L’odissea degli italiani in Messico: ancora non partono!

italiani-messico-tuttacronacaAncora problemi per gli italiani, circa 300 turisti, bloccati per due giorni alcuni a Cancun, altri sull’isola di Roatan. I nostri connazionali, all’estero dove hanno trascorso il Capodanno, non riescono a rientrare in patria a causa di un guasto all’aereo che avrebbe dovuto far loro sorvolare l’oceano. Adesso, ha un ritardo di circa tre ore il velivolo di una compagnia charter portoghese Secondo quanto si è appreso a Roma, l’aereo sostitutivo è ora in volo, con un primo gruppo di turisti, da Roatan a Cancun. Avrebbero dovuto decollare alle 21.

Annunci

Francesco e il Presepe vivente: l’Epifania del Papa

papafrancesco-presepevivente-tuttacronacaPapa Francesco ha raggiunto la parrocchia di S. Alfonso Maria de’ Liguori, nella zona a nord della Capitale, per festeggiare con la comunità l’Epifania. Era stato il parroco Dario Pompeo Criscuoli a invitare il Pontefice a visitare il presepe vivente, giunto alla sua seconda edizione, che conta oltre 200 figuranti. “Avevamo scritto una lettera al Santo Padre – racconta don Dario -. Poi tre giorni fa mi ha chiamato e mi ha detto che appena ha saputo dell’iniziativa ha deciso di venire”.  Francesco ha salutato gli “attori” e poi si è dedicato alla folla festante: bambini, anziani, ammalati. Tutti hanno ricevuto il suo saluto. Presente all’evento anche il cardinale vicario di Roma Agostino Vallini.  “Il Santo Padre – conclude don Dario – non voleva più andare via. Ha assaggiato la nostra ricotta e ha perfino accettato di poggiare sulle sue spalle un agnellino. Perché lui è davvero un buon pastore di anime”. Il  Papa, al suo arrivo, ha salutato i migliaia di fedeli sottolineando che “Il Natale è appena passato e inizia un nuovo anno ma Gesù rimane sempre con noi”.

Il vigile urbano in moto investito da un’auto a Roma

vigile-investito-tuttacronacaTraffico bloccato a Roma per un vigile a terra. Il tutto è iniziato quando un automobilista, al volante di una Yaris con targa straniera che andava verso il Tevere, ha eseguito un’inversione a u in Corso Vittorio Emanuele, a Roma, questo pomeriggio. Mentre faceva l’azzardata manovra, però, sopraggiungeva un vigile urbano in sella alla sua moto: l’impatto è stato violento e l’agente è finito a terra sbattendo la testa. Sull’asfalto sono rimaste le tracce del suo sangue. Erano passate da poco le sedici quand’è avvenuto l’incidente: i colleghi dell’agente ferito sono arrivati subito sul posto, bloccando il traffico per qualche minuto per consentire a un’ambulanza di soccorrere il vigile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Se non obbedisci alla mamma vai in carcere”. E il giudice dà i domiciliari

giustizia-tuttacronacaArresti domiciliari per un 19enne italo-somalo, Ayman Soliman, che i carabinieri hanno arrestato il 3 gennaio con un complice minorenne. Il ragazzo, che ha rapinato un supermercato e ferito un carabiniere con una coltellata, è stato giudicato nel tribunale di Roma e l’ordinanza suona più o meno come un “o fai come dice mamma, o il carcere”, come spiega Repubblica. Dopo la convalida dell’arresto, il difensore ha ottenuto il rito abbreviato e, fino alla prossima udienza del 22 gennaio la misura degli arresti domiciliari. La madre, tuttavia, che ha anche altri otto figli minorenni, ha dettato le condizioni: lo accoglie ma solo se il giovane s’impegna ad adeguarsi alle regole della casa. Nulla da eccepire, per il tribunale, che ha inserito l’appello nell’ordinanza di arresti domiciliari: alla prima segnalazione materna, tornerà in carcere.

Schumi: barlumi di speranza, “il momento drammatico è passato”

michael-schumacher_tuttacronacaMichael Schumacher, in coma dopo il terribile incidente sugli sci a Meribel, è “in leggero miglioramento”. Sono i medici dell’ospedale di Grenoble a spiegare che l’ex pilota mostra leggeri segni di miglioramento, come ha precisato una fonte all’agenzia Sid, aggiungendo che le sue condizioni restano comunque sempre critiche. A nove giorni dalla drammatica caduta durante la quale ha riportato un serio trauma cranico, dopo il bollettino dei medici che nel pomeriggio parlava di situazione stabile, in serata da fonti vicine alla famiglia sono filtrate queste parole: “Il momento drammatico è passato. Tiriamo un sospiro di sollievo”. Anche se la strada verso la completa guarigione è ancora molto lunga, la speranza adesso cresce.

La Befana ci porta… lo show di Crudeli che inizia alla grande il 2014!

crudeli-milan-tuttacronacaNon conta che ci sia chi gli fa notare che il “suo” Milan sta giocando contro l’Atalanta e non contro uno dei top club europei: Tiziano Crudeli vede i rossoneri segnare e vincere e, semplicemente, si esalta. Il secco 3-0 con cui gli uomini di Massimiliano Allegri hanno inaugurato il 2014 è il miglior regalo che l’Epifania poteva portare in dono al telecronista che non si lascia sfuggire l’occasione di festeggiare la centesima rete in rossnero di “Riccardino” Kakà.

 

Clamoroso! Antonio Di Natale dà l’addio al campo da calcio!

Antonio_Di_Natale_tuttacronacaQualche mese fa ha firmato un contratto valido fino a giugno 2015 ma ora il frontman dell’Udinese, Antonio Di Natale, annuncia che appenderà le scarpette al chiodo con un anno di anticipo. Purtroppo non realizzerà il sogno di vedere i friulani in Europa prima del suo addio: la squadra di cui è capitano, infatti, viaggia al 13° posto nella classifica della serie A, con 20 punti in 18 partite.

Dispiace iniziare il 2014 con questa sconfitta – ha detto Totò Di Natale al termine della sconfitta rimediata oggi in casa contro il Verona – , nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa in più degli avversari. Mancano i miei gol? Fa piacere che inizino a segnare anche altri calciatori, ho 36 anni e non fa bene nemmeno all’Udinese. Vedremo a giugno. Attaccato ingiustamente in questi mesi? Sono qui da dieci anni e sto bene con la mia famiglia, ma devo pensare anche all’Udinese e ai tifosi che meritano di lasciarsi alle spalle questo periodo. Ho fatto più gol delle cene che ho fatto con mia moglie. Già ho preso la mia decisione, ne ho parlato con il mio procuratore e la mia famiglia. A giugno smetterò di giocare.

Totò ha quindi deciso che i prossimi cinque mesi saranno gli ultimi da calciatore, non tanto per aver cambiato idea rispetto ai programmi iniziali ma per la presa di consapevolezza di non avere probabilmente le forze fisiche e mentali per sorreggere un altro campionato. Un estremo segno di umiltà, dunque, il suo. Ma non dirà addio alla società: è pronto infatti un incarico dirigenziale che lo vedrà al centro di un progetto dedicato principalmente ai giovani.

Il video inedito dei Nirvana… The man who sold the world!

nirvana-tuttacronaca-video-inedito-

Chi l’avrebbe mai potuto immaginare che ci potessero essere ancora video inediti dei Nirvana? Eppure più di 20 anni fa, nel concerto dei Nirvana a Los Angeles il 30 dicembre del 1993, quello che si tenne pochi mesi prima del suicidio di Kurt Cobain, c’era anche  il regista di documentari Dave Markey che ha ripreso l’evento e solo distanza di decenni ha deciso di caricarlo su YouTube scrivendo “Vent’anni fa ero sul palco con Kurt Cobain a filmare l’ultimo concerto che avrei visto della band”  e poi nel commento del video aggiunge “Un gruppo con cui ho lavorato e seguito in tour. Una band che tutto il mondo adora. Sono felice di aver documentato questo show come quelli di quando ancora non erano famosi prima del 1991”. Nel video completo i Nirvana si esibiscono in “Jesus don’t want me for a sunbeam”, “The man who sold the world” e “All apologies”.

Un regalo per tutti i fans della band!

Tenta la rapina in un convento, ma viene fermato dalle suore

suore_genova-ladro-tuttacronaca

Uno spagnolo di 52 anni ha tentato di rapinare un convento di Genova,  nel quartiere Castelletto, ma è stato inseguito e fermato dalle suore, aiutate anche da alcuni passanti. L’uomo aveva aperto un cassetto di un ufficio del convento e  rubato circa 1000 euro in contanti. Nella fuga, ha anche travolto una cuoca che lavorava nella struttura. La donna, una 50enne, è caduta e si è fratturata una spalla. La prognosi per la cuoca è di 30 giorni.

 

La Roma batte tutti: Rajda Nainggolan è giallorosso!

nainggolan_tuttacronacaLa Roma si consola dalla batosta incassata allo Juventus Stadium piazzando un gran colpo sul mercato che beffa il Napoli: Rajda Nainggolan è un giallorosso.  La firma con il centrocampista belga è arrivata intorno alle 20, dopo l’ok di Cellino da Miami. Sul tavolo, un contratto di 4 anni e mezzo a 1,6 milioni a stagione più bonus. Le casse del Cagliari hanno di che gioire: tre milioni per il prestito fino a giugno più 6,5 per la comproprietà a giugno la maxi offerta di Sabatini che nella notte di domenica ha bruciato le avances di De Laurentiis dopo essere arrivato a Milano da Torino a Milano. Sono bastate un paio d’ore per trovare l’accordo col ds sardo Salerno. Decisiva anche la volontà del giocatore che ha sempre preferito i giallorossi al Napoli. Ora il nuovo arrivo in casa giallorossa si recherà a Roma domani per sostenere le visite mediche e mettersi a disposizione di Garcia nella sfida di domenica col Genoa.

La Lazio festeggia il ritorno di Reja battendo l’Inter!

lazio-inter-tuttacronacaLa diciottesima giornata di Serie A si chiude con il posticipo Lazio-Inter. I nerazzurri non battono la Lazio dal 2 maggio 2010 e non sarà facile neppure questa volta, visto che il ritorno di Reja garantisce entusiasmo e motivazione ai biancocelesti, in crisi in campionato. Il nuovo-vecchio allenatore rilancerà Dias nel cuore della difesa accanto a Biava, punterà su Ledesma nel cuore del centrocampo, sistemerà Hernanes dietro Klose. Mazzarri, in attesa di novità dal mercato, non cambia registro: Palacio unica punta e centrocampisti (soprattutto Alvarez e Guarin) con licenza di attaccare. L’Inter arriva gasata dalla vittoria del derby e con tanti giocatori sempre utilizzati finora che avranno riposato in queste vacanze natalizie e intenzionati a non perdere punti rispetto alla Fiorentina. Nonostantele premesse, però, nei primi 45′ le due formazioni fanno mancare le emozioni, con la Lazio che conduce il gioco e  l’Inter più chiusa in difesa e pronta a ripartire in contropiede. Nessuna azione realmente pericolosa da segnalare da entrambe le parti. Bisogna attendere il 37′ della ripresa perchè la Lazio abbia la prima vera occasione di andare in gol e non se la lascia sfuggire: Cavanda salta agilmente Nagatomo, appoggia su Candreva che crossa nel mezzo dove Klose prende il tempo a Ranocchia e incrocia al volo trafiggendo Handanovic. 1-o!

La vittoria, sofferta, per una rete a zero dà il bentornato a Reja: la Lazio conquista tre punti al termine di un match che chiude la diciottesima giornata di serie A ma che è stato decisamente brutto, con molti errori da parte di entrambe le squadre. Si salvano Candreva, autore di una prova sufficiente, e Klose, per il suo grande gol. Per il resto nessuna occasione e molti passaggi sbagliati da ambo i lati

Ma quali calze! A Torino si appendono gli slip verdi! La manifestazione Pd

protesta-mutande-verdi-tuttacronacaSe l’Epifania si porta via tutte le feste… perchè la Befana non fa un po’ di spazio e trascina con sè anche Roberto Cota? E’ questo il ragionamento di una cinquantina di militanti del Pd. Niente calze appese però: solo sacchi di carbone e tanti slip, che ricordano gli acquisti del governatore leghista, tutti appesi davanti al Palazzo della Regione per chiedere ancora una volta le dimissioni di governatore Roberto Cota.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il giocatore bianconero… dai piedi imbattibili e il cuore tenero!

bonucci-juve-tuttacronacaLa Juve ha distrutto l’imbattibilità della Roma infliggendo ben tre gol agli uomini di Garcia e ora Conte ha concesso un giorno di riposo al gruppo, con la ripresa che è prevista domani mattina a Vinovo. Bonucci, sul suo sito, ha scritto: “Sono felicissimo per la vittoria e per il mio goal, la dedica è per mia moglie, in attesa del nostro secondo figlio. Questa partita ha confermato che la Juve è la squadra più forte del campionato al momento, ma la stagione é ancora lunga. Pensare al vantaggio di 8 punti è come guidare la macchina guardando lo specchietto retrovisore: un buon pilota guarda sempre avanti, il nostro obiettivo è allungare a +9”. Sorride anche Claudio Marchisio: “Che vittoria ieri sera! Gruppo che cresce e non smette mai di avere fame!”.

La visita del segretario all’ex segretario “lo aspetto per tornare a litigare”

Matteo-Renzi-tuttacronaca-bersani-ospedale

Ieri nel giorno della preoccupazione e nelle ore d’ansia per Pier Luigi Bersani, il sindaco di Firenze e segretario del Pd Matteo Renzi si era limitato a un messaggio via Twitter. Oggi, dopo l’operazione, Renzi ha deciso di far visita alla famiglia dell’ex sottosegretario. Il sindaco di Firenze ha incontrato la moglie di Bersani, Daniela Ferrari, e le figlie Elisa e Margherita. “Porto l’abbraccio di tutto il Pd”, ha detto Renzi, che ha aggiunto: “Siamo felici che la situazione in miglioramento, io sono venuto qua per un saluto e un abbraccio e a dire che siamo tutti con Bersani”.

Renzi ha detto ai giornalisti dopo la visita a Parma: “Aspetto Pierluigi per tornare a discutere, anche a litigare, l’importante è che lui, che è bello tosto, sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile. Ho portato l’abbraccio di tutta la comunità del Pd, e anche personale, alla signora Daniela, alle figlie Elisa e Margherita, ovviamente non ho potuto parlare con Pier Luigi che è in rianimazione”.

Riferendosi al post apparso sul blog di Beppe Grillo, il sindaco di Firenze ha poi aggiunto: “E’ bello l’affetto nei confronti di Bersani, finalmente oggi ho sentito parole belle da tutti gli schieramenti, nessuno escluso”.

Renzi ha poi detto: “La situazione, come hanno detto i medici, è in miglioramento, certo ci sarà da aspettare ancora ma siamo ansiosi di trovarlo presto in forma a Roma a far sentire la sua voce. Bersani, con i suoi valori e la sua forza sarà in grado di farsi sentire e di portare avanti la sue idee”.

Il segretario del Pd si è detto ovviamente molto colpito da quanto accaduto a Bersani, ”un fatto grave che è stato curato in tempo grazie alla saggezza della famiglia e alla bravura dei medici di Piacenza e di Parma”.

Il mistero di Tutankhamon…. e quell’insolito particolare!

Tutankhamon-tuttacronaca-pene-eretto

Tante leggende e molti misteri sulla sepoltura di Tutankhamon che a poco a poco però stanno dando delle risposte sorprendenti. Il faraone fanciullo infatti fu mummificato con il pene in erezione di 90 gradi nel tentativo di combattere una rivoluzione religiosa. Questa sarebbe l’ultima rivelazione pubblicata sulla rivista “Études et Travaux” dall’egittologa Salima Ikram, professoressa presso l’Università americana del Cairo.

 

Il pilota di linea costretto da un Ufo a una manovra d’emergenza!

ufo-tuttacronacaSta facendo il giro del mondo in questi giorni la storia di un capitano d’aviazione di linea inglese, anonimo, che nessuno può smentire e che lui non si rimangia. Racconta che, il 13 luglio 2013, alle 18 e 35 vicino a Heathrow, Inghilterra, un oggetto a forma ovale, color argento, splendente e velocissimo, sarebbe entrato in rotta di collisione con il suo Airbus. Per evitarlo, il Capitano racconta di aver eseguito una manovra di emergenza portando l’aeroplano in picchiata per qualche attimo, tempo sufficiente ad evitare l’impatto. Con un oggetto che giura di aver visto e aver rilevato come minaccia per il velivolo, ma che nessuno strumento a terra ha rilevato. Ecco come parla Repubblica dell’accaduto:

L’Airbus A320 volava a 34000 piedi sulla zona del Berkshire, non lontano dall’aeroporto principale di Londra. Subito dopo l’incidente il Capitano racconta di aver avvisato i controllori di volo e controllato gli strumenti dell’aereo. Ma da nessuno dei due elementi di controllo risultava nulla. Sul Telegraph la vicenda viene descritta come una “apparizione improvvisa di un oggetto dalla forma allunga, a sigaro, tendente all’ovale, color argento brillante”, diretto a velocità sostenuta verso l’aeromobile. La mancanza di tempo per intraprendere una manovra di allontanamento avrebbe indotto il Capitano a entrare in picchiata, con l’oggetto che a quel punto sarebbe passato a poca distanza dall’Airbus, con l’impatto evitato per il rotto della cuffia. Le indagini su quanto accaduto per ora non hanno prodotto conferme. Rimane da verificare se nella scatola nera ci sia qualcosa che aiuti a fare luce sul presunto incontro ravvicinato. In grado di terrorizzare un capitano e di indurlo a una manovra azzardata per contrastare una minaccia di impatto.

Fare luce sì, ma come? Secondo i radar militari e la Airprox Board, l’ente che indaga sugli incidenti di volo in Inghilterra, non c’erano altri velivoli in prossimità dell’Airbus al momento del fatto. La stessa autorità nega che possa essersi trattato di palloni meteo o giocattoli. Ufficialmente insomma in aria nei pressi dell’aereo non c’era nulla: “Non è stato possibile determinare le cause dell’avvistamento”, conclude il rapporto. Il dottor David Clarke, consulente per gli oggetti volanti non identificati per i National Archives inglesi, ha un’idea chiara: “E’ un avvistamento interessante perché è chiaro e dettagliato. I piloti non scrivono rapporti per nulla, è certamente successo qualcosa”. Ma in Inghilterra, il ministero della Difesa ha chiuso il suo ufficio dedicato agli Ufo nel 2009, per il “calo di avvistamenti”. E anche per questo, in mancanza di altri elementi la storia del pilota dopo essere diventata virale su siti e giornali del mondo, sembra proprio destinata a finire nel cassetto dei parecchi casi di avvistamento in volo, rimasti insoluti e poi facilmente dimenticati. Difficilmente però, da chi li racconta in prima persona.

L’auto che “tenta” di entrare in vetrina a Napoli

auto-frette-napoli-tuttacronacaIncidente a Napoli, in via dei Mille, all’interno della Ztl, dove un automobilista ha perso il controllo della sua vettura finendo per schiantarsi contro la vetrina del negozio Frette. Sul posto, agenti della Polizia Municipale e carabinieri mentre s’indaga per accertare la dinamica dell’incidente. La strada è delimitata da dissuasori che sono rimasti in piedi. Il conducente dell’auto è rimasto illeso ma ha provocato ingenti danni sia al negozio sia alla struttura muraria che incornicia le vetrine. L’incidente si è verificato poco dopo le 14,30.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Presepe va in corto… e prende fuoco un condominio!

presepe-tuttacronacaUltimo giorno di feste e la tentazione di accendere le luci del Presepe è forte. E sembra proprio che un cortocircuito partito dalla rappresentazione con le statuine della Natività sia la causa di un incendio che, in mattinata, ha colpito un’abitazione nella prima periferia di Belluno, in via Feltre, dove due appartamenti sono stati gravemente danneggiati. Dei quattro abitanti, in tre sono stati portati in ospedale in seguito all’intossicazione da fumo. Si tratta di un’anziana di 83 anni, un uomo di 56 e un giovane di 22, attualmente in osservazione al pronto soccorso del San Martino. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia e un’ambulanza inviata dal Suem.

Nel Napoletano si tingono di rosso i Regi Lagni

acque-rosse-tuttacronacaA Marigliano, in provincia di Napoli, i Regi Lagni, l’antico canale borbonico di ponte Lagnola si è tinto di rosso a causa delle vernici mentre l’aria attorno è diventata irrespirabile. Sono stati i residenti a lanciare l’allarme che ha fatto sì che i carabinieri intervenissero immediatamente effettuando attenti controlli. E’ stata allertata anche l’Arpac e sul posto sono giunti il corpo di guardia forestale e le guardie ecologiche del Gre, coordinate da Michelangelo Mocerino. I controlli sono scattati per risalire alla causa che ha determinato quella strana colorazione delle acque e, a seguito del sopralluogo, è stato scoperto che il liquido rosso proveniva da un collettore industriale collegato abusivamente al lagno. I sospetti ricadono su un’azienda che si trova a poche centinaia di metri dal canale che attraversa le campagne della frazione Lausdomini. Una situazione veramente allarmante che ha fatto scattare lo stato di emergenza in una zona assediata quotidianamente dagli sversamenti abusivi. Ora si attendono i risultati dell’Arpac e delle indagini dei carabinieri.

Il campus è di corallo

Centro internazionale di alloggi per l'Osservatorio oceanologico di Banyuls-sur-Mer-tuttacronaca-francia

L’edificio progettato dall’Atelier Fernandez e Serres per ospitare  il Centro internazionale di alloggi per l’Osservatorio oceanologico di Banyuls-sur-Mer, in Francia, è caratterizzato da particolari ‘maglie’ di calcestruzzo colorato che simulano la forma del corallo. Le “maglie” fanno filtrare la luce e, allo stesso tempo, conservano l’intimità di chi è all’interno dell’edificio. La struttura di sei piani, composta da 74 stanze, è stata costruita per ospitare scienziati e studenti provenienti da tutto il mondo durante le missioni di ricerca. Oltre ai laboratori, c’è anche un ristorante al secondo piano con vista sul mare. L’edificio era uno dei 14 progetti finalisti per gli “AR+D Awards for Emerging Architecture 2013”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Catania ospita il Bologna e conquista la vittoria

catania-bologna-tuttacronacaAl Massimino l’arbitro Orsato dirige una partita che è calda per quel che riguarda la sfida salvezza. Il Catania è il fanalino di coda della classifica ma ha di certo avuto tempo e modo per rinserrare le fila durante la pausa natalizia. Gli ospiti hanno invece salvato Pioli dall’esonero pre natalizio grazie alla vittoria sul Genoa nello scorso turno ma non sono di certo tranquilli e sanno che in questa 18a giornata si giocano molto. De Canio schiera subito dall’inizio Lodi, appena tornato in prestito dal Genoa. Davanti spazio al tridente Castro-Bergessio-Barrientos. Dall’altra parte Pioli, che deve fare a meno dello squalificato Diamanti, schiera il tandem offensivo Moscardelli-Cristaldo. I padroni di casa passano in vantaggio al 23′ grazie a una punizione dalla trequarti battuta da Lodi: sbuca Bergessio che, in posizione dubbia, di testa supera Curci. 1-0 e vantaggio meritato dei padroni di casa al termine del primo tempo durante il qualeiIl Bologna, senza Diamanti,non è stato in grado di creare pericoli alla retroguardia siciliana. Al 20′ della ripresa agitazione in area: cross di Peruzzi, Morleo tocca con la mano e Orsato assegna un rigore ai padroni di casa: il Catania raddoppia grazie a Lodi che dal dischetto non sbaglia. 2-0! Bella vittoria per gli uomini di mister De Canio che inaugurano il 2014 conquistando tre punti importantissimi.

Il Milan inaugura l’anno nuovo nel migliore dei modi! 3-0 contro l’Atalanta

milan-kakà-tuttacronacaAl Giuseppe Meazza l’arbitro Peruzzo dirige la sfida della 18a giornata di Campionato che vede i rossoneri ospitare gli uomini di Colantuono e ci si domanda se la sosta abbia influito positivamente sul gruppo di Allegri o se non abbia piuttosto contribuito ad aumentare la tensione. Forse, per i meneghini, la chiave si trova nel non pensare alla passata stagione quando i bergamaschi espugnarono San Siro grazie alla rete di Cigarini. Nel Milan fuori Montolivo per infortunio, Balotelli parte dalla panchina. In attacco Robinho e Kakà dietro a Matri, unica punta. In mediana De Jong è affiancato da Cristante e Nocerino. Mexes titolae in difesa al posto di Bonera con Honda in tribuna affianco a Galliani. NellAtalanta esordio in difesa per Benalouane. Al 35′ i rossoneri sbloccano il risultato e si portano in vantaggio grazie a una bella ripartenza dopo un corner dell’Atalanta con Emanuelson. Dopo una grande fuga solitaria, serve in profondità Kakà, solo davanti a Consigli in posizione defilata, il brasiliano prende la mira e batte l’estremo difensore bergamasco siglando così il suo 100º gol in maglia rossonera. 1-0! Il primo tempo termina su questo risultato con l’Atalanta che ha sofferto molto senza riuscire mai a rendersi pericolosa. Ottima prestazione di Cristante che ha anche colpito una traversa in avvio di match. Al 20′ della ripresa allunga le distanze il Milan: Balotelli dalla destra mette in mezzo per Robinho che non controlla bene ma la palla finisce tra i piedi di Kakà che col sinistro batte Consigli da distanza ravvicinata. 2-0! Soli due minuti di gioco e Cristante lascia partire un destro ad incrociare dal limite che tocca il palo per poi infilarsi in rete battendo imparabilmente Consigli. 3-0! Un match da dimenticaper per gli uomini di Colantuono, che si sono visti in campo solo per i primi 20′ della ripresa. Per il resto il Milan è entrato nell’anno nuovo con una splendida vittoria tonda e i festeggiamenti per il 100° gol di Kakà.

Udinese irriconoscibile: il Verona vince e Toni brilla!

udinese-verona-tuttacronacaE’ l’arbitro Cervallera a dirigere, allo stadio Friuli, il match della diciottesima giornata di Serie A che vede fronteggiarsi la squadra di Guidolin e l’Hellas Verona, la neopromossa di lusso, considerata la buonissima posizione in classifica a ridosso delle coppe europee e reduce dal poker rifilato alla Lazio nell’ultimo match del 2013. L’Udinese è nel gruppo di squadre a 20 punti e vorrà distaccarsi anche grazie ai gol del suo capitano Di Natale a secco da fine ottobre. E’ proprio la neopromossa a portarsi per prima in vantaggio grazie a uno dei suoi diamanti, il semprepresente Luca Toni. Errore di basta a centrocampo, pallone per Toni che in corsa, conclude dal limite con un destro su cui Brkic pasticcia. 0-1! Non soddisfatto, il numero 9 sigla la doppietta al 39 grazie a un perfetto passaggio di Romulo: sul filo del fuorigioco, in posizione dubbia, anticipa Brkic in uscita e raddoppia. 0-2! Al 43′ l’Udinese accorcia le distanze con una rete di Pereyra dopo un controllo e tiro al volo di destro: 1-2! Il primo tempo, emozionante e vibrante, termina su questo risultato. Nella ripresa, al ’25, anche Iturbe mette la sua firma al match: Danilo perde palla a centrocampo lasciando che il numero 15 s’involi verso Brkic, entri in area e di sinistro appoggia in rete. 1-3! Bella vittoria dei veneti grazie anche uno splendido Toni che brilla di luce propria. L’Udinese è ormai irriconoscibile rispetto alla squadra degli anni precedenti. Per quel che riguarda il Verona, la squadra costruita da Mandorlini continua a dimostrarsi la più bella sorpresa del campionato in corso.

Il Parma trionfa sul Torino!

parma-torino-tuttacronacaIl Parma, in questa diciottesima giornata di campionato, la prima dopo la pausa natalizia, ospita al Tardini il Torino di Ventura. I granata non smettono di sorprendere e arrivano da tre vittorie consecutive in dicembre. Situazione diversa per i padroni di casa che si presentano con cinque pareggi nelle ultime sei partite e potrebbero accorciare proprio sui granata essendo a meno cinque punti in classifica. Donadoni che lascia in panchina Cassano preferendo come partner d’attacco di Sansone, il brasiliano Amauri. Dall’altra parte Ventura non cambia modulo e conferma il trio di centrocampo Basha-Vives-Farnerud a sostegno di Immobile e Cerci. Il Toro passa in vantaggio già al 21′ grazie a una rete di Immobile: cross perfetto di Darmian dalla destra che taglia tutta l’area pescando in area il numero 9 che in scivolata insacca. 0-1! Il pareggio degli uomini di Donadoni arriva al 34′: Cassani s’invola sulla destra e, dopo aver fatto sedere Maksimovic, mette in mezzo dove Marchionni con il destro al volo supera Padelli. Ma il Parma sembra non accontentarsi di questo risultato e al 45′ arriva al raddoppio grazie a un formidabile gol di Lucarelli che da corner in taglio sul primo palo supera con un colpo di tacco Padelli. 2-1! Su questo risultato le squadre tornano agli spogliatoi dopo un emozionante primo tempo. Al 26′ della ripresa il Parma ipoteca la vittoria grazie ad Amauri che con maestria difende il pallone in area su pressione di Glik e, una volta superato il difensore polacco, insacca con il sinistro. 3-1! Il match finisce con una bella vittoria per gli uomini di Donadoni con  Amauri che ha trovato il primo gol in questa stagione.

Inizia bene il 2014 del Genoa: batte il Sassuolo 2-0

genoa-sassuolo-tuttacronacaIl Sassuolo torna per la seconda volta al Ferraris: in precedenza, in occasione dell’undicesimo turno, aveva sconfitto la Sampdoria per 4-3. La matricola del Campionato, guidata da Di Francesco, si trova però oggi ad affrontare il Genoa che, da quando Gasperini ha fatto ritorno in panchina, non ha mai deluso i tifosi in casa. Si tratta quindi di una sfida chiave per capire le ambizioni di entrambre le compagini con il Genoa ai margini della zona europea e il Sassuolo invischiato nella lotta per non retrocedere. Al 27′ arriva un lancio di Matuzalem per Antonelli, che in area cerca di colpire di testa ma viene spinto da Gazzola. Rocchi non ha dubbi e concede la massima punizione che Gilardino realizza. 1-0! Al 45′ arriva il raddoppio dei padroni di casa: Konatè crossa lungo dalla destra, trovando sul secondo palo libero Bertolacci che insacca senza problemi. 2-0! Il primo tempo termina con il Genoa meritatamente in vantaggio su un Sassuolo poco organizzato e mai pericoloso. Nonostante non ci siano reti nella ripresa, i padroni di casa lottano per tutta la ripresa alla ricerca della terza rete. Gasperini può festeggiare l’inizio del nuovo anno!

Gli aggiornamenti su Schumi: condizioni “stabili ma sempre critiche”

Michael-Schumacher-condizioni-di-salute-tuttacronacaIl nuovo comunicato dell’ospedale di Grenoble, dov’è ricoverato l’ex pilota Michael Schumacher, ancora in coma indotto, recita: “La privacy del paziente esige che non vengano dati dettagli sul suo trattamento ed è per questo che non prevediamo di tenere conferenze stampa né di diffondere comunicati scritti. Chiediamo di rispettare il segreto medico e di attenersi solo alle informazioni date dal nostro staff o dal suo management”. Le condizioni di Schumi, è stato reso noto, restano stabili ma sempre critiche. Nel frattempo la procura e i gendarmi che indagano sull’incidente sciistico occorso al sette volte iridato hanno fatto sapere che terranno una conferenza stampa mercoledì alle 11, al palazzo di giustizia di Albertville, nelle Alpi francesi. E’ stato il procuratore Patrick Quincy, citato da diversi media transalpini, a darne l’annuncio. La conferenza stampa, ha spiegato, fornirà aggiornamenti sull’avanzamento delle indagini per ricostruire la dinamica della caduta. Il procuratore, nativo della Repubblica del Congo dove ha vissuto per 20 anni,  ha lavorato come pubblico ministero per oltre 28 anni, sei anni dei quali trascorsi sull’isola francese d’oltremare della Riunione. Ad Albertville ha lavorato dal 2009 come procuratore. A “Le Dauphiné Libéré” Quincy ha dichiarato: “Sono testardo, perseguirò il mio obiettivo fino alla fine”.

Il figlio di Madonna tra amici e bottiglie… scatta la polemica per la foto di Rocco!

rocco-madonna-foto-instagram-tuttacronaca

La pop star corre ai ripari dopo che la foto del figlio che lei stessa ha postato sul suo profilo Instagram ha sollevato polemiche e commenti negativi. Madonna infatti nei giorni scorsi aveva pubblicato la foto di Rocco tra amici e bottiglie e ora spiega:

“Nessuno ha bevuto, ci siamo solo divertiti! Calmatevi e abbiate un po’ di senso dell’umorismo!  Non iniziate l’anno con i vostri giudizi”.

Bsterà per placare gli animi?

Befana di provocazione… in divieto di sosta a Roma!

divieto-di-sosta-roma-tuttacronaca
A pochi passi da Piazza Navona oggi c’è stato chi ha voluto festeggiare la Befana con una provocazione attaccando un cartello su un’auto:
“Sono in divieto di sosta… Ma non mi interessa nulla. So che nessuno mi multerà mai. Siamo a Roma!”
Una sfida per i vigili urbani dopo che negli ultimi giorni erano imperversate sul web varie ipotesi per multare i cittadini. Il comandante dei vigili di Roma Raffaele Clemente, poco dopo al sua nomina, aveva promesso la soluzione delle video-multe prendendo in considerazione anche le segnalazioni via-Twitetr inviate dai cittadini, innescando diverse polemiche.  L’auto con il cartello è stata presa di mira ai turisti che l’hanno fotografata e poi postata sul web.

Questo slideshow richiede JavaScript.

C’è pupazzo e pupazzo di neve… poi c’è lo squalo!

new brighton-minnesota-squalo-di-neve-tuttacronaca

C’è pupazzo e pupazzo di neve e davvero non ci stupiamo più di nulla dopo aver visto migliaia di foto divertenti. Quando iniziano i fiocchi la creatività si mette al lavoro e spesso genera vere e proprie forme d’arte, di divertimento e di passatempo. Quello che però non ci si aspetterebbe di vedere è uno squalo di neve alto quasi 5 metri in un cortile a New Brighton, nel Minnesota. Naturalmente l’attrazione è stata presa d’assalto da alcuni ragazzi che hanno “cavalcato” lo squalo di neve!

Niente regionali in Sardegna per il M5S: il gruppo non è pronto!

movimento-5-stelle_tuttacronacaIl tempo è scaduto: i simboli per le elezioni regionali in Sardegna, che si terranno il prossimo 16 febbraio, vanno depositati oggi e il Movimento Cinque Stelle non è pronto. Dopo accese discussioni all’interno del movimento in Sardegna, e con Casaleggio e Grillo che non hanno concesso l’uso del simbolo, il gruppo non è riuscito a trovare una soluzione e non parteciperà alle regionali. La notizia viene ufficializzata dalla deputata sarda Emanuela Corda sulla pagina Facebook “Amici di Beppe Grillo in Sardegna”. “Il nostro tempo è scaduto e bisogna farsene una ragione – scrive -. Noi non presenteremo alcuna lista, perché non siamo ancora pronti per farlo”.

A Napoli tutti pazzi per Mertens! Una doppietta per battere la Samp

napoli-samp-tuttacronacaE’ il quasi quarantenne livornese Luca Banti, alla centotrentunesima direzione in Serie A, l’arbitro del lunch match di questa 18a giornata di campionato che vede il Napoli ospitare al San Paolo la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic. Entrambe le squadre puntano ad allungare le rispettive strisce di imbattibilità a 5 e 6 gare consecutive ma non solo. Per gli uomini di Benitez, infatti, è anche l’occasione per accorciare le distanze dalla Roma. Benitez schiera in campo Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere; Inler, Dzemaili; Mertens, Callejon, Insigne; Higuain. Risponde la Samp con Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini; Palombo, Obiang; Gabbiadini, Soriano, Krsticic; Eder. Nel primo tempo il Napoli ha avuto tre occasioni gol che però non è riuscito a finalizzare e sbloccare la partita: tutti al riposo sullo zero a zero. La Sampdoria non è rimasta a guardare, e si è resa a sua volta pericolosa in un paio di occasioni con Krsticic prima e con Eder poi. Il Napoli riesce a portarsi in vantaggio nella ripresa, dopo soli 8 minuti di gioco. Splendido cross di Higuain dalla destra, ribadito in rete da un destro al volo di Mertens: 1-0!

Al 17′ arriva il raddoppio dei partenopei: ancora Mertens che trasforma in maniera magistrale un calcio di punizione dal limite, palla che scavalca la barriera e non lascia scampo a Rafael. 2-0!

Banti concede quattro minuti di recupero ma ormai le sorti dell’incontro sono chiare: il Napoli vince e si avvicina alla Roma in classifica. Buona prova anche della Sampdoria, che ha giocato con coraggio, sfortunatissima in occasione della traversa di Gabbiadini e del doppio palo di Sansone.

Matteo Renzi atteso in ospedale da Bersani

bersani-tuttacronaca

Renzi ha annullato i suoi impegni e in giornata è atteso in ospedale a Parma, dove è ricoverato Pier Luigi Bersani. Intanto Enrico Letta ha parlato questa mattina con la moglie dell’ex segretario del Pd  per avere conferma del miglioramento, esprimendo a lei e la famiglia conforto e l’intenzione di andarlo a trovare quando uscirà dalla terapia intensiva. «Oggi è una bella giornata, il problema di salute di Pier Luigi Bersani è stato affrontato in modo brillante. Ci stringiamo a lui con tutto l’affetto che siamo in grado di trasmettergli», ha spiegato il presidente del Pd Gianni Cuperlo lasciando l’ospedale.

Attenzione! Granchi in fuga… sull’Isola di Natale!

fuga-granchi-tuttacronacaSi chiama “Christmas Island” ed è una piccola isola australiana che sorge dall’Oceano Indiano. L’Isola di Natale, oltre al nome particolare, ha anche una caratteristica curiosa: in alcuni periodi dell’anno viene ricoperta da una marea rossa formata da tanti piccoli granchi. E’ stato un utente di Reddit a documentare fotograficamente la loro migrazione. Scatti che ha poi postato in rete. Come spiega l’Huffington Post, dalle foreste alle coste, i granchi rossi si spostano in massa, partendo da diversi punti dell’isola. L’invasione è “sincronizzata”: case e strade si riempiono, senza creare alcun disturbo alla popolazione. Gli abitanti dell’isola considerano, infatti, una cosa perfettamente normale “cedere il posto” a questi animali. E sono disposti anche ad aiutarli: sulle strade non è raro trovare dei cartelli che invitano gli automobilisti a fare attenzione: “Vai piano, granchi sulla strada”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo strano caso di Caselle… ormai si parla di triplice omicidio!

omicidio-di-caselle-torinese-tuttacronaca

Dall’incidente, all’omicidio-suicidio, all’omicidio questa la strana evoluzione del caso di caselle nel Torinese, dove, intorno all’ora di pranzo del 5 gennaio, è stata uccisa una coppia di coniugi e la madre di uno dei due. L’arma del delitto, una lama che avrebbe ucciso i tre non è stata trovata, mentre il figlio della coppia di coniugi che aveva dato l’allarme, il 29enne Maurizio Allione, è stato denunciato dopo che nella sua abitazione è stata trovata della marijuana. Ora si indaga anche sugli operai che avevano fatto la ristrutturazione della casa. 

 Ieri notte gli investigatori hanno a lungo e ripetutamente ascoltato il figlio dei coniugi uccisi, Maurizio Allione, 26 nni, la sua fidanzata e l’amico cui il giovane aveva telefonato chiedendogli di andare a casa dei suoi genitori.

Sulla Stampa la ricostruzione dei fatti:

A dare l’allarme è stato proprio Maurizio, che ha telefonato a Rita Fornelli, una vicina di casa, una delle poche persone di Caselle che i genitori frequentavano. «Sono in Valle d’Aosta per una vacanza e da due giorni non riesco a mettermi in contatto con mamma e papà». Ma Rita aveva già notato qualcosa di insolito: il garage della villetta, contrariamente alle consuetudini, era stato lasciato aperto, e la luce era rimasta accesa. «Gli ho consigliato di rientrare», racconta la donna. Maurizio è rientrato, ma prima ha chiesto a un amico di dare un’occhiata: il ragazzo ha scavalcato il cancello, è passato per la rimessa, è entrato in casa e ha visto.

L’ipotesi di una rapina non viene trascurata anche se lascia perplessi la presenza, nella casetta degli Allione, di due cani, due pastori tedeschi in grado di scoraggiare qualsiasi malintenzionato. Quello che è certo è che l’aggressore voleva uccidere: ha cercato, braccato e attaccato Claudio, Maria Angela ed Emilia con furia e determinazione. Nell’alloggio non c’era sangue, come se qualcuno avesse deciso di pulire tutto. Al punto che, prima che l’esame dei corpi rivelasse i segni della lama, si era pensato a una fuga di monossido di carbonio.

“In tv voglio volti rassicuranti”: Berlusconi decide chi non deve apparire!

santanche-tv-tuttacronacaSarebbe stato Silvio Berlusconi a decidere di bandire i volti “troppo aggressivi” dalla televisione, preferendo facce “rassicuranti” in grado di “non spaventare l’elettorato moderato”. E il leader di Forza Italia avrebbe anche messo a punto la sua “black list”: personalità di Forza Italia che, in questa fase, non sono graditi sul piccolo schermo e nella quale appaiono anche alcuni big del partito e “amici” di casa Arcore: da Daniela Santanchè a Maurizio Gasparri. Secondo Repubblica, la lista nera comprende almeno 12 nomi, di cui finora ne sono noti soltanto sei. Oltre alla pitonessa e a Gasparri, ne fanno parte Alessandra Mussolini, Micaela Biancofiore, Laura Ravetto e Lara Comi. “Quelli li voglio vedere meno nei tg d’ora in poi, quegli altri di più”. L’ordine impartito è: “Entriamo da gennaio in piena campagna elettorale, almeno nei telegiornali di maggiore ascolto voglio volti rassicuranti, poco aggressivi, che non spaventino l’elettorato moderato”. Ma come c’è una lista nera, compare anche una “white list” con i volti graditi nei tg e nei talk show. Tra questi ci sono Mariastella Gelmini, Mara Carfagna, Renata Polverini e il sempre presente Renato Brunetta. Deborah Bergamini, responsabile comunicazione di FI, ha smentito “l’esistenza di una qualsiasi lista di proscrizione”. Eppure – rincara Repubblica – il Cavaliere ha compiuto la sua scelta e l’ha comunicata a molti. Alcuni, a cominciare da Laura Ravetto, non hanno nascosto il loro malumore. Sulla pagina Twitter della Ravetto si legge infatti: “Davvero esistono liste proscrizione nel mio partito su chi deve andare in tv e “avere le pa**e” e’ considerato poco “rassicurante”?”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Respiro di sollievo per la Fiorentina: Rossi non verrà operato

pepito-rossi-tuttacronacaInfortunio rimediato ieri durante la sfida, vinta dalla Fiorentina, contro il Livorno per il viola Pepito Rossi che oggi si è sottoposto ad accertamenti al ginocchio destr. Gli esami hanno evidenziato una lesione di 2° grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro: scongiurato il timore di una rottura del crociato e non sarà quindi necessario l’intervento chirurgico. Ora Rossi volerà negli Usa dal professor Steadman. “Siamo più ottimisti”, ha detto il suo agente Pastorello. La società ha diffuso una nota dopo aver saputo gli esiti: “Nella mattinata di oggi il calciatore Giuseppe Rossi è stato sottoposto a visita ortopedica e accertamenti diagnostici che hanno confermato il trauma distorsivo al ginocchio già precedentemente sottoposto a intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore destro con attuale lesione di 2° grado del legamento collaterale mediale del medesimo arto. Per la corretta valutazione dell’entità del danno e prognosi, sarà eseguita nei prossimi giorni una visita specialistica da parte del prof. Richard Steadman, lo stesso chirurgo che ha eseguito il secondo intervento di ricostruzione del crociato”.

Il dopo Fassina sarà Yoram Gutgeld? Tagli alle pensioni e privatizzazioni!

 Yoram Gutgeld-pensioni-tuttacronaca

Yoram Gutgeld, noto anche come “il guru di Matteo Renzi”, è il nuovo nome emerso nelle ultime ore come quello del possibile sostituto di Stefano Fassina nella carica di vice ministro all’Economia.

Chi è Yoram Gutgelt? Colui che ha dichiarato in un’intervista di novembre:

L'”abbattimento shock da 20 miliardi delle tasse con i proventi delle privatizzazioni di Poste, Ferrovie, Rai, municipalizzate e dei campioni nazionali quotati; rinuncia alla Tav; lotta all’evasione con l’eliminazione del denaro per i pagamenti tra imprese; 4 miliardi di euro dal ricalcolo delle pensioni sopra i 3.500 euro; contratto unico stabile senza articolo 18 per i lavoratori” e ancora “Siamo il primo bancomat d’Europa nella previdenza. Abbiamo una quota spesa pensionistica di circa 50 miliardi non coperta da contributi versati. C’è una quota importante di pensioni inferiori a 1.000 euro che non possono essere toccate. Ce ne sono però anche più alte e c’è una fetta di pensioni superiori ai 3.000 euro cui non corrispondono contributi versati. Pensiamo sia giusto ed equo rivedere queste pensioni in base ai contributi versati, utilizzando magari questi soldi per fare vero welfare, asili nidi, iniziare a lavorare sul welfare al femminile per esempio”.

A lui aveva risposto un pensionato che era intervenuto nella trasmissione di Santoro, “Servizio Pubblico”:

“Egregio Gutgeld, io sono d’accordo quasi totalmente con quello che dice, ma ciò che dice non è la posizione di Renzi e/o del PD. Infatti l’intervento che stanno facendo sulla de-indicizzazione e sui prelievi di solidarietà prescinde dalla verifica contributiva che invece lei caldeggia. Questo manterrà, nell’ambito delle pensioni “d’oro” la discriminazione tra chi ha una pensione alta per regali vari ricevuti (solitamente dallo Stato) e chi ha una pensione alta avendo versato molti contributi. Qualcosa non va…”

 

Impossibile far salire in barella un’obesa: i sanitari chiamano i pompieri

donna-obesa-pompieri-tuttacronacaA Osimo, in provincia di Ancona, attorno alle 5.30 di ieri una donna anziana è caduta in casa. I parenti, temendo che la donna, una 77enne che pesa quasi 110 kg, avesse riportato una frattura agli arti inferiori, hanno chiamato il 118 ma l’equipaggio dell’ambulanza era composto solo da un autista e da un’infermiera che non sono riusciti in alcun modo a far salire l’anziana sulla barella per trasporla a Torrette: proprio a causa del peso della donna, infatti, è stato loro impossibile sollevarla per adagiarla sulla barella e farla scendere per le scale al piano terra. A quel punto ci si è quindi rivolti ai vigili del fuoco che hanno aiutato prima a sistemare la pensionata sulla barella e poi a trasportare la lettiga fuori dalla casa e caricarla in ambulanza.

La Merkel si rompe il bacino sciando!

merkel-sci-rottura-bacino-tuttacronaca

La cancelliera Angela Merkel ha riportato una frattura dell’anello pelvico, mentre sciava durante le vacanze di Natale in Engadina ed i medici le hanno consigliato tre settimane di riposo. Lo ha reso noto il portavoce del governo, Steffen Seibert. Il portavoce Seibert ha precisato che la cancelliera si è fatta male mentre faceva sci di fondo e procedeva “lentamente”. Nella caduta si è provocata una contusione alla parte sinistra della schiena. Successivamente, ha precisato, i medici hanno specificato che si tratta in realtà di una “infrazione” termine tecnico che ha spiegato con una “frattura meno grave”.

I medici le hanno pertanto, questo scorso venerdì, suggerito di stare il più possibile sdraiata per tre settimane, ciò non vuol dire comunque, ha sottolineato, che la cancelliera non espleterà le sue funzioni di capo del governo. Infatti sarà lei a presiedere il prossimo Consiglio dei ministri, ha precisato.

L’incidente è avvenuto “durante le ferie di Natale”, ha aggiunto Seibert precisando che la cancelliera è rientrata dalle vacanze il 30 dicembre. Rispondendo ad un domanda Seibert ha detto che l’incidente non è stato provocato da persone terze e nessun altro vi è rimasto coinvolto. Tra gli impegni della cancelliera che salteranno una visita mercoledì a Varsavia e un colloquio con il premier del Lussemburgo.

Arriva la busta arancione… così ognuno saprà la sua pensione!

inps-pensioni-tuttacronaca

Sembra che dopo tanti annunci, anche del passato, ormai manchino veramente poche settimane alla cosiddetta “busta arancione” che permetterà a ogni cittadino di sapere con quanto andrà in pensione. Ciascun lavoratore iscritto all’Inps conoscerà così il suo futuro previdenziale e potrà riflettere su come migliorarlo o che decisioni prendere. Il sistema della “busta arancione” è nato in Svezia alla metà degli anni ’90, subito dopo l’introduzione del sistema di calcolo contributivo, ma ora sembra che verrà introdotto anche nel nostro Paese. La primavera scorsa, in particolare, sulla scorta del via libera dell’allora ministro Elsa Fornero, i tecnici dell’Inps avevano messo a punto un servizio, ribattezzato SimPol (Simulazione pensione on line), che altro non era se non la versione elettronica della busta arancione. In pratica, i cittadini, muniti di pin, si sarebbero potuti collegare al sito dell’Istituto e seguendo le istruzioni via via indicate nelle maschere, avrebbero potuto non solo verificare lo stato del loro conto previdenziale — cosa che è già possibile attraverso l’estratto conto — ma determinare in via previsionale sia la data di pensionamento sia l’importo della pensione, sulla base dei contributi versati ma anche sulla scorta di ipotesi relative ai versamenti futuri e, dunque, al proseguimento dell’attività lavorativa. Naturalmente questa sarebbe stata solo una proiezione indicativa-orientativa, ma all’improvviso tutto si bloccò, come troppo spesso accade nella burocrazia italiana. A impedire il decollo furono i timori  sull’impatto dell’operazione in piena campagna elettorale, in primo luogo per quanto riguarda la copertura pensionistica delle fasce giovanili del lavoro precario. Ora, dopo le riserve iniziali sulla capacità degli italiani di avere a che fare con la matematica, anche l’attuale ministro del Welfare, Enrico Giovannini, ha annunciato che il 2014 sarà l’anno della busta arancione. Forse ci si riuscirà!

 

E se gli oggetti non risentissero della forza di gravità?

Sans-titre-5-tuttacronacaSi chiama Cerise Doucède ed è una fotografa francese che si esprime creando situazioni surreali nelle quali immerge i suoi protagonisti.  Cerise inventa set il cui allestimento e la cui costruzione sono a dir poco complessi, e lasciano stupefatti, con una nuvola di oggetti che sembrano non risentire della forza di gravità:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua l’odissea degli italiani bloccati in Messico: arriveranno domani?

italiani-bloccati-messico-tuttacronacaIl Boeing 767 dell’Air Italy-Meridiana che avrebbe dovuto portarli a casa dopo che avevano festeggiato il Capodanno all’estero ha avuto un’avaria e ora sembra che l’odissea di oltre 300 italiani bloccati da sabato sera a Cancun, Messico, e Roatan, Honduras, non debba concludersi mai. La nuova partenza, inizialmente prevista per le 9, è stata spostata a lunedì sera, intorno alle 21. L’arrivo in Italia dovrebbe avvenire martedì mattina. Le autorità messicane hanno ancora negato il via libera per un guasto elettrico. Il giornalista Luca Gialanella, tra i turisti bloccati a Cancun, ha spiegato: “L’esito dell’intervento tecnico di riparazione del guasto elettrico al Boeing ha dato esito negativo e le autorita’ messicane dell’aviazione civile, d’intesa con i tecnici della Boeing e della direzione aeroportuale, hanno quindi negato il via libera. A questo punto, la comitiva verrà portata in Italia con un aereo 767 della Tap, la compagnia di bandiera portoghese: il volo farà tappa prima a Roatan, poi a Cancun, infine Malpensa”.

Anche Beppe Grillo e Umberto Bossi sostengono Pier Luigi Bersani

Pierluigi-BersanituttacronacaAnche Beppe Grillo manda i suoi auguri all’ex segretario del Pd e lo fa con un post pubblicato sul suo blog che termina con un “Bersani, ti aspettiamo, non fare scherzi”. Scrive il leader del M5S: “In fin dei conti, la sua volontà di smacchiare il giaguaro si è avverata”. E ancora: “Oggi tutti, soprattutto i falsi amici, fanno gli auguri di una pronta guarigione a Bersani. È un coro sospetto di personaggi che, in molti casi, devono a lui carriera e successo politico. Bersani ha avuto un pregio, quello di apparire umano, un grande pregio in un mondo di politici artefatti e costruiti a tavolino come dei pupazzi in vendita ai grandi magazzini della politica. In fin dei conti, la sua volontà di smacchiare il giaguaro si è avverata. Credo che abbia sempre saputo che i suoi veri nemici non erano i Cinque Stelle, ma alcuni dei suoi compagni di partito e personaggi delle istituzioni. Bersani, ti aspettiamo, non fare scherzi”. Anche il fondatore della Lega Nord, Umberto Bossi, ha parlato di Bersani durante un colloquio con la stampa: “A pensare a quello che gli è successo mi si stringe il cuore. È un amico. Sono davvero molto dispiaciuto”. E ha aggiunto: “E’ una brava persona. Uno di quelli che conta e che quando parla pesa davvero. Infatti – racconta – lo apprezzano tutti, alleati e rivali. Mi auguro che si rimetta in fretta e spero di poterlo andare a trovare al più presto. Tornerà forte come prima. Pier Luigi è uno di buona pasta e tutti facciamo il tifo per lui”.  Il Senatur ricorda come si siano “visti poco prima di Natale a Montecitorio. Io ero seduto nel cortiletto interno. Bersani mi ha visto e mi ha raggiunto. Ci siamo fatti un sigaro insieme parlando di politica e scambiandoci gli auguri per le feste. Erano i giorni in cui sui giornali mi accusavano di voler spaccare la Lega e lui mi ha detto di non rompere, di tenere unite le cose”. E spiega: “Prima della mia malattia non ci frequentavamo. Abbiamo imparato a conoscerci negli ultimi anni. Quando andavo con Tremonti dalle sue parti, lì vicino a Bettola, nel piacentino, per la festa delle zucche, scherzando mi diceva sempre di invitarlo. Ovviamente non potevamo, però – ammette – mi sarebbe piaciuto”.

La partita più gelida della storia del football: a -29 gradi!

partita-sottozero-tuttacronacaI tifosi allo stadio Lambeau Field di Green Bay (Wisconsin) per la partita di football tra Green Bay Packers e San Francisco 49ers, vinta dai secondi, la più gelida della storia: si è giocato a temperature tra i -15 e i -29 gradi. Ma nonostante il gelo lo stadio Lambeau Field di Green Bay, in Wisconsin era pieno: sono stati infaitti 70 mila i coraggiosi tifosi che hanno gremito gli spalti per seguire l’incontro, con il vento che faceva percepire -46 gradi. Il maltempo che ha attanagliato gli Stati Uniti, però, non è riuscito ad avere la meglio sul calore dei supporters, dotati di scaldamani e bevande calde gratuite. Nonostante il freddo polare, le restrizioni di sicurezza sono rimaste in vigore, anche se è stato consentito introdurre nello stadio alcuni tipi di coperte. E sono stati rafforzati i servizi d’emergenza e soccorso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

GB, la polizia chiede l’aiuto dei cittadini: mandate video girati in auto!

London_Police_Officers-tuttacronacaLe telecamere da auto “dashbord”, che molti guidatori della Gran Bretagna istallano sulle loro vetture soprattutto per la protezione contro i falsi sinistri o relativi premi assicurativi, hanno suggerto un’idea alla polizia del Regno Unito, che ha sollecitato gli automobilisti a inviare filmati che riprendono azioni pericolose alla guida o comunque non a norma. Alcuni di essi sono già stati utilizzati per catturare conducenti spericolati e molti di questi girati sono anche su Internet. Paul Marshall, dell’Associazione dei capi di polizia, ha spiegato al Times che “aumentare l’uso delle fotocamere digitali è stato fatto dal pubblico per provare anche eventuali reati commessi dalla polizia in servizio, utilizzabile come prove in un eventuale processo penale”. “Siamo semplicemente un tramite che aiuta il pubblico a lavorare con  polizia. Gli incidenti che riportiamo alla polizia sono provenienti da utenti che hanno catturato per caso atti di guida sconsiderati o pericolosi. E’ la gente che riconosce la necessità di proteggere se stessi, il loro veicolo, i costi di assicurazione e la patente di guida”, ha invece spiegato Matt Stockdale di PoliceWitness.com, sito che aiuta i conducenti a presentare filmati alla polizia.

Condizioni stabili per Pier Luigi Bersani: decisive le prossime 48 ore

pierluigi-bersani-operazione-tuttacronacaPier Luigi Bersani, operato per una emorragia cerebrale, ha trascorso una notte tranquilla all’ospedale Maggiore di Parma. Le condizioni dell’ex segretario Pd rimangono stazionarie, dopo l’intervento durato quasi 4 ore, il cui esito è stato giudicato positivamente dai medici. Bersani si trova nel reparto di rianimazione, dove dopo l’intervento ha brevemente incontrato la moglie Daniela, monitorato costantemente dallo staff sanitario del reparto di neurochirurgia. Decisive saranno le prossime 48 ore. In ospedale sono arrivati molti esponenti del Pd locale e il portavoce dell’ex segretario Stefano Di Traglia.

Aiutini alla Juve? Il 3-0 non ha bisogno di commenti. Parla Buffon

juventus-roma-tuttacronacaGigi Buffon approfitta della schiacciante vittoria della Juve sulla Roma per rispedire al mittente, Francesco Totti, le polemiche sui presunti “aiutini” alla sua squadra. “I nostri sono numeri importanti da prima della classe con pieno merito per sgombrare il campo da qualsiasi tipo di illazione”. “Gli ‘aiutini’ di Totti? Non è che Francesco sia stato l’unico a parlarne – ha detto il portiere a Sky – , serve come alibi a chi non vince, hanno una scusante sempre pronta dicendo che la Juvè è stata aiutata”. E ancora: “Oggi – ha aggiunto il portiere bianconero – abbiamo vinto per gli episodi; siamo stati più bravi in quello. Fino a quando sono stati in partita la Roma ha dimostrato di essere una formazione da temere, non è seconda per caso. I 60 minuti della Roma mi hanno impressionato”.  Bonucci, autore della seconda rete, a sua volta ha detto a Sky: “Sapevamo che in casa nostra dovevamo portare a casa i tre punti pur giocando più bassi rispetto al solito, abbiamo ottenuto una vittoria importante che ci proietta ancora più in alto verso il 32° scudetto”. Non manca la polemica: “Le parole le abbiamo lasciate a loro, noi abbiamo fatto parlare il campo. Quando sono venuti allo Stadium negli ultimi anni li abbiamo sempre dominati e lo abbiamo fatto anche stasera”.

I nostri 7 giorni… aspettando di scoprire i doni della Befana

7giorni-tuttacronacaE’ arrivata l’Epifania e questa mattina i bimbi si svegliaranno chiedendosi se la loro calza sarà ricolma di nero carbone o di saporiti dolciumi. Noi, ci chiediamo cosa ci troveremo, se notizie amare oppure più “zuccherose”. Dice la canzone che “con un poco di zucchero la pillola va giù” ma quello che è accaduto in questi ultimi giorni rende difficile “digerire” molte cose. Si sta ancora con il fiato sospeso per quel che riguarda le condizioni di salute di Michael Schumacher, di cui questa settimana si è anche festeggiato il 45° compleanno e si è molto parlato anche del casco e della telecamera che vi era fissata. E ora anche l’ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani si trova in ospedale, operato d’urgenza per un’emorragia cerebrale e bisognerà attendere i prossimi giorni perchè i medici valutino eventuali danni. Se in molti si sono stretti attorno al politico e alla sua famiglia, c’è stata anche la nota, dolentemente stonata, di chi gli ha augurato la morte. Ma l’Epifania si è trasformata da festa a dramma anche per un vigile del fuoco che, mentre interpretava la Befana, è incappato in un terribile incidente e ora, a sua volta in ospedale, resta in prognosi riservata. Quello che ci auguriamo porti la signora che viaggia sulla scopa sono altri arcobaleni, come quelli che domenica hanno colorato i cieli italiani a Matera e Milano: la fine di quel maltempo che ha imperversato sulla nostra Penisola così come in Europa e in America, dove infiniti sono stati i disagi e numerosi i morti. Ci auguriamo quindi che il viaggio della simpatica vecchina segni un nuovo inizio. E se anche non credete alla Befana… ci sono sempre le stelle cadenti alle quali confidare un desiderio!

7giorniMa così come in una calza possiamo trovare amare o dolci sorprese, è anche vero che lo stesso vale per la vita. Anche questa settimana abbiamo avuto motivi per cui rallegrarci e notizie che ci hanno fatto sorridere. Sicuramente hanno gioito i tifosi bianconeri per la splendida vittoria della Juve ma anche chi è soddisfatto dei nuovi acquisti della sua squadra del cuore. Forse chi attende buone novità per quel che riguarda la pensione verrà deluso, ma può sempre ritrovare un po’ di serenità pensando che, almeno, non ha dovuto trascorrere un Capodanno da incubo com’è accaduto a chi l’ha passato alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Ma possiamo anche sorridere per i record particolari ottenuti dal Bologna in Europa ed emozionarci al pensiero di quante scoperte potremo fare nel corso del 2014, com’è accaduto con un appartamento “dimenticato” a Parigi e rivelatosi una fonte di incredibili sorprese. Chissà, forse qualcuno nella calza troverà un post-it che indichi come riuscire a far conquistare quote rosa a Hollywood o come riuscire a schivare la nuova ondata nell’influenza. Se poi il desiderio per questo nuovo anno è di trasformare il proprio compagno da mammone a uomo indipendente… in quel caso le dritte ci sono già, così come già esiste la mappa delle emozioni! Noi ci auguriamo di poter finalmente dare buone notizie per quel che riguarda le adozioni in Congo e sui “colpi di fortuna” che possono capitare (che non guastano mai). Se poi siete degli inguaribili romantici… guardate bene, forse nel fondo della calza troverete anche storie di nuovi amori (come quella di Lapo Elkann) o di coppie che si ritrovano, come Justin e Selena. E per chi già è soddisfatto di come va la vita… beh, allora che ci siano dei biscotti da condividere con gli amici, per distribuire anche a loro un po’ della vostra serenità.

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK! (e buona Epifania!)

Dolce Epifania… con le Hořické trubičky

Hořické trubičky-okCarbone o dolciumi nella vostra calza? Se non impazzite per le caramelle ma volete addolcire quest’ultimo giorno di feste, le “Hořické trubičky” fanno al caso vostro. Si tratta di wafer arrotolati che possono essere preparati anche in casa e sulle quali circolano diverse leggende, risalenti a circa due secoli fa. Tra queste anche una che spiega che la ricetta venne svelata nel 1812 dal cuoco personale dell’imperatore Napoleone, ferito in una battaglia, ad una certa signora Líčková, per esprimerle la sua gratitudine di essersi presa cura di lui. Ma l’esistenza di questa leccornia è documentata già all’epoca del Re Sole, Luigi XIV. Le “hořické trubičky” originali consistono in due sottili wafer arrotolati e ripieni di crema ai vari gusti: cioccolato, noci, cacao o yogurt. Buona Epifania a tutti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: