L’appello al governo indiano per i Marò dal palco di Sanremo, indovinate da chi viene?

carrà-fazio-marò-tuttacronaca

Dal palco di Sanremo, Raffaella Carrà che ha presentato il suo nuovo album e la seconda annata di “The Voice”, ha espresso anche la sua soddisfazione per essere entrata in dieci minuti de “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, ma soprattutto ha voluto lanciare un appello al governo indiano affinché fossero rilasciati i marò che da due anni sono in attesa di giudizio.

Annunci

Musica a volume troppo alto: ucciso un 30enne

omicidio-trastevere-tuttacronacaErano circa le 2 di notte quando a Roma un giovane di 30 anni anni trovava la morte dopo essere stato pugnalato al petto con un cacciavite. A compiere l’omicidio un cittadino indiano 57enne, già arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo di Trastevere. Stando alle ricostruzioni dei militari, la vittima stava ascoltando la musica nella sua auto, che aveva parcheggiato accanto alla roulotte dove viveva l’indiano.

Il video del bimbo indiano che stupisce a India’s Got Talent

rs_500x282-140121122603-indianboybellydancing

Divertente, esilarante e ineccepibile.  Akshat Singh, bimbo di 8 anni un po’ sovrappeso,  è il ‘principino’ di India’s Got Talent. Incredibile la sua performance sul palco con la star di Bollywood Maliaka Arora Khan, una dei giudici della trasmissione. Il video naturalmente diventa virale.

Bimbo di 3 anni mette la mano nel tritacarne: è grave!

bambino-avambraccio-bimbo-indiano-bolzano-tuttacronaca

E’ grave il bambino, di origini indiane, di 3 anni che oggi nel retrobottega del negozio dei genitori che confezionano e vendono kebab ha infilato il braccio nel tritacarne. L’incidente è avvenuto a Lutago, in provincia di Bolzano. E’ stato il padre a precipitarsi in soccorso del figlio, ma ben presto l’uomo si è reso conto che la situazione non era gestibile, così ha chiamato immediatamente la Croce bianca della Valle Aurina.  La Croce bianca ha rintracciato il medico d’urgenza e ha mobilitato anche i vigili del fuoco di Lutago. Valutando la situazione, hanno deciso di smontare per quanto fosse possibile il macchinario. Alcuni pezzi però non è stato possibile rimuoverli e si è preferito chiamare un elicottero per far salire a bordo il piccolo con il braccio ancora prigioniero del tritacarne. L’elisoccorso è diretto a  Innsbruck, alla Clinica universitaria specializzata in interventi di chirurgia degli arti. Insieme al bambino è andata la madre e si spera di salvare l’arto o comunque di riuscire a limitare i danni.

 

Giovane indiano 25enne tenta di stuprare turiste a Roma

principe-eugenio-roma-esquilino-tuttacronaca

Per ben due volte un giovane 25enne indiano ha tentato ieri di stuprare due turiste a Roma, nel quartiere Esquilino, in via Principe Eugenio. Il giovane brandendo una bottiglia di vetro rotta ha prima preso di mira una giovane filippina che, afferrata per il collo, ha cercato di spingere all’interno di un portone. La ragazza ha però reagito, restando ferita a una mano. Il secondo tentativo di violenza invece il giovane lo ha perpetrato ai danni di una turista tedesca, toccandola nelle parti intime e trascinandola sul cofano di un’auto parcheggiata. I passanti hanno immediatamente allertato la polizia che è sopraggiunta per fermare il giovane indiano.

Bimbo di nove mesi ustionato con il latte: è grave ma non in pericolo

bimbo-ustionato-tuttacronaca

Sono gravi del condizioni di un bimbo di origine indiana di soli nove mesi che ora è rivocerato all’ospedale Borgo Trento di Verona, a causa delle ustioni riportate dal latte bollente che accidentalmente gli si è rovesciato addosso. Il fatto ha avuto luogo ieri, nel pomeriggio, in una casa colonica a Casaletto frazione di Viadana, in provincia di Mantova. La donna si è rovesciata addosso il pentolino col latte mentre teneva in braccio il figlioletto che ha riportato ustioni sul 40-45 per cento del corpo, in particolare braccia e torace: soccorso da Croce Verde di Viadana, elicottero di Brescia e automedica dell’Oglio è ricoverato in prognosi riservata al Borgo Trento.

Risolto il giallo di Cisterna… confessa un indiano 35enne.

giallo-latina-colpevole-indiano-coltello-tuttacronaca

Ha confessato il 35enne indiano sospettato dai carabinieri dell’omicidio di Francesca Di Grazia di 56 anni e della figlia 19enne Martina Incocciati. L’uomo, che aveva una relazione con la 56enne, avrebbe riferito di essersi recato nell’abitazione delle due – in piazza dei Bonificatori a Borgo Flora, frazione rurale di Cisterna di Latina – in seguito all’ennesima richiesta di denaro da parte della donna. Giunto nell’appartamento sarebbe scoppiata una lite che sarebbe all’origine del raptus che ha portato l’uomo a uccidere la 56enne e la figlia che aveva assistito al delitto.

L’uomo – che sarebbe residente a Nettuno e in Italia con regolare permesso di soggiorno – è stato raggiunto in nottata dai carabinieri che hanno incrociato i tabulati telefonici e ripercorso gli ultimi movimenti dei cellulari della donna e dello straniero. Non è escluso che i militari e il pm della Procura di Latina che si occupa delle indagini, il dottor Giuseppe Miliano, tengano una conferenza stampa già nelle prossime ore.

Casino di sangue. Sparatoria in Kenya!

poker-tuttacronaca-kenya-sparatoria-casino

E’ di almeno sette morti accertati il bilancio ancora provvisorio dell’attaccoa notte fonda contro un casinò di Malindi, rinomata località turistica del Kenya sull’Oceano Indiano, da parte di un super-commando formato da un centinaio di miliziani armati, probabilmente appartenenti al gruppo separatistico Mrc, il sedicente Consiglio della Repubblica di Mombasa: lo ha riferito un portavoce della polizia locale, Aggrey Adoli, secondo cui gli assalitori hanno tentato di fare irruzione all’interno delle sale da gioco, ma sono stati respinti dagli agenti di sorveglianza, pur numericamente molto inferiori.

Ne è scaturita una furibonda sparatoria, durante la quale hanno perso la vita un poliziotto e sei aggressori, altri quattro tra i quali sono poi stati catturati. Al momento non risultano invece vittime tra i turisti stranieri, di cui la città è affollatissima nell’imminenza delle vacanze pasquali.

L’ambasciatore italiano in India rischia il carcere!

ambasciatore, italiano, india,tuttacronaca

La Corte suprema indiana può “teoricamente ordinare l’arresto” dell’ambasciatore d’Italia Daniele Mancini ritenendolo responsabile del non ritorno dei marò in India. E’ uno scenario estremo quello che tratteggia Harish Salve, l’avvocato che fino all’11 marzo ha difeso gli interessi italiana per poi rinunciare in disaccordo con la decisione di Roma.  Intervistato nel programma ‘Devil’s Advocate’ della tv CNN-IBN, Salve, che non ha condiviso la decisione di trattenere in Italia Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ha sostenuto che Mancini – al quale le autorità non consentono di allontanarsi dall’India – non rispettando la dichiarazione giurata depositata presso la Corte Suprema si è reso responsabile di “oltraggio alla Corte”.

Secondo Salve l’ambasciatore non potrebbe far valere una immunità diplomatica perché “la nostra Costituzione stabilisce che tutti agiscano in aiuto e secondo gli orientamenti della Corte Suprema”. Dopo essersi detto certo che i giudici del massimo tribunale “agiranno” nei confronti di Mancini (una udienza è stata fissata per domattina a New Delhi, ndr), Salve ha ribadito che “teoricamente” il diplomatico potrebbe “andare in prigione”. Sul piano pratico, ha concluso, “dipende da come i giudici vorranno regolarsi con lui. Ma possono, se vogliono, mandarlo in carcere”.

L’India minaccia l’Italia!

italia-india-marò-tuttacronaca

“Se le autorita’ italiane ”non manterranno la parola”, rifiutando di far tornare e i due maro’ in India per essere processati, ”ci saranno conseguenze nelle nostre relazioni con l’Italia”. Lo afferma su twitter il premier indiano, Manmohan Singh. Il primo ministro ha chiesto unita’ in Parlamento, affermando che continuera’ a lavorare ”attraverso i canali diplomatici”. Singh ricorda di avere ”sollecitato le autorita’ italiane a rispettare le decisioni della Corte Suprema”.

LE CONSEGUENZE POTREBBERO ESSERE CHE RISPEDIAMO IMMEDIATAMENTE IN INDIA TUTTI GLI INDIANI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO CHE ABBIAMO IN ITALIA?

I MARO’ HANNO SPARATO IN ACQUA INTERNAZIONALI QUINDI E’ UN SOPRUSO DA PARTE DEGLI INDIANI VOLERLI GIUDICARE, POI HANNO AVUTO TUTTO IL TEMPO DI FARLO E NON L’HANNO FATTO, PERDENDO TEMPO INUTILMENTE!

Maglia d’oro per le donne!

Gold-Shirt-545x460

I soldi non comprano la felicità, ma forse l’amore sì. La pensa così un uomo indiano, che si è fatto realizzare una maglia fatta d’oro, spendendo ben 14.000 dollari, per impressionare le donne e trovare così una buona moglie. Datta Phuge, di 32 anni, dalla città di Pimpri-Chinchwad, ha infatti commissionato un’opera di artigianato particolare: sono state necessarie due settimane di lavoro di ben 15 orafi per realizzare la maglia d’oro. E non solo: Datta ha anche i polsinicorredati, sempre d’oro, e degli anelli d’oro.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: