Letta, la crisi e la tenuta del governo

enrico-letta-vertice-europeo-tuttacronaca

Dopo la sentenza del processo Ruby, Letta cerca di richiamare l’attenzione sulla crisi e la situazione di criticità in cui versa ancora il nostro paese, sperando che attraverso il “richiamo alla responsabilità” il suo governo possa tenere dopo lo scossone della condanna a 7 anni inflitta a Silvio Berlusconi. Nessuna parola sulla giustizia e sull’Iva, il Premier invece calca la mano su lavoro e tenuta dell’euro. Ricorda il vertice europeo del 27 e 28 giugno e le “vere emergenze del Paese” che impongono al governo di andare avanti.

“Domani il Consiglio dei ministri approverà un pacchetto di misure per migliorare il funzionamento del mercato del lavoro, aumentare l’occupazione, soprattutto quella giovanile, sostenere le famiglie in difficoltà. Il decreto legge conterrà interventi per accelerare la creazione di posti di lavoro a tempo indeterminato, attraverso forme di decontribuzione per le imprese che assumono giovani in difficoltà economica o convertono contratti temporanei in contratti a tempo indeterminato”

Una posizione difficile quella di Letta che ieri aveva ricevuto la doccia ghiacciata dalla Merkel che aveva ribadito la sua ferma volontà a non rivedere la linea politica europea annunciando che ogni aiuto agli stati membri sarà valutato solo dopo che ogni stato si sarà impegnato a rispettare il patto di stabilità. Nessuna deroga, nessun allentamento da parte della Germania che sembra chiudere la porta in faccia a Francia e Italia e continua a strangolare i paesi in grave affanno come Grecia, Spagna e Cipro. Dall’altra parte, sul fronte interno, è arrivata la sentenza, quella condanna più dura del previsto che è risuonata nell’Aula del tribunale di Milano dove si stava svolgendo il processo Ruby. Situazioni in bilico per un Premier che cerca un equilibrio che appare sempre più instabile.

I soldi all’Italia, l’Europa li dà in due anni… e il lavoro dei giovani?

fondi-europei-per-la-disoccupazione-giovanile-tuttacronaca

Ecco le bozze di programma, che riguarderanno le risorse  per l’occupazione giovanile, che saranno presentate al prossimo vertice dei 27 Stati membri che si terrà a Bruxelles tra il 27 e 28 giugno. Il testo dovrebbe prevedere 8 capitoli, tutti per il lavoro giovanile, ma già sembra che l’intero ammontare di  risorse del programma Youth Guarantee di circa 400 milioni di euro, arriverebbero spalmati in due anni. Questo sarebbe un duro colpo per il ministro Giovannini che preferiva un unica tranche. Ora resta il problema di dover far fronte al resto delle risorse… Come? In che modo? Come prenderle? Forse la scappatoia c’è:  il Consiglio indica le vecchie strade battute fin qui (come quella di far leva sui fondi strutturali), ma apre a un’inedita possibilità: “La Commissione e gli Stati membri – si legge sempre nella bozza – dovranno esplorare le possibilità offerte dal Fondo sociale europeo per sostenere l’occupazione giovanile”.

Basterà per far riprendere la nostra economia e dar lavoro ai giovani?

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: