Giuseppina, scomparsa a febbraio: il cadavere trovato presso il Lambro

pinuccia_mittino_scomparsa-tuttacronacaEra il 9 febbraio quando la casalinga 56enne Giuseppina Mittino si allontanava dalla propria abitazione a Monza lasciando dietro di sè solo un biglietto per il marito con il quale annunciava l’intenzione di volersi uccidere. Il cadavere della donna è stato rinvenuto nel pomeriggio di lunedì tre marzo sulle ponde del fiume Lambro, a Sesto San Giovanni, nel Milanese. Lo hanno reso noto i carabinieri, che hanno precisato che l’identificazione da parte dei famigliari è avvenuta grazie a un anello che portava al dito. Il corpo della donna, conosciuta anche con il soprannome ‘Pinuccia’, è stato rinvenuto nei pressi di una cava dismessa da una squadra dei vigili del fuoco in servizio di ricognizione con un elicottero. Erano alla ricerca di un uomo scomparso da Cologno Monzese sabato scorso, ma si sono imbattuti nel cadavere della Mittino.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Ucciso lo zio di Lavezzi, shock nel Paris Saint Germain

Ezequiel-Lavezzi-tuttacronaca-zio-ucciso

E’ shock nel Paris Saint Germain, dopo che si è appresa la nozia che lo zio di Ezequiel Lavezzi è stato freddato in Argentina, a Villa Gobernador Galvez, città della provincia di Santa Fe, con un proiettile alla testa.Erano le 7.45,ora locale, quando le forze dell’ordine hanno ricevuto la segnalazione sulla presenza di un cadavere non lontano dal corso del fiume Paranà e quando sono arrivate sul posto hanno identificato il corpo: Jorge Lavezzi, zio dell’ex calciatore del Napoli. Secondo una prima ricostruzione lo zio di Lavezzi, che operava nel settore ittico, sarebbe e stato aggredito da uno o più malviventi e colpito a morte mentre si trovava all’interno della sua auto.

Natale diventa Halloween… l’attacco dei piranha in Argentina!

piranha-argentina-natale-tuttacronaca

Natale da incubo in Argentina dove 60 persone sono rimaste ferite a Rosario, città  a 300 km a nord da Buenos Aires, a causa degli attacchi dei piranha. Tra i feriti anche una bambina di 7 anni che ha perso un dito. Ha provocare l’attacco probabilmente è stata la temperatura elevata che in questi giorni si è registrata nell’area e che aveva fatto riversare la popolazione sulle spiagge del fiume Paranà. Qui alcuni di loro però hanno trovato ad attenderli i grandi gruppi di piranha, noti localmente come «palometas», che hanno sferrato i loro attacchi contro i bagnanti. «È la prima volta che succede questo tipo di attacco, così aggressivo. Ieri mattina sono cominciate ad arrivare in ospedale persone con morsi su talloni, piedi e mani. Ad alcuni i pesci avevano letteralmente staccato pezzi di carne dal corpo», ha raccontato un medico locale, Gustavo Centurion, al quotidiano La Capital.

Arrampicata sul tettuccio: si salva una ragazza precipitata nel fiume

autonelDese-tuttacronacaDopo quanto accaduto oggi nel Veneziano, si può certo dire che il tettuccio ti salva la vita. E’ quanto dimostra la storia di una 26enne moldava che, a bordo della sua auto, è precipitata nel fiume Dese, che attraversa Martellago, dopo aver perso il controllo della sua Renault Mégane e aver sbandato sfondando il guardrail. La vettura stava venendo inghiottita dall’acqua gelida ma la giovane è riuscita a trarsi miracolosamente in salvo uscendo dal finestrino e arrampicandosi sul tettuccio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Appese ai rami dopo un incidente stradale, lieto fine per tre ragazze

fiume-via ripuaria-pompei-tuttacronaca

Tragedia sfiorata, ma alla dine c’è stato il lieto fine e le tre ragazze sono state recuperate dai carabinieri. Le tre giovani di  24, 22 e 21 anni hanno vissuto un’esperienza davvero difficile da dimenticare. la loro auto è uscita fuori strada, lungo via Ripuaria, a Pompei ed è finita nel fiume. Le tre ragazze hanno iniziato a gridare e hanno attirato l’attenzione di un passante che ha chiamato il 112. I militari sono giunti sul posto e hanno trovato le tre ragazze fuori dall’abitacolo, aggrappate alla vegetazione, mentre la Citroen C1 affondava nell’acqua. Per le prime due il recupero è stato abbastanza semplice, per la terza invece si è dovuta comporre una catena umana di quattro carabinieri che alla fine sono riusciti a strappare alle acque la ragazza. Sottoposta ad analisi la guidatrice è risultata positiva all’alcol test e per questo denunciata.  La vettura è stata recuperata grazie ai vigili del fuoco di Torre del Greco e poi sequestrata dai carabinieri. Un brigadiere, che ha preso parte all’operazione di salvataggio, si è procurato una distorsione al ginocchio sinistro giudicata guaribile in 10 giorni.

Il sorvegliato speciale a Roma è il Tevere!

tevere-tuttacronaca

Incessante cade la pioggia su Roma e il Tevere diventa anche quest’anno il sorvegliato speciale.  La Protezione Civile di Roma Capitale ha chiesto al Comando del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale di provvedere alla verifica di eventuali presenze di persone senza fissa dimora sulle banchine e alla conseguente chiusura degli accessi, al fine di garantire la pubblica incolumità. «A seguito dell’innalzamento dei livelli idrometrici del fiume Tevere e dei suoi affluenti – spiega la Protezione civile in una nota – si è verificato il superamento delle banchine di magra nella stazione Ripetta che alle ore 22 misurava metri 7.18, con tendenza all’aumento, così come comunicato dal Centro Funzionale Regionale». Anche nelle prossime ore continuerà a piovere nella Capitale.

La gita in barca di Snowden a Mosca

ed-snowden-tuttacronaca

Ogni tanto Snowden riappare e ogni volta che lo fa si riaccendono i riflettori sul Datagate. Soprattutto in questi giorni in cui c’è il forte sospetto che a essere stati spiati non siano stati solo i privati cittadini o alcune associazioni ritenute “pericolose per la sicurezza” ma addirittura sembrerebbe che tra le intercettazioni ci sia anche il cellulare della Merkel e i telefoni del Vaticano, lui, Ed Snowden è in barca a Mosca, senza occhiali,  con una coppola bianca e rilassato. L’avvocato di Snowden ha poi riferito che l’esule avrebbe ormai trovato lavoro “in un importante sito web russo”.

Il fiume dolcissimo e letale: la colata di zucchero liquido

fiume-zucchero-brasile-tuttacronacaIn Brasile un vasto incendio, che ha richiesto oltre 75 ore di assiduo lavoro dei vigili del fuoco per domare le fiamme, ha distrutto uno dei più grandi despositi di zucchero del Paese. Si tratta di sei cappannoni della Copersucar, il più grande esportatore brasiliano. Qui, nello stato di San Paolo, nel centro industriale di Santa Adelia, vi erano stipate 30mila tonnellate di zucchero che si sono sciolte trasformandosi in melassa a causa delle altissime temperature. Liquefattosi, lo zucchero ha originato un fiume rovente e appiccicoso che ora minaccia la città. Già una ventina di persone sono state fatte evacuare perchè vicini alla traiettoria di tale fiume mentre altre quattro sono state ferite. I pompieri sono inoltre impegnati nella creazione di dighe di sabbia. Il pericolo di tale colata risiede del fatto che è otenzialmente in grado distruggere interi edifici senza contare i possibili danni ambientali  visto che la melassa, tuffandosi nei fiumi della città, ne sottrae tutto l’ossigeno uccidendo i pesci.

Il Lambro esonda: in 15 minuti il fiume passa da 80 cm a 307

tuttacronaca-lambro-fiume-esondazione

In soli 15 minuti, tra le 19.30 e le 19.45 il livello del fiume Lambro è passato da 80 a 307 centimetri. L’esondazione del Lambro in via Valfurva, zona Niguarda, a Milano ha richiesto l’intervento della polizia locale e della protezione civile per monitorare la situazione.

La zona di viale Zara, particolarmente colpita dalle piogge abbondanti cadute nella giornata su Milano e la Lombardia, ha visto un parziale allagamento con interruzione di alcune linee tranviarie, ripristinate solo nella tarda serata.

Il neonato annegato è scivolato nel fiume durante lite dei genitori

neonato-tuttacronaca

Sono stati fermati i genitori di quel bambino, di appena una settimana, il cui corpo ad agosto venne ritrovato annegato in un fiume nella contea cinese di Ruyang. Da una prima ricostruzione il piccolo sarebbe scivolato accidentalmente in acqua durante una lite animata dei genitori. I vigili del fuoco, primi ad arrivare sul posto, non poterono far altro che appurarne la morte.

Coccodrillo uccide un 24enne alla festa di compleanno

coccodrillo-australia-tuttacronaca

Un compleanno che finisce in tragedia in Australia dove un 24enne è stato attaccato e trascinato via da un coccodrillo, mentre attraversava un fiume con un amico nel nord del Paese. Il giovane, che stava festeggiando con una quindicina di persone un compleanno ha deciso di fare il bagno nel fiume che scorreva li vicino. Il fiume in zona è conosciuto per essere la location preferita di coccodrilli lunghi fino sette metri.

“L’hanno guardati attraversare il fiume – ha spiegato il sergente Geoff Bahnert riferendosi agli altri presenti -, poi hanno visto il coccodrillo prenderlo tra le sue fauci”. La polizia australiana ha tentato invano di ritrovare il corpo del giovane. Le ricerche continuano. Il coccodrillo più grande della zona è stato abbattuto per precauzione.

 

Shock in India, bimba scivola dalle spalle del papà e annega

india-bambina-scivola-acque-fiume-shock-choc-tuttacronaca

La tragedia si è consumata in pochi minuti. La bimba di appena 18 mesi del medico britannico, Reddy Megha, di origini indiane, è annegata nel fiume Musi. Il padre, un anestesista specializzato in ostetrica presso l’Università di Coventry e Warwickshire Hospitals, sembra, secondo alcune versioni, che l’avesse sulla schiena e si stava apprestando a fare le foto ai fratelli della piccola Manvi, quando lei è caduta nel fiume, scomparendo in pochi secondi. Secondo un’altra versione il padre la teneva in braccio mentre cercava di fare una foto e Manvi si sarebbe mossa e scivolata dalle braccia del padre direttamente nelle acque  del fiume Musi, che si trovava in piena per le abbondanti piogge che in questo periodo caratterizzano al stagione dei monsoni. Nonostante i tempestivi soccorsi per la piccola non c’è stato nulla da fare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Neonato annegato nel fiume… la Cina si scandalizza e si mobilita

bambino cinese-annegato-tuttacronaca

La Cina non vuole più vedere queste immagini, la Cina non vuole più la violenza sui minori, soprattutto sui neonati incolpevoli. E’ il Daily Mail a proporre l’ennesima immagine raccapricciante, di un bambino/a abbandonato in un fiume della Cina, nella zona a sud est del Paese. Sono scandalizzati gli utenti cinesi per la fotografia del bambino morto annegato, lasciato “galleggiare” per giorni. Probabilmente la morte è legata alla politica del figlio unico, in vigore in Cina dal 1979 e che obbliga ogni famiglia ad avere un solo bambino. E se questo nasce femmina, spesso viene abbandonata al proprio destino perché non può dare una mano nei campi, oppure i problemi sono legati ad altre esigenze, ma nessuno ha più voglia di tollerare questi atti criminali. Ora si sta cercando di risalire all’identità del neonato e dei suoi genitori.

Cadavere di un uomo a Crotone. Omicidio?

uomo-morto-a-crotone-tuttacronaca

E’ stato trovato a Crotone il cadavere di un cittadino romeno di 57 anni. Il cadavere è stato rinvenuto in una  baracca costruita nei pressi del fiume Esaro, in una zona periferica della città, aveva un fil di ferro stretto al collo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che sembrano propendere per l’ipotesi di omicidio. Il cadavere, anche a causa del caldo intenso, era in avanzato stato di decomposizione.

 

Fiume scossa dal terremoto, avvertito anche a Trieste

sismografo-terremoto-fiume-rjieka-tuttacronaca

Alle 14.58 una scossa di magnitudo 4,7 sulla scala Richter è stata registrata a 20 chilometri a Sud-Est di Fiume (Rijeka). Lo segnalano l’Istituto di Oceanografia e Geofisica Sperimentale di Trieste e la Protezione civile Fvg. Il sisma, che non risulta aver causato particolari danni, è stato avvertito anche a Trieste, che si trova a un centinaio di chilometri a ovest dell’epicentro.

 

Grandi pulizie nell’Arno: recuperate biciclette, transenne e copertoni

arno-pulizia-fiume-firenze-tuttacronaca

E’ stato recuperato di tutto questa mattina nell’Arno durante le pulizie che hanno interessato il tratto tra il Ponte Vecchio e la pescaia di Santa Rosa. I Vigili del Fuoco  in collaborazione con la Provincia di Firenze, l’Autorità di bacino e la commissione ambiente di Palazzo Vecchio hanno ripulito il fiume da biciclette, transenne e copertoni.

“Nel tratto cittadino del fiume si trova di tutto”, spiegano i vigili, che hanno perlustrato il fiume anche con l’ausilio di un sonar che individua le masse ferrose e coi sommozzatori. Questo è solo il primo passo: il prossimo 31 luglio è già in calendario un’altra giornata di pulizie per recuperare il relitto di un motocarro già individuato nel fiume all’altezza dell’Obihall.

Questo slideshow richiede JavaScript.

17enne trovato morto nell’Adda!

adda-17enne-tony-calice-tuttacronaca

Dopo due ore di ricerche è stato ritrovato il corpo del 17enne, Tony Calice, nato a Santo Domingo, residente a Bussero, nel Milanese, annegato nell’Adda a Fara Gera, nel bergamasco. I sommozzatori dei Vigili del Fuoco, dopo varie ricerche  hanno ritrovato il corpo incastrato sotto alcuni rami di un isolotto che separa il fiume Adda dal vicino canale.

Il giovane si era tuffato per fare un bagno con un amico nel fiume e non è più riemerso. L’allarme è scattato poco dopo le 16, nella zona sono iniziate le ricerche. Sul posto anche il 118 con l’elisoccorso. Domenica, nella stessa zona, era annegata una 13enne, Anna Tatu.

Verdone disilluso? Roma “zozza e derubata”

gallo-cedrone-verdone-sindaco-roma-tuttacronaca

Verdone l’aveva raccontato in “Gallo Cedrone”. Aveva raccontato quella “sciatteria politica” capace di entusiasmare le folle, l’aveva raccontato con quell’iperbole entrata nella storia della commedia italiana di ricoprire il Tevere e fare un’autostrada a tre corsie come a Los Angeles! La frase shock, quella frase a effetto che diventa lo slogan della campagna elettorale. Una propaganda spesso vuota e sterile, fatta di non sense e di imprecisioni, di dati buttati in pasto a un popolo che non ha mai tempo di documentarsi, incapace di farsi un’idea politica e spesso talmente assorbito dal degrado e dalla sfiducia nella politica di votare per abitudine. Di votare in base al sensazionalismo che diventa il faro guida nelle mille frasi incomprensibili gettate da improvvisati politici. Così l’attore e regista si racconta al Fatto Quotidiano:

Chi è Feroci, il protagonista de “Il Gallo Cedrone” che si candida a sindaco della Capitale?

Verdone risponde così: “Un mezzo bullo, sicuramente mitomane e una netta inclinazione all’esibizionismo. I politici, mi sono accorto poi col tempo, hanno un piacere assoluto nella mitomania, che è una pura devianza dell’intelligenza, una cosa da psicanalisi, una questione evidente di regressione fantastica, estrema necessità di stupire ed esibirsi”. 

E chi sono gli italiani?

L’attore non ha dubbi: È un Paese così disunito, strano, distinto. A una parte di italiani il mitomane affascina, l’eccentrico fa proseliti, il miliardario conquista simpatie chiama all’emulazione, produce milizie che ingaggiano una lotta col destino per divenire ridens e pieni di banconote. Hanno un bisogno patologico di una suggestione forte, eccessiva.

Ma gli italiani che votano Berlusconi?

Verdone non ha dubbi: I politici dovrebbero sottoporsi a visita medica, ma anche gli italiani andrebbero indagati bene. Serve indagine sanitaria approfondita e collettiva. Lui è strano, bizzarro, esibizionista (‘sta storia di Ruby, delle escort porta solo là). Ma anche noi non scherziamo.

Come è Roma vista oggi con gli occhi di Carlo Verdone?

Zozza, trascurata, insicura. Le mura sbrecciate e imbrattate, le strade polverose e piene di voragini… Io ci sono finito dentro con tutta la moto. Un tizio, per passare con la sua Mercedes, aveva allegramente tolto le fiaccole che segnalavano il pericolo. Io sapevo dei lavori in corso, avevo visto al mattino gli operai scavare. A notte fonda rientro e non c’è più segnalato nulla. Anvedi che bravi, mi dico, hanno già finito il lavoro. Mi ritrovo dentro il fosso, con la moto su di me e la colonna vertebrale fratturata. L’episodio è sintomatico del puro anarchismo in cui viviamo.

Si teme per il mare e le spiagge a Gela: sversamento di petrolio

gela-petrolio

E’ scattato l’allarme ambientale oggi a Gela, in sicilia, a causa di una consistente perdita di petrolio da una tubazione dell’impianto Topping, nella raffineria Eni. Il greggio, dopo essersi riversato sul canale di scarico dell’acqua marina usata per il raffreddamento di talune apparecchiature della fabbrica, ha raggiunto la foce del fiume Gela. Ora il timore è che vengano inquinati il mare e la spiaggia a est della città Già mobilitate le imbarcazioni antinquinamento da parte della Capitaneria di porto e si è provveduto distendere le panne galleggianti per impedire al petrolio di espandersi nelle acque attorno alla foce del fiume mentre le idrovore tentano il recupero a bordo dei natanti appositamente attrezzati. La situazione sembra sotto controllo anche se si cerca di eliminare una parte di greggio già trascinata dalla corrente prima dell’intervento dei mezzi. Nel frattempo, all’interno dell’impianto è stata bloccata la perdita e si cerca di comprendere la causa della perdita. La direzione aziendale ha avviato un’ndagine, mentre un’inchiesta è stata aperta dalla procura della Repubblica del tribunale di Gela.

Su quanto accaduto è intervenuto anche Crocetta: “L’ennesimo episodio di sversamento a mare di petrolio proveniente dalla raffineria di Gela, all’indomani di una giunta di governo che proprio a Gela ha stabilito di potenziare nelle aree industriali siciliane le strutture di prevenzione sanitaria e cura sulle malattie tipiche dell’industrializzazione, obbliga il governo della Regione ad elevare il livello di soglia dei controlli da effettuare in quei siti». Lo ha detto in una nota il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta. “Ritengo – continua il governatore – che in questi siti bisogna organizzare in loco task force specifiche composte da Arpa, Genio civile, Asp e uffici ambientali delle province, per esercitare un’azione continua e costante di controllo. Da tempo, per Gela, sono state concesse le autorizzazioni ambientali, regionali e nazionali, necessarie per rafforzare la sicurezza degli impianti. Convocherò – conclude il governatore – immediatamente l’Eni, l’Asp, l’Arpa, l’assessorato alla Salute e al Territorio e Ambiente per giovedì prossimo, per approfondire le ragioni di questo ennesimo incidente ambientale, su quali investimenti immediati intende promuovere la raffineria per risolvere la situazione in maniera definitiva”.

Donna e bimbo cadono nel fiume Mella nel bresciano: sono gravissimi.

Valle_Trompia_Fiume_Mella_tuttacronaca

Sono in condizioni disperate la donna e il bimbo, di origine indiana, che sono stati soccorsi nel fiume Mella del bresciano. Secondo una prima ricostruzione sarebbe stato il bambino a scivolare per primo nelle acque del fiume e la mamma non avrebbe esitato a buttarsi nel tentativo di aiutare suo figlio. E’ probabile che la donna non sapesse non nuotare e la corrente del fiume in quel punto è molto forte.

Ecco un viaggio all’interno del paradiso terrestre di Singapore: Zoo Safari!

safari-night-animali-zoo-singapore-tuttacronaca.jpg

Al River Safari fauna selvatica nel proprio habitat naturale.  È costruito su 12 ettari ed è diviso in due sezioni, lo Zoo di Singapore e il Night Safari . Lo zoo è caratterizzato dalla “libertà” di cui godono gli animali potendosi muovere liberamente nell’area, mentre di sera è possibile prendere parte al Night Safari che porterà alla scoperta della vita notturna degli animali. E ‘ anche il primo zoo safari asiatico che comprende gite in barca sul fiume per collegare i diversi poli di attrazione turistica. Ogni sistema ecologico e’ stato studiato per fornire un’esperienza piu’ realistica possibile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Case in vendita… ora tocca a “Il Grande Freddo”

casa-vendita-grande-freddo-tuttacronaca

Ci vogliono quasi 4milioni di euro per acquistare la villa di Beaufort, nella Carolina del Sud, dove fu girato il film cult del 1983 “Il grande freddo”. L’abitazione, diventata negli anni una meta turistica per i numerosi fan del film diretto da Lawrence Kasdan, è stata messa in vendita al prezzo di 4,5 milioni di dollari. La villa, conosciuta come Tidalholm, fu costruita nel 1853 in stile italiano nei pressi del fiume Beaufort. Qui fu girato anche il film del 1979 “Il grande Santini” .

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abitare nel… fiume!

shtepialume- Milija Mandic- serbia-tuttacronaca

Una bella casa… costruita in mezzo al fiume Drina in Serbia dal suo attuale proprietario, Milija Mandic, nel 1968. La casa sicuramente ruba l’occhio, ma oltre ad essere poco pratica è molto soggetta alle bizze del tempo: Mandic, l’ha dovuta ricostruire già sei volte a causa delle tempeste e le inondazioni che la distruggevano.

Suini morti nel fiume Huangpu… l’acqua di Shanghai può essere contaminata! Allarme.

maiali-pig- contaminazione-  Huangpu- cina-shanghai-tuttacronaca

Da sabato pomeriggio sono stati recuperati i corpi di più di 900 suini nel fiume Huangpu di Shanghai. L’allarme era scattato dopo che alcuni maiali morti erano stati visti galleggiare sulle acque. La situazione è grave, si teme un contagio per la popolazione perchè i corpi sono stati avvistati anche nella regione Songjiang, a monte del fiume Huangpu che è da sempre una fonte di acqua potabile per i residenti di Shanghai. L’autorità idrico della città ha lanciato l’allarme, ma immediatamente lo staff presidenziale ha rassicurato la popolazione dicendo che la qualità dell’acqua non è stata colpita. Tuttavia si apprende che l’autorità idrica ha avviato procedure speciali di disinfezione dell’acqua potabile e hanno rafforzato le analisi dell’acqua per monitorare la potabilità ed evitare epidemie.

La commissione dell’Agricoltura di Shanghai sta effettuando analisi anche sui suini morti e sta accertandone la provenienza, ma al momento non ci sono ipotesi che possano spiegare il fenomeno. Tuttavia, dato l’enorme numero di maiali morti, le autorità locali, stanno ancora provvedendo a recuperare i cadaveri dal fiume per evitare ulteriori contaminazioni.

A spasso sul Tamigi si fan strani incontri…

top_article_d1ddfbdc417e0b4c_1361963720_9j-4aaqsk

A spasso sulle rive del Tamigi può capitare di fare incontri interessanti. Lo sa bene Mischa, un Golden Retriever, che passeggiando con i suoi padroni Nicola White e David Nolan si è imbattuto in una foca. Dalle acque del fiume londinese è infatti sbucato un esemplare di mammifero curioso che ha cercato di fare amicizia con il bel Labrador. Il video dell’incontro ravvicinato tra le due specie sta diventando un must sul web per tutti gli amanti degli animali.

Bimba rom cade nel Tevere… è grave!

BabyWater

È caduta nel Tevere mentre giocava sulle sponde dove al sua famiglia ha una baracca di fortuna. Una bimba rom di 14 mesi è ricoverata in condizioni gravissime al San Camillo. La disgrazia giovedì sera sotto ponte Testaccio. La piccola ha subito un arresto cardiaco ed è ora monitorata dai medici della terapia intensiva. A soccorrere la piccola il padre, romeno, come la madre. I due non si erano accorti che la bimba si era spinta fin sulle rive del fiume.

La Senna in quattro salti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Attraversare la Senna, a Parigi, non è mai stato così divertente. L’Atelier Zundel Cristea, uno studio di architettura parigino, ha ideato il progetto di un ponte a tappeti elastici. Il divertimento è assicurato, se dobbiamo giudicare dalle foto dei parigini saltellanti! La struttura è composta da tre grossi moduli gonfiabili di 30 metri di diametro con al centro dei tappeti elastici. La base dell’idea è stato sfruttare il concetto di spostamento come gioco, ma per ora si tratta solo di un progetto, e non sappiamo se e quando vedrà mai la luce. Anche perchè si rischierebbe di cadere in acqua o urtare un altro “pedone saltante”!

Perchè non lo adottiamo per il ponte dello stretto di Messina?
Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: