Precipita un velivolo sul monte Conero: muore il pilota

velivolo-massignano-tuttacronacaE’ morto il pilota di un velivolo che nella mattinata di oggi è precipitato a Massignano, nelle Marche, sul monte Conero. Stando alle dichiarazioni di alcuni testimoni, che sono al momento al vaglio per l’esatta definizione di quanto accaduto, il velivolo, decollato da Rimini, ha perso quota sfiorando anche alcune abitazioni: tutti i tentativi di portarlo in quota si sono in seguito rivelati vani. Sul posto, come riferisce Corriere Adriatico, si sono portati le ambulanze del 118 e squadre dei vigili del fuoco.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Grana per Parolisi: indagato per le notti in caserma. E non è solo

salvatore-parolisi-tuttacronacaE’ il Corriere della Sera a rendere noto che alla caserma Clementi di Ascoli Piceno, la magistratura ha raccolto testimonianze delle vittime che avrebbero ricevuto inviti espliciti a fare sesso. Al momento, ci sono dodici indagati  fra cui lo stesso Parolisi ch esi sarebbe intrattenuto con le allieve a  “bere” dopo la mezzanotte…

Emerge lo spaccato di un mondo militare pruriginoso, dove il rigore della disciplina di caserma vacilla sull’incontro dei due sessi. Da una parte i soldati che addestrano e comandano, dall’altra le allieve che ascoltano e obbediscono. In mezzo, qualche tentazione. Il soldato Enza, per esempio, l’ha raccontata così al comandante della Clementi chiamato dalla procura a una relazione informativa: «Un giorno il caporal maggiore mi si è rivolto chiedendomi cosa gli potevo dare per sapere la mia destinazione. Dissi “nulla, aspetto altri due giorni e lo saprò”». E l’altro, sempre secondo l’allieva: «Devi offrire te stessa a me e poi agli altri istruttori. Mi devi dire se sei vergine o meno, perché se lo sei devo prendere delle precauzioni, altrimenti devo prenderne altre, ad esempio frustini…». Ma non scherzava? «Forse ma a me non piaceva». Di giorno in mensa , di sera negli uffici del plotone.

La procura ha stilato l’elenco:

«Il caporal maggiore dopo il contrappello riceveva alcune allieve con cui si intratteneva per bere e scambiarsi effusioni… G.M. dopo la mezzanotte contattava via sms l’allieva Simona invitandola a raggiungerlo in ufficio per chiacchierare e avere un rapporto sessuale… ». E avanti così, tratteggiando la caserma di Ascoli come qualcosa di boccaccesco. Naturalmente la stragrande maggioranza delle allieve non partecipava agli incontri proibiti, molte ne ignoravano pure l’esistenza, altre li rifiutavano. Come Monica: «Il sottufficiale si è avvicinato a me e mi ha abbassato leggermente la cerniera della giacca della tuta. Io mi sono allontanata riordinando l’uniforme — ha messo a verbale — Vedendomi infastidita mi ha detto che l’aveva fatto perché faceva molto caldo». Nonostante la mimetica, un argomento forte era il décolléte di Gaia. «Lui era entrato nella camerata e diceva di essere intervenuto per un problema tecnico — ha raccontato — Poi ha iniziato a dire che avrebbe preferito entrare nelle diverse camerette a trovare le volontarie in biancheria intima invece che in uniforme, infine mi ha espresso apprezzamenti sulla mia scollatura… ».

Ma non è tutto:

Poi c’è il capitolo «violenza contro inferiore, minacce e ingiurie», dove a farla da padrone è sempre il caporale G. M., rispetto al quale, in questo caso, sfigurerebbe anche il duro sergente Hartman di Full Metal Jacket, quello che chiamava l’allievo «palla di lardo». Ecco il suo vellutato sistema di addestramento: «Vi faccio sputare sangue, mi sembrate delle pecore, lo sapete cosa fa il pastore con le pecore… mi fate schifo… Tu sei una casalinga non idonea alla vita militare, hai i prosciutti al posto delle gambe, chiatta, balena… Siete delle galline, delle pappe molli, siete tutte z…», e avanti così, edulcorando e rimanendo alle espressioni più gentili.

Uomo accoltellato al Pigneto, a Roma

Rissa Pigneto-tuttacronaca

Attimi di panico nel quartiere multietnico della Capitale. Un uomo è stato trovato sanguinante, per una ferita da taglio a una gamba, in via Ascoli Piceno, nel tratto tra l’isola pedonale e via Perugia, al Pigneto a Roma. Immediati sono stati i soccorsi, chiamati dai cittadini residenti in zona. L’uomo è stato trasportato al San Giovanni. Sul posto anche il 113, che sta cercando di ricostruire quanto avvenuto. Alcuni testimoni parlano di una violenta colluttazione. Tracce ematiche sono state riscontrate anche su uno scalino adiacente al luogo dove l’uomo è stato trovato ferito.  

Questa presentazione richiede JavaScript.

Condannato un commilitone di Parolisi per molestie sessuali

caserma-nardò-commiitone-antonio-di-gesù-tuttacronaca

Un anno e due mesi per il maresciallo capo Antonio Di Gesù per molestie sessuali nei confronti di una caporala che avrebbe anche minacciato “Qualsiasi cosa farai – avrebbe detto il maresciallo, all’epoca dei fatti magazziniere della 3° compagnia – sappi che è la tua parola contro la mia. Non ti permettere di dire nulla a nessuno… Se provi a dire qualcosa, io ti rovino la carriera e la vita”.

Chi è Antonio di Gesù?

38 anni, originario di Nardò all’epoca dei fatti, nel luglio 2009, era in servizio presso il 235esimo Reggimento addestramento volontari di Ascoli Piceno, un commilitone, quindi, di Salvatore Parolisi, recentemente condannato per l’uccisione della moglie, Melania Rea.

Uomo disperso in mare: continuano le ricerche

uomo-disperso-tuttacronaca

Sia il personale via terra che i mezzi in mare della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e i vigili del fuoco stanno partecipando alla ricerca di un uomo disperso in mare davanti alla località Tre Camini a Campofilone, in provincia di Ascoli Piceno. Il fatto è avvenuto attorno alle 18:30. Altri tre bagnanti che si trovavano con lui sono stati soccorsi da alcune persone presenti in spiaggia, riuscendo così a riguadagnare la riva.

Cassaintegrato si lancia dal ponte, donna si suicida nel congelatore!

Ponte Clementino- tuttacronaca

Effetto crisi? In Italia non vi è dubbio che si è più infelici. E’ un dato di fatto che si può osservare solo uscendo in strada e vedendo le persone che affollano i nostri marciapiedi, o quegli uomini e donne che la mattina sono fermi al semaforo chiusi all’interno di un abitacolo, con la testa altrove e lo sguardo preoccupato. E non è il solito luogo comune, è la mancanza di quella sicurezza, della stabilità… di quelle radici che prima si avevano nella famiglia e nel lavoro e che oggi invece sembrano sgretolarsi… C’è indifferenza, c’è rassegnazione, ma c’è anche quella disperazione che porta a compiere gesti estremi.

Così una donna di 50 anni si è tolta la vita ad Offida, frazione di Ascoli Piceno, in un modo singolare: prima si è imbottita di pillole, poi si è messa nel congelatore, situato in cantina. Ha lasciato anche un biglietto di spiegazioni. I carabinieri che indagano sul fatto sembrano non avere dubbi che si tratti di un suicidio. Poco prima invece un cassaintegrato si era suicidato gettandosi dal ponte Clementino a Civita Castellana, in provincia di Viterbo. L’uomo, ceramista di circa 50 anni, sposato e con tre figli, ha compiuto il gesto estremo a causa della crisi economica. E’ morto sul colpo: inutili i tentativi di soccorso.

Le staminali salvano la vita…

staminali3

Un bimbo di un anno e mezzo affetto da atrofia muscolare potra’ essere curato con cellule staminali mesenchimali, nonostante lo stop alla terapia imposto dall’Istituto superiore di sanita’ e dall’Aifa. Lo ha deciso il giudice del lavoro di Ascoli Piceno Pier Giorgio Palestini, accogliendo il ricorso dei genitori. Un nuovo ‘caso Celeste’, la bambina di Venezia con la stessa sindrome: il giudice ha ordinato agli Ospedali civili di Brescia di somministrare le cellule.

MA ALLORA PERCHE’ NON USARE LE STAMINALI ANCHE IN ALTRI CASI? SE UN GIUDICE  “CONCEDE” A UN OSPEDALE UNA TERAPIA E’ PERCHE’ E’ L’UNICA IN GRADO DI RISOLVERE ALCUNE PATOLOGIE… NON E’ UNA DISCRIMINAZIONE SOCIALE NON USARLA PER TUTTI GLI ALTRI MALATI COLPITI DA SINDROMI IDENTICHE O SIMILI?

 

Usurai armati! Ascoli Piceno, 7 arresti per una vicenda del 2008

I TEMPI DELLA GIUSTIZIA ITALIANA!

Usura

A. Piceno. Molestie sessuali a una ragazza recluta, a giudizio sottuff. Antonio di Gesù.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: