E’ la mela il marchio più noto al mondo: Apple e Google battono Coca-cola

apple-tuttacronacaLa rivoluzione è in atto e a palesarlo è la nuova classifica Interbrand: tra i cento marchi più noti al mondo, Apple sbaraglia la concorrenza. Al secondo posto Google. “Solo” al terzo Coca-cola. E’ la prima volta che il colosso dei soft drink viene scalzato dal vertice, sotto l’assalto di società riconducibili alla galassia dell’information technology. Seguono a ruota Ibm e Microsoft. Sono queste le cinque aziende con i marchi più forti al mondo. Dopo anni di predominio delle bollicine di Atalanta, ora il mondo dei consumatori dimostra quindi di volere altro: essere al passo con i tempi, ossia, con la tecnologia. Da sottolineare che la Apple è riuscita ad arrivare ai vertici come marchio più ricco (98,3 miliardi di dollari) e conosciuto al mondo anche senza Steve Jobs: a dimostrazione di quanto è stato fatto. Per trovare il primo marchio italiano dobbiamo scorrere le posizioni in classifica: alla 38 Gucci, alla 72 Prada, alla 98 Ferrari. A premiare la qualità, insomma.

Annunci

La bufala dei francesi che scambiano il clitoride per la Yaris

donne-motori-yaris-clitoride-francia-tuttacronaca

Le false notizie fanno il giro del mondo, così gran parte della stampa italiana, il 24 settembre, riporta la notizia di un sondaggio secondo il quale l’89% dei francesi confonderebbe il clitoride con il modello di auto della Toyota, ovvero la Yaris.

Ma la fonte da cui ben 6 agenzie di stampa hanno ripreso la notizia era tratta dal sito transalpino di informazioni false e bizzarre Le Gorafi.

Digitaljournal.com, oggi 30 settembre, sottolinea come i giornali italiani non si siano “preoccupati di leggere attentamente l’articolo di Le Gorafi e si siano subito avventurati nel rilanciare la notizia sfidando gli storici rivali in amore”.

Tom Hanks e la truffa della recitazione!

captain phillips-tuttacronaca

L’eroe per caso, la faccia da uomo qualunque, l’uomo ordinario, a Tom Hanks è stato attribuito ogni aggettivo che potesse identificarlo con il “vicino di casa”. Anche quando ha interpretato ruoli complessi come l’avvocato colpito dall’Aids in Philadelphia o l’astronauta che cerca di tornare a casa in Apollo 13 lo ha sempre “ridotto” all’emozione che avrebbe provato qualsiasi “uomo qualunque”. Ora torna sugli schermi con “Captain Phillips“, un biopic su Richard Phillips. Torna a fare l'”eroe a sua insaputa” interpretando un «camionista del mare» e che nell’aprile del 2009, al comando della Maersk Alabama, intraprese il viaggio che doveva portare la nave mercantile dall’Oman a Mombasa. A 175 miglia dalla costa si trovò alla mercé di quattro pirati somali, ai quali si offrì in ostaggio in cambio di liberare il suo equipaggio. Richard Phillips fu salvato dalla U.S. Navy e i suoi cecchini, con un’operazione in diretta sulla CNN che mostrò l’uccisione dei pirati e il salvataggio del Capitano. Torna sugli schermi con un film, diretto da Paul Greengrass, il regista della fortunata serie Bourne, che racconta i disequilibri di un mondo, le ingiustizie sociali che poi sfogano in tragedie, i pirati che non hanno nulla da perdere che attaccano chi cerca di sopravvivere con un lavoro spesso lontano dalla propria famiglia e dai propri affetti. Un film che non punta all’action movie, ma piuttosto a quel drammatico scontro dei più poveri contro chi ricco non lo è ma rappresenta un simbolo: la nave di Phillips carica di merce e la marina americana metafora del potere e dall’altra i pirati somali, visti come il volto di un paese dilaniato da povertà e guerre civili e i cui abitanti vivono in condizioni di grave indigenza. Per una volta non ci sono più i buoni e i cattivi, ma un mondo più complesso che la cinematografia americana tenta di analizzare.

Ecco l’intervista rilasciata dall’attore e pubblicata su La Stampa:

Mr. Hanks, cosa le ha detto della sua esperienza il vero Capitano Phillips?  

«Mi ha raccontato come nell’arco di tanti giorni assieme con i suoi rapitori ha avuto momenti di grande paura e tensione ma anche di risate e di scambi umani che, considerate le circostanze, avevano del surreale. Phillips non sapeva se sarebbero mai venuto a liberarlo. Nulla fin quando ha visto gli incrociatori della Marina e lì ha pensato “bene, sono arrivati” ma anche “Oh mio Dio, questi sono pazzi e qui saltiamo tutti».

I suoi rapitori vengono fuori come individui con tratti molto umani  

«Sin dall’inizio abbiamo cercato di immedesimarci in loro. Se anche io fossi cresciuto in un posto senza speranza dominato da fame e corruzione e ogni giorno vedessi passare una nave carica di auto e sacche di grano e scarpe da ginnastica da 200 dollari che cosa farei? Come farei a starmene seduto a guardare quando non posso sfamare la mia famiglia e nemmeno pescare perchè le società industriali hanno portato via anche tutto il pesce? Insomma, invece che un’altra storia di pirati e rapimenti abbiamo voluto andare un po’ più a fondo e ciò che è appena accaduto a Nairobi è solo un piccolo assaggio dell’orrore che sta per emergere dalla Somalia».

Oltre che umani, i suoi rapitori sono anche dei grandi attori.  

«E sono tutti alla loro prima esperienza, il che sta a dimostrare che il cinema è una grande truffa e che se sai fingere e sei appena un po’ portato nel raccontare storie, la tecnica la puoi imparare nel tempo di una pausa pranzo!».

Nelle ultime immagini del film piange a dirotto per l’emozione. Nella vita reale?  

«Piango un sacco e per un sacco di cose. Per la gioia che mi danno i miei nipoti, per i piccoli momenti di comprensione umana che sono un riflesso della ricchezza di questo mondo fragile in cui viviamo»

Sono passati 25 anni dai suoi primi successi, 20 dal suo primo Oscar con «Filadelfia». E la sua immagine di uomo comune resiste.

«Tutti dicono che ho l’immagine di uno che si alza la mattina e va a lavorare. Ma è proprio ciò che faccio, non saprei come comportarmi altrimenti. Ci sono pressioni di tutti i tipi lungo la tua strada: i soldi, e la fama e il potere e il dover rincorrere a 57 anni una versione di te stesso il più simile possibile a quella che avevi a 25. Meglio lasciar perdere, non accadrà. Io a 25 anni ho interpretato dei 25enni e a 36 dei 36enni e ora che ne ho 57 interpreto gente che ha più o meno la mia età. Cerco ruoli in cui posso in qualche modo aggiungere qualcosa e storie cui sarei comunque attratto come spettatore».

Ma questo non è l’unico ruolo in cui vedremo Hanks, si attende infatti Hanks, “Saving Mr. Banks” dove la star interpreta la parte di Walt Disney ai tempi della realizzazione di Mary Poppins.

  

 

Gli italiani traditi dal Pdl, così Mario Mauro

tradiemnto-italia-tuttacronaca

Oggi ministro della difesa e parlamentare di Scelta Civica, Mario Mauro conosce bene le dinamiche interne del Pdl poiché anche lui tempo fa militava nelle file del partito di Berlusconi. Il ministro, parlando ai margini di un convegno della Federazione delle aziende italiane per l’aerospazio, la difesa e la sicurezza ha affermato:  “Considero la decisione adottata dal Pdl completamente a sfavore dell’Italia, un vero e proprio tradimento che spero possa essere superato con una riflessione onesta da parte di quel partito, venendo incontro non ai bisogno del governo ma ai bisogni del Paese” e poi ha aggiunto che, da quel 22 aprile quando il Pdl decise di entrare nell’esecutivo, non ci sono motivi per potersi permettere di non dare una stabilità politica al nostro Paese:  “Ci sono meno buone ragioni perché l’Italia sia aiutata da un governo di grande coalizione per rimuovere il macigno della crisi economica e per sostenere le famiglie e le imprese? Dal mio punto di vista no”. Quindi parla di tradimento, ma afferma anche la necessità di andare avanti con un esecutivo  che possa guidare l’Italia fuori dal tunnel della recessione con politiche si sostegno a famiglie e imprese.

Trema la terra tra Avellino e Foggia: scossa di terremoto alle 7:43

terremoto-foggia-tuttacronacaL’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato questa mattina, alle ore 7:43, una scossa di terremoto di magnitudo 2 tra le provincie di Avellino e Foggia. L’evento, che ha avuto ipocentro a una profondità di 10.6 km, è stato localizzato nel distretto Sismico dei Monti della Daunia, con epicentro tra i comuni di Zungoli e Scampitella, nell’Avellinese. La scossa è stata avvertita nei comuni del comprensorio della Valle dell’Ufita, non ha provocato danni a persone o cose.

L’intervista a Grillo che non andrà mai in onda

Grillo-intervista-a-Ballaro-tuttacronaca

Il Movimento 5 Stelle in Senato ha pubblicato sulla pagina ufficiale di Facebook il video i un’intervista dell’inviato di Ballarò a Beppe Grillo. La pubblicazione è stata motivata dicendo che la versione integrale non sarà mai messa in onda.

“Speri che noi non andiamo mai al potere perché scoperchieremmo i conti della Rai, e le spese per le società esterne, nonostante tutti i dipendenti che ha”, così ha dichiarato il Semplice Portavoce del Movimento ai microfoni di Ballarò.

Grillo continua: “Floris, tu guadagni più di un milione e mezzo l’anno ma il canale, insieme agli altri, perde 250 milioni. Floris, quando fai i sondaggini devi dire quante persone contatti e quanti non risponde. Non può il signor Pagnottelli (sic.) prendere in giro gli italiani. Se avete la coscienza di mandarmi in onda, mi rivolgo a quelli a casa: osservate meglio quello che vedete, visto che assistiamo a un depistaggio del servizio pubblico. L’informazione è appannaggio di gente stipendiata dal Partito Democratico…”.

Questa mattina è iniziata la manifestazione di protesta contro la Rai a viale Mazzini. Beppe Grillo è arrivato davanti la sede della Rai sotto una pioggia scrosciante. I giornalisti e cameraman presenti hanno provato a strappargli una dichiarazione: il leader M5S, una volta sceso dal taxi ha scherzato: “Occhio che c’è Casaleggio nel bagagliaio”.

 

La tragedia infinita, sbarchi di migranti e corpi senza vita

carabinieri-tuttacronaca

Una tragedia senza fine: quella di tante vite strappate dai “viaggi della speranza”. Nonostante l’estate sia finita, il maltempo abbia colpito il centro-nord, al sud continuano invece gli sbarchi. Sul lido di Sampieri, in Sicilia, è approdato un barcone di migranti di origine africana dal quale sono stati scaricati almeno tre corpi senza vita. Sul posto sono arrivati i soccorsi e i carabinieri. Nonostante il Paese sia sull’orlo del collasso continuano a speculare sulla pelle di disperati che sperano di arrivare sulla nostra terra per poter avere un opportunità di lavoro e un futuro. Perché l’Europa non si fa carico di questa emergenza sociale che sta toccando l’Italia in un momento critico?

Aggiornamento 30 settembre 2013: salgono a 13 i morti nel Ragusano

Roma Centro: 4 giorni senza telefono, internet e pos

cavi-centro-roma-tuttacronaca

L’incendio divampa e consuma i cavi della municipalizzata romana Acea in  corso Vittorio Emanuele così che Roma centro,a  due passi dal Pantheon e da Palazzo Madama resta senza telefono, internet e pos. L’incendio è divampato proprio nelle ore in cui i politici cercavano di evitare la scalata di Telecom da parte degli spagnoli. Disagi anche nella vicina Trastevere, cuore della Movida romana. Così la linea guasti di Telecom si infiamma e il 187 inizia a ricevere le prime chiamate, “appena” 4 giorni e tutto tornerà alla normalità. Lo racconta il Corriere della Sera:

“La faccenda si rivela evidentemente più complicata del previsto. Anche perché sono saltate migliaia di linee telefoniche. Per fortuna ci sono i cellulari. Passa anche venerdì, e al 187 dicono che difficilmente le linee potranno essere ripristinate prima di sabato sera. La domenica mattina, infatti, i telefoni sono ancora muti. (…) Il 187 continua a non dare molte speranze. La data per il ripristino totale delle lineeviene addirittura spostata al martedì. Con un brivido che corre lungo la schiena quando l’interlocutore sottolinea come la domenica sia un giorno festivo. «Che vuol dire, oggi riparano a ritmo ridotto?»; «Non sappiamo…». Falso allarme. Alla Telecom dicono hanno lavorato senza sosta, giorno e notte

E meno male che qualche ora più tardi i responsabili della rete fissa, interpellati, fanno sapere che «alcune utenze sono già rientrate, dovremo concludere tra stasera e domani mattina». Non senza la precisazione che i tecnici della compagnia telefonica hanno iniziato a operare «non appena i vigili del fuoco ci hanno autorizzato a entrare nella galleria incendiata».”

Il Corsera si interroga anche se non debba essere preso come una metafora del clima che si respira in Italia:

“A meno di non volerlo interpretare come un altro piccolo sintomo di un Paese che rischia di andare in tilt”.

Scandalo all’Università di Messina: concorsi truccati

università-messina-tuttacronacaDue docenti dell’Università di Messina sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza con l’accusa di aver gravemente inquinato un concorso per ricercatore in Microbiologia e Microbiologia Chimica, allo scopo di pilotarne l’esito. L’operazione, ribattezzata “Pacta servanda sunt”, è scattata dopo mesi d’indagini che hanno messo in luce “un vero e proprio sistema deviato delle procedure concorsuali che regolano l’accesso al mondo accademico”, non solo messinese. Gli arresti domiciliari sono scattati nei confronti di un Direttore di Dipartimento dell’Università di Messina, che è anche professore ordinario, e di un altro professore ordinario. Anche altri tre docenti, che svolgono la loro attività in altre Università, sono indagati. E’ stato accertato dagli investigatori che sia la commissione giudicatrice che il vincitore del concorso venivano stabiliti a monte dagli arrestati, con la collaborazione dei loro colleghi. Secondo le indagini il piano sarebbe potuto saltare perché un altro candidato aveva raggiunto un punteggio più alto di quello che secondo i docenti coinvolti dovevo vincere il concorso. Gli indagati, per portare a termine il piano, sarebbero giunti a costringere il concorrente meritevole a ritirarsi permettendo in questo modo la proclamazione del candidato predesignato: “Pacta servanda sunt”, i patti vanno rispettati: su questa base, i due arrestati concordavano che il candidato avrebbe dovuto ritirarsi, con in cambio la promessa di una successiva sistemazione al seguito di un altro concorso. E’ quanto emerso da un’intercettazione.

Santi il 27 Aprile: i due Papa Giovanni saranno canonizzati insieme

roncalli-giovanni paolo-tuttacronaca

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII saranno canonizzati insieme il 27 Aprile, domenica della Divina Misericordia. Lo ha deciso il concistoro che si è tenuto oggi, fissando una data simbolica che fosse anche un monito per i fedeli. Inoltre fu Papa Wojtyla ha fissare il 27 Aprile come data per ricordare la santa polacca Faustina Kowalska e, morì poi, alla vigilia di questa ricorrenza. Inoltre il concistoro ha anche dovuto considerare l’effetto climatico. Saranno molti i polacchi che verranno a Roma per assistere alla santificazione del loro Papa e si è deciso di attendere la primavera quando le strade della Polonia vengono abbandonate dalla neve e dal gelo.

I due Giovanni quindi verranno santificati insieme da Bergoglio anche per dare una linea di continuità e unirli nell’immaginario collettivo.

Paese sotto shock, gli uccelli attaccano nel Viterbese: 9 feriti

allocco-canino-tuttacronaca

Chi pensava che Alfred Hitchcock con “Gli Uccelli” avesse raccontato un evento ai limiti dell’immaginazione si sbagliava. Gli uccelli attaccano l’uomo e lo sanno bene gli abitanti di Canino, in provincia di Viterbo. Il paese è sotto shock a causa di una coppia di allocchi che attaccano le persone e già 9 feriti sono stati curati nell’ospedale locale. La Forestale ha posizionato due gabbie con la speranza di poterli catturare.  Non è comunque la prima volta che accade già tempo fa gli uccelli avevano attaccato l’uomo in Kentucky. 

 

Sui mercati pesa la crisi di governo: crolla Piazza Affari, vola lo Spread

crisipolitica-crolloborsa-tuttacronacaLo si temeva, si è verificato. La crisi di governo e le dimissioni dei ministri Pdl pesano come macigni su Piazza Affari che ha aperto in deciso calo a -2.09 % per poi arrivare a cedere il 2.4% a 17.229 punti, con vendite sui titoli bancari e su Mediaset che perde più del 5%. Sospese in asta di volatilità Mediobanca, Mediolanum, Ubi Banca e Ansaldo Sts. I mercati guardano con timore la situazione politica italiana, con una crisi che arriva a meno di due settimane dall’approvazione della legge di Stabilità. Vola invece lo Spread, con il differenziale tra Btp e Bund che raggiunge i 288 punti contro i 264 della chiusura di venerdì: livelli che non si toccavano dallo scorso giugno dopo essere sceso a metà del mese scorso a 230, minimo finora realizzato sotto il governo Letta.

I nostri 7 giorni: chi vincerà la partita?

i nostri 7 giorni-tuttacronaca

Chi vincerà la partita? Sul tavolo la famosa palla 7 è stata lanciata, ma quale palla andrà in buca? Sarà quella del Premier a finire schiacciata dalla crisi aperta dal Pdl e chiudere l’esperienza di Enrico Letta? O sarà una palla boomerang che finirà di isolare Silvio Berlusconi e si concluderà con una scissione dei dissidenti dal Pdl? Le steccate non mancano ne è una prova anche gli auguri inviate oggi da Letta al leader del Pdl che auspicava “serenità”. Ma le steccate, anzi parliamo proprio di bacchettate sono arrivate anche alla Barilla dal web dopo la polemica contro i gay. A spingere in buca la palla di Bruno Longhi è stata invece la frase infelice pronunciata in diretta. Ma c’è anche chi è scomparso dal biliardo per qualche giorno come l’allenatore del Brescia che ha tenuto tutti con il fiato sospeso… Fortunatamente poi è riapparsa la sua palla e il fiato sospeso si è trasformato in fiato sul collo in attesa della prossima partita. Tiro pessimo anche quello di Balotelli e dei tifosi del Milan, 3 turni di squalifica al primo e la curva chiusa per i secondi. Sul tavolo poi è apparsa anche una nuova palla… quell’isola nata dal nulla dopo il terremoto e che ora minaccia l’esplosione prima di scomparire di nuovo… anche perché chi resterebbe a vedere l’oblio del mondo?  Per abbandonare la partita basterebbe la denuncia shock del disastro del Vajont o l’allarme lanciato per Fukushima. 

7 giorni-gatto-tuttacronaca

Per fortuna che poi qualche curioso arriva e infila il naso negli affari altrui, trova qualche notizia divertente  e ci regala un attimo di allegria proprio quando vorremmo mollare tutto, spegnere la tv e ritirarci su un monte. Magari meglio su un Colle, ma che non sia quello del Campidoglio, già occupato da Marino che sta cercando di appellarsi al governo che non c’è per salvare la città Eterna dalla bancarotta. Per fortuna che almeno una parte di cittadini, i tifosi giallorossi, si consolano nel vedere la Roma in vetta alla classifica. Per fortuna quindi che le buone notizie arrivano anche quando non te le aspetti, come quando nel bel mezzo di una partita si scatena una rissa e si risolve con un bacio, come quando il gol capolavoro, Tevez lo dedica a Ciudad Oculta, il quartiere amato dal Papa… e forse sarà stato per questo gesto inaspettato che la statua della Madonna si sarà illuminata e Padre Pio è apparso su un albero a Napoli?

Chissà chi ha in mano la partita? Chissà chi farà la prossima mossa? Chissà se alla fine ci saranno vincitori o solo vinti? In ogni modo l’importante è giocarsela fino in fondo… poi comunque vada sarà un successo e vinca il migliore!

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: