“Ruby. Sesso e potere ad Arcore”: il Rubygate diventa un libro a fumetti

ruby-fumetti-bungabunga-tuttacronacaS’intitola “Ruby. Sesso e potere ad Arcore” la nuova graphic novel scritta dai giornalisti Gianni Barbacetto e Manuela D’Alessandro e con i disegni di Luca Ferrara. Il volumen, edito da Round Robinm sarà in libreria dal 28 febbraio e permetterà di ripercorrere la vicenda del Rubygate. Non manca nulla, dalle papi girl a Ruby e le olgettine, dalle famose notti del bunga bunga a casa di Berlusconi a Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. E ancora gli autori ripropongono il processo e la condanna dell’ex premier a sette anni per prostituzione minorile. Gli autori spiegano che il libro narra il Rubygate come ”la fine di un’epoca” e come ”il cuore del berlusconismo e del desiderio di molti: sesso, potere e delirio di onnipotenza”. La vicenda si basa sugli atti giudiziari e, tramite le strisce dei fumetti, mostra che nel presunto scandalo delle serate a Villa San Martinospiegano gli autori,

”ci sono vittime e carnefici, ragazze che si concedono ai desideri del Re e personaggi inquietanti che entrano a corte come amici, pur nuotando in un mondo torbido”.

Ma non mancano neanche ”giornalisti e politici, capi di governo stranieri e manager, impresari discutibili e soubrette arriviste”, tutti protagonisti di quell’arco di tempo che va dalla notte in Questura, conclusasi con il rilascio di Karima El Mahroug, fino alla sentenza di primo grado.

Annunci

Polemica su “Lady Mafia” è un inno alla criminalità o il nuovo Diabolik?

tuttacronaca-lady-mafia

E’ scoppiata la polemica su “Lady Mafia”, il primo fumetto, uscito in edicolom con protagonista una donna killer che uccide senza pietà per arrivare a scalare la gerarchia criminale e diventare la boss più temuta sul territorio. Si chiama Veronica De Donato, è una ragazza del sud cresciuta al nord a cui i clan hanno sterminato la famiglia e il suo unico obiettivo è quello di tornare a Foggia e vendicarsi. E’ uscito ieri in edicola e già la critica lo ha accolto a suoni di fanfara definendolo “il Diabolik in gonnella”, ma le associazioni che da sempre lottano contro la criminalità organizzata come l’associazione Libera per il  coordinamento per la cultura della legalità, ha trovato scandalosa l’uscita di un fumetto che inneggi alla mafia, con una protagonista che mira solo a diventare la più potente e rispettata boss della Puglia in uan regione appunto in cui il problema della criminalità è da sempre una piaga sociale contro la quale lottare ogni giorno. Il fumetto è stato boccaito anche dalla Commissione parlamentare antimafia. “Si sfrutta il “fascino” della mafia per un’attività commerciale che di educativo non ha nulla” attacca Libera. “Invitiamo la casa editrice a sospendere la pubblicazione: nel paese di Lea Garofalo e di tante donne che hanno scelto, a prezzo della vita, il coraggio della denuncia, Lady Mafia rappresenta un insulto alle vittime”. “È offensiva verso tutti coloro che non hanno cercato vendetta ma giustizia attraverso lo Stato” insiste Davide Mattiello della Commissione antimafia. “Un giudizio dato senza aver letto il fumetto, in base al titolo” si difende il creatore Pietro Favorito, proprietario della casa editrice Cuore Noir che pubblica la serie. “Ho riflettuto prima di sceglierlo, ma rappresenta una dichiarazione d’intenti: Lady Mafia incarna il male, e dà ribrezzo a chi si avvicina perché fa vedere a quale degenerazione si può arrivare quando la legge non garantisce la giustizia. Anche Diabolik, quando uscì, fu molto contrastato. Ma io nella storia denuncio brutalità come lo stalking, la violenza sulle donne, l’omofobia “

Voi che ne pensate?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Punk is undead: i miti del rock tornano a vivere in un horror-fumetto

punk-is-undead-tuttacronacaS’intitola Punk Is Undead ed è il nuovo fumetto della 80144 Edizioni. Questo “ritorno dei morti viventi” miscela rock e zombie, il tutto inserito in una “Los Angeles oscura e perversa dove i soldi dettano regole e destini”. Gli zombi che tornano a solcare quelle strade, poi, non sono certo di quelli comuni: si tratta dei miti della musica Jimi Hendrix, Jim Morrison e Jaco Pastorius. L’Huffington Post parla così del nuovo fumetto:

Dopo il fortunato Suburbans, la casa editrice continua sulla strada del fumetto lanciando questa serie venata di horror ambientata nel mondo del rock americano. Il primo volume Live in Los Angeles conta 64 pagine di disegni accattivanti e nella versione ebook, disponibile su Itunes e realizzata nell’innovativo formato epub3/fixed layout, si trova anche un’opzione sonora. Il lettore potrà infatti attivare i suoni di sfondo, un supporto sonoro all’azione delle tavole, per leggere la storia con un effetto di coinvolgimento mai provato.

Gli autori sono Paolo Baron ( ideatore delle collane Toilet e Lineagialla per 80144 edizioni e autore di racconti) e Ernesto Carbonetti (ex-membro del T.i.n.a. comics lab per il quale ha realizzato il graphic novel Suburbans e disegnatore di videogames). Aspettando i prossimi volumi, non resta che caricare una playlist ad hoc di classici del rock ’70 per godersi appieno questo “spaventoso” viaggio nelle viscere di L.A.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Topolino ai tempi della crisi: la Grecia lo “uccide”

topolino-tuttacronaca-grecia

Fine delle pubblicazioni per il fumetto Disney più diffuso al mondo. Topolino diventa la vittima dell’austerity, ma una scelta obbligata come ha sottolineato tristemente Nea Aktina, la casa editrice che lo pubblicava:

“Non è stata una decisione facile. Abbiamo cercato fino all’ultimo di tenere in vita la testata. ma non è facile. Ci costa molto, ma è meglio abbassare la saracinesca e cercare in tutti modi una maniera per riprendere in futuro”.

Lo sfogo sul social network lascia però aperto un piccolo spiraglio per il futuro. “Voi potete immaginare quanto sia difficile per noi questo momento.  Abbiamo continuato a fare il nostro lavoro fino all’ultimo anche in condizioni difficili come testimonia il libro appena pubblicato su Floyd Gottfredson (lo storico disegnatore di Mickey Mouse, ndr). E per questioni di confidenzialità non possiamo parlare ora dei negoziati che abbiamo in corso per ripartire”.

Le copertine dei grandi album diventano fumetto!

copertine-fumetto-tuttacronaca

Vi siete mai chiesti come sarebbero potute essere le copertine dei vostri album preferiti se gli artisti fossero stati… personaggi dei fumetti? Se l’è domandato lo staff di Comic Book Resources che, ogni settimana, propone un tema diverso ai propri lettori e, ricevute idee tramite il profilo Twitter, si mette all’opera per realizzarle. Recentemente hanno chiesto di indicare un personaggio dei fumetti e una famosa copertina di album. Le risposte sono state numerose ed entusiaste e gli artisti si sono messi subito all’opera per realizzare il mash-up. Che ve ne pare?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Addio a Comes, muore il fumettista di Pilote

Il fumettista belga Didier Comes, uno dei maestri europei degli album a tavole in bianco e nero, e’ morto all’eta’ di 71 anni. La notizia della scomparsa e’ riportata dalla stampa belga. Nato a Sourbrodt in Belgio l’11 dicembre 1942 con il vero nome di Dieter Herman, Comes debutto’ nel fumetto nel 1969 su un supplemento settimanale per ragazzi del quotidiano belga di lingua francese ”Le Soir”. Collaboro’ poi alle riviste francofone di fumetti ”Spirou”, ”Pilote” e ”Tintin”.

Gli anni passano anche per Eva… ma lei non li dimostra!

 Eva-Kant-Diabolik-50 anni- tuttacronaca

La sexy assistente di Diabolik compie 50 anni. Nata ai primi di marzo del ’63, Eva Kant ribaltò lo stereotipo delle eroine del fumetto. La splendida bionda, infatti, esordì nella saga del Re del Terrore salvandolo addirittura dalla ghigliottina.

I primi cinquant’anni dell’eroina creata dalle sorelle Giussani vengono celebrati da una mostra organizzata da Astorina, la storica casa editrice di Diabolik, presso la rassegna Cartoomics 2013 dal 15-17 marzo 2013 presso Rho Fiera Milano. Dopo l’esordio al Cartoomics, la mostra viaggerà per le principali fiere di settore del nostro Paese.

Accanto alla mostra, la bella Eva verrà celebrata dall’inedito di marzo di Diabolik che ne ritrae l’infanzia. Eva Kant, infatti, è cresciuta nel famigerato collegio di Morben, dove aveva per sola amica la simpatica e coraggiosa Dolores. Da allora non aveva più avuto notizie della compagna di sventure, e quando oggi lericeve, sono drammatiche.

Il prologo dell’inedito è stato disegnato da Emanuele Barison, Giorgio Montorio e Luigi Merati. Il lungo flash-back è stato illustrato da Giuseppe Palumbo che ha curato anche la copertina. Proprio Palumbo, nel 2003, aveva ideato il volto di Dolores. La storia, invece, è stata scritta da Mario Gomboli, Tito Faraci e Andrea Pasini.

Hanno ucciso l’Uomo Ragno… questa volta per davvero!

Nel nro 700 del celebre fumetto Marvel, il feroce Octopus ha ucciso l’acerrimo nemico! RIP Spider-Man??? La Marvel dice che l’uomo armato di ragnatele tornerà, nella nuova serie a fumetti: The Superior Spider-Man.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: