Libertà di stampa: l’Italia migliora la sua posizione

libertà-stampa-tuttacronaca“Reporter senza frontiere” ha presentato a Parigi l’indice 2014 della libertà di stampa, classifica che comprende 180 Paesi e che vede l’Italia piazzarsi in 49esima posizione. Il Belpaese è progredito di 9 punti rispetto all’anno 2013, uscendo da una spirale negativa. Torniamo così tra i Paesi con una situazione “piuttosto buona” mentre in coda alla stessa classifica si trovano Siria, Turkmenistan, Corea Nord e Eritrea, che si aggiudica la maglia nera. Male molti Stati africani.

Dopo il Pallone d’Oro… viene assegnato anche il Calciobidone!

bendtner-tuttacronacaCristiano Ronaldo è Pallone d’Oro e il giocatore si è giustamente commosso nel ricevere il premio. Ma come avrà reagito l’ex bianconero Nicklas Bendtner nello scoprire il suo trionfo come Cacio-bidone dell’anno? Il riconoscimento, molto meno ambito, viene assegnato annualmente dal sito Calciobidoni.it, in collaborazione con il blog de “Il Guerin Sportivo” con Fantagazzetta, con la trasmissione “2 Fisso” in onda su Radio Hinterland e con Calcioblog, ed è destinato ai calciatori stranieri più deludenti del  campionato italiano. Il danese si è rivelato l’unico clamoroso fallo dell’innarrestabile Juve di Conte. I suoi zero gol in undici partite gli hanno fruttato  il 23,7 % dei complessivi 3.940 voti. Secondo posto per l’ex romanista Mauro Goicoechea (21,3% dei voti) seguito da un altro ex bianconero, Nicolas Anelka (18,5%), acquistato dalla Vecchia Signora il 30 gennaio 2013. A seguire, Mauro Zarate (10,6%), in perenne rotta di collisione con la Lazio prima di accasarsi, con una mossa a sorpresa, al Velez. Al quinto posto Traorè, poi la Top Ten continua con Saha sesto, Tachtsidis settimo, Silvestre ottavo, Piris e Rolando in nona e decima posizione. Ma è stato assegnato anche il Calciobidone Jolly, che arriva su segnalazione del pubblico. Se l’è aggiudicato Alvaro Pereira dell’Inter, seguito daVukusic e Bojan.

classifica-calciobidone-20131-tuttacronaca

Trento e la medaglia d’oro per la Qualità della vita

TRento-qualità-vita-tuttacronacaIl Sole 24 Ore pubblica la sua indagine annuale sulla Qualità della vita nelle città italiane e la medaglia d’oro viene assegnata a Trento, sequita da Bolzano, che era prima nel 2012. La supremazia è stata ottenuta dalla città trentina sulla base di 36 parametri, raggruppati in sei macro-aree (Tenore di vita, Affari e lavoro, Servizi ambiente e salute, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo libero). Fanalino di coda della classifica, Napoli e la sua provincia. A un primo sguardo, quello che è subito evidente è che si tratta di un trionfo del Centro Nord: scorrendo la classifica, al terzo posto si trova Bologna, quindi Belluno e Siena in quinta posizione. Completano la top ten Ravenna, Firenze, Macerata, Aosta e Milano. Situazione diametralmente opposta per il Sud, con le ultime 20 posizioni della classifica occupate da province siciliane, pugliesi, calabresi e campane. Quanto alle maggiori aree metropolitane, si segnalano le prestazioni in ascesa di Milano e Roma (rispettivamente decima e ventesima), di Bologna (terza) e Firenze (settima) mentre Torino perde posizioni e scivola al 52esimo posto. Tra le vittorie di tappa, relative alle singole sei macroaree, diverse conferme e alcune sorprese. Questi i risultati:

Milano prima per quel che riguarda il tenore di vita, seguita come l’anno scorso da Trieste. In fondo alla classifica Messina.

Per quel che riguarda la categoria Affari e Lavoro, Trento e Bolzano sono le province più avanti nella tappa del business grazie alla presenza di start up innovative e all’elevata occupazione femminile. Ultima è Reggio Calabria.

Trieste brilla nell’area di servizi, ambiente e salute grazie al più alto indice di dotazione infrastrutturale e ad una buona dotazione di asili nido e nella velocità della giustizia civile. All’estremo opposto c’è Crotone.

Piacenza si aggiudica nuovamente la tappa degli indicatori demografici, nella top ten dell’area “popolazione” con le colleghe emiliane Parma e Bologna. Ultimo finisce il Medio Campidano.

Anche quest’anno il voto più alto nella graduatoria riferita all’ordine pubblico lo ottiene Oristano, grazie al minor tasso di microcriminalità in assoluto e ad una bassa incidenza di denunce di furti in casa, estorsioni e truffe. Pescara e Torino occupano le ultime 2 posizioni.

Siena domina infine la graduatoria del tempo libero per la presenza di volontari, librerie e cinema. Diverse le realtà a vocazione turistica nella top ten, mentre la maglia nera va a Isernia.

La figlia perde una gara di nuoto. La madre minaccia di morte l’istruttore

gara-nuoto-tuttacronacaImperdonabile il fatto che una bimba di otto anni arrivi ultima o comunque nelle ultime posizioni in una gara di nuoto. E per un simile affronto la madre della piccola ha subito trovato i colpevoli: l’istruttore e gli organizzatori, rei di aver fatto fare una brutta figura alla nuotatrice. Così si è avventata contro di loro aggredendoli con graffi, insulti e un “vi ammazzo”. La donna, al termine del processo, ha dovuto pagare un’ammenda di 300 euro. A raccontare la vicenda accaduta a Roma è stato il Messaggero:

Ha vissuto la sconfitta della figlia in una gara di nuoto come un vero e proprio affronto: quando ha visto la bambina classificarsi tra le ultime posizioni, è andata su tutte le furie, si è alzata in piedi e dagli spalti del Freetime Sporting Club di Monteverde ha iniziato a gridare come un’ossessa. Gli insulti e le minacce di quella madre ferita nell’orgoglio erano rivolti ai due istruttori che avevano affiancato la bimba, di otto anni, nelle fasi di allenamento e che avevano organizzato la giornata di competizione. A detta della donna, i maestri erano colpevoli di aver fatto fare alla giovane allieva una brutta figura. Finita a processo con l’accusa di ingiurie, ieri la signora è stata condannata a 300 euro di multa.
(…) Quando ha visto la bambina classificarsi tra le ultime posizioni, ha letteralmente perso la testa. A suo dire, la colpa della sconfitta subita dalla figlia era degli insegnanti e degli organizzatori. «Buffoni! Per colpa vostra ha fatto una figura pessima! L’organizzazione delle gare fa schifo…io vi ammazzo!», avrebbe gridato la donna prima di afferrare la bimba per mano e andarsene. Inizialmente, l’imputata era accusata anche di lesioni, per aver graffiato uno degli allenatori lasciandosi trascinare da un impeto di rabbia. Ma il giudice ha deciso di condannarla solo per il reato di ingiuria.

Balotelli tra i 10 calciatori più odiati del mondo

mario-balotelli-tuttacronacaE’ stata la rivista digitale statunitense Bleacher Report a chiedere a un campione qualificato di appassionati calciofili quale fosse il giocatore più “odiato”. E se Luis Suarez vince la non invidiabile corona, a sopresa nella top ten spunta anche un nome italiano: lui è il rossonero Mario Balotelli, che si è classificato al nono posto riuscendo a superare in antipatia Ibrahimovic. La squadra che se la passa peggio è però il Chelsea, con Terry a vincere la medaglia d’argento e Cole in quinta posizione. Ecco la top ten ldei cattivi del calcio mondiale:

1) Luis Suarez (Liverpool)
2) John Terry (Chelsea)
3) Joey Barton (Qpr)
4) El Hadji Diouf (Leeds)
5) Ashley Cole (Chelsea)
6) Emre (Fenerbahce)
7) Pepe (Real Madrid)
8) Busquets (Barcellona)
9) Balotelli (Milan)
10) Ibrahimovic (Psg)

Amore puro diventa d’oro… l’Amoroso conquista la vetta!

Amoroso-amore-puro-disco-d'oro-tuttacronaca

Sono bastate due sole settimane per conquistare il Disco d’oro ad Alessandra Amoroso e il suo Amore Puro. Non c’è stata classifica che non l’ha vista trionfare e la cantante, con alle spalle già 11 dischi di platino ora è pronta a intraprendere il suo nuovo live Amore Puro Tour le cui prime tappe saranno il 3 dicembre a Milano al Mediolanum Forum e il 5 dicembre a Roma al Palalottomatica.

 

E’ la mela il marchio più noto al mondo: Apple e Google battono Coca-cola

apple-tuttacronacaLa rivoluzione è in atto e a palesarlo è la nuova classifica Interbrand: tra i cento marchi più noti al mondo, Apple sbaraglia la concorrenza. Al secondo posto Google. “Solo” al terzo Coca-cola. E’ la prima volta che il colosso dei soft drink viene scalzato dal vertice, sotto l’assalto di società riconducibili alla galassia dell’information technology. Seguono a ruota Ibm e Microsoft. Sono queste le cinque aziende con i marchi più forti al mondo. Dopo anni di predominio delle bollicine di Atalanta, ora il mondo dei consumatori dimostra quindi di volere altro: essere al passo con i tempi, ossia, con la tecnologia. Da sottolineare che la Apple è riuscita ad arrivare ai vertici come marchio più ricco (98,3 miliardi di dollari) e conosciuto al mondo anche senza Steve Jobs: a dimostrazione di quanto è stato fatto. Per trovare il primo marchio italiano dobbiamo scorrere le posizioni in classifica: alla 38 Gucci, alla 72 Prada, alla 98 Ferrari. A premiare la qualità, insomma.

Forbes fa la classifica dei più ricchi e spunta Del Vecchio!

Leonardo-Del-Vecchio-tuttacronaca

Al comando della classifica si riconferma Carlos Slim, il più importante magnate delle telecomunicazioni dell’America Latina che detiene  il controllo di tre delle più importanti compagnie del continente, la Telmex, la Telcel e la América Móvil.

Al secondo posto c’è Bill Gates, con 67 miliardi, e al terzo arriva il re di Zara, Amancio Ortega, con 57 miliardi.

Il numero uno degli italiani è Leonardo Del Vecchio, 49esimo con i suoi 15,3 miliardi di dollari. Tra i top 100 figura anche Miuccia Prada, al 78esimo posto con 12,4 miliardi. Silvio Berlusconi è “solo” 194esimo con 6,2 miliardi.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: