe decidere di cederlo a giugno, nonostante il parere contrario del tecnico Alan Pardew. L’Inter aveva già cercato Ben Arfa durante l’ultimo giorno di mercato, e secondo il tabloid britannico sarebbe dunque la favorita qualora il calciatore venisse messo sul mercato.

Wanda e il messaggio d’amore a Icardi dopo il gol!

wanda-nara-icardi-tuttacronaca-sms

Non poteva mancare il messaggio d’amaore di Wanda Nara a Mauro Icardi dopo il gol che il calciatore dell’Inter a infilato alla Fiorentina. Anche se quel gol è stato realizzato in fuorigioco agli occhi dell’amata è la conferma del talento del suo partner: «Non ho mai avuto dubbi, il problema è di quelli che parlano avevi solo bisogno di giocare per dimostrare ciò che meglio sai fare. Ti amo».

L’Inter batte al Franchi la Fiorentina… grazie a un errore arbitrale?

Fiorentina-inter-tuttacronacaSecondo anticipo della 24esima giornata di Campionato che vede i viola di Montella accogliere al Franchi di Firenze l’Inter di Mazzarri rinfrancata dalla vittoria contro il Sassuolo che ha permesso ai nerazzurri di L’Inter di riconquistare il quinto posto: vincendo a Firenze potrebbero ancora inserirsi nella corsa al terzo posto, altrimenti non resterebbe che puntare all’Europa League. Dal canto loro, i toscani mirano a continuare la corsa al terzo posto, mettendo pressione al Napoli ora che, superato un periodo non facile, sono tornati a vincere battendo l’Atalanta. Per quel che riguarda le formazioni, Montella sceglie Mati Fernandez al posto dello squalificato Borja Valero, Matri finisce in panchina. Mazzarri conferma la formazione che ha battuto il Sassuolo. Dopo appena quattro minuti di gioco, il primo brivido per la Fiorentina: disattenzione di Neto che cincischia con il pallone e Palacio va vicino al gol. Il nerazzurro ci riprova poco più tardi, al 13′, quando centra clamorosamente un palo. L’argentino non smette di crederci e al 34′ il campo gli dà ragione: al termine di una lunga azione, Guarin trova l’assist per l’inserimento di Palacio, stop e tiro vincente di destro sull’uscita avventata di Neto! 0-1! Il primo tempo, che ha visto in campo una fiorentina abbastanza abulica, termina su questo risultato.

Alla ripresa, gli uomini di Montella arrivano con una nuova determinazione: già al primo minuto di gioca i viola pareggiano. Cuadrado da fuori area conclude, tiro deviato da Juan Jesus, che beffa Handanovic! E’ 1-1!

Al 20′, tuttavia, i nerazzurri tornano a portarsi in vantaggio: Icardi segna però in netto fuorigioco. Il guardalinee incredibilmente non segnala, l’arbitro convalida: 1-2!

La Fiorentina lotta con tutte le sue forze e al 4′ e ultimo minuto di recupero sfiora il pareggio: Samuel sbaglia l’intervento e Matri per poco non trova Gomez pronto alla deviazione vincente. Damato fischia tre volte e sancisce la vittoria degli uomini di Mazzarri. Poco convincente, soprattutto in attacco, la prestazione della Fiorentina. Per i viola la buona notizia è il rientro in campo di Gomez dopo il lungo infortunio. In classifica l’Inter si rilancia per l’Europa che conta.

Fiorentina-Inter: e in tribuna… gli ospiti d’onore!

fiorentina-inter-renzi-tuttacronacaPotrebbe essere l’ultima volta che il sindaco di Firenze e segretario del Pd Matteo Renzi assiste a una partita dei suoi adorati viola in veste di “non-ancora-premier”. Il primo cittadino del capoluogo toscano ha infatti in agenda la sua presenza al Franchi per assistere all’anticipo della quinta di ritorno, mentre resta in attesa della quasi certa convocazione nelle prossime ore del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale. Sembra che Renzi abbia infatti confermato ad alcuni dirigenti del club gigliato la sua presenza in tribuna autorità dove, tra l’altro, non sarà solo. Questa sera è infatti atteso anche l’azionista di maggioranza viola Diego Della Valle. Spiega l’AGI che il proprietario del gruppo Tod’s e Matteo Renzi avrebbero in programma anche un colloquio per definire i dettagli di un’offerta che dovrebbe presentare nelle prossime settimane il club viola per la costruzione di un nuovo stadio in città in zona Nord.

Quella maledetta trasferta… dell’Inter!

walter_mazzarri_tuttacronaca

Per i maniaci delle statistiche l’Inter è davvero un bel rompicapo! L’andamento degli azzurri in trasferta nelle ultime stagioni è davvero schizzofrenico e nonostante ci sia Mazzarri che cerchi di portare concretezza e stabilità, la squadra non riesce ad avere la continuità che servirebbe. Arrivata imbattuta sino al 15 dicembre fuori casa poi ha perso le successive cinque gare giocate lontano da San Siro, sia che si trattasse di campionato o di Coppa Italia. Insomma per l’Inter andare fuori casa è traumatico! Ieri Mazzarri ha dato una non risposta: “Le sconfitte sono tutte diverse e figlie di tante situazioni. La critica guarda i risultati, io analizzo le prestazioni”. Intanto si avvicina il Franchi e Mazzarri spera di interrompere il trend negativo anche perché altrimenti verrà riscritta la storia. L’ Inter al Franchi non perde sei trasferte consecutive addirittura dalla stagione 1998-99. Quella dei quattro allenatori (Simoni, Lucescu, Castellini, Hodgson)e dello spareggio Uefa perso col Bologna.

 

Le acque si muovono in casa Inter, ecco il tecnico più probabile

leonardo-inter-tuttacronaca

L’Inter sembra voler programmare la nuova stagione si da ora e le acque in casa neroazzurra si muovono, anche a volte facendo irritare e non poco l’ex patron Moratti, che ora in minoranza, dopo aver ceduto il club a Thohir sembra davvero soffrire per alcune scelte che non comprende. Dallevoci però negli ultimi giorni sembra che si stia passando ai fatti in casa interista e quello che appariva come poco più di un gossip sembra invece aver sostanza: si parla infatti di un possibile ritorno di Leonardo come prossimo direttore tecnico dell’inter dopo che sono state smentite le indiscrezioni che lo volevano invece a dirigere il PSG. Pare che l’ex giocatore e allenatore del Milan ha ancora contatti con il presidente Nasser Al-Khelaifi, al quale ha dato consigli nella sessione invernale di mercato, ma non ha intenzione di tornare a far parte del Psg. Sarà quindi l’Inter la meta del brasiliano?

 

Clamorosa indiscrezione dell’Inter! Un altro “intoccabile” a rischio!

thohir-mazzarri-tuttacronacaErick Thohir, da quando è approdato in casa nerazzurra, sta portando avanti un’opera di cambiamento che ha già fatto molto discutere, come il licenziamento di Branca, dirigente che Moratti ha creato e sempre difeso. Proprio per questo l’ex patron ora azionista di minoranza si è molto irritato, nonostante il tycoon indonesiano miri a portare la società, sia dal punto di vista sportivo che quello organizzativo, al livello dei migliori club. Ora InterLive.it ha raccolto informazioni secondo le quali l’irritazione di Moratti potrebbe aumentare nei prossimi giorni o mesi. Spiega il sito:

Questo perché il business man di Jakarta pare abbia intenzione di coinvolgere nel suo personale tsunami anche il dottor Franco Combi, responsabile dello staff medico nerazzurro e, soprattutto, uomo di fiducia del petroliere. Che, infatti, ha superato indenne e quindi da vincitore, i numerosi diverbi nati con quasi tutti gli allenatori che sono passati per Appiano. Da Mancini a Mourinho (famoso il ‘siparietto’ dopo Inter-Fiorentina dell’ottobre 2009), passando per Benitez, Ranieri e Stramaccioni (che aveva chiesto la sua testa negli ultimi colloqui prima dell’esonero). Tutti, nessuno escluso.

Nemmeno Mazzarri avrebbe un buon rapporto col professore, laureato in Medicina e Chirurgia nonché specialista in Medicina fisica e riabilitazione, all’Inter dal 2000. Il compenso annuale di Combi, da sempre considerato un ‘intoccabile‘ e appoggiato da Zanetti e Curva Nord (basta andarsi a rileggere le ‘dodici domande’ del tifo nerazzurro…), sembra raggiunga i 500.000 euro, senza contare spese (folli?) per accertamenti diagnostici (pagati il triplo di tutte le altre società di Serie A) e consulenze specialistiche. Thohir, questo è chiaro, non guarda in faccia a nessuno. Moratti l’ha capito troppo tardi.

Thohir e l’occhio sul mercato: pronto per due “acquisti”

inter-mercato-tuttacronacaDal 20 al 26 febbraio Thohir sarà a Milano. Non solo assisterà al match tra Inter e Cagliari ma anche, come spiega InterLive,  continuerà i colloqui in ambito finanziario, per ciò che concerne l’accollamento e lo ‘spostamento’ dei debiti della società, senza trascurare la parte sportiva. Il calciomercato è chiuso, ma Thohir sta già lavorando in vista della sessione estiva. E il tycoon al riguardo ha le idee chiare e ha in testa due obiettivi: Lamela e Morata. Il primo, che al Tottenham non gioca dallo scorso 29 dicembre, era costato agli Spurs oltre 30 milioni e il suo club ha detto no alla proposta di prestito avanzata a gennaio proprio dai nerazzurri. Ma l’Inter ha già il sì del giocatore e Thohir potrebbe provare a strapparlo alla folta concorrenza proponendo il prestito con riscatto ‘obbligatorio’ nell’estate 2015. Il secondo obiettivo dei nerazzurri è Alvaro Morata, giovane centravanti che il Real Madrid valuta non meno di 15 milioni.

La verità, nient’altro che la verità: parla Wanda Nara

wandanara-mauroicardi-tuttacronacaWanda Nara parla alla stampa italiana per la prima volta e si rivolge al settimanale Chi per raccontare la sua verità: la vittima è lei, mentre il traditore è Maxi Lopez. L’esordio, la fidanzata di Icardi l’ha dedicato al racconto di quando e perché ha deciso di chiudere il matrimonio dopo i ripetuti tradimenti del marito:

Il telefono era sul tavolo. Ne avevo subite troppe. Quella sera non ho resistito e ho preso il suo cellulare in mano. Ero in attesa del nostro terzo figlio. Sapevo che avrei letto qualcosa di terribile e, infatti, il messaggio recitava: ‘Maxi, le ragazze sono pronte, aspettiamo te’. Peccato che Maxi mi aveva detto che era a cena con il suo agente, nel palazzo accanto a casa nostra, per discutere di calciomercato. Ho iniziato a urlare, a piangere, stavo per perdere mio figlio. È arrivata l’ambulanza. Mia madre mi stringeva la mano. In quel momento, mentre perdevo sangue, ho detto a me stessa che sarebbe stata l’ultima volta, l’ultimo tradimento che avrei subito. Così è stato.

Wanda, durante l’intervista, ha voluto lanciare anche una frecciata nei confronti della connazionale Belen, dicendo: “senza offesa, in Argentina sanno bene chi sono io, ma non sanno chi sia la ‘vostra’ Belen”. Dopo di che, è tornata a sottolineare il fatto di non aver mai tradito l’ex marito:

Non ho mai tradito il mio ex marito Maxi Lopez. Lo giuro sui miei figli. Anzi ho lottato fino alla fine per salvare il nostro matrimonio. Ma non ce l’ho fatta. Mi tradiva sempre, in continuazione. Quando eravamo in Argentina mi ha tradito anche con Marianna, la nostra governante che bella non era. Eravamo in casa e loro facevano l’amore mentre io dormivo in un’altra stanza con i bambini. Poi lei lo ha denunciato per molestie sessuali. Ma tra le prove addotte in tribunale c’erano 25 sms che dimostravano che non si trattava di molestie, ma di una vera e propria storia d’amore. Maxi è stato assolto e io sono diventata la cornuta della situazione. Resistevo per amore dei nostri figli. L’ho perdonato tante di quelle volte che non so davvero come io abbia fatto.

Dopo di che, è passata a pagine più liete, ripercorrendo la nascita dell’amore con Mauro Icardi, rapporto iniziato come un’amicizia spontanea:

Mi ha chiamato con una scusa banale, dicendomi se mi serviva un iPad. Da quel momento è diventato il mio psicologo. Mentre parlavamo sono scoppiata a piangere. Non riuscivo a fermarmi. Gli ho raccontato tutta la mia infelicità. Lui si rapportava a me come un amico. Mai un gesto fuori posto. Intanto io pensavo alla separazione e volevo tornare in Argentina con i miei figli. Volevo scappare.

Fino a quando, complice l’infortunio muscolare, Icardi va in Argentina e si presenta a casa Nara:

Mauro è entrato in casa e mi ha detto ‘Ti amo. Sono pronto a prendermi cura dei tuoi figli e di te. Ti voglio bella, devi rimetterti in forma, devi tornare a lavorare’. Per dimostrarmi che faceva sul serio ha convocato un tatuatore, lo ha fatto salire in casa e si è tatuato la mia faccia sul braccio.

Da quel giorno, una nuova pagina d’amore è stata scritta dalla coppia. La Nara a proposito della fine del matrimonio con Lopez ha aggiunto che ha voluto il divorzio in Italia anche se “con la legge argentina avrei portato a casa un sacco di soldi”:

Io ho rinunciato a tutto. Non ho voluto un euro da lui per chiudere tutto alla svelta. Ma, quando Maxi ha saputo da Mauro che io mi ero innamorata ha detto che io ero ancora sua moglie. Rosicava che avessi trovato un ragazzo bello, giovane, dolce, ma con le palle pronto a prendersi cura di me e dei miei figli. Quando ci siamo lasciati Maxi mi diceva: “Chi ti vuole con tre figli? Non andrai da nessuna parte”. E invece è arrivata la magia.

Per il suo futuro, ora la modella pensa a un nuovo matrimonio, con l’attaccante nerazzurro:

Mauro è un quarantenne nel corpo di un ventenne. Mi ha detto: “Amore voglio un figlio nostro, ma prima ci dobbiamo sposare”. E andrà così.

Per concludere, Wanda ha voluto rispondere a Maradona, che aveva detto che “ai nostri tempi, solo se guardavi la donna di un compagno, nello spogliatoio ci saremmo alternati per prenderlo a pugni”. La showgirl, dopo aver rivelato che in passato proprio il Pibe de Oro provò a corteggiarla, ha detto:

Maradona prima di parlare dovrebbe guardare la sua vita. Non mi sembra molto pulita. Ma le sue parole le porta via il vento.

Lavori in corso in casa Inter?

bandiere-inter-tuttacronacaMoratti non approva in pieno la linea operativa del management che guida attualmente l’Inter, con il direttore generale Fassone che ha contatti quotidiani con Thohir e che mira a un ruolo operativo alla Marotta: non solo il potere di firma che gli ha conferito Thohir, ma anche la responsabilità dell’area tecnica e delle operazioni di mercato. Alle dirette dipendenze di Fassone, poi, c’è l’attuale diesse Piero Ausilio alle sue dirette dipendenze, un po’ con lo stesso profilo attualmente ricoperto da Fabio Paratici con Marotta alla Juve. I due, assieme a Branca, sono stati contestati dalla curva, ma ora Fassone mira a fare un passo in più: portare in società Gianpaolo Montali nel ruolo di referente nei rapporti con la squadra e lo staff tecnico. In tutto questo, i supporters nerazzurri reclamano Lele Oriali, l’uomo del triplete assieme a Mourinho. E proprio Oriali ha ricevuto una chiama di sondaggio alcuni giorni fa. Su di lui, però ci sono ancora le resistenze di Moratti e, ovviamente, di Fassone. Ci sarebbe un nome che potrebbe essere gradito a tutti: Sabatini, che però alla Roma ha pieni poteri. Ma nel frattempo c’è chi tiene d’occhio il club: si sono infatti autocandidati Franco Baldini, attualmente al Tottenham; Daniele Pradé, con il contratto in scadenza alla Fiorentina, ma anche Pantaleo Corvino, Pietro Lo Monaco e Antonio Imborgia. In tutto questo, tuttavia, non va dimenticato Leonardo, che nei giorni scorsi ha cenato proprio con Thohir e che a settembre ha concluso la sua esperienza al Paris St Germain.

“Ho la possibilità di riprendere il club”: parla Moratti e bacchetta tutti

Massimo-Moratti-tuttacronacaIl Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi ha incoronato ieri Massimo Moratti “Personaggio dell’anno”. Durante la premiazione il presidente onorario dell’Inter ha parlato anche della ‘clausola tifosi’ spiegando: “Non esiste, ma in ogni contratto ci sono delle clausole per cui se certe cose non vengono fatte avrò la possibilità e il dovere di riprendere la società. In ogni caso, per come sento Thohir, non credo proprio che questo accadrà”. Moratti, il giorno dopo la prima vittoria dei nerazzurri in questo 2014, grazie alla rete inflitta al Sassuolo, ha anche tracciato il quadro degli umori in casa interista. Parlando delle contestazioni dei tifosi, ha spiegato: “I tifosi non si sono mai schierati con noi nemmeno ai tempi di Calciopoli”. Il che, detto dalla persona che più di tutti ha combattuto e combatte ancora la battaglia su Calciopoli, è un atto di accusa. Poi su Mazzarri, che Moratti ha fortissimamente voluto all’Inter e intorno al quale le critiche si sono ingigantite negli ultimi due mesi. Si aspettava di più da Mazzarri? Risposta: “Forse anche Mazzarri si aspettava di più dalla società e anche dai giocatori. Certo che per loro, squadra e allenatore, è stato difficile superare il trauma del cambiamento in società. Ma lo stanno facendo”. Ma non risparmina neanche l’attuale presidente Thohir: “Gli consiglio di avere intorno a lui persone di cui si possa fidare al cento per cento. E che possano così trasmettere alla squadra la fiducia di cui la squadra ha bisogno”. E al presidente suo successore: “Un consiglio ulteriore: stia più vicino, fisicamente, alla società e alla squadra”. E per quel che riguarda il suo attuale rapporto con i supporters dell’Inter: “Non mi aspettavo riconoscenza da parte della tifoseria. La tifoseria è quella… E’ che adesso non sono più presidente e non sento più la responsabilità piena. Sono più sollevato, ma soffro sempre per l’Inter”. E poi: “Comunque io sto dalla parte dei tifosi: anche loro soffrono, e soffrono tanto”. Infine, una parola su Branca: “Mi spiace molto, è stato un dirigente di alto livello per dieci anni e insieme abbiamo condiviso tutte le scelte, belle e meno belle, e soprattutto un sacco di trionfi. Ma è normale che quando arriva un nuovo gruppo dirigente ci possano essere dei cambiamenti. Il che non scalfisce il valore e le qualità di Marco Branca”.

I nostri 7 giorni al galoppo: tra la gaffe in Rai e l’inaugurazione di Sochi

nostri-7-giorni-tuttacronaca

7 giorni al galloppo tra le inaugurazioni delle Olimpiadi invernali a Sochi e la gaffe in Rai con le scene di sesso esplicito mandate in onda nel primo pomeriggio. Ma se il servizio pubblico ha avuto una défaillance a Sochi è davvero successo di tutto: dall’atleta bloccato nel wc che per uscire ha dovuto spaccare la porta ai cerchi olimpici che si sono fermati a quattro, il quinto bisognava immaginarlo. Ma se sono piovute polemiche, anche per le camere di atleti e giornalisti, a Sochi, sono anche arrivate delle soddisfazioni per l’Italia. Il primo italiano a salire sul podio è stato Innerhofer che nella discesa libera maschile di Rosa Khutor si è piazzato al secondo posto e ha regalato un argento all’Italia con il tempo diol tempo di 2’06″29. Bene, anzi benissimo nello slittino anche Armin Zoeggeler, che ha conquistato un bronzo e un record davvero difficile da eguagliare 6 podi in 6 Olimpiadi. Bellissimo compleanno anche per Carolina Kostner, per il programma corto della gara a squadre di pattinaggio di figura. Dopo aver incantanto i presenti, l’azzurra ha chiuso in seconda posizione staccata di 2,06. Come poteva festeggiar meglio? Clamore, anzi sorpresa anche per Alex Del Piero che, se le indiscrezioni saranno confermate potrebbe tornare in Italia… E poi continua la “telenovela” Vucinic – Guarin e quelle trattative sempre più misteriose tra Juve e Inter. Gelo e incredulità per quelle lacrime di Balotelli durante Napoli-Milan dopo una settimana in cui il gossip aveva perseguitato il giocatore rossonero dopo il suo post su Twitter in, per la prima volta, riconosceva Pia come sua figlia leggittima.

sochi-vision-tuttacronaca

Settimana tragica per la violenza contro le donne dal caso di Chiara Insidioso alla ragazzina vittima di una bulla. Caso simile anche a Pavia. La violenza dei minori dilaga ed è di questa settimana la sentenza che condanna al volontariato tre ragazzini che avevano abusato di una compagna di classe… ci si interroga quindi se possa bastare il volontariato su un crimine perpetrato ai danni di una coetanea che avrà sicuramente ripercussioni sulla vittima. D’altra parte almeno il 38% degli italiani ritiene anche accettabile un rapporto sessuale tra un minore e un adulto. Crisi dei valori, ma anche crisi finanziaria che nonostante gli annunci entusiastici che si sono levati dalle istituzioni ancora stenta ad arrivare e sono sempre più i ragazzi e i non più ragazzi costretti a vivere con i genitori perché non hanno un’autonomia finanziaria. Intanto arriva anche il suicidio di una ragazzina di 14 anni che shocca il padovano e fa riflettere. Per fortuna che nonostante le tante notizie tragiche e i dati allarmanti sui minori, ogni tanto dal web arrivi anche qualche notizia più leggera come quella di “Don’t date a girl who travels” e proprio su una nota più positiva chiudiamo questa settimana godendoci la prova della Kostner e sperando che nei prossimi giorni l’Inno italiano risuoni frequentemente e che le medaglie galloppino verso i nostri atleti!

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK!

E alla fine arrivano le scuse di Melli “per quanto scioccamente scritto”

walter-mazzarri-tuttacronacaDopo la conferenza stampa di Mazzarri, il team manager del Parma Alessandro Melli si era lasciato andare a un commento non propriamente elegante su Facebook: “Ogni volta che vedo le conferenze stampa di Mazzarri mi sorge un dubbio: ma è così c……e o pensa che lo siamo noi? Probabilmente sono vere entrambe le cose…”. In seguito, pur se il post era stato rimosso, non ha mai negato che fosse stato lui a scriverlo salvo che oggi è comparso, sul sitoufficiale dei gialloblù un messaggio di scuse: “Dopo quanto apparso ieri sul profilo Facebook – si legge in una nota scritta da Melli – desidero scusarmi con Walter Mazzarri per quanto ho scioccamente scritto ieri e mi scuso con il Parma per il comportamento tenuto”. “Anche il Parma – prosegue la nota – a sua volta si scusa con il tecnico e con l’Inter per questo spiacevole episodio che ha visto come protagonista un proprio dirigente”.

L’Inter torna alla vittoria: ne fa le spese il Sassuolo!

inter-sassuolo-tuttacronacaAlla quarta giornata del girone d’andata, in Emilia, l’Inter spazzavano letteralmente via il Sassuolo, travolgendo la neopromossa e vincendo per 7 reti a 0. Un match difficile da dimenticare e che sicuramente non lascia tranquilli i tifosi neroverdi. Ma da allora l’Inter ha avuto svariate difficoltà e i nerazzurri non sono stati in grado, in tempi recenti, di confermarsi su quei livelli, tanto che le loro ultime due sfide casalinghe con due provinciali, Chievo e Catania, li hanno visti bloccati sul pareggio. Nel nuovo anno gli uomini di Mazzarri sono ancora a secco di vittorie e ora arrivano dalla batosta contro la Juve. Parola d’ordine, quindi, è trionfare oggi al Meazza. Per gli emiliani, dove l’inizio della gestione Malesani è coinciso con una sconfitta, sarà importantissimo provare a fare punti per la classifica e il morale. I primi 45′ terminano a reti inviolate, con gli uomini di Mazzarri che ci hanno provato soprattutto nel finale con Hernanes e Milito, molto bravo Pegolo. In precedenza buoni spunti di Palacio e Guarin, ma i tempi del 7-0 dell’andata sembrano davvero lontani. Il Sassuolo pericoloso con un colpo di testa di Ariaudo e una punizione di Berardi. I nerazzurri sbloccano il risultato al 3′ della ripresa: calcio d’angolo di Hernanes, Samuel, stasera capitano, prende il tempo a Bianco e di testa infila Pegolo. 1-0!

Peruzzo decreta il termine dell’incontro dopo due minuti di recupero: gli uomini di Mazzarri riescono a conquistare i primi tre punti del 2014! Sassuolo discreto in difesa, poca cosa in attacco. In classifica l’Inter sale a 36, gli emiliani restano a 17 in zona retrocessione.

Alessandro Melli shock su Mazzarri: “Ma è proprio così cog…?”

Alessandro-Melli-tuttacronacaSono stati i portali Sportmediaset e Tgcom a riportare una notizia che riguarda un attacco, via social network, di Alessandro Melli che si scaglia contro Walter Mazzarri. Il team manager del Parma ed ex attaccante dei gialloblu all’epoca di Nevio Scala, avrebbe pubblicato sul proprio profilo di Facebook un messaggio molto duro nei confronti dell’allenatore dell’Inter, che è concentrato sulla sfida di questa sera a San Siro contro il Sassuolo. Melli avrebbe scritto:

“Ogni volta che vedo le conferenze stampa di Mazzarri mi sorge sempre un dubbio: ma è proprio così cogl***e o pensa davvero che lo siamo noi???? Probabilmente sono vere entrambe le cose…”

Il messaggio, tuttavia, sarebbe stato cancellato poco dopo la sua pubblicazione. Da notare come Melli, durante tutta la sua carriera, anche da calciatore, si sia sempre distinto per la sobrietà e la riservatezza. È ancora più difficile, dunque, comprendere le motivazioni di un attacco di questo tipo, che se confermato, potrebbe far pensare ad attriti pregressi tra il dirigente gialloblu e il tecnico dell’Inter, probabilmente risalenti all’epoca in cui Mazzarri era ancora al Napoli. Al momento, come spiega Calcioblog,

non c’è stata alcuna replica da parte dell’allenatore toscano, che evidentemente vuole prima attendere che sia verificata la veridicità dell’uscita e che sia spiegato anche il perché la frase “incriminata” sia stata subito cancellata. Al di là del fastidio manifestato dagli stessi tifosi dell’Inter nelle principali community, che spesso si scagliano contro le conferenze stampa di Mazzarri infarcite di scuse per i risultati deludenti della squadra, l’attacco diretto di un dirigente di una squadra avversaria, per giunta con termini molto forti, rimane un atto sportivamente e umanamente grave.

L’Inter dà il benservito a Branca… e per sostituirlo guarda alla Roma!

walter-sabatini-tuttacronacaMarco Branca non ha convinto e, dopo dodici anni, termina la sua avventura all’Inter. Sul sito nerazzurro è infatti apparso un comunicato che annuncia la separazione, con la risoluzione consensuale del contratto. “La Società ringrazia Marco Branca per il prezioso contributo fornito, come calciatore prima e come dirigente”, si legge nel testo. La responsabilità dell’Area Tecnica nerazzurra passa ora a Piero Ausilio. Tuttavia, la stampa ha già cominciato il toto-sostituto per la prossima stagione e da più parti il nome che emerge è quello di Walter Sabatini.Del resto si tratta dell’uomo mercato del momento, considerato com’è riuscito a ricostruire la Roma. Come ricorda CanaleInter, infatti, dopo l’esperienza a Palermo, dove ha scoperto e lanciato gente come Pastore e Ilicic, Sabatini ha continuato il suo ottimo lavoro in giallorosso, dimostrandosi fenomenale nella realizzazione di plusvalenze da capogiro, una per tutte quella riguardante Lamela. Secondo i ben informati, il discorso tra l’Inter e Sabatini va avanti da parecchio tempo, con quest’ultimo parecchio lusingato dell’interesse nerazzurro, ma intenzionato a continuare il suo ciclo a Roma. Chissà però che nei prossimi mesi  le cose non possan0 cambiare.

Inter: 8 giocatori in scadenza, la Juve che incombe e Mazzarri a rischio

inter-calciomercato-tuttacronacaCerto non un periodo facile per Erick Thohir, chiamato a dover dare nuovo smalto all’Inter. Se la lettera di licenziamento sarebbe già stata inviata al dt Marco Branca e sarebbe già in corso la trattativa per la buonuscita, sembra che subito dopo sarà il turno di Roslan Roeslani, uno dei più chiacchierati soci di Thohir per via dei debiti lasciati durante precedenti avventure con società sportive di vario genere. Come ricorda Calcioblog, Roeslani attualmente detiene circa il 14% delle quote azionarie dell’Inter ed ha effettuato nel club nerazzurro un investimento di circa 38 milioni di euro: sul suo capo, però, pende una causa legale in Inghilterra e se venisse condannato dovrebbe versare ai creditori delle Berau Coal – società operante nel settore del carbone – qualcosa come 175 milioni di dollari di risarcimento. Il rischio è che i creditori di Roeslani si rivalgano anche sull’Inter, che sarebbe poi tenuta a ripianare pure i debiti del suo azionista. Ma anche altri sono i problemi del club: sono 8 i calciatori in scadenza di contratto a giugno: Cambiasso, Castellazzi, Chivu, Mariga, Milito, Mudingayi, Samuel e Zanetti. Secondo il Corriere dello Sport, però, la strada sembra già tracciata: verrà prolungato il contratto al solo Cambiasso. Per quel che riguarda invece i giocatori in rosa, terminata la sessione invernale si lavora per prolungare i contratti dei calciatori attualmente presenti in rosa. A breve inizieranno i colloqui con Guarin (scadenza 2016) e Ranocchia (scadenza 2015). Tuttavia la Juve non smette il pressing su entrambi e l’interesse resterà forte soprattutto se Conte deciderà di restare sulla panchina. Ma se l’allenatore bianconero sembra destinato al rinnovo, a rischio è il posto di Walter Mazzarri, più che altro in vista di una riconferma. E’ il Corriere dello Sport a spiegare che ora, dopo le peripezie di inizio stagione dell’Inter, con i cambi ai vertici, e con le polemiche per il mancato scambio Guarin-Vucinic unito al pessimo rendimento della squadra, ora il tecnico è tenuto a cambiare passo. L’acquisto di Hernanes, il recupero a tempo pieno di Milito e Guarin, è ora di cambiare rotta e riprendere a vincere, anche per cercare di non perdere l’Europa, visto che sarebbe deleteria una mancata qualificazione per il secondo anno consecutivo. Anche per guadagnarsi la riconferma.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: