Il crollo della chiesa a Venezia: “Gli angeli ci hanno protetto”

chiesa-crollo-venezia-tuttacronacaEleonora Vianello, dell’Istituto “Carlo Steeb” degli Alberoni, a Venezia, ne è certa: “Gli angeli custodi che abbiamo pregato stamattina ci hanno protetto”. Difficile per chi si trovava nella casa di riposo non ripercorrere con la mente la giornata, prima la messa, poi, appena tre ore più tardi, il crollo del soffitto della chiesa annessa alla struttura, da cui è uscito indenne solo l’altare. Ha raccontato ieri la donna: “Proprio stamattina (mercoledì) alle 10.30 in questa chiesa abbiamo celebrato la messa. Un’occasione programmata da tempo, per onorare la festa dei nonni. In chiesa c’erano una trentina di persone. Alcuni ospiti, io e le due animatrici e la messa è stata officiata da don Lucio. Naturalmente non si è verificato nulla che potesse far presagire un disastro simile. Se il crollo fosse avvenuto tre ore prima saremo morti tutti”. Invece la messa, della durata di circa un’ora, è stata celebrata regolarmente. La direttrice dell’istituto prosegue, raccontando quanto accaduto alle 14.20: “Abbiamo sentito un botto fortissimo, il crollo del tetto ha sollevato una colonna di fumo e così si sono attivati tutti gli allarmi dell’antincendio. A quel punto abbiamo capito che si era verificato un crollo al tetto della chiesa e abbiamo attivato tutte le procedure del caso”.

Crollo a Venezia: collassa il tetto di una chiesa

tetto-crollato-chiesa-venezia-tuttacronacaPoteva essere una tragedia. Oggi, poco dopo le 14, è collassato il tetto della chiesa annessa alla casa di riposo “Carlo Steeb”, al Lido di Venezia, nella zona degli Alberoni. Sul luogo sono accorse diverse squadre dei vigili del fuoco e soccorritori anche con unità cinofile, anche se al momento sembra sia da escludere che nell’edificio potesse trovarsi qualcuno. Le conseguenza sarebbero state drammatiche se il crollo fosse avvenuto in mattinata, quando nella chiesa si è celebrata la messa. Stando al personale della casa di riposo, prima è collassato il tetto della sala caldaie, a cui ha fatto seguito la copertura principale: potrebbe trattarsi, almeno stando alle prime ipotesi, di un cedimento strutturale. Le ospiti della struttura sono comunque tutte al sicuro nelle loro stanze, come hanno confermato tanto i vigili del fuoco quanto dall’istituto stesso. Continuano comunque le ricerche tra le macerie da parte dei pompieri e delle squadre anti-terremoto, per escludere che nell’edificio non si fosse attardata qualche altra persona.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: