L’Estate Romana e l’Isola del Cinema: domani Mr Teddy e Travaglio

Lisola-del-cinema-estate-romana-tuttacronaca

Ormai si sta entrando nel cuore degli appuntamenti dell’estate romana e degli appuntamenti che l’isola del cinema riserva in questo inizio di luglio anomalo a Roma dove la mattina si soffoca e nel pomeriggio piove. Domani 11 luglio tra gli ospiti della XIX edizione de L’Isola del Cinema ci sarà anche Sergio Castellitto. L’attore e regista interverrà insieme a Margaret Mazzantini, nel corso di una serata organizzata in collaborazione con la Molise Film Commission sul tema Il cinema italiano tra crisi economica e identità culturale, all’interno della quale è prevista la proiezione dell’ultimo film di Castellitto, Venuto al mondo, con Penelope Cruz ed Emile Hirsch. Alle 22 nello spazio dedicato agli incontri letterari a cura della casa editrice E/O Estate, un dibattito nell’ambito del Festival delle Storie alla presenza dei giornalisti Marco Travaglio e Vittorio Macioce.  Sarà un’occasione in cui Marco Travaglio si confesserà, racconterà la sua storia, il suo sguardo sull’Italia, i suoi punti di riferimento, gli anni da “apprendista” con Montanelli, le scelte, le rinunce, i suoi sì e i suoi no, i nemici e i compagni di viaggio. Al centro ci sarà però l’altro tema portante della serata: la Ciociaria con i suoi gioielli culturali e artistici. La serata è infatti una delle tante serate a tema riservate a “Ciociaria in festival”, le cinque manifestazioni su cui punta la Camera di Commercio di Frosinone per promuovere nella Capitale, all’Isola del Cinema, l’immagine del territorio, rafforzare l’identità, attrarre turisti e distribuire ricchezza.

mr-teddy-isola-del-cinema-estate-romana-tuttacronaca

Contemporaneamente all’interno della Sala Cinelab Groupama, si terrà la proiezione del film Mr. Teddy di Rocco Manuel Spezio, Samuele Sestieri, Eliseo Acanfora, Lorenzo De Liberato, Niccolò Giorgi, nell’ambito della Rassegna Opere Prime e Seconde, a cura di Francesca Piggianelli. A presentare il film nella Sala CineLab saranno gli stessi registi. È prevista anche la presenza del cast artistico composto da Svetlana Kevral, Massimo Bonetti, Alessia Barela, Barbara Folchitto, Fabrizio Milano, Antonio Merone, Manuel Rufini. eccezionalmente accompagnati in questo progetto sperimentale da Valeria Valeri e dal maestro Carlo Lizzani.

Il lungometraggio racconta delle vite parallele di diversi personaggi che, animate da ambizioni e segnate da disagi, inevitabilmente s’intrecciano, condividendo luogo e tempo, proprio il giorno della presentazione di Mr. Teddy, nuovo prototipo di orsacchiotto parlante.

Come nasce il progetto Mr Teddy? Prodotto dall’ACT Multimedia di Cinecittà, all’interno di percorso formativo che ha voluto rendere un anno accademico una vera e propria esperienza lavorativa seguendo tutto l’iter produttivo di un film, a partire dalla fase di ideazione.

Scritta ad otto mani, la sceneggiatura ha avuto un periodo di gestazione di circa dieci mesi. Prendendo a pretesto un orizzonte di genere prossimo al thriller, la tipologia narrativa si rifà al modello americano del multiple storyline movie: più storie intrecciate nell’unità di tempo e in questo caso anche nell’unità di luogo. La caparbietà e l’ostinazione del gruppo di lavoro hanno consentito di portare a termine il progetto Mr. Teddy che ha incontrato non poche difficoltà. Un film, questo, realizzato da soli studenti Diplomandi dell’Accademia di Cinecittà: specificità che, insieme all’atipicità del film stesso, rende questo coraggioso esperimento al quanto unico nel panorama produttivo italiano.

L’Estate Romana: dal Tevere alla procura

tevere-banchine-tuttacronaca

Quella bella estate romana… che finisce sotto la lente della Procura. La denuncia parte dal consigliere uscente del I Municipio  Nathalie Naim che aveva accusato la subconcessione delle banchine tiberine a prezzi d’oro… ora arriva la conferma dei tre fascicoli che sono stati aperti contro le società che gestivano gli eventi romani. Sono le associazioni “Gli amici di Trastevere”, la “XIII Società cooperativa sociale” e la ditta “Alessandro Buzzi” nel mirino dei pm Francesco Dall’Olio, Santina Lionetti e Simona Marrazza che dovranno verificare se sono state rispettate tutte le modalità di concessione. Quello che sicuramente desta qualche perplessità sono i prezzi di assegnazione bassi e la successiva decisione degli organizzatori di subappaltare la concessione ad altri imprenditori. Ed è stato proprio questo il terreno di scontro su cui insiste il consigliere Naim:  “I concessionari in questione non possono subaffittare i loro spazi. Le banchine tra l’altro, pagate a prezzi da elemosina, sono state date in subconcessione a decine e decine di altre società o associazioni a prezzi esorbitanti, con guadagni considerevoli”. E poi continua: “Finalmente la magistratura si è attivata – prosegue Naim – ma lo hanno fatto anche alcuni imprenditori che ho denunciato e che hanno deciso di querelarmi. Le mie segnalazioni si basano sulle carte acquisite che attestano le subconcessioni in questione, su quanto comunicatomi dalla polizia giudiziaria che ha svolto le indagini e su quanto accertato nei sopralluoghi con testimoni”.

Eppure il verbale  del tavolo tecnico della Regione Lazio del 24 aprile 2012 era stato chiaro. Aveva delineato dettagliatamente in materia di autorizzazioni, permessi e nulla osta che sarebbero dovuti essere “inderogabilmente accordati dai competenti organi preposti – si legge – unicamente in capo al titolare della concessione rilasciata dalla Regione Lazio, configurandosi altrimenti la subconcessione o la sublocazione a terzi o il subentro non autorizzato nella titolarità della concessione assentita, con il consequenziale immediato avvio del procedimento di decadenza”.

E questa estate che succederà?

Le concessioni sembra che non siano state revocate e le stesse manifestazioni sulle banchine del Tevere sono state nuovamente autorizzate. La decisone è stata presa al tavolo congiunto Mibac-Comune.

Si spera almeno che però non venga più superato il limite acustico che spesso a disturbato l’ospedale che sorge a pochi metri dalla kermesse. I rilevamenti fonetici operati dalla stessa consigliera hanno registrato lungo tutto il fiume valori che oscillavano tra i 70 e i 90 decibel, violando sistematicamente il tetto massimo previsto di 55. Valori confermati anche dall’Arpa Lazio per l’estate 2011: un documento attestava che molti locali erano senza il nulla osta per l’impatto acustico.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: