A Napoli otto uomini nudi messi al muro: la campagna del movimento anti Equitalia

bastafarcimale-tuttacronacaSono otto gli argomenti invisi ai consumatori: Rc auto, cartelle esattoriali, multe, Tarsu, lavoro, slot, rifiuti e sanità. E sono otto anche gli uomini nudi, fotografati di spalle e messi al muro, con una minima parte del corpo coperta da targhe che ripropongono proprio questi temi. Il manifesto serve per pubblicizzare la campagna di iscrizione a “Noi consumatori”, il movimento anti Equitalia. In cima al manifesto si legge “Basta farci male”, con caratteri che ricordano una scritta fatta con il sangue, mentre lateralmente si gioca con il doppio senso: “voltiamoci e salviamoci”. La campagna adesioni al movimento parte da Napoli ma riguarderà presto tutta la Campania e anche altre regioni italiane.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Avviso meteo della Protezione civile: arrivano nuovi, violenti temporali

temporale-allerta-tuttacronacaLa Protezione civile ha emesso un avviso meteo: sono attesi, da oggi pomeriggio, nuovi tempoarli. Gli eventi sono attesi in particolare sulle regioni centro-meridionali e specie sulle zone interne e appenniniche: Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia e Calabria. Quello che ci si può aspettare sono rovesci di forte intensità, possibili grandinate, frequente attività elettrica e forte vento. Continua dunque il maltempo che tanto sta imperversando su quest’estate.

Trema il Sud: scossa di terremoto nel distretto sismico dell’Irpinia

terremoto-campania-tuttacronacaUna scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è stata localizzata, dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, nel distretto sismico dell’Irpinia. L’evento, registrato alle 11:46, ha avuto un ipocentro di 5 km di profondità ed ha interessato i comuni di Buccino, Ricigliano, Romagnano al Monte e San Gregorio Magno (SA) e Castelgrande e Muro Lucano (PZ).

Carne e pesce scaduti da 3 anni e serviti nei ristoranti

alimenti-scaduti-tuttacronaca

Tre anni fa carni e pesci sarebbe sicuramente stati freschi… ma venivano serviti oggi in otto ristoranti dislocati tra Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio. La scoperta è stata fatta dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco, i prodotti venivano conservati in celle frigorifere, immersi completamente nel ghiaccio. Quello che stupisce è che la merce sequestrata ammonta a cira 500 chili, quindi una riserva che sarebbe stata servita ai turisti che affollano la Campania nel periodo estivo. Sono cinque i proprietari dei ristoranti denunciati e altri tre multati per un totale di 4500 euro.

Le vacanze pagate a rate!

vacanze-a-rate-tuttacronaca

Le famiglie italiane, la crisi e le vacanze. Questo sembra essere la formula strana che ancora non si riesce a comprendere, perché se da una parte c’è chi ha deciso di non andare in ferie per le ristrettezze economiche, c’è anche chi invece alle ferie non ci rinuncia e fa un prestito anche a costo di dover pagare per tre anni e mezzo la somma richiesta. Insomma alle vacanze c’è proprio chi non ci vuole rinunciare… magari quelle famiglie con un bambino piccolo, a cui i dottori si raccomandano di far prendere il sole oppure le famiglie che vogliono comunque tenere alto un certo tenore di vita e quindi non rinunciano alla vacanza con gli amici. A quanto sembra il prestito per le vacanze è in aumento e sono sempre più gli italiani che non lo considerano più un tabù! La spesa mensile si aggira su una rata da circa 139 euro (appena un anno fa la rata era da 120) e di solito chi richiede il prestito è un uomo, di circa 38 anni, dipendente di un’azienda privata. La regione in cui si chiedono più prestiti per le vacanze è la Lombardia, ma è la Campania dove c’è l’aumento percentuale più alto circa il 24%.

Il colpo di spugna su Bassolino… il reato è prescritto

antonio-bassolino-tuttacronaca

“Ritengo che Antonio Bassolino abbia concorso nella perpetrazione dei reati”, ma “si chiede la pronuncia di prescrizione per tutti i capi di imputazione a lui attribuiti”, così il pubblico ministero Paolo Sirleo, dopo 20 ore di requisitoria alla terza udienza del maxi processo per il disastro rifiuti in Campania ha concluso in merito alla posizione di Antonio Bassolino, ex governatore della regione e commissario straordinario per l’emergenza rifiuti dal 2000 al 2004.

 

Uno sguardo a… bucatini all’amatriciana

La ricetta la trovi QUI!

bucatini-allamatriciana

Ettore Scola… e la parola “quaderno”

Ettore Scola… e il cinema

Ettore Scola… dirige “Una giornata particolare”

Gente di Trevico… Ettore Scola

ettore scola

Uno sguardo a Trevico… Palazzo Scola

trevico-scola

Uno sguardo a Trevico… il monumento ai caduti

trevico_caduti

Uno sguardo a… TREVICO (Avellino)

trevico

Il braccialetto che ti dice “basta sole”.

fondazione-melanoma-tuttacronaca

L’iniziativa è della Fondazione Melanoma e cerca di prevenire il rischio di tumore alla pelle spesso causato dal sole. Basta indossare un braccialetto ed esporsi ai raggi solari fin quando questo non cambi colore avvertendo che il nostro corpo ha già assorbito la quantità massima di raggi solari. Il braccialetto sarà distribuito gratuitamente in 3000 esemplari nelle scuole elementari della Campagna e sulle spiagge, ma è possibile farne richiesta sul sito della Fondazione. Ogni anno sono circa 7000 i casi di melanoma di cui 700 solo in Campania. Circa 1500 persone ne sono vittima ogni anno e il fenomeno è aumentato in 60 anni di quasi 7 volte. Ma il dato che più preoccupa è il calo dell’età media, il 20% delle nuove diagnosi è in pazienti tra i 15 e i 39 anni. I fattori di maggior rischio sono i raggi solari e una costante abbronzatura determinata dalle lampade: ”L’eccessiva esposizione al sole da giovani – spiega il presidente della fondazione, Paolo Ascierto – triplica la possibilità di sviluppare tumori da adulti. E’ fondamentale la prevenzione, ma guai a pensare che bastano le creme solari. Bisogna evitare il sole nelle ore più calde e con questo braccialetto sarà possibile capire quando è il momento di andare a prendere un po’ di fresco a casa o in pineta”.

 

Uno sguardo a… Spaghetti alle vongole veraci

La ricetta puoi trovarla QUI!

spaghetti vongole

Massimo Troisi… in Il postino

Massimo Troisi… Dialogo con Dio

Massimo Troisi… in Non ci resta che piangere

Gente di San Giorgio a Cremano… Massimo Troisi

massimo troisi

Uno sguardo a San Giorgio a Cremano… Villa Vannucchi

san giorgio a cremano villa-Vannucchi

Uno sguardo a San Giorgio a Cremano… piazza Massimo Troisi

san giorgio a cremano piazza massimo troisi

Uno sguardo a… SAN GIORGIO A CREMANO (Napoli)

san giorgio a cremano

M5S si piega in Campania: condono per chi “ravvede”

condono-edilizio-napoli-m5s-tuttacronaca

Se ne rendono conto anche i “cittadini” del M5S che in Campania non c’è proprio nulla da fare… l’abusivismo è, il più delle volte, così connaturato nel DNA della regione e dei suoi abitanti che il condono serve. Così arriva il “testo del disegno di legge” su la “rivalutazione del patrimonio immobiliare esistente e la risposta 5 stelle all’abusivismo edilizio”. Il sapore è inequivocabile sà di quella realpolitik a cui siamo abituati sin dai tempi della prima repubblica: “Riabilitazione degli edifici realizzati entro il 30 settembre 2004 con sospensione dei procedimenti amministrativi e giurisdizionali anche nelle aree soggette a vincolo paesistico”. Ma è lo stesso Luigi di Maio, vicepresidente della Camera, a dichiarare che la proposta sarà presentata alla commissione del M5S che valuterà se è possibile presentarla o meno in Parlamento.

Nella bozza in questione i grillini parlano di ‘ravvedimento operoso del trasgressore’ finalizzata a consentire la ‘riabilitazione e revoca delle sanzioni demolitorie e ripristinatorie, amministrative e penali, solo a condizione che sia stata accertata l’esecuzione di opere di prevenzione del rischio sismico ed idrogeologico, di bonifica, messa in sicurezza, nonché interventi di bioedilizia, potenziamento dell’efficienza energetica e risparmio delle risorse idriche, nell’ottica di un miglioramento complessivo della qualità architettonica, energetica ed abitativa e per razionalizzare e contenere il consumo del territorio’.

In questo modo si cercherà di battere la crisi con una politica  ” di ecosostenibilità  e di messa in sicurezza” delle abitazioni abusive, legittimandole così a stare sul territorio. Una sorta di accettazione del danno minimizzando l’impatto ambientale… forse potrebbe davvero essere l’uovo di Colombo per far nascere una ripresa nel settore edilizio e allo stesso tempo non privare dell’abitazione migliaia di cittadini.

La guerra del mattone sarà legalizzata?

condono edilizio-tuttacronaca

Governo al servizio… del condono edilizio? Dopo anni di danno all’ambiente irreparabili, dopo sfregi su sfregi, dopo aver costruito in zone non sicure e con materiali scadenti per poi chiedere soldi allo Stato al primo terremoto, anche lieve, che ha ridotto in cenere le abitazioni o dopo un esondazione che ha distrutto la propria villetta costruita abusivamente sull’argine di un fiume, dopo tante promesse di aver cercato una politica sostenibile… torna alla ribalta il CONDONO EDILIZIO!!!

Quella legge che priva i cittadini onesti di poter vivere il territorio e ne abbassa immediatamente il prezzo poiché nessuno vuole più abitare in zone degradate da costruzioni nate come funghi, senza un piano edilizio predisposto dal comune e soprattutto deturpa l’ambiente con gravi ripercussioni su flora e fauna. Uno scempio, un crimine verso la natura e verso i concittadini che poi viene legalizzato dallo Stato.

Questi i dati della regione campania: 129mila case illegali, 6mila ogni anno, 500 al mese, 16 al giorno, una industria che non risente di spread e crisi e che per rilanciarsi aspetta una sola parola d’ordine: sanatoria.

Francesco Nitto Palma nella sua prima intervista da presidente della Commissione giustizia del Senato, lo ha promesso: “Presenteremo subito una iniziativa di legge per tutelare gli interessi dei cittadini campani che non possono vedere andar giù la loro casa”. Un disegno di legge è già pronto. “Il condono – dice Arturo Scotto, deputato napoletano di Sel – è l’autobiografia del Pdl in Campania, qui alle scorse elezioni, in due settimane, Berlusconi è riuscito a recuperare migliaia di voti concedendo quella che è una vera e propria licenza di uccidere il territorio. Ora vogliono riaprire i termini del condono, una iattura, con il Pd che sembra essere dentro un incantesimo e vuole trasformare i rospi (Alfano, Cesaro, Nitto Palma) in fatine”.

“L’abusivismo in Campania – è la reazione di Michele Buonomo, presidente di Legambiente – ha creato situazioni di non ritorno, le case illegali sono migliaia, quelle costruite per necessità una piccolissima percentuale. Si vada a vedere piuttosto chi c’è dietro l’urbanistica totalmente abusiva”.

Ma chi c’è spesso e volentieri dietro l’abuso edilizio? La camorra. Non a caso l’81% dei comuni sciolti per mafia in Campania negli ultimi vent’anni è stato commissariato anche per gli abusi edilizi e per il mattone illegale. In provincia di Napoli sono l’83%, il 77% in quella di Caserta. A Napoli c’è poi un intero quartiere nato abusivo: Pianura che conta 58mila abitanti e 70mila domande di sanatoria. Una micro città all’interno di una metropoli!

Inoltre su queste case abusive si risparmia: non si paga l’Imu, nè la tassa sui rifiuti urbani… spesso si riesce a eludere anche luce, gas e acqua. Ma anche se regolarizzate queste case non porteranno mai l’Imu nelle casse statali… saranno sempre classificate come prima casa! 

 

Ruba le pizze con la pistola in pugno!

pizza-rapina-pistola-casoria-tuttacronaca

Casoria, provincia di Napoli. Comune disastrato della Campania, dove la crisi qui si sente più che altrove. Dove mangiare è diventato un incubo… dove davvero c’è chi non si può permettere una pizza e impugna una pistola. Così un uomo a volto scoperto ha atteso un professionista che usciva da una pizzeria con  quattro pizze, due margherite, una capricciosa e una quattro formaggi. Bottino: 19 euro.
Gli si è avvicinato il ladro, puntando la pistola sull’uomo gli ha intimato di dargli le pizze. «Stasera mangeranno i miei figli», ha detto, poi la fuga. «Avevo qualche decina di euro e il cellulare, ma lui voleva le pizze – dice la vittima – Meglio così, ho pensato, se per una sera ho aiutato a sfamare una famiglia».

ALLERTA MALTEMPO: LAZIO E UMBRIA!

maltempo-italia-umbria-lazio-tuttacronaca

Un flusso di correnti sul Mediterraneo porta tempo perturbato sull’Italia. Lo segnala la Protezione Civile che ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Previste, dunque, dal pomeriggio di oggi, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Umbria e Lazio. Dalle prime ore di domani, nuove precipitazioni, anche temporalesche, Sardegna, in estensione a Campania, Basilicata e Calabria.

IL CROLLO DELLA SANITA’ IN CASO DI SISMA! Tutti giù per terra.

torre annunziata-ospedale-napoli-tuttacronaca

Quando i luoghi di cura diventano trappole mortali, spesso tombe dei pazienti con limitata capacità deambulatoria! Dopo il crollo del palazzo a Riviera di Chiaia a Napoli è tornato d’attualità (come se ci fosse bisogno di pubblicità) la sicurezza statica degli edifici ospedalieri (degli altri ormai non ci facciamo più carico, salvo poi condannare gli scienziati e non gli amministratori nel caso dell’Aquila).

Stando infatti a una denuncia del Sindacato medici italiani (Smi) che cita l’ultima inchiesta parlamentare sull’efficienza del servizio sanitario nazionale, da un’indagine a campione su 200 ospedali è emerso che, in caso di scossa di terremoto, il 75% addirittura si sbriciolerebbe.
A Napoli il più esposto a questo rischio è lo storico ospedale Annunziata. «È un fatto gravissimo – dicono il presidente nazionale e il segretario organizzativo regionale dello Smi, Giuseppe Del Barone e Mario Iovane – L’ospedale dovrebbe essere il luogo più sicuro, dovrebbe garantire il massimo della tranquillità ai pazienti e ai professionisti che vi operano. E invece ci troviamo ancora di fronte a situazioni di profondo degrado che addirittura mettono a rischio la vita delle persone. Non si possono non avere negli occhi le immagini strazianti di quanto successo a L’Aquila, la storia dovrebbe insegnare».
Secondo lo studio a campione citato dallo Smi, il 75% dei 200 edifici ospedalieri presi in esame mostra gravi carenze e si sbriciolerebbe nel caso di un sisma di 6,2 o 6,3 gradi Richter. Altrettanto alto il numero di ospedali che da una scossa ne uscirebbe fortemente lesionati e inagibili. Le strutture più esposte a questo rischio, secondo lo studio, sono distribuite lungo l’arco appenninico, nella zona dell’Italia centrale e soprattutto meridionale, in particolare in Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.
A Napoli 2 corpi dello storico ospedale Annunziata che risalgono al 1889 sono nella black list delle strutture più pericolose. «La cosa più grave – dicono Del Barone e Iovane – è che non è mai stata fatta una ricognizione organica sulla sicurezza statica di tutte le strutture ospedaliere d’Italia e della Campania. Conosciamo l’attenzione del presidente Caldoro per queste tematiche e a lui facciamo appello affinchè si prepari un rapporto preciso e dettagliato sulle negatività degli ospedali campani e si proceda con un piano di interventi per metterli in sicurezza».
Ma di sicurezza in ospedali e guardie mediche si parla anche da un altro punto di vista. Secondo lo Smi, in particolare a Napoli e provincia, ci sono presidi che per affluenza, condizioni di lavoro e soprattutto per episodi di violenza e aggressioni, espongono a gravi rischi medici e pazienti. Si tratta in particolare del Cardarelli, del San Giovanni Bosco, del Loreto Mare delle guardie mediche di San Giorgio a Cremano e Scampia e degli ospedali di Boscotrecase e Castellammare di Stabia. «Sono anni che si fanno denunce su questo problema – dicono il vicesegretario nazionale e quello regionale Luigi De Lucia e Salvatore Marotta – e sono anni che vengono avanzate proposte di vario genere. Ma una prima soluzione è semplicissima: istallare subito telecamere a circuito chiuso».

Ma naturalmente Monti ha tagliato i finanziamenti agli ospedali per impinguare le banche… quindi in caso di aggressione, la violenza è assicurata, in caso di sima… tutti giù per terra!

Uno sguardo a La Pergola… Carpaccio di cappesante…

…su amaranto al mais nero, con olio allo zenzero di Heinz Beck!

La ricetta puoi trovarla QUI!
amaranto-beck

La Balduina sulla scena di… l’ora di religione di Marco Bellocchio

l'ora di religione

La Balduina sulla scena di… il sorpasso di Dino Risi

Il sorpasso

La Balduina sulla scena di… Roma città aperta di Roberto Rossellini

Roma città aperta

Gente di… LA PERGOLA, HEINZ BECK!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Uno sguardo a Rome Cavalieri… il vino!

pergola

Uno sguardo al Rome Cavalieri… l’acqua!

dc76e16b-e228-48bf-9074-229c55b2128d

Uno sguardo a… ROME CAVALIERI, WALDORF ASTORIA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo il tribunale a Milano ora tocca alla Scuola di Polizia Campana

scuola di polizia campana

Attacco hacker e maschera stile Anonymous sul sito della Scuola regionale di Polizia locale della Campania. Proprio come avvenuto ieri per il sito del Tribunale di Milano e del Dap, all’indirizzo http://www.polizia.campania.it campeggia la scritta ‘Preparatevi ha inizio l’apocalisse’. E’ la fine per un nuovo inizio’. La scuola che ha sede a Benevento, ha lo scopo di qualificare professionalmente gli operatori della Polizia Locale della Campania.

Leggi l’articolo sull’attacco alla giustizia milanese!

“Waste Land” italiana! Adesso aerei sentinella a Napoli

Glia aerei dovranno controllare il territorio campano e impedire che gli abitanti appicchino il fuoco ai rifiuti. Inoltre il contratto con la Guardia Costiera prevede anche l’individuazione di fonti d’inquinamento.

e-wasteland 2

Uno sguardo a Napoli… le zeppole di carnevale!

zeppole-napoletane-610x300

Scopri qui la storia e la ricetta!

Uno sguardo a Napoli… Così parlò Bellavista!

bellavista1

“Lo sconto è un atto d’amore del venditore per il compratore. In un paese veramente civile lo sconto dovrebbe essere obbligatorio e diverso da persona a persona, hai capito?”

Così parlò Bellavista è prima di tutto il ritratto della Napoli immaginata da De Crescenzo. Il suo protagonista il professore don Gennaro Bellavista, napoletano doc, è irritato da tutte le banalità che si dicono e che si scrivono su Napoli e sui suoi abitanti. Chi può capire Napoli? La vita a Napoli è un’arte. E’ tessere rapporti, imparare ad arrangiarsi e rimanere affascinati a tal punto di dimenticarsi di sè. C’è bisogno quindi che ci faccia luce un Professore. Bellavista ci farà delle lezioni capitolo dopo capitolo e ci condurrà in quella Napoli segreta, che emana un fascino vertiginoso e trascinante pagina dopo pagina. Quindi lasciamoci guidare in fondo: “Siamo angeli con un’ala soltanto, e possiamo volare solo restando abbracciati”.

Uno sguardo a Napoli… Roberto Saviano

Saviano« Ad aver dato fastidio alle organizzazioni criminali è il mio lettore, non sono io. Il mio lettore è ciò che loro non vogliono, il fatto che in questo momento ne stiamo parlando, che ne hanno parlato tutti i giornali, che continuano ad uscire libri, che continuano a nascere documentari, è tutto questo che loro non vogliono, è l’attenzione su di loro, sui loro nomi, soprattutto sui loro affari »

La vita di Roberto Saviano potrebbe essere sintetizzata in questa frase. In ogni momento della sua vita ha contributo ha lottare contro le organizzazioni criminali, in particolare contro la camorra, e a portare testimonianze e prove di ramificazione ben più diffusa sul territorio da quello che si poteva immaginare. I suoi libri aprono gli occhi al lettore sul significato più profondo di camorra o di mafia, abbattono i luoghi comuni e vanno dritti al cuore della “piovra”.

Numerose le sue collaborazioni con importanti testate giornalistiche italiane ed internazionali. Attualmente in Italia collabora con L’espresso e La Repubblica, negli Stati Uniti con il Washington Post, il New York Times e il Time, in Spagna con El Pais, in Germania con Die Zeit e Der Spiegel, in Svezia con Expressen e Gran Bretagna con il Times.

Per le sue posizioni coraggiose non sono mancati gli appelli a non lasciarlo solo da parte di importanti scrittori e personaggi culturali del calibro diUmberto Eco. Dal 2006 vive sotto scorta essendo stato minacciato più volte.

Uno sguardo a Napoli… Non ci resta che piangere di Troisi e Benigni

L’indimenticabile film in cui i due più grandi  caratteristi italiani si confrontano è ancora oggi un capolavoro di comicità. Napoli e Firenze a confronto, in un italiano contaminato da due dialetti, che ci portano in due universi distinti e paralleli che racchiudono il mondo della commedia dell’arte più pura e genuina.

La storia del bidello e del maestro elementare che finiscono nel 1492 e cercano di fermare Cristoforo Colombo in partenza per l’America, è un affresco di genialità che solo Troisi e Benigni potevano creare.

Napoli è Troisi che con la sua mimica e parlata riesce a crearla ovunque, anche in toscana.

non-ci-resta-che-piangere-ma-che-inedito-L-taaW1i

Uno sguardo a… NAPOLI!

22892185-4954766737ab08fea5a7f4db89d1667e

Nonni e figli rubano al supermarket e… la refurtiva nei passeggini dei nipoti!

Succede in Campania dove una famiglia è stata sorpresa a rubare dentro un supermarket. I nonni si occupavano di carne e pesce e i genitori di vestiario e telefonini. La refurtiva veniva poi stipata nei passeggini dei nipoti.

2200446264_c1036cf7a8

Monti pompeiano! La città campana gli dà la cittadinanza onoraria.

monti

Appalti per riscossione bollo auto senza gara: 15 arresti

Maltempo nella Penisola per 18 ore

Il maltempo festeggerà Halloween in Italia. E’ prevista una perturbazione di 18 ore…

8 le regioni a rischio: Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria, Veneto, Friuli e Puglia. Sono previste precipitazioni da 50 mm con punte che potrebbero  arrivare a 80 mm.

Tempo da streghe!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: