Uno sguardo alla Repubblica Ceca! “Ho servito il Re d’Inghilterra” di Jirí Menzel

ho servito il re d'inghilterra

Jan Dites ha il sogno di diventare un grande albergatore, perciò lavora come cameriere in una cittadina della Boemia. nei primi anni ’30 gli si presenta la grande possibilità e Jan la prende al volo. Si ritrova a lavorare in un hotel di lusso a Praga e qui entra a contatto non solo con l’alta società cecoslovacca, ma anche tutta élite internazionale. L’ascesa di Jan è rapida, ma è anche rapido il declino che segue i momenti più importanti dell’est europa: l’invasione del nazismo, la seconda guerra mondiale e il regime sovietico.

Un film da riscoprire per capire la storia dell’est europa con gli occhi di un ragazzo intraprendente che insegue il suo sogno e quando lo raggiunge vede stravolgerlo dai cambiamenti socio-politico-economici che investono l’Europa.

Uno sguardo alla Repubblica Ceca! Ema Destinnová

Destinn4Una vita dedicata al canto sin dall’adolescenza. Nata Emilie Pavlína Kittlová decise di cambiare il cognome in omaggio della sua insegnante Marie Loewe-Destinn.Ha 15 anni quando inizia a frequentare i corsi di recitazione alla scuola d’arte drammatica del Teatro Nazionale.

Viene rifiutata nel 1897 da F. A. Šubert del Teatro Nazionale , dall’opera di Dresda e dal teatro di Berlino. Appena un anno dopo ha la sua rivincita quando viene assunta dall’Opera di Corte di Berlino e ben presto diventa una cantante di livello mondiale.

Debutta nel ruolo di Santuzza nella Cavalleria Rusticana di Mascagni e la sua voce di soprano è capace di entusiasmare anche l’imperatore Guglielmo II.

Iniziano così i suoi viaggi in Europa. Si esibisce per undici stagioni al Covent Garden di Londra. Canta anche a Parigi, Vienna, Bruxelles.

Corteggiata da Richard Strauss che per lei scrisse Salomè e dal famoso cantante italiano Enrico Caruso rifiutò fino al 1923 di sposarsi. Poi incontrò  Josef Halsbach, un tenente dell’aviazione di vent’anni più giovane di lei e decise di convolare a nozze. Lui, nel periodo peggiore della guerra, la lasciò.

Fu internata nel suo castello a causa del patriottismo che più volte aveva mostrato pubblicamente e qui iniziò il declino della sua carriera.  Colei che aveva ispirato Puccini per la “Fanciulla del West” pian piano si ritrovò emarginata in un maestoso castello.

Alla fine della guerra si esibì sporadicamente, ormai aveva perso il suo fascino. Il Teatro Nazionale la nominò almeno suo membro onorario. Nel 1926, assieme al compositore Jindřich Jindřich partecipò ad una serie di concerti in campagna. Diede anche lezioni di canto, ma dovette smettere all’insorgere della malattia che la portò alla morte nel 1930.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: