SuperMario ci ripensa: si torna alla cresta e ai diamanti

balotelli-cresta-tuttacronacaEra ottobre quando Mario Balotelli decideva di “dare una svolta” alla sua vita a iniziare dal look: via la cresta, gli orecchini di brillanti, cambio anche di abitazione e tanti saluti all’amata Ferrari. La decisione era arrivata al termine di un vertice con Galliani e Raiola e, all’epoca, si parlava anche di affiancare un tutor all’attaccante rossonero. Ora il giocatore è tornato sui suoi passi e cresta e orecchini sono tornati a fare la loro apparizione. Lo dimostrano le foto che lo stesso Balo ha postato sul suo profilo Twitter accompagnate dal commento: “Appena finito il mio taglio di capelli, ora vado a casa a dormire. Amos è il miglior barbiere”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Balotelli coinvolto in un incidente automobilistico

Mario-Balotelli-incidente-tuttacronacaNon è certo il migliore dei periodi questo per Mario Balotelli. Solo ieri il giocatore aveva deciso di cambiar vita: via la cresta, gli orecchini di diamanti, la villa e anche la sua amata Ferrari. E oggi si trovava a bordo di un’auto aziendale della società rossonera (anche se ancora non è certo, visto che c’è chi parla dell’Audi dell’attaccante), diretto a Brescia per trovare la sua famiglia, quando è stato coinvolto in un tamponamento in autostrada. Al momento non sono ancora conosciute dinamiche ed entità dell’incidente, ma il giocatore non ha riportato conseguenze. A darne la notizia Sport Mediaset, su comunicazione fornita dal Milan, che si è limitato a confermare l’incidente stradale, senza tuttavia fornire aggiornamenti né sullo stato di salute del numero 45 né sull’entità dei danni.
balo-tweetOvviamente una simile notizia non poteva passare inosservata e la rete si è subito attivata: ecco allora che in Twitter è comparso l’hashtag #Balotelli. Una prima, istintiva preoccupazione a sentir parlare di un incidente automobilisco è poi scemata quando si è saputo che si trattava in realtà di un tamponamento. Le condizioni di salute non sono ancora state accertate, ma c’è già chi fa dell’ironia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vita nuova, look nuovo! La svolta di Balotelli

balotelli-nuovo-lookI media e i tifosi (rossoneri e non) gli stanno sempre addosso? E SuperMario cambia vita! Dopo le polemiche per le ultime balotellate, come il litigio con l’arbitro che gli è costato una squalifica di tre giornate e il tweet infelice dove negava di essere un simbolo anticamorra, senza contare le lamentele per il volo in ritardo dopo la partita della Nazionale e la manata alla telecamera all’arrivo in stazione a Napoli, dopo un vertice a Milanello con Galliani e il suo procuratore Raiola, l’attaccante ha deciso di dare una svolta alla sua vita. E visto che tagliare i capelli è visto come un simbolo di cambiamento… ha detto addio alla sua cresta. Non solo, si è tolto gli orecchini di brillanti, rinuncerà alla sua Ferrari e anche alla lussuosa villa di Limido Comasco, optando per un più sobrio appartamento a Milano. Via quindi a tutti i simboli che l’hanno caratterizzato, il tutto sotto consiglio di Raiola, per stare più vicino ai compagni di squadra. Il “nuovo Mario” non sarà neppure affincato da un tutor, come s’ipotizzava negli ultimi giorni. Da domani si ricomincia. Tra gli obiettivi, anche dimenticare la sconfitta di oggi contro il Parma.

Raiola furioso con i media: stop con le invenzioni su Balotelli

balo-raiola-tuttacronacaContinua a far parlare di sè l’agente dei calciatori Mino Raiola. Se qualche giorno fa aveva dichiarato che SuperMario potrebbe non terminare la sua carriera in Italia, oggi non solo ha rimarcato di voler riportare Balotelli fuori dai confini nazionali, ma si è anche sfogato contro la stampa, colpevole di rendere impossibile la vita del giocatore. La “notizia” di troppo è quella che racconta di un tutor per il suo campione, un ex poliziotto del G8 che il Milan avrebbe ingaggiato per riportare il rossonero in carreggiata. Il procuratore sportivo ha parlato di pura invenzione mediatica e ha anzi dichiarato guerra annunciando che alla prossima falsità pubblicata dai giornali, scatterà la denuncia.

Per Balotelli non ci sono tutor, questa è un’invenzione dei media. Il Milan non ha messo alcun tutor, è una cosa che non permetterei. Se viene ancora detta questa cosa del tutor, io passo alla denuncia. Forse ho sbagliato a riportare Mario in Italia, non so come faccia a sopportare questa pressione 365 giorni l’anno.

Insomma, per Balotelli il copione resta lo stesso di quando era al Manchester City: Mario continua ad essere bersagliato dai media in ogni aspetto della sua vita. Del resto il calciatore ha sempre tenuto comportamenti abbastanza eccentrici da richiamare l’attenzione su di sè, anche se alcune volte le notizie, effettivamente, non c’erano. Con un simile atteggiamento di entrambe le parti, non sarà facile uscire dal circolo vizioso e Raiola ha predicato tranquillità da parte della stampa, aggiungendo che la situazione ha risonanza anche all’estero, dove la bella figura non la fa nessuno. L’agente ha quindi ribadito che se Balotelli dovesse lasciare il Milan perché non riesce a condurre un’esistenza normale sarebbe davvero “una brutta cosa”.

Obiettivo numero 1 della Juve: ritrovare la fame

juve-tuttacronacaHa parlato agli azionisti bianconeri ieri Andrea Agnelli e, tra i tanti temi toccati, anche la situazione della squadra. “Dobbiamo scegliere se vogliamo giocare delle belle partite oppure vincere la Champions League”. Il presidente ha chiesto ai suoi di essere “meno ingenui e più cinici, perché a livello europeo certe ingenuità si pagano care. Vedi il Real, una partita che potevamo portare a casa”. L’eventuale mancato accesso agli ottavi di Champions non sarebbe vissuto come un dramma: “Abbiamo considerato questo scenario. L’Europa League rappresenterebbe comunque un’opzione importante (soprattutto quella di giocare la finale 2013-14 in casa, allo Juventus Stadium; ndr). Gli investimenti del nostro piano quinquennale, comunque, non cambierebbero”. Oggi è Antonio Conte a rispondere tirandosene fuori: “Agnelli ha voluto dare un segnale a tutti, nessuno escluso. Ma io non mi sento assolutamente toccato dal suo discorso”. E spiega: “Agnelli ha parlato a tutti, ma c’è chi sta facendo girare la macchina a tremila anche quest’anno”. Del resto: “E’ da agosto che ribadisco che vincere sarà molto difficile, perché dopo due anni vincenti subentrano situazioni psicologiche inconsce e magari capita di dare qualcosa per scontato. Sono contento di aver anticipato quello che ieri ha rimarcato Agnelli. Gridare ‘al lupo, al lupo’ già da qualche mese ha permesso alla squadra di iniziare un percorso importante”. La questione quindi, è se davvero sia giusto vincere anche a costo di giocar male. “No, le sue parole non sono state interpretate correttamente. Agnelli voleva dire che preferisce giocare male e vincere una partita importante, come quella di Madrid, piuttosto che uscire tra gli applausi ma da perdenti. Io non trovo altra via per vincere se non quella di giocare bene. Non può che essere questo il nostro motto, la nostra filosofia. Noi miriamo in alto, alla vittoria finale. E per arrivarci non si può proprio prescindere dal bel gioco”. Il ct chiama in causa anche i tifosi che devono “ritrovare l’entusiasmo che avevano al mio primo anno, quando la squadra veniva da due settimi posti”. Per ritrovare se stessa, la Juve ha prima bisogno di recuperare il suo dodicesimo uomo: “Oggi siamo tornati un po’ a teatro. Serve quella verve, quella fame, quell’entusiasmo che avevamo quando gli undici giocatori in campo e il pubblico sugli spalti assalivano gli avversari”. E se ieri Beppe Marotta aveva dichiarato che separarsi da Conte “sarebbe da folli”, l’allenatore punta il dito contro quella critica che “prova a destabilizzarci sostenendo che io sia ai ferri corti con il direttore o con la società. Qualcuno prova a sfasciare tutto. Non si vuole che la Juve vinca ancora”. E insiste: “Abbiamo creato una piccola macchina da guerra che ha vinto quattro trofei abbattendo pure i costi  –  prosegue il tecnico bianconero -. Abbiamo conquistato quasi tutte le competizioni alla quali abbiamo partecipato. Fare di più, secondo me, era impossibile. La Juve ha ritrovato grande appeal internazionale, ma sappiamo che nel calcio quello che si fa non basta mai”.

Josè Mourinho sul tutor di SuperMario: per lui divertimento assicurato

balotelli-mourinho-tuttacronacaJosè Mourinho Supermario lo conosce bene, dai tempi del triplete dell’Inter e, venuto a conoscenza del fatto che il suo ex attaccante sarà affiancato da un tutor, non risparmia una battuta: “Mario Balotelli è un ragazzo fantastico e la mia idea è che il tutor con lui possa solo divertirsi. Non so quale sia il suo compito, ma di sicuro con un ragazzo pazzo e scatenato come lui non si annoierà mai”. Ma l’ironia del Mou non si limita al rossonero, lo Special One parla anche di Ferguson: “Tutti parlano del suo libro. Ogni giorno esce una storia. Se continua così, nessuno lo comprerà più. Fatemelo leggere prima di commentare”. Parole serie, le dedica al tema de razzismo: “Yaya Toure ha tutta la mia simpatia e solidarietà. I miei valori sono noti. La maggior parte delle persone che frequentano gli stadi sono perbene, ma purtroppo c’è una minoranza che si comporta in modo incivile. Rispetto la sua opinione sul boicottaggio del mondiale in Russia, ma non la condivido. I giocatori neri sono importanti e la storia del calcio dimostra che la loro presenza in un evento planetario come il mondiale è fondamentale. Yaya? Un calciatore straordinario. Il calcio sta facendo di tutto per debellare il fenomeno, ma la battaglia deve cominciare nelle case, in famiglia e nelle scuole”.

Balotelli e l’ex poliziotto del G8

balotelli-ferri-tuttacronaca

Arriva il tutor di Mario Balotelli. E’ Filippo Ferri l’ex capo  della squadra mobile di Firenze, dirigente di polizia implicato nel caso del G8 di Genova, e figlio dell’ex ministro dei lavori pubblici, che già da tempo era responsabile della sicurezza del club. Ora serve solo l’avallo del procuratore Raiola, mentre si attende l’arrivo di una persona già individuata che possa diventare il vero tutor di Mario Balotelli per evitare che il giocatore possa andare in escandescenza o scrivere twitter “sorprendenti” come quello che aveva fatto pervenire in occasione della partita dell’Italia a Napoli.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: