Era partita bene… finisce in figuraccia! Italia-Haiti 2-2

grafica-partita-italia-haiti

Solo 19 secondi e Giaccherini ha segnato il primo gol dell’incontro, il più veloce della storia della Nazionale, ma il seguito non è stato all’altezza dell’avvio. Sicuramente pesano ancora all’Italia le ore di volo, sia sulla testa che sulle gambe, ma era lecito attendersi qualcosa di più dai ragazzi di Prandelli in vista dell’incontro di domenica contro il Messico. La formazione scesa nello stadio Sao Januario è tutta nuova rispetto a quella vista a Praga, ma non basta. Giaccherini parte subito alla grande e dilaga nei primi 15′, mentre la prima conclusione di Haiti arriva solo al 23′ con Saint-Preux. Alla mezz’ora Cerci spreca un’ottima opportunità calibrando male un pallonetto, mentre al 42′ Gilardino colpisce il palo sotto porta.  Il secondo tempo vede ancora una Nazionale svogliata, che fatica a costruire gioco e rischia di subire il pareggio già all’8′ con Astori che per poco non firma un autogol. Se la difesa sbanda, Prandelli reagisce: dentro Balotelli, De Rossi e Montolivo, fuori Gilardino, Diamanti e Giaccherini prima, poi El Shaarawy per Cerci. Ma ancora si soffre un avversario aggressivo. Si continua a rischiare il pareggio ma Marchisio decide di allungare il vantaggio. E da questo momento è il disastro totale. Gli azzurri si rilassano e Haiti non perdona: in sei minuti rimonta con un rigore di Saurel e un sinistro di Peguero.

Figuraccia in campo… e sugli schermi! La grafia della Rai ha regalato una vera perla: forse presa in contropiede dal gol di Giaccherini che fa cambiare rapidamente risultato, manda sugli schermi: Pepepepepe-Quaquaquaqua 1-0. Solo all’intervallo arriva la spiegazione dei conduttori: “si è trattato di un problema legato al software, chiediamo scusa!.

Rudi Garcia alla Roma… chi ci potrebbe essere dietro?

Maud

Rudi Garcia e la Roma: dopo una cena a New York tra l’allenatore e Pallotta, mancano solo i dettagli perché l’accordo dia ufficiale. Per l’ex Lille un contratto biennale da 1.5 milioni di euro a stagione e per l’annuncio ufficiale dovrebbero mancare solo ore. E se Pallotta è stato descritto come “molto soddisfatto per l’ottima impressione” avuta di Garcia, alcuni media francesi ipotizzano che Garcia avrebbe lasciato il Lille per dimenticare la 24enne Maud Schatteman, la relazione con la quale sarebbe terminata in maniera burrascosa per volontà della ragazza. In Francia, l’allenatore 49enne era considerato un playboy dalla stampa scandalistica e questo fa prospettare un periodo movimentato anche per il gossip made in Italy. Non sappiamo ancora come la prenderanno le tifose romaniste, ma nel frattempo in molti hanno cercato in rete le foto hot della ragazza diventata famosa in Francia per la sua partecipazione  al reality show  ’Bachelor’.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Gli azzurrini portano a casa il primo posto nel girone!

bertolacci-under21-tuttacronaca
Ultima partita per i ragazzi di Mangia, contro la Norvegia, che si è giocata tutta nei tre minuti finali. Poche emozioni per i primi 90′, ma poi si sono scatenati a pochi passi dal fischio finale. All’ultimo minuto regolamentare gli scandinavi sono passati in vantaggio con un rigore, dubbio, di Strandberg, ma gli azzurrini non sono una squadra che molla: al 93′ Bertolacci ha approfittato di un errore del portiere Ostbo regalando il pareggio e il primo posto nel girone A. Potevano lasciare la partita terminasse così, con una sconfitta, ma volevano la vetta e per gli ultimi istanti hanno imperversato nella metà campo avversaria. Altre occasioni per l’Italia sono capitate a Destro tra il 58′, gol sbagliato a porta vuota, e il 60′, conclusione alta. Da parte sua, la Norvegia aveva spaventato Bardi solo al 65′ con una punizione di Hedenstad sulla traversa.

Antonio Conte… ha detto sì!

antonio-conte-matrimonio
Gliel’aveva promesso: in caso di Scudetto, avrebbe capitolato e l’avrebbe condotta all’altare. E così è stato. Dopo aver detto un primo sì, quello alla panchina bianconera, oggi Antonio Conte ha ripetuto la magica parola alla sua compagna, Elisabetta Muscarella, già madre di sua figlia Vittoria. Alla cerimonia, tra i 300 invitati, oltre a tutta l’attuale dirigenza: Andrea Agnelli, Fabio Paratici, Pavel Nedved e Giuseppe Marotta e i giocatori non impegnati con le rispettive nazionali, anche ex dirigenti bianconeri come Antonio Giraudo e Luciano Moggi, che i tifosi hanno accolto con un applauso davanti alla chiesa S. Angeli Custodi dove, come da tradizione, la sposa è arrivata con un ritardo di mezz’ora. Del resto, lei ha atteso anni che Conte la portasse all’altare!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Rudi Garcia, è lui il nuovo allenatore della Roma?

rudi-garcia-allenatore-roma-tuttacronaca

Sembra che sia stato designato Rudi Garcia a sedere sulla panchina giallorossa. Ma chi è in realtà Garcia? Francese solo sul passaporto, in realtà la sua formazione è spagnola, come lo erano i suoi nonni che  fuggirono nei dintorni di Parigi dall’Andalusia durante la dittatura franchista. Un allenatore che usa i principi tattici del Barcellona, ma poi innova e rielabora a modo suo. Attento ai giovani e allo spogliatoio quasi in forme maniacali: I giocatori devono sentirsi bene, mai dimenticare un compleanno, basta un gesto. Io educo come alleno, non dirigo ma discuto, correggo, accompagno». Sicuramente una personalità forte e competente, che prima di lanciarsi a fare l’allenatore professionista, fu anche giornalista a tempo pieno… un uomo che con la stampa ci sa parlare, ne conosce le dinamiche e bilancia le parole nelle interviste e nelle conferenze stampa.

D’altra parte dopo la rinuncia chiara e netta di  Laurent Blanc non restano poi tante alternative alla Roma, anche se c’è chi continua a sperare in una sorpresa, un nome tenuto nascosto nelle trattative e che davvero potrebbe essere il nuovo ct della società romana.

L’Italia travolge Israele, ma è Insigne a finire in ospedale

italia-israele-tuttacronaca

L’Italia travolge i padroni di casa agli Europei in Israele e proseguono nel loro cammino vincente grazie e 4 reti inflitte senza subirne. La semifinale è servita: Mangia sparpaglia le carte rispetto all’incontro con l’Inghilterra e schiera una squadra compatta che punta su Saponara e Gabbiadini. L’inizio vede un Israele partire forte ma senza riuscire a infrangere il fortino di Bardi. Con lo scorrere del tempo, tutte le capacità degli azzurrini vengono in luce, con i riflettori puntati in special modo su Insigne, che mette paura e inventa. Saponara, al 17′, batte Kleyman e porta in vantaggio la squadra. Israele sfiora il pareggio un paio di volte giocando in velocità ma al 44′ arriva il raddoppio targato Gabbiadini. Ma il dramma si era già svolto: Golasa travolge Insigne e l’attaccante partenpeo è costretto ad uscire in barella tra le lacrime per un problema alla caviglia. I compagni non perdono però concentrazione: all’8′ della ripresa Gabbiadini sigla la doppietta mentre Florenzi chiude definitivamente l’incontro al 71′: 4-0.  Ma l’infortuno d’Insigne è un macigno sulla squadra anche se dall’ospedale di Tel Aviv le prime notizie sono positive: le lastre escluderebbero la frattura della caviglia, dovrebbe essere solo una distorsione. Il giocatore sente però ancora dolore.

Il Chelsea di Mourinho chiama De Rossi?

daniele_de_rossi-tuttacronaca

Stando a quanto rivela Mediaset premium, la roma attende l’annuncio dell’arrivo del prossimo allenatore per iniziare a muoversi con decisione per portare in squadra il belga Nainggolan, ora in forze al Cagliari, corteggiato anche dal Napoli dei Benitez. Ma per finanziare l’acquisto la squadra della capitale potrebbe scegliere di cedere Daniele De Rossi, che potrebbe passare, per una cifra inferiore al passato, a una delle sue varie pretendenti, tra le quali la preferita sarebbe il Chelsea di José Mourinho.

Potrebbe essere Rudi Garcia il nuovo allenatore dei giallorossi?

roma-rudi-garcia

Con il saluto del direttore generale Baldini, già in volo per Tottenham, sembra proprio sia saltata anche la possibilità di portare sulla panchina il suo candidato, il frencese Laurent Blanc. Ma la fretta di uscire dal caos è tanta e i dirigenti giallorossi si sono trovati a Trigoria con il presidente Pallotta collegato in conference call. Stando a Sky Sport, il favorito sembrerebbe essere a questo punto Rudi Garcia, del quale manca solo la firma apposta sul contratto. Nel frattempo sembra che l’ex del Lille abbia interrotto la sua vacanza in Marocco per risolvere alcuni dettagli con la sua precedente squadra. Potrebbe essere stata fatta quindi la scelta, ma Pallotta l’avallerà? E come potrebbero prendere la decisione i tifosi che hanno stuzzicato la società chiedendo l’arrivo di Roberto Mancini, ex allenatore del Manchester City ed ex giocatore della Lazio?

L’Under di Mangia inizia gli Europei con il piede giusto: 1-0 contro l’Inghilterra

italia-inghilterra

A Tel Aviv gli azzurrini di Devis Mangia hanno iniziato l’avventura agli Europei in Israele nel migliore dei modi: 1-o  contro una delle formazioni più titolate del torneo. Il merito del gol partita va a Insigne, che al 79′ ha battuto Butland con una punizione perfetta all’incrocio dei pali portando l’Italia in testa nel girone A. L’inizio, con l’Under 21 azzurra che si affida al tridente Borini-Insigne-Immobile, si gioca tutto con ritmi alti con gli azzurrini che spingono i Giovani Leoni di Pearce nella loro metà campo, costringendo spesso gli avversari all’errore in disimpegno. Il gioiellino del Napoli già al 24′ va vicino al gol e obbliga gli inglesi a cambiare tattica, optando per un centrocampo a cinque. I ragazzi di Mangia continuano a provarci e al 38′ Florenzi viene atterrato in area da Robinson, ma l’arbitro Gautier non fischia il calcio di rigore. Alla ripresa gli inglesi trovano una nuova verve grazie anche a Dawson che al 49′ segna in mischia, ma l’arbitro annulla la rete tra i fischi dello stadio mentre gli azzurrini soffrono un po’ in questi primi minuti. Gabbiadini, una volta schierato, entra subito in partita e al 77′ si procura la punizione del vantaggio azzurro. Batte Insigne: palla all’incrocio e 1-0 per l’Italia. Gli inglesi ci provano, ma non riescono ad agguantare il pareggio.

Roma orfana del direttore generale: Baldini saluta

baldinifabio

Il rapporto “è stato risolto consensualmente, e le operazioni calcistiche restano affidate al direttore sportivo Walter Sabatini”: dopo aver salutato l’allenatore, ora la Roma resta anche senza il suo direttore generale, Fabio Baldini. Sul sito del club si leggono i ringraziamenti del presidente Pallotta per il lavoro da lui svolto per due stagioni: “Baldini ha avuto un ruolo importante nel lancio del nostro progetto. Gli auguriamo il meglio per le sue attività future”. Zanzi, amministratore delegato, ha quindi aggiunto: “Apprezziamo moltissimo il contributo fornito da Franco Baldini al nostro club – ha sottolineato l’amministratore delegato della Roma, Italo Zanzi -. La nostra priorità rimane il successo sul campo. Abbiamo fiducia nel nostro futuro e vogliamo continuare a costruirlo sulla base del talento che abbiamo assemblato in questi due anni. Walter Sabatini e io lavoreremo a stretto contatto con il presidente Pallotta per formare il nostro staff tecnico e la rosa per questa stagione”. Anche Baldini prende la parola: “Voglio ringraziare la proprietà della Roma per l’opportunità che mi è stata data. Sono stato benissimo a Roma e auguro il meglio per il club, i giocatori e tutti i tifosi”. Un “addio consensuale” quindi, almeno da quanto si può leggere, ma resta che per il club il momento è difficile e le due passate stagioni non sono certo state memorabili:  risultati non all’altezza delle attese e contestazione dei tifosi, nuova rivoluzione tecnica che ora diventa anche dirigenziale.

Stramaccioni “scaricato” anche dalla Roma

stramaccioni-roma

L’ha sempre portata nel cuore la Roma, Andrea Stramaccioni, ne ha anche allenato le giovanili. E ora che è stato esonerato dai nerazzurri e i “suoi” giallorossi hanno ricevuto diversi no da allenatori importanti come Mazzarri e Allegri che hanno deciso di accettare le offerte di Inter e Milan, ha pensato di proporsi proprio al club che per un po’ è stato la sua casa. Il d.s. Sabatini, però, non ha neanche perso tempo a pensarci: il giovane Strama ha bisogno di maturare ancora e a loro serve qualcuno con esperienza e bravo a gestire lo spogliatoio. Nessuna speranza dunque per lui: i giallorossi vogliono assolutamente trovare il tecnico giusto e, al momento, si parla molto di Laurent Blanc.

Stramaccioni esonerato!

stramaccioni

Fino a poco tempo fa Stramaccioni si sentiva tranquillo, o almeno così affermava, non scosso dalla disastrosa stagione dell’Inter che tanti tapiri d’oro gli ha fruttato. Ma ora ha ricevuto una telefonata da parte di Marco Branca, che, a nome della società, gli ha comunicato la decisione di sollevarlo dall’incarico già giovedì sera. Manca solo il comunicato ufficiale, ma ormai è cosa fatta: l’allenatore è stato esonerato. Ora c’è da risolvere la questione contrattuale: il tecnico romano è legato fino al 2015 alla società nerazzurra, che ora punta alla risoluzione del contratto.

Il Manchester United saluta Sir Alex Ferguson

Sir-Alex-Ferguson-tuttaceronaca

Dopo 27 anni, Sir Alex Ferguson lascia la sua Manchester United. Ad annunciarlo ufficialmente, dopo i rumors dei giorni scorsi, lo stesso club che dovrà salutare uno dei monumenti del calcio mondiale e che ha portato ai Red Devils 13 Premier League, l’ultima quest’anno, e due Chamapions League. E’ lo stesso 71enne Ferguson a scrivere una nota apparso sul sito dello United, che ha appena vinto il ventesimo titolo nazionale: “E’ il momento giusto per una decisione molto difficile. Per me era importante lasciare la struttura nelle migliori e più forti condizioni possibili. La qualità della rosa che ha appena vinto il campionato e la sua età media garantiscono altri successi negli anni a venire. Abbiamo un centro di allenamento molto efficiente, tra i migliori al mondo. Sono felice e onorato di assumere il ruolo di direttore e ambasciatore del club nel mondo, non vedo l’ora di cominciare. Devo ringraziare la mia famiglia, per l’amore e sostegno. Mia moglie Cathy è stata una figura essenziale durante tutta la mia carriera”. Tra le motivazioni di Sir Ferguson, stando ai tabloid inglesi, ci sarebbero dei problemi di salute che tormentano da tempo il manager scozzese mentre il Times sottolinea che questa scelta riapre le porte dello United a Mourinho. Sembra infatti il Chelsea non voglia pagare la clausola rescissoria al Real Madrid, senza contare i problemi sullo staff richiesto dal portoghese. Ma Mourinho non sarebbe l’unica opzione per la panchina dello United, anche David Moyes, attuale manager dell’Everton, è nella lista dei candidati.

Lo scandalo dello striscione e Mourinho paragonato a Hitler.

mourinho-hitler-striscione

Che il rapporto tra Mourinho e una parte dei tifosi del Real Madrid non sia dei migliori è noto. Ma questa volta si è andati decisamente oltre complice questo striscione che ritrae l’allenatore portoghese accanto a Hitler con la scritta “Heil Mou” affisso davanti alo stadio Santiago Bernabeu dove il Real ha giocato la partita con il Levante

Conte delude molti ma non tutti!

conte-antonio-tifosi-calcio-sport-inter-tuttacronaca

Dopo le ultime dichiarazioni dell’allenatore della Juventus, Antonio Conte, sono moltissimi i sostenitori della ‘Vecchia Signora’ che ammettono di essere delusi  di uno dei simboli di questa squadra. Dichiarazioni fuori luogo, soprattutto alla vigilia di una sfida così sentita, secondo i tifosi.

Tradimento? Per molti sì, ma non per tutti. In difesa dell’allenatore, infatti, sono diversi gli juventini che giustificano le sue parole “da professionista serio e schietto”, si legge da più parti.

Che siano contro o a favore del tecnico, però, tutti i tifosi convengono che l’unica cosa importante ora è vincere, in campionato ed in Champions. Poi, per il futuro, si vedrà.

Conte apre le porte all’Inter?

antonio-conte-juventus-inter-tuttacronaca

Alla vigilia della partita con l’Inter, Antonio Conte non si preclude alcun futuro e lascia aperte le strade anche per altre squadre italiane.

«Sono l’allenatore della Juve e il suo primo tifoso – ha detto il tecnico bianconero nella conferenza stampa di stamane a Vinovo – ma sono soprattutto un professionista, ma il giorno in cui dovessi lavorare per l’Inter, come per il Milan o la Roma o la Lazio ne diventerei allo stesso modo il primo tifoso e farei di tutto per vincere. Forse qualcuno questo non l’ha capito, oppure fa gioco insistere sul mio tifo per la Juve per rendermi ancora più odioso agli altri. Ma deve essere chiaro che io sono un professionista»

Divorzio inatteso… Mourinho lascia il Real!

jose mourhino-calcio-tuttacronaca-real madrid

“Tutti sanno che ho uno spirito avventuriero”. Josè Mourinho fa il misterioso e non chiarisce quale sarà il suo futuro anche se ormai le voci di un divorzio dal Real Madrid sono sempre più insistenti. Si profila dunque un nuovo trasloco dopo il triennio sulla panchina dei madridisti. Secondo Marca, il tecnico avrebbe dato il preavviso ai tre domestici che lavorano nella sua abitazione madrilena, nell’esclusivo quartiere di La Finca: dal 1° giugno prossimo dovranno cercarsi un nuovo lavoro visto che cambierà casa.

Mosca chiama Gattuso… Mosca chiama Gattuso… rispondici!

mosca- Gennaro Gattuso-tuttacronaca

Diventato da meno di tre settimane allenatore-giocatore del Sion, Rino Gattuso è già entrato nel mirino dei grandi club europei. E’ di queste ore una maxi-offerta da Mosca per averlo in panchina nella prossima stagione, quando dovrebbe dare l’addio al calcio giocato e intraprendere in via definitiva la nuova carriera. La corsa all’ex campione del Milan interesserebbe tutti e 4 i club moscoviti che partecipano alla Prem’er Liga, il massimo campionato russo: Cska, Dinamo, Spartak e Lokomotiv, con quest’ ultimo in teoria favorito.

Gattuso, che l’estate scorsa ha ottenuto il patentino di prima categoria e a giugno si iscriverà al master di Coverciano, è stato da poco scelto da Constantin, presidente del Sion, per guidare in veste di player-manager la squadra svizzera del Canton Vallese, attualmente quarta dietro Basilea, Grasshopper e Young Boys. E la sua leggendaria carica ha subito colpito gli estimatori russi, che avevano già mostrato di apprezzarla un paio d’anni fa, quando l’Anzhi, il club in cui gioca Eto’o, gli propose un ingaggio favoloso, 10 milioni di euro l’anno.

L’affare, poi, non andò in porto, perché Gattuso preferì restare al Milan. Ora, da neoallenatore, la storia si ripete, anche se il Sion sembra intenzionato a tenerselo stretto. Intanto per l’ex campione del mondo rossonero ci sarà un tuffo nel fresco passato: venerdì, durante la sosta dei campionati europei per le partite delle nazionali, il Sion giocherà alle 15 un’amichevole a Milanello contro la squadra di Allegri. Un amarcord  in piena regola per uno tra i simboli dell’epopea del Milan di Ancelotti, protagonista anche dello scudetto vinto sotto la gestione di Allegri.

Solo da ridere… quarto allenatore per il Palermo: torna Sannino!

Giuseppe_Sannino-palermo-tuttacronaca

E quattro. Per il quarto cambio sulla panchina del Palermo è solo questione di ore. Beppe Sannino dovrebbe prendere il posto di Gian Piero Gasperini che lo aveva sostituito alla quarta giornata di campionato e che era stato sostituito da Malesani per tre domeniche e che era tornato in sella per due gare. Ieri, contro il Siena, ha perso in casa l’ennesimo scontro diretto. Non vince da novembre e in tutta la stagione ha ottenuto solo tre successi. Per la serie B manca solo la matematica, ma la retrocessione è già virtuale.

Chi è retrocesso già da parecchi mesi negli indici di gradimento è Maurizio Zamparini. Lo stesso Zamparini che dieci anni fa prese la società rosanero e al quale Palermo conferì la cittadinanza onoraria in occasione della promozione in serie A oggi è il nemico numero uno della tifoseria rosanero. Anche ieri è stato Zamparini il più bersagliato dai cori, dagli slogan e dagli epiteti della gente inferocita alla fine della partita.

Zamparini al quale tutti rimproverano mancanza di coerenza, mancanza di progettualità. Lo stesso Zamparini che ha candidamente ammesso che da anni non mette più un euro per le vicebde rosanero e che il Palermo si finanzia da solo. Quest’anno, per quella che con una buona dose di mancanza di considerazione per l’intelligenza altrui, il presidente aveva definito la rosa più forte della sua decennale gestione, il Palermo ha speso in estate poco meno di ventiquattro milioni (11,9 milioni per il solo Dybala) incassando 22 milioni e 322 mila euro. Una rosa ampiamente ritoccata nel mercato di gennaio con tredici cessioni e dieci acquisti. Mercato fallimentare a giudicare dai risultati.

persa con il Siena.

FORMAZIONI UFFICIALI DI JUVE E NAPOLI. RESTA ALTA LA TENSIONE

C_3_Media_1314793_immagine_ts673_400
Dopo il lancio di uova, i cori contro Claudio Marchisio e Antonio Conte e i due petardi fatti esplodere stanotte davanti all’hotel che ospita il ritiro bianconero, costantemente sorvegliato dagli agenti inviati dalla Questura, la Juventus sta trascorrendo in totale tranquillità le ore che precedono la partita-scudetto. Terminata la rifinitura e dopo un breve riposo pomeridiano, i giocatori stanno affinando la concentrazione in vista del fischio d’inizio. A breve il pullman della squadra partirà da corso Vittorio Emanuele per poi dirigersi verso Fuorigrotta. Al momento, davanti all’albergo stazionano gruppi di tifosi juventini che inneggiano ai loro beniamini in attesa della loro uscita, mentre alcuni sostenitori napoletani fanno semplicemente sentire la loro passione anti-bianconera, senza particolari problemi. Davanti al San Paolo si sono già creati piccoli capannelli di tifosi azzurri: la zona è naturalmente off limits. Queste le formazioni ufficiali:

NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Inler, Hamsik, Zuniga; Pandev, Cavani.
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Marchisio, Pirlo, Vidal, Peluso; Vucinic, Giovinco.

Assalto al bus della Juventus!

napoli-juve-tuttacronaca

In serata assalto di gruppi di ultras del Napoli al bus che trasportava la Juventus dall’albergo fino allo stadio San Paolo. Giunti in viale Augusto, a poche centinaia di metri dell’impianto sportivo, decine di tifosi hanno lanciato bottiglie, pietre e uova contro il pullman juventino. Il bus era scortato dalla polizia che è intervenuta per allontanare i tifosi. Gli agenti del IV Reparto mobile hanno anche sparato dei candelotti lacrimogeni per disperdere i dimostranti.

Alta tensione e massima allerta a Napoli: alle 20.45 il big match!

Juventus-Napoli1

L’accoglienza riservata ai giocatori della Juventus dai tifosi napoletani non è stata esattamente british. Arrivata in hotel, la squadra di Conte ha trovato circa 300 tifosi del Napoli pronti a intonare cori di scherno. La questura ha disposto un presidio fuori dall’albergo dei bienconeri per tutelare la loro privacy. La tensione è alta, anzi altissima e si temono scontri. Massima allerta a Napoli!

La partita sarà seguita in 197 Paesi!

E’ Real il futuro di Ancelotti?

Carlo-Ancelotti-

”Carlo Ancelotti ha una specie di accordo verbale con il Real. Da entrambe le parti, si sono detti che la stagione prossima c’e’ la voglia di lavorare insieme” così una fonte vicina all’allenatore del Paris Saint-Germain. La riconferma, quindi sembra sfumare e l’allenatore sta prendendo accordi con altre squadre. Sembrerebbe che il Manchester City, il Liverpool e l’Arsenal siano interessati ad Ancelotti.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: