E Antonio di Pietro tornò a indossare la toga

antonio-di-pietro-tuttacronacaEra dai tempi di Mani pulite che Antonio di Pietro non indossava la toga, all’epoca lo faceva come pubblico ministero oggi, invece, in veste di avvocato di parte civile per l’Italia dei Valori. Il partito ha chiamato l’ex leader a difenderlo dopo essersi costituita parte civile nel processo che vede imputato Silvio Berlusconi per la presunta compravendita di senatori e si svolge presso il Tribunale di Napoli. “E’ la prima volta che mi trovo dall’altra parte”, ha commentato l’ex pm ed ex senatore. Di Pietro è intervenuto in udienza ed ha avuto un botta e risposta con gli avvocati di Berlusconi su presunti difetti di notifica. Come ricorda l’Huffington Post, Di Pietro è rimasto in disparte dopo l’insuccesso elettorale della lista Rivoluzione civile, appoggiata dall’IDV e dopo le vicende riguardanti la gestione dello stesso partito da parte del leader e dei suoi familiari. Recentemente, però, era apparso in un video a sostegno dell’IDV per le elezioni regionali della Sardegna.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Costituzione di piazza”, a Roma si sfila per difenderla

firna-della-Costituzione-tuttacronaca

Il Paese che soffre e le regole che si vogliono cambiare dopo che mai neppure per un giorno siano state davvero attuate. In Italia non abbiamo mai potuto tastare con mano, e soprattutto negli ultimi decenni, se la nostra Carta fosse davvero da rinnovare.

Si sfila a Roma per difendere quella Costituzione che oggi è stata affissa su un camion, tra le bandiere rosse della Fiom  Cgil di Maurizio Landini e lo striscione  «la via maestra» di Antonio Di Pietro. Cori e applausi per Stefano Rodotà, acclamato al suo arrivo.

«Usciamo da questi continui battibecchi per avere una visione politica complessiva, la Costituzione è stata messa da parte, noi vogliamo riprendere il filo della politica costituzionale. Non è una manifestazione contro Napolitano, io ho opinione negativa larghe intese. Spero che il Pd in qualche modo di ravveda, di fronte al movimento di popolo, i partitini si guardino in casa», ha detto Rodotà.

Fra i partiti politici presenti Sel, guidata dal segretario Nichi Vendola, Rivoluzione Civile, Italia dei Valori, Rifondazione Comunista.

 

Antonio Di Pietro denuncia Berlusconi, vilipendio alle istituzioni

Di-Pietro-Berlusconi-denuncia-tuttacronaca

“Silvio Berlusconi non si smentisce mai – afferma Antonio Di Pietro – Anche oggi è riuscito a commettere un  reato. Ha violato l’articolo 290 del Codice penale che recita: ‘E’ punito chiunque pubblicamente vilipende la Repubblica, le Assemblee legislative o una di queste, ovvero il Governo o la Corte Costituzionale o l’ordine giudiziario’” che poi ha aggiunto: “Ho già depositato un esposto alla Procura della Repubblica perché Berlusconi nel suo videomessaggio a reti unificate ha criminalizzato la Magistratura, dicendo che è un contropotere dello Stato che ha messo a repentaglio la democrazia. Questa è una violazione dell’articolo 290 del Codice Penale: vilipendio agli organi costituzionali dello Stato. Mi auguro che il Presidente della Repubblica possa stigmatizzare questo comportamento. Il Presidente della Repubblica è il primo magistrato d’Italia e credo che debba intervenire per difendere la Magistratura, finora non l’ha fatto”.

Verona-Milan 2-1. Inizia alla grande il campionato del Verona, delude il Milan

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca

Ritorna il campionato di calcio della massima divisione ed è subito spettacolo al Bentegodi dove si affrontano Verona e Milan nella prima giornata del 2013/2014. La formazione ufficiale del Milan rispetta le indiscrezioni della vigilia con Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant; Nocerino, Montolivo, Poli; Niang, Balotelli, El Shaarawy, mentre ci sono novità fra gli scaligeri perché al centrocampo non ci sarà l’islandese Hallfredsson, bensì l’ex viola Romulo, mentre in attacco spazio per Bosko Jankovic al posto di Gomez.

Da sottolineare anche il prepartita con l’attacco di Matteo Salvini a Mario Balotelli. Interpellato dall’Ansa il vicesegretario federale della Lega Nord, gran tifoso del Milan, ha espresso il suo personalissimo parere sull’attaccante rossonero:

“Lo fischiano perché fuori dal campo è un cretino e per questo lo fischierebbero anche se fosse biondo e con gli occhi azzurri”.

Salvini ha poi aggiunto :

”Pensi a fare gol, a tirare calci al pallone perché fuori dal campo non è né un mostro di simpatia né un modello da seguire. A volte quel ragazzo è proprio un po’ scemo” e ha concluso il suo intervento dicendo ”Faccia gol e forza Milan – conclude – ma, per favore, non provochi più”.

matteo_salvini_tuttacronaca

Parte subito all’attacco il Milan e al 4′  Montolivo con una conclusione dalla distanza manda il pallone sopra la traversa.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-montolivo

Al 6′ Zapata svirgola un pallone e regala un calcio d’angolo al Verona. Due minuti più tardi c’è la gran botta 08′ – Gran botta di Balotelli dal limite dell’area, splendida la risposta di rafael che in tuffo respinge.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-balotelli

Al 10′ altro intervento perfetto di Rafael che trova il tempo giusto per uscire e togliere il pallone dalla testa di Nocerino.Nei primi minuti di gioco il Verona opta per un baricentro molto basso, che le consente di chiudere tutti gli spazi al Milan. Tuttavia al 14′ passa in vantaggio il Milan con un gol di Poli: passaggio filtrante di Balotelli in area di rigore per l’ex centrocampista della Sampdoria che passa in mezzo a due difensori ed piazza il pallone all’angolino con un tiro di piatto destro.

Tre minuti più tardi arriva la risposta del Verona: un tiro di Romulo che va alto sopra la traversa di Abbiati. Al 20′ l’arbitro ammonisce Jorginho per un fallo su Balotelli con palla lontana.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca- Jorginho-su-balotelli

Un minuto più tardi arriva una cannonata di Balotelli su calcio di punizione; la palla però va alta sopra la traversa. Al 26′ arriva anche la prima ammonizione per il Milan. Il cartellino giallo è per Montolivo per una trattenuta su Toni dopo aver perso il possesso del pallone. Al 30′ pareggia il Verona con un gran gol di Toni. L’ex attaccante della Fiorentina ruba il tempo di testa su azione d’angolo a Constant e Abbiati è battuto.

Al 36′ ci potrebbe essere il raddoppio del Verona con un tiro dello stesso Toni dal limite dell’area, respinto male da Abbiati, ma sul pallone arriva per primo Abate che spazza via liberando l’area di rigore. A quattro minuto dalla fine del primo tempo l’arbitro ammonisce Jankovic per un fallo su Balotelli a metà campo. Al 43′ ci riprova Toni con una  girata di testa dal limite dell’area, ma Abbiati blocca senza problemi.

Finisce il Primo Tempo sul risultato di 1-1.

Riassunto Primo Tempo: Il Milan ha controllato la partita per i primi venti minuti, trovando anche il gol con Poli. Poi, alla mezzora, il Verona trova il pareggio con Toni, sfruttando l’annoso problema sui calci da fermo dei rossoneri, e prende coraggio impensierendo in un altro paio d’occasioni Abbiati.

Riprende la partita e al 4′ della ripresa c’è subito l’ammonizione per Zapata per un fallo su Martinho che gli aveva rubato il tempo. Sugli sviluppi del calcio di punizione c’è poi, una grande parata di Abbiati su un colpo di testa ravvicinato di Jankovic. All’8 della ripresa Toni, schiaccia di testa in rete, per il gol del vantaggio del Verona e ribalta il risultato.

Poi spinge ancora il Verona che conquista un calcio d’angolo con Albertazzi in pressione offensiva. Sugli sviluppi del corner Donati, di testa, manda fuori. Il Milan frastornato prova al 14′ del secondo tempo con Montolivo, ma il suo tiro è respinto in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, la palla arriva a Mexes che prova, senza successo, una rovesciata. Cambio di campo repentino e tiro-cross di Martinho deviato in angolo da Abbiati.

Al 19′ della ripresa c’è il doppio cambio nel Milan; fuori El Shaarawy (fantasma) e Niang (incosistente) e dentro Emanuelson ed il giovane Petagna. Viene anche “graziato” Balotelli che in preda alla disperazione si tuffa in area di rigore. Calvarese invita il milanista a rialzarsi, ma non lo ammonisce per simulazione.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-balotelli

Al 32′ arriva un cambio anche per il Verona; fuori Martinho e dentro Juanito Gomez. Ultimo cambio per Allegri: fuori Constant, dentro Robinho. Milan tutto all’attacco. Sul finale tutto il Milan cerca il pareggio prima con una gran botta di Montolivo da fuori area, poi, con un tiro dalla distanza di Balotelli. In entrambi i casi Rafael nega il pareggio con due grandi parate in tuffo. Il Verona, anche per tirare il fiato opta per un doppio cambio: fuori Donati e Toni, dentro Hallfredsson e Cacia. Al 41′ con un intervento provvidenziale (e rischioso), Maietta mette la palla sopra la traversa della sua porta togliendola dalla disponibilità di due avversari. Un minuto più tardi Nocerino tiro da fuori e il pallone sorvola la traversa. Al 44′ ci potrebbe essere il 3 a 1 del Verona ma abbiati è bravo a distendersi su tiro ad incrociare di Cacia.  Al 45′ c’è l’intervento sospetto di Moras su Balotelli in area di rigore. L’arbitro ha ammonito per proteste l’attaccante della nazionale.

Vince a sorpresa il Verona con una partita incredibile che davvero lascerà il segno.

La neopromossa batte il grande Milan di Balotelli, nel giorno in cui c’è anche il vertice del Pdl ad Arcore… è un cattivo auspicio? Sicuramente è solo una casualità, ma se si torna indietro nel tempo si possono scorgere fatalità simili, ogni volta che il Milan ha perso c’è stata una ripercussione politica su Berlusconi, mentre quando ha vinto il Cavaliere ha solcato le onde della politica con agilità e destrezza. Gli strani destini incrociati della squadra del cuore del leader del Pdl?

Aggiornamento 24 agosto 2013, 20.30:

Al termine della partita nel settore rossonero si scatena la violenza, al momento ci sono scontri tra i tifosi fortunatamente diminuiti dalle cancellate dello stadio che separano i settori. Seggiolini divelti e lanciati.

Katharina Miroslawa condannata per omicidio torna in libertà

Katharina Miroslawa-tuttacronaca

Martedì sarà l’ultimo giorno di condanna per Katharina Miroslawa, l’ex ballerina polacca di night club, accusata di aver ucciso l’amante Carlo Mazza, industriale parmense, morto nella notte tra l’8 e il 9 febbraio 1986. L’ “amantide” soprannome dato alla Miroslawa, non ha mai smesso di proclamarsi innocente e dopo 12 anni di carcere vuole ancora riaprire il processo per provare che lei è stata condannata ingiustamente. In realtà la libertà della Miroslawa è iniziata già da molto tempo. Oggi, in un’Italia in crisi, lei è una stilista nel settore delle borse e a partecipato a un film di Serena Nono dal titolo “Venezia salva”. Per lei è già prevista anche la pubblicazione di un libro che ha scritto con il produttore Rody Mirri  ‘Delitto di Carnevale’ in cui ha raccontato, secondo lei, la sua innocenza. Dopo tutti questi anni – afferma nell’intervista – sento molto il peso dell’ingiustizia che ho subito. Carlo era una persona cara e io lo amavo, non avrei mai potuto fargli del male”. L’ex marito di Miroslawa, Witold Kielbasinski, condannato a 24 anni come esecutore materiale dell’omicidio, ha tentato più volte di scagionarla: ”sicuramente il mio avvocato sentirà anche lui – spiega l’ex ballerina -, voglio che si rifaccia il processo per chiarire una volta per tutte che io non c’entro. Ne sono convinte anche le tante persone che si sono interessate alla mia vicenda, come Antonio Di Pietro. Basti pensare che con la legge attuale – sottolinea – quel concetto di concorso morale nel delitto non verrebbe nemmeno preso in considerazione”. Se riuscisse a dimostrare la propria innocenza con un nuovo processo, Miroslawa potrebbe a quel punto anche incassare le due polizze sulla vita che Mazza aveva stipulato a suo favore, per oltre un miliardo di vecchie lire: ”Non chiedo la revisione del processo per il denaro – conclude Katharina – , ma per rivendicare il diritto alla verità, voglio che le malelingue si pentano di ciò che hanno detto di me, non sono la persona che è stata descritta”.

Naturalmente la Miroslawa in questi anni ha ritrovato anche la fede, al punto che tempo fa dichiarò ”ringrazio Dio per il dono del carcere”… e vedendo ora dove l’ha portata la sua detenzione tra libri in pubblicazioni e film in uscita, forse potrebbe avere più di qualche ragione per ringraziare il carcere… potrebbe davvero essere stato la svolta della sua vita?

Quel figlio un po’ scomodo di… Di Pietro?

cristiano-di-pietro-antonio-di-pietro-tuttacronaca

L’Italia dei valori già non godeva di ottima salute, ora arriva l’ennesima pietra. Ad affondare ancor di più il partito di Di Pietro è la Corte dei Conti in Molise che senza mezzi termini dice che l’Idv nel 2012 ha speso 90mila euro in modo “non ammissibile”. Ma le disgrazie non arrivano mai da sole ed ecco che qualcosa di strano succede anche a Cristiano Di Pietro figlio del fondatore del partito da sempre in lotta per la legalità. Come riporta il “Corriere della sera”:

Il figlio del leader del partito, approdato finalmente nella precedente tornata elettorale al consiglio regionale, dopo essere passato per il consiglio provinciale e per quello comunale. Il 2 novembre 2012, mentre infuriava lo scandalo del Lazio, dichiarava risoluto: «Dopo i tristi esempi provenienti da alcune Regioni possiamo andare controcorrente e dimostrare che non tutti i consiglieri sperperano il denaro pubblico». Faceva parte del gruppo, abbiamo detto, perché ne è uscito qualche settimana fa dopo che un candidato dell’Idv rimasto fuori dal Consiglio alle ultime elezioni ha presentato un ricorso al Tar. Lui non ha gradito e ha imboccato la porta.

Lo stesso “Corriere della Sera” poi aggiunge un dettaglio interessante. Cristiano Di Pietro è uscito dal gruppo, ma non dal partito:

È soltanto emigrato al gruppo misto, che prima non esisteva. Lui l’ha costituito, ne è l’unico componente nonché il presidente: incarico, per inciso, che vale 800 euro netti in più al mese. Tanto per Di Pietro junior come per altri suoi 15 colleghi. Perché con la nascita del misto i gruppi politici della Regione Molise sono infatti diventati 16, per 21 consiglieri. In media, 1,31 per ogni gruppo.

Dopo il fallimento alle urne, si scioglie Rivoluzione Civile

Ingroia-rivoluzione civile

Con una nota congiunta, firmata dai soci fondatori Antonio Ingroia (Azione Civile), Angelo Bonelli (Verdi), Luigi De Magistris (Movimento Arancione), Oliviero Diliberto (Pdci), Antonio Di Pietro (Idv), Paolo Ferrero (Prc) e Leoluca Orlando (Rete2018), è stata sancita la fine di Rivoluzione Civile. Il movimento, nato per le elezioni e che vedeva nel pm Antonio ingroia il leader, aveva subito un duro colpo alle urne e sembra non sia riuscito a “riprendersi”. La campagna elettorale è ormai un ricordo lontano, come si riscontra nel comunicato stampa: “I soggetti che hanno dato vita a Rivoluzione Civile hanno deciso all’unanimità di considerare conclusa questa esperienza. Il risultato insoddisfacente delle elezioni politiche del febbraio scorso ha indotto ognuna delle componenti a una riflessione profonda della nuova fase politica al proprio interno”. Sembra ora le strade dei fondatori siano ora destinate a dividersi, con una rottura totale: “Si è preso atto che le scelte strategiche future dei singoli soggetti sono incompatibili con la prosecuzione di un progetto politico comune, quanto meno nell’immediato” anche se “resta intatta la stima reciproca tra tutte le forze che hanno dato vita a RC e la volontà di mantenere comunque interlocuzioni finalizzate al profondo cambiamento politico, culturale e sociale dell’Italia”. In coclusione, arrivano le recriminazioni: “Resta inoltre forte il convincimento che nel nostro Paese la presenza in Parlamento di rappresentanti delle forze unite attorno a Rivoluzione Civile avrebbe portato un arricchimento importante al dibattito per la realizzazione di una legislazione avanzata sul terreno dei diritti sociali e civili, della legalità, dell’etica nella politica e di un nuovo impianto istituzionale. Il contrario di quanto purtroppo è avvenuto”.

Una bella botta quella dei trombati… pensioni d’oro e liquidazioni!

C_2_fotogallery_1018214__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

Una bella botta sì, essere “trombato”, ma la vera mannaia ricadrà sul bilancio dello stato che dovrà liquidare e pensionare i politici che non sono entrati in parlamento. Pensionati con un bel conto in banca, pensionati in barba alla legge Fornero. Pensionati di platino (non le pensioni d’oro, che poi d’oro spesso non sono), privilegiati anche nel loro essere stati “licenziati”!

Questa presentazione richiede JavaScript.

IDV – SI DIMETTE DI PIETRO!

20130226_dipietro-trombati-elezioni

Iniziano a saltare i politici che hanno perso alle ultime elezioni. Nomi noti come Di Pietro che ha appena annunciato le sue dimissioni da leader dell’Idv. Forse inizia una nuova politica e quei nomi sono legati al passato. Come avvenne nella prima repubblica, che vide il modificarsi della struttura dei partiti… poi tutto rimase come prima solo che cambiò nome. Speriamo che questa volta non avvenga, che dietro a un cambio di nomenclatura ci sia anche un radicale cambiamento nella sostanza!

 

Pd si autoflagella? Via i banchieri dai partiti! CI LIBERIAMO DI BERSANI?

il-segretario-del-pd-pierluigi-bersani-e-il-presidente-dimissionario-dell-abi-giuseppe-mussari.aspx

Anche a Roma si apre il fascicolo MPS per manipolazione dei mercati

2013-01-30T171716Z_1_CBRE90T1C0V00_RTROPTP_3_BUSINESS-US-ITALY-MONTEPASCHI-PROBE_JPG_475x310_q85

Leggi articoli correlati.

Insider trading e aggiotaggio! In MPS si aggrava la situazione.

Tito Salerno, procuratore di Siena, sta valutando l’apertura di un procedimento penale per insider trading ed aggiotaggio trattandosi di società quotata presso un mercato regolamentato nazionale.

Intanto è arrivato in procura Ettore Gotti Tedeschi per chiarire le operazioni inerenti all’acquisizione di Antonveneta.

Leggi articoli correlati.

banchieri

MPS si indaga su vendita palazzo Normanni e plusvalenze Unipol

fantasy_0012

Leggi articoli correlati.

Indagine aperta su MPS! Fra qualche millennio sapremo qualcosa?

I filoni dell’inchiesta sono molteplici: reperimento di risorse per l’ acquisizione di Antonveneta e per finanziamenti alla Fondazione Monte dei Paschi, comunicazioni agli organi di vigilanza, operazioni sul titolo, per alterarne il valore e le operazioni in derivati.

palazzosansedoni450web

Leggi articoli correlati.

“CHI CI ATTACCA, LO SBRANIAMO!” BERSANI RICATTA?

E QUESTO SARA’ IL NOSTRO DITTATORE?

E’ INTOLLERABILE CHE UN UOMO POLITICO POSSA DIRE UNA FRASE DEL GENERE SENZA CHE NESSUNO GLI RISPONDA A TONO. IN ITALIA  AVRANNO TUTTI GLI SCHELETRI NEGLI ARMADI, MA IN EUROPA NESSUNO SI INDIGNA ?

ALL’EUROPA IMPORTA SOLO LA NOSTRA PARTITA DOPPIA? SE ALLA FINE DELL’ANNO C’E’ IL PAREGGIO DI BILANCIO? SE POI QUALCUNO VINCE LE ELEZIONI A SUON DI MINACCE NON IMPORTA A NESSUNO?

bersani-ed-il-monte-dei-paschi-di-siena-una-v-L-wDJJQa

Leggi articoli correlati.

“MPS: IL PD NON HA NIENTE DA TEMERE” così Letta!

Ed ha ragione con la giustizia che c’è in Italia cosa deve temere il Pd?

66449_190729497735935_959629331_n

Leggi articoli correlati.

Milano chiude a -0,11% e MPS chiude a +11% CHI STA MANOVRANDO LE AZIONI?

 

‘Vedere un titolo che ritorna ad una volatilita’ normale significa che il mercato si sta rendendo conto che il problema c’e’ ma e’ gestibile” così Viola.

Quando mai MPS ha chiuso all’11% ? E’ normale?

In una giornata di contrattazioni altalenanti per i bancari, Mps chiude in attivo?

monte-paschi-siena-beppe-grillo-9-770x511

MPS arrivano gli aiuti di Stato.. ecco pronti i Monti-Bond!

E paghiamo anche la banca del Pd!!! Poi servirà una manovra correttiva… la famosa polvere sotto il tappeto di Bersani.

Monti ci ha rassicurati che sarà solo un prestito per la MPS e saranno applicati interessi alti… in un lontano futuro post-apocalittico gli italiani possono star tranquilli che i soldi di MPS torneranno nelle casse dello Stato.

Per l’ad Viola non ci sono altre cassaforti da aprire… forse qualcuna a SUA INSAPUTA?

E gli italiani devono andare a votare? MOLTO MEGLIO UNA RIVOLUZIONE… ma siamo in CRISI IDEOLOGICA OLTRE CHE ECONOMICA!

01

Leggi articoli correlati.

Responsabilità, fiducia, chiarezza… le parole che ruotano intorno al baratro MPS!

Gabriello Mancini: la Fondazione Mps e’ determinata ad intraprendere tutte le eventuali azioni, compresa quella di responsabilita’ che la legge le riserva a tutela degli interessi propri e di tutti gli azionisti.

Grilli, Ministro dell’Economia: “Ribadisco l’assoluta fiducia e stima nella Banca d’Italia di oggi e di ieri”.

Palazzo-Salimbeni_scala-Pierluigi-Spadolini

Leggi articoli correlati.

Maroni vuole commissariamento di MPS: C’è odore di tangenti!

SBRIGHIAMOCI A LAVARE I PANNI SPORCHI… PER LE ELEZIONI DEVONO ESSERE CANDIDI E ASCIUTTI!

Tangenti-rosse-i-panni-sporchi-del-Pd_h_partb

Leggi articoli correlati.

Chi compra in borsa MPS? Forse chi vorrebbe salvare il Pd? +10%

compras-e1331652444181

Leggi articoli correlati.

Non splende più il sole dell’avvenire su MPS. La soluzione?

Rompere il legame  tra fondazioni, banche e politica.modern-art-prints

Leggi articoli correlati.

Arriva lo sconto? “Non sono 3,9 mld, ma solo 2” così Monti su MPS

DURANTE LA NOTTE IL DEBITO SI E’ ABBASSATO?

Le risorse per i ‘Monti bond’ “non sono soldi che vanno dallo Stato a Mps per restarci, ma che verranno rimborsati e con un alto tasso di interesse, e sono 2 miliardi su base netta”. Cosi’ il presidente del Consiglio, Mario Monti, parlando a ‘Radio 1’. Monti ha spiegato che dei 3,9 miliardi complessivi, 1,9 sono “rimborsi dei precedenti ‘Tremonti bond’. “I risparmiatori italiani – ha aggiunto Monti – il cui sistema nervoso e’ stato messo a dura prova” anche dai rumors e dalla “corrida elettorale”, devono “sapere che le banche italiane sono state durante tutta la crisi finanziaria tra le piu’ solide e se si parla di Mps e’ solo perche’ le autorita’ europee hanno chiesto di aumentare la capitalizzazione di Mps, e solo di Mps”.
SE LE BANCHE ITALIANE STAVANO COSI’ BENE PERCHE’ SONO STATE TUTTE RIFINANZIATE CON I SOLDI PUBBLICI DURANTE LA CRISI?

GLI ITALIANI HANNO I NERVI A PEZZI? O GLI ITALIANI SONO STANCHI DI FACCE NUOVE CON COMPORTAMENTI VECCHIO STILE?

MONTI SAREBBE IL RINNOVAMENTO? IN QUALE PARTE DEL MONDO SI SCOPRE ALL’IMPROVVISO UN VUOTO DA 2 MLD DI UNA BANCA COLLEGATA A UNA CORRENTE POLITICA?

QUESTA E’ L’IMMAGINE DELL’ITALIA! NEPPURE L’EUROPA DIFENDE GLI ITALIANI, NESSUNA INDAGINE SU MPS? 

thumbtrue1320945406282_710_472

Leggi articoli correlati.

Rubato il tablet, in assemblea, a Romolo Semplici, socio di MPS.

Il socio Romolo Semplici interviene e denuncia: “Poco fa mi hanno rubato il tablet! Questa è l’etica che c’è nella banca».

Profumo ribatte: «Su questo la banca non c’entra, sono i soci, casomai…».

url

Leggi articoli correlati.

MPS TRASCINA GIU’ IL PD. Esisteva una finanza parallela fuori dal mercato!

Ezio Mauro: “ridicolo tentativo della sinistra di crearsi una finanza parallela fuori dalle leggi del mercato, protetta da sistema politico”

monte paschi siena bersani satira barzellette carton vignette

Leggi articoli correlati.

MONTE DEI SOSPIRI O MONTE IN PEGNO?

Sicuramente MPS fa tenere il fiato sospeso alla sinistra… E’ quella macchia indelebile che non puoi cancellare, ma solo nascondere. E la finanza è un labirinto perfetto dove candeggiare i panni sporchi… Ieri MPS perdeva il -8% oggi vola in borsa! SOLDI, POTERE E GIOCHI SPORCHI che invece si trasformano in biancheria pulita. Il MPS è in realtà una voragine da 14 mld (se basta!). Una banca per amici di amici, che ora si puntano il dito uno contro l’altro. MA TUTTI SAPEVANO E NESSUNO HA DETTO! E PER FORTUNA CHE SIAMO NELLA SINISTRA CON I CONTI TRASPARENTI… LA SINISTRA CHE ATTACCA LA DESTRA… LA SINISTRA CHE CI HA ILLUSO CHE LORO ERANO DIVERSI… CHE DELUSIONE!

Monti: “Non attacco Bersani ma il Pd c’entra” (L’INTOCCABILE BERSANI!) 
“Il Pd c’entra in questa vicenda” perché “ha sempre avuto molta influenza sulla banca e sulla vita politica” di Siena. Così Mario Monti, ai microfoni di ‘Radio Anch’io’ a proposito della vicenda Monte dei Paschi di Siena. “Io – ha però aggiunto il leader di Scelta Civica – non sono qui per attaccare Bersani, ma il fenomeno storico della commistione fra banca e politica che va ulteriormente sradicato” perché è una “brutta bestia”.

UN’ITALIA DA ROTTAMARE!

Bersani 2013 - satira

Leggi articoli correlati.

Mps. Una brutta storia italiana.

Grillo: “Bisogna identificare i responsabili del piu’ grande crac finanziario d’Italia, peggiore di quello della Parmalat. Si sono mangiati 14 miliardi di euro e i responsabili sono un partito preciso, ben definito. E poi chiedere a chi doveva controllare, come la Consob, come mai non ha controllato”.

Casini: “evidenti responsabilita’ politiche senesi”

Schifani:”Quanto e’ accaduto all’Mps e’ un episodio preoccupante. Siamo davanti ad una situazione che puo’ avere conseguenze gravissime. E’ assolutamente necessario fare immediatamente luce sulla vicenda per evitare gravi ripercussioni economiche e finanziarie”.

BeFunky_ViewFinder_3q

Leggi articoli correlati.

Napolitano non sa… neppure a sua insaputa sa!

”Non sono esperto di banche ma se la questione e’ grave bisogna occuparsene. Ed io ho piena fiducia nella Banca d’Italia”.

E’ UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, QUELLO CHE DICE UNA FRASE DEL GENERE? SI CHIAMA UN ESPERTO ECONOMICO E SI FA SPIEGARE… ANCHE LA CASILINGA DI VIGEVANO L’HA CAPITO!!!

TREMONTI:’In Italia per legge e per storia la vigilanza bancaria e’ di competenza esclusiva della Banca d’Italia. Nel caso specifico trovo un po’ strano che questa vigilanza non ci sia stata, ne’ preventiva ne’ successiva”.

MPS TONFO IN BORSA -8,19. In due giorni ha ceduto quasi il 20% pari quasi al 7% del capitale.

BeFunky_ViewFinder_3u

Leggi articoli correlati.

Calo in borsa tragico per MPS: -7% andato in fumo il 4,15% del capitale

La tragica corsa della banca senese continua! Intanto Alfano grida al pd di dire pubblicamente quello che è stato nascosto per troppo tempo. 

Il radicale Paolo Ferrero dalla radio afferma “Sulla vicenda Mps è evidente che lo scandalo tocca direttamente il Pd, perché l’amministrazione della fondazione del Monte dei Paschi vede una predominanza di esponenti del Pd e quindi è evidente che il Pd con i suoi dirigenti è responsabile Sulla vicenda Mps poi c’è una vergognosa questione che riguarda Banca d’Italia che aveva il compito di vigilare e al tempo era Draghi governatore”.

BeFunky_ViewFinder_3g

Leggi articoli correlati.

Grilli vuole salvare capre e cavoli: MPS reponsabilità di Bankitalia!

Il fantasma di MPS fa paura al panorama politico italiano!BeFunky_ViewFinder_3q

Vedi articoli correlati.

All’assemblea del Mps domani parteciperà Grillo

BeFunky_ViewFinder_3o

Leggi articoli correlati.

Fini chiede chiarimenti su MPS! “Monti riferisca al parlamento”

BeFunky_ViewFinder_3c

Vedi articoli correlati.

Renzi Vs Monti “poteva innovare, fare Ciampi e invece ha scelto Dini”

“E’ pieno di politici che non mantengono la parola data. Monti ha detto per mesi ‘non mi candido, non mi candido’ poi si e’ candidato. Non giudico, ma le sembra naturale dopo un anno e mezzo che diceva non mi candido salire in politica per rinnovare e poi rinnovare con Casini e Fini. Poteva fare il Ciampi, ha scelto di fare il Dini”.

E ALTRO APPLAUSO A RENZI!

mario-monti-mago-212281

Leggi altre notizie su Matteo Renzi.

GIU’ LA MASCHERA! MPS: RENZI ACCUSA LA POLITICA DELLA CITTA’

“Sul caso Mps ci sono delle responsabilita’ evidenti di chi ha governato la citta’ di Siena… C’è una responsabilità della politica”. Così il Sindaco di Firenze

FINALMENTE QUALCUNO CHE NON HA PAURA, FINALMENTE QUALCUNO CHE NON PORTA LA MASCHERA IN POLITICA, MA CHE FA CADERE QUELLE ALTRUI!

GRAZIE MATTEO!!!

matteo renzi

Leggli gli articoli correlati.

Monte Paschi di Siena perde in due giorni il 14%

Profumo: “Nella misura in cui ci saranno gli estremi per tutelare il valore patrimoniale della banca certamente noi ci muoveremo. Ad oggi stiamo facendo tutte le analisi per capire chi ha fatto che cosa”

TUTELIAMO LA BANCA? ANCORA ALTRI SOLDI CHE FINISCONO NELLE CASSE DELLE BANCHE E VENGONO SOTTRATTI AL BILANCIO PUBBLICO? L’IMU E’ STATA PAGATA PER COPRIRE I DEBITI DI BANCHIERI SPREGIUDICATI?

L’ITALIA NON E’ UN PAESE… E’ UNA MINIERA DI CORRUZIONE, EVASIONE E INCAPACITA’!

CHI HA FATTO AFFONDARE MPS?

BANKITALIA VS MPS: “L’Istituto ha nascosto i documenti”

bank

Leggi aticoli correlati.

Slavina su Monte Paschi di Siena! Il gettito Imu è servito a salvarla!!!

Per Di Pietro la vicenda è torbida:  ”La vicenda che ha coinvolto il dimissionario presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, e’ gravissima. Ma e’ ancor piu’ grave che il governo Monti abbia finanziato le casse del Monte dei Paschi di Siena con un prestito da 3.9 miliardi di euro, cifra equivalente all’Imu sulla prima casa, l’imposta con cui questo esecutivo ha tartassato gli italiani”.

Giorgia Meloni: “L’ultimo scandalo legato ai derivati di Mps e la necessita’, ancora una volta, di salvare una banca con i soldi pubblici, confermano l’esigenza di ripensare l’intero sistema del credito in Italia, cosi’ come scritto chiaramente nel programma di Fratelli d’Italia”.

Bersani è in difficoltà e non trova le parole: ”Nessuna responsabilita’ del Pd, per l’amor di Dio… il Pd fa il Pd e le banche fanno le banche”. 

Benedetto Della Vedova, candidato al Senato in Lombardia nella lista Con Monti per l’Italia: “La responsabilità è dell’azionista politico che ha gestito la fondazione che controlla il Monte dei Paschi. Ed e’ una responsabilità politica che devono assumersi pienamente e pubblicamente Pds, Ds e Pd: la sinistra che ha governato Siena e la Fondazione, determinando la gestione fallimentare della banca”.

Il tweet dell’ex ministro dell’economia Tremonti: “Date consuetudine scrivere ‘lettere apostoliche’ e vecchia vasta competenza derivati, stupisce mancata ‘lettera vigilanza’ Draghi a Siena”.
monte-paschi-siena

Di Pietro vs De Magistris: basta patti di desistenza

Secca la risposta di De Magistris ”Se uno fa la lista che si chiama ‘rivoluzione civile’  ha le idee ben chiare!”

CIOE’  BASTA IL NOME?

Mosaico-Ravenna-Antonio-Di-Pietro1

Di Pietro: abbiamo perso un anno e stiamo peggio

italia dei livori p

Momento della verità o momento difficile per Di Pietro?

Antonio Di Pietro sceglie il blog per gridare

“Questa non e’ lotta politica. E’ premeditato omicidio politico” lo grida  Antonio Di Pietro  dal suo blog per rispondere a chi aveva detto che ormai è imminente uno scioglimento dell’Idv.

“Esattamente ciò che avevo denunciato anche giorni addietro in una mia accorata intervista su Il Fatto quotidiano, allorchè dissi che alcune mirate calunnie stavano facendo morire il partito. Mi viene davvero voglia di urlare una volta per tutte: e mò basta con tutte queste sciocchezze… Sono ben conscio che i signori della disinformazione e del killeraggio politico si devono liberare dell’Italia dei Valori prima delle prossime elezioni nazionali”

Attacca su tutti i fronti Di Pietro: “il motivo è semplice e banale: sanno che non siamo disponibili a squallidi inciuci e compromessi inaccettabili e quindi vorrebbero semplicemente evitare che Idv possa tornare ancora una volta in Parlamento”.

E ancora il capo dell’Idv tuona con “boiata informativa. Io stesso ho appreso, questa mattina,  leggendo la solita Unità e facendo finta di ascoltare il solito Tg4, che avrei lasciato al proprio destino l’Italia dei Valori per fondare un nuovo partito, di cui addirittura avrei già pronto il simbolo di colore viola che racchiude semplicemente la parola ‘Basta’. Ovviamente io non ne so nulla, come non sapevo nulla delle 56 case che di recente mi hanno falsamente attribuito, pur di farmi passare per palazzinaro”. E conclude urlando la sua verità “sto diventando davvero ‘viola’ di rabbia per le continue falsià’ e calunnie che mi vengono riversate addosso”.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: