Nessuna vita su Marte: confermato da Curiosity

nessuna-forma-di-vita-su-marte-curiosity-tuttacronaca

Non c’è vita su Marte, il dato è confermato da Curiosity che ha rilevato per 6 volte nell’arco di oltre un anno e in luoghi diversi, la quasi totale assenza di metano.   I dati quindi ottenuti da Curiosity levano ogni dubbio sui presunti errori compiuti dalle osservazioni precedenti, già ritenute ‘dubbie’ secondo alcuni ricercatori. Delusi gli appassionati di fantascienza e anche alcuni scienziati che avevano sperato di poter trovare microrganismi ancora in vita sul pianeta rosso.

Cameriera uccisa a Rimini, è giallo in una pensione

rivabella-pensione-tuttacronaca

Sarebbe dovuta ripartire ieri sera per la Romania, invece Florentina Ciobanu, 33 anni, è stata rinvenuta senza vita con un coltello piantato all’altezza del cuore, nella pensioncina di Rivabella, a un passo da Rimini. La titolare dell’albergo, che era andata a prenderla per accompagnarla alla stazione dei bus, l’ha trovata morta in cucina. Dopo l’ispezione nella pensione da parte delle forze dell’ordine, sono state anche interrogati i figli della proprietaria.  In particolare, la polizia ha sequestrato lo scooter del giovane e chiuso, temporaneamente, il suo bar. Gli inquirenti stanno verificando i suoi movimenti nella mattinata di ieri. Secondo alcune testimonianze, alle 5,30, Marco (che vive nell’albergo Scilla con la madre) ha aperto il suo bar a Rivazzurra, dalla parte opposta di Rimini, a una decina di chilometri di distanza dalla pensione. Molte le commissioni da fare in mattinata. Tra queste anche il biglietto del pullman per la Romania da portare a Florentina. Poco dopo le 12, mentre si trovava al lavoro nel bar, è stato avvertito della morte della ragazza da una telefonata fattagli da un amico. In serata sono stati rintracciati altri amici di Florentina, tutti interrogati per ore. Forse in quel giro di amicizie c’è qualcuno che sa, o che sospetta, e potrebbe far virare le indagini nella giusta direzione.  

 

“NON E’ SUCCESSO NIENTE”, roghi e inchieste a Reggio Emilia

redazione-di-cortocircuito-tuttacronaca

Non è successo nulla. Da quel 30 luglio scorso quando alcuni giornalisti di Cortocircuito, giornale studentesco di Reggio Emilia erano stati minacciati perché stavano facendo riprese in un cantiere dove era avvenuto un rogo doloso ad oggi sono state aperte inchieste distrettuali antimafia, divieti di porto, d’armi e nomi di cosche della criminalità organizzata che si susseguono e tornano a riempire i verbali. In sostanza però, secondo i ragazzi, non è successo niente: a parte 40 roghi dolosi. Così il giornale studentesco torna ad alzare la voce con il documentario dal titolo “non è successo niente”. Furono infatti queste parole, dette in tono minaccioso, che tentarono di allontanare quel 30 luglio i ragazzi dal luogo del rogo doloso. “Non è successo niente” gli era stato intimato, prima di aggiungere “Se vedo qualcosa sul giornale”, aveva aggiunto il proprietario del cantiere, “vi vengo a prendere fino a casa”.

La video-inchiesta che ora è diventato un lavoro di circa 20 minuti, girato da Elia Minari   con le riprese di Federico Marcenaro e Riccardo Pelli, parte proprio dai lì, dai fatti del 30 luglio, quando la troupe di Cortocircuito si sta muovendo per andare a fare alcune riprese. a, senza che la tappa fosse programmata prima, decide di fermarsi in via Bazzani, zona a sud est della città emiliana, dove si palesa un uomo che inveisce contro i ragazzi e ne malmena l’attrezzatura. Perché fermarsi qui? La notte precedente si è propagato l’ennesimo incendio proprio laddove si stanno costruendo 4 villette a schiera. Il cantiere da cui esce lo sconosciuto appartiene alla Costruzioni Gb del cutrese Gaetano Blasco, già indagato e poi prosciolto in un’inchiesta antimafia. L’episodio non è un caso isolato, è il quarto dal 2013. Nel documentario emerge anche un rogo avvenuto in un ristorante nella frazione Villa Gaeda, Antichi Sapori, “dove il 21 maggio 2012, secondo la prefettura, si era tenuta una cena a cui avrebbero partecipato persone con precedenti di polizia per associazione a delinquere di stampo mafioso”. Un summit a cui avrebbero partecipato imprenditori nei settori degli autotrasporti e dell’edilizia, avvocati e commercialisti, alcuni dei quali sono stati raggiunti, insieme al titolare del locale pubblico, dal divieto di detenere armi da fuoco, nonostante la loro difesa abbia parlato di possesso di armi usate solo per andare a caccia. Cortocircuito dal 2009 sta tracciando una vera e propria “mappa” delle famiglie come quella dei Blasco e Grande Aracri,  da condanne inflitte in diversi grado di giudizio per vari reati e da omicidi consumatisi all’interno di una guerra contro un altro clan, quello dei Dragone. “Una guerra che nella nordica città di Reggio Emilia sembra esplosa in modo evidente alla luce del sole o, meglio, della notte”, viene detto ancora nel documentario. “Una guerra che si manifesta in decine e decine di roghi a danno di cantieri edili, automobili, camion, aziende, locali notturni e abitazioni”.

Elia Minari però non si concentra solo sui roghi dolosi  “Vogliamo però fare una precisazione importante”, dice Elia Minari, “la presenza delle mafie a Reggio Emilia non è rappresentata solo dai roghi dolosi. Le mafie nel nord Italia operano per lo più nel silenzio, agendo sotto traccia, infiltrandosi nell’economia. Spesso il rogo è l’ultima spiaggia, utilizzato solo quando non si riesce a ottenere qualcosa con un altro metodo”.

In Emilia ci sono anche altri problemi legati alle ecomafie, allo smaltimento dei rifiuti o la filiera delle società che hanno partecipato alla costruzione della Stazione Mediopadana di Reggio, quella dedicata all’alta velocità. Una stazione costata 79 milioni di euro dentro cui, all’inaugurazione, era piovuto e che appena pochi giorni prima – siamo all’inizio di giugno 2013 – era diventata oggetto di due indagini della procura locale con quattro indagati.

Scontro tra bus nella notte a Roma: 15 feriti

incidente_via-ostiense-roma-tuttacronaca

Due bus dell’Atac che si tamponano alle 3,30, a Roma, in via del Gazometro nel quartiere Ostiense e 15 persone che restano contuse. Tra questi anche l’autista di uno dei mezzi che è stato ferito a una gamba. Sul posto i Vigili del Fuoco e il 118. Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente.

Incubo armi: si spara a Chicago, 1 morto e 18 feriti

chicago-tuttacronaca-sparatoria

Incubo armi. Si spara a Chicago, 18 persone sono state ferite secondo il Chicago Tribune, mentre sarebbero 12 secondo la CCN ma il bilancio è provvisorio. Il far west presso  Cornell Square Park è avvenuto alle 22.30 ora locale, quando in Italia erano le 5.30 del mattino. Tra i feriti gravi risulterebbe esserci anche un bambino di 3 anni. Un uomo di 36 anni trasportato in condizioni disperate in ospedale è morto poco dopo.  Sul posto ci sono al momento una sessantina di poliziotti. Proprio ieri erano state pubblicate le statistiche dell’Fbi secondo le quali Chicago è diventata nel 2012 la città con più omicidi d’America, in cifra assoluta, battendo per la prima volta New York che ha tre volte abitanti di più. Nella città l’anno scorso ci sono stati 500 morti ammazzati, in aumento rispetto ai 431 del 2011.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: