Conclave tra gli scandali… via alla prima congregazione!

cardinali-conclave-vaticano-scandali-tuttacronaca

I membri del Collegio cardinalizio, sia “elettori” che non, sono riuniti nell’Aula del Sinodo, in Vaticano, dove hanno dato inizio alla prima delle Congregazioni generali, in preparazione del Conclave che eleggerà il successore di Benedetto XVI.

Alle 9,30, nell’Aula Nuova del Sinodo, il cardinale Angelo Sodano, 85enne decano del Collegio cardinalizio, ha dichiarato aperta la prima delle Congregazioni generali: momenti di dialogo e confronto tra i porporati in preparazione del Conclave per eleggere il successore di Benedetto XVI. Alle congregazioni devono partecipare tutti i cardinali non legittimamente impediti, anche se agli ultraottantenni è concessa la facoltà di non essere presenti.

La lettera di convocazione inviata il primo marzo afferma che le riunioni continueranno fino a quando non sarà raggiunto il numero completo dei cardinali elettori.

Solo allora il Collegio deciderà la data di inizio del Conclave. Sono due le congregazioni previste per oggi: quella mattutina e un’altra annunciata per le 17, dopo di che saranno gli stessi cardinali a decidere se continuare a riunirsi due volte al giorno. Al momento, oltre ai 75 cardinali residenti permanentemente a Roma, altri 66 hanno indicato la loro residenza nella capitale.

Gli altri arriveranno entro mercoledì 6 marzo. Come per il conclave, anche le congregazioni sono disciplinate dalla costituzione apostolica Universi Dominici gregis, emanata da Giovanni Paolo II nel 1996. Che tra le tante disposizioni, non manca di indicare ai cardinali anche come dovranno vestire.

D’ordinanza nel periodo di sede vacante sono la talare nera filettata e la fascia rossa, con zucchetto, la croce pettorale e l’anello. Assente il cardinale Keith O’Brien che ieri ha pubblicamente ammesso la sua condotta sessuale disdicevole!

 

Annunci

I segreti del Vaticano… Benedetto XVI cambia, perchè non può cambiare!

Passata la giornata storica, arrivano le prime indiscrezioni! Benedetto XVI non è riuscito a cambiare la Chiesa perchè troppo radicata nel potere temporale e autoreferenziale… quindi se non si può cambiare, si cambia! Lascia la Chiesa perchè amareggiato dagli scandali, perchè scosso da Vatileaks  e ostacolato dai suoi fedeli. Ma anche complice? Complice perchè si macchia le mani in Vatileaks, non lascia fin quando non si chiude il processo, non abbandona la sua Chiesa “sconsacrata dal peccato”! Poi spera “abdicando” di portarsi via il male e di lasciare il bene! Ma già iniziano i “giochi del palazzo”, le alleanze e le guerre, le fazioni e le contrade, in quelle mura che da sempre nascondono delitti, misteri e abomini!

VITTIMA E CARNEFICE, STORIA DI JOSEPH RATZINGER!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nuove verità sull’addio del Papa! Riattivati i bancomat del Vaticano

E’ stato riattivato in Vaticano il servizio di pagamenti elettronici con Bancomat o carta di credito. Lo ha detto il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, spiegando che il nuovo servizio e’ garantito da un accordo con la societa’ svizzera Aduno Sa. Ritorna quindi alla normalita’ in Vaticano la possibilita’ di fare acquisti pagando con Bancomat, che era stata bloccata dal 1 gennaio per il diniego della Banca d’Italia all’autorizzazione al provider Deutsche Bank Italia. Il servizio era stato bloccato il 1 gennaio. Appare strana la coincidenza… ieri le “dimissioni” del Pontefice e oggi la riattivazione! Cosa c’è ancora da scoprire?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non ce l’ha fatta con Bersani, ma forse Renzi è stato ascoltato dal Papa!

Il Papa si dimette e lo fa, almeno pubblicamente, per la sua età. Ma perchè Benedetto XVI “abdica” e Giovanni Paolo II ha portato la sua croce fino alla fine?

Negli ultimi anni del pontificato di Giovanni Paolo II, quando le condizioni di salute del Pontefice destavano viva preoccupazione non solo tra i fedeli ma anche negli ambienti vaticani, le ipotesi di abdicazione si fecero sempre più insistenti. Molti cardinali erano d’accordo con questa opzione e il cardinale Sodano si limitò a commentare che la decisione “andava rimessa alla coscienza del Papa”. Eppure Wojtyla, che aveva più volte dichiarato che avrebbe rinunciato al suo mandato solo in caso fosse diventato mentalmente inabile, continuò nella sua missione evangelica fino alla fine dei suoi giorni, stroncato dal morbo di Parkinson.

L’odierno proclama di Benedetto XVI mostra una Chiesa che vuole rincorrere il mito del “giovanilismo ad oltranza” o cerca più ragionevolmente forze nuove per tempi sempre più difficili?.

In ogni caso Ratzinger si è ritirato e i politici italiani invece restano in Parlamento. Forse sarebbe bene che riflettessero attentamente sulle parole del Papa!

papa Bersani

Benedetto XVI e il suo gran rifiuto!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Gran Rifiuto, cioè l’atto con cui un Papa lascia il pontificato prima della sua morte, è assai raro nella storia della Chiesa. Bisogna ritornare indietro nel tempo a Celestino V, Pietro da Morrone, sacerdote, che condusse vita eremitica. Fu lui a dare vita all’Ordine dei ‘Fratelli dello Spirito Santo’, denominati in seguito i ‘Celestini’. Eletto papa quasi ottantenne, si trovò di fronte ad interessi politici ed economici e a ingerenze anche di Carlo d’Angiò.

Dopo 4 mesi rinunciò alla carica proprio a causa delle ingerenze politiche nel suo Pontificato. Giudicato severamente da Dante come “colui che per viltade fece il gran rifiuto”, oggi si parla di lui come di un uomo di straordinaria fede e forza d’animo, esempio di umiltà e di buon senso.

Poi ci fu il caso di  Gregorio XII, papa dal Papa dal 19 dicembre 1406 al 4 luglio 1415. Veneziano, una volta eletto si impegnò a porre fine al “grande scisma” fra i pontefici di Roma e quelli di Avignone. I suoi sforzi risultarono inutili e Gregorio XII rinunciò al pontificato e si ritirò a Recanati.

Alcuni documenti d’archivio di fonte ecclesiastica, relativi alla Seconda Guerra Mondiale, fanno presuporre che  Papa Pio XII (1876-1958) avesse scritto un documento segreto dove affermava che doveva essere considerato dimissionario nel caso in cui fosse stato rapito dai nazisti su ordine di Hitler. Eugenio Pacelli era stato informato di un piano del dittatore tedesco per arrestarlo e portarlo in una piccola località in Germania.

La notizia del Papa fa il giro del mondo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Papa lascia il Pontificato… Vendola si turba!

”La notizia delle dimissioni del Papa ci turba molto… Sono notizie che confermano che viviamo dentro un tempo storico, una storia con la S maiuscola”.

Il leader di Sel Nichi Vendola ha appreso la notizia mentre era in corso un incontro con la Coldiretti e da subito si è mostrato molto turbato. Poi ha aggiunto:  “I nostri pensieri sono turbati dall’annuncio di Benedetto XVI, qualunque cittadino del pianeta non puo’ non sentire turbamento e grande rispetto di fronte a una scelta che rappresenta uno sconvolgimento epocale di cui siamo allo stesso tempo protagonisti e spettatori”.

vendola papa

Papa si dimette… e Bersani pontifica!

”E’ una notizia di portata storica, ha precedenti solo in secoli fa, ed e’ storica due volte: e’ una decisione rarissima e secondo me, siccome questo Papa non prende decisioni per debolezza ed e’ un grande teologo, mi sembra un gesto di impostazione, di novita’ per il futuro” così il leader del Pd.

Bersani per il futuro prossimo… dimettiti, il pontificato ti attende! Ci sono forze nuove nel Pd!!!

bersani2

 

E arriva anche la satira politica… dopo le dimissioni del Pontefice

ATTENZIONE VIDEO DAI CONTENUTI CHE POTREBBERO RISULTARE OFFENSIVI PER GLI UTENTI.  

WARNING: CONTAINS OFFENSIVE

Il Papa “abdica” ed è già polemica sulle cause

Annunciando le proprie dimissioni, il Papa ha spiegato di sentire il peso dell’incarico di pontefice, di aver a lungo meditato su questa decisione e di averla presa per il bene della Chiesa.  La “ingravescentem aetatem”, cioè l’età avanzata, (86 anni ad aprile) è tra i motivi addotti da Benedetto XVI, per le sue dimissioni. La sua decisione è stata accolta nel più profondo silenzio e con smarrimento. Il Papa ha chiesto un conclave per l’elezione del successore. “Un fulmine a ciel sereno” queste le parole del cardinal Angelo Sodano.

Già c’è chi dice che uno dei motivi può anche esser stata la promozione di padre Georg. Il 6 dicembre potrebbe aver sancito una “frattura incolmabile” tra il Papa e i poteri forti della Chiesa, l’ordinazione a vescovo di padre Georg e la concentrazioni di incarichi senza precedenti assegnategli dal Pontefice, avrebbe innescato una bomba all’interno delle Mura Vaticane.

Altra indiscrezione sarebbe sugli scandali (pedofilia e fuga di notizie) che avrebbero messo il Pontefice in cattiva luce all’interno della Curia.

Si parla inoltre anche di “ingerenze” nell’ambito politico italiano e di un pontificato molto più attento al potere temporale che non a quello spirituale.

papa benedetto XVI lascia pontificato

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: