Vittoria amara per il Napoli: 2-0 contro l’Arsenal

napoli-arsenal_tuttacronacaUltimo appuntamento con il girone valido per il passaggio agli ottavi di finale per gli uomini di Rafa Benitez che al San Paolo si giocano la loro ultima chance. Obbligo: vincere. Per l’occasione, esordisce in Champions Rafael, che sostituisce Reina. Gli azzurri scendono in campo con un 4-2-3-1 con Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Behrami, Dzemaili; Mertens, Pandev, Callejon; Higuain. Stesso modulo per gli uomini di Wegner, schierati in campo con Szczesny; Jenkinson, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Arteta, Flamini; Rosicky, Ozil, Cazorla; Giroud. Prima dell’inizio, sul campo di gioco si vede un cartello che ricorda Mandela.

napoli-arsenalIl Napoli crede nella possibilità di un miracolo e lo si vede fin dai primi minuti, quando gli uomini di Benitez partono subito all’attacco. Al 13′ gli azzurri reclamano con l’arbitro per un presunto fallo di mano, ma le immagini mostrano chiaramente che il difensore dei Gunners colpisce con la testa. Dopo due minuti fallo da dietro di Rosicky, l’arbitro fischia la punizione ma non estrae il giallo per il ceco. Al 23′ Rafael salva il Napoli sulla conclusione di Giroud. Al 36′ arriva il primo giallo del match: ammonito Mertens per gioco pericoloso su Rosicky. Al 38′ altra occasione per gli uomini di Benitez: Dzemaili lancia in profondità Maggio, l’esterno azzurro prova a beffare il portiere in uscita con un pallonetto, la palla finisce alta. Al 41′ secondo cartellino giallo, colpisce Dzemaili per fallo su Koscielny. Tre minuti e Szczesny combina un pasticcio: il suo rinvio finisce sulla testa di Higuain che non riesce a deviare in porta. E’ l’ultima azione del primo tempo che termina senza minuti di recupero.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Non ci sono cambi quando le squadre tornano in campo. L’Arsenal tenta subito di passare in attacco ma al 10′ ancora una buona prova per Rafael che è costretto ad uscire fuori dall’area su Giroud, buono il tempismo del portiere che riesce ad allontanare il pericolo. Al 12′ Benitez gioca la carta Insigne, lascia il campo Pandev. Ancora un minuto e occasione per il Napoli. Armero entra in area e si presenta davanti a Szczesny, il tiro è centrale e non crea problemi al portiere. Al 17′ Callejon lanciato in profondità arriva al limite dell’area, rientra sul sinistro e punta la porta, il suo diagonale è largo: altra occasione sprecata per gli azzurri. Al 19′ primo giallo per l’Arsenal: Arteta per un fallo su Behrami. Al 24′ prima sostituzione per Wenger: dentro Ramsey, fuori Cazorla. Al 28′ gli azzurri passano in vantaggio: Higuain scambia con Callejon, poi si gira in area e fulmina Szczesny. Il San Paolo esplode. 1-0!

Due minuti e doppio giallo per Arteta, espulso il giocatore dell’Arsenal. A 6′ dal termine, doppio cartellino giallo: ammoniti Ramsey e Fernandez. Nel frattempo, pessima notizia da Marsiglia: il Borussia è tornato in vantaggio con Grosskreutz. Con questo risultato il Napoli sarebbe fuori dalla Champions League. Gli uomini di Benitez hanno tre minuti di recupero per non uscire dalla Champions. Il secondo gol degli azzurri arriva al secondo minuto di recupero: Insigne lancia Callejon che supera Szczesny con un pallonetto. 2-0!

Al triplo fischio, il Napoli vince ma non supera il turno perché contemporaneamente anche il Borussia Dortmund ha vinto a Marsiglia: è la prima volta che una squadra non entra agli ottavi con 12 punti!

Questa presentazione richiede JavaScript.

In manette l’ex bianconero Bendtner, poi rilasciato

Nicklas-Bendtner-tuttacronacaE’ il Guardian a riportare la notizia dell’arresto di Nicklas Bendtner, finito in manette il 24 novembre scorso e subito rilasciato dalla polizia inglese. L’ex attaccante della Juve è stato protagonista di un episodio di danneggiamento all’interno del condominio dove vive. Su Instagram, lo stesso danese ha raccontato qunto accaduto: “Sabato dopo la vittoria contro il Southampton sono uscito con la mia famiglia ed alcuni amici per mangiare. Tornato a casa, sono andato in piscina e passando per la palestra non sono riuscito ad aprire l’armadietto che conteneva gli asciugamani. Per questo l’ho forzato danneggiandolo. Chiedo scusa ai miei vicini di casa, ripagherò per il danno che ho causato. Tutto è stato chiarito anche con la polizia”.

Serve un centrale alla Roma… a gennaio Micah Richards?

Micah Richards-tuttacronaca-roma-calciomercato

La Roma è già attiva e pensa già al prossimo colpo da mettere a segno per portare a gennaio un centrale da affiancare al tandem composto da Benatia-Castan. E’ sfumato l’accordo con Rami e ora si mira a portare nella Capitale Micah Richards del Manchester City, ma la concorrenza sembra davvero agguerrita Arsenal, Bayern Monaco e Real Madrid. 

La dirigenza giallorossa, in ogni caso, dovrà prima trovare una sistemazione a Burdisso che ha un ingaggio alto.

Il pub distrutto a Londra: i tifosi napoletani organizzano una colletta

napoli-arsenal-pub-tuttacronacaE’ Canale Napoli a tornare sulla vicenda del pub londinese, il Pierbury Corner, sfasciato dai tifosi del Napoli in occasione dell’incontro contro l’Arsenal. Prima la notizia ha fatto il giro del mondo, poi sono arrivate le minacce dei tifosi inglesi, ora, così sembra, il “lieto” epilogo. Mentre proseguo le indagini delle autorità inglesi, il proprietario si trova però a fare i conti con i danni riportati dal suo locale. E i napoletani si sono distinti: una piccola cerchia di tifosi ha infatti organizzato una colletta per ripagarlo. Il proprietario avrebbe dichiarato: “Accettiamo le scuse dei tifosi del Napoli, sappiamo che quei trenta che hanno fatto irruzione qui non c’entrano niente con i veri fan del Napoli.“

I tifosi dell’Arsenal minacciano i napoletani: “Vi uccideremo”

piebury-corner-arsenal-napoli-tuttacronacaI tifosi azzurri hanno lasciato il segno a Londra, nei pressi dello Stadio Emirates, in occasione del match Arsenal-Napoli, distruggendo il pub Piebury Corner. E ora i tifosi inglesi, o presunti tali, minacciano ritorsioni in vista della gara di ritorno, che si giocherà al San Paolo l’11 dicembre e chiuderà il girone di Champions League. Online circola infatti il messaggio “Vi uccideremo”, frase che lascia presagire che la partita potrebbe trasformarsi in “guerra” lungo le strade del capoluogo campano. Le immagini del pub inglese devastato ha fatto il giro del mondo: certo non una buona pubblicità per l’Italia.

Tifosi napoletani distruggono pub a Londra

Tim-bleeding-pub-london-devastato-tifosi-napoletani

Lo hanno devastato prima della partita. Erano quasi un centinaio i tifosi napoletani che hanno distrutto “Piebury Corner“, su Holloway Road, non lontano dallo stadio dove si giocava la partita contro l’Arsenal.

Il racconto di Tim Garwood, manager del pub, è il seguente:

“Abbiamo visto questi novanta o cento tifosi del Napoli arrivare da Liverpool Road. Stavano cantando, quando d’improvviso uno di loro si è avvicinato di corsa e ha preso a pugni una persona che sostava davanti al negozio accanto al nostro ristorante”.

Lo stesso Garwood racconta di essere stato colpito alla testa con una spranga. Poi è partita la distruzione: locale devastato e avventori minacciati.

 

NON CE LA FA: Higuain lascia il posto a Pandev?

higuain-napoli-arsenal-tuttacronaca

E’ una voce che viene da Londra e si è fatta spazio sul web. E’ l’ennesimo problema per il Napoli: Gonzalo Higuain, ieri aveva svolto un lavoro differenziato rispetto ai compagni, dopo il risentimento al flessore della gamba destra, e oggi ha sentito un riacutizzarsi del dolore. I medici dello staff azzurro solo già alle prese con le terapie per provare a recuperarlo. L’ultima parola sarà la sua, ma probabilmente al suo posto giocherà Goran Pandev.

 

Probabili formazioni Arsenal-Napoli: Higuain c’è.

arsenal-napoli-tuttacronaca

Arsenal-Napoli, formazioni probabili della partita valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League.

ARSENAL (4-2-3-1): 1 Szczesny, 3 Sagna, 4 Mertesaker, 6 Koscielny, 28 Giggs, 20 Flamini, 16 Ramsey, 44 Gnabry, 11 Ozil, 10 Wilshere, 12 Giroud. (21 Fabianski, 5 Vermaelen, 7 Rosicky, 8 Arteta, 17 Nacho Monreal, 23 Bendtner, 25 Jenkinson). All.: Arsene Wenger.

NAPOLI (4-2-3-1): 25 Reina, 16 Mesto, 33 Albiol, 5 Britos, 18 Zuniga, 88 Inler, 85 Behrami, 7 Callejon, 17 Hamsik, 24 Insigne, 9 Higuain. (1 Rafael, 14 Mertens, 20 Dzemaili, 27 Armero, 28 Cannavaro, 19 Pandev, 91 Zapata). All.: Rafa Benitez.

Arbitro: Milorad Mazic (Ser)

Il fischio d’inizio è previsto per le ore 20.45.

Benitez: “Napoli grande squadra, non mi manca la Premier”

Rafael-Benitez-Premier-League-tuttacronaca

Nessun rimpianto per Benitez:  «Non mi manca la Premier League perché sono arrivato in una grande squadra», così ora si proietta verso la Champions e la partita con l’Arsenal «È una squadra forte che ogni anno cambia e si conferma, non ho mai vinto qui ma le statistiche si possono cambiare».

Benitez non concede anticipazioni e non scioglie la riserva su Higuain. Tutto sarà deciso dalle condizioni di Gonzalo: “Non so ancora chi giocherà, scioglierò gli ultimi dubbi dopo l’allenamento di rifinitura – ha spiegato Benitez -. I medici hanno fatto un grandissimo lavoro con Higuain, comunque sono tranquillo: di certo domani giocheremo in 11”. Rispetto al debutto contro il Borussia, Benitez annuncia un Napoli diverso: “Contro i tedeschi abbiamo attaccato dal primo minuto, domani dovremo contenere l’euforia perché affrontiamo una squadra fortissima. Dobbiamo dimostrare il nostro carattere e la nostra forza ma anche rispettare una grande squadra”. Che ha stupito tutti per l’ottimo avvio di stagione, tutti ma non Benitez: “Mi aspettavo che facesse bene quest’anno perché Wenger è il miglior allenatore della Premier League”. Chissà se mentre lo diceva pensava soprattutto a José Mourinho.

Rafa Benitez torna quindi a Londra quattro mesi dopo la parentesi sulla panchina Chelsea ma non è in cerca di rivincite. “La mia unica motivazione è vincere per il Napoli- le parole del tecnico spagnolo -. È una partita importante ma non decisiva per la qualificazione”.

I nostri 7 giorni: acque agitate nel panorama italiano

-7giorni-tuttacronacaChi si aspettava un ingresso nel mese di agosto con un mare placido, sicuramente è stato deluso. Del resto non poteva essere diversamente, visto quanto accaduto negli scorsi sette giorni. E’ stata attesa a lungo, alla fine è giunta la sentenza: Berlusconi condannato. E se anche si torna indietro per quel che riguarda l’interdizione dai pubblici ufici, argomento che resta aperto, il leader del Pdl è stato ritenuto colpevole. E forse il capitolo più duro per l’Italia si apre ora. Prima è arrivato il videomessaggio, quindi l’ultimatum, poi la manifestazione. Il Popolo della libertà ha in mente solo una cosa: combattere strenuamente la magistratura. E se la guerra in Aula prima vedeva lo stendardo del ricatto o Imu o cade il governo, ora ci si batte sulla giustizia. In attesa di capire cosa potrà fare il Pdl (o Forza Italia) in assenza del leader, c’è stato chi ha parlato di guerra civile mentre dal Colle arrivavano accuse di irresponsabilità e il premier Letta si è ripromesso di seguire attentamente l’evoluzione della situazione, chiedendo il Quirinale venga tenuto fuori e che non vengano posti ulteriori ricatti. Non si può certo dire che questa settimana a Roma non ci siano state polemiche. La pedonalizzazione di un tratto di via dei Fori Imperiali tanto voluta dal sindaco Marino fa infatti discutere, mentre crescono i disagi per quel che riguarda i trasporti pubblici e la gente protesta contro la discarica del Divino Amore al punto che anche la Notte dei Fori è stata interrotta. E’ il ritratto di un popolo diviso, schierato da una parte piuttosto che dall’altra…

-divisione-italia-tuttacronacaI primi scontri, anche se di tutt’altro genere, li si trovano in campo. Finito il periodo caldo del calciomercato, le squadre sono in fase di rodaggio e si mettono alla prova con le prime amichevoli, per capire su cosa ancora lavorare e vedere quanto è integrato il gruppo. Purtroppo sulle gambe pesano anche le fatiche dei ritiri e sicuramente ci si augurava risultati migliori, ma la fiducia nel prossimo futuro è molta e, nel frattempo, anche i tifosi sono accontentati. Tra le altre squadre a scendere in campo la Juventus in America, il Milan impegnato nell’Audi Cup, il Napoli che si è scontrato con l’Arsenal e la Roma che ci ricorda che dopo tante fatiche bisogna anche ritemprarsi… al ristorante! Ma visto che non può andare tutto liscio… nel frattempo è stato stilato anche il calendario di serie A, che ha fatto non poco discutere per l’accavallamento di sfide in europa con scontri “caldi” per la corsa scudetto. Altro tema che divide è la Graviola: cura o non cura il cancro? Fazioni opposte, che alimentano la discussione. Quello che invece mette tutti d’accordo, vista la gravità della situazione, è la morte di un piccolo di soli 4 anni, ucciso dalle percosse della madre e del patrigno nonchè dalla fame. Chi invece ha catalizzato, favorevolmente, l’attenzione, è la ragazza che, dopo aver subito il furto del cellulare, ha continuato a riceve  sulla sua Dropbox le foto che il ladro scattava con il maltolto. La reazione: creare un blog in cui posta tutte le immagini che riceve: “Vita di uno sconosciuto che ha rubato il mio telefono”. Come sempre, tutto dipende da come si affrontano le situazioni. Perchè a volte la soluzione è davvero vicina e immediata… come un tuffo in piscina per scacciare il caldo… e togliersi di dosso un po’ di negatività!

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK

Napoli-Arsenal termina 2-2, per la soddisfazione di Benitez

1napoli-arsenal-tuttacronacaE’ terminata 2-2 la sfida all’Emirates Stadium tra Napoli e Arsenal. Nel promo tempo le reti sono state siglate da Insigne e Pandev mentre nella ripresa si è visto anche Higuain. Giroud accorcia le distanze e Koscielny pareggia nel finale. Ad essere soddisfatto, per sua stessa dichiarazione, Rafa Benitez: “Per molti tratti della partita abbiamo dimostrato ciò che sappiamo e dobbiamo fare. Certamente ci è mancata l’intensità per tutti i novanta minuti; ma in questo periodo ci sta”. Ora bisogna però lavorare per correggere i difetti: “Dobbiamo migliorare nell’amministrare la palla e il gioco. Nel secondo tempo, per questo motivo, abbiamo sofferto la pressione dell’Arsenal. Ma lavoriamo per crescere: già vedo progressi”. In campo durante l’amichevole è spiccato Reina, in grado anche di parare un rigore oltre ad essere risultato provvidenziale in più occasioni: “Reina? Lo conosco e so quanto vale. È un portiere di alto livello. Il Napoli è una grande squadra italiana che vuole diventare grande anche in Europa”.

La Roma sferra il colpo: dopo l’arrivo di De Sanctis, quasi fatta per Gervinho

Gervinho-roma-tuttacronacaHa una brutta stagione da lascirsi alle spalle il ds Sabatini e per far tornare competitiva la sua Roma sta immettendo forze nuove. Il portiere Morgan De Sanctis è già sbarcato a Roma per le visite mediche prima di raggiungere i nuovi compagni in ritiro a Riscone. Il portiere (per lui un contratto biennale da 1.2 mln a stagione mentre 500mila euro andranno al Napoli) ha dichiarato: “Tutto risolto. Siamo qua. Siamo qui per lavorare e fare una bellissima stagione. Forza Roma. Se ho parlato con l’allenatore? Sì”. Ma il vero colpo di Sabatini è l’arrivo di Gervinho. L’attaccante ivoriano ha accettato i 2.7 mln a stagione, ora si attende di scoprire se l’Arsenal accetterà l’offerta giallorossa. Al momento ballano ancora un paio di milioni, compresi i bonus, ma non dovrebbero esserci sorprese. I Gunners chiedono 8 milioni ma non è da escludere che l’intesa arrivi a metà strada o che Sabatini alzi la posta in palio in termini di budget. L’Arsenal, che sta già trattando Luis Suarez, ha tutto l’interesse di cedere Gervinho mentre l’interesse per l’uruguaiano del Liverpool ha fatto tramontare il sogno di Osvaldo, che sperava di essere inserito nell’operazione Gervinho per finire all’Emirates. Per l’italo-argentino si profila un’altra pista, sempre londinese: il Fulham.

L’Arsenal scippa Higuain alla Juventus

higuain
26 milioni di euro e l’Arsenal si è aggiudicato l’attaccante argentino Gonzalo Higuain, che si appresta a salutare il Real Madrid per cercare di far avverare il sogno di Wenger di far scordare il sempre più rimpianto Van Persie. “El Pepita” percepirà uno stipendio vicino ai 7 milioni di euro a stagione. Con un simile ingaggio, superare l’offerta da 21 milioni fatta dalla Juventus non è stata un’impresa difficile per una squadra che sta facendo un mercato importante, del resto Wagner avrà a disposizione 100 milioni di euro per allestire una squadra ancor più competitiva.

E’ Real il futuro di Ancelotti?

Carlo-Ancelotti-

”Carlo Ancelotti ha una specie di accordo verbale con il Real. Da entrambe le parti, si sono detti che la stagione prossima c’e’ la voglia di lavorare insieme” così una fonte vicina all’allenatore del Paris Saint-Germain. La riconferma, quindi sembra sfumare e l’allenatore sta prendendo accordi con altre squadre. Sembrerebbe che il Manchester City, il Liverpool e l’Arsenal siano interessati ad Ancelotti.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: