Olimpiadi a Tokio. Istanbul e Madrid non ce l’hanno fatta!

tokyo-olimpiadi-2020-tuttacronaca

Saranno a Tokyo le Olimpiadi del 2020. Lo ha annunciato oggi il Comitato olimpico internazionale a Buenos Aires. Alla votazione del Cio a Buenos Aires la capitale giapponese si è imposta su Istanbul (60 voti a 39), l’altra città rimasta in lizza dopo l’eliminazione di Madrid al primo turno. ”Ha vinto il progetto migliore, il dossier migliore, la candidatura più credibile da un punto di sostenibilità, affidabilità economica e compattezza tecnica” dice il n.1 del Coni Giovanni Malagò.

Annunci

Comprano una casa, la restaurano e… scoprono una stanza-moschea!

stanza-blu-tuttacronacaAvevano comprato una casa in un vecchio edificio nel centro storico di Palermo, città che nel tra il ‘700 e l’800 ospitò commercianti tunisini e si altri paesi nordafricani, per poi ristrutturarla. Durante i lavori, la sorpresa insospettabile. Mentre gli operai scrostano strati di vernici, calce e ducotone, viene alla luce la storia della stanza: è una moschea blu con preziosi disegni, versetti e iscrizioni arabe. E’ accaduto a una giovane coppia che ha acquistato un appartamento in via Porta di Castro, vicino Palazzo dei Normanni. La coppia, i giornalisti Giuseppe Cadili e la moglie Valeria Giarrusso, ha bloccato immediatamente i lavori. Le foto della stanza sono giunte tra le mani, tra gli altri, anche di Vittorio Sgarbi, che vi ha colto “il simbolo perfetto dell’eterna presenza araba in Sicilia, così come della vocazione interculturale che di quella presenza è frutto”. Quando la notizia è rimbalzata negli ambienti dei musulmani Fareed Al Khotani, presidente della Lega islamica in Italia, trovandosi a Palermo per uno scambio culturale e commerciale fra Sicilia e mondo arabo, ha voluto visitare l’edificio ed ha assicurato il suo interesse: “Qualche lettera riesco a interpretarla, ma è uno stile antico. Debbo studiare il caso. Confrontando disegni e iscrizioni con le scritture custodite alla Mecca dove abbiamo grafie e caratteri succedutesi nei secoli”. I proprietari dell’appartamento sono cattolici praticanti che hanno deciso di rispettare un simile tesoro musulmano, dell’ampiezza di 3 metri e mezzo per lato e con un balcone aperto in direzione della Mecca. Ha spiegato la Giarrusso: “Per noi sarà una stanza di meditazione dove rispetteremo la cultura islamica. Come dico agli amici che vengono a trovarci, né vino, né birra. Mai alcolici qui. Si beve in salotto. Non in moschea”. E il marito: “Un riguardo alla religione musulmana”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Terremoto in Sicilia, magnitudo 2.3 alle 23.30.

sicilia-palermo-sisma-terremoto-tuttacronaca

La Rete Sismica Nazionale dell’INGV  ha rilevato, alle ore 23:27:50, un  terremoto di magnitudo 2.3 e di profondità 29,7 km nel distretto sismico delle Madonie. I comuni interessati dal movimento tellurico in provincia di Palermo sono: Alimena, Bompietro, Castellana Sicula, Geraci Siculo, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Blufi. Non si rilevano al momento danni a  cose o persone.

Mistero sul cadavere di Lodi: ritrovato il corpo di una donna nuda

donna-nuda-lodi-tuttacronaca

E’ stato ritrovato nelle campagne del lodigiano, nei pressi di San Martino in Strada, il cadavere di una donna senza vestiti addosso dell’apparente età di 20 -30 anni. La donna, di carnagione bianca e con i capelli castano chiaro, secondo una prima analisi,  sarebbe morta per uno strangolamento, in un luogo diverso dal quale è stata poi ritrovata.  Due fascette autobloccanti da elettricista le sono state strette al collo. A dare l’allarme è stato un agricoltore che stava lavorando nei campi presso il centro ricreativo La Pergola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il jet privato che parte da Napoli e atterra d’emergenza a Mosca

atterraggio-emergenza-russia-tuttacronacaUn jet privato, un Crj-100 della canadese Bombardier, decollato da Napoli ha effettuato un atterraggio d’emergenza all’aeroporto Vnukovo di Mosca dove, per problemi al carrello, è atterrato sulla carlinga. A riportare la notizia il sito Russia Today che ha precisato che delle dieci persone a bordo, tre membri dell’equipaggio e sette passeggeri, nessuno è rimasto ferito. E’ stata, in seguito, l’agenzia stampa Ria Novosti a spiegare che il pilota, notato il problema al carrello, ha avvisato la torre di controllo e, consumato più carburante possibile, ha eseguito la manovra di atterraggio. La pista, nel frattempo, era stata cosparsa di schiuma antincendio.

Vetreria di Murano distrutta da un incendio

incendio-murano-tuttacronacaPolizia, carabinieri e vigili urbani stanno indagando sulle possibili cause di un incendio che è divampato oggi, attorno alle 16.30, in una delle più conosciute vetrerie di Murano (VE), la Donà Componenti, in calle Vivarini, che ne è stata devastata. Quando le fiamme si sono scatenate, lo stabilimento era chiuso. Per domare le fiamme i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare per ore, anche con l’aiuto di elicotteri.

Ricovero d’urgenza per Raoul Bova: sottoposto a intervento? E’ giallo

raul-bova-ricovero-interevento-tuttacronacaHa fatto il giro del web una notizia che ha tenuto con il fiato sospeso i fan di Raoul Bova, che si troverebbe ricoverato in ospedale. Stando a quanto si apprende, dopo un ricovero d’urgenza sarebbe stato sottoposto a un intervento chirurgico. Mentre non sono ancora state chiarite le cause, le sue condizioni sarebbero in netto miglioramento.

Dal canto suo l’agente dell’attore, Marcello Rascelli, ha smentito all’Adnkronos la notizia, che invece era stata riportata da alcuni siti internet, aggiungendo che “l’attore non intende rilasciare dichiarazioni su questo tipo di notizie”. I rumors in rete aggiungevano che Bova sarebbe stato costretto ad assentarsi dal set aperto tra Roma e lo Stelvio, dove in questi giorni è impegnato nelle riprese del prossimo film di Natale diretto da Fausto Brizzi “Indovina chi viene a cena”. Al momento non sono giunte dichiarazioni nè dall’attore nè dai familiari.

Aggiornamento ore 23:22

Le notizie dell’ultimora parlerebbero di un intervento di appendicectomia all’origine del ricovero dell’attore.

Hashish… in fumo! Bruciano un carico dopo esser stati beccati

rogo-hashish-tuttacronacaEra iniziata quattro giorni fa un’operazione antidroga coordinata dal Comando operativo aeronavale di Pomezia (Pratica di Mare) della Guardia di Finanza che, con unità aeronavali d’altura, hanno monitorato la ’’Gold Star’’, una motonave battente bandiera della Tanzania, con a bordo oltre 30 tonnellate di resina di hashish. La notizia della presenza di un carico di droga in navigazione nel Mar Mediterraneo era giunta dal II reparto del comando generale, attraverso la direzione centrale servizi Antiroga. Ieri, nel pomeriggio, il cargo è stato raggiunto dalle unità navali delle Fiamme Gialle nel tratto di mare compreso fra Capo Passero (Sr) e Malta. I finanzieri hanno tentato l’abbordaggio a seguito dell’autorizzazione dello Stato di bandiera. A bordo della “Gold Star” si trovavano nove membri dell’equipaggio, di nazionalità siriana e greca, che hanno reagito appiccando un incendio a bordo, con lo scopo di distruggere il carico. Si sono quindi gettati in mare, dove sono stati ripescati dalle unità navali per venire poi sottoposti a stato di fermo. Le autorita’ competenti sono state immediatamente allertate per domare l’incendio e garantire la sicurezza della navigazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Digiuno e preghiera: il mondo invoca la pace

preghiera-pace-siria-tuttacronacaE’ iniziata alle 19 la veglia di preghiera voluta da Papa Francesco e che si protrarrà fino alle 23 per la pace in Siria e Medio Oriente. Oggi da tutto il mondo hanno raccolto l’invito, unendosi tanto alla preghiera che al digiuno mentre sono molti, fedeli e non, che hanno raggiunto San Pietro, dove dopo l’intronizzazione della “Salus Populi Romani” con partenza dall’obelisco, il Pontefice guiderà la recita del Rosario a cui seguirà l’adorazione eucaristica. Quindi arriveranno tre minuti di raccoglimento e l’Ufficio delle Letture seguito da un silenzio prolungato che verrà interrotto dalla benedizione eucaristica del Papa.

Una delegazione islamica della Comunità del Mondo Arabo in Italia, guidata dal presidente Foad Aodi, è stata tra i primi a giungere sul suolo pontificio: “Per noi Papa Francesco è un idolo, ci vorrebbe una guida così anche per il mondo islamico”. Aodi ha anche annunciato di avere preparato una preghiera musulmana “per ribadire il nostro sì all’appello di Papa Francesco e per dire sì alla Pace in tutto il medioriente e no alla guerra”. Ma in piazza San Pietro sono giunti anche ministri, ambasciatori, parlamentari e leader di movimenti cattolici in piazza San Pietro per la veglia di preghiera per la pace in Siria e in Medio Oriente indetta per il Papa per questa sera. Sono presenti, tra gli altri, il ministro della Difesa Mario Mauro, la presidente della Camera Laura Boldrini, il sindaco di Roma Ignazio Marino, diversi parlamentari (Casini, Schirò, Gitti, Marazziti, Amerio), diversi leader di movimenti e associazioni cattoliche (Miano di Azione cattolica, Riccardi di sant’Egidio, Martinez di Rinnovamento nello spirito). Presenti, ancora, ambasciatori di diversi paesi accreditati presso la Santa Sede (Slovacchia, Portogallo, Colombia, Messico, El Salvdor, Bosnia ed Erzegovina, Perù, Argentina, Principato di Monaco, Iraq, Unione europea, Polonia, Benin, Cile, Brasile, Libano, Austria, Nicaragua, Paraguary e Croazia).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tragico incidente a Napoli: furgone contromano travolge poliziotto

incidente-napoli-tuttacronacaSi trovava in sella al suo scooter MBK 50 l’agente di polizia 32enne che è stato travolto da un furgone Fiat Daily, con a bordo due persone di nazionalità ucraina, che procedeva contromano in centro a Napoli in Riviera di Chiaia, angolo piazza San Pasquale. Il poliziotto, che indossava il casco, ha riportato un grave trauma cranico e si trova ora all’ospedale Loreto Mare in coma farmacologico. La prognosi è riservata, con condizioni gravi ma non sarebbe attualmente in pericolo di vita. Stando a una prima valutazione medica, avrebbe riportato due edemi al cervello e non si esclude la possibilità che venga sottoposto ad un intervento chirurgico. L’uomo alla guida del furgone, che effettua consegne di pacchi a connazionali per conto di un’impresa ucraina, è stato denunciato per lesioni gravissime. Il guidatore, che mancava da circa un anno dalla città, avrebbe riferito agli agenti di non essere stato al corrente dell’inversione del senso di marcia alla Riviera di Chiaia, disposto dopo la riapertura parziale della strada in seguito al crollo di Palazzo Guevara il 4 marzo scorso. L’uomo ha imboccato contromano la Riviera di Chiaia da piazza Vittoria, e non ha visto l’unico cartello di divieto di accesso, che è collocato, però, sul lato sinistro della carreggiata e non su quello destro. La polizia municipale, che ha sequestrato entrambi i mezzi, sta svolgendo accertamenti anche sulla segnaletica collocata nella zona.

Per leggere l’appello della compagna di Fabio, Paola, al cantante Ligabue clicca qui. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Leone d’Oro ruggisce in italiano: Sacro Gra vince a Venezia

SacroGra-Venezia-rosi-tuttacronacaPer la prima volta un film-documentario vince il Leone d’Oro: è il caso di Sacro Gra, di Gianfranco Rosi che, al momento di ritirare il premio sul palco della Sala Grande del Palazzo del cinema, ha ringraziato per l’opportunità di essere stato ammesso in concorso con un’opera di non-finzione. Con il suo lavoro ha voluto raccontare la vita ai margini del Grande Raccordo Anulare di Roma: “Non dobbiamo avere paura della paura documentario”. E sempre dal palco: “Ringrazio la mia ex moglie che mi ha costretto ad accettare questo film, quando io volevo addirittura lasciare Roma: ho iniziato ad amare questa città proprio attrraverso il raccordo anulare”. Per quanto riguarda gli altri premi, Robin Campillo ha vinto nella categoria Orizzonti con il suo Eastern Boys mentre White Shadow di Noaz Deshe ha sbaragliato tutti come Opera Prima – premio Luigi De laurentis. Il premio Speciale della Giuria se l’è aggiudicato la pellicola tedesca sulla violenza domestica Die Frau des Polizisten di Philip Groning. L’acclamata opera di Stephen Frears Philomena ha invece ricevuto il premio per la miglior sceneggiatura (Steve Coogan e Jeff Pope). Tye Sheridan, visto in Joe, è stato riconosciuto come miglior attore emergente, premiato con il premio Mastroianni e non stupisce l’assegnazione della Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: come da pronostici, se l’è aggiudicata l’anziana protagonista del film Via Castellana Bandiera di Emma Dante, Elena Cotta. Miglior interprete maschile risulta invece essere il greco Themis Panou per il film Miss Violence, pellicola che si è aggiudicata anche il Leone d’argento per la miglior regia (Alexandros Avranas). Infine  Jiaoyou (Stray Dogs) di Tsai Ming-Liang festeggia l’esperienza veneziana con il Gran Premio della Giuria.

La trovata di un imprenditore: si sposa e istituisce la “gratifica di nozze”

fabio-padoan-tuttacronacaSta per convolare a nozze con Sandra Scopel l’imprenditore Fabio Padoan, titolare della Otlav spa di Santa Lucia di Piave (cerniere per mobili e serramenti), in provincia di Treviso Per festeggiare ha deciso di fare lui stesso il regalo di nozze ai suoi 150 dipendenti: c’è chi parla di 500 euro che rappresentaranno una “gratifica di nozze”. L’imprenditore ha spiegato: “Le nozze sono un fatto privato, intimo. Sarà un’occasione per ringraziare i dipendenti che, in questo momento di crisi, mi sono stati vicini, sudando sangue al mio fianco. È grazie a loro se Otlav sta ancora navigando, seppure il mare sia agitato. Smentisco però sia la cifra che il premio”. E ancora: “In fabbrica siamo una famiglia. Se anche volessi dare una “gratifica” ai dipendenti non sarebbe un regalo, ma la restituzione di quanto mi hanno dato. Sarebbe una goccia nel mare in questo momento di crisi. Oggi che è difficile anche trovare le commesse per far lavorare i dipendenti, già provati dal taglio degli straordinari e dalla cassa integrazione. È il fattore umano e delle idee la vera forza di un’azienda. Non a caso – conclude – in questi giorni abbiamo lanciato due nuovi prodotti che dovrebbero essere vincenti, ma che sono pur sempre una scommessa. Prodotti che sono il frutto dell’ingegno dei miei uomini”.

La telefona shock tra tossicodipendenti!

tuttacronaca-droga-perugia

A volte si chiede a un amico o a un parente un consiglio su un ristorante o su un albergo o su una vacanza… c’è invece chi lo chiede sulla droga. Avviene a Perugia dove in una telefonata shock, che non è il solito scherzo ma la drammatica realtà, ci si scambia opinioni sugli spacciatori.

Quattro tunisini: tre erano una specie di banda del Pincetto, uno dei punti panoramici più belli del centro storico nonché stazione di arrivo del minimetrò, il quarto è una specie di “libero professionista” che con i tre non ha un rapporto diretto ma bazzica le stesse zone e finisce anche lui nella rete di osservazioni e appostamenti dei poliziotti, che per arrestare i quattro spacciatori si sono serviti anche delle immagini delle telecamere di sorveglianza.

Quando fermano la banda, il capo che prende le ordinazioni e altri due spacciatori, i poliziotti diretti da Marco Chiacchiera riescono a mettere le mani sul cellulare di lavoro, quello agganciato a un numero da decine di contatti: in due ore, quel telefono squilla quaranta volte. «A fare una media – dicono i poliziotti – tra i contatti che effettivamente arrivano a conclusione e quelli no, si può calcolare un giro d’affari da tremila euro al giorno».

Nelle pieghe di questo giro stroncato, le storie di tossicodipendenze che fanno rabbrividire. Tre persone in trasferta dalle Marche, due uomini e una donna, si riconoscono a Perugia: viaggiano separatamente ma tutti per lo stesso motivo, l’acquisto di droga, e decidono di mettersi a cercarla assieme. Uno dei tre chiama un amico: «Siete a Perugia? Ok, vi do questo numero. E’ buono, vi tratta bene e ha roba di qualità». Quel numero è quello della banda del Pincetto.

Giallo in mare a Campobello di Mazara, s’indaga!

campobello-di-mazara-tuttacronaca

I cadaveri di un uomo di 30 anni e di una donna di 25, di carnagione chiara, sono stati ripescati nel mare di Tre Fontane, frazione balneare di Campobello di Mazara. I corpi erano non molto distanti dalla battigia. I due, che non sono stati ancora identificati, sarebbero morti per annegamento. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Bella ciao… ovvero ecco come cambiano le pensioni per alcuni settori!

pensioni-spettacolo-tuttacronaca

Pensioni che tutelavano i lavori più pesanti come quelli dei marittimi, poligrafici o degli sportivi oppure quelli in cui l’età ha un ruolo determinante come nel mondo dello spettacolo per gli attori, i ballerini e cantanti verranno modificate con una nuova legge che dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri, lunedì 9 e trovare applicazione già dal 1° gennaio 2014. Saranno così chiuse le vecchie “finestre mobili” e arriveranno i nuovi requisiti. Naturalmente sono salvi però i comparti della Difesa e Sicurezza e i Vigili del Fuoco che se inclusi nel provvedimento avrebbero accresciuto notevolmente il risparmio della spesa pubblica. Il provvedimento invece così come arriverà in aula farà risparmiare 526,4 milioni di euro.  Lo stesso Sole 24 ore in un articolo a firma di Davide Colombo afferma:

“È facile immaginare come sarebbero cresciuti i risparmi sulla spesa pensionistica con l’inclusione anche di questi comparti che, nel loro insieme, contano su circa 500mila addetti, pari al 15% dei dipendenti pubblici”.

Ma come cambieranno le regole del pensionamento? Per i marittimi la pensione di vecchiaia scatterà con 5 anni di anticipo:

“Per i marittimi il diritto alla pensione di vecchiaia arriva con cinque anni di anticipo rispetto ai requisiti anagrafici generali, mentre per l’anzianità speciale riconosciuta a chi ha almeno 10 anni di “effettiva navigazione” o di “servizio di macchina” o di “stazione radiotelegrafica”, dai 56 anni (con 20 di contributi) si passerà dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 a 57 anni, mentre dal 2018 si salirà a 58 anni”.

Nel mondo dello spettacolo invece cambiano le regole per ballerini, attori e cantanti:

“Per ballerini e tersicorei l’età di pensionamento di vecchiaia sale di un anno, da 45 a 46, mentre per gli attori è previsto l’aumento da 63 a 64 anni, sempre dal 1° gennaio prossimo. Le attrici vedranno cambiare i requisiti anagrafici con più gradualità: un anno ogni due, per allinearsi all’età pensionabile degli uomini nel 2022. Adeguamento anche per i cantanti con il sistema di calcolo misto della pensione: andranno in vecchiaia a 61 anni, da gennaio, gli uomini mentre per le donne c’è una scalettatura da 57 a 61 sempre entro il 2022″.

L’adeguamento per gli sportivi professionisti è anch’esso previsto entro il 2022:

“Alla stessa data è previsto l’allineamento graduale uomo-donna per gli iscritti al fondo sportivi professionisti: a 53 anni gli uomini subito, da 49 a 53 le donne”.

Il nuovo sistema poi riguarderà anche i poligrafici delle aziende in crisi:

“Per i lavoratori poligrafici di aziende in crisi, infine, il prossimo gennaio passa da 32 a 35 anni il requisito contributivo necessario per il ritiro anticipato, venendo a cadere il vecchio abbuono di tre anni. Il requisito contributivo sale ulteriormente a 36 anni nel 2016 e 37 anni nel 2018″.

Ma non si configura la disparità giuridica fra differenti soggetti dello Stato uniti dalla qualifica di lavoratori?

Violati i diritti di un uomo? Berlusconi si appella a Strasburgo

berlusconi-strasburgo-tuttacronaca

Ha varcato i confini nazionali il caso di Silvio Berlusconi e approdato sui tavoli della Corte di Strasburgo per ricorrere all’Ue. Questa è l’ultimo passo con il quale il leader del Pdl cerca di aggirare il problema della decadenza e inficiare la condanna definitiva inflittagli dalla Cassazione. Secondo i legali di Berlusconi  nella legge Severino si potrebbe riscontrare la violazione dell’art 7 della  Convenzione dei diritti dell’uomo:

Nessuno può essere condannato per una azione o una omissione che, al momento in cui è stata commessa, non costituiva reato secondo il diritto interno o internazionale. Parimenti, non può essere inflitta una pena più grave di quella applicabile al momento in cui il reato è stato commesso

Il presente articolo non ostacolerà il giudizio e la condanna di una persona colpevole di una azione o di una omissione che, al momento in cui è stata commessa, costituiva un crimine secondo i principi generali di diritto riconosciuti dalle nazioni civili.

Il ricorso arriva a poche ore dalla convocazione della Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato che si riunirà lunedì per discutere sulla decadenza di Berlusconi.

La legge Severino, si legge nel documento di 33 pagine consegnato alla Giunta delle elezioni del Senato, viola l’art. 7 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo perché l’applicazione in tema di incandidabilità e decadenza del ricorrente “è contraria al divieto di retroattività delle sanzioni penali”.
Sarà la mossa vincente per ritardare la decadenza?

Sorpresa: il ministro Bray agli uffizi!

bray-uffizi-tuttacronaca

C’è chi fa le telefonate a sorpresa e commuove il mondo e chi come il ministro Bray “a insaputa di tutti” arriva nei luoghi dell’arte italiana. Dopo Pompei e la Reggia di Caserta, oggi il ministro si è presentato agli Uffizi di Firenze accompagnato da cinque persone del suo staff e da due guardie del corpo. Dopo aver acquistato i biglietti si è recato all’interno della galleria. Qui si è incontrato con la direttrice dei Beni culturali toscani Isabella Lapi Ballerini e con le sovrintendenti Alessandra Marino e Cristina  Acidini. Bray si è soffermato a vedere gli spazi recentemente restaurati della Galleria, ra cui anche la Tribuna del Buontalenti.

A quando il prossimo blitz?

Quel cane che attende il suo padrone e fa commuovere un paese

cane-commosso-paese-tuttacronacaE’ una femmina di pastore maremmano di Preggio, in provincia di Perugia, a commuovere gli amanti degli animali e un’intero paese. Lei se ne resta chiusa nel suo rifugio, con gli occhi tristi, e attende che Domenico Olivieri torni. Ma l’uomo è mancato e non potrà trascorrere ancora del tempo con lei. La Provincia di Perugia è stata toccata da questa storia tanto da aver mobilitato il suo Sportello a 4 zampe per prendersi cura della cagnolona. “Sono stati presi contatti con la competente Asl veterinaria della zona – riferiscono dal servizio dello Sportello – e con l’Enpa del territorio. La Asl era già a conoscenza della vicenda e monitorava attentamente la situazione. L’animale è solo ed impaurito e non lascia avvicinare nessuno, ma ciononostante c’è chi si sta prendendo cura di lui portandogli cibo e acqua”. Il vice presidente Aviano Rossi spiega: “Ci sentiamo un po’ tutti di adottare affettivamente questo cane ma come dimostra il caso non basta il buon senso perché spesso è necessaria una specifica competenza perché l’animale è timoroso e difficilmente avvicinabile. Lo Sportello a 4 zampe è un investimento istituzionale utile per garantire sempre una risposta coordinata ed efficace, ma è anche la dimostrazione concreta che sul fronte del soccorso agli animali bisognosi i servizi offerti sul nostro territorio possono migliorare”.

La lucertola a due code di Perugia trova casa alla Città della Domenica

lucertola_due-code-perugia-tuttacronaca

La lucertola a due code  è stata trovata  nelle campagne di Perugia nei giorni scorsi  e immediatamente è stata soccorsa dai volontari del  Rettilario della “Città della Domenica”, il parco naturalistico dell’Umbria tra i più antichi d’Italia. La lucertola dopo diverse visite è stata posizionata in una teca della nursery del Rettilario e nei prossimi giorni sarà esposta al pubblico per mostrare ai visitatori del parco questo raro caso della natura.

“Non è nata con due code  – spiega Carlo Guidi, responsabile scientifico del Rettilario – ma probabilmente la coda si è staccata a seguito di un trauma, per poi riformarsi in due biforcazioni: ciò costituisce ovviamente una forte menomazione perché le impedisce molti movimenti, per cui la lucertola potrebbe essere più esposta ad eventuali predatori. Per il momento la terremo al Rettilario, per mostrare agli studenti che arrivano in gita con la scuola cosa può succedere in natura dopodiché probabilmente la libereremo laddove è stata trovata”.

L’omaggio di Veltroni alle sue origini “Quando c’era Berlinguer”

walter-veltroni-berlinguer-tuttacronaca

“Per me è un modo di ricomporre due grandi amori della mia vita: il cinema e Berlinguer. L’idea mi è venuta vedendo un documentario su Olof Palme, bellissimo, guardando i film sulla vita dei grandi leader, da Kennedy a Mandela. Così parlando con Andrea Scrosati di Sky abbiamo pensato di raccontare la storia dell’ex segretario del Pci”.

Ora Walter Veltroni sta rovistando negli archivi, studiando documenti e scegliendo immagini da inserire nel documentario dal titolo: Quando c’era Berlinguer. Il racconto avrà sue linee guida:  il tempo storico e un senso di rimpianto.

“Sono immerso nel mondo di Enrico, un modo di coltivare la bella politica. Non mancheranno gli aspetti critici, ma per quanto mi riguarda – dice Veltroni – i suoi dieci anni alla guida del Pci hanno trasformato la vita italiana”.

Il film di Sky Cinema (realizzato con la Palomar, seguiranno ritratti di Craxi e Moro) sarà pronto a maggio, ma potrebbe uscire prima nelle sale.

“È un lavoro che mi piace e mi spaventa”, racconta l’ex segretario del Pd, ex studente del Centro sperimentale e critico. “La memoria è un’ossessione, cerco costantemente di riannodare i fili perché sono convinto che questo tempo rischia di trasformarsi in quel ‘deserto di macchine arrugginite’ di cui parlava Italo Calvino. Berlinguer era un uomo profondo, amato dai suoi e rispettato dagli avversari. Ha avuto il coraggio di fare innovazioni durissime. Avevo pubblicato un libro con i suoi testi per capire cosa restava della sua esperienza; oggi, a trent’anni dalla morte, sarà un film a ricordarlo”.

GP di Monza: qualificazione con polemica in casa Ferrari

alonso-ferrari-ragazzisietescemi-tuttacronacaGiornata di qualifiche per il Gp di Monza e arriva la polemica in casa Ferrari con Alonso che se la prende in diretta con la squadra a causa di una scelta sbagliata di strategia. Via radio, il pilota ha detto al team: “Mamma mia ragazzi, siete scemi”. La Ferrari cambia la versione e rilegge con “geni” la registrazione con l’audio disturbato. Il motivo del nervosismo di Alonso va ricercato nel fatto che Massa lo precedeva per creare un effetto scia aiutandolo a fare un buon tempo, ma era troppo lontano. C’è però anche un’altra interpretazione, che è ancora da chiarire. Questa vorrebbe che Massa, che montava gomme usate, non sarebbe stato per questo motivo sufficientemente veloce per aiutare davvero lo spagnolo spagnolo. L’ingegner Stella, in seguito, ha detto ad Alonso: “Cerca di stare vicino a Massa” ricevendo in risposta: “E’ troppo lontano”.

Le vittime innocenti senza futuro: i bambini siriani

SIRIA-BAMBINI-GUERRA-tuttacronaca

Ogni guerra ha le sue vittime e nella tragedia siriana sembra che i più esposti siano i bambini. Uccisi dai gas, giustiziati a sangue freddo o costretti a imbracciare un fucile. A quasi tre anni dallo scoppio della crisi siriana, a un passo dall’attacco statunitense e forse da un imminente crisi internazionale, guardare i volti di questi bambini dovrebbe farci riflettere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Strumentalizzati spesso per suscitare emozioni, esposti a scudo a difesa di obiettivi sensibili, i bambini siriani non hanno più un futuro da guardare, ma solo l’istinto di sopravvivenza che li deve guidare di minuto in minuto all’interno di un conflitto di cui spesso ignorano le ragioni.

Eppure sono bambini, come lo erano quelli che hanno circondato il presidente Obama quando ha firmato il suo impegno davanti alla nazione per mettere un freno alle armi che avevano consentito a uno squilibrato di fare una strage dentro una scuola elementare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come può oggi il Presidente Obama pensare a un raid che inevitabilmente andrà a colpire anche queste vittime innocenti colpevoli solo di essere stati armati da chi li ha voluti strumentalizzare?

 

Il galateo dettato da una scimmia… Buon Appetito!

scimmietta-minestra-formaggio-tuttacronaca

Non provate a dire di averle viste tutte se non avete ancora visto il video della scimmia che mangia la zuppa. Quasi una lezione di galateo, con tanto di cucchiaio e seduta comodamente su un seggiolone, sembra gradire il suo pasto. Il video con la scritta in cirillico è intitolato “La scimmietta preferita di Ivan mangia la zuppa di formaggio”… sembra proprio che non sia la solita minestra riscaldata!

La battaglia “hot” di Alyssa Milano, star di Streghe, contro l’attacco in Siria

alyssa-milano-sex-tape-tuttacronaca

Un video “hot” quello postato nelle ultime ore sul sito Funny or Die dalla  star di serie televisive come “Streghe” e “Melrose Place”, Alyssa Milano. L’attrice che compare in lingerie e con la telecamera in mano ha realizzato un video che potrebbe essere quello solito per suscitare clamore tra i fan sul web, ma invece contiene un netto riferimento all’attacco in Siria, di cui l’attrice ne parla via Twitter:

alyssa milano-tweet1 -tuttacronacaE ancora:

alyssa-milano-tweet2-tuttacronacaIl filmato, il cui finale mostra la sua condanna all’attacco in Siria, è stato appositamente omesso da blog e siti americani che lo hanno riprodotto solo parzialmente. Il video infatti nelle ultime inquadrature mostrava la televisione nella camera da letto e mentre sullo specchio vicino seguitano le effusioni della coppia, in tv si parla del conflitto siriano: con un giornalista che fa il punto della situazione e riferisce dell’attacco chimico, dietro il quale ci sarebbe il governo Assad, in cui avrebbero perso la vita circa 400 civili. Da video hot a video di denuncia, ma i media americani censurano!

Terremoto a largo della costa adriatica, di fronte ad Ancona

terremoto-adriatico-tuttacronaca

La Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha rilevato un terremoto di magnitudo 2.2 avvenuto alle ore 15:04:54 nel distretto sismico dell’ Adriatico Centro Settentrionale. Il sisma è avvenuto a una profondità di 3.5 km. Essendosi verificato in mare, non ci sono comuni interessati nè danni a persone o cose.

La svolta di Sara? Nuovo amore e figlio in arrivo.

sara tommasi-tuttacronaca-chinaglia

Sarà davvero la svolta di Sara Tommasi che si lascerà alle spalle gli scandali e gli eccessi? Forse il suo nuovo amore con Fabrizio Chinaglia, fidanzato della Tommasi e agente di vip, ha regalato nuove speranze a tutti coloro che in questi mesi si erano preoccupati per la salute e per gli attacchi mediatici dell’ex showgirl. Fabrizio Chinaglia ha scritto su Facebook:

“TEST DI GRAVIDANZA……. 2 LINEE…….. IO E SARA LO ABBIAMO ACQUISTATO IERI MA QUASI PER GIOCO….. DIVENTO PAPà? …….”
Per ora non arrivano conferme, ma le foto e lo ‘status’ pubblicato da Chinaglia sembrano avvalorare l’ipotesi. Forse è davvero un inizio?

Intanto su twitter se ne parla fra ironia e attesa:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Arriva il biopic su James Dean: nel cast DeHaan e Pattinson

robertpattinson-jamesdean-tuttacronaca

Sarà Dane DeHaan ha interpretare il leggendario James Dean nel biopic “Life” diretto da Anton Corbijn regista di Control, film in bianco e nero sul cantante dei Joy Division Ian Curtis.

Il film racconterà la vita di James Dean e il suo rapporto personalissimo con il fotografo della prestigiosa agenzia Magnum Dennis Stock, interpretato da Robert Pattinson. La storia si svolge negli anni ’50, quando il fotografo ebbe l’incarico di realizzare un servizio fotografico sul giovane attore.  Life prende il titolo (anche) dal nome della testata per cui Stock realizzò gli scatti a Dean (che stava per girare La valle dell’Eden). Nel film verrà narrato anche il viaggio che i due, diventati amici, intrapresero da Los Angeles a New York e da qui all’Indiana.

Fiorito sfrattato dall’appartamento per morosità

franco-fiorito-batman-sfratto-tuttacronaca

Franco Fiorito, l’ex capogruppo Pdl in regione condannato per peculato è stato sfrattato con un ordinanza emessa dal Tribunale di Roma che gli ha intimato di lasciare l’abitazione che l’esponente Pdl aveva affittato dall’Ipab al numero 51a di via Margutta per non aver pagato 10 mesi d’affitto.  Fiorito risulta moroso per  42.246 essendo l’affitto mensile fissato a 4200 euro.

Il 1° agosto il tribunale di Roma ha ordinato lo sfratto esecutivo. «Non ero nelle condizioni di pagare» si è giustificato Fiorito facendo riferimento ai provvedimenti adottati dalla procura nei suoi confronti, compreso il sequestro di beni.

«Ma lì non ha mai abitato, era sua solo sulla carta – spiega uno dei suo legali – tra l’altro erano necessari dei lavori per renderla abitabile». I periodi in cui non è più stato pagato l’affitto sono quelli relativi alla detenzione prima in carcere poi ai domiciliari nell’abitazione al centro di Anagni.

Ma la motivazione non ha convinto il Tribunale civile che non gli ha concesso rinvii e decretato l’esecuzione dello sfratto. Il 28 agosto poi è arrivata a Batman anche la diffida in cui l’Ipab lo «invita» a lasciare l’abitazione.

Incidente del bus in Irpinia: le vittime salgono a 40

incidente-bus-irpinia-tuttacronacaLo scorso 28 luglio un autobus pieno di turisti è precipitato dal viadotto Acqualonga, in Irpinia. Il numero delle vittime di quel tragico incidente, inizialmente, era di 38, in seguito salito a 39 con la morte di Simona Del Giudice. Ora un altro dei passeggeri non ce l’ha fatta. E’ morto il 54enne Salvatore Di Bonito, che si trovava ricoverato nell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in provincia di Napoli. L’uomo era stato in un primo tempo ricoverato all’ospedale Nola di Napoli, dove gli fu asportata la milza. Le gravi ferite riportate, però, avevano giustificato suo trasferimento al Ruggi d’Aragina di Salerno dove è rimasto per oltre 20 giorni nel reparto di rianimazione. Quella tragica notte, morì anche la moglie, la 48enne Anna Mirelli.

I presunti guai con la giustizia di Matteo Renzi e l’articolo de Il Giornale

matteo-renzi-guai-giustizia-il-giornale-tuttacronaca

Oggi “Il Giornale” ha redatto un articolo che vorrebbe gettare ombre sul sindaco di Firenze, nel quale si parla di “conti in sospeso” che avrebbe Matteo Renzi con a giustizia. Questo è l’articolo:

Condannato per atti compiuti nell’esercizio delle funzioni di pubblico amministratore. Ebbene sì, anche Matteo Renzi ha qualche problemuccio con la giustizia. È una condanna di primo grado, non definitiva, appellabile.

È vecchia di due anni, ma la magistratura contabile non avverte particolare urgenza di procedere nell’esame del ricorso. Facile dimenticarsi di questa macchia. Eppure la condanna rimane, ovviamente affatto sbandierata dall’apparato comunicativo dell’aspirante segretario del Partito democratico.

La vicenda risale a quando il giovane Matteo era presidente della provincia di Firenze, prima di diventare sindaco del capoluogo. La carriera renziana è lunga, la sua militanza politica nelle file del Movimento giovanile della Democrazia cristiana risale addirittura agli anni del liceo, prima ancora che Silvio Berlusconi scendesse in campo nel 1994. Il secondo passo fu diventare portaborse di Lapo Pistelli, quindi promotore dei Comitati Prodi a Firenze; passò poi alla testa del coordinamento cittadino della Margherita e, infine, alla segreteria provinciale. Aveva 29 anni Renzi quando si insediò a Palazzo Medici Riccardi. Era il 2004 e il curriculum da aspirante membro della Casta lo proiettò giovane sulla sua prima poltrona di prestigio.

La condanna di primo grado giunge nel 2011. La emette la Corte dei conti della Toscana. L’accusa è di danno erariale per l’inquadramento contrattuale di alcuni dipendenti assunti a tempo determinato: tradotto in lingua corrente, significa assunzioni clientelari. Alcuni membri dello staff del presidente sarebbero stati inquadrati in una categoria superiore a quella dovuta, con relativi stipendi gonfiati.

La procura della Corte contabile aveva contestato alla giunta Renzi un danno erariale di 2.155.000 di euro, ridotto dai giudici di primo grado a un risarcimento di 50mila euro. Di questa somma, circa 14mila sono stati posti a carico del rottamatore e 1.000 al suo vice di allora, Andrea Barducci, oggi promosso presidente della Provincia medesima. Il resto è stato addebitato a ex assessori e funzionari dell’ente locale. Le persone condannate sono 21; nove dei 30 indagati sono stati archiviati.

Renzi contestò pesantemente il lavoro della procura contabile: «Una ricostruzione fantasiosa e originale». E adesso invece ci viene a ripetere che le sentenze vanno rispettate, non si discutono, si accettano in silenzio, si applicano punto e basta.

Fin quando una sentenza non è definitiva lo stato di diritto consente ogni tipo legale di opposizione. L’articolo poi continua:

I giornali locali sono stati ben lieti di ospitare la propaganda renziana: la Provincia ha risparmiato, i dirigenti sono stati dimezzati, il personale è sceso, la colpa è di un dirigente che ha sbagliato l’inquadramento delle segretarie. Operazione scaricabarile, secondo lo stile del rottamatore. Nessuno tuttavia gli ha sentito dire: accetto la sentenza, la giustizia faccia il suo corso, auspico tempi brevi per il processo di appello. Del quale, a due anni dal verdetto di primo grado, si è persa ogni traccia.

Ma la Corte dei conti ha dovuto occuparsi anche delle spese di rappresentanza del giovane presidente della provincia di Firenze. Le ha denunciate un dipendente di Palazzo Medici Riccardi che ha il dente avvelenato con Renzi. Il suo mandato è costato ai contribuenti fiorentini 600mila euro in cinque anni tra viaggi, ristoranti, regali, ospitalità: una visita negli Stati Uniti nei giorni in cui Obama fu eletto presidente è costata 70mila euro.

La Provincia aveva dato a Renzi una carta di credito con un plafond di 10mila euro mensili. I magistrati contabili sono andati a caccia dei giustificativi, ricevute e scontrini. Quando mancavano, il capo di gabinetto autorizzava ugualmente gli esborsi: «Spese regolarmente eseguite in base alle disposizioni contenute nel disciplinare delle attività di rappresentanza istituzionale». Renzi ha fatto felici le migliori cucine di Firenze: 1.300 euro alla pasticceria Ciapetti, 1.855 euro alla Taverna Bronzino, 1.050 euro da Lino e 1.213 al Cibreo.

Sotto inchiesta sono finiti anche i 4,5 milioni che la provincia ha elargito alla Florence Multimedia, società che svolge attività di comunicazione e informazione per la provincia. La domanda, come amava ripetere Antonio Lubrano quando si occupava dei diritti dei consumatori e degli sprechi della pubblica amministrazione, sorge spontanea: ma non bastano gli organici dell’ufficio stampa?

Premesso che, nel caso di Renzi, siamo solo in presenza di un giudizio di  primo grado e non di una sentenza definitiva, gravissime appaiono le accuse de “Il Giornale” che addebita a Renzi la compartecipazione ad “assunzioni clientelari” ancora tutte da verificare prima della sentenza definitiva. Ferme rimanendo le valutazioni che vorrà fare il giudice della Corte dei Conti si tratterebbe per Renzi di aver apposto delle firme di convalida su scelte fatte nell’ambito degli specifici uffici del Comune. Questo nulla può togliere alla responsabilità generale e propria del sindaco, ma occorre verificare, prima di esporlo, con tanta facilità, a giudizi mediatici, se ci sia stata la volontà di Renzi di  partecipare a un illecito con conseguente danno erariale.  Non si tratta del fatto che Renzi abbia – motu propriu – gonfiato gli stipendi”, ma soltanto di verificare se le nomine fossero avvenute in modo ineccepibile. Lo stipendio più elevato in questi casi è solo una conseguenza della nomina  che a giudizio concluso eventualmente con condanna del Comune, andranno risarcite allo Stato. Ma quello che è necessario distinguere è che non siamo di fronte a condanne penali per frode fiscale, ma a eventuali danni erariali che possono essere estinti rifondendo il quantum ed eventualmente con una sanzione pecuniaria accessoria.

Per quanto riguarda poi le inchieste promosse per l’attività di Renzi come presidente della provincia di Firenze è gravissimo gettare fango addosso a qualcuno che non è neppure rinviato a giudizio.

Alluvione durante una partita: l’ambulanza s’inabissa

columbia-equador-tuttacronaca

Il pubblico è rimasto sugli spalti per tifare le proprie squadre del cuore nello stadio di Barranquilla dove si è giocata la sfida tra le nazionali di Colombia e Ecuador, ma l’ambulanza si è invece parzialmente sommersa. Una vera e propria alluvione che aveva già fatto slittare la partita di due ore e che ha reso il campo davvero in condizioni precarie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Niente cibo per i profughi siriani, l’Onu è in crisi!

siria-profughi-tuttacronaca

Secondo l’Unhcr (l’agenzia Onu per i rifugiati), i fondi per il 2013 sono insufficienti per coprire tutto il bilancio, vanno quindi ridotti drasticamente gli aiuti alimentari ai campi profughi in Libano. Qui vengono ospitati molti profughi siriani rifugiatisi a causa della guerra fra  Bashar al-Assad e i ribelli. Da ottobre l’Unhcr offrirà una “assistenza mirata”: il 70% dei profughi riceverà aiuti alimentari; quelli più vulnerabili riceveranno anche aiuti medici e scolastici.

“A causa della carenza di fondi – ha affermato la portavoce Roberta Russo – siamo costretti a tagliare alcuni dei nostri finanziamenti diretti”. “Se non vi sarà un aumento dei finanziamenti – ha continuato – presto non potremmo più aiutare le famiglie bisognose di cui ci siamo occupati finora, per non parlare delle nuove ondate di profughi che potrebbero arrivare se la lotta si intensifica.” Nel caso di un’azione militare Usa, la situazione rischia di peggiorare. Fonti di AsiaNews affermano che il ventilato attacco militare contro la Siria, ha subito generato un aumento del flusso dei profughi in Libano: in pochi giorni esso è salito da alcune migliaia al giorno a oltre 12mila al giorno.

Buonanotte a Marisela Federici

marisela federici-tuttacronaca

Marisela Federici, è entrata nel tam tam della rete e le sferzate verso la nobildonna venezuelana hanno colpito nel segno dopo la puntata di Presa Diretta e così oggi ha voluto scrivere una lettera al quotidiano Libero:

Caro Dott. Mainiero, non si arrabbi, uno dei grandi privilegi della saggezza è quello di non scomporsi mai. La ringrazio per condividere certe mie idee e averlo coraggiosamente scritto. Il bello della vita, si fa per dire, è che ognuno è diverso. Non vorrei ancora una volta essere fraintesa, siamo diversi nel ragionare. Con le mie parole non volevo ferire la sensibilità di nessuno. Quel distacco che le ha dato più fastidio è solo una difesa, ma io, accettando un’intervista senza informarmi dove andava a finire, sono stata molto imprudente! Ci sono persone che tra mille cose buone andranno a imbattersi nell’unico difetto che esiste e mentre lo censurano sono compiaciute. Una festa al mese? Sì, perché mi aiuta a essere positiva e a dimenticare per un giorno i problemi della vita. Non sembra, ma ne ho tanti, la salute dei miei cari, i figli, la loro lontananza. Sto male, mi creda, per le persone che si sono sentite offese. A volte offende più l’ostentazione della dignità che la dignità stessa, ma non vale la pena arrabbiarsi… Vorrei dormire, è molto tardi.

Buonanotte  a Marisela Federici e speriamo che possa fare sogni d’oro!

Indiani simulano la morte per incassare il premio, l’assicurazione li scopre

truffa-indiani-assicurazioni-tuttacronaca

Una brutta storia! Un tunnel tra India e assicurazioni italiane, una motocicletta che si schianta su una statale indiana e lo strazio di una madre. I poliziotti naturalmente mettono a verbale e i giornalisti sono pronti a versare fiumi d’inchiostro su un incidente mortale quasi da manuale filmico. Notaio, parenti e certificato di cremazione dei corpi come previsto dalla religione indiana. Tutto secondo le regole? Assolutamente, no! I fratelli Avtar e Bikram Singh sono vivi e vegeti e prima o poi verranno arrestati. Quel che è certo al momento che i premi assicurativi rispettivamente di 200mila e 300mila euro non verranno erogati alle famiglie da Allianz.

Le indagini sono iniziate in Italia dove i fratelli Singh, Avtar, 41 anni e Bikram 26 lavoravano facendo i camerieri o pizzaioli, poi le ricerche si sono spostate in India. Così gli investigatori italiani si sono rivolti a un investigatore locale… naturalmente mentre comunicava che i due effettivamente erano morti, stava già intascando la mazzetta dalla famiglia Singh. Non era certo il primo corrotto.  Il sangue nelle fotografie scattate nel corso dei rilievi? Era vernice. D’accordo, ma i giudici indiani dell’inchiesta? Corrotti. E i soccorritori indiani dell’ambulanza? Corrotti. E i famigliari dei Singh? In lutto perenne, offesi dalle insistenze avanzate dagli stranieri arrivati dall’Italia per gettar fango sulle buone anime di Avtar e Bikram. Dopo tre mesi di lavoro certosino, dove tutto sembrava perfetto si è aperto lo spiraglio. Era tutto troppo perfetto e puntuale. L’India ha una burocrazia lenta e costantemente in ritardo, come mai invece nel caso dei fratelli Singh tutto si era mosso così perfettamente? Ecco quindi che poi alla fine la voragine si è aperta e i fratelli Singh pagheranno in sede penale!

Ce l’avete con me? Mel Gibson e le “molestie” della polizia!

mel-gibson-arrabbiato-tuttacronacaE’ il sito TMZ a riportare la notizia che l’attore Mel Gibson, sabato scorso, avrebbe perso la testa durante un controllo notturno della polizia a Malibu, nel corso del quale si sarebbe messo a urlare contro un vigile che gli chiedeva la patente e che lui non aveva con sè. In preda alla furia, la star hollywoodiana avrebbe detto: “In passato ho avuto problemi con voi del commissariato di Lost Hills, perché mi state molestando?”
Il rapporto di Gibson con le forze dell’ordine, del resto, non è proprio quello che si definisce dei più pacifici. Era il 2006 quando, nella stessa località, l’attore diede vita a uno show che lo portò all’arresto: era ubriaco e colpevole di aver vomitato insulti antisemiti all’agente di turno.

melgibson2-poliziotto-tuttacronaca

Rubata la bicicletta a Victoria Beckham a New York!

victoria-beckham-bicicletta-tuttacronaca

Brutta sorpresa per Victoria Beckham che non ha più trovato la sua bicicletta che aveva assicurato a un palo nel cuore di New York. Le foto mostrano chiaramente quel che rimane: la catena e una ruota. Sembra proprio che qualcuno abbia voluto fare uno sgarbo alla cantante-stilista e lei ha condiviso la sua rabbia con i suoi fan postando le foto in rete. La polizia sta indagando.

Gli Ultras del Borussia invitano i tifosi ad aver rispetto per i napoletani

borussia-napoli-champions-tuttacronaca

Per la Champions il Borussia Dortmund cerca di preparare al meglio i propri tifosi. Gli Ultras dei giallo neri hanno scritto anche una lettera che invita ad avere un comportamento corretto quando arriveranno a Napoli. Nel volantino che si sta facendo girare in rete in queste ore (scritto in tedesco e in italiano) viene anche ricordato che si è instaurato una belle amicizia tra i tifosi di Borussia, Catania e Napoli e quindi si invita a non creare tensioni durante la trasferta.

Nel volantino c’è scritto:

Cari BVB-Fans, riguardo la nostra partita in trasferta della Champions League contro Napoli il 18 settembre 2013, vorremmo condividere con voi il nostro pensiero e la nostra posizione.

Sin dal campionato 2010/2011 ormai, curiamo come gruppo, un rapporto intenso e fraterno, con gli Ultras di Catania, in particolare Irriducibili-Curva Sud Catania. Ci son state numerose visite vicendevoli, tra noi e loro, in occasione di diverse partite ed eventi Ultras ed ormai si son affermate anche forti amicizie personali tra esponenti dei gruppi. Noi come Dortmunder siamo sempre stati benvenuti e trattati con grande rispetto nei nostri viaggi in terra sicula ed anche i Fans Catanesi si sono sempre comportati con pieno di rispetto nella ns città.

Come noi, i catanesi hanno altri contatti/amicizie. Una di lungo corso e molto sentita, è l’amicizia con gli Ultras dell’SSC Napoli. Per questo noi andremo a Napoli con lo stesso rispetto con cui siam sempre andati a Catania e Vi preghiamo di comportarVi tutti in modo esemplare e di essere ospiti onorevoli. Per questa partita Non vi è alcun motivo di rivalità, e vogliamo passare una giornata all insegna di sport e mentalità!

Evitate quindi ad attaccare adesivi in giro per la città ospitante e non infastidite il pubblico partenopeo e godeteVi una grande giornata, importante per entrambi sulla scena europea.

Desperados 1999 Dortmund

Ultras, Fan & Hooligans.

borussia-volantino-tuttacronaca

E’ partita Landee, la sonda diretta sulla luna!

landee-wallops-tuttacronaca

La sonda diretta sulla Luna, Ladee, è partita regolarmente e dopo 30 minuti ha già inviato un segnale e si è potuto verificare che la rotta era perfetta. La missione della Nasa è iniziata quindi sotto i migliori auspici. Ora la sonda –  lanciata con un razzo Minotaur (ex missile balistico riconvertito) dalla base americana di Wallops Island, in Virginia – avrà il compito di studiare la debolissima atmosfera lunare. In particolare studiando l’atmosfera si vuole trovar risposta alla formazione dei pianeti. E come ha detto al momento del rilascio della sonda in orbita, il direttore di lancio “Buon viaggio verso la Luna”!

Ladri a Buckingham Palace, tenta il colpo del secolo!

ladro buckingham palace-tuttacronaca

Sono stati arrestati i due presunto ladri che sono stati trovati  in una camera di Buckingham Palace. La polizia ha detto che gli uomini  si erano introdotti in uno “spazio aperto al pubblico durante il giorno” e avevano scavalcato una recinzione di 12 piedi. Immediata sarà fatta una revisione per la sicurezza del Palazzo. Al momento in cui due uomini si sono introdotto all’interno non erano presenti i membri della famiglia reale. I due presunti ladri sono stati arrestati per furto con scasso, violazione e danno a scopo criminale.

Alla ricerca dell’Ignoto 1… il caso Yara si sposta nel Pavese

yara-gambirasio-tuttacronaca

Si cambia provincia e si continua a cercare l’Ignoto 1, l’assassino di Yara, il figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni. Ieri sera è andata in onda la puntata di Quarto Grado e si è appreso che l’autista di Gorno morto nel 1999 che risulta essere il padre biologico del killer della ragazzina di Brembate Sopra avrebbe soggiornato a Salice Terme, in provincia di Pavia, due settimane ogni anno prima di sposarsi nel 1963.  Secondo l’ipotesi investigativa durante uno di questi soggiorni, avrebbe potuto conoscere la ragazza che poi è rimasta incinta. Consultando gli elenchi forniti dall’Inps – che aveva pagato le cure termali – e i registri degli hotel di Salice Terme, le forze dell’ordine mirano a risalire alla donna che ha frequentato questa zona, in corrispondenza dei soggiorni di Guerinoni, negli anni Sessanta.

Forte terremoto tra Guatemala e Il Salvador: 11 feriti

terremoto-guatemale-el-salvador-tuttacronaca

Erano circa le 18.13 del 6 settembre ora locale (2,13 di notte in Italia) quando un forte terremoto è stato registrato tra il Guatemala e Il Salvador. Il sisma di magnitudo 6.6. ha causato smottamenti e danni alla rete elettrica, con interruzioni di elettricità in alcune città vicine all’epicentro, tra cui la capitale Guatemala City. L’epicentro è stato localizzato a 6 km da Pajapita a 68 km di profondità. Ci sarebbero secondo i Vigili del Fuoco locali, alcune case distrutte nella città di Patzicia, che si trova tra l’epicentro e la capitale Guatemala City. Al momento non si ha notizia di morti o feriti, ma le informazioni che sono pervenute sono ancora poche e frammentate. Il terremoto è stato avvertito anche in Messico e in Salvador, ma non sono stati registrati in questi paesi danni a persone o cose.

Aggiornamento ore 12:10

La scossa delle 18:13 non è stato l’unico evento registrato. Un secondo sisma, percepito 7 minuti dopo, ha registrato una magnitudo di 5.5 e l’epicentro è stato localizzato nel sudest del Guatemala, a Coatepeque, vicino alla frontiera con il Messico, stando a quanto riportato da Eddy Sánchez, direttore dell’Instituto di Sismología guatemalteco. Un’altra replica ha raggiunto in seguito i 4.1 gradi.

Durante il primo sisma, che è stato percepito anche in Messico, delle persone sono rimaste ferite. William González, che fa parte dei Vigili del Fuoco Volontari del Guatemala, ha spiegato che 8 persone sono state trasportate in ospedale a causa delle ferite riportate durante la scossa. Nello stesso modo Cecilio Chacaj, dei vigili del fuoco municipali, ha riferito che tre persone sono state accompagnate dai soccorritori all’ospedale San Marcos. La quota dei feriti è dunque di 11 persone, almeno per il momento. Se anche non sono stati registrati danni, Otto Perez Molina, presidente del Guatemala, ha spiegato alla popolazione, via Twitter, che “Stiamo monitorando la situazione a livello nazionale per fare una valutazione dei danni che il sisma di questo pomeriggio potrebbe aver causato”.

otto-perez-tuttacronacaPer quel che riguarda il Messico, nel sudest si sono percepite le tre repliche, ma non sono stati riportati nè feriti nè danni.
Solo 10 mesi fa, il 7 novembre 2012, un terremoto di magnitudo 7.4 aveva colpito il Guatemala, provocando la morte di 44 persone.

“Se avessi fatto, se non avessi fatto, …

rimpianto-tuttacronaca… andando avanti così avrà mille passati e nessun futuro!”

-Ricardo Morales- (Il segreto dei suoi occhi, 2009)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: