Trema la Merkel per lo scandalo pedofilia di un deputato Spd

Angela-Merkel-tuttacronaca

Una brutta grana per Angela Merkel e la sua Grosse Koalition dopo che la procura di Hannover ha aperto un indagine sul deputato dimissionario dell’Spd Sebastian Edathy, finito in un‘inchiesta internazionale sulla pedofilia partita dal Canada. Da ieri il governo e soprattutto alcuni ministri del govverno Merkel sono sospettati di aver messo in guardia il deputato prima che la giustizia facesse il suo corso.  Secondo quanto si è appreso, già l’anno scorso, a ottobre, fu informato l’allora ministro degli Interni Hans-Peter Friedrich (Csu), il quale ritenne di dover avvertire esponenti dell’Spd tra cui Friedrich, oggi ministro dell’Agricoltura, Sigmar Gabriel presidente del partito e l’attuale ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier. Il comportamento del ministro Friedrich ha provocato un’ondata di critiche e proteste, soprattutto da parte degli investigatori della Bassa Sassonia, secondo cui il materiale incriminato è quasi completamente sparito dai computer sequestrati e dai locali perquisiti che facevano capo a Edathy.Stando a diversi media, gli investigatori concordano sul fatto che gli hard-disk di Edathy siano stati manipolati o cancellati prima del sequestro. ”Si sente puzza fino in cielo: si è preparato perfettamente alle perquisizioni”, ha detto un investigatore al tabloid Bild.

Sul caso la procura di Berlino ha aperto una pre-inchiesta per violazione del segreto d’ufficio nei confronti di Friedrich. E il ministro degli Interni del Land dello Schleswig-Holstein, Andreas Breitner, ha invocato le dimissioni del collega.

Scomoda anche la posizione del vicecancelliere e ministro dell’Economia Sigmar Gabriel, che è sospettato di aver fatto arrivare l’informazione riservata al diretto interessato. Secondo quanto riferito da un portavoce, la cancelliera Angela Merkel avrebbe invece appreso della vicenda solo martedì, dopo che il caso era diventato pubblico per le rivelazioni della stampa.

Intanto il diretto interessato, Edathy, che dopo 15 anni da deputato per la Spd si era dimesso lo scorso fine settimana, finora continua a dichiararsi innocente, almeno dal punto di vista penale. Secondo il politico non ci sarebbero elementi che possano portare a una sua incriminazione.

Paura in Inghilterra: la “nave fantasma” raggiungerà le spiagge inglesi?

nave-fantasma-tuttacronacaIl 23 gennaio 2013 il transatlantico russo Lyubov Orlova lasciava il Canada, salpando da un porto dov’era armeggiato da due anni. Dopo di che, se ne persero le tracce, fatto che portò l’imbarcazione ad essere ribattezzata “nave fantasma”. Ora in Inghilterra temono che la nave, con il suo carico di topi cannibali, possa arenarsi sulle loro spiagge. La nave era trainata da un rimorchiatore, che avrebbe dovuto accompagnarla fino alla Repubblica Dominicana, dove avrebbe dovuto essere demolita. Ma un cavo si è spezzato e la Lyubov Orlova si è arenata. La nave, battezzata in onore di un’attrice russa degli anni 30, era stata costruita nella ex Yugoslavia. Si tratta di un colosso di oltre 4mila tonnellate di peso, lunga 90 metri, e può ospitare fino a 110 passeggeri. Ma secondo alcuni quotidiani britannici a bordo ci sarebbero migliaia di topi malati costretti a divorarsi a vicenda per sopravvivere.

Rob Ford ci ricasca: il sindaco ubriaco in una steak house

rob-ford-tuttacronacaRob Ford, il sindaco della città canadese di Toronto, continua a dare spettacolo e finisce catturato in un video. Il primo cittadino, che nei mesi scorsi ha ammesso di aver fumato crack e di essere stato “molto molto ubriaco”, ha minacciato di morte una persona e haballato in consiglio comunale sulla note di ‘One love’ di Bob Marley, ora appare in un video che lo mostra mentre improvvisa un comizio in una steak house evidentemente ubriaco. Si esprime con un linguaggio volgare e lancia insulti al capo della polizia della sua città.

Il lago a macchie!

Spotted-Lake-of-Osoyoos-tuttacronaca

Si chiama Spotted Lake e si trova in Canada  vicino alla città di Osoyoos, nella regione della British Columbia e attira visitatori da tutto il mondo proprio per la sua conformazione. Lo specchio d’acqua infatti risulta “macchiato” per via della concentrazione molto elevata di numerosi minerali, come il solfato di magnesio, calcio, solfati di sodio e piccole concentrazioni di argento e titanio. La maggior parte dell’acqua del lago evapora durante l’estate, lasciando grandi “macchie” di minerali. A seconda della composizione mineraria, queste macchie saranno di colore bianco, giallo pallido, verde o blu. Il solfato di magnesio, poi, in estate si cristallizza e si indurisce, creando “passerelle” naturali intorno alle macchie. Durante la prima guerra mondiale i minerali di Spotted Lake sono stati usati nella produzione di munizioni. Si racconta che gli operai cinesi abbiano raccolto fino a una tonnellata al giorno di materiale dalla superficie del lago per spedire il tutto a fabbriche di munizioni del Canada orientale. Conosciuto come Kliluk dagli indigeni di Okanagan Valley, il lago è un luogo sacro e culturalmente significativo il cui potenziale per lo sfruttamento commerciale ha di recente generato molte polemiche. La qualità terapeutiche delle sue acque sono note da millenni: proprio gli indiani nativi usavano il fango per guarire dolori e disturbi di vario tipo.

“Gli alieni sono tra noi!” L’intervista dell’ex ministro della Difesa

alieni-tra-noi-tuttacronacaIl canadese Paul Hellyer, tra il 1963 e il 1967 fu ministro della difesa per i liberali sotto il primo ministro Lester B. Pearson. Ora ha catturato l’attenzione di molti in seguito alle sue dichiarazioni a Rusian TV: non solo sostiene che gli alieni sono in mezzo a noi ma si rifiutano di condividere le loro avanzate tecnologie, almeno finchè non cambieremo le nostre abitudini belligeranti e cesseremo d’inquinare l’ambiente. Ancora, ha sostenuto vi siano 80 diverse specie di extraterrestri, alcuni dei quali avrebbero il nostro stesso aspetto e non sarebbe possibile distinguerli dgli esseri umani. Il Daily Mail, che ha diffuso la notizia, riporta anche alcune dichiarazioni dell’ex ministro. “Abbiamo una lunga storia di UFO e la loro attività è aumentata da quando abbiamo inventato la bomba atomica”, ha detto. “Gli alieni sono molto preoccupati per questo e per il fatto che potremmo essere abbastanza stupidi da voler utilizzare nuovamente la bomba atomica”. Ha anche aggiunto che la maggior parte degli alieni vorrebbero aiutarci più che distruggerci: “Direi che la maggior parte di loro sono benevoli nei nostri confronti e vogliono aiutarci, a parte una o due specie”. La prima dichiarazione sugli alieni dell’ormai 90enne Hellyer risale al 2005: si tratta del primo politico di alto lignaggio ad aver mai dichiarato apertamente l’esistenza degli extraterrestri, sostenendo che stanno visitando il nostro pianeta da migliaia di anni e sono abbastanza impressionati dal modo in cui viviamo: “Passiamo troppo tempo a combattere tra di noi, spendiamo troppi soldi per le spese militari e non per nutrire i poveri e curare i senzatetto e chi ne ha davvero bisogno. Gli alieni vorrebbero aiutarci e insegnarci modi migliori per vivere, ma solo con il nostro consenso. Pensano che non stiamo gestendo bene il nostro pianeta. Stiamo disboscando le nostre foreste ed inquinando i fiumi e i laghi. Riversiamo liquami negli oceani. Stiamo facendo una serie di cose che non andrebbero fatte se tenessimo veramente al nostro pianeta”. Ancora, Hellyer ha parlato di “una federazione di alieni” che si sarebbe imposta di non interferire con le nostre attività: “Il futuro della nostra specie e di tutte le altre presenti sulla Terra è a rischio se non cerchiamo di capire cosa sta succedendo e non lavoriamo con i vicini degli altri pianeti0”. Ma gli alieni avrebbero anche inventato alcune delle nostre tecnologie, tra le quali i chip, la luce LED e il giubbotto in kevlar. Hellyer, che ha detto di non aver mai incontrato un alieno in vita sua ma avrebbe visto un UFO nei pressi del lago Muskoka, in Ontario, ha spiegato che degli alieni, i “Tall Whites” (Bianchi alti), starebbero lavorando con le forze aeree degli Stati Uniti in Nevada: “Un paio delle loro donne vanno in giro per Las Vegas vestite come suore e non vengono notate”. Vi sarebbe inoltre un altro gruppo di extraterrestri, gli “Short Greys” (Bassi grigi), che avrebbero braccia e gambe molto sottili, grandi teste e sarebbero alti circa un metro e mezzo. E ancora, i “Nordico Blondes”, che potrebbero essere scambiati per dei cittadini danesi o comunque scandinavi.

Charlie & Gibson: i due fratellini inseparabili

charlie-gibson-tuttacronacaInstagram ha una nuova star. Anzi, due! Si tratta di due bulldog francesi, Charlie e il fratellino Gibson, che fanno impazzire il popolo della rete e hanno già duemila follower. Capire il perchè non è difficile: gli inseparabili fratelli a quattro zampe sono di una tenerezza unica e non fanno altro che strappare sorrisi!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ritirate dal mercato le caramelle “al sapore di pene”: “guariscono dall’omosessualità”

gay-away-tuttacronacaE’ la CBS a rendere noto che le caramelle “Gay Away”, vendute negli USA e in Canada, sono state ritirate dal mercato. Le caramelle al “sapore di pene” pretendevano di “curare l’omosessualità”. Erano uno scherzo, ma hanno creato una polemica notevole. Le caramelle, vendute in confezione da 10, assicuravano di essere in grado di “fermare il desiderio di comportarsi male.” “Fermano il desiderio di comportamento scorretto, anche il più ardente.”. Sul pacchetto, anche i consigli di dosaggio: “Se ancora la carne vacilla, aumentare la dose a 4 caramelle al giorno”. Come spiega la CBS, un genitore ha raccontato che una delle sue figlie, una 12enne, ha portato a casa un pacchetto di caramelle per chiedere di cosa si trattasse, mentre il responsabile di un negozio dove si vendevano ha dichiarato di aver già rimosso il prodotto a seguito delle molte chiamate di lamentele ricevute. Laughrat, società con sede a Toronto che confeziona le pillole, ha assicurato che si tratta di un articolo “pro-gay che non prende in giro gli omosessuali ma le persone che si oppone allo stile di vita omosessuale”. “Questo prodotto nasce dall’ignoranza delle organizzazioni e delle persone che suggeriscono che l’omosessualità sia ‘ curabile'”, ha reso noto la la società , che ha sottolineato di aver venduto le pillole in centinaia di negozi in Nord America dal 2008 .

Sorpresa natalizia della compagnia aerea: al posto dei bagagli, regali!

westjet-regali-natale-tuttacronacaAl posto delle valigie, regali. E’  stata questa la sorpresa che ha accolto gli utenti della compagnia aerea WestJet atterrati a Calgary. Sul nastro trasportatore, infatti, sono scesi dei pacchi dono al posto dei bagagli. E non regali a caso: prima dell’imbarco tutti, infatti, avevano avuto l’opportunità di parlare con Babbo Natale attraverso uno schermo: tutti hanno espresso il loro desiderio che, all’arrivo, si era realizzato. Che fosse un altro volo, una televisione o un giocattolo. Espresso… avverato! E il video mostra la sorpresa di tutti loro, che fossero bimbi o adulti!

Benvenuto! Scoperto il baby dinosauro

dinosauto2-baby-canada-tuttacronaca

E’ stato scoperto ieri in Canada il il minuscolo scheletro di un baby dinosauro. Il piccolo aveva solo tre anni di età ed era alto un metro e mezzo quando è annegato in un fiume vicino ad Alberta in Canada, 70 milioni di anni fa. Il fossile è lo scheletro meglio conservato mai ritrovato della specie di cui fa parte il famoso Triceratopo.

 dinosauro-baby-canada-tuttacronaca

Walter, la lontra golosa di vongole!

walter-lontra-vongola-tuttacronacaSi chiama Walter ed è una lontra marina che vive  al Vancouver Aquarium Marine Mammal Rescue Centre dopo esser stato salvato a Tofino, nella British Columbia canadese. L’animale, che è completamente cieco, trascorre il tempo della riabilitazione masticando cibo e, anche se non disdegna stelle di mare, lumache, gamberi, cozze e pesci, il suo piatto preferito sono le vongole, che lui stesso preleva dai gusci dopo averli rotti con le zampe. Le lontre, a differenza di altri mammiferi marini, hanno una pelliccia molto spessa: per mantenersi caldi mangiano ogni giorno il 30% del corrispettivo del loro peso corporeo.

Ecco a voi… il pesce naso!

pesce-naso-tuttacronacaLa natura non smette mai di stupirci per le bizzarre creature nelle quali ci si può imbattere. Una di queste è il pesce-naso, affiorato in Vietnam ma pescato anche in Canada. Si tratta di un lontano cugino degli squali che vive nelle profondità marine, a circa 3mila metri. Il naso di questo pesce può arrivare fino ad una lunghezza di tre metri.

Ha fumato crack ed è stato “molto, molto ubriaco”. Ma non si dimette

robford-toronto-tuttacronacaSi sente “umiliato” per aver causato “imbarazzo” alla città per aver acquistato crack negli ultimi due anni, il sindaco della città canadese di Toronto, Rob Ford, ma, ha ribadito oggi durante una riunione del Consiglio comunale, non ha intenzione di dimettersi. Dopo mesi di illazioni, la settimana scorsa il primo cittadino aveva ammesso di aver fumato crack, “in uno stato torpore”, mentre era ubriaco. Dopo qualche giorno, inoltre. è emerso un video in cui lo si vede fortemente alterato mentre minaccia qualcuno di morte. Anche per questo filmato ha cercato giustificazione nel fatto che “ero molto, molto ubriaco”. In città, ora, già si parla di nuovi scandali pronti a saltar fuori dal fatidico armadio dove vengono riposti gli scheletri. Durante la riunione odierna ben 41 consiglieri su 44 hanno approvato una lettera in cui gli si chiede un passo indietro. “”Le chiediamo di fasi da parte, di prendere un’aspettativa”, ha implorato uno dei consiglieri dopo aver letto il testo. Ma Ford non ci pensa: “Mi tengo certamente questo lavoro. Non me ne vado. Sto seduto qui e parteciperò a ogni riunione”, ha tagliato corto.

Guasta l’obliteratrice di biglietti, i passeggeri lasciano i soldi

canada_metro-lettera-tuttacronaca

Una scena da film? Se si fosse verificata in Italia sicuramente ci sarebbe stata una macchina da presa posta in qualche lato della fermata metro e un regista pronto a dire “azione!”, invece a Toronto in Canada, dove il senso civico non è solo nei sogni utopistici di qualche scrittore o saggista, se la macchina per obliterare i biglietti è guasta i passeggeri lasciano i soldi incustoditi sopra di essa. Il biglietto non si può fare, ma il servizio si paga e nessuno ruba l’incasso.

La storia la racconta a Il Mattino un napoletano residente da 20 anni in Canada con tanto di foto: “L’onestà degli ormai miei compatrioti canadesi non cessa di sorprendermi” scrive la persona che ha inviato la foto al giornale napoletano. I passeggeri della metro della città canadese lasciano “i soldi incustoditi sull’obliteratrice per poi entrare e prendere il treno”, nonostante non fosse presente nessun controllore o nessun cartello che lo richiedesse.

“Il tutto senza che nessuno si sorprendesse dell’atto di profonda civiltà e nessuno ha toccato un centesimo” racconta sorpreso il napoletano trapiantato in Canada, che conclude: “Se una cosa del genere non l’avessi vista con i miei occhi, non ci avrei mai creduto”.

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Sei una vera fan di Bieber? Devi iscriverti al “suo” social!

justin-bieber-tuttacronacaA Justin Bieber le fan perdonano tutto: guai per droga, incidenti stradali, violenze e schiamazzi. Passa sotto silenzio anche che venga pizzicato mentre i bodyguard lo portano via da un bordello di lusso. L’importante è che canti, faccia salire una OLLG ai concerti e continui a stupire. E ad apparire in Rete, nello stesso web dov’è stato scoperto dal suo pigmalione e manager Scooter Braun, imbattutosi in in suo video su Youtube. E proprio perchè “nato” in Internet, Bieber è certo che anche il suo futuro dipenda esso. Tanto che pochi giorni fa ha deciso d’investire oltre un milione di dollari in una start-up, Shots of Me, che si propone di diventare il social di riferimento dei giovanissimi di tutto il mondo. Come spiega l’Huffington Post:

L’hanno creata due fratelli, John e Sam Shahidi, proprietari di RockLive, produttore di giochi per i social media, alcuni dei quali molto amati da Justin. Pare che l’iniziativa di Justin sia andata di traverso a Scooter Braun, eppure una considerazione e due fenomeni indicano che forse il ragazzo ha fiuto per gli affari. La prima: se anche solo una frazione dei suoi 46 milioni di follower su Twitter lo seguisse, Shots of Me – presto disponibile su Apple Store – avrebbe un lancio senza precedenti (RockLive non usa per i suoi prodotti i metodi tradizionali di marketing ma punta tutto sul passaparola).

I due fenomeni: difficilmente Justin può ancora crescere su Twitter perché, come sostengono gli analisti del Poynter Institute, gli utenti della fascia d’età 18-29 cercano ora le news e dunque non è a loro che si rivolge Bieber; nonostante una recente indagine del Pew Institute registri che il 74% dei giovanissimi USA dotati di smartphone o tablet abbia un account Facebook, gli under 20 stanno lasciando in massa il social di Zuckerberg perché “non possiamo stare dove ci sono troppe mamme e adulti”. C’è dunque spazio per un nuovo collettore digitale di pensieri e parole adolescenziali, e Bieber vuole provare a entrare nella competizione. Il suo vero avversario, dicono, è Kik, il social generazionale più in crescita.

Compagni di viaggio: l’eccezionale branco di mille delfini

delfini-tuttacronacaUno spettacolo mozzafiato quello che è apparso agli occhi dei passeggeri di un ferry boat che solcava le acque del Canada occidentale, tra Gulf Island a Tsawwassen: un branco di oltre mille delfini. Un fenomeno eccezionale a detta degli esperti dell’acquario di Vancouver, che hanno riconosciuto nei mammiferi una specie tipica di quella zona del Pacifico, abituati a muoversi al massimo in 200 esemplari.

L’esploratore costretto a mangiare il suo cane per sopravvivere

marc_lavoie-tuttacronacaStava affrontando un viaggio in canoa nell’area di Matagami, nel nord-ovest del Quebec, il 44enne canadese Marc Lavoie, esperto di trekking, quando è stato aggredito da un orso, perdendo tutte le scorte. L’uomo è riuscito a salvarsi solo grazie all’intervento del suo pastore tedesco, che ha messo in fuga il predatore. A quel punto, però, Lavoie, partito il 16 luglio, si era ritrovato senza rifornimenti e senza mezzo di trasporto e ha iniziato a vagare per la foresta, dove ha trascorso tre mesi, molto più del tempo previsto. L’uomo, per sopravvivere, si è trovato costretto ad uccidere il suo vecchio cane, e salvatore, per avere qualcosa con cui nutrirsi. Nel frattempo, la famiglia che non l’ha visto far ritorno  ha allertato le autorità e lui è stato tratto in salvo dopo esser stato individuato con l’ausilio dell’elicottero. Al momento del ritrovamento, visibilmente disidratato e affetto daipotermia, non riusciva più nemmeno a parlare ed è stato faticoso per lui raccontare la sua disavventura ai soccorritori, ai quali ha anche confessato la tragica fine del suo amico a 4 zampe. Il pastore tedesco gli ha quindi salvato due volte la vita: dall’orso prima, dalla fame poi. “Non aveva scelta”, hanno assicurato gli uomini che lo hanno tratto in salvo: “Ancora un paio di giorni e sarebbe morto”.

L’hotel dove godersi una piccola siesta!

hotel-pennichella-tuttacronacaSchiacciare un pisolino in pieno giorno? Era possibile in Giappone e ora i canadesi hanno “copiato” l’idea. A Montreal, davanti alla cattedrale della città, hanno così fatto sorgere un albergo a capsule: turisti e cittadini possono così godersi una pennichella prima di rigettarsi nella loro giornata.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Ad Alice Munro il Nobel per la Letteratura 2013

Alice-Munro-nobel-tuttacronacaL’Accademia di Svezia ha annunciato il vincitore del premio Nobel per la Letteratura 2013. Si tratta della scrittrice canadese Alice Munro, che diventa così la dodicesima donna a ricevere il riconoscimento dal 1901. Ed essere stati nominati per il premio erano stati 195 di cui, ha reso noto la Fondazione, 48 per la prima volta. La rosa è stata ridotta a cinque nomi nel mese di maggio. L’Accademia ha motivato la decisione parlando dell’autrice come di una “Maestra del racconto breve contemporaneo”. L’82enne è nota in Italia per le sue numerose raccolte di racconti, tra cui “Chi ti credi di essere”, “Segreti svelati”, “In fuga”. Considerata uno dei maggiori scrittori di racconti vivente, Alice Murno, tre volte vincitrice del più importante premio canadese, il Governor General’s Award, è nota e apprezzata in tutto il mondo. Le sue storie, per la maggior parte ambientate nel Southwestern Ontario, indagano le relazioni umane che l’autrice analizza attraverso la lente della vita quotidiana.

alice munro

Parte il piano per eliminare i procioni nel Parco dell’Adda: 30mila euro

procioni-tuttacronaca-fara-d'adda

Eliminare i procioni, ovvero gli orsetti lavatori a Fara sull’Adda e sui paesi dirimpettai sulla sponda milanese del fiume come Cassano e Vaprio costerà circa 30 mila euro. Il Parco dell’Adda Nord ha previsto un piano di “eradicazione totale degli orsetti lavatori” che ormai sono diventati una vera e propria minaccia per antenne e tubature. Gli orsetti lavatori non sono una specie autoctona del Parco, ma sono originari degli Usa e del Canada, ma sembrano essersi inseriti perfettamente nell’ambiente.  Qui hanno trovato un habitat che gli consente di riprodursi e di non avere nemici predatori.

Gli animali saranno catturati vivi e trasferiti in centri specializzati, dove non è ancora accertato anche perché in Lombardia di strutture attrezzate non ce sono e sul territorio nazionale i pochi posti disponibili sembrerebbero non bastare. Difficoltà sono state poste anche dalla Forestale che ha affermato: “Abbiamo molte altre cose da fare, non possiamo metterci a fare gli autisti per i procioni”.

Che fine faranno i procioni?

110 e lode in Italia, poi il Canada… dove lo finanziano con 100mila euro

cervelliinfuga-pierangelo-tuttacronacaIl 15 settembre avevamo parlato del dr. Simone Speggiorin, italiano che ha deciso di emigrare ed ora è un nome noto nell’ambiente medico internazionale. Ma non è l’unica storia di “cervello in fuga” che lascia l’Italia e, una volta all’estero, riesce a distinguersi per le sue capacità. Pierangelo Gobbo è di Cittadella, nel Padovano, e dopo aver ottenuto una laurea in Chimica all’università di Padova con una votazione di 110 e lode ha deciso a sua volta di partire. Al momento è al terzo anno di dottorato alla Western University a London, vicino a Toronto, in Ontario. La durata è variabile: dipende dal lavoro e dalle pubblicazioni. E’ impegnato in studi e ricerca scientifica che sono stati riconosciuti di elevato interesse dal Governo che li ha finanziati con 150mila dollari canadesi, poco più di 100 mila euro. In tutto sono stati 165 i ricercatori che possono usufruire di tale sostegno, tutti presenti nella nazione. Spiega Gobbo: Alla Western avevo studiato quattro mesi per preparare la tesi con il professor Flavio Maran, che crede nelle esperienze internazionali. Ho deciso di ritornare per fare ricerca considerato l’ottimo ambiente, dai docenti alle aziende presenti ed alla possibilità di collaborazione tra i vari gruppi di ricerca. Il mio è guidato dal professor Mark Workentin”. Lui è stato scelto assieme a un altro collega dallo stesso dipartimento di Chimica dove ora sta seguendo il suo dottorato: “Una soddisfazione personale, ma anche per la mia università – continua – Un finanziamento utile per la ricerca sui nanomateriali importanti poichè grazie alle loro proprietà chimico-fisiche si prestano all’utilizzo in molti settori: dalla medicina ai fotovoltaico, alle batterie, ai sensori, un potenziale altissimo”. Alla domanda se tornerà sul suolo patrio risponde: “Si fa ricerca anche da noi, ma non so se rientrerò”.

Il passaggio del meteorite che squarcia il cielo in due

meteorite-canada-tuttacronacaLa notte all’improvviso s’illumina e il cielo viene tagliato a metà da un forte fascio di luce. Il tutto davanti agli occhi di un agente della Royal Canada Mounted Police stava facendo il suo giro di pattuglia nell’Alberta del nord, una provincia del Canada, e sulla cui vettura era posizionata una telecamera che ha ripreso il passaggio del meteorite sabato 21 settembre, poco dopo le 21.30. Gli astronomi del Telus World of Science di Edmonton hanno confermato l’avvistamento.

I ballerini che augurano “un nuovo inizio” sul tetto del 4 World Trade Center

ballo-worldtradecenter-tuttacronacaUn palcoscenico d’eccezione, a 428 metri d’altezza: il tetto il 4 World Trade Center, uno dei nuovi grattacieli costruiti nella zona dove un tempo sorgevano le Torri Gemelle. E’ qui che i primi ballerini del New York City Ballet, Maria Kowroski e Ask la Cour, hanno augurato “un nuovo inizio” a Manhattan, danzando il passo a due finale di After the Rain di Christopher Wheeldon.

E’ l’alba, Manhattan si sta risvegliando e le prime luci iniziano a salutare la città e illuminano la coppia che si libra leggera, a pochi metri dal grattacielo più alto della Grande Mela, la Freedom Tower. Era il 12 settembre, un giorno dopo il 12° anniversario dell’attacco terroristico che ha gettato nella disperazione l’America, e i ballerini hanno voluto testimoniare la capacità di recupero dello spirito umano. Là, dove tutto era iniziato e da dove, come la Fenice, si è scelto di risorgere, con ali più forti di prima.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Quando una band fa cose più sensate della maggior parte dei politici…

GodspeedYouBlackEmperor-tuttacronacaUna lettera davvero in grado di colpire quella che i Godspeed You! Black Emperor hanno pubblicato sul loro sito per spiegare perchè non sarebbero intervenuti a ritirare il Polaris Music Prize, importante premio musicale che viene consegnato al miglior disco canadese dell’anno. La band fa musica che una ventina d’anni fa era stata chiamata “post-rock”, un genere che utilizza una strumentazione rock (chitarra elettrica, basso, batteria) in modo non conforme alla tradizione del rock stesso, attingendo più da altre tradizioni della musica d’avanguardia quali soprattutto jazz, musica elettronica, krautrock o simili. I Godspeed You! Black Emperor, che non sono mai stati molto accessibili al grande pubblico anche a causa della durata delle loro composizioni, godono di ammirazione da parte degli appassionati del genere. Il fatto di non essere molto noti all’esterno di questa cerchia non ha impedito loro di vedersi assegnare il premio per il loro ultimo disco: “Allelujah! Don’t Bend! Ascend!”. Premio che, però, non si sono recati a ricevere. Questa la loro lettera, che dovrebbe offrire diversi spunti di riflessione a tutti, anche a chi fa molti discorsi su un palco, mentre cerca i riflettori:

Qualche parola su questa cosa del Polaris Prize

ciao kanada
ciao autori di musica kanadesi.

grazie per la nomination grazie per il premio – è carino avere dei riconoscimenti dalla Patria Travagliata dato che qui ci sentiamo così spesso orfani. e molto rispetto per tutti voi che scrivete di gruppi locali, che fate tutto quel casino – perché quello strombazzare è fondamentale e necessario e importante.

e molto rispetto soprattutto per i freelance, perché fare i freelance è una roba dannatamente difficile, e poi ora siamo tutti freelance, no? che cadono, lottano e si arrabattano in questi tempi difficili.

quindi sì, vi siamo grati e sì, siamo umili e ci vergogniamo a lamentarci dato che siamo stati premiati – MA ME**A E PO**A VACCA – stiamo arando il nostro campo ai margini della cultura degli strambi da almeno 20 anni e «l’ambiente è molto figo ma avrebbe davvero bisogno di una serata con i premi» è un’idea che non ci è mai passata per la testa.

3 punti veloci su cui quasi chiunque è d’accordo, forse =

– fare una festa lussuosa in tempi di crisi e accertato declino è una strana cosa da fare

– organizzare una festa lussuosa solo perché i musicisti possano competere tra loro per un piccolo assegno non aiuta per niente la causa della buona musica

– chiedere a toyota di aiutare a coprire le spese per la festa, durante un’estate in cui lo scioglimento della calotta polare è trasmesso in streaming su Internet, È DANNATAMENTE FUORI DI TESTA, e ne esce fuori come una cosa stonata rispetto all’attuale orribile guaio.

questi sono tempi duri per tutti. e le melodie dei musicisti sono piuttosto in basso nella lista di cose che hanno urgente bisogno di miglioramenti MA SE e SE il punto di questo premio e di questa festa è riconoscere il lavoro musicale compiuto nel nome di qualcosa di diverso dai soldi facili, bè allora forse la prossima festa dovrebbe essere fatta in un postaccio, senza i loghi delle aziende e i signori del mercato culturale. e forse c’è bisogno da tempo di una festa del genere e sarebbe davvero una bella cosa godersela (?), da qualche parte in qualche momento dove il punto non sono soldi facili che si danno pacche sulle spalle da soli.

date i soldi ai ragazzini, lasciateli fare le loro dannate feste, date i soldi ai vecchi e fateli provare a scrivere le loro opere nonostante tutto, ma lasciate che la massa delle videostar della musica si azzuffi inutilmente nel mezzo, senza avere in tasca i soldi destinati dal governo alla cultura.

noi useremo i soldi per un programma per dare strumenti musicali ai detenuti del quebec, se gli dovessero servire…

amen e amen.

scusateci per essere così noiosi
vi vogliamo bene / il nostro paese è fot***o,
xoxoxox
godspeed you! black emperor

La corsa del cavallo sul tetto!

cavallo-sul tetto-tuttacronaca

Una tranquilla mattina come tante, una famiglia canadese che si sveglia e per colazione trova il cavallo sul tetto! Il fatto è accaduto martedì a New Brunswick e per una volta sembrerebbe proprio che Photoshop non sia entrato in azione. I Downey, allevano cavalli da corsa nella loro fattoria, ma improvvisamente uno degli animali ha deciso di salire sul garage e lì si è messo “filosoficamente” a guardare l’orizzonte. Forse ha solo voluto cambiare prospettiva, ma la famiglia era preoccupata che potesse farsi male:  «Non ci potevamo credere, pensavamo fosse un fotomontaggio», raccontano Pat e Stephen Downey alla tv canadese Ctv, dopo aver scattato la foto che immortalava l’animale sul tetto del loro garage.

Ci hanno impiegato un bel po’ per farlo scendere, ma alla fine tutto è andato per il meglio. Forse il cavallo è riuscito a salire sul tetto grazie a una collinetta che si pone dietro il garage:   «Penso fosse semplicemente annoiato, perché spesso resta solo e, come un ragazzino di 2-3 anni, si è messo nei guai alla ricerca di qualche nuova emozione». Per evitare che in futuro l’animale decida di trascorrere il suo tempo lassù – e che altri cavalli lo seguano in quell’arrampicata pericolosa – Pat e Stephen hanno costruito una recinzione attorno al garage.

 

I kayak dei nativi scivolano tra i grattacieli di Vancouver

kayak-nativi-tuttacronacaSi sta svolgendo la Settimana della Riconciliazione in Canada e a Vancouver, nella British Columbia, transitano i kayak, tipiche canoe in legno utilizzate dalle popolazioni native del Nord America, in particolare della West Coast pacifica settentrionale. Nello stato canadese, le imbarcazioni ricavate da un singolo tronco ‘sventrato’ vengono chiamate dugout canoes. A Vancouver, in questi giorni, si sono radunati i vari governi locali facenti capo alle diverse comunità native (First Nations) e le canoe che appaiono nelle foto solo quelle che li rappresentano. Mentre scivolano sull’acqua, tutt’attorno a loro si erige la città, con i suoi svettanti grattacieli. Immagini che non possono non colpire…

Questa presentazione richiede JavaScript.

Tragico incidente in Canada tra un treno e un bus: 5 morti

incidente-ottawa-tuttacronacaDrammatico incidente in Canada, a Ottawa, dove nella prima mattinata di oggi si sono scontrati un bus a due piani e un treno. Secondo fonti dei vigili del fuoco ci sarebbero almeno cinque vittime, tutti passeggieri del bus. Stando alle prime ricostruzioni dell’incidente, che è avvenuto nell’ora di punta dei pendolari, l’autobus sarebbe stato colpito dal treno passeggeri mentre attraversara i binari all’altezza di un passaggio a livello. Il mezzo su rotaie arrivava a forte velocità. La parte anteriore del bus è stata completamente portata via e i vigili del fuoco hanno riferito che almeno tre vagoni del treno sono deragliati: al loro interno non ci sarebbero vittime o feriti.

Skyscraper award? Torri gemelle a clessidra che somigliano alla Monroe

marilyn-monroe-absolute-towers-in-mississauga-by-mad-architects-tuttacronaca

Quest’anno il premio per il miglior grattacielo del mondo (Skyscraper award) è andato alle Torri Gemelle a clessidra soprannominate la ‘Marilyn Monroe del mondo architettonico’ che sono state costruite a Mississauga, in Ontario, Canada e hanno innalzato lo skyline di 175 metri. La loro figura a clessidra ha la forma simile a quella del corpo della leggendaria star di Hollywood star, un appeal sicuramente unico al mondo. Inoltre ognuno degli appartamenti costruiti sui 56 piani della struttura è stato definito unico. Ma originale è anche quella torsione, che gli architetti di 6 MAD and Burka, sono riusciti a creare sugli edifici: sono 209 gradi dalla base fino alla vetta.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’UFO che sorvola Vancouver… tra lo stupore?

ufo-vancouver-tuttacronacaIncredibile avvistamento di un UFO che vola a bassa quota sopra il Nat Bailey Stadium di Vancouver, città costiera della provincia canadese della Columbia Britannica situata nella parte meridionale della provincia. Il 3 Settembre scorso, uno dei tanti spettatori ha osservato e registrato un oggetto discoidale multicolore, che volava a bassa quota e che sarebbe stato avvistato da decine e decine di persone presenti per assistere all’incontro. E mentre si urla all’avvistamento, si levano le voci che chiamano al fake! Nel video si nota il pubblico che rumoreggia mentre la telecamera si alza e, proprio in quel momento, l’oggetto volante fa la sua apparizione. C’è chi dice che anche la squadra di casa, che ha vinto l’incontro sportivo, ha imputato la propria vittoria all’oggetto misterioso apparso nel cielo dedicandogli vari tweet. Ecco il video!

Terremoto in Canada, magnitudo 6,2

terremoto-sismografo-canada-sisma-tuttacronaca

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.2 ha colpito il Canada. Lo rileva l’istituto di studi geologici americano Usgs. Il fenomeno è stato registrato in una zona a occidente dell’isola di Vancouver. Il sisma è stato poco profondo: solo 12 km sotto il letto dell’oceano e a 200 km a ovest da Port Hardy, nella British Columbia.

“Gesu aveva due papà”: il cartello esposto da una chiesa

gesù_due_papà-tuttacronacaLa Saint John, chiesa anglicana canadese in lotta contro l’omofobia, ha deciso di esporre un cartello con la scritta: “Gesù aveva due papà ed è venuto fuori proprio bene!”. L’idea è scaturita come reazione ai continui attacchi degli oppositori ai matrimoni omosessuali. La chiesa sorge a pochi passi dalle cascate del Niagara, in Canada, dove tali unioni sono state legalizzate già nel 2005.

Justin Bieber attaccato in un nightclub: ecco le foto!

Justin-Bieber-picchiato-tuttacronacaNotte movimentata quella della popstar Justin Bieber lo scorso 31 agosto. Il cantante prima si è esibito a una festa di compleanno per i 16 anni di Erica Shnaider, figlia del miliardario Alex Shnaider all’Art Gallery di Ontario, poi è stato attaccato in un nightclub da un cliente che, fortunatamente, non è riuscito nell’intento di ferire l’idolo delle teenagers. Manca poco alle 3 del mattino quando, secondo quanto raccontano alcuni testimoni oculari, Bieber ha lasciato l’area VIP per mescolarsi con la gente. E’ stato allora che un uomo lo ha puntato, ha afferrato la sua camicia ed ha tentato di farlo cadere, non riuscendoci. La sicurezza è accorsa subito e ha fermato l’uomo, mettendolo a terra. Stando a quanto riportato da TMZ, che ha anche pubblicato due foto di quel momento concitato, nel caos Justin ha cercato di difendersi sferrando numerosi calci.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Tra ironia e design… le donne spiano gli uomini!

bagni-tuttacronaca

Tra ironia e design alla  toilette del ristorante You’re Father’s moustaches di Halifax, in Nova Scotia (Canada), le donne spiano gli uomini!  Addio alla privacy nel bagno riservato al sesso forte che dovrà scegliere da quale donna farsi osservare! Di fronte agli orinatoi, in posizione strategica è stata, infatti, posta una gigantografia con tre signore con tre diverse reazioni, la scelta al cliente!

Per avere un buono sconto… fa’ la ceretta al volontario!

street-waxing-sconti-tuttacronacaUn modo davvero originale per pubblicizzare la propria attività quello scelto da un salone di bellezza canadese, il Fuzz Wax Bar. Per distribuire dei buoni sconti ha infatti deciso di far uscire, per le strade di Toronto, un modello volontario ricoperto di strisce depilatorie: per usufruire di uno sconto era quindi necessario strappare una striscia dal ragazzo. L’idea, non del tutto indolore per il giovane, è stata di sicuro effetto: non solo ha catturato l’attenzione ma ha permesso agli interessati di tastare l’efficacia del trattamento di depilazione offerto dal salone.

Lettera shock a una mamma con un figlio autistico: “eutanasia!”

autismo-max-mamma-lettera-tuttacronaca

Di fronte a tali gesti è difficile anche trovare le parole per riuscire a descrivere ciò che è accaduto a Karla Begley, mamma di Max, un ragazzo di 13 anni, affetto da autismo. La donna si vista recapitare a casa della nonna di Max, a Newcastle, nell’Ontario (Canada), una lettera anonima di una vicina che le ha scritto:

“Personalmente, dovrebbero prendere tutto quello che c’è di non ritardato nel suo corpo e donarlo alla scienza. A cosa altro diavolo può essere utile, se no, e per chi? Fai la cosa giusta e mandalo via o fagli l’eutanasia!! In entrambi i casi non potremo che stare meglio!!”

La vicina si è firmata “una madre i*******a“. La lettera piena di insulti a Max è stata  fotografata e diffusa su Twitter.

lettera_figlio_autistico-tuttacronaca

 

Aggiornamento 21 agosto 2013, 23,04: Su Reddit si legge che la lettera potrebbe essere un fake. Al momento però non ci sono conferme né smentite su questa nuova ipotesi.

Il contest raccapricciante: vince chi ha più api addosso

barba-api-contest-canada-tuttacronaca

La sfida si svolge  alla Clovermead Adventure Farm in Ontario, Canada. E’ qui che i partecipanti attirano a sé milioni di api con la speranza di arrivare primi, cioè di essere colui o colei con più api addosso. Ma come contarle? Semplice, i partecipanti vengono pesati prima e dopo così da sapere quante api hanno accumulato sul loro corpo. Quest’anno il primato è andato a Marenda Schipper, una ventenne studente di agraria di origine Brasiliana che ha collezionato circa 20mila api per un aumento di peso di 2,2 kg. Per attirare le api i partecipanti tengono al collo una gabbietta con un’ape regina. Alcuni danno una forma, compongono anche dei disegni, cospargendosi di vasellina nelle zone in cui non vogliono che le api vengano attirate. La vasellina infatti è una sostanza molto sgradita a questi insetti. Per non farle pungere le api vengono anche alimentate con acqua e zucchero, ma prima di iniziare, i poveri animali, sono storditi con un gas…

Questa presentazione richiede JavaScript.

Totti: amore eterno per la sua squadra

francesco_totti-tuttacronacaSi prepara all’ultima partita in terra americana, l’amichevole con il Chelsea a Washington di domani, la Roma. E dopo la vittoria nella sfida contro la formazione locale a Toronto per 4 reti a 1, a prendere la parola questa mattina è capitan Totti. “Quella di Toronto è stata un’esperienza particolare. Non mi aspettavo questa accoglienza: sono soddisfatto. Un futuro nella MLS? Ho un contratto con la Roma e voglio rispettarlo, non ho in mente altre squadre o altri campionati”. Totti appare molto concentrato sulla sfida contro i Blues allenati da Josè Mourinho: “Anche se contro il Chelsea è un’amichevole, so tratta pur sempre di un match di livello internazionale. Ci teniamo a fare bella figura”. Ovviamente non possono mancare, da parte dei media locali, domande su Michael Bradley, il centrocampista che sta per iniziare la sua seconda stagione in maglia giallorossa: “Bradley è una grande persona – commenta Totti -. Fa spogliatoio e porta sempre il sorriso. Sono veramente fortunato ad averlo conosciuto. In carriera ho avuto la fortuna di giocare con tantissimi compagni di alto livello. Quest’anno il gruppo è molto unito e vogliamo disputare una grande stagione”. Ma il capitano non scorda di giurare, ancora una volta, il suo amore eterno alla squadra della sua città: “Venti anni di amore per la stessa maglia sono un’esperienza di vita bellissima. Non penso ad altre squadre”.

Marco Borriello e la maglia numero 88: da polemica a gossip

borriello-88-tuttacronacaIeri sono stati resi noti i numeri scelti dai giocatori della Roma e subito ha preso l’avvio la polemica per la scelta di Marco Borriello: l’88. Solo un numero? No, perchè l’ottava lettera dell’alfabeto è la H e le due cifre sono interpretate come acronimo di Heil Hitler. 88 come numero caro ai neonazisti dunque e che ha spinto molti esponenti della comunità ebraica romana a chiedersi che motivazione potesse avere quella scelta. Del resto in Italia non è la prima volta che una simile scelta fa discutere. Anche Gianluigi Buffo, all’inizio della stagione 2000-2001, quando militava nel Parma, aveva puntato sull’88, spiegando che quei numeri simboleggiavano quattro palle, simbolo della rinascita dopo l’infortunio che gli aveva impedito di partecipare all’Europeo 2000. Ma all’epoca diverse associazioni protestarono, in particolare l’allora responsabile Sport della comunità ebraica di Roma Vittorio Pavoncello e alla fine il giocatore, pur avendo detto di non conoscere il presunto significato del numero, finì con l’optare per il 77. Ora la emplice ipotesi che Borriello si possa essere ispirato al dittatore nazista ha suscitato diversi rumors. Ma tante sono state le possibili interpretazioni che gli utenti di Twitter hanno dato. Ad esempio Luca Prestigioso ha scritto: “Sono andato su Wikipedia. Ho contato i gol tra club e nazionali e sono 88”. “Speriamo”, la risposta di Giorgio P. Ma vari esponenti della comunità ebraica romana vogliono risposte: “Dovrebbe chiarire il perché di quella scelta”, scrive qualcuno. Altri sono più netti: “Perché ha scelto l’88, che ha un chiaro significato nazista?”. C’è anche chi chiama un causa lo stesso Pavoncello, memore della vicenda Buffon: “Perché non sollecita la Roma a fornire una spiegazione?”. La squadra, che nel frattempo di trovava a Toronto, in Canada, a prepararsi per un’amichevole, viene raggiunta da quest’ondata d’irritazione e, verso la mezzanotte ora italiana, sul suo profilo Twitter fa comparire una dichiarazione di Borriello: “Il mio numero di maglia preferito è il 22, ma essendo occupato ho scelto l’88: data di nascita di una persona a me cara”. Nessun significato politico, dunque. Non si sa se questo basterà a placare le polemiche ma di certo ha sollevato un’altra questione: qual è la persona cara alla quale il bomber napoletano ha voluto dedicare la sua maglia?

borriello-tweet-tuttacronaca

Serpente uccide due bambini: strangolati nel sonno

serpente-bambini-tuttacronacaTragedia a Campbellton, in Canada, dove un serpente, probabilmente un pitone o un boa constrictor ha ucciso due bambini, di 5 e 7 anni, strangolandoli nel sonno. Secondo quanto scrive la Bbc online che cita fonti della polizia, il rettile si sarebbe introdotto nel sistema di ventilazione del negozio dove si trovava arrivando così nell’appartamento sopra il locale, raggiungendo il luogo dove dormivano i due piccoli. Il rettile, di grosse dimensione è stato catturato. Sui corpi delle due vittime sarà effettuata un’autopsia, per chiarire con esattezza le cause del loro decesso.

La Roma parte per gli Usa ma senza Borriello e Destro

usa-canada-amichevoli-calcio-roma-borriello-destro-tuttacronaca

La Roma pronta a partire per gli Usa, ma nella lista dei convocati ci sono due assenze pesanti:  Marco Borriello e Mattia Destro.

I motivi sono diversi, ma le assenze hanno richiamato immediatamente l’attenzione. Borriello è sempre più vicino a far ritorno al Genoa nell’ambito dello scambio con Gilardino che il ds giallorosso Sabatini sta perfezionando con Preziosi proprio durante questo caldo weekend di fine luglio. Mentre  Mattia Destro dovrà continuare il protocollo riabilitativo personalizzato che dovrà aiutarlo a superare i problemi al ginocchio.

Quindi i due giocatori non saranno presenti nelle tre partite amichevoli che la Roma giocherà tra Stati Uniti e Canada. Convocati invece:

Balzaretti, Benatia, Bradley, Burdisso, Caprari, Castan, Crescenzi, De Rossi, De Sanctis, Dodò, Florenzi, Jedvaj, Lamela, Lobont, Maicon, Marquinho, Osvaldo, Pjanic, Ricci, Romagnoli, Skorupski, Strootman, Taddei, Tallo, Torosidis, Totti, Verre.

L’arte con le radici! Vanno in scena sculture con piante e siepi

Mosaiculture Internationales Montrial-sculture-siepe-foglie-scultura-tuttacronaca

L’arte è in continuo divenire e perché quindi non usare piante e siepi per riproporre sculture? Dalle radici alle foglie tutto diventa forma artistica in questi animali immaginari, negli strumenti musicali, nelle scene di vita ritratti da ammirare al Mosaiculture Internationales Montreal, in Canada.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Alluvione in Canada: le strade si trasformano in corsi d’acqua

alluvione-canada-tuttacronacaStanno facendo il giro del mondo le immagini che raccontano come le strade canadesi si siano trasformate in corsi d’acqua a causa della violenta alluvione che ha colpito il Paese. La pioggia torrenziale è stata accompagnata da forti raffiche di vento e dal calo delle temperature ed ha causato non pochi disagi alla circolazione. Sono centinaia le persone rimaste intrappolate nelle loro vetture, nei treni e nei tram sommersi d’acqua.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Day After: ecco le foto della città canadese distrutta dalle fiamme

Lac Megantic,città,distrutta,tuttacronaca

Fino a ieri Lac Megantic era una cittadina del Quebec, sul lago d’acqua dolce, da ora in poi sarà ricordata per il tragico incidente che l’ha distrutta. Le fiamme che si sono generate dopo il deragliamento del treno che trasportava petrolio non hanno lasciato scampo alla città. Al momento mancherebbero all’appello una sessantina di persone e ci sarebbe una sola vittima accertata, si teme che il bilancio nelle prossime ore sia destinato a salire.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Treno merci deraglia e la città va a fuoco.

quebec-treno-deraglia-tuttacronaca

Era carico di greggio il treno che ha deragliato, intorno all’1 del mattino (ora locale), nella città di Lac-Megantic, in Quebec,  Canada, provocando 6 esplosioni a catena e un grande incendio che ha coinvolto tutti i 73 vagoni che componevano il convoglio. Una enorme quantità di petrolio si è anche rovesciata nel fiume Chaudiere provocando un ingente inquinamento. Al momento le notizie che arrivano sono confusi ma si temono vittime anche perché ci sarebbe già una lista di persone che al momento risultano scomparse. Sul posto sono arrivati 100 Vigili del Fuoco che stanno provando a fare il possibile, mentre sono stati chiamati soccorsi anche negli Stati Uniti.

“E’ spaventoso. Non ho mai visto nulla di simile – ha detto un residente locale, Claude Bedard, citato dai media canadesi – i supermercati Metro e Dollarama, tutto quello che era lì è scomparso”. Il treno, che era diretto verso il Maine, negli Stati Uniti, appartiene alla compagnia Montreal Maine & Atlantic.

Turisti alla deriva su una lasta di ghiaccio in Canada

turisti-alla-deriva-nel-mar-artico-tuttacronaca

 All’inizio erano circa 30 persone fra cacciatori Inuit e  turisti di varie nazionalità  alla deriva su una lastra di ghiaccio nel territorio di Nunavut, a 40 km dall’Arctic Bay, sull’isola di Baffin. La lastra si è staccata nella notte tra lunedì e martedì e ora il gruppo si trova alla deriva nel Mar Artico. I soccorsi arrivano da parte degli aerei della Royal Canadian Air Force che prima  hanno lanciato kit di sopravvivenza e zattere di salvataggio e poi hanno cominciato a trarre in salvo le persone. Secondo il maggiore Steve Neta che sta coordinando le operazioni di soccorso, almeno 10 cacciatori Inuit e 13 turisti sarebbero già riusciti a raggiungere la terraferma. Sul lastrone di ghiaccio rimarrebbero ancora sette persone che dovrebbero essere tratte in salvo entro la giornata di mercoledì.

I volti dei grandi che si fondono tra loro: Ieri e Oggi

ieri-e-oggi

Potrebbero essere considerati “fratelli gemelli” per somiglianza fisica, caratteriale o di carriera, i personaggi che il graphic designer canadese Marc Ghali ha individuato e immortalato nella serie intitolata  “Ieri e oggi“. Figure di spicco di epoche distanti tra loro ma con dei tratti in comune che ha permesso all’artista con sede a Toronto di unirne i volti in un collage trasformandoli così in singolari ritratti della cultura pop. Nelle immagini unificate si ritrovano allora la silhouette della principessa Diana con Kate Middleton ma anche i sorrisi di Barack Obama e Malcolm X. “Volevo fare qualcosa di divertente e creativo,” Ghali ha dichiarato in una email a The Huffington Post statunitense. “Sono stato ispirato da una serie chiamata ‘Iconatomy‘, e volevo disegnare un parallelo tra le figure influenti del passato e del presente”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’orso di…famiglia

orso-famiglia-tuttacronaca

Un orso un po’ curioso e particolarmente abile… tanto da aprire l’auto di una famiglia e andare alla ricerca di qualcosa da magiare. Succede a Maple Ridge in Canada, a est di Vancouver. Nel video si può vedere come l’animale si aggiri indisturbato intorno all’auto e non abbia la benché minima difficoltà a capire il funzionamento degli sportelli. Quasi un orso di famiglia!

 

La testata di Nesta all’avversario… sulle orme di Zidane?

nesta-testata

9 luglio 2006: finale dei Mondiali di calcio Germania 2006. Sul campo dell’Olympiastadion di Berlino si fronteggiano Italia e Francia. Il capitano della squadra francese Zinédine Zidane, al suo ultimo incontro come professionista, assesta un colpo di testa al torace del difenzore italiano Marco Materazzi, sembra come reazione ad una provocazione verbale dell’azzurro. L’azione, inizialmente passa inosservata, frutta a Zidane il cartellino rosso.

Ora sembra proprio che Zidane abbia trovato un emulatore. Alessandro Nesta, ex difensore della Nazionale che ora gioca in Canada nei Montreal Impact, stava disputando una partita contro la squadra del Kansas City quando uno degli avversari, Claudio Bieler, ha tentato di pestargli la mano. La reazione è stata quella di rialzarsi e colpirlo con una testata. Per il calciatore italiano è arrivato il cartellino rosso e poi è stato squalificato per tre giornate.

Crolla un ponte: in salvo tre automobilisti finiti nel fiume

crollo-ponte

Si è sfiorata la tragedia vicino a Seattle: è parzialmente crollato un ponte che collega la metropoli del nord-ovest degli Stati Uniti con Vancouver, in Canada, facendo finire due auto, con a bordo tre persone, nel fiume Skagit. L’allarme è stato immediato e l’arrivo tempestivo dei soccorsi ha evitato il peggio: sembra infatti l’incidente non abbia provocato nessuna vittima mentre le tre persone coinvolte sono state tratte in salvo. I tre automobilisti, per i quali si temeva il peggio a causa delle fredde temperature dell’acqua e delle sue correnti, sono ora in ospedale in condizioni stabili.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Ho sentito uno strano rumore, pensavo fosse la mia auto” afferma un testimone, che a bordo del suo veicolo aveva appena percorso il ponte. “È stato un tonfo” commenta un altro. Il loro racconto è stato fondamentale per ricostruire l’accaduto: a causare il cedimento della struttura lungo la trafficata Interstate 5, su cui transitano ogni giorno 70.000 veicoli, potrebbe essere stato l’urto di un Tir che e’ finito contro uno dei montanti. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto il camion allontanarsi dopo l’impatto e la caccia all’uomo, e al suo mezzo, ha subito avuto inizio, con le immagini delle televisioni locali che mostrano alcuni posti di blocco. Anche il National Transportation Safety Board (Ntsb) assicura che invierà una propria squadra sul posto per indagare. L’incidente e’ avvenuto alle 19 ora locale, le quattro del mattino in Italia. Il ponte, costruito nel 1955, si trova 70 chilometri a nord di Seattle. All’infrastruttura è assegnato un voto di 57,4 su 100, quindi oltre la sufficienza: il punteggio, però, lo colloca decisamente al di sotto del voto ’80’ medio per i ponti dello stato di Washington.

Sventato attacco terroristico tra Usa e Canada. Poteva essere strage.

canada-new york-tuttacronaca-ferrovie

Una settimana fa il tragico attentato di Boston, ora la polizia canadese in collaborazione con l’Fbi sventa un attentato che due terroristi, legati alla cellula di Al Qaeda stavano progettando alle ferrovie tra Usa e Canada. I  due, identificati come Chiheb Essenghaier e Raed Jaser, avevano preso di mira un treno passeggeri che collega Toronto con New York. Ancora da accertare se i due arrestati progettavano di minare i binari in modo da far esplodere il treno e farlo deragliare o se volessero proprio far esplodere il treno minando alcune carrozze.  La polizia era sulle loro tracce da oltre un anno: gli investigatori li avevano messi sotto stretta sorveglianza da oltre dodici mesi in Quebec e in Ontario. Nessun collegamento con i due fratelli ceceni accusati dell’attentato alla maratona di Boston.

Sparatoria in asilo in Quebec… 2 morti!

sparatoria-canada-asilo-tuttacronaca

Due uomini sono rimasti uccisi in una sparatoria in un asilo Montessori in Quebec, a Gatineau, dove, tra varie classi, c’erano circa 50 bimbi, nessuno dei quali è rimasto coinvolto. Secondo il capo della polizia locale il personale dell’asilo ha avvertito la polizia della presenza di un uomo armato che minacciava delle persone. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato il corpo di un uomo senza vita con accanto un fucile da caccia e un altro, in un’altra ala, gravemente ferito e poi morto durante il trasporto in ospedale.  Nessuno dei bimbi, e nessun’altra persona è rimasta ferita ha detto il capo della polizia locale Hamel, aggiungendo che uno dei due uomini rimasti uccisi «è il responsabile della sparatoria, e l’altro un dipendente dell’asilo». «Al momento, stiamo investigando sulla possibilità che quest’evento sia collegato alla separazione di una coppia», ha detto ancora il capo della polizia, aggiungendo di non poter dire nulla sulla possibilità che la separazione riguardi anche uno dei bambini o dei dipendenti dell’asilo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: