Drammatico incidente a Roma: auto contro chiosco, un morto

incidente-roma-tuttacronacaDramma a Roma dove, poco dopo le 11, un’auto è finita fuoristrada in via della stazione di Ottavia, nella zona nord-ovest. Il veicolo è finito contro un chiosco, investendo un anziano che si trovava sotto il gazebo ed è morto nell’impatto. L’incidente è avvenuto all’altezza del civico 85, dove i vigili del fuoco stanno lavorando per estrarre il cadavere schiacciato dall’auto.  Sul posto sono in corso gli interventi della Polizia e dei Vigili del Fuoco. Ancora da chiarire le cause dell’incidente anche se si pensa che il guidatore, una donna, possa esser stato colto da un marore.

I ladri fanno visita… al gazebo dei Forconi!

forconi-9-dicembre-tuttacronacaCirca un mese fa, il Comitato 9 dicembre aveva allestito un gazebo di fronte al supermercato Carrefour, nella zona sud di Thiene, in provincia di Vicenza. E proprio qui, la scorsa notte, si sono introdotti dei ladri. Il colpo è stato facile: è stato sufficente sollevare un lembo del tendone per intrufolarsi e sottrarre una decina di chili di caffè macinato e quattro chili di pasta, un coltello e alcuni altri attrezzi che i manifestanti avevano lasciato lì, in quel presidio che è ormai diventato il simbolo visivo della protesta.Rosè Gaspari, uno dei leader del Comitato, commenta: “Un disperato che ruba ai disperati. Dispiace non tanto per il valore di quel che è stato rubato, si tratterà al massimo di un centinaio di euro. Ma è il valore simbolico che colpisce. Quel caffè, quella pasta, ci era stata regalata da quanti avevano deciso di dare così una mano a sostenere la nostra protesta”.

Soldi per votare alle primarie? Meglio il panino!

primarie-pd-tuttacronacaIl dubbio è di quelli amletici: è una presa in giro alle Primarie del Pd o all’infinita sequela di esternazioni sui social che offrono consigli su come impegnare i due euro richiesti per recarsi a votare il nuovo Segretario dem? Fatto sta che una foto apparsa sia nella pagina di Castrum Cropalatum che in quella Becero populismo dei link di FB e apparsa ieri ha preso di mira proprio l’appuntamento del popolo democratico. Vi appare un bimbo che regge un cartello che recita: “Il mio papà e mamma non vanno a votare alle Primarie perché con i 4 euro ci compramno domani il panino per la scuola”.

Primarie Pd aperte a tutti… anche per votare due volte!

primarie-pd-tuttacronacaMaurizio Gallo, giornalista del Tempo, ha raccontato sul quotidiano romano come ha fatto a votare due volte in occasione delle primarie del Pd: gli è bastato raccontare agli scrutatori di aver cambiato recentemente la propria residenza e di non avere ancora i documenti aggiornati per avere tra le mani una seconda scheda di voto e “gabbare” il sistema. “Dopo aver votato dove avevamo diritto, proviamo a ripetere l’impresa dove non dovremmo. ‘Ho tessera e carta d’identità – affermo – ma ho cambiato da due settimane appena casa e i documenti non sono aggiornati. Posso votare lo stesso?’. All’inizio storcono il naso. Poi cedono: ‘E va bene…'”. Il trucco, però, gli è riuscito una sola volta, al seggio di via Cola di Rienzo, quartiere romano di Prati. L’altro voto è stato espresso in piazza Mazzini, dove ne aveva diritto. Non gli è andata bene ai gazebi che ieri erano presenti tra via Giulio Cesare e via Ottaviano, in piazza dei Carracci, in piazza del Popolo e in piazza Madonna dei Monti: “Le tende sono presidiate da attivisti che sembrano soldati sulla linea del Piave: non passa lo straniero” racconta.

Renzi a Che tempo che fa: “Il centrodestra come Ridge e Brooke”

renzi-che-tempo-che-fa-tuttacronacaMatteo Renzi è stato ospite di Fabio Fazio questa sera a Che tempo che fa e non poteva mancare di parlare di uno dei temi più caldi di queste ultime settimane: “Il ministro Cancellieri si deve dimettere”, ha detto il sindaco fiorentino. “È una donna delle istituzioni, un servitore dello Stato” ma che “in questa vicenda ha sbagliato, e dovrebbe dimettersi prima della mozione di sfiducia”. Ma comunque: “Anche se dovesse passare la mozione di sfiducia al ministro Cancellieri, il governo non e’ a rischio”. E ha aggiunto: “Perché dovrebbe essere a rischio? Le cose su cui si deve mettere alla prova” il governo, per Renzi, “sono i temi come il lavoro, la disoccupazione”. Parlando poi di quanto accaduto nel centrodestra, con la rottura tra Berlsuconi e Alfano: “Nel centrodestra” è avvenuta “una scissione a tempo determinato”. Sembra di vedere, ha detto Renzi, “Ridge e Brooke di Beautiful”. Infine, ha risposto alle recenti critiche di D’Alema: “D’Alema dice che se vinco distruggo la sinistra. Ma è lui che in questi anni ha distrutto la sinistra”, ha detto Renzi. “Questo è il primo congresso in 20 anni che D’Alema ha perso”.

D’Alema per colpire Renzi attacca Briatore, lui si difende… Twitter si scalda

briatore-d'alema-renzi-tuttacronaca

Massimo D’alema lancia la sfida a Renzi e in un’intervista all’Unità spiega le sue ragioni:  “Si è dimostrata una grande vitalità nell’andare contro corrente. C’è una parte significativa del Pd e in essa tanti giovani che sostiene Cuperlo e che non si è piegata a questa campagna mediatica”.

Se poi, come tutti i sondaggi indicano, Renzi dovesse vincere la gara per la segreteria del Pd allora farà i conti con un partito che – spiega ancora il presidente della Fondazione italiani europei – dovrà in buona parte convincere: “Non potrà – e qua sembra rivolgersi direttamente a Matteo – pensare di impadronirsi di un partito che in una certa misura lo osteggia, dovrà – aggiunge – avere la saggezza di rappresentare un mondo più vasto e guadagnarsi il consenso di chi non è con lui e non solo dei suoi seguaci o di qualche editore”.

E se il risultato oltre che ampio fosse anche plebiscitario? E proprio in questo caso che l’ex presidente del consiglio agita spettri: “Se così fosse – ammette – c’è il rischio che una parte del Pd non si senta più nelle condizioni di viverci dentro”. Scissione? “No – risponde – emorragia di iscritti”.

L’altro grande tema è se, una volta diventato segretario, Renzi metterà in crisi la tenuta dell’esecutivo guidato da Letta. L’ex presidente dei Ds risponde così: “Spero di no. Auspico che non si creino tensioni, non si può dare manforte a Berlusconi per far cadere il governo”.

Una lunga intervista in cui D’Alema parla di tutto, anche del caos tessere e della decisione di Prodi di non andare a votare il prossimo 8 dicembre: “Giudico negativamente la sua scelta, non riesco a capire: diversi di noi hanno posizioni critiche o ragioni di amarezza personale, ma non credo – conclude – che questo giustificherebbe il fatto di non andare a votare”.

D’Alema poi tenta la battuta e di mezzo ci va anche Briatore: “Non ci serve un dattilografo (il riferimento è all’immagine di Renzi che martedì rispondeva alle domande via twitter battendo velocemente sulla tastiera) ma un segretario” e ancora: “Senza iscritti i Gazebo chi li smonta? Flavio Briatore”.

Flavio Briatore risponde subito su Twitter Massimo D’Alema e sarcastico gli dice: “Caro D’Alema io i gazebo li saprei smontare ma non credo che tu saresti capace a montarli”.

Vittoria di Marino alle primarie Pd, ma è polemica!

marino-ignazio-marino-tuttacronaca

Ignazio Marino sarà il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma. Lo hanno decretato le primarie con un affluenza – secondo quanto comunicato dal comitato Roma Bene Comune – tra i 100.000 e i 102.000 votanti nei 223 seggi. David Sassoli, giunto secondo tra i sei sfidanti, ha telefonato a Marino, facendo i complimenti. “Adesso dobbiamo vincere la battaglia per il Campidoglio”, ha aggiunto.

Zingaretti: “Daje Ignazio!” – “Daje Ignazio! Ora tutti insieme e uniti per sostenere Marino, che puo’ davvero cambiare Roma in meglio”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
Come è caduto in basso il Pd che si fa strada con uno slogan in dialetto, quando ci sarebbe bisogno di un sindaco aperto alla comunità sempre più multietnica che popola la città e chiede integrazione e riconoscimento.

Guerra nel Pd fra i candidati alle primarie a sindaco…

Cristiana Alicata-tuttacronaca

Giornata ad alta tensione quella delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato a sindaco di Roma.

In mattinata, Cristiana Alicata, della direzione dem del Lazio, scriveva su Twitter: “Le solite incredibili file di Rom che quando ci sono le primarie si scoprono appassionatissimi di politica”, ribattendo, a chi parlava di “odio sparso” con un secco “è voto di scambio”.

E più tardi, dai comitati di Gentiloni e Marino sono stati diramati “appelli alla vigilanza” sulla regolarità del voto. “Stanno arrivando al comitato numerosissime telefonate e segnalazioni di irregolarità e disservizi nei seggi elettorali”, ha scritto Antonio Funiciello, portavoce del comitato “GentilonixRoma”, invitando “tutti a vigilare affinchè il voto si svolga in maniera regolare. Sarebbe davvero grave se una giornata di democrazia come quella di oggi venisse funestata da vicende poco chiare”. “Condividiamo l’appello – gli ha fatto eco la portavoce di Marino – certi che i volontari ai seggi stanno facendo un ottimo lavoro nel controllare che il voto si svolga regolarmente e in piena serenità. Questa giornata sia un’occasione di grande partecipazione e di democrazia”.

Che brutta giornata di sole che fa ombra alla democrazia!

Primarie centrosinistra… seggi aperti a Roma per il cadidato sindaco

gazebo-trastevere-tuttacronaca

Seggi aperti oggi dalle 8 alle 20 per le primarie romane di Roma Bene Comune, la coalizione del centrosinistra. A scegliere il candidato sono chiamati anche i sedicenni, che dovranno mostrare un documento. Sei gli aspiranti sindaco: Gemma Azuni (Sel), Mattia Di Tommaso (Psi), Paolo Gentiloni, Ignazio Marino, Patrizia Prestipino e David Sassoli (Pd). Chi raccoglierà più voti sarà il candidato del centrosinistra alle elezioni per il sindaco di Roma che si terranno il 26 e il 27 maggio. I seggi nei quartieri sono 240, più di 100 i gazebo. In tutto 3.000 i volontari impegnati nella consultazione.

3 leghisti contusi a Trento: il loro gazebo è stato attaccato da un gruppo anarchico

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: