Mussolini e donna Rachele fanno “visita” a Villa Carpena

DUCE-villa-carpena-tuttacroanca

Il rapporto dei cacciatori del paranormale non arriverà prima di fine mese, ma uno dei cacciatori di fantasmi, Andrea Pugliese, che ha partecipato alle rilevazioni all’interno di Villa Carpena, a pochi chilometri da Predappio, non ha dubbi : “In uno specchio c’era l’immagine del duce e si sentivano i suoi passi pesanti”. Assieme allo spirito del dittatore anche quello di donna Rachele.

“Abbiamo fatto rilevazioni di notte, quando la villa era vuota – dice ancora Pugliese – si sentiva profumo di incenso e un odore forteprovenire dalla cucina dove donna Rachele preparava da mangiare. Ci sono indizi consistenti che parlano dello spirito della moglie di Benito Mussolini, fino all’ultimo giorno della sua vita signora della villa”. Infatti, ”dalla prova dello ‘spunto quantico’, ovvero interagendo con l’entità attraverso qualcosa che i personaggi hanno fatto nella loro vita, sono arrivate risposte sorprendenti”.

L’esperimento è stato singolare: ”A villa Carpena abbiamo diffuso un audio con i discorsi di Ciano, presi da un cinegiornale dell’istituto Luce”. Dopo che è partita la voce del genero di Mussolini, il sensitivo, che secondo la tradizione staraciana ha dato del ‘Voi’ a donna Rachele, ”ha chiesto se lo spirito della donna fosse presente in villa. Una torcia elettrica, tenuta svitata e appoggiata sul tavolo, si è accesa da sola. Mentre si udiva Ciano, si accendeva e spegneva continuamente, segno di fastidio per quella voce”. Non solo. ”Sulla moto del Duce, la termocamera ha rilevato tracce di calore sul manubrio e sul pedalino”.

”Quando stavamo montando l’attrezzatura, abbiamo sentito una ostilità – racconta ancora Pugliese – c’era una presenza forte che ha riempito l’aria a lungo. Orazio Daniele, il sensitivo del nostro gruppo, si è sentito anche strattonare. Poi, iniziate le indagini, l’atmosfera si è fatta più calma, come se fossimo ben accetti. I proprietari e tanta gente sentono qualcosa in casa. C’è chi dice di aver preso calci sotto il tavolo della cucina. Noi abbiamo voluto vederci chiaro”.

Ora si attende il rapporto dei Ghost Hunter  di Padova per sapere quali altre presenze autorevoli si aggirano tra i muri della Villa. Chissà se questa scoperta porterà più visitatori nella “casa dei ricordi”.

Giallo al Tiburtino, torna il Duce a testa in sù!

cartellone-duce-tiburtina-tuttacronaca

Un’agghiacciante foto questa mattina è stata rinvenuta su un cartellone davanti a un palazzo abbandonato del Tiburtino. L’immagine è quella dell’impiccagione del Duce che è stata però appesa capovolta e quindi Benito Mussolini non appare a testa in giù ma al contrario. Naturalmente il fatto a suscitato scalpore e polemiche.

Foto di Cecilia Fabiano (ag. Toiati)

 

Mussolini creò la prima comunità gay?

isole-tremiti-tuttacronaca

Sicuramente non era nelle intenzioni del Duce creare la prima comunità gay, ma fu quello che avvenne quando Mussolini decretò il confino degli omosessuali alle isole Tremiti.

A riportare alla memoria di quanto successe nell’isola durante il fascismo è stato il libro “La città e l’isola”, scritto da Gianfranco Goretti e Tommaso Giartosi, due ricercatori e attivisti, compagni anche nella vita.  La storia racconta che sull’isola finirono in particolari omosessuali di Catania, spedinti al confino fin dal 1938 dal locale prefetto che voleva bonificare al città dall’immoralità. A differenza di altre isole però, l’isola di San Domino nell’acipelago delle Tremiti ospitò esclusivamente omosessuali. Il fascismo non scrisse mai leggi contro gli omosessuali, anche perché avrebbe significato ammetterne la presenza che invece veniva ben celata. Sull’isola, però, quegli omosessuali scoprirono un effetto involontario di quella politica, perché a parte le condizioni scomode dell’alloggio e il coprifuoco alle otto di sera,  godevano di libertà impensabili altrove nel paese, potevano anche vestirsi in abiti femminili e nessuno diceva niente, tanto che alcuni rimasero dispiaciuti quando, alla fine della guerra, furono trasferiti ai domiciliari alle loro residenze, dove propabilmente se la passavano peggio.

Quindi sembra proprio che involontariamente Mussolini creò una comunità gay in Italia!

In marcia contro il Duce! 500 a Cesenatico contro il busto di Mussolini

Il comune vorrebbe esporre i busti di Benito Mussolini e Vittorio Emanuele II, ma Cesenatico protesta.

40787

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: