Si spegneranno le luci su New York? Bloomberg e l’allarme bancarotta

-newyork-bancarotta-tuttacronacaNew York sulle orme di Detroit? Dopo che la città delle auto ha dichiarato la bancarotta, ora è il sindaco della Grande Mela a lanciare l’allarme. Per Bloomberg la città potrebbe trovarsi ad affrontare la stessa, disastrosa, situazione di bilancio di Motor City se il suo successore non dovesse essere in grado di tenere sotto controllo i costi tanto delle pensioni che dell’assistenza sanitaria, che stanno registrando una vera impennata. Durante una conferenza a Brooklyn, il primo cittadino ha detto: ”Evitare le scelte difficili, questo è stato il motivo per cui Detroit è fallita”. Il sindaco ha ricordato ai presenti che Chicago ha inoltre dovuto licenziare oltre duemila docenti e dipendenti scolastici il mese scorso, in gran parte a causa dell’impennata dei costi pensionistici. Ma ”Non è la sola, molte città in tutto il Paese devono affrontare la prospettiva che le pensioni costituiscano una fetta sempre più sostanziosa del budget. E New York non fa eccezione”. 

Annunci

La Ue adesso attende risposte da Cipro, ma c’è la Russia!

tuttacronaca-cipro-cyprus-bank- crisi-economica

Bruxelles ha deciso di aspettare che Cipro presenti una proposta alternativa dopo la bocciatura di quella europea, mentre Parigi giudica “un errore” il piano di salvataggio presentato da Bruxelles. Da parte sua, Angela Merkel esorta l’Eurozona a trovare una soluzione alla crisi cipriota esprimendo rammarico per la decisione del Parlamento. Intanto, il ministro delle Finanze di Nicosia vola a Mosca per chiedere aiuto alla Russia.

“Ora sta a Cipro presentare un’alternativa rispettando i parametri sul finanziamento e sulla sostenibilità del debito decisi sabato scorso”, hanno detto alla Commissione europea, precisando che nel loro piano era stata preferita una soluzione che salvasse i depositi sotto i 100mila euro, soluzione che però “è stata rigettata dalle autorità cipriote”.Mentre forti critiche sono arrivate da Parigi al piano di salvataggio di Bruxelles, la cancelliera tedesca ha detto: “Cipro è un nostro partner nella zona euro e perciò è nostro dovere trovare una soluzione”.

Intanto, il ministro cipriota delle Finanze Michalis Sarris è arrivato questa mattina a Mosca: spera infatti di ottenere altri soldi in prestito per superare il rischio bancarotta e l’impasse con l’Europa. A Nicosia ci si augura che la Russia conceda al Paese un’estensione del credito da 2,5 miliardi di euro accordato nel 2011, finanziamento che i ciprioti dovranno finire di rimborsare entro il 2016. “Spero che l’accordo si raggiunga già oggi”, ha detto Sarris.

La prima conseguenza della decisione del Parlamento potrebbe essere il blocco dei finanziamenti da parte della Bce. Jeorg Asmussen, del direttorio dell’Eurotower, ha detto infatti che Francoforte che potrebbe interrompere i crediti alle banche di Cipro, se Nicosia non arriverà a un accordo sul pacchetto di aiuti.

Intanto, le banche cipriote prolungano ulteriormente la chiusura. Gli sportelli resteranno chiusi anche nella giornata di domani, come fanno sapere fonti istituzionali dell’Isola secondo quanto scrive Bloomberg.

BROOKLYN IN RIVOLTA! UCCISO UN 16ENNE DI COLORE DALLA POLIZIA!

SCONVOLGENTE! RIVOLUZIONE A BROOKLYN, NEW YORK, DOPO LA MORTE DI UN RAGAZZO DI 16 ANNI, UCCISO DALLA POLIZIA!

Kimani-Gray-tuttacronaca-new york

Secondo la versione della polizia, i due agenti hanno fermato il 16enne dopo aver notato un rigonfiamento sospetto sotto il giubbotto. Gray avrebbe allora estratto un revolver calibro 38 puntandolo contro i poliziotti. La pistola è stata poi trovata a terra. Ma residenti della 52ma strada, una delle zone più povere di New York, dove è avvenuto il fatto, hanno smentito questa versione dei fatti ai tabloid locali.

“Non abbiamo visto alcuna arma”, hanno dichiarato i testimoni. E nel quartiere è così montata la protesta. I commercianti hanno organizzato una serrata, i residenti una veglia funebre, i consiglieri afroamericani di Brooklyn hanno protestato con veemenza contro “gli eccessi di perquisizioni su neri e ispanici”. I primi scontri si sono verificati venerdì sera durante la veglia funebre, all’arrivo dei poliziotti incaricati di svolgere il servizio d’ordine.

E’ di un agente ferito al volto da un mattone e 50 arresti il bilancio della rivolta contro la polizia scoppiata a Brooklyn dopo la morte di un sedicenne di colore. Per la seconda volta dall’inizio della settimana, circa 200 giovani si sono scontrati con la polizia nelle strade di East Flatbush. Tra gli arrestati c’è anche Mahnefah la sorella del sedicenne , ucciso sabato notte da due agenti dell’anticrimine in borghese che lo vevano fermato mentre applicavano la tecnica dello “stop and frisk”, fermare e perquisire, autorizzata dal sindaco Bloomberg nell’ambito della strategia di prevenzione contro il crimine.

rivolte, brooklyn, Kimani Gray, tuttacronaca

Giovani inferociti hanno devastato e saccheggiato alcuni negozi sulla Albany Street, aggredendo i proprietari, i commessi e le guardie di sicurezza. Mercoledì i nuovi scontri, terminati con gli arresti e un agente in ospedale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stop a bibite gassate oltre il mezzo litro! Bloomberg le proibisce a Ny.

La ‘Naacp’ e la ‘Hispanic Federation’ hanno fatto causa al sindaco Michael Bloomberg per la legge che entrera’ in vigore a marzo e metterebbe in ginocchio i piccoli commercianti. Le due associazioni per anni hanno ricevuto soldi da Coca Cola e Pepsi.

thursday-dar-5

Cade la spesa dei consumatori americani nel mese di ottobre

Il freno è stato determinato anche dalla tempesta post tropicale Sandy.

Shopping trolleys are lined up in front of a Sainsury's supermarket in London

New York chiude di nuovo domani a mezzogiorno per altra tempesta Nor’easter

 

Bloomberg: a New York il 94% delle scuole è aperto e i banchi sono pieni!

 

Bloomberg: a new York ancora 115,000 senza energia

 

Sandy – Cap CLV – Restrizioni più morbide a New York per le auto con meno di 3 persone a bordo

Sono state riviste le restrizioni ceh vietavano l’ingresso a New York alle auto con meno di 3 persone a bordo, tuttavia il sindaco Bloomberg esorta a non prendere l’auto se non per motivi di vera necessità.

Sandy – Cap CLII – Sindaco “ci sono ricoveri disponibili”

Oggi è il giorno del check- in per coloro che sono rimasti senza abitazione, oppure non dispongono ancora di gas e luce. Il sindaco fa sapere alla popolazione che sono disponibili dei ricoveri, dove le persone si possono recare per passare la notte al caldo. Il messaggio è stato divulgato per paura che ci possano essere morti per assideramento  dato che il clima di New York è molto rigido.

Presidenziali Usa – Cap 33 – Bloomberg si impegna a dare aiuto al Consiglio delle Elezioni

Sindaco Bloomber “sarà fatto tutto il possibile per aiutare il Consiglio delle Elezioni –  l’organo preposto per controllare il corretto svolgimento del voto – nella giornata di martedì”

Sandy – Cap CXLVII: Newyorkesi a secco!

Il Sindaco di New York, Bloomberg, ha detto che per risolvere definitivamente la carenza di carburante nella città occorreranno un paio di giorni. Per il momento i newyorkese restano a secco!

Sandy – Cap CXLVI: Ground Zero liberato dall’acqua!

Dopo Sandy, Ground Zero era diventato un set apocalittico con tanto di cascate. Attraverso un sistema di pompaggio i tecnici sono riusciti a liberare il cantiere dall’acqua.

Nessuna data prevista per correre la maratona di New York

 

Bloomberg sull’annullamento della maratona

Il sindaco di New York ha detto che la maratona è stata annullata perchè stava creando troppe tensioni.

Cancellata maratona di New York

 

Sandy – Cap CXXXVIII – Torna la corrente nel Lower Manhattan

Da questa sera gli abitanti di New York che risiedono a Lower East Side, East Village e Soho, avranno di nuovo l’energia elettrica.

Sandy – Cap CXXXV: Bloomberg sulla Maratona

Il Sindaco Bloomberg è stato molto criticato per la sua decisione di far tenere la maratona domenica. In difesa della sua decisione durante la sua conferenza stampa ha dichiarato “occorrono risorse per la maratona, ma non saranno levate quelle utili alla ricostruzione”

Sandy CXXV – Bilancio sempre più tragico

Sale a 98 il numero delle vittime di Sandy a New York. Ritrovati anche i corpi dei due fratellini di 2 e 4 anni strappati dall’acqua all’abbraccio della madre.

Sandy – Cap CXXIV – In corsa per New York

E’ ufficiale, la Maratona di New York si correrà e sarà a favore della città. Gli organizzatori verseranno un contributo per la ricostruzione di un milione di dollari, mentre ad ogni partecipante sarà richiesta una quota minima di 20 dollari che verrà versata in beneficenza.

Sandy – CXXII – Maratona di New York?

Il capo del distretto di Manhattan Scott Stringer chiede  al sindaco Bloomberg di annullare la maratona di New York  prevista per domenica 4 novembre.

Obama risponde a Bloomberg – Sandy forse ha fatto un “miracolo” elettorale

Il presidente Obama, saputo che il sindaco di New York si schiera con lui, si è detto onorato di aver ricevuto l’approvazione di Bloomberg.

Effetto sandy Obama sostenuto dall’ “ex” repubblicano Bloomberg

Chiamatelo pure “effetto Sandy” la spinta in avanti nei consensi che l’uragano ha portato al presidente Barack Obama nella corsa elettorale che corre sul filo di lana.
Mentre l’America faticosamente si rimette in moto dopo le devastazioni provocate dal passaggio della tempesta nella città di New York e nello stato del New Jersey, gli occhi ora sono tutti puntati sull’appuntamento con le urne di martedì prossimo 6 novembre.
Dopo lo stop per via del ciclone, i due sfidanti si accingono ad affrontare le ultime battute della campagna elettorale che, considerato il testa a testa, si annunciano roventi.
A 5 giorni dalle presidenziali il sindaco di New York, ormai ex repubblicano e sempre piu’ indipendente, ha deciso di schierarsi con Barack Obama. Bloomberg, miliardario grazie all’omonima agenzia economica da lui fondata, e’ estremamente popolare negli Usa e piu’ volte si e’ parlato di una sua eventuale candidatura alla casa Bianca. Nel 2008 Bloomberg non si espresse ne’ per Obama, ne’ per John McCain .

Sandy – Cap CVI

Il sindaco di New York lo ha ribadito qualche minuto fa parlando alla NBC “Sandy è stata la peggior tempesta della storia della città”, con queste parole Bloomberg cerca di contenere il malcontento dei newyorkesi che si trovano in questi giorni a combattere con disservizi e disagi post-Sandy

Sandy – Cap CIV

Il sindaco Bloomberg assicura per sabato la riapertura dei parchi cittadini e per lunedì quella delle scuole. L’emergenza lentamente rientra e la vita per i newyorkesi ritorna alla normalità.

Sandy – Cap LXXXIX

L’abbiamo vista in tutti i tg. E’ l’immensa gru rotta da Sandy, divenuta un simbolo dell’uragano, che resta sospesa nei cieli di Manhattan. I tecnici hanno detto che al momento è impossibile intervenire a causa dei venti che sono ancora troppo forti per salire a quell’altezza. Già nel weekend si cercherà di intervenire… Per il momento resta lì, nello skyline di New York, spezzata così come le tante vite umane che “la tempesta del secolo” si è lasciata dietro di sè.

Sandy – Cap LXXXVIII

A Manhattan si entra in TRE!

Il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha emesso un’ordinanza speciale dopo che Sandy ha pesantemente colpito la Grande Mela. Le auto che transiteranno sui ponti in ingresso per Manhattan dovranno avere un minimo di tre passeggeri. Questo si rende necessario per rendere più scorrevole il traffico su delle strade che ancora risentono del passaggio dell’uragano.

Sandy – Cap LXXX

Wall Street ha riaperto, ha suonare la campana è stato il sindaco Bloomberg.

Gli indici al momento sono cauti, anche se secondo i tecnici oggi potrebbe succedere di tutto. Le variabili da considerare in situazioni del genere sono molteplici.

Dopo sue giorni di fermo ci sono molti ordini inevasi e un clima alterato dal fatto che molte aziende hanno deciso di rimandare la comunicazione dei dati trimestrali.  A questo si somma la fine del mese, periodo tipico in cui i grandi investitori risistemano il portafoglio dei loro titoli. Inoltre si assisterà al calo di quasi  tutti i titoli assicurativi, poichè la violenza di Sandy si scatenerà in borsa soprattutto su di loro.

La sezione è aperta a fine giornata vedremo come sarà andata!

Sandy – Cap LXXV

Era stata annunciata la riapertura poi smentita, ma finalmente è confermata… Le piste non sono più così:

 

 

A mezzogiorno riapriranno gli aereoporti. Il JFK e Newark sono pronti ad accogliere le migliaia di persone che hanno dovuto rivedere i loro piani di viaggio. Mentre per La Guardia, il terzo polo aereoportuale di New York la situazione è più critica, occorreranno giorni prima di tornare alla normalità.

Sandy – Cap LXXIV

A sud della 25th St. è la notte degli zombie. Nessuna luce accesa, nessuna linea telefonica attiva… Lower Manhattan non è mai stato così lontano dal resto di New York.

Anche gli Starbucks, le famose caffetterie in cui è possibile ordinare un frappuccino o un caffè al caramello, sono chiusi.

Il Village è deserto. Di solito qui vi sono folle di turisti che visitano luoghi famosi, come il Cafe Wha?, locale storica per la musica.

Il sindaco Bloomber, nella conferenza serale, ha dichiarato che per la sicurezza dei cittadini nelle aree maggiormente colpite dal black-out sarà rafforzata la polizia.

Ancora non ci sono previsioni sul tempo che occorrerà per ripristinare le linee elettriche e telefoniche.

Sandy – Cap L

Conferenza stampa Bloomberg.

L’acqua è filtrata quindi è potabile.

Ci sarà un rimborso federale al 75% se non di più per le zone colpite.

Il consiglio della città è stato molto importante con il suo contributo, avremo tutto di quello di cui avremo bisogno.

Ogni vita umana spezzata è una tragedia, ma il numero è stato limitato.

Trasporti pubblici in tre o quattro giorni si tornerà alla normalità.

I ponti presto saranno aperti.

 

Sandy – Cap XXXIII

Il semaforo che dondola nella notte, il vento ceh spazza via e acqua ovunque acqua. E mentre il Presidente Obama dichiara lo stato di calamità per lo stato di New York, Ground Zero diventa una cascata.

Sandy – Cap XXXII

Long Island i soccorsi ci sono ma l’emergenza è tremenda.

Sunset Park fuoco in una struttura.

57th St. feriti e evacuazione dopo la caduta della gru.

Il Bounty che affonda, Chelsea dove crolla la facciata sulla 92th St.

Obama “Dichiara lo stato di grande catastrofe per lo stato di New York”

Questi alcuni dei simboli di Sandy che passeranno alla storia… Ma poi ci sono le storie personali… Di chi ha visto tremare il mondo e di chi, come gli abitanti della Pennsylvania, si prepara a Sandy.

Sandy – Cap XXX

Bloomberg “Stiamo tornando lentamente alla normalità”. Ma resta il peggior black-out dopo quello del 2003, il generatore non ce l’ha fatta e New York è caduta nel buio. 6 vittime accertate solo a New York mentre sale a 17 il numero totale dopo il passaggio di Sandy. Manhattan è isolata e centrale nucleare monitorata nel New Jersey. Affonda il Bounty, 1 morto e un disperso.

Sandy – Cap XI

THE TIME IS OVER

Attorno alle 6 p.m. è previsto l’arrivo di Sandy sulle coste del Delaware e del New Jersey. New York è ormai  vicina e il tempo dell’evacuazione è scaduto. Adesso è il momento di chiudersi in casa. Ed è giusto che sia così. Ma come sono strane e irreali Times Square e la Central Station senza il movimento e  la folla che va, cammina, corre e vive.

Il Sindaco Bloomberg è in televisione. E’ sicuramente teso, ma i suoi toni sono pacati. Sa che sta parlando a cittadini responsabili. Per questo non nasconde e non vuole nascondere, mentre  dà gli aggiornamenti. Nella 57 Avenue è crollata una gru che stava ristrutturando un lussuoso condominio e l’area circostante è stata chiusa. Chiusi anche i ponti che uniscono Manhattan a Brooklyn, perché il vento è sempre più forte e Brooklyn è già allagata.

La parte Est di New York sarà la prima ad essere colpita da Sandy. In particolare il Bronx. Ci  potranno essere  anche possibili fughe di gas. E, in una situazione che volge decisamente al peggio, Bloomberg deve dire forse la cosa più difficile… Che non si sa in quanto tempo la città potrà tornare alla normalità. Ma poi l’indomabile spirito della grande frontiera prevale. “Dobbiamo prendere tutte tutte le precauzioni necessarie – aggiunge –  “e  poi essere sereni  perché saremo sicuramente in grado di affrontare e contrastare  quest’emergenza”.

Ma intanto arriva la notizia della prima vittima, uno dei due marinai dispersi del Bounty.

Gli esperti hanno appena definito Sandy il più terribile uragano del secolo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: