Un salto oltre la siepe…

canguro 28.jpg
… vale più delle preghiere dei giusti.
– Miguel de Cervantes –

L’animale roccia: Pyura Chilensis.

pyura-chilensis-animale-tuttacronaca

E’ uno degli animali più strani al mondo e si chiama:  Pyura Chilensis.La sua forma  e il suo comportamento sono del tutto simili a una roccia, infatti questo animale resta immobile per tutta la vita e si nutre filtrando microrganismi dall’acqua. Un’altra curiosità è che nascono maschi e, poi, con il tempo,  si trasformano in ermafroditi nella pubertà: sono quindi in grado di autofecondarsi.  Questi animali sono stati trovati sulle coste del Cile e del Perù. La gente del luogo ama mangiarlo crudo o in umido. Il suo sapore è amaro e sa di iodio. Al suo interno infatti secerne un raro minerale chiamato vanadio.

Sparatoria a Napoli, due giovani feriti

sparatoria-napoli-tuttacronaca

Due giovani un pregiudicato di 21 anni Francesco Raia, e un ragazzo di 16, incensurato si sono recati in ospedale a San Giovanni Bosco, dopo essere stati feriti con colpi di arma da fuoco, a Napoli, nella zona dell’Arenaccia. Il minorenne è stato raggiunto al polpaccio, mentre Raia ha riportato una ferita al gluteo. Ai carabinieri hanno raccontato di essere stati feriti durante un tentativo di rapina dello scooter sul quale si trovavano. Le forze dell’ordine stanno indagado.

 

Operazione conclusa, il sindaco resta in prognosi riservata

laura prati-sindaco-operazione-tuttacronaca

E’ durato sei ore l’intervento a cui è stata sottoposta, Laura Prati, il sindaco ferito a colpi di pistola martedì scorso, ma alla fine l’emorragia cerebrale è stata fermata. Ora il sindaco è stato trasferito nel reparto di neurochirurgia, dove sarebbe in coma farmacologico. Le condizioni restano gravi e i medici non hanno sciolto la prognosi.

E’ morta Milena Milani, scrittrice “scandalo” degli anni ’60

Milena-Milani-morta-tuttacronaca

Si è spenta una “forza della natura” così la potremmo definire Milena Milani. Una donna e una scrittrice che non ha avuto paura di fare un solo passo indietro quando negli anni ’60 il suo libro  “La ragazza di nome Giulio” venne sequestrato e lei fu accusata di oltraggio al comune senso del pudore. Riuscì a essere assolta in appello con la formula piena grazie anche al poeta Giuseppe Ungaretti che difese l’opera della Milani.

Lei, amica di grandi artisti, come Filippo  Tommaso Marinetti e Corrado Alvaro,  fece parte dello spazialismo dalla sua fondazione grazie all’artista Lucio Fontana.

Per l’assessore savonese Elisa Di Padova fu ”una grande artista che ha dato alla sua città e alla Pinacoteca opere importanti della sua collezione privata contribuendo anche alla nascita di una Fondazione per studiare artisti di livello come Capogrossi, Fontana e Picasso”.

Se ne va sottovoce,  aveva espresso la volontà che i suoi funerali venissero svolti in forma strettamente privata e così la famiglia ha ribadito che saranno celebrati.

Io non fuggo la solitudine, e nemmeno la cerco: essa è presente nel mio modo di essere, di avere vita

Enrico Letta non ha alternative: deve togliere l’Imu

enrico-letta-tuttacronaca

Il futuro di Letta è un tunnel stretto dove le alternative non ci sono e l’Imu deve scomparire per tenere in piedi il governo che guida. Non importa se a livello internazionale tutti vogliono che la tassa resti, il Pdl in questo momento ne ha fatto la sua bandiera e la tassa sarà abolita. Enrico Letta non può ascoltare il monito del Fondo Monetario Internazionale e neppure il taglio del rating da parte di  Standard & Poor’s. Ma deve ascoltare  l’aut aut del Pdl: “O si toglie l’Imu o facciamo cadere l’esecutivo”. 

Il governo si salva e l’Italia precipita?

DECLASSATA L’ITALIA:BBB. Standard&Poor’s non crede alla ripresa!

downgrade-declassata-italia-tuttacronaca

Quella ripresa annunciata per la fine dell’anno all’estero non la vedono. Così Standard&Poor’s declassa l’Italia da “BBB+” a “BBB”. Secondo la nota agenzia di rating l’economia italiana si contrarrà quest’anno dell’1,9%  e ciò sarebbe dovuto a un “ulteriore peggioramento delle prospettive economiche” che porterebbe il debito italiano al 129% entro la fine del 2013.

Ma quali sono stati i fattori che hanno causato un downgrade all’Italia? Essenzialmente sono 2:

  • l’ulteriore indebolimento dell’economia
  • la mancata trasmissione sull’economia reale della politica monetaria espansiva della Bce con i tassi dei prestiti alle imprese che rimangono ben sopra i livelli pre-crisi.

S&P afferma:  “Nel 2013 gli obiettivi di bilancio in Italia sono potenzialmente a rischio per il differente approccio nella coalizione di governo” per coprire un disavanzo “frutto della sospensione dell’Imu e del possibile ritardo del pianificato aumento dell’Iva”.

Quindi sarebbe la rimodulazione dell’Imu e il mancato aumento dell’Iva a preoccupare l’agenzia di rating.

Il taglio del rating riflette motivazioni retrospettive e non tiene conto delle azioni intraprese dal governo per la ripresa. E’ questo il commento che una fonte del Tesoro riferisce a Reuters. “Complessivamente le motivazioni non sono condivisibili. Viene messo l’accento sulla bassa crescita e sulla competitività, ma non si tiene conto delle azioni intraprese”, ha commentato la fonte. Secondo la fonte del Tesoro infine si tratta di motivazioni che “riflettono più una valutazione retrospettiva piuttosto che prospettica”.
Perchè ogni volta che l’Italia prova, anche se con fatica, a compiere un inversione di marcia le agenzie di rating devono penalizzare il nostro Paese? Perché in piena crisi economica americana sono state riconfermate le tre A anche senza che ci fossero tutti i presupposti per la ripresa economica? Perché sembra sempre che vengano usati due pesi e due misure? Chi sta “giocando” sull’Italia? In questo momento forse si vuole dare un esempio all’Europa attraverso il declassamento del nostro Paese?

Trema l’Italia prima Macerata e dopo pochi minuti Gioia Tauro

Un terremoto di magnitudo(Ml) 2.4 è avvenuto alle ore 19:11:09 nel distretto sismico di Macerata e in particolare ha interessato i comuni in provincia di Ancona quali: Castelbellino, Castelplanio,Cupramontana, Maiolati Spontini, Mergo, Monte Roberto, Poggio San Marcello, Rosora, San Paolo di Jesi, Serra San Quirico, Staffolo. In provincia di Macerata sono stati, invece interessati i comuni di Poggio San Vicino e Apiro.

Pochi minuti più tardi un terremoto di magnitudo(Ml) 2.6 è avvenuto alle ore 19:22:57 nella Piana di Gioia Tauro a una profondità di 10,3 km e ha interessato anche i comuni di Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Nicotera. 

 

Gad Lerner lascia La7 e completa la fila degli “esodati”

gad-lerner-lascia-la7-tuttacronaca

Addio a La7 anche per Gad Lerner. Anche lui aderisce al nucleo in esodo composta da:  Luca Telese, Nicola Porro, Gianluigi Nuzzi, le sorelle Parodi, Maurizio Crozza. A questo punto per il direttore Enrico Mentana si tratta solo di dover accettare che davvero qualcosa è cambiato e che molti hanno deciso di abbandonare la rete. Lerner poi era un fedelissimo de La7, ci ha trascorso gli ultimi 12 anni. Eppure non ha esitato e ha scritto sul suo blog: ”Con tutto l’affetto e la riconoscenza, pur mantenendo un rapporto di amicizia con il nuovo azionista Urbano Cairo – scrive – lo confesso: non mi ci ritrovo più”.

”Tutto ha un termine, e nel mio caso – sottolinea Lerner nel post pubblicato sul blog – si tratta solo di un lieve anticipo sulla tabella di marcia che mi ero prefissato. A 12 anni dalla sua fondazione, cui mi onoro di aver partecipato, lascio La7. Con tutto l’affetto e la riconoscenza, pur mantenendo un rapporto di amicizia con il nuovo azionista Urbano Cairo, lo confesso: non mi ci ritrovo più”.

”A scanso di equivoci sgradevoli – difendere il lavoro compiuto dalle malelingue resta un dovere – in tutti questi 12 anni, fino all’ultimo, il rapporto costi/ricavi/ascolti delle mie trasmissioni – precisa il giornalista – è stato eccellente. Lo sanno i vari manager che si sono succeduti. Se ora interrompo la collaborazione che Cairo mi offriva di proseguire è perché bisogna saper riconoscere il tempo che passa, anche il logoramento, le mutate condizioni ambientali, le nuove scelte editoriali legittime ma distanti dalla mia visione”.

”Ringrazio tutti, a cominciare dai miei meravigliosi collaboratori. Sono stati 12 anni belli. Ma non trovo saggio invecchiare – conclude Lerner – davanti a una telecamera. Conto di avere ancora qualcosa da dirvi e da darvi”.

Ezio Greggio lascia Striscia? Al suo posto Belén?

ezio-greggio-striscia-la-notizia-tuttacronaca

Le voci circolano insistentemente e sembra proprio che dopo 25 anni, Ezio Greggio abbandoni il bancone di Striscia la Notizia. Travolto dagli scandali sulle sue dichiarazioni dei redditi a Montecarlo, si sarebbe deciso di sostituirlo. Come può un programma che va a caccia di “furbetti” consentire che il suo conduttore sia uno di questi? Anche se l’evasione è ancora da provare, le polemiche su Greggio non si placano e così già si parla di un inedito duo che dovrebbe il prossimo anno guidare la trasmissione: Enzo Iacchetti e  Belén Rodríguez. Se davvero queste indiscrezioni sarebbero confermate riuscirà Striscia a fare successo anche senza la sua colonna cardine?

Tragedie estive: muore Luca, 3 anni investito da un auto

luca-bianchi-morto-suv-tuttacronaca

Aveva solo 3 anni Luca Bianchi, il bambino morto dopo essere stato investito da un suv, durante una vacanza con i nonni materni, la mamma, la sorellina e la nonna paterna.

Il piccolo era partito sabato da Borgosesia, insieme con la mamma Patrizia, la sorellina Chiara di un anno e la nonna paterna Adriana, alla volta di Marina di Torricella, in provincia di Taranto.

Domenica pomeriggio il nonno lo aveva accompagnato a casa, lasciandolo a pochi passi dall’uscio, sicuro che sarebbe entrato. Il bambino, invece, vedendo che il nonno aveva attraversato la strada, lo ha inseguito ed è stato travolto dal suv. Trasportato in ospedale, è morto poco dopo.

Perché non assicurarsi che un bimbo di appena tre anni entri dentro casa? Perché abbandonarlo sull’uscio? E’ possibile forse mandare il cervello in vacanza quando ci vengono affidati bambini di appena tre anni?

VIDEO SHOCK A GUANTANAMO: prigionieri alimentati con la forza

Yasiin Bey -alimentazione-forzata-guantanamo-tuttacronaca

Dopo che i prigionieri rinchiusi nel carcere di massima sicurezza di Guantanamo hanno iniziato lo sciopero della fame per protestare contro le condizioni estreme alle quali sono costretti all’interno della prigione, ora arriva il video shock del rapper americano Yasiin Bey (aka Mos Def) in cui fa la “cavia” per mostrare a cosa sono sottoposti i prigionieri. La tecnica di somministrazione forzata dell’alimentazione avviene attraverso una cannula di un metro che viene introdotta nel naso arrivando fino allo stomaco, tra sofferenze e spasmi.

Il video del rapper è stato realizzato con l’aiuto dell’organizzazione per i diritti umani Reprieve. Nel filmato ripreso da diversi siti tra cui il Guardian e l’Huffington Post, Bey segue la procedura standard descritta nelle istruzioni trapelate.

L’amministrazione Obama più volte si è dichiarata a favore della chiusura di Guantanamo, ma al momento ancora non è stato preso nessun provvedimento in tal senso.

+++ Video destinato a un pubblico adulto +++

Si aggravano le condizioni del sindaco ferito, operata a Varese la Prati.

laura-prati-tuttacronaca-operata-a-varese

Nelle ultime oree si erano aggravate le condizioni di Laura Prati, il sindaco di Cardano al Campo, nel Varesotto, che martedì è stato ferito a colpi di pistola da un ex agente della polizia locale sospeso dal servizio. Era stato infatti riscontrato un aneurisma cerebrale e il primo cittadino era stato immediatamente trasferito a Varese per l’intervento di rimozione. Ora si sta procedendo all’operazione e le prossime ore saranno decisive per il sindaco di Cardano.

 

Occhio alle diete: sanzionato il famoso nutrizionista Dukan!

pierre dukan-dietologo-dieta-tuttacronaca

Pierre Dukan, nutrizionista francese di fama mondiale (per la sua dieta a base di proteine che porta effetti immediati) torna a far parlare di sé dopo che il 19 aprile dello scorso anno era stato radiato dall’Ordine dei medici. Ora è stato sanzionato dallo stesso Consiglio dell’Ordine ”per non ottemperanza delle regole deontologiche”, nello specifico per avere prescritto ad alcuni pazienti il Mediator come farmaco taglia-fame. Il Mediator è un medicinale anti-diabetico ed stato al centro dei più grandi scandali sanitari in Francia, dopo aver causato la morte di centinaia di pazienti in 30 anni.

Oltre alla sospensione di otto giorni, Dunkan è stato condannato a versare anche  6.000 euro a una sua ex paziente trattata con il Mediator negli anni Settanta stabilendo ”una relazione diretta e probabile tra l’assunzione del Mediator e la sua valvulopatia”. Dukan ha annunciato di voler fare appello.

La giustizia italiana mette le ali: processo Mediaset al 30 luglio.

silvio-berlusconi-tuttacronaca

Nessuna pausa estiva per la giustizia italiana impegnata nel Processo Mediaset, il 30 luglio si riparte. Appena arrivato il ricorso immediatamente è stata fissata la prima udienza. Una sorpresa e un’anomalia nel panorama italiano, ma quasi una prassi in molte giurisdizioni di altri paesi. Perché attendere e rischiare una prescrizione? Perché non assicurare immediatamente il diritto di difesa? Il processo Mediaset oltre a veder imputato Silvio Berlusconi, chiama a giudizio anche il produttore cinematografico egiziano Frank Agrama e i due ex manager Mediaset Gabriella Galetto e Daniele Lorenzano. L’Agenzia delle Entrate si è costituita parte civile. L’udienza sarà pubblica. Il ricorso è contro il verdetto emesso lo scorso 8 maggio dalla corte d’appello di Milano.

Franco Coppi, legale di Berlusconi, ha dichiarato:  “Non ho mai visto un’udienza fissata con questa velocità: sono esterrefatto, sorpreso e amareggiato perché in questo modo si comprimono i diritti della difesa”

Anche Ghedini è sorpreso: “La fissazione dell’udienza dopo un tempo eccezionalmente breve dalla conclusione del processo d’appello non ha precedenti, se non in casi rarissimi con imputati detenuti”

Il Pdl affila le armi con Sandro Bondi, coordinatore nazionale del Pdl:  “Se i peggiori sospetti dovessero realizzarsi, cioè di un vero e proprio disegno finalizzato a condannare e ad eliminare Berlusconi dalla vita politica, allora davvero tutto può accadere, compresa la necessità da parte nostra di forme di resistenza seppure non violente”.

“Una decisione in tempi record, non credo sia un fatto comune per la Suprema Corte decidere, lo stesso giorno del ricevimento di un ricorso, la data – assai vicina – dell’udienza”, è il commento della portavoce del gruppo Pdl alla Camera dei deputati Mara Carfagna.

Reazioni quindi dai legali e dal Pdl che suonano come minacce… ma non dovrebbero essere contenti che finalmente, in tempi rapidi potranno far emergere l’innocenza di Silvio Berlusconi senza ulteriori danni d’immagine?

L’italiano che passeggia nello spazio: Luca Parmitano è stato il primo!

Luca Parmitano -passeggiata-nello-spazio-tuttacronaca

E’ andato a fare quattro passi… nello spazio! Luca Parmitano è il primo italiano a compiere una passeggiata spaziale. Questa è la prima delle due passeggiate che compirà l’astronauta italiano in sei mesi di missione a bordo della Stazione Spaziale. All’interno di questa prima passeggiata il momento più emozionante sarà quando l’italiano sarà afferrato dal braccio robotico della Stazione Spaziale. In questo modo Luca Parmitano sarà portato in prossimità dei radiatori termici con primo spostamento della durata di 15 minuti verso il lato sinistro del traliccio della Stazione Spaziale, ed un secondo della durata di 27 minuti, verso il lato destro”.

Come riport il sito dell’Ansa:

Parmitano ha trascorso la vigilia della sua prima passeggiata spaziale ripassando le procedure di uscita e verificando il funzionamento dei sistemi di comunicazione della sua tuta americana, chiamata Emu dalle iniziali di Extravehicular Mobility Unit, sulla quale per la prima volta sarà cucita la bandiera italiana. Poi due ore di ginnastica, cena e riposo.

La preparazione per l’uscita dei due astronauti inizia alle 9.15 ora italiana di oggi, con l’ingresso di Parmitano e Cassisy nella camera di depressurizzazione per respirare ossigeno puro in modo da espellere l’azoto presente nel sangue. Questa operazione serve ad evitare problemi di embolia agli astronauti, visto che la tuta stessa è riempita con ossigeno pressurizzato per evitare un irrigidimento con conseguente difficoltà di movimento.

Le scimmie mascherate servono al ristorante

scimmia-cameriere-tuttacronaca

Poteva venire in mente solo a un ristorante giapponese l’idea di usare scimmie mascherate per servire al ristorante. il ristorante Kayabuki usa infatti per camerieri due scimmie: Fuku-chan e Yat-chan. Le povere bestie sono anche costrette a indossare le maschere per sembrare più umane. Le autorità sanitarie locali hanno acconsentito e le limitazioni poi sono arrivati dalla protezione animali imponendo che i due animali non lavorini più di due ore. I clienti sono soddisfatti e dicono che sono meglio di altri camerieri umani. Yat-chan, riesce anche a comprendere le ordinazioni dei clienti e a ricordarle: potrebbe anche portare una birra alla spina al cliente.  Ma perché sfruttare gli animali invece di pagare due camerieri? Perché far indossare maschere umane? Sembrerebbe proprio che l’animale peggiore sulla faccia della terra sia proprio l’uomo, che sfrutta e trova divertente costringere le scimmie a servire a tavola per aumentare il suo giro d’affari.

 

La mamma investe la figlia di 19 mesi!

galbiate-lecchese-lecco-mamma-investe-figlia-tuttacronaca

Una mamma ha investito la propria figlia di 19 mesi mentre compiva una manovra sotto la propria abitazione a Galbiate, nel Lecchese. La piccola, è stata portata immediatamente in ospedale dove è stato diagnosticato un trauma cranico e lesioni a un piede, le sue condizioni non sembrerebbero preoccupanti.

 

Hazem Beblawi, è lui il nuovo premier egiziano.

Hazem Beblawi-premier-egiziano-tuttacronaca

Il presidente egiziano ad interim Adly Mansour ha scelto Hazem Beblawi come premier e gli ha conferito l’incarico di formare il nuovo governo. L’ex numero uno dell’Aiea, Mohamed El Baradei,è stato nominato vicepresidente con delega agli Affari esteri. I salafiti hanno annunciato che avrebbero appoggiato la nomina di Beblawi e valutato quella di El Baradei, alla fine hanno votato anche il premio nobel.

Intanto in Egitto continuano gli scontri tra i militari e i Fratelli musulmani. Ora dopo ora sale il fronte dei sostenitori del destituito presidente Mohamed Morsi.

La Fratellanza ha respinto la dichiarazione costituzionale del presidente Mansour che fissa il calendario della transizione con elezioni politiche entro sei mesi. E ora si teme che la Giornata del milione dei martiri, come i Fratelli musulmani hanno ribattezzato le manifestazioni, produca nuove vittime.

Rosario Fiarè tra ‘ndragheta e violenza sessuale

Rosario Fiarè-'ndragheta-violenza-sessuale-tuttacronaca

Rosario Fiarè, di 64 anni, ritenuto capo dell’omonima cosca di San Gregorio d’Ippona (Vibo Valentia),  sorvegliato speciale con obbligo di dimora, oltre che essere invischiato con ‘ndragheta aveva anche il vizio di stuprare le sue domestiche. Assieme a Fiarè è stato condannato a 12 anni anche Francesco Pannace, di 25 anni. Entrambi erano accusati a vario titolo di violenza sessuale di gruppo, violenza sessuale, induzione alla prostituzione, tentata violenza privata e violazione degli obblighi. Insieme a loro anche Saverio Ferrise, condannato in appello a quattro anni di reclusione per tentato concorso in sfruttamento della prostituzione e concorso anomalo in violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo. Le vittime dei tre uomini erano giovani italiane, bulgare e magrebine. Le donne venivano attirate con la promessa di un lavoro come badante, domestica o fornaia e poi si trovavano coinvolte nel giro di prostituzione. Tra le vittime delle violenze anche una quarantenne di Lamezia Terme con una situazione di disagio familiare alle spalle e la necessità di lavorare alla quale venne proposto un posto come badante di un anziano del vibonese. La donna accettò e lo stesso giorno fu costretta a subire una violenza sessuale che denunciò ai carabinieri. Da qui partirono le indagini che oggi hanno portato alla sentenza di appello.

Sono in corso i rilevamenti sui mezzi per far luce sul caso Ragusa

ris-mezzi-caso-ragusa-tuttacronaca

Sono in corso da ore le ispezioni sui tre veicoli posti sotto sequestro nel caso Ragusa dopo la testimonianza di una dipendente della ditta in cui lavora anche Logli che ha raccontato, nei giorni scorsi, agli inquirenti di aver rinvenuto alcuni mesi fa dei fazzoletti sporchi di sangue in un mezzo usato per lavoro dal marito di Roberta Ragusa. Oltre al mezzo di lavoro, i Ris, stanno analizzando anche l’auto dell’amante di Logli, Sara Calzolaio, e quella del padre del principale indagato. Per poter effettuare queste analisi l’amante e il padre di Logli sono stati iscritti nel registro degli indagati.  

In particolare i Ris di Roma vogliono rintracciare tracce ematiche riconducibili alla donna scomparsa.

Sia il padre del principale sospettato che la sua attuale compagna stanno assistendo ai rilievi scientifici condotti dai Ris in compagnia dei loro avvocati.

Aggiornamento 9 Luglio 2013, 21,50: Sembrerebbero senza esito i rilievi compiuti oggi dai Ris, sulla  Mercedes grigia di Valdemaro Logli e la Ford Fiesta rossa di Sara Calzolaio. In particolare a risultare negativo sarebbe stato proprio l’esame del luminol che non avrebbe rilevato eventuali tracce di sangue. Stesso esito, per il furgone della Geste, la municipalizzata dei servizi del comune di San Giuliano Terme.

Il caso Ragusa rimane avvolto nel mistero.

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il burlesque va in scena a Manhattan!

burlesque-new york-manhattan-tuttacronaca

Il burlesque è la moda del momento e così va in scena lo spettacolo di Gotham Burlesque al teatro Stage 72, nel cuore della Grande Mela. Il regista, Gary Beeber, già autore del documentario sulla performer newyorkese  Dirty Martini, si è rilanciato in un esperienza di teatro fuori dagli schemi, affidato alle protagoniste femminili, con guepiere e corsetti. Chissà se sono vagamente paragonabili alle serate eleganti alla villa di Arcore?

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Emilio Fede shock: depresso fino al punto di pensare al suicidio.

emilio-fede-suicidio-tuttacronaca

Emilio Fede, ha pensato di farla finita. Quell’addio al Tg4 e il coinvolgimento nel caso Ruby lo avevano provato sino a portarlo sull’orlo del baratro. Il giornalista 82ha poi rilasciato un intervista in cui ha dichiarato:

«Lasciare il Tg4 mi ha procurato una crisi fisica e psicologica. Ho sempre lavorato dieci ore al giorno, facendo un mese di vacanza in 25 anni. Mi sono trovato improvvisamente senza tutto questo, immerso in una grande tristezza e solitudine e non nego che ci sono stati momenti, in quelle lunghe notti, in cui ho pensato di farla finita: non potevo sopportare la mortificazione di essere dipinto come uno che, alla sua età, commette azioni tanto vili».

Quando parla dei suoi momenti più emozionanti, Fede ricorda: «uno dei tanti incontri straordinari della mia vita. Quando ero direttore al Tg1 venni ricevuto da Giovanni Paolo II, ascoltai la messa e presi la comunione. Sua Santità mi fece una carezza e mi illuminò sul concetto di solidarietà. Ecco, in una di quelle notti più tormentate mi ha sorretto il pensiero del Papa. Ma la ruota che ha girato per tanti anni a mio favore ha cominciato ad andare all’incontrario».

L’ex direttore del Tg4, continua: «Mi hanno voltato tutti le spalle, ma non Berlusconi. Sono andato in tribunale a dire la mia verità, e cioè che non avevo invitato ragazze ad Arcore, che non avevo portato io Ruby e che quelle serate, nate dalla cortesia di Berlusconi, erano tutt’altro che licenziose. Questa vicenda l’ho pagata anche con la mancata candidatura al Senato. Ho trovato molto triste far credere che i miei rapporti con Berlusconi si fossero deteriorati al punto da non frequentarci più, così come trovo triste l’ingratitudine di persone che a me devono moltissimo e che sono sparite dalla mia vita. Mi sono alzato tante mattine, chiedendomi: ‘E adesso che faccio?’. Certo, Mediaset mi ha offerto, e sarò sempre grato all’azienda, un contratto e un ufficio, la mia storia è stata rispettata. Ma mi addolora non poter più comunicare in tv».

Emilio Fede si abbandona anche a una notazione sulla sua vita privata:«Ho la donna che non merito di avere, perchè è straordinaria, Berlusconi dice sempre che Diana è la parte migliore della famiglia. Mia moglie va sempre a testa alta, ha costruito una famiglia straordinaria. La sua unica disavventura è stata quella di avere incontrato Emilio Fede».

Il potere logora chi lo ha perso?

Scandalo nella metro di New Delhi: immagini hard!

sesso-in-metro-new-delhi-tuttacronaca

Video a luci rosse, tanto da arrivare nei siti porno in realtà sono filmati delle telecamere a circuito chiuso della metro di  New Delhi.

I filmati mostrano i momenti intimi delle coppie avvinghiati in scompartimenti vuoti. Anche se i dubbi vengono perché sarebbero circa 250 video da due a otto minuti che sono stati postati fin dal 2011. I video hanno avuto un notevole successo e c’è chi ipotizza che qualche addetto della sicurezza  o della polizia abbia ripreso le scene, poi postate sui siti porno come provenienti dal circuito chiuso.

Lo scandalo è in atto, l’opinione pubblica infatti è sotto shock sia per gli atti osceni che per la violazione della privacy. Inoltre la polemica è scoppiata anche perché la metro di New Delhi è famosa per la sua efficienza e sicurezza, un vero modello di trasporto pubblico perfetto che ogni giorno trasporta oltre 1,5 milioni di persone.

Shock e orrore a Terni: schiaffi e morsi in casa di cura

Anziani-maltrattati-terni-casa-di-cura-tuttacronaca

Orrore in casa di cura. Purtroppo non è la prima volta che accade, ma è sempre uno shock vedere queste immagini di violenza su anziani inermi, in balia di “infermieri” che dovrebbero accudirli e invece li prendono a schiaffi, strattoni, addirittura morsi. Maltrattamenti che poi sfociavano anche in derisione contro ospiti non autosufficienti. Molti di loro sono anche stati chiusi a chiave nelle stanze per ore. Ai domiciliari sono andati  il gestore della struttura, un 73enne di Campomicciolo, una cuoca di 62 anni, un’operatrice sanitaria e un’infermiera rispettivamente 45 e 39 anni. La casa di riposo è stata sottoposta a sequestro preventivo con affidamento della custodia e gestione all’Usl Umbria 2, con la quale è convenzionata.

Su segnalazione di alcuni ex operatori della struttura le forze dell’ordine hanno installato delle telecamere e hanno scoperto che , proprio approfittando della condizione psico-fisica degli anziani, alcuni dei quali anche malati di Alzheimer,
il gestore e le operatrici avrebbero percosso i ricoverati, procurando loro anche delle lesioni. In altri casi avrebbero tirato i capelli, gettato in faccia l’acqua contenuta nelle brocche o nei bicchieri, lanciato cuscini e tovaglioli, oppure rivolto loro altri gesti osceni, toccandosi le parti intime.

Non avrebbero neppure controllato una malata di Alzheimer, che lasciata libera di circolare è poi scivolata sul pavimento appena lavato e si è rotta il femore. La finanza ha anche contestato violazioni delle norme sulla sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti, sull’igiene e la vigilanza.

Il trasloco di Benedetta Parodi: da La7 a Real Time

benedetta-parodi-tuttacronacaAd annunciare il trasferimento di Benedetta Parodi c’ha pensato una nota diffusa da Discovery Italia che ha spiegato che la conduttrice sta per approdare a Real Time (canale 31 digitale terrestre, SKY canale 124,125 e in HD e TivùSat canale 31) dove “sarà protagonista di uno show previsto per l’autunno”. La nota conclude spiegando che “Real Time a giugno ha sfiorato il 2% di share attestandosi come 8° canale nazionale e 5° canale sul proprio target (donne 20-49 anni)”.

Quando il record è culinario: la pietanza gigante

record-cina-pietanza-tuttacronacaScordatevi le pentole grandi: il recipiente che ha dovuto utilizzare un gruppo di cuochi presente al secondo Festival della Cultura del Cibo di Shenyang, in Cina, era davvero enorme, con un diametro di 2.5 metri. La sfida, poi vinta, era preparare una versione gigante del Bibimbap, un tradizionale piatto coreano per il quale sono stati utilizzati 150 kg di riso e 40 tipi di verdure.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Quando la creatività sostituisce anche una gamba: una protesi coi Lego!

protesi-lego-tuttacronacaStava ricostruendo un’auto la giovane Christina Stephens quando la vettura è caduta e le ha schiacciato la gamba sinistra, obbligando la donna a sottoporsi aall’amputazione della parte inferiore dell’arto. Ma Christina non si è lasciata intimorire dall’infortunio traumatico e ha deciso di reagire con la creatività: si è così costruita una protesi costituita interamente di mattoncini Lego per sostituirla con quella che utilizza normalmente. Ora il video della sua opera spospola in rete e ricorda a tutti quanto sia importante reagire di fronte alle avversità anche con un po’ di autoironia.

Muore a 58 anni Masao Yoshida, l’eroe di Fukushima

fukushima-tuttacronacaE’ morto all’età di 58 anni per un cancro all’esofago Masao Yoshida, l’eroe che nel 2011, dopo il sisma e violando gli ordini dei superiori, aveva deciso autonomamente di raffreddare i reattori della centrale nucleare di Fukushima danneggiati con acqua di mare e dimessosi nel dicembre dello stesso anno a causa della sua malattia. Nel frattempo il gestore della centrale nucleare, la Tepco, che ha sempre smentito ogni correlazione tra tumore ed esposizione alle radiazioni, non si è unita alle quattro utility giapponesi che, allo scopo di poter far ripartire un totale di 10 reattori, hanno presentato domanda alla Nuclear Regulation Authority, l’agenzia sulla sicurezza nucleare, a un giorno dall’entrata in vigore della nuova regolamentazione. Le utility regionali, 4 su 10, sono alle prese con l’aumento degli oneri per l’importazione di combustibili fossibili per compensare lo stop ai reattori post-Fukushima. Di qeusti, sono ora in funzione solo 2 su 50. La Tepco ha invece reso noto di aver intenzione di tentare il riavvio dei reattori n.6 e 7 della centrale di Kashiwazaki-Kariwa, nella prefettura di Niigata, la più grande al mondo per capacità di generazione elettrica. E’ stato lo stesso consiglio direttivo della compagnia a prendere tale decisione senza consultazioni e la reazione degli amministratori locali è stata dura: il governatore della prefettura, Hirohiko Izumida, avrebbe richiesto alla società spiegazioni urgenti.

Ci siamo svendendo! Loro Piana ai francesi è questa la ripresa?

loro-piana-vendita-francesi-tuttacronaca

L’Italia è in svendita e non è una novità, il problema però è sull’ampiezza del fenomeno e sulle case di qualità che stanno passando a investitori stranieri. Se si auspica che ci sia chi investe in Italia, bisogna anche preservare i marchi che hanno fatto al storia del nostro paese e invece è notizia delle ultime ore che Loro Piana  (oltre 130 punti vendita in tutto il mondo e un fatturato nel 2011 superiore al mezzo miliardo di euro) è stata acquistata dal prestigioso marchio francese Lvmh che ha rilevato l’80% dell’azienda. La leader mondiale del cashmere si aggiunge così all’ormai lunga lista di prestigiosi marchi  che non hanno più nulla, a parte il nome, di italiano: Bulgari, Fendi, Acqua di Parma ed Emilio Pucci, sono tutti nel grande business di  Arnault. Anche se i due leader, i fratelli Sergio e Pier Luigi Loro Piana, a cui resta il 20% dell’azienda si dicono fieri di  “associare oggi il nostro nome al gruppo Lvmh”  e aggiungono “Il gruppo diretto da Bernard Arnault è quello maggiormente in grado di rispettare i valori della nostra azienda, la sua tradizione e il desiderio di proporre ai suoi clienti dei prodotti di qualità ineccepibile” per gli italiani rimane l’amaro in bocca.

In fondo è solo un acquisizione, qualcosa che avrebbe interessato solo gli analisti economici e invece è balzata alla cronaca e alla politica come una bomba lanciata nel mezzo di una manifestazione. Come mai? Perché l’Italia è fragile, spaventata e depressa nonostante gli annunci del Premier che gridano alla ripresa e alla felicità per il cambio di rotta in Europa, l’italiano sà benissimo che quella ripresa se ci sarà sarà lenta, dolorosa e suonerà all’inizio come un ennesima agonia a cui sottoporre i cittadini e le imprese. Così i grandi marchi che hanno la possibilità di avere a disposizione ricerche di mercato competenti e internazionali, decidono di vendere. E’ un segnale per tutti, è una misura concreta del malessere italiano e non di un solo marchio, ma di un economia che non regge e non ha prospettive.

Che fare?

«Il governo avvii un’indagine, magari con un gruppo di studi interministeriale, per comprendere i motivi che portano alla fuga di grandi aziende simbolo del Made in Italy e della produzione italiana, con i casi che si stanno moltiplicando esponenzialmente» hanno ad esempio chiesto il deputato Michele Anzaldi e il presidente della commissione Cultura Andrea Marcucci (entrambi ndel Partito democratico). «Il presidente del Consiglio Enrico Letta da sempre ha mostrato grande sensibilità per la difesa del nostro sistema produttivo, ne conosce a fondo le potenzialità. Per questo è opportuno che utilizzi tutti gli strumenti in possesso del governo per comprendere le motivazioni che portano alla vendita all’estero dei pezzi pregiati del nostro sistema. Occorre capire se si tratta solo della legittima volontà di fare cassa o se ci sono cause ulteriori che portano gli imprenditori italiani a ritirarsi dal fare impresa».

Ma quale è la situazione reale? Facciamo un passo indietro e vediamo quali marchi sono stati acquisiti all’estero:

Lamborghini, Ducati, Valentino, Bulgari, Fendi, Ferrè, Emilio Pucci, Gucci, Bottega Veneta, Parmalat.

Dall’alta moda, alla meccanica, passando per la gioielleria e arrivando all’alimentari tutte le nostre eccellenze sono state vendute e a volte svendute. Sono investimenti o sono un sintomo di un’economia che sta minando le basi dei grandi marchi? Siamo diventati terra di conquista o attiriamo investitori? La ripresa parte dall’Expo2015, intanto le nostre eccellenze, che non sono un evento ma una realtà quotidiana, affondano… c’è qualcosa che ci sfugge!

 

L’atto finale di GASCOIGNE? Picchia l’ex moglie e collassa

gascoigne-paul-ubriaco-picchia-la-ex-moglie-tuttacronaca

Nuovo ricovero d’urgenza per abuso di alcol, Paul Gascoigne sembra proprio dentro l’oblio dell’autodistruzione. Era già stato arrestato sabato scorso per l’aggressione a una guardia e alla sua ex moglie Sheryl, ma sembra che a poche ore di distanza l’ex campione di calcio abbia dovuto far ricorso all’ambulanza che lo ha portato all’University College Hospital di Londra, dopo una rovinosa caduta.

«Era davvero in uno stato pietoso», ha raccontato un testimone al tabloid britannico riferendo l’episodio avvenuto davanti al Royal National Hotel nel centro di Londra. «Indossava gli stessi vestiti che gli sono stati visti addosso nel fine settimana. Aveva le stampelle (dopo l’operazione all’anca di alcune settimane fa, ndr) ma non riusciva a stare in piedi. Continuava a vagare dentro e fuori l’hotel, supplicando le persone di offrirgli da bere e rovesciando piante e vasi. Poi è crollato. Dalle sue tasche sono cadute centinaia di sterline in banconote e due bottiglie di gin: una era vuota. Sembrava sul punto di vomitare, continuava a chiedere di Sheryl e stava piangendo. È stato terribile e scioccante vederlo in quello stato».

Trovata morta la coppia dispersa sul Gran Paradiso

Maria Teresa Pieri- Walter Corniati-tuttacronaca

La coppia che si era persa 2 giorni fa sul Becca di Gay, versante torinese del Gran Paradiso, è stata ritrovata morta.  I cadaveri di Walter Corniati, 61 anni, e Maria Teresa Pieri, 57 anni, entrambi escursionisti esperti, sono stati individuati dal soccorso alpino in un torrente. I due sarebbero sprofondati nella neve, prima di finire nel corso d’acqua.

 

Sconto sulle multe: paga subito e paga meno!

tuttacronaca-multe-sconti

Sembra che almeno su una cosa nel governo di larghe intese siano tutti d’accordo: lo “sconto” sulle multe pagate al momento dell’infrazione. Contante immediato che va direttamente in cassa.   Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, s è anche detto contento di aumentare lo sconto da 20 al 30% e ha dichiarato:  “Se la proposta fosse condivisa, porterebbe risorse certe alle casse pubbliche e avrebbe una funzionalità educativa: non hai rispettato il codice, paghi la multa ma senza vessazioni”.

 

Torna il terrore: è strage a Beirut. Shock in Libano

beirut-esplosione-autobomba-tuttacronaca

Violenza e paura torna il terrore in Libano. Un’autobomba esplosa questa mattina, nel parcheggio di un centro commerciale gestito da Hezbollah nel quartiere di Bir al-Abed, nella periferia sud di Beirut, ha causato diverse vittime.  La zona è abitata da sciiti e controllata dal partito islamico. Un primo bilancio provvisorio parla di 22 persone che sono rimaste vittima o ferite nell’attentato, ma le fonti ancora non sono precise.

Roma in ritiro tra polemiche e giallo: Osvaldo dov’è?

trigoria-ritiro-giallorosso-roma-tuttacronaca

Roma in ritiro, tante polemiche e un giallo. Sono servite molte camionette della polizia per placare gli animi dei “tifosi” romanisti che hanno contestato con striscioni la dirigenza e i giocatori:  “26-5-13, noi non dimentichiamo, avete infangato la Roma”. Quel derby perso contro la Lazio non è proprio andato giù ai romanisti che tra cori e urla hanno accerchiato l’auto di  Pjanic, ma non hanno risparmiato neppure Marquinho e Castan. Tra gli applausi invece è entrato Francesco Totti, il neoacquisto  Benatia e  Rudi Garcia.

Ma si arriva al giallo: Osvaldo dov’è? il giocatore sembra infatti che non si sia presentato al raduno. A far luce sull’assenza del giocatore è la fidanzata  l’attrice argentina Jimena Baron, che tramite il suo profilo twitter ha rivelato di trovarsi a Chicago, dove Osvaldo nei giorni scorsi ha giocato una partita di beneficenza per la fondazione “Messi&Friends”.

Tutto questo denota l’ennesimo screzio fra giocatore e società ed è stato lo stesso staff per bocca del d.s. Walter Sabatini a confermare che Osvaldo è “assente giustificato” poiché era in corso una trattativa di mercato per cedere il giocatore che poi non si è concretizzata. Insomma alla Roma si attende solo un’offerta per cederlo. 

Attenti alle truffe: Carrefour regala 500 euro, ma è tutto falso

Carrefour-truffa-tuttacronaca

E’ peggio di un’epidemia la mail che si sono visti recapitare i cittadini lombardi di una presunta promozione del noto supermercato Carrefour. Nella mail si invita il cliente a registrare i propri dati, naturalmente anche quelli relativi alla carta di credito per poter accedere a un buono spesa da 500 euro. Una truffa che però è stata architettata nel migliore dei modi. All’interno della mail c’è anche un richiamo a un decreto ministeriale, il logo è quello giusto, e anche la grafica è quella usata dall’azienda che ha punti vendita in tutto il mondo. «Con il decreto legge 8 aprile 2013 numero 35 in cui il Consiglio dei ministeri anticipa i pagamenti alle P.A e aiuti per le famiglie, Carrefour spa ti consente di acquistare la carta prepagata SpesAmica del valore di 500 euro al prezzo di 100 euro, 80% rimborsato dal ministero dello sviluppo economico». Segue link. Che porta a una pagina in cui è stata ripresa la grafica della sezione promozioni del sito di Carrefour. In effetti compare il logo «Regalati la spesa» ma per lanciare l’iniziativa per cui 100 punti valgono 1 euro di sconto.
«Ho ricevuto la mail, – racconta un residente a Pavia – ho cliccato e ho visto che mi chiedevano il numero della carta di credito» così il cliente si è allarmato ed è andato al suo supermercato di zona della Carrefour. Qui racconta il cliente di Pavia: «Mi hanno detto di non fare niente e mi hanno mostrato un articolo di giornale dell’Eco di Bergamo che parla proprio di questa truffa».
Parte la denuncia. «Siamo vittime di una truffa. Stiamo presentando denuncia alle autorità per chiedere l’oscuramento della pagina internet – spiega Giorgio Cattaneo, responsabile ufficio stampa e comunicazione di Carrefour – siamo danneggiati, è una truffa doppiamente lesiva perché usa i nostri codici di comuncazione e i nostri marchi».

 

Bin Laden fermato per eccesso di velocità e dettagli della sua vita privata

bin laden-vita-privata-dossier-fermo-auto-tuttacronaca

Sta facendo discutere tutto il mondo, il fermo di Bin Laden nel 2002 su una  strada della valle dello Swat, in Pakistan. Un agente intimò l’alt all’auto su cui viaggiava insieme con due uomini e una donna, tra cui il suo guardaspalle, Ibrahim a-Kuwaiticon.

Questo retroscena inedito è uno dei tanti contenuti in un dossier di 336 pagine, elaborato dalla cosiddetta “Commissione Abbottabad” messa in piedi dal Pakistan all’indomani del raid segreto Usa della notte del 2 maggio 2011 che costò la vita a Bin Laden e quattro uomini del suo clan. Il report cartaceo della Commissione è stato bruciato ed è rimasto segreto fino a una manciata di ore fa quando Al Jazeera non lo ha pubblicato in formato Pdf sul suo sito. Sono molte le fonti che poi hanno raccontato, anche atteggiamenti privati della vita di Bin Laden, come ad esempio il portare sempre un cappello da cowboy all’esterno per evitare che i droni spia Usa lo identificassero. Sembra anche che l’uomo più ricercato al mondo avesse solo 6 vestiti, 3 estivi e 3 invernali.

Esplosione e sparatoria nel mercato di Mogadiscio. E’ strage?

mercato-bakara-mogadiscio-somalia-esplosione-sparatoria-tuttacronaca

Sarebbe stato un uomo che indossava un’uniforme delle forze di sicurezza del governo alla guida di un mezzo che sarebbe esploso all’interno del  mercato somalo di Bakara, uno dei principali della capitale Mogadiscio. Subito dopo l’esplosione si sono uditi degli spari.  Non si hanno al momento ancora notizie sulla presenza di vittime, ma potrebbe essere una strage, il mercato a quest’ora è affollato.

 

“Il peggior errore di Bersani? Sinistra usato sicuro” così Walter Veltroni

walter-veltroni-in-onda-la7-tuttacronaca

Walter Veltroni candida il suo rottamatore. Uscito dal partito, torna a far sentire la sua voce intervenendo a “In Onda” su La7 e lo fa per lanciare il suo appoggio a Matteo Renzi.  “Se farà un documento pasticciato per mettere d’accordo tutto e il contrario di tutto, non lo sosterrò. Ma da quello che ho capito in questi anni non credo. Se lui lavorerà per un partito del riformismo italiano, io lo sosterrò”, ha detto ex segretario Pd.

 Veltroni ha poi ribadito: “Non basta conquistare i voti in uscita dal centrodestra, ma bisogna motivare anche chi da sempre e’ di centrosinistra”.

Ma che Pd vuole Veltroni? “Io vorrei che il Pd tornasse ad essere un partito aperto nel quale centinaia di migliaia di persone si trovano. In questi anni si è chiuso, non si perdono tre milioni e mezzo di voti se non ci si chiude. Il Pd deve decidere cosa vuole essere: il partito che è stato in questi anni o vuole tornare il partito che cerca il consenso della maggioranza riformista del Paese”.

Quindi secondo Walter Veltroni “bisogna che questo governo vada avanti, la situazione è tale che non possiamo permetterci incertezza”. L’esecutivo, spiega sempre l’ex parlamentare del pd, “deve fare le due cose su cui e’ stato chiamato: le riforme, a cominciare dalla legge elettorale, e il rilancio dell’economia, Poi si tornerà al bipolarismo”. Anche se il dibattito precongressuale rischa di essere stancante: “Le regole sono importanti, sono parte della democrazia. Ma se si mette a confronto i discorsi della giornata… qual è il discorso che ha acceso la speranza, la passione? Ho citato Draghi e Bergoglio per dire che la sinistra sembra parlare spesso piu’ regole che di questi temi…” “Le primarie sono fatte cosi’: chi non dovrebbe votare sono quelli che non hanno votato Prodi al Quirinale… Il contesto delle primarie e’ il contesto di un’elezione aperta. Se invece si fa solo un’elezione tra gli iscritti si fa un’ altra cosa”, ha aggiunto.
Quale è stato il peggior errore di Bersani?
“Bersani durante la campagna elettorale ha usato la parola ‘usato sicuro’ per definire la sinistra, forse il suo errore peggiore”, ha concluso così Walter Veltroni

Nuovo Femminicidio? Donna trovata morta in casa a Pavia

landriano-donna-trovata-morta-tuttacronaca

Una donna, Tiziana Rizzi, 36 anni, è stata uccisa dal marito Marco Malabarba, 39 anni, dopo una lite a Landriano, nel Pavese. Da quanto appreso, dopo l’ennesima discussione l’uomo ha afferrato un coltello da cucina e ha colpito la moglie. Sono subito intervenuti i soccorritori del 118 e i carabinieri ma non c’è stato nulla da fare. La coppia ha un figlio.

A dare l’allarme, poco prima delle 6 di martedì mattina, sarebbe stato un familiare che ha telefonato ai soccorritori per chiedere aiuto. Al momento del litigio, in casa si trovava anche il figlio della coppia.

Una donna di 36 anni, Tiziana Rizzi, è stata trovata morta, con una ferita al collo, in casa a Landriano, in provincia di Pavia, in via della resistenza 6. Ad ucciderla, al culmine di una lite è stato il marito, Marco Malabarba, 39 anni, che ha impugnato un coltello da cucina e ha colpito la donna alla gola. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118 di Pavia, allertato poco prima delle 6 di questa mattina. Con la coppia viveva anche il figlio, che era in casa al momento del litigio.

Scossa tra Isernia e Caserta, si muove la penisola italiana

scossa-terremoto-isernia-caaserta-tuttacronaca

Una lieve scossa di terremoto, di magnitudo 2,5, è stata registrata alle 0.23 nelle province di Caserta e Isernia, senza che siano stati segnalati danni. Le località più vicine all’epicentro sono: Capriati a Volturno e Ciorlano, in provincia di Caserta, e Venafro (Isernia).

Terremoto in Toscana, nel panico la gente scende in strada

terremoto-toscana-tuttacronaca

Una forte scossa di terremoto è stata chiaramente avvertita dalla popolazione nell’Alta Toscana dove da tempo è in corso uno sciamde sismico. La scossa è stata registrata all’1.31 di notte con magnitudo 3.5 alla profondità di 6,7 km nel distretto sismico delle Alpi Apuane. I comuni vicini all’epicentro sono Castelnuovo Magra, Ortonuovo, Carrara, Massa, Forte dei Marmi e Stazzema. Molta gente è scesa in strada.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: