Tutti i tattoo di Justin Bieber… “schedati”!

bieber-arresto-tuttacronacaNon solo i video dell’arresto. Ora dal Dipartimento di Polizia di Miami Beach sono state diffuse scattate al momento dell’arresto di Justin Bieber. Il cantante era stat fermato dalle forze dell’ordine lo scorso 23 gennaio per guida in stato di ebbrezza. Tra i molti scatti, anche quelli che ritraggono i tattoo del canadese, evidenti segni di riconoscimento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’assurda bravata: si filma mentre guida dal lato passeggero

guida-lato-passeggero-tuttacronacaPuò costare fino a due anni di carcere una bravata alla guida e lo sa bene il ventenne spagnolo Eric B. Il giovane si è infatti accomodato al posto passeggero e da là ha guidato la vettura della madre tenendo una sola mano sul volante e premendo l’acceleratore con il piede sinistro. Il ragazzo ha pensato bene di filmare l’impresa e condividerla in rete, attraverso la quale la bravata è arrivata fino all’atttenzione della polizia di Barcellona. A quel punto al giovane non è rimasto che consegnarsi agli agenti che lo hanno incriminato per guida pericolosa. Ora rischia due anni di carcere

Justin Bieber ubriaco… diventa virale in rete

bieber-alcoltest-tuttacronacaLunedì si terrà il processo che vede al banco degli imputati Justin Bieber, fermato lo scorso gennaio a Miami mentre si trovava alla guida sotto effetto di stupefacenti. Sulla sua testa, anche l’accusa di resistenza all’arresto. Ora la magistratura americana ha reso pubbliche delle nuove immagini di quella nottata. Nel filmato, registrato dalle telecamere di sorveglianza della centrale, appare il cantante canadese alle prese con un test di equilibrio… non perfettamente riuscito. Che però è rimbalzato in ogni angolo del mondo grazie alla condivisione in rete.

L’arresto di Justin Bieber: spunta il video della perquisizione

justin-bieber-tuttacronacaE’ stato diffuso, dal dipartimento di polizia di Miami, un filmato ripreso dalle telecamere di sicurezza nel quale appare Justin Bieber alle prese con la pequisizione, da parte di un agente, immediatamente dopo il suo arresto avvenuto a fine gennaio. Non è la prima volta che l’idolo delle teenager finisce nei guai, come quando ha laciato uova sulla casa di un vicino assieme ad amici ed è stato fermato per atti vandalici, oppure a quando ha picchiato un autista e sputato addosso a un altro vicino. In merito al lancio di uova gli investigatori che stanno indagando sul caso hanno perquisito la casa di Bieber in cerca di filmati di sorveglianza o di altre prove sugli episodi risalenti al 14 gennaio. Se troveranno nuovi indizi, per Justin i problemi con la giustizia potrebbero farsi seri.

Gli americani voglio Bieber fuori dagli Usa: petizione sul sito della Casa Bianca

justin-bieber-tuttacronacaJustin Bieber continua a far parlare di sè per le sue “bravate” e il recente arresto ha fatto perdere la pazienza agli americani che ora hanno lanciato una campagna per l’espulsione del 19enne cantante pop canadese Justin Bieber al di fuori del Paese, visto sempre di più come corruttore di adolescenti. La petizione è apparsa sul sito della Casa Bianca, dove ha già raccolto, dal 23 gennaio, oltre 42mila delle 100mila firme necessarie. Vi si legge:
“Vorremmo che codesto pericoloso, distruttivo, irresponsabile amanvisite della droga che si chiama Justin Bieber venga espulso e spogliato di ogni permesso di entrata sul suolo statunitense. Costui minaccia non solo la sicurezza dei nostri cittadini, ma ha anche un impatto terribile sui giovani”.

Bieber rilasciato dopo l’arresto, al ristorante tra vino e Xanax

justin-bieber-xanax-tuttacronaca

Justin Bieber era stato arrestato per guida pericolosa e la notizia aveva fatto il giro del mondo in breve tempo. Poi, su cauzione, il ragazzo è stato rilasciato e secondo quello che scrive il Daily Mail, i manager di Bieber avrebbero perso la pazienza e lo vorrebbero far visitare da uno specialista per il sospetto di schizofrenia. Naturalmente questa è solo indiscrezione che potrà essere smentita nelle prossime ore, ma resta il clima di tensione tra la pop star e i manager che sembrano aver sviluppato un’ “allergia” ai comportamenti “bizzarri” della star delle teenagers. Inoltre anche i paparazzi avrebbero rivelato che la famiglia non è di supporto al ragazzo, poiché, secondo alcuni di essi, Bieber appena uscito dal carcere sarebbe andato a pranzo e avrebbe anche bevuto vino. Sembrerebbe anche che la madre vedendolo agitato, secondo ciò che ha riportato Bieber alla polizia, gli avrebbe dato anche un calmante, lo Zanax.

 

IL VIDEO DI BIEBER ARRESTATO: guidava ubriaco! Corsa clandestina?

justin-bieber-arrested-tuttacronaca

Justin Bieber arrestato per guida in stato d’ebbrezza mentre correva a bordo di una Lamborghini affittata. Secondo le prime fonti, i ragazzi del suo entourage avevano bloccato con le loro auto una strada, la Pine Tree Dive, in modo da permettere al cantante, appena 19enne, di correre in macchina senza ostacoli, quello che viene chiamato ‘drag racing’. Poi però è arrivata la polizia e l’arresto.


Sogno o son pazza? Chihuahua alla guida tampona una donna!

chihuahua-guida-tuttacronaca“Non sapevo se ero diventata pazza o se quel cagnolino aveva realmente deciso di fare una gita”. Sono queste le parole di Tabitha Ormaechea vittima di un incidente davvero singolare: la donna è stata tamponata da un Chihuahua. Ferma in macchina, mentre si rialzava stordita dal colpo ricevuto da un’altra auto, la donna non poteva credere ai suoi occhi: un cagnolino era al volante della vettura che l’aveva urtata. Il mistero è in seguito stato svelato: il proprietario del veicolo si era allontanato per entrare in un negozio lasciando l’animale in macchina. Evidentemente non era stato inserito il freno di sicurezza e l’animale muovendosi ha spostato la macchina che ora è stata requisita.

Ubriaco alla guida: assolto perchè il fatto non sussite

ubriachi-al-volante-tuttacronaca1 novembre 2011: un uomo veniva trovato ubriaco alla guida. Il suo tasso alcolico era di 4 volte superiore al limite di legge (1,97 g/l). In primo grado, era stato assolto perchè il fatto non sussiste. Ora, però, la procura generale di Venezia ha deciso d’impugnare quella sentenza. L’assoluzione in primo grado ci fu perchè, prima di sottoporre un automobilista all’alcoltest, le forze dell’ordine non avevano avvertito il fermato che poteva avvalersi della presenza di un avvocato. Cosa che sono tenute a fare.  Per cui il giudice, accogliendo l’eccezione sollevata dall’avvocato Cristiana Pollesel, aveva deciso di assolvere l’imputato revocando non solo il decreto penale di condanna da 23.500 euro, ma anche la sospensione della patente di guida per 2 anni.  La procura generale di Venezia, tuttavia, ritiene che l’eccezione alle forze dell’ordine dovrebbe essere sollevata immediatamente, e quindi dalla parte offesa anche in assenza del legale. Di certo c’è che il processo d’appello, non ancora fissato, promette battaglia su entrambi i fronti.

Investe un uomo in Inghilterra, pena ridotta: “E’ francese”

pirata_francia-tuttacronacaShock in Inghilterra per una sentenza che ha ridotto la pena a un giovane francese per via della sua nazionalità. Il 25enne Alexis Sebastien-Fluery, nell’agosto 2012, si trovava alla guida di una Renault Laguna nel Kent, quando ha effettuato un’inversione a U e imboccato la strada nel senso sbagliato. La manovra ha portato l’auto del francese a centrare quella sulla quale stava viaggiando il 62enne David Crane, morto sul colpo. Alexis era stato condannato a un anno e mezzo di carcere a luglio, ma potrà uscire già la settimana prossima visto che il giudice ha deciso che “L’uomo ha commesso un errore. Abituato a tenere la destra, dopo l’inversione è rimasto a destra”. Oltretutto “era buio”, ha aggiunto il giudice e, “per qualche secondo o minuto”, l’uomo deve aver “dimenticato che non stava guidando in Francia”. Ovviamente la decisione della corte di Appello di Londra ha scatenato un’ondata di critiche antifrancesi, ma ha anche aperto un dibattito sull’opportunità per la Gran Bretagna di allinearsi al resto del mondo.

pirata_francia-tuttacronaca1

Il camionista che salva la vita a un anziano diabetico che ha un malore alla guida

autista-camion-salva-anziano-tuttacronacaI giganti delle strade salvano vite umane. Il 1° settembre l’autista di un tir aveva posizionato il suo mezzo per far da scudo a una bambina che, a seguito di un incidente, era stata sbalzata fuori dalla vettura: la manovra aveva impedito che qualche vettura la travolgesse. Ora è il Daily Mail a parlare di un altro eroe su ruote. Il 46enne Bob Rennie stava viaggiando sulla A82 in prossimità Luss, nello Dunbartonshire, in Scozia, quando ha notato un’auto che procedeva a zig zag, invadendo spesso la corsia opposta. L’uomo, padre di quattro figli, l’ha sorpassata con il suo camion ed è riuscito a farla fermare in sicurezza. Al volante un anziano diabetico che, dopo una giornata calda e impegnativa, probabilmente aveva avuto un calo di zuccheri che gli ha reso difficile la guida. Con lui, la moglie. Bob ha raccontato al quotidiano: “Inizialmente credevo che l’autista del veicolo fosse ubriaco. Solo successivamente mi sono reso conto che era una persona che stava avendo un malore e ho capito che dovevo aiutarlo”. Sul luogo sono poi giunti i paramedici che hanno iniettato l’insulina all’anziano conducente che si è poi ripreso. “È andato tutto bene”, ha concluso il camionista-eroe, “erano una coppia molto carina, mi ha fatto piacere parlare con loro. Il signore mi ha chiamato per ringraziarmi la sera stessa, spero ora stia bene”.

Alla guida, più fatali gli sms dell’alcool

incidente-sms-tuttacronacaE’ una ricerca del Cohen Children’s Medical Center di New York a spiegare che sono gli sms i peggiori nemici quando ci si trova al volante. Non più alcool o velocità dunque: le cause di morte tra gli adolescenti sono cambiate nell’era 2.0, complice un telefonino onnipresente. Basta un attimo: il tempo di digitare un sms e un incidente stradale spezza una vita. Negli Stati Uniti, ogni anno sono più di 3mila i ragazzi a perdere la vita per inviare un messaggio, mentre altri 300mila restano feriti. Per quel che riguarda l’alcool: 2.700 sono i morti, 282mila i feriti. Gli sms, inviati o ricevuti, sono un fenomeno onnipresente, al contrario dell’eccedere con le bevande alcoliche, e questo, stando gli esperti, influisce sulle statistiche. In Inghilterra, al fine di contrastare questa problematica, chi utilizza mentre è alla guida il telefonino o il lettore mp3 rischia fino a due anni di carcere. Per quel che riguarda l’Italia, è stata lanciata la nuova campagna, “Un messaggio a volte accorcia la vita”, dall’Associazione Amici Polizia Stradale (ASAPS), con il patrocinio delle associazioni Lorenzo Guarnieri e Gabriele Borgogni. Il messaggio che si vuole lanciare è che l’uso del cellulare alla guida è una sorta di “sbornia del terzo millennio”. Un video shock era invece stato promosso, nel 2009, dalla polizia inglese: 

Nomade denunciato per quattro volte, guida senza patente

campo-nomadi-vialonghin-2-tuttacronaca

La patente non ce l’ha più dal 2007 ma in otto mesi è stato fermato quattro volte al volante e tutte le volte denunciato e multato perché senza assicurazione del mezzo. La prima volta è stato fermato il 7 gennaio alla guida di un’Alfa 147, il 12 aprile su un’altra Alfa 147, il 21 aprile, solo nove giorni più tardi, al volante di una Lancia Y e venerdì alle 10 davanti alla sua residenza, il campo nomadi di via Longhin, di Padova, alla guida di una Peugeot 307. Ma la sua carriera di “pirata” della strada era già iniziata nel gennaio del 2011: al volante di una Renault Clio è stato ancora una volta bloccato dalla polizia.

Quando sarà la prossima volta? Chi pagherà i danni se dovesse esserci un incidente? Prima di prendere seri provvedimenti dovremo piangere su un bambino investito in bici o su una donna anziana investita sulle strisce a ritorno dalla spesa quotidiana?

campo-nomadi-vialonghin-tuttacronaca

Asimo, il robot che vi guida al museo…

asimo-guida-museo-tuttacronaca

A Tokyo, presso il museo nazionale del Giappone, l’ultima versione di Asimo, il robot della Honda che interagisce con i visitatori ha avuto qualche problema. Sembra che ripetesse frasi a ripetizione del tipo: ” Chi vuole chiedere Asimo una domanda?” Insomma il robot non è poi questo gioiello di tecnologia che tutti pensassero, anche se sicuramente riesce a far esercizi complessi come ballare, correre, saltare su un piede e calciare un pallone da calcio, ma ancora non è in grado di fare da guida all’interno di un museo. Tuttavia è un’esperienza unica passare del tempo accanto accanto a questo “personaggio bizzarro che popola il museo”.

Nudo, in sella a una moto, per 50 dollari

guida-nudo-moto-oklahoma

Per 20 minuti un 18enne in Oklahoma ha guidato la sua moto completamente nudo. La polizia americana non ha perso tempo e lo ha arrestato. Inizialmente il giovane ha dichiarato di essere stato derubato, poi ha confessato la verità: una scommessa che poteva valere 50 dollari. In tempi di crisi e di disoccupazione anche la polizia statunitense potrebbe essere più clemente!

#italianbelieberslovenewjustinscut! Nuovo taglio, parliamone!

Justin Bieber - nuovo taglio - tuttacronaca

Le fan di Justin ce l’hanno fatta di nuovo: il loro idolo ha cambiato look e subito si è creato un nuovo trend in twitter. Non solo un taglio grazie al quale è ancora più bello… OMG! Ieri indossava anche la felpa grigia! Insomma, è iniziato un nuovo week-end e in twitter già impazza il dibattito: meglio prima o dopo? Per le beliebers non c’è dubbio: bellissimo, amano il taglio alla follia e offendono chi non condivide l’opinione. Qualcuno, nel mezzo, si ricorda di dire che ama anche la sua musica…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come avranno reagito le fan che hanno potuto ammirare il look del loro idolo in anteprima alla nuova tappa del tour? Di certo non sono mancati i telefonini per “immortalare il momento”!

Ed ecco il momento più atteso di ogni concerto: la ragazza che incarna il sogno di tutte: la OLLG!

Bieber lancia la maglietta… è il delirio a Francoforte! VIDEO!

 Justin_Bieber_Performs_in_Frankfurt_maglietta-tuttacronaca

E’ accaduto al concerto di Francoforte, dove il Believe Tour di Justin Bieber ha fatto tappa mercoledì sera. Come ormai in ogni concerto del tour, Justin si è ripresentato sul palco per i bis, cantando Boyfriend e Baby. Proprio nel corso della canzone che gli ha regalato il successo, Justin si è tolto la maglietta e l’ha lanciata sul pubblico.
Nel video qui sotto puoi vedere chiaramente,  il delirio che si è creato nel punto dove è atterrato l’indumento. Tra spinte e sgomitate per poter afferrare un lembo della canottiera sudata di Justin, diverse fan si sono ritrovate a contendersi l’oggetto del desiderio. Si è sfiorata la tragedia?

 

Bieber e il suo amore…

Justin+Bieber+selvaggia-lucarelli

E’ di pochi minuti fa l’ultimo twitter di Justin Bieber

Does she love me?

Dopo le polemiche nate ieri in rete, scatenate da Selvaggia Lucarelli che insultava pesantemente le fan di Bieber,  oggi la blogger passa al secondo round querelando l’autore di un messaggio che l’apostrofava come “bagascia gossippara” che  “dice cose serie sulle bagasce minorenni”. Secca la risposta della conduttrice:

A scanso di equivoci, vorrei informare che io ho cominciato a querelare, quindi rammento a quelli come il signorino qui sotto, che a dare della bagascia a me estendendo il complimento a minorenni, poi si paga. In senso pecuniario e facendo una gran figura di merda pubblicamente. Sono molto paziente, ma deve essere chiaro che il web non è la cloaca massima e non è luogo in cui tutto è lecito. Se non mi dai della bagascia sulla metro perché non si fa, non si fa manco qui, bello mio. E fossi la fidanzatina ritratta in foto con te, poverina, ti prenderei per un orecchio e proverei a spiegarti cosa sia il rispetto per le donne, volpe.

Intanto cinque scuole norvegesi hanno deciso di spostare gli esami di metà corso per colpa di Justin Bieber. Temendo infatti che la maggioranza dei 500 alunni delle scuole secondarie impegnati nei test del 16 e 17 aprile prossimi non si presentasse alle prove, vista la loro concomitanza con due dei tre concerti che il cantante canadese terrà alla Telenor Arena di Oslo cinque istituti di Aalesund hanno preferito variare le date degli esami, così da non dare scuse agli studenti colpiti dalla «Bieber Fever».

Forse meglio continuarsi a vedere il filmato di Bieber?

 

 

Bieber e il tattoo!

Justin-Bieber-Tattoo-tuttacronaca

Le Beliebers lo sanno che il loro idolo non sta attraversando un periodo facile. Litiga con i paparazzi, rompe con Selena e un tour in Europa non proprio al top. Forse troppa stanchezza o la voglia di staccare la spina per un po’ da una vita di grandi successi, ma troppe rinunce.  Così chiede aiuto a colei che solo qualche giorno fa, affettuosamente (ma forse neppure così tanto), lo prendeva in giro in tv al David Letterman Show. Così Justin prende l’auto e va dalla sua ex a Casablancas…

La sua auto è stata notata di fronte all’ingresso dell’abitazione dell’attrice, casa in cui Justin sarebbe rimasto per oltre un’ora. Non ci è dato sapere se si sia trattato di un chiarimento, di un semplice incontro tra amici o di qualcosa di più, fatto sta che Justin ha cercato sollievo proprio nella sua ex e non nell’attuale fidanzata, o presunta tale, Ella Paige Robert Clarke. E questo è un segnale che il loro legame, a dispetto di ciò che avrebbero provato a far credere, non è ancora del tutto spezzato. Se così fosse, Justin avrebbe rivolto altrove la sua attenzione e invece, nei momenti di sconforto, continua a cercare ancora Selena.

Il web impazzisce tra le ipotesi di un ritorno di fiamma, le frasi “cattivelle” per Selena, la voglia di vederli ancora insieme e una soap che sembra continuare all’infinito. Migliaia di Twitter e tanta voglia di parlare della pop star più amata dalle teenagers!

Intanto l’ultima dichiarazione di Bieber è stata “Sto pensando al mio prossimo album e al mio prossimo tour, o forse prenderò una pausa. Sto cercando di capire. Ed è quello che deve fare un 19enne no?”.

Intanto spunta un altro gossip sul cantante. Un tatuatore Guy Sahar, afferma di essere stato contattato per fare il tatuaggio sul braccio di Justin, ma dopo vari ripensamenti da parte della star e una notte passata ad attendere di essere chiamato, sembra che il tatuatore si sia recato nella stanza di Bieber alle 7 del mattino e che per 4 ore abbia inciso il tattoo sul braccio della star. Alla fine del lavoro ha chiesto 1000 sterline e lì sono arrivate le contestazioni. La guardia del corpo di Bieber, dopo una lunga discussione avrebbe pagato solo la metà al tatuatore. Sicuramente Guy non è tra i fans della pop star tanto che sembra aver dichiarato anche che mentre era a lavoro Justin si sarebbe comportato con un “bambino viziato” e avrebbe lanciato anche un attacco al suo assistente personale. Queste le parole di Guy, ma l’agente di Bieber preferisce mantenere il massimo riserbo sulla questione. Ma è la madre di Bieber ad affermare che suo figlio, con il quale si sente attraverso messaggi e al telefono, non è più un bambino, ma un 19enne che sta cercando la sua identità, che compie azioni istintive come qualsiasi altro adolescente.

BASTA BIEBER… MA STUDIO APERTO NON SI FERMA!

justin bieber-studio aperto-tuttacronaca

Ieri era il ragazzaccio, quello che si droga, beve, è esaltato e sputa addosso ai vicini di casa. Oggi è Romeo 2.0. La redazione di Studio Aperto forse è un po’ confusa, o quantomeno poco aggiornata… forse pensa che Justin sia una cosa e Biber un’altra. Accende fiammiferi, scaglia giudizi ed entra nel privatissimo mondo delle teenagers con teorie bizzarre e assolutamente superficiali. Studio Aperto che vuole la notizia anche quando lo scoop non c’è… telegiornali e giornalisti che non si preoccupano di essere schizzofrenici, di assegnare maschere da badboy o da angelo… l’importante è lo share! Così Romeo 2.0 approda in twitter e ci si chiede… ma cosa inventerà domani Studio Aperto?

Basta polemiche, che scenda il sipario e si lasci il mito alle Beliebers… si lasci il sogno senza infrangerlo a chi ha ancora un modello da seguire, a chi sa far aprire le ali a milioni di adolescenti… non roviniamo sempre tutto con il notro cinismo da adulti delusi dal nostro presente, non rovesciamo invidie e non accendiamo bombe su chi negli ideali ha il diritto di credere e di lottare per realizzarli!

BASTA BIEBER SULLA BOCCA DI TUTTI E BASTA STUDIO APERTO!

L’estintore, i 50 minuti di ritardo…il concerto a rischio!

Justin-Bieber-fan-created-wallpaper-justin-bieber-23766449-1546-856

Ora che tutto è andato bene possiamo anche tirare un sospiro di sollievo ma in realtà la voce che si era propagata nelle ore successive al concerto di Bieber a Bologna sembra essere confermata da più fonti. Anche se le versioni sono contrastanti, sembra che il ritardo di 50 minuti sia stato dovuto a un estintore che secondo alcuni si sarebbe attivato nel backstage e che avrebbe costretto al ritardo l’ingresso del cantante sul palco. Secondo altre fonti Bieber stava giocherellando con l’estintore quando improvvisamente si è azionato e questo avrebbe creato molto disordine nel backstage. C’è anche chi sostiene che per alcuni minuti si è anche pensato di annullare il concerto, ma poi si è deciso di mandarlo avanti… chi avrebbe contenuto le fans impazzite? chi avrebbe frenato migliaia di giovanissime e le avrebbe convinte (anche se per il loro bene) ad abbandonare l’arena? Con un estintore di meno, che non risulta per altro essere stato sostituito si è proceduto al concerto, che fra l’altro prevede anche effetti che potrebbero generare un incendio se qualcosa andasse storto… ma di questo nessuno se ne è occupato… lo spettacolo doveva andare avanti. Ora dall’organizzazione arriva la conferma del danno all’estintore, ma si assicura che ciò non comprometteva la sicurezza al concerto… credibile? Un estintore esploso nel dietro le quinte non compromette la sicurezza? Non si sostituisce con migliaia di adolescenti accalcate le une sugli altre?

Restano i dubbi!

Bieber aggredisce il vicino di casa!

justin-bieber-aggredisce-vicino-casa-tuttacronaca

Altri guai per Justin Bieber. La star sarebbe stata denunciata di aggressione nei confronti del vicino di casa in California. Bieber appena tornato ieri nella sua casa di Calabasas, nei pressi di Los Angeles, per una breve pausa del suo tour in Europa che lunedì scorso lo aveva visto esibirsi a Lodz, in Polonia, avrebbe aggredito il suo vicino.

La questione mossa dal vicino era che durante l’assenza del cantante la sua villa si sarebbe trasformata nella sede di rumorose feste dei suoi amici. A questo punto l’atmosfera si è subito surriscaldata e si è sfiorato lo scontro fisico, con le guardie del corpo di Justin che hanno dovuto scortare l’uomo infuriato fuori della proprietà della popstar. Il vicino di casa ha quindi denunciato alla polizia Bieber per aggressione, sostenendo di essere stato minacciato verbalmente e assalito anche fisicamente.

Una nuova rogna per l’artista, atteso per un’altra tappa del suo Believe Tour domani a Monaco di Baviera, che nei giorni scorsi era stato molto discusso sia per alcuni atteggiamenti e dichiarazioni decisamente sopra le righe, sia per qualche defaillance durante le sue esibizioni, in particolare quella della O2 Arena di Londra lo scorso 7 marzo, dove la star aveva accusato un malore sul palco che lo aveva costretto a sospendere momentaneamente il concerto.

Altra versione viene invece riportata sull’incidente del vicino di casa. I giornali americani infatti dichiarano che il vicino non fosse infastidito dagli amici ma piuttosto dalla guida pericolosa del ragazzo.

“Sono veramente arrabbiato. Ogni volta che passa Justin Bieber, si sente puzza di gomma bruciata. Con la primavera, adesso, ci sono moltissimi bambini in strada, mia moglie era a spasso con il cane. Così facendo, Justin Bieber mette a rischio l’intera zona. E’ un grosso problema, così sono andato a parlargli, ma lui mi ha spinto, ha cercato la rissa. Mi ha detto che dovevo andare via dalla sua proprietà, la polizia faccia qualcosa”. Queste sarebbero state le accuse mosse alla star, dall’uomo che vive nello stesso quartiere di Biber.

Ora è scattato l’ennesimo caso sul 19enne canadese capace di scaldare gli animi di migliaia di teenagers, ma anche di seminare il panico nel suo quartiere. E’ solo speculazione o c’è un fondo di verità?

Corsi universitari per… guidare i droni!

droni -scuola-università-usa-tuttacronaca

Agli studenti americani che non hanno ancora deciso cosa fare del loro futuro, si aprono nuove possibilita’: per esempio, imparare a far volare i droni. Un numero crescente di scuole americane offre infatti corsi e programmi per imparare a costruire e far volare i velivoli senza pilota. Secondo i media Usa, si tratta di un’esperienza piuttosto redditizia che permette di guadagnare dai 50 mila ai 120 mila dollari in un anno. Per gli esperti e’ un settore che sta crescendo molto rapidamente.

Va al top il Natale de “Lo Hobbit”: primo nel weekend!

hobbit-032211-2

Viaggio inaspettato? No! Lo Hobbit è aspettatissimo! In sala, dal 13 dicembre.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

The Chef and the Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: