Leone sbrana leonessa, shock allo zoo

leone-leonessa-zoo-dallas-tuttacronaca

Shock allo zoo di Dallas dove un leone si è  lanciato contro la leonessa di cinque anni uccidendola con un morso al collo. In un primo momento i visitatori presenti hanno pensato che si potesse trattare di un gioco, poi si sono resi conto invece che il leone aveva sbranato la sua compagna. Sconvolti bambini e adulti. Sorpreso anche lo staff della struttura che ancora sta cercando una spiegazione al gesto. I due leoni hanno convissuto per anni, tranquillamente. Ora si è deciso che il leone sarà trasferito in un’altra gabbia, ma comunque non sarà abbattuto.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Se la tua vita non ti permette di giocare, ballare, vivere ogni giorno… cambia vita!

balliamo-tuttacronaca“Se la tua vita non ti permette di giocare, ballare, vivere ogni giorno… cambia vita”. Termina con questo consiglio un video che sta spopolando in rete, con quasi un milione di visite in 20 giorni Dailymotion. Il cortometraggio, ¿Bailamos?, vuole ricordarci di prestar sempre attenzione ai bimbi, i veri grandi saggi di casa: sono loro a ricordarci di godere di ogni momento, facendo quello che ci piace e senza troppe preoccupazioni. Il video s’incentra su un dialogo tra la piccola Malena, che sogna un futuro da ballerina, e suo padre, che le consiglia di studiare materie come l’inglese e l’informatica, di modo da iniziare fin da subito a costruirsi un futuro. L’uomo spiega alla piccola che è importante arrivare un giorno ad avere una carriera che dia sicurezza, soddisfazione e assicuri il futuro, permettendo, una volta anziani, di arrivare anche alla pensione. Ovviamente, visto il momento che stiamo vivendo sia in Italia che all’estero, appena il padre parla di “trovar lavoro”, “avere una sicurezza economica” e “assicurarsi una pensione”, arriva il contrappunto di risate. “Il proposito di questo video è di ricordare ai genitori immersi in una dinamica culturale di lavoro e consumo, che i bambini son bambini e che devono giocare e godere la loro infanzia e dovere degli adulti è di appoggiarli nelle loro mete e nei loro sogni e… giocare con loro. L’ossessione di assicurare loro il meglio, ci può rendere ciechi e farci dimenticare le cose che danno un senso alla nostra vita. Un atteggiamento che trasferiamo poi su di loro”, spiega la descrizione del video di JAF Producciones. Nel preseguo del video, dopo che il padre ha convinto la piccola a mettere da parte il suo sogno di diventare ballerina a favore di una carriera solida, è Malena a porre però delle domande al padre, del tenore: sei soddisfatto, sei contento, stai bene vivendo in questo modo, mettendo da parte i tuoi sogni? Il genitore risponde con dei sì forzati… salvo poi “ravvedersi”… e invitare la figlia a ballare!

Arriva “Wicked Paradise” il videogioco per soli adulti.

Wicked Paradise-tuttacronaca

Un “paradiso diabolico” attende i giocatori che proveranno il primo videogame erotico mai realizzato. Alla Nbc, il suo ideatore, il belga Jeroen van Den Bosch, ha tenuto però a precisare che non sarà porno, ma solo «a contenuto sessuale».  Il problema, come hanno spiegato gli esperti, è creare dei caratteri animati che non risultino irreali e che i giocatori non siano costretti a indossare troppi strumenti tecnologici che renderebbero il videogioco troppo distante dalla realtà, laborioso e poco divertente.  Ma Van den Bosch, creatore anche di start-up, è convinto di poter vincere la sfida e  di aver creato il ‘prototipo’ del «primo gioco avventuroso di realtà virtuale a carattere erotico». Il creatore di start-up è infatti convinto che  la qualità delle immagini generate dal computer sarà ad altissima risoluzione tanto da dar vita a personaggi che sembrano reali. Inoltre i giocatori del videogame useranno cuffie e occhiali speciali in grado di rendere le immagini credibili. La differenza con altri videogiochi sarà quella di non indurre lo spettatore a emozioni negative come accade in molti videogiochi di azione che incitano a uccidere, ma bensì indurrà a provare sensazioni positive come la passione e la seduzione. Ma non si rischia di cadere nell’uomo o nella donna oggetto? Non si rischia di “virtualizzare” l’amore e il sesso vera forza propulsiva che consente alla specie umana di riprodursi? Non si diventerà dipendenti di un videogioco e ci si chiuderà al mondo reale? Siamo sicuri che il “paradiso diabolico” non diventi un “incubo spietato” in cui il sesso sarà incapsulato in una serie di stringhe e di codici capaci di riprodurre anche perfettamente la realtà, ma tale da non poter dare le emozioni reali?

Questa presentazione richiede JavaScript.

“I grandi non capiscono mai niente da soli …

bambino-tuttacronaca
… e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”
Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry– (“Il piccolo principe”, 1943)

 

Orrore a bordo: Leonid Kamenoff

Leonid+Kameneff-tuttacronaca

Sono sconvolgenti i particolari emersi oggi a Parigi durante il primo giorno del processo all’ex psicoterapeuta Leonid Kamenoff, fondatore nel 1969 de ‘L’ecole en bateau’, un’associazione che proponeva un progetto di educazione alternativo, viaggiando su un veliero attorno al mondo per qualche mese o anno. L’uomo costringeva i ragazzi che partecipavano alla gita ad avere rapporti sessuali tra loro e anche con adulti.

È accusato, assieme a tre membri del suo equipaggio, di stupri e aggressioni sessuali su alcuni dei suoi ex studenti. Rischia una pena di 20 anni di reclusione. Circa 400 bambini e adolescenti hanno partecipato fino al 2002 al progetto di Kameneff, 76 anni, che voleva essere «un’esperienza di educazione e insegnamento alternativa alla scuola». Solo una decina delle 30 vittime che hanno denunciato i fatti – e che oggi ha un’età compresa tra i 33 e i 46 anni – ha potuto costituirsi parte civile nel processo per fatti avvenuti tra il 1981 e il 1994, in quanto è subentrata la prescrizione. Sono infatti trascorsi 18 anni dalla prima denuncia fatta nel 1994 da un ex studente de ‘L’ecole en bateaù. L’anno scorso lo Stato francese è stato condannato dal tribunale di Parigi a pagare 250.000 euro a ciascuna delle vittime a processo per diniego di giustizia essendo trascorso un tempo «eccessivo» per le indagini.

Kameneff è stato arrestato in Venezuela nel 2008 ed è quindi stato estradato.Durante l’interrogatorio ha riconosciuto in parte i fatti di cui è accusato, tra cui le aggressioni sessuali. Ha trascorso 19 mesi e mezzo in detenzione provvisoria prima di venire rimesso in libertà ma sotto controllo giudiziario. «La società è enormente cambiata – ha spiegato l’ex psicoterapeuta -. Alcune cose che sembravano normali un tempo ai fini educativi oggi sono guardate con sospetto». Almeno una trentina di ex partecipanti al suo programma educativo, minorenni all’epoca dei fatti, ha ammesso di essere stata vittima di aggressioni sessuali da parte di Kameneff e del suo equipaggio, descrivendo sedute di massaggio e di masturbazione collettiva. «Siamo stati vittime di un uomo che ha voluto realizzare un sogno e ci ha utilizzati come i suoi giocattoli», ha detto uno degli accusatori, Marie Rigod. Mentre Benoit Klam, che aveva 9 anni quando è salito sulla barca di Kameneff, parla anche di «indottrinamento psicologico» denunciando  il comportamento manipolatore del loro «guru».   ‘L’ecole en bateau’, si legge sul sito internet dell’associazione, induceva a «un soddisfacimento intellettuale, psicologico, affettivo e sociale», proponendo «un’esperienza emancipatrice». L’età media dei partecipanti, spesso bambini con difficoltà relazionali o nell’apprendimento, era di 11 e 12 anni.

La Francia lascia una famiglia nelle mani dei terroristi!

boko_haram_members

“Non si tratta su quelle basi, con quei gruppi”. E’ netta la chiusura del governo di Parigi a qualsiasi ipotesi di negoziato con gli estremisti islamici del gruppo Boko Haram che in Camerun hanno sequestrato una famiglia composta da sette cittadini francesi, tre adulti e quattro bambini. Il ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian è stato chiaro nel rispondere alla radio privata Rtl a una domanda sul video degli ostaggi attorniati dai loro rapitori diffuso ieri su YouTube: “Faremo tutto il possibile per il loro rilascio, ma non staremo al loro gioco, perché si tratta di terrorismo”.

La famiglia francese, residente in Camerun per via del lavoro del padre, è stata sequestrata il 19 febbraio scorso dopo un safari in un parco nazionale del nord del Paese e trasportata, con ogni probabilità, in Nigeria, dove ora è tenuta prigioniera. I rapitori chiedono il rilascio dei jihadisti detenuti in Nigeria e in Camerun in cambio della libertà degli ostaggi.

E’ questo il messaggio che lancia la Francia in aiuto di una famiglia? E’ questa la tutela che dà il governo ai propri cittadini? 4 bambini e due adulti lasciati nelle mani dei rapitori? Chi sono i veri terroristi la Francia o Boko Haram?

L’eros vintage… di gran moda!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Profili nudi, lati B al vento e décolleté in bella mostra. Le copertine dei dischi del passato sono vere e proprie chicche di erotismo vintage, che sanno come farsi notare sugli scaffali dei negozi di musica. Le cover-girl della musica posano maliziose in abiti succinti o con niente addosso, così come mamma le ha fatte. Album dedicati si soli adulti, che promettono di scaldare l’atmosfera e accendere il desiderio.
Copertine ad altissimo tasso erotico, che mettono in mostra il lato hot della musica. Gambe accavallate con studiata malizia, corpi nudi distesi sulle poltrone o sirene che emergono dalle acque come mamma le ha fatte. Scatti di erotismo vintage, da gustare con il sottofondo di un buon disco.
Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: