I Ligresti fuori e Fabrizio Corona resta in carcere!

fabrizio corona -carcere-servizi-sociali-tuttacronaca

Fabrizio Corona resta in carcere. La Cassazione ha respinto il ricorso con il quale il fotografo contestava l’ordinanza con la quale lo scorso 5 febbraio il tribunale di Sorveglianza di Milano aveva revocato l‘affidamento in prova di cui aveva usufruito per alcuni mesi. Corona quindi non potrà finire di scontare la condanna ai servizi sociali. L’ex fotografo dei vip, ex marito di Nina Moric ed ex compagno di Belen Rodriguez, è detenuto nel carcere di Opera, dove deve scontare la condanna per diversi reati a 7 anni, 10 mesi e 17 giorni di reclusione. Corona è stato condannato a 5 anni di reclusione per l‘estorsione al calciatore Trezeguet, a un anno e 5 mesi per tentata estorsione ai calciatori Coco e Adriano, a 1 anno e 6 mesi per detenzione e spaccio di banconote false e ricettazione di una pistola. I Ligresti per Natale invece sono fuori, dal carcere e dagli arresti domiciliari, unica pena l’obbligo di firma. 

Annunci

“La ricerca italiana sotto attacco”: l’accusa di Nature

pro-sperimentazione-animale-tuttacronacaIn Italia, gli scienziati si trovano a fare i conti con un grave problema: “Di fronte all’uso dell’emotività non abbiamo strumenti”. Al riguardo, nella rivista Nature è stato pubblicato l’articolo “La ricerca italiana sotto attacco” nel quale viene denunciato il fatto che “Gli ultimi due anni sono stati un periodo molto duro per gli scienziati italiani” aggiungendo che la legge sulla sperimentazione animale è uno degli ostacoli insuperabili, poichè in grado di “minare alle fondamenta quasi tutta la ricerca biomedica del Paese”. Ma gli scienziati non sono immuni dalle critiche, visto che secondo la rivista sono “colpevoli di non aver spiegato in termini adeguati i metodi e i fini della loro ricerca, facendo sì che false informazioni e sfiducia si diffondessero tra la popolazione”. Partendo da questo articolo, la senatrice Cattaneo ha scritto una lettera, pubblicata da Repubblica.it, non tanto per attaccare Nature, come spiega Giornalettismo, “quanto piuttosto per partire dalla denuncia per cercare udienza presso il parlamento e l’opinione pubblica e denunciare a sua volta il problema posto dalla nuova legge e da un Paese che procede sui temi scientifici a furor di popolo”:

Il mondo ci guarda esterrefatto. L’editoriale di Nature Neuroscience addita l’Italia come un esempio negativo a cui gli altri paesi occidentali devono guardare per evitare di fare la stessa fine.

L’oggetto della reprimenda è la legge sulla sperimentazione animale votata dal Parlamento italiano che, di fatto, fermerà ogni sviluppo della ricerca biomedica, nel senso che comporterà un peggioramento delle capacità di lavoro dei nostri gruppi di ricerca. Peggiorerà la loro capacità di attrarre con la forza delle loro idee finanziamenti stranieri: nostri soldi che andranno quindi alle ricerche – anche sugli animali – degli altri Paesi. Ebbene, se si cercano risposte sul perché molti giovani, scienziati ma non solo, fuggono dall’Italia, ecco la risposta.

Con queste leggi, il Paese non solo umilia la scienza e la cultura, ma umilia i nostri figli, suggerendo loro che il loro impegno e i loro studi a questo Paese non servono. Queste “non scelte” politiche lasciano frastornati i colleghi all’estero, abituati a lavorare con scienziati italiani internazionalmente stimati e competitivi. Ci chiedono: ma come è possibile che versi in condizioni così pietose il Paese dove lavorano Luigi Naldini, che a Milano ha messo a punto un’avanzatissima terapia genica che utilizza alcuni virus modificati, o Michele De Luca che con il suo Centro di Medicina Rigenerativa a Modena, insieme al San Raffaele, ha sviluppato trattamenti straordinari con staminali per due condizioni di malattia, oppure Giacomo Rizzolatti, un neuroscienziato che alla soglia della pensione ha sbaragliato la ferrea competizione dello European Research Council e che tutto il mondo ci invidia per la spettacolare scoperta dei neuroni specchio (usando scimmie) e che ora punta a capire l’autismo. Potrei andare avanti a lungo. Forse non tutti si rendono conto di quanto arido sia il nostro deserto.

Gli stranieri che ci offrono opportunità lontano da qui si chiedono perché continuiamo a restare. E si prendono i nostri giovani. Ma noi, meno giovani, continuiamo a sentire il dovere di restare e lottare, anche in nome di una Costituzione che prevede il diritto di fare ricerca. Avendo conosciuto, anche sulla mia pelle, lo sfacelo di leggi antiscientifiche, mi chiedo come l’Italia riesca ancora a dare alla luce a scoperte e scienziati così unici al mondo. Signor Presidente del Consiglio, Signor Presidente della Repubblica, non so dirvi per quanto resisteremo. Bisogna far qualcosa. Il Paese muore.

Pier Paolo Di Fiore, ex direttore dell’istituto di ricerca oncologica Ifom e professore all’università di Milano, spiega che una delle poche leggi approvate dal governo (ex) Larghe Intese va ad ostacolare la ricerca di nuove terapie contro il cancro: “Il problema riguarda gli xenotrapianti, ma anche i test di tossicità dei nuovi farmaci. In Italia un laboratorio su due, fra quelli che effettuano ricerca preclinica, vedrebbero il loro lavoro compromesso”.  Il tema è di quelli che scottano, visto che da una parte si schierano gli animalisti e dall’altra gli scienziati. E sono proprio questi ultimi, nella fattispecie tutti i direttori degli Istituti di ricerca oncologica in Italia, ad aver firmato la petizione della Federazione italiana scienze della vita. Ma in Italia si trova anche la raccolta di firme salvalasperimentazioneanimale.it che è stata scritta da migliaia di persone. La legge non è ancora entrata in vigore e l’unica certezza è che molti scontri tra le due fazioni si profilano all’orizzonte.

Smentita sul tentato suicidio di Corona: “Notizia falsa e priva di fondamento”

corona-smentita-tuttacronacaArriva la smentita, da parte di Federico, fratello di Fabrizio Corona, sul fatto che l’ex re dei paparazzi abbia tentato il suicidio in carcere, notizia che era stata diffusa dal settimanale Oggi. “I familiari e gli avvocati di Fabrizio Corona smentiscono categoricamente la notizia del tentato suicidio pubblicata questa mattina dal settimanale ‘Oggi’. La notizia è del tutto falsa e priva di fondamento”. Stando a quanto riportava la rivista il fotoreporter avrebbe tentato il suicidio nel carcere milanese di Opera, dove si trova detenuto, soffocandosi con dei cerotti. “La famiglia Corona precisa che verranno avanzate azioni legali nei confronti dei responsabili della pubblicazione”.

Fabrizio Corona tenta il suicidio in carcere!

 fabrizio-corona-tuttacronaca

E’ il settimanale Oggi a riportare la notizia che Fabrizio Corona sarebbe stato ritrovato in carcere con la bocca e il naso coperti di cerotti. Corona è stato ricoverato nell’infermeria del carcere di Opera, Milano, dove si trova detenuto il 19 ottobre scorso. Il personale medico lo ha soccorso estraendo i cerotti, medicando le ferite provocate dagli stessi e sedandolo. Secondo quello che hanno raccontato i familiari, Corona soffrirebbe molto in Carcere e non avrebbe ancora accettato la condizione in cui è costretto a stare. Sembra che ora le sue condizioni siano migliorate, anche grazie alla visita in carcere del figlio Carlos.

Più tardi, tuttavia, è arrivata la smentita da parte della famiglia dell’ex re dei paparazzi.

Miss Islanda apre le porte a tutti… anche alle 80enni e a qualche uomo!

miss-islanda-uomini-iscritti-tuttacronacaIn Italia c’è stato il boicottaggio di Miss Italia, con lo sfratto della kermesse dai palinsesti Rai e ora la guerra contro la mercificazione del corpo femminile si è spostata in Islranda, dove va in scena accompagnata da una buona dose di ironia. Infatti le attiviste per i diritti delle donne hanno preso la palla al balzo quando l’organizzatore, Raf Rafnsson, ha rivisto il regolamento spiegando che, dal momento che il suo è “un Paese moderno e aperto e non voglio che ci fossilizziamo sullo stereotipo della donna islandese alta 1,73, bionda e con gli occhi azzurri”, la gara viene “aperta a tutti”. Ecco allora che la contestazione colpisce… dall’interno! Tra gli iscritti appaiono anche la parlamentare socialdemocratica Sigribur Inbibjorg Ingadottir, aspiranti Miss di 80 anni, donne sposate, una donna pastore e anche qualche uomo. In totale, le domande di iscrizione sono 1300 e un’attivista, Hildur Lilliendhl, ha spiegato: “Volevo scendere in piazza – ha detto una nota attivista. Ma poi ho scelto la strada dello humour. E mi sono iscritta”. Con quella loro dichiarazione di “aperta a tutti”, gli organizzatori si sono complicati la gestione della vicenda e stanno facendo retromarci spiegando che la gara è aperta, ma restano i paletti fondamentali, tipo che le candidate devono avere tra i 18 e i 24 anni, non essere sposate e non avere figli. Ma tra le critiche arrivano anche le voci pro-manifestazione, come quella di Iris Jonsottir, reginetta nel 2011, che racconta: “Grazie a questo titolo ho potuto girare il mondo e conoscere tante ragazze. Questo concorso offre tante opportunità a una donna”.

La Minetti e la sua vita rovinata

minetti-nicole-vita-rovinata-tuttacronaca

“Non è un bel periodo. Per fortuna ho la mia famiglia accanto. Mio padre Antonio è quello a cui mi sorreggo quando impazzisco, mia sorella Angelica la mia confidente”, a parlare l’ex conigliera regionale della Lombardia in quota Pdl Nicole Minetti: “La politica? – ha dichiarato a “Chi” – Solo a pensarci mi viene il vomito. Nell’ultimo periodo per me era diventato un massacro quotidiano. Arrivavo in aula e dicevo a me stessa: ‘Vediamo oggi che cosa mi succederà?’. Ogni mia azione, anche la più stupida, suscitava una reazione. Reazione quasi sempre negativa, che ha scatenato una sorta di odio sociale nei miei confronti, almeno da parte di alcuni”.  Il vomito magari dovrebbe venire ai cittadini che hanno assistito a uno show di vallette mentre le loro vite andavano in pezzi. Quando arriverà la vergogna per persone che ancora osano rilasciare interviste (colpevoli anche i giornalisti a riportarle) dopo aver gettato una Regione nel baratro? Una Regione del nord vero motore propulsivo dell’Italia?

La sua vita, confida, non è semplice: “Ho 28 anni e vedo la mia vita rovinata – confida – la mattina mi sveglio e non so che cosa fare. Mi manca avere la testa occupata, mi manca il fatto di potere lavorare. Per questo potrei tornare a fare l’igienista dentale”, e sta scegliendo cosa fare in futuro “tempo fino a settembre, poi potrei pensare davvero di lasciare l’Italia per sempre”. Chissà quante persone l’hanno avuta una vita rovinata dal suo comportamento in Consiglio Regionale e la sua ignavia nel non pensare ai provvedimenti utili per una regione così complessa come la Lombardia. Dobbiamo veramente preoccuparci della sua di vita o di chi oltre a non aver un lavoro ha i problema di far fronte giornalmente alle esigenze della propria famiglia senza avere uno stipendio minimo che garantisca una vita dignitosa?

Sul flirt con Corona: “sogno di una notte di mezza estate. La ‘motorata’ in giro con Corona mi mancava, dovevo farmela e comunque a lui voglio un bene che non si spegnerà”.  fa piacere che un Consigliere regionale sia andato a farsi un giro in moto con un condannato per aggressione a pubblico ufficiale, estorsione e tentata estorsione, estorsione aggravata e trattamento illecito di dati personali, detenzione e spendita di banconote false e detenzione e ricettazione di una pistola e che sia indagato e sotto procedimento penale per  bancarotta ed evasione fiscale, corruzione, diffamazione, truffa e appropriazione indebita. Sono veramente amicizie da coltivare per un politico.

Infine Nicole non nasconde di essersi sottoposta a interventi di chirurgia estetica. “Ammetto di avere fatto qualche ritocco. Non sono come le mie colleghe politiche o dello spettacolo, che dicono: ‘Io sono come mamma mi ha fatto’. Tanto tra noi rifatte ci riconosciamo tutte. E quando la gente per strada mi urla ‘a rifattona!’, io sorrido”.

Speriamo veramente che decida di abbandonare l’Italia per sempre… e soprattutto che non faccia altre dichiarazioni che indignano un popolo italiano in crisi per l’incapacità e l’ignoranza dimostrata da una classe politica di cui la Minetti è una delle protagoniste più  indegne. Chi ci ripagherà dei danni fatti da consiglieri comunali di questo calibro?

Poi diamo la colpa a Grillo degli attentati? Sono persone come la Minetti che con le sue dichiarazioni istigano all’odio e alla violenza per l’ingiustizia sociale che rappresentano!

In fondo però non si può che provare pena per persone così sterili mentalmente e claustrofobicamente prese dal proprio egocentrismo che non riescono neppure a capire la situazione del paese dove vivono e le opportunità che si sono lasciate sfuggire per colpa della loro congenita mediocrità.

Confermata la condanna a Corona per bancarotta!

corona-bancarotta-frode fiscale-corte cassazione-tuttacronaca

Non c’è fine per le questioni giudiziarie di Corona. Arriva ora la condanna da parte della Corte  di Cassazione  che lo accusa di bancarotta e frode fiscale in seguito al fallimento della sua agenzia fotografica Corona’s. La Quinta sezione penale della della Cassazione ha infatti rigettato il ricorso presentato dai difensori del fotografo contro  la pena inflitta dalla Corte d’Appello di Milano nel giugno del 2012.

Dopo fuga, sembrano ormai lontani i servizi sociali per Corona!

fabrizio corona servizi sociali

La soap opera dal carcere… Corona ha passato una notte tranquilla!

baby-sweet-dreams

Leggi articoli correlati.

Il Portogallo dà l’ok all’estradizione di Fabrizio Corona!

fabrizio_corona_nonostante_le_manette_si_concede_una_sigaretta_ma_sempre_sotto_sorveglianza_bb8b

Leggi gli articoli precedenti.

Corona pronto per Natale! Arriva la statuetta da galeotto a Napoli.

BeFunky_ViewFinder_3h

Vedi articoli correlati.

Corona in manette… ed era ora!

BeFunky_ViewFinder_3d

Leggi gli articoli correlati.

Sospiro di sollievo per la famiglia di Corona… Lui piange davanti alla polizia

Fabrizio-Corona

Vedi articoli correlati.

Corona latitante: arrivato in Francia con l’auto e poi si son perse le tracce

aquacar

Resta aggiornato! Leggi gli articoli correlati.

Corona è in Europa!

575274827_dff33d5741_z

Vedi articoli correlati.

Corona forse si consegna…

corona

Nel frattempo sevizia un po’ Babbo Natale tra una pistola e una foto perché come regalo non è arrivata l’assoluzione?

Leggi gli articoli correlati.

Appello della famiglia a Corona… CONSEGNATI! E sarebbe ora.

fabriziocorona_videocrazy_nudo

Vedi articoli precedenti.

Scompare Corona! Dopo la sentenza si è dileguato.

Non era prevedibile? BENVENUTI IN ITALIA!

corona

Vedi articolo precedente.

Condannato! Corona in appello prende 5 anni di reclusione…

 

SPERIAMO CHE NON SIA FINITA QUI!!!

BeFunky_Lomoart_3corona

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: