Incendio ad Idaho City: un pezzo di Storia degli Usa ridotto in cenere

Le fiamme divampate ad Idaho City alle 2.45 della notte del 5 maggio, le 10.45 di mattina in Italia, hanno distrutto alcuni edifici storici della piccola città dell’Idaho, a circa 58 km dalla capitale, Boise. Forse per noi italiani è difficile comprendere quanta storia possa cancellare il fuoco se si parla di una città fondata nel 1862, ma in una Nazione che sente di non avere un passato, il XIX secolo appartiene a un tempo remoto. Quello che è andato in fumo la scorsa notte, in questa cittadina storica, sono alcuni degli edifici catalogati nei registro dei siti d’interesse nazionale. E con loro tutte le memorie che erano conservate tra quelle travi di legno. Le cinque attività completamente distrutte sono il locale Calamity Jayne’s, da dove si sono propagate le fiamme, il Sarsaparilla Ice Cream Parlor, un negozio di fiori, uno di antichità e un negozio di foto d’epoca, tutti collegati sotto un unico tetto. L’incendio ha riportato in vita vecchi ricordi: l’intera città era stata infatti devastata dal fuoco prima nel 1865 e poi nel 1867. Passando a tempi più recenti, nel 2004 era stato divorato dal fuoco il ristorante Donna’s Place, che sorge dall’altro lato della strada rispetto agli edifici bruciati nella notte. Il locale, ricostruito, ha subito la stessa sorte nel 2010. Skyp Meyers, proprietario dell’attività assieme alla moglie Donna, nelle scorse ore non ha potuto far altro che ricordare la tragedia che li aveva colpiti dimostrando di continuare ad avere speranza nel futuro. “Spero che possano ricostruire e fare la stessa cosa che abbiamo fatto noi, tornare ed essere come la fenice, rinascere dalla cenere ed essere ancora forti”.

Idaho City, con le sue strutture di legno, con la polvere delle sue strade, con le sue lapidi sbrecciate nel vecchio cimitero, ti porta a rivivere tempi lontani, tempi in cui ancora esisteva un Sogno Americano, quello che in tanti hanno potuto realizzare con il loro sudore e la loro determinazione. Ora, nel 2015, quel Sogno sembra non esistere più ma la voglia di continuare a lottare persiste ancora e la si respira in questi piccoli centri. E’ qui che, quando i turisti ripongono le macchine fotografiche e riprendono la strada, gli abitanti del luogo camminano tra i fantasmi dei loro antenati e li aiutano a rivivere trovando in loro la forza per combattere ogni giorno contro le avversità, contro la povertà, contro l’apatia che impedirebbe loro di continuare a cercare il loro Sogno. Forse non quello Americano, ma quello Personale.

La presidenza… non fa bene all’aspetto. Obama cinque anni dopo

obama-primadopo-tuttacronacaEra il 4 novembre 2008 quando gli americani dissero “Yes, we can”. E Barack Obama divenne il primo presidente nero degli Stati Uniti sconfiggendo il repubblicano John McCain con un vantaggio di 10 milioni di voti. Ieri è stato il quinto anniversario di quelle prime elezioni e una rapida carrellata fotografica è sufficiente per mostrare come la tensione di questi ultimi anni abbia cambiato l’aspetto del presidente.

Questi cinque anni sono stati ricchi di sfide, non tutte vinte. Non è stata mantenuta la promessa di chiudere Guantanamo, sono stati attivati 7.500 droni in grado di uccidere a distanza, si è minacciato un intervento militare in Siria, senza contare lo Shutdown e lo scandalo Datagate. Sono solo alcuni dei temi che non hanno permesso a Obama di trascorrere notti serene. Tutto questo non solo ha intaccato la promessa di trasparenza fatta cinque anni fa, ma ha lasciato segni anche sul suo volto. E se lo scorso novembre, dopo la sua rielezione, la rivista Bloomberg Businessweek ha mostrato un’immagine del presidente artificialmente invecchiata con la scritta: “I prossimi quattro anni”, ora la sua trasformazione non è più una simulazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Silent disco: al Maxxi si balla… immersi nel silenzio

silent-disco-tuttacronacaUna performance surreale quella andata in scena ieri sera al Maxxi di Roma, dove l’iniziativa This is Rome ha riunito oltre 300 partecipanti in un ballo silenzioso. Ad animare la Silent disco 9 dj e famose crew della Città Eterna, che hanno dato vita a un’alternanza di indie rock, reggae, rap e techno. In pista, giovani con cuffie senza fili: la musica in testa, fuori, il silenzio. L’evento a ingresso libero, organizzato da Snob Production, ha preso il via alle 20 e, trascorsa la mezzanotte, ancora stazionavano all’esterno fila composte da chi non era riuscito a prenotare le cuffie online. Tutti uniti da una speranza: che qualcuno abbandonasse la speciale dancefloor.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’hotel dove godersi una piccola siesta!

hotel-pennichella-tuttacronacaSchiacciare un pisolino in pieno giorno? Era possibile in Giappone e ora i canadesi hanno “copiato” l’idea. A Montreal, davanti alla cattedrale della città, hanno così fatto sorgere un albergo a capsule: turisti e cittadini possono così godersi una pennichella prima di rigettarsi nella loro giornata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Quando gli strumenti fatti con gli alimenti servono per combattere la fame

no_hunger-orchestra-tuttacronacaCercherà di sensibilizzare al problema della fame del mondo, domani, l’ONG Action Against Hunger (Azione contro la fame), che ha organizzato un evento per risvegliare le coscienze, visto che “è inaccettabile che 3.1 milioni di bambini muoiano ogni anno a causa della fame in un mondo che saprebbe come prevenirla e produce abbastanza cibo per tutti.” Domani a Madrid, Parigi e Londra, si terranno dei concerti nell’ambito dell’inziativa No Hunger Orchestra per mostrare che “la musica e il cibo muovono il mondo” e questo perchè entrambe “hanno il potere d’ispirare le persone”.

Cos’hanno di particolare i musicisti che si esibiranno? Insegnano che si può fare musica con qualsiasi oggetto, come spiega il liutaio Alberto Mengs. “Con qualsiasi cosa abbiate in casa si possono fabbricare strumenti musicali”. Nel caso specifico, hanno creato degli strumenti con prodotti che vengono direttamente dall’Africa, il continente dove il problema della fame è più sentito. Lorenzo Puy, uno dei musicisti, ha spiegato che “La musica parla direttamente a chi l’ascolta e qui stiamo parlando di fame”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Voglia di vivere in immersione? Arriva Sub-emisphere 2

subemisphere-tuttacronacaVoglia di “fuga dalla terra”? Potrebbe diventare realtà grazie a “Sub-hemisphere 2“, il progetto di Phil Pauley. L’idea è quella di andare incontro alle necessità di turisti dei fondali e scienziati della fauna acquatica ma anche creare uno spazio per persone, piante e animali che ci possano vivere per un arco di tempo limitato, senza aver bisogno di aiuti esterni. Si tratta di un mondo sommerso dove necessità come energia, aria, cibo e acqua sono integrate nel funzionamento di questo habitat. Il prgetto prevede 8 sfere connesse tra loro da tunnel e con, al centro, una sfera più grande che serve per ricaricare e monitorare il resto della struttura. Per quel che riguarda le dimensioni si parla di 340 metri, con 120 che affiorano dall’acqua quando non è in immersione. Il progetto prevede anche delle barche per il collegamento con la terraferma. La piattaforma non è “fissa”: un ascensore di metallo le permette infatti il movimento verticale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Paesi fantasmi: la vita che non c’è attorno a Fukushima

fukushima-tuttacronaca“L’energia nucleare – L’energia per un futuro migliore”. E’ quanto recita il cartello sotto cui transita una donna che sta andando a visitare la sua casa. E’ una delle circa 160mila persone che sono state costrette ad abbandonare la propria casa per ordine del Governo. L’evacuazione, che ha colpito i residenti in un raggio di 20 chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima, era arrivata dopo lo tsunami del marzo 2011 e la successiva fuga radiattiva. Ancora oggi, due anni e mezzo dopo, agli abitanti è permesso tornare alle loro dimore una volta al mese, una visita per la quale sono necessari dei permessi speciali e che esclude la possibilità di fermarsi per la notte. Il fotografo di Reuters Damir Sagolj si è accodato a uno di questi viaggi e ha realizzato le foto che seguono. Immagini che parlano di paesi abbandonati, case in attesa del ritorno dei proprietari dei quali conservano i ricordi più cari, strade le cui luci servono per illuminare solo l’asfalto. E a tutte quelle persone, che una casa ce l’hanno ma non vi possono fare ritorno, non restano che i centri d’accoglienza per gli evacuati, con le loro fredde case prefabbricate, senza un passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Trovato un fungo… da record! Oltre 80 kg

fungo-pergola-tuttacronaca“La stagione comincia bene perché siamo alle porte della Fiera nazionale del tartufo bianco pregiato e dei prodotti tipici, tra cui proprio i funghi”. E’ questo il commento entusiasta del sindaco di Pergola, comune della provincia di Pesaro e Urbino dopo il ritrovamento di un fungo enorme, un Grifola Gigantea, commestibile, scoperto dai membri dell’associazione micologica Valcesano. Continua il primo cittadino: “Io ho misurato il fungo nel bosco ed è lungo 2 metri e 20 per un metro e 40 di larghezza. Poi è stato asportato con molta cura e pesato. Risulta pesante circa 82 chili. Ora faremo i dovuti studi per capire se alle sue dimensioni e al suo peso possano essere riconosciuti dei primati”. Ecco che l’incredibile ritrovamento farà bella mostra di sè in occasione della fiera, che inizia il 6 ottobre, accanto ai bronzi di Cartoceto e Pergola, un eccezionale gruppo scultoreo in bronzo di età romana.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Napoli inaugurata la metro nei Quartieri Spagnoli: la più bella d’Europa

metro-toledo-napoli-tuttacronacaE’ stata inaugurata oggi la seconda uscita della stazione Toledo della Linea 1, nel cuore dei Quartieri Spagnoli, a Napoli. Aperta oggi ai passeggieri alle ore 14, questa seconda uscita va a completare il tema del catalano Oscar Tusquets Blanca: il progettista ha indicato sui muri, attraverso i colori, i livelli di profondità. Si succedono quindi il nero per la terra, l’ocra del tufo, l’azzurro dell’acqua. Ma a rendere ancora più particolare questa stazione, che vanta due tapis roulant che conducono da Toledo a Montecalvario, anche gli scatti di Oliviero Toscani raccolti nell’opera Razza Umana e disposti lungo pannelli retroilluminati. Una scala mobile, che con i suoi circa 60 metri è la più lunga d’Europa, permette di superare un dislivello di 31 metri e permette di ammirare i pannelli in nero dell’artista statunitense Laurence Weiner. Infine, l’ingresso è decorato dal pannello in mosaico di ceramica di Francesco Clemente. Giannegidio Silva, presidente della Metropolitana di Napoli, spiega: “La stazione rientra nel piano di completamento della linea che ci porta a inaugurare due stazioni all’anno con un ritmo regolare”. Il sindaco della città ha tenuto a sottolineare che “Questa stazione verrà premiata in settimana a Londra come la più bella stazione d’Europa, un bel segnale per la città”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nicole Kidman investita da un paparazzo in bicicletta

Nicole-Kidman-ciclista-tuttacronacaAveva assistito alla sfilata di Calvin Klein e stava uscendo dall’Hotel Carlyle nell’Upper East Side di Manhattan l’attrice Nicole Kidman quando un paparazzo in bicicletta l’ha investita. Entrambi sono rovinosamente caduti a terra ma gli aiuti sono stati tutti per la star hollywoodiana che, rialzatasi, si è massaggiata una caviglia. All’Associated Press ha poi spiegato: “Sto bene e sono in piedi. Mi ha solo un pò scosso”.

Stando ad alcune fonti, l’attrice australiana si sarebbe molto arrabbiata per la “botta”, ma a “vendicarla” c’ha pensato la polizia: il 19enne in bicicletta è stato fermato per aver commesso tre infrazioni: ha usato la bicicletta sul marciapiede, non indossava il casco e ha messo a rischio l’incolumità altrui.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo… è da record!

cane-record-tuttacronacaSi chiama Milly, è una chihuahua e vive a Puerto Rico. La sua particolarità? Si è aggiudicata un posto nella nuova edizione del libro Guinness World Records 2014 perchè questa piccola palla di pelo è alta appena 10 cm. Vanessa Semler, la sua padrona, è arrivata a dire all’HuffingtonPost che il suo cagnolino era “talmente piccolo che alla nascita stava in un cucchiaino”. Ma Milly è solo una delle tante nuove particolarità registrate nel libro. Volete un assaggio? Eccolo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’obiettivo di Kakà: 100 gol in rossonero

Kakà-torna-al-Milan-tuttacronacaIncontro con i tifosi all’Adidas Store di Milano oggi per Ricardo Kakà. Il milanista, al margine dell’evento di cui era protagonista, ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Sono felice di tutto questo entusiasmo, mi sto allenando bene e vivo la tensione come un ragazzino che sta per esordire. Debutto in trasferta come ad Ancona? Me lo ricordo il mio esordio. Galliani mi ha visto nei giorni difficili, quando non sapevo cosa sarebbe successo e adesso mi vede felice e può dirlo tranquillamente che sono contento.” Ma a cosa mira ora il giocatore? “Punto al mondiale, ma punto anche a fare bene qui. Prometto tanto impegno e uno dei miei obiettivi è arrivare a 100 gol con il Milan. Me ne mancano solo 5 e spero di raggiungerli presto. La settimana è stata bella, con tanto lavoro in campo. Con Balotelli ed El Shaarawy abbiamo scherzato un po’ negli spogliatoi; c’è una bella intesa e si può giocare tutti insieme. Questa è una squadra con grandi giocatori che si rispettano. Sarà una partita emozionante quella di sabato e cercherò di provare a rimanere sereno per giocare al meglio. Il Celtic è una squadra alla quale ho fatto un gol importante e con la quale ho festeggiato il Pallone d’Oro. Io cercherò di stare bene e di essere a disposizione del mister. Ci sono ottimi giocatori in squadra“.

Ma Kakà porta in campo con sè anche i figli, come si vede dalla scarpa che ha fatto personalizzare scrivendo i loro nomi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con due partite d’anticipo… L’ITALIA VOLA IN BRASILE! 2-1!

prandelli-italia-repceca-tuttacronacaGiocano per l’accesso ai Mondiali in Brasile gli uomini di Prandelli che scendono in campo in una formazione 3-4-2-1 formata da Buffon; Bonucci, De Rossi, Chiellini; Maggio, Pirlo, Montolivo, Pasqual; Candreva, Giaccherini; Balotelli. La Repubblica Ceca di Bilek risponde con un 4-4-2 con in campo Cech; Gebre Selassie, Sivok, M. Kadlec, Limbersky; Darida, Hubschmann; Plasil, Rosicky, Jiracek; Kozak.

italia-repubblicaceca_tuttacronacaSi tingono di azzurro i primi minuti allo Juventus Stadium quando è l’Italia ad avanzare conquistando fin da subito due angoli. I cechi si fanno pericolosi all’8′, ma Gebre Selassie tira alle stelle. Balotelli risponde tre minuti dopo, ma Cech ribatte in angolo. SuperMario pericoloso anche al 14′ ma l’estremo difensore ceco in qualche modo riesce a recuperare. Un minuto dopo arriva un contatto in area tra Balotelli e Sivok, l’arbitro non lo reputa da rigore. Al 19′ la Repubblica Ceca passa in vantaggio: Rosicky tocca profondo per Jiracek che scende sulla sinistra, palla in mezzo e Kozak tutto solo può battere Buffon in acrobazia. 0-1!

Al 24′ è ancora una volta Balotelli a cercare il gol ma la palla colpisce la traversa.

Ci riprova subito dopo, ma questa volta il tiro è troppo alto. Al 29′ per lui arriva un cartellino giallo, il primo dell’incontro: ha rifilato un pestone a Sivok che lo aveva anticipato in scivolata. Subito dopo arriva un’altra buona occasione per l’Italia, ma De Rossi si sente fischiare un fuorigioco che non c’era. Al 36′ Pirlo crossa per Balo che colpisce bene di testa: Cech fa il miracolo e para. Al primo minuto di recupero la Repubblica Ceca sfiora il raddoppio: velo di Limbersky, conclusione fuori misura di Kozak. Al fischio dell’arbitro, le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0 a 1.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alla ripresa Prandelli prova la carta Osvaldo, l’ex romanista entra in campo a sostituzione di Giaccherini. Balo ci prova fin da subito con un destro fuori area ma è Chiellini al 6′ che riesce ad annullare il vantaggio ceco: angolo dalla destra, Cech esce a vuoto e lo juventino incorna di testa! 1-1!

Al 7′ Balotelli viene atterrato in area: l’arbitro concede il rigore. E’ il 2-1 per l’Italia!

I Cechi cercano di agguantare il pareggio: al 18′ c’è un’iniziativa di Kolar che crossa in mezzo ma Kozak lo manca di poco. Gli azzurri hanno abbassato il baricentro dopo essersi portati in vnataggio e ora tocca a Buffon salvare le sorti dell’incontro. Al 22′ Jiracek tira ma il portiere bianconero risponde con una bella parata a terra. Al 32′ Pasqual è costretto a lasciare il campo in barella: Kozak gli ha dato una gomitata e il terzino della Fiorentina è ridotto a una maschera di sangue. Per il ceco un cartellino giallo.

Al 35′ l’arbitro grazia Balotelli che, per un’entrata dura, rischiava il secondo giallo. Quattro minuti dopo è invece Kozak a venire espulso per doppia ammonizione: fallo su Balotelli. L’arbitro concede 4 minuti di recupero durante i quali i cechi tentano il tutto per tutto, ma non c’è storia contro la difesa italiana. Gli azzurri sono ufficialmente qualificati per i Mondiali del 2014 con due partite di anticipo. Non era mai successo nella storia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Italia che sogna i mondiali: destinazione Mangaratiba

italia-mangaratiba-tuttacronacaOggi l’Italia si scontra contro la Repubblica Ceca con l’obiettivo di centrare la qualificazione alla prossima Coppa del Mondo, ma già gli uomini di Prandelli sono in viaggio con la mente verso la prossima destinazione: Mangaratiba, 100 km da Rio de Janeiro. Qui sorge il resort immerso nella natura dove alloggeranno durante il Mondiale in Brasile. La mossa tattica, per far sentire i giocatori a casa, è di lasciare le porte aperte alle famiglie, almeno in fase iniziale. Nell’intera struttura già opzionata dalla federazione, tremila ettari di area safari, campi e piscine di ogni tipo, un chilometro di spiaggia bianchissima, 152 camere lusso che affacciano sull’Oceano. In Brasile i posti dove alloggiare sono già esauriti per tutto il periodo del Mondiale, a partire da 12 giugno. La speranza: arrivare a quel fatidico 13 luglio, per la finale al Maracanà!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le case “preistoriche”… con tutte le comodità contemporanee

case-troglodite-tuttacronacaArrivano per opera dello studio Lischer Partner Architekten Planer, Les villas troglodytes a Lucerna, in Svizzera. Case “preistoriche” scavate e inserite sotto gli edifici tradizionali della città sfruttando così gli ultimi metri quadrati disponibili in città. Le abitazioni presentano forme semplici e in armonia col terreno e sono ideali per chi ama la privacy. Ma non manca una vista che toglie il fiato: queste residenze, dotate di ogni comfort, godono infatti della spettacolare  vista sul lago e sulle montagne circostanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Tramonto a Montmajour”: scoperto un nuovo quadro di Van Gogh

nuovo-vangogh-tuttacronacaS’intitola “Tramonto a MontMajour” un dipinto che non era mai stato attribuito, fino ad ora, al pittore olandese e che andrà aa addiungersi alla collezione del Museo Van Gogh di Amsterdam. Il “nuovo” dipinto del maestro olandese Vincent Van Gogh sarà esposto a partire dal 24 settembre.  E’ stato il dipinto “Arles, le rocce”, dipinto nel 1888 dal maestro utilizzando la stessa tela e lo stesso fondo, ad aver aiutato gli studiosi nell’attribuzione del “Tramonto. Così come “Raccolto a La Crau – Montmajour sullo sfondo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Maxi incidente: oltre 100 veicoli coinvolti e più di 200 feriti

maxiincidente-kent-tuttacronacaUn ammasso di auto, gru e camion: è quanto appare osservando le immagini del maxi incidente che ha coinvolto più di 100 veicoli nel Kent, in Gran Bretagna. Teatro dello scontro un ponte a quattro corsie sull’isola di Sheppey. Al momento non è noto il numero dei feriti, anche se la BBC parla di un primo bilancio di 200 persone che hanno riportato ferite lievi e sei in condizioni gravi.

Stando alle prime testimonianze, la causa dell’incidente potrebbe essere la nebbia intensa che avvolge la zona. The Huffington Post UK riporta le parole di Martin Stammers, presente sul luogo: “E’ orribile, non avevo mai visto nulla del genere in vita mia”. E aggiunge: “Tutto quello che si sentiva era il rumore di auto che si scontravano”. Stando alle prime informazioni, le auto avrebbero continuato a scontrarsi per 10 minuti. In zona sono al momento presenti una trentina di ambulanze. Al momento, sembra nessuno abbia perso la vita nell’incredibile tamponamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I nomadi di Denizli e la corsa delle pecore

corsa-pecore-denizli-tuttacronacaIn Turchia, nella provincia di Denizli, ha avuto luogo il tradizionale attraversamento del fiume nel villaggio di Asagiseyit. Qui i nomadi superano il corso d’acqua in compagnia delle loro greggi, in uno spettacolo di colori che rendono il corso d’acqua un variopinto arcobaleno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Tape Art: quando per fare arte… si usano i nastri!

tape-art-tuttacronacaBasta del nastro adesivo o quello delle vecchie cassette per creare delle opere d’arte, come si può vedere anche nel sito della Tape Art Society che riunisce in rete i migliori esempi di questa disciplina che s’immette nel filone della street art. Alcuni nomi di questi originali artisti? Erika Iris Simmons fa un tributo alla cultura pop e alle sue icone con uno dei suoi oggetti più rappresentativi: le musicassette e i VHS. Anna Dominguez, uno dei nomi più rappresentativi di questa corrente, spiega all’HuffingtonPost spagnolo: “Cercavo qualcosa diverso dal solito, oltre il linguaggio tipico della pittura o del disegno. La Tape Art offre tutte le possibilità di un’arte che praticamente nessuno fa più. Questo fa sì che il mio lavoro sia apprezzato come qualcosa di unico e originale”. Max Zorn utilizza invece il nastro adesivo marrone per creare opere che riescono a essere realiste come delle fotografie mentre la tedesca Monika Gryzmala utilizza il nastro per creare delle installazioni all’interno delle gallerie d’arte. Infine El Bocho, artista che lavora a Berlino, ha iniziato a lavorare per le strade a metà degli anni ’90 e i suoi progetti sono tra i più ambiziosi: è l’autore dell’opera di Tape Art più grande del mondo: ha utilizzato 15mila metri di nastro adesivo per coprire più di mille metri quadrati dello Stadtbad Wedding, nella capitale tedesca.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma la Tape Art può essere rappresentata anche dal fotografo Wes Naman, che utilizza il nastro adesivo per “modificare” i suoi modelli:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Incidente in superstrada all’altezza di Empoli: traffico paralizzato

incidente-tir-empoli-tuttacronacaUn’auto e un camion sono rimasti coinvolti questo pomeriggio in un grave incidente lungo la superstrada Firenze-Pisa-Livorno, all’altezza dell’uscita di Empoli Est, in direzione Livorno. Il tratto fra le uscite di Empoli Ovest e Montelupo Fiorentino è stato chiuso in tutti e due i sensi di marcia. Chiuso anche il tratto da Ginestra a Empoli Est in direzione Livorno. Stando alle prime ricostruizioni, per motivi ancora da accertare sarebbe stato il mezzo pesante a sbandare finendo contro il new jersey e invadendo parzialmente l’altra carreggiata. A quel punto l’auto, che procedeva nella stessa direzione, l’ha tamponato. Tre i feriti: due persone anziane, di 74 e 75 anni, rispettivamente di Fiesole e Livorno che viaggiavano a bordo dell’auto e un 51enne croato, alla guida del camion. Gravi le ripercussioni sul traffico con la superstrada chiusa per ora in attesa arrivasse la gru destinata a spostare il camion. Il traffico è stato riaperto attorno alle 20.15 in direzione mare. Le auto potevano però percorrere solo una corsia su due. Sempre chiusa da Empoli Est a Montelupo, invece, la carreggiata verso Firenze.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Justin Bieber attaccato in un nightclub: ecco le foto!

Justin-Bieber-picchiato-tuttacronacaNotte movimentata quella della popstar Justin Bieber lo scorso 31 agosto. Il cantante prima si è esibito a una festa di compleanno per i 16 anni di Erica Shnaider, figlia del miliardario Alex Shnaider all’Art Gallery di Ontario, poi è stato attaccato in un nightclub da un cliente che, fortunatamente, non è riuscito nell’intento di ferire l’idolo delle teenagers. Manca poco alle 3 del mattino quando, secondo quanto raccontano alcuni testimoni oculari, Bieber ha lasciato l’area VIP per mescolarsi con la gente. E’ stato allora che un uomo lo ha puntato, ha afferrato la sua camicia ed ha tentato di farlo cadere, non riuscendoci. La sicurezza è accorsa subito e ha fermato l’uomo, mettendolo a terra. Stando a quanto riportato da TMZ, che ha anche pubblicato due foto di quel momento concitato, nel caos Justin ha cercato di difendersi sferrando numerosi calci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rincorrendo gli ultimi scampoli d’estate… in treno!

El-Transcantabrico-Gran-Lujo-tuttacronacaL’estate sta per finire ma dare l’arrivederci alle vacanze non è mai semplice, soprattutto se ancora non si ha avuto il tempo per godersi un po’ di meritato relax, magari scoprendo anche posti nuovi ma senza rinunciare ai comfort… Il Transcantábrico Gran Lujo, spettacolare hotel su rotaie a 5 stelle, è il treno più antico della Spagna ed è considerato uno dei cinque treni migliori al mondo. Composto da sette carrozze letto, quattro con saloni e una con cucina, è caratterizzato nelle zone comuni da ampie vetrate attraverso le quali ammirare le bellezze delle terre spagnole, dalla Castilla alla Galicia, dalle Asturie alla Cantabria, ai Paesi Baschi. E per appagare tutti i sensi, è possibile degustare la più selezionata gastronomia della zona percorsa mentre la notte si può ascoltare della buona musica dal vivo. Nelle 14 suites, singole o matrimoniali, tutti i dettagli sono ricercati ed eleganti e ci si può godere degli attimi di relax grazie alle saune di vapore e il bagno con la doccia idromassaggio.

Il Trancantábrico, da cui deriva questa nuova versione che ha fatto la sua apparizione nel 2011, ha iniziato a viaggiare su rotaie nel 1983, diventando il primo treno turistico spagnolo e percorrendo la stessa strada dello storico Ferrocarril de La Robla, che trasportava il carbone da León a Bizkaia.

mappa-treno-viaggio-tuttacronacaIl viaggio, della durata di 8 giorni e 7 notti, permette di conoscere la zona nord della Spagna, costeggiando il Mar Cantábrico, viaggiando tra Santiago de Compostela e San Sebastián in una vera crociera su rotaie per godersi la cultura, l’arte e il paesaggio di queste zone, scoprendo ogni giorno mete diverse in un vero e proprio viaggio nel tempo. Dalle grotte di Altamira e la città medievale al museo Guggenheim, dalla spiaggia de las Catedrales alla cattedrale di Santiago de Compostela al Pico de Europa. E’ il caso di dire… tutti in carrozza!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

The Chef and the Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: