Larry Shippers e “Crazy About One Direction”

larry-shippers-tuttacronaca

Si sarebbero suicidate almeno 42 Directioners dopo la messa in onda del documentario “Crazy About One Direction” che presupponeva non una semplice amicizia tra Harry Styles e Louis Tomlinson, ma una vera e propria relazione. Così alcune ragazze della frangia più estrema delle fan che si fa chiamare Larry Shippers, quella che spesso è anche attaccata da altre Directoners, si sarebbero suicidate dopo la visione dello speciale sui loro idoli. Se la notizia fosse confermata avrebbe davvero dell’incredibile e lascerebbe sconcertati. Non è certamente la prima volta che alcuni fans si suicidano per i loro idoli, ma questa volta a far scattare un suicidio collettivo sarebbe stata una semplice supposizione esposta in un documentario su una voce che da tempo circola all’interno del mondo musicale giovanile, ma che non è mai stata provata.

Da ieri sera, dopo la fine del documentario, Twitter è animato da due trending topic: #ThisIsNotUs, che richiama il prossimo film dei One Direction per sbugiardare quanto detto nel documentario di Channel 4, e #RipLarryShippers, che non lascia molto spazio all’immaginazione.

Liam Payne, uno dei componenti dei One Direction, è intervenuto dal suo profilo Twitter ufficiale dichiarandosi preoccupato per ciò che stesse succedendo e invitando le ragazze a non farsi traviare da ciò che dichiarano i documentari non ufficiali.

Da One direction a giocatore, Louis Tomlinson, firma con squadra di serie B

louis tomlinson-1d-tuttacronaca

Sembra quasi incredibile eppure Louis Tomlinson, star della boy-band One Direction, ha firmato per i Doncaster Rovers, squadra inglese in Championships (serie B).

”Un sogno che diventa realta”’, ha commentato il cantante, tifoso da sempre dei Rovers a cui è stata data una maglia personalizzata con il numero 28. ”Mi sento onorato di questa offerta – ha detto Tomlinson -. Per me ha un significato particolare perchè ho sempre fatto il tifo per questa squadra. Spero di poter aiutare il club e anche la charity Bluebell Wood’‘.

Poi il cantante è voluto tornare indietro con al memoria e ricordare quando lavorava come venditore di hamburgher e bibite allo stadio: ”Servivo hamburger prima e durante la partita, c’era un caos formidabile”.

E’ improbabile comunque che il manager del Doncaster, Paul Dickov, lo utilizzera’ in partite ufficiali: ”Ma la presenza di Louis accrescera’ il profilo del club, e’ una notizia fantastica. Dobbiamo ancora conoscere i suoi impegni ma mi aspetto di poterlo allenare a settembre”.

Si fingeva Harry Styles e convinceva le ragazzine a spogliarsi.

John-Eastman-Harry-styles-tuttacronaca

Si fingeva Harry Style se cercava di adescare ragazzine in rete e poi costringerle a spogliarsi. John Eastman, si collegava a skype usando il nickname Harry.Styles888 e esibiva, come foto profilo, il viso del celebre cantante.  A volte offriva biglietti per accedere ai concerti se le ragazzine accettavano di posare nude davanti alla webcam o simulavano atti sessuali. Sicuramente un modo molto ingenuo che però sulle ragazzine aveva una notevole presa, tanto che nell’archivio pedopornografico di Eastman figurano oltre 500 immagini di cui alcune anche di bambine di appena 5 anni. La polizia lo interrogò nel 2012, Eastman fu collaborativo e consegnò il computer, ma, poi, tentò anche di scappare in Virginia, ma la sua fuga durò poco e fu ricondotto nel Connecticut e arrestato. Ieri finalmente si è presentato davanti alla corte e a dichiarato che:

“La mia speranza era che la ragazza si facesse vedere in webcam e poi assumesse pose sensuali o eseguisse qualche tipo di atto sessuale a cui farmi assistere”

L’uomo non era la prima volta che era incriminato per queste accuse, per 10 anni il suo nome, infatti, era stato inserito nel registro dei colpevoli di reati sessuali, per un caso di violenza.

 

Harry Styles testimone di nozze al matrimonio di Anne: Isn’t She Lovely?

Anne Cox and Harry Styles

Giornata importantissima oggi per uno degli One Direction, Harry Styles. Il ricciolino del gruppo è stato il testimone alle nozze di sua madre, Anne Cox. I suoi genitori si sono separati quando Harry aveva solo 7 anni e oggi la donna, legatissima al figlio che la definisce “la mia roccia”, si è unita in matrimonio con Robin Twist, suo compagno già da anni e che il ragazzo considera un secondo padre.Ecco i tre, qualche anno fa… prima dei famosi ricci!

harry-styles-matrimonio-anne-cox22

E per onorare in pieno il matrimonio, ha accettato di essere il “best men” di Robin, ossia uno dei suoi testimoni. Accanto a lui anche Mike, il figlio che l’uomo ha avuto da una precedente relazione. Giornata importantissima quindi, fa festeggiare nel migliore dei modi. Tanto che Harry ha dedicato alla madre, lei che ha sempre sostenuto la sua passione per la musica, sin da prima del suo debutto a X Factor, la canzone “Isn’t she lovely”. Ovviamente le directiones sono impazzite al solo pensiero, ma noi abbiamo fatto di più ed abbiamo scovato il provino del cantante al Talent britannico… indovinate un po’ che brano ha presentato?

Aspettando Milano… gli One Direction hanno fatto sognare le fan a Verona!

one-direction-verona-tuttacronaca

Twitter ribolle dei ricordi delle directioners presenti ieri sera all’Arena di Verona per la prima delle due tappe italiane del Take Me Home Tour. E’ bastato che Harry dicesse “Questa è la città di romeo e giulietta. io sono Romeo, e voi siete tutte le mie Giuliette” per infiammare i cuori delle ragazzine presenti, che a loro volta hanno riversato “imperituro amore” sui cinque della bando anglo-irlandese. Posti in piedi in Paradiso? Ieri è stato così, un concerto che in migliaia ricorderanno come la notte più bella della loro vita, in cui hanno vissuto una passione travolgente ed inarrestabile che è volata in alto, sorretta dalle note e dalle voci di cinque ragazzi che sanno quello che fanno. X Factor è stata la loro palestra e la lezione è stata appresa: riempiono il palco e comunicano, giocano a far innamorare chi li ascolta e riescono a divertire. Niente effetti speciali, niente cori di meraviglia, nessun balletto predefinito: puntano sulla spontaneità e come effetti speciali spruzzano ogni tanto un po’ di fumo. E in tutto questo, l’attenzione è tutta per loro, il pubblico è incantato e canta con loro, tanto che durante Moments le uniche voci che si sono udite, ad un certo punto, sono state solo quelle delle directioners. Giocano facile gli One Direction: parlano d’amore e amicizia e riescono a far ballare ed urlare a squarciagola i presenti, senza interruzione. Questi 5 che potrebbero benissimo essere i ragazzi della porta accanto o i compagni di classe, che appaiono semplici e spontanei, sono riusciti anche a cacciare la pioggia e a Verona la nota stonata è stata solo una: in molte non sono riuscite a varcare i cancelli dell’Arena: proteste per per voucher non validi o problemi con i biglietti regolarmente acquistati. Pop, rock, dance, il tutto condito da amicizia e tanto amore: questa è stata l’Arena e, c’è da scometterci, a Milano, questa sera, si replicherà. Il gruppo sa di non essere solo:  “Voi avete reso possibile questo”, dicono di continuo, ringraziando, leggendo i tweet dal pubblico e rilanciandoli sugli schermi, scherzando in una “chicken dance” dal sapore improvvisato, seguita da una That’s amore abborracciata, dovuto omaggio all’Italia. E quando la festa finisce, gli occhi sono pieni di tutti quei momenti, i cuori saturi di gioia, la vita reale lontan anni luce. Perchè non saranno i Beatles, ma con le adolescenti di oggi ci sanno comunicare, eccome!

Gli One Direction sono arrivati: doppia data a Verona e Milano

one-direction-italia

Sono arrivati gli One Direction in Italia e le directioners non stanno più nella pelle: due tappe tutte per loro, oggi a all’Arena di Verona e domani al Forum di Assago di Milano. Biglietti sold out in dodici minuti dall’apertura delle vendite per il concerto della boy band che raggruppa Louis Tomlinson, Harry Styles, Liam Payne, Zayn Malik e Niall Horan. Il Take Me Home Tour, che in Europa è partito il 23 febbraio a Londra e terminerà il 29 maggio a Istanbul, emigrerà poi in Nord America, Oceania e Asia e sarà seguito, l’anno prossimo, da Where We Are Tour, che porterà il giovane gruppo anglo-irlandese, che ha iniziato la sua avventura nell’X-Fractor inglese, nei più grandi stadi di tutto il mondo. Ma le directioners made in Italy, dopo queste date, non rimarranno orfane a lungo: entro la fine dell’anno arriverà infatti anche il terzo album, caratterizzato da “un sound più rock ed estremo” nochè “il più maturo e personale” della carriera degli One Direction. Ma non è tutto: i cinque approderanno anche nei cinema il 5 settembre con This Is Us, film in 3D diretto da Morgan Spurlock: per scoprire chi sono davvero questi ragazzi da 12 milioni di copie.

E aspettando stasera? Le adolescenti italiane si accalcano ed i loro idoli twittano:

Liam: Verona are you ready for tonight though 🙂 exciteddd 🙂

Harry: Can’t wait to play Verona tonight. It could rain. Which would make things interesting.

Niall posta anche una foto sul suo profilo: The best scenes I’ve seen! Oh my god! Best fans on the planet is an understatement

Le directioners li amano? Questa è la prova!

 

one-direction-folla-verona

Una volta c’erano i Beatles e i Rolling Stone!

selvaggia-lucarelli - tuttacronaca

“Cristina Parodi, la donna che lanciava le ultime news sulle Torri Gemelle, implora un cantante di 19 anni idolatrato dalle bimbeminkia di tutto il modo che solo su Twitter conta 11 milioni di followers, di fare ciao con la manina alla figlia. Tra l’altro, ignorando il pericolo a cui ha esposto la ragazzina, perché se per caso Harry avesse deciso di accontentarla, probabilmente la povera Angelica oggi avrebbe dovuto cambiare identità come i testimoni di mafia e finire il liceo a Santo Domingo. Cristina non sa, infatti, di cosa sono capaci le adolescenti di oggi. Non sa che le bimbeminkia dei nostri giorni, sono capaci di farti pagare il privilegio di salire sul palco e abbracciare Bieber o un altro di questi sex symbol col Topexan sul comodino, con persecuzioni e minacce degne di Al Queda. Non sa cosa sia il cyberbullismo, non sa che il mondo degli adolescenti si divide in Bielebers, Directioners, Selenators/gomeziani e boiate varie e che queste ragazzette il cui grado di isteria se il loro idolo resta in canotta è pari solo a quello di Bersani alla sua seconda salita al Colle, stanno solo perdendo tempo. Piangono, si disperano, litigano e si abbrutiscono in risse virtuali…”

In un post del Blog Selvaggia ritrae i giovani d’oggi classificandoli e incasellandoli, come idioti, superficiali, bulli e chi più ne ha ne metta… Il che è una riflessione condivisibile se si legge twitter e si seguono gli hashtag più popolari… ma vi siete ma seduti a parlare con quelli che erano fans dei Beatles o dei Rolling Stones? Sicuramente il livello musicale era di un altro spessore, meno effetti speciali, più musica (di quella mitica, di quella vera, di quella che con due accordi ti porta nel “Nirvana” dove poi abbiamo incontrato il grunge di Kurt Cobain)… ma avete mai assistito a quei discorsi che durano intere serate in cui John Lennon è lì seduto di fianco e probabilmente se la ride alla grande dietro quei suoi occhiali tondi… o Mick Jagger che si materializza in una canzone, quella sua voce che esce dal video di YouTube e subito i veri estimatori che gridano allo “stupro” di quella voce che solo un live può restituire in potenza e in emozione… Insomma la musica si sà che è qualcosa di pancia, di irrazionale a volte, di sovraumano… nessuno può giudicare i miti altrui… nessuno può violare l’adolescenza e le forti passioni… che poi sono sempre gli adulti a enfatizzare i fenomeni, a distruggere i sogni, a ridimensionare le emozioni…

Possiamo giudicare la musica, ma non possiamo permetterci di uccidere la voglia di “eroe” che è in ciascuno di noi… anche in quelli cresciuti… in quelli che chiamate infantili e forse vogliono solo continuare ad avere lo sguardo appannato su un mito, piuttosto che vedersi il paludato politico di turno che sale al Colle sconfitto!

#StopFandoms: la guerra infinita in Twitter

#stopfandoms - tuttacronaca

#StopFandoms oggi impazza nella classifica degli hashtag di twitter. Uno pesce d’aprile ritardatario? Per la prima volta dopo tempi immemori non si parla di Bieber, One Direction o Haters? No! Non corriamo questo rischio, perché il tema del giorno è proprio “impedire” a queste fan in delirio di occupare la classifica. E così ancora una volta “se ne parla”, dal punto di vista di chi non capisce questo atteggiamento compulsivo da dipendenza da idolo. Certo, tutti noi abbiamo avuto qualche cantante che ci siamo portati nel cuore, possibilmente conserviamo ancora dischi, musicassette e cd, qualcuno avrà avuto il poster in camera ed altre avranno pensato “Sposerò Simon Le Bon”. Però, forse perchè non c’era twitter e per parlare con gli amici si usciva a far quattro passi, un simile accanimento di massa è difficile da ricordare. Fatto sta che anche oggi in rete si combatte! Si chiede alle ragazzine di ascoltare tranquillamente il loro idolo senza sentire la necessità di fare richiesta al suo cane di seguirla in twitter (sì, succede anche questo…) e di lasciare che il social sia un modo più costruttivo di trascorrere il tempo. Purtroppo, non sempre con grande diplomazia: come accendere la miccia se no?

Questi alcuni dei cinguettii che hanno attirato la nostra attenzione:

Ogni mattina un idolo si sveglia e si gratta il naso, Subito dopo il fatto è in TT. Poi sono gli haters a doversi fare una vita

Siamo tutti fan di qualcosa, ma non per questo ci sentiamo in dovere di urlarlo ogni santo giorno

Perché i TT tornino ad essere di tutto il paese

Vi attaccate un’etichetta addosso, altrimenti non vi sentite fan.

Sono tornate da scuola. Preparatevi alle minacce di morte, alla grammatica uccisa e a farvi dare degli “infantili/immaturi”

E le fan che rispondono, ora che sono rientrate da scuola e possono sbizzarrirsi?

ADESSO CREDONO CHE CI RITIRIAMO IN CAMERA A PIANGERE PERCHè HANNO FATTO UN HASHTAG CONTRO DI NOI AHAHAHAHAHAHAHAH POVERINI.

E la storia continua…

I pesci d’aprile di Styles e Bieber!

 Harry+Styles

Il primo pesce d’aprile riguarda Harry Styles dei One Direction, che è stato visto recentemente in uno studio di registrazione di Los Angeles. Qualcuno ha messo in giro la voce che il membro dei 1D stesse registrando un album solista, ma è stato lo stesso Harry a smentire la notizia fasulla “No, assolutamente. Ho perso una sessione di registrazione insieme ai ragazzi e ora sto recuperando a LA”.

Dal canto suo, invece, Justin Bieber non ha intenzione di cambiare sesso. Sì, questo è il pesce d’aprile che qualche sito web ha pensato per i Beliebers, raccontando che Justin avesse fatto domanda per sottoporsi ad un intervento chirurgico per diventare donna e che ultimamente si stesse facendo chiamare Justina.

Ora le fans saranno rassicurate Harry è sempre nei 1D e Justin non diventerà Justina!

justin-bieber-2012

ONE DIRECTION diventano testimonial del cibo spazzatura!

harry-styles-senza-maglietta-1

I One Direction sono i nuovi testimonial dei crackers Ritz e dei biscotti Oreo, saranno anche i protagonisti di una campagna pubblicitaria sui prodotti alimentari della Nabisco, sponsor del Take Me Home Tour negli Stati Uniti.

Alcuni giorni fa, Zayn Malik, Louis Tomlinson, Niall Horan, Harry Styles e Liam Payne hanno posato per un servizio fotografico e girato alcuni filmati che faranno parte della campagna pubblicitaria per Nabisco, in cui Harry e Niall in particolare hanno dimostrato il loro apprezzamento per i crackers Ritz, mentre Louis si è scoperto un amante degli Oreo.

Questa presentazione richiede JavaScript.


Harry ha esordito mordendo e leccando la confezione di Ritz e mentre si apprestava a spiegare la sua ricetta a base di Ritz, formaggio cheddar e sottaceti, Niall era intento a mangiare.

Giusto per incoraggiare al cibo spazzatura i giovanissimi fan?

 


Nel secondo video, Harry gestisce l’eterna sfida che si presenta quando si mangiano gli Oreo: meglio i biscotti o la crema? Mentre tra i One Direction vince la crema, Louis ammette di essere un grande fan degli Oreo in tutte le loro declinazioni, inzuppati nel latte e in versione milkshake.

 

Appagate le Beliebers arrivano le directioners!

one direction, directioners, biglietti, terza data, tuttacronaca

“Incredibile quanto un pezzetto di carta possa renderti felice o, allo stesso tempo, triste”. Questo è uno dei centinaia di tweet a commento dell’hashtag “#WeWantAnotherDateInItaly1D, creato dalle fan della boy band più amata del momento composta da Harry, Liam, Niall, Zayn e Louis, i One Direction.

Il tour del gruppo – “Take me home world tour” – farà tappa doppia in Italia a maggio all’Arena di Verona e al Forum di Assago ma il tutto esaurito ha lasciato letteralmente in lacrime centinaia di giovani ammiratrici che attendevano di ammirare dal vivo i propri idoli.

Per tante di loro si tratta di un vero e proprio “sogno infranto” e così hanno deciso di mobilitarsi su Twiter portando il loro hashtag ai primi posti tra quelli più utilizzati. “è la cosa più importante della mia vita” si legge sul social network. E ancora: “Chi siamo? Le directioners! E cosa vogliamo? Un’altra data dei ragazzi in Italia!” oppure “vorrei tanto stare sotto quel palco a cantare con loro e a piangere con la mia famiglia di directioners”.

E non solo chi è rimasto senza biglietto ha deciso di intervenire, come si legge nel social network: “io ho il biglietto ma siamo una famiglia,giusto? meritate tutte di vederli..so quanto ci state male”. C’è anche chi propone la possibile data per una terza tappa: “il 18 è libero, siamo troppe rimaste a casa, aiutateci vi prego con il cuore in mano”.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: