Il cagnolino impavido! Non c’è vento che lo fermi

cane-impavido-vento-tuttacronacaLa Gran Bretagna è afflitta da un’ondata di maltempo che crea danni e disagi. Ma c’è chi non si ferma davanti a nulla e sfida la forza della natura pur di non rinunciare alle sue abitudini… E’ il caso di un cagnolino, un esemplare di Coton de Tulear, conosciuto anche come il cane reale del Madagascar, che coperto dal suo caldo cappottino si getta nella bufera con cuore impavido. Il cagnolino passeggia indomito sulla spiaggia di Lyme Regis.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Cagnolino sul davanzale arriva la rettifica!

cagnolino,davanzale,tuttacronaca

Si sono mossi immediatamente gli animalisti dell’Associazione 100%, la scorsa notte appena la stampa ha diffuso la foto del cagnolino che tentava di rientrare in un’abitazione dopo esser stato lasciato sul davanzale. Uno striscione con la scritta che definiva “vile” la proprietaria del cagnolino è stato affisso sull’edificio. A questo punto è stata la polizia municipale a bussare alla porta della signora e fortunatamente il malinteso è stato chiarito. La proprietaria, un’anziana vedova, aveva adottato il meticcio qualche tempo fa e subito l’animale aveva preso l’abitudine di “saltare” autonomamente sulla finestra quando uno dei figli della signora vi si affacciava a fumare, nella bella stagione. Il cane avrebbe quindi sviluppato la tendenza a scegliere questo comportamento e quasi a “chiedere” di essere posto in quella posizione, dove – assicura comunque la signora – non viene lasciato per più di qualche minuto al giorno. I vigili urbani avrebbero inoltre riscontrato nella casa adeguate misure di attenzione e di affetto verso l’animale ed alla proprietaria sarebbe infine stato raccomandato soltanto di proteggere il cagnolino – non dotato degli strumenti di equilibrio e di agilità che sono tipici, ad esempio, di un gatto – applicando alla sua finestra preferita una rete che annulli il rischio di cadute. Risolto l’arcano, ora anche gli ambientalisti dovranno rivedere il loro giudizio sulla padrona, il problema è sempre sulla comunicazione, una semplice foto, postata sui social può avere un effetto dirompente!

Quel cagnolino abbandonato sul davanzale, al terzo piano

cane-finestra-tuttacronacaUn condominio in via Roana, nella zona della Coop, a Castelfranco, in provincia di Treviso, ha attirato l’attenzione dell’Enpa dopo che alcuni residenti hanno segnalato la presenza di un cagnolino lasciato sul davanzale della finestra di un appartamento al terzo piano. L’associazione per la tutela degli animali ha a sua volta fatto presente la situazione ai vigili urbani castellani, richiedendo un’immediata verifica: il cane sarebbe alla finestra, chiuso all’esterno, da diversi giorni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A 7 anni chiede agli scienziati di regalarle un drago: riceve offerta di lavoro!

drago-bimba-7- anni-tuttacronaca
Niente criceto, gattino, cagnolino, o pesci rossi:  la vivace bimba di sette anni del Queensland, voleva nientedimeno che un drago per natale. Non sapendo che pesci pigliare, i genitori le suggerirono di inviare una richiesta all’ente australiano per le scienze (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organizaton – CSIRO). Ma il prestigioso istituto a sua volta non sapeva come rispondere alla circostanziata letterina inviata da Sophie, sapendo di non poter suo malgrado soddisfare la richiesta. Almeno non appieno.
Sbigottiti e divertiti dalla richiesta, gli scienziati infatti si sono dati subito da fare, creando ad hoc un bel draghetto fatto di titanio, che hanno spedito a Sophie, con un bigliettino di accompagnamento in cui, insieme alle scuse per non avere in corso delle ricerche sui draghi, le offrivano la possibilità, una volta cresciuta, di andare a lavorare con loro. Purché, ed è questa la condizione sine qua non, riesca a mantenere intatta la sua “curiosità”.
Per nulla delusa, Sophie ha tratto ispirazione dal messaggio: da grande vuole andare a lavorare alla CSIRO, del tutto convinta che gli scienziati australiani sono in grado di fare qualsiasi cosa, ha detto sua madre al Canberra Times.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sophie aveva scritto:
Salve caro scienziato,
Mi chiamo Sophie e ho 7 anni. Il mio papa’ mi ha parlato degli scienziati che lavorano al CSIRO. Sarebbe possibile per voi fare un drago per me? Sarei felice se ci riusciste, ma se non potete, non fa niente.
Se fosse una ragazza, la chiamerei Senzadenti, e se fosse un maschio lo chiamerei Stuart.
Lo terrei nella mia area verde speciale dove ci sono (sic) tanto spazio. Gli darei da mangiare pesce crudo e gli metterei un collare. Se dovesse farsi male, lo medicherei. Giocherei con lui tutti i fine settimana, quando non c’e’ scuola.
Con affetto da Sophie
E questa la risposta postata dagli scienziati sul sito web della CSIRO:
Siamo impegnati nella ricerca scientifica dal 1926, e siamo piuttosto orgogliosi di quanto abbiamo realizzato. Abbiamo messo delle banconote fatte di polimeri nei vostri portafogli, repellente per insetti sulla vostra pelle, e Wi-Fi nei vostri dispositivi. Ma ci manca qualcosa. Non ci sono draghi.
Negli ultimi 87 anni circa non siamo stati in grado di creare un drago o uova di drago. Abbiamo avvistato un drago barbuto ad oriente con i nostri telescopi, abbiamo osservato libellule (draghi-mosca in inglese) e persino misurato la temperatura corporea del drago (ctenophora)  Mallee (una lucertola). Ma il nostro lavoro non si e’ mai addentrato nei draghi della specie mitica, sputafuoco.
E di questo, Australia, ci dispiace.

Ingiustificata crudeltà umana: prende a picconate un cagnolino

cagnolina-tuttacronacaCrudeltà insensata a Minervino Murge, in provincia di Bat (Barletta-Andria-Trani), dove un 76enne non sopportava la saltuaria presenza di un cagnolino randagio che scorazzava nel suo orto. Ieri, vedendolo per l’ennesima volta, l’anziano ha prima preso a sassate l’animale e poi lo ha legato a un palo. A quel punto, ricostruiscono i vicini di casa, che poi hanno dato l’allarme, è cominciata una scena straziante con l’uomo che ha preso il piccone e ha iniziato a colpire ripetutamente il cagnolino inerme. Lo ha fatto a pezzi. All’arrivo dei carabinieri il cane era già morto. I carabinieri della stazione di Minervino Murge hanno bloccato e identificato l’anziano e lo hanno denunciato per uccisione di animali. Stando al codice penale prevede che “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni”. Il piccone utilizzato per fare a pezzi il meticcio è stato sequestrato.

Beau&Theo: la strana, dolcissima coppia. Sogni d’oro a loro!

beau-theo-tuttacronacaDifficile trovare una coppia più tenera di quella composta dal piccolo Beau e dal suo amico a quattro zampe Theo. A quanto sembra, almeno a guardare le immagini scattate dalla madre, l’americana Jessica Shyba, i due adorano schiacciare qualche sonnellino, purchè lo facciano assieme. Le foto stanno rapidamente facendo il giro dal web, questo grazie alla donna, autrice del blog Momma’s Gone City, che da quando Theo ha fatto la sua comparsa in famiglia ha iniziato a immortalare i due “ometti” condividendo i loro riposini sul suo account Instagram

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un cagnolino premuroso… più di un genitore!

cane-salva-bimba-assideramento-tuttacronaca

La piccola Julia è salva grazie al coraggio del suo cagnolino. La bambina polacca era scomparsa di casa durante la notte a soli 3 anni. I vigili del fuoco l’hanno ritrovata vicino ad alcune paludi in prossimità della sua abitazione la mattina seguente dopo che la piccola aveva passato la notte con temperatute polari. Ma a vegliare su di lei è sempre rimasto presente il suo fedele amico che l’ha tenuta in vita con il calore del suo corpo.
I genitori hanno dichiarato di aver visto la bambina giocare in giardino con il cane e pochi attimi dopo era scomparsa. Le ricerche sono state condotte da oltre 200 persone per tutta la notte e a -5 gradi in molti pensavano al peggio.
Ora Julia sta bene, è stata portata in ospedale per un principio di congelamento ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

Storia di cuccioli indifesi e di ragazzi violenti!

cane sassate - mondo di gio- tuttacronaca

La foto di un cucciolo di pochi mesi di vita sta facendo il giro delle bacheche di Facebook per la triste storia a cui si accompagna. Il cagnetto è disteso senza vita tra foglie secche e rifiuti, sotto la foto una didascalia scritta dall’amministratore della pagina “Il mondo di Gio: morto preso a sassate e usato come giocattolo dai ragazzini di Paternò, Catania”.
Tanta la rabbia che l’immagine ha suscitato in meno di un giorno negli utenti. La didascalia continua: “devi educare tuo figlio a voler bene a coloro che non hanno voce, chi fa del male ad un cucciolo indifeso farà del male anche ai suoi simili. Educa tuo figlio al rispetto di tutti”

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: