Quel flauto maledetto… sarà dell’Orlandi?

flauto, orlandi, ritrovamento, tuttacronaca

La magistratura sta facendo tutte le rilevazioni per appurare se quel flauto sia veramente appartenuto a Emanuela Orlandi o invece sia un depistaggio come ce ne sono stati tanti in questi anni. Quel che di sicuro non è difficile è entrare in possesso, oggi, di un flauto della ditta Rampone e Cazzani dei primi anni ’80. Basta andare su Google e digitare “Flauto traverso Ramponi e Cazzani”. Oltre che tramite eBay e Kijiji, se ne possono trovano in vendita a Milano, a Udine, a Palermo, etc…

Si scopre così che ne sono stati venduti alcuni esemplari in diverse località italiane.

Più complesso sarebbe avere a disposizione il Dna dell’Orlandi, bisognerebbe fare un vero e proprio appostamento e far toccare loro casualmente l’oggetto (cosa veramente irrealistica) o raccogliere un fazzoletto di carta che è stato usato da uno della famiglia (il che è quasi impossibile).

Jovanotti per Renzi!

jovanotti_renzi-tuttacronaca

“Ho creduto in Renzi, non tanto perché penso sia il salvatore dell’universo – dice Jovanotti durante una pausa delle prove in vista del suo nuovo tour – ma c’era bisogno di un cambio. E’ un uomo ambizioso, e per me l’ambizione non è un valore negativo, intelligente, preparato”

Uno sguardo a… la zuppa di mela

squash-apple-soup

La ricetta la trovi QUI!

Caravaggio sulla scena di… Caravaggio di Derek Jarman

Caravaggio sul set di… Caravaggio di Angelo Longoni

Caravaggio sul set di… I.M. Caravaggio di Derek Stonebarger

Gente delle latomie… Caravaggio.

ottavio-leoni-a-portrait-of-michaelangelo-caravaggio-tuttacronaca

Uno sguardo a le latomie… l’inquietudine!

latomie_siracusa_tuttacronaca

Uno sguardo a le latonie… il mistero!

latomie-siracusa-michelangelo-caravaggio-tuttacronaca

Uno sguardo a… LE LATOMIE, Siracusa!

Siracusa-latomia-caravaggio-tuttacronaca

Tiziano e Kekko: i fan dicono NO alla collaborazione. Ma si farà?

Tiziano Ferro Modà - tuttacronaca

Ieri Kekko dei Modà ha “lanciato una bomba” in diretta su RTL 102.5. Durante l’intervento per promuovere il nuovo album del gruppo Modà, Gioia, e il tour italiano,  ha infatti spiegato di attendere una telefonata di Ferro, per il quale avrebbe scritto una canzone bellissima. I fan di Tiziano hanno accolto la notizia con una certa diffidenza, abituati ad ascoltare i brani che lui stesso si scrive e cuce addosso e che immancabilmente li colpiscono. L’appello via Facebook non si è fatto così attendere: un secco NO alla collaborazione che minerebbe la vera essenza di Ferro, autore di testi strappalacrime. Tanto più che è stato riscontrato un certo astio nei confronti dell’autore prescelto. Non è poi mancato chi ha fornito i retroscena della vicenda: Tiziano, durante una serata in compagnia del gruppo, avrebbe chiesto a Kekko di scrivergli un testo e i due si sarebbero scambiati i numeri per discuterne in futuro i dettagli. Da parte sua, Kekko si sarebbe subito messo al lavoro sul brano, una volta terminato il quale si è affrettato a contattare il cantautore. Tiziano avrebbe quindi chiesto un nuovo appuntamento telefonico che però non ha mai rispettato spingendo così Kekko ad aprofittare dei microfoni radiofonici per comunicare con lui. Che Ferro abbia cambiato idea nel frattempo? Di certo molti dei suoi fan se lo augurano di tutto cuore!

Scontro tra Santoro e Casaleggio!

tuttacronaca-santoro-servizio-pubblico

Un Santoro all’attacco che non risparmia Renzi, che vorrebbe crocifiggere Casaleggio con le sue stesse armi ma si trova a combattere un guerra persa in partenza. Il suo pubblico lentamente lo sta abbandonando da quando il programma è sicuramente calato di qualità. Momento di stallo nel governo e la trasmissione di Michele Santoro va in crisi. Il format, che si regge sulla politica, non ha più linfa in questo vuoto istituzionale… Servizio Pubblico annega nel horror vacui e tenta una nuova strada… accusare chi fa “share” al momento. Nella lente di Santoro cadono il Sindaco di Firenze e il co-fondatore del M5S.

“Se non ha vinto le primarie, evidentemente il popolo di sinistra non gli ha riconosciuto le qualità di capo” argomenta Santoro, dicendo che lui ha rispetto di Renzi e del giovane che è, ma non si aspettava che ripartisse dalla tv piuttosto che dalla gente”.

Poi l’attacco quello più duro lo riserva a Casaleggio, che avrebbe detto di lui “Santoro è morto”. E dice: “Si vede, a guardare l’auditel, che i morti che parlano sono seguiti e fanno riflettere. Tra l’altro se l’alternativa a Servizio Pubblico è La Cosa, preferisco la morte. Casaleggio scrive che i nostri ascoltatori scappano perché invitiamo Sgarbi per fare ascolto” E poi, non risparmia neppure i social network: “Sono un luogo di scorribande e propaganda da parte di ‘forze organizzate’. Ci attrezzeremo”. Ma il programma di Santoro se ne serve abbondantemente dei social network che accusa… ma evidentemente le loro non sono scorribande, forse sono solo un servizio al pubblico?

Scontro a distanza tra Servizio Pubblico e il Face di Grillo!

marco travaglio-tuttacronaca-beppe-grillo

Mentre Travaglio è in onda con il suo intervento Beppe grillo dalla sua pagina Facebook pubblicizza il dvd del giornalista:

“Dai lunedì di Passaparola su Beppegrillo.it al tramonto della seconda Repubblica attraverso l’analisi attenta e pungente del giornalista Marco Travaglio”.

7dvdtravaglio

Boldrini… al lavoro per il Paese!

laura-boldrini-tuttacronaca-otto e mezzo

“Penso ci siano dei tempi della politica e non voglio entrare in questo confronto, non sta a me. Stiamo lavorando sodo con una tabella di marcia molto fitta e per quanto mi riguarda non stiamo perdendo tempo”. Così la Boldrini risponde, dallo studio di otto e mezzo, a Matteo Renzi che oggi criticava la “perdita di tempo”. La Presidente della camera prosegue “Non sta a me dare dei contributi alla soluzione dello stallo. Ci sono i partiti, sto lavorando con altre figure per portare avanti degli impegni. Abbiamo fatto una commissione speciale per sbloccare i pagamenti della P.A., questo significa non essere sordi e in questi limiti stiamo facendo la nostra parte”.

Altro nodo dolente sono le commissioni e la Boldrini sicuramente sta facendo quanto è in suo potere: ”Ci sono due scuole di pensiero: alcuni partiti dicono che non si può fare, altri sì. Prendo atto di questa posizione, mi è stato chiesto di fare indicare i nomi dei componenti ma oltre questo non posso andare. Ho inviato una lettera ai gruppi per dire di pensare i componenti delle commissioni”.

Sulla credibilità della politica? “E’ doveroso da parte di chi riveste ruoli istituzionali fare in modo che i cittadini guardino con rispetto alle istituzioni. Chi ha ruoli istituzionali deve essere rispettabile, conquistarsi il rispetto con lo stile di vita, con la sobrietà. E’ dal Palazzo che bisogna dare il buon esempio. In Italia prevale il cinismo, ma la politica deve avere al centro i valori, i principi. La politica senza valori è fare solo gli interessi privati. Dobbiamo dare il segnale che, in un periodo di sacrifici per tutti, anche noi siamo pronti a rinunciare a qualcosa. Solo così la politica riacquista credibilità agli occhi delle persone”. Ma poi sui tagli agli stipendi dei parlamentari c’è un freno. Proprio lei che insieme a Grasso erano stati i precursori dimezzandosi lo stipendio afferma “Arriveremo a tagliare gli emolumenti dei parlamentari per poi passare a considerare la condizione dei dipendenti della Camera. Non indebolire l’istituzione ma rafforzarla. Sarà tutto graduale e assorbibile, la Camera in generale funziona benissimo, con professionalità. Non vogliamo intaccare la qualità di chi lavora, ma salvare più risorse possibili”. Sembra quindi che per il futuro prossimo venturo, qualche generazione potrà vedere queste somme diminuite, ma non è certo per ora. Il problema di fondo è sull’istituzione che si potrebbe indebolire se viene ridotto l’emolumento… ma un professore quindi non ha nessuna autorevolezza e non rappresenta nessuna “istituzione”? Non è forse il braccio operativo del ministero della pubblica istruzione, oltre ad essere colui a cui è affidato il futuro di una nazione? Sembra si no se l’istituzione per essere tale ha bisogno di uno stipendi a diversi zeri!

L’intervista-confessione di Onida… L’Italia dalle urne alle bare!

grande-saggio-onida-valerio-tuttacronaca

Il Grande Saggio era pronto a dimettersi, ma il Presidente della Repubblica ha fatto cambiare idea a Valerio Onida. Secondo Giorgio Napolitano alle provocazioni si risponde con la responsabilità. Così arriva quella nota che dovrebbe togliere Napolitano dall’imbarazzo, ma che probabilmente ne crea ancor di più, anche perchè si continua a parlare del caso e quello che era evidente a tutti gli italiani ora è stato confermato. Far scorrere il tempo e poi passare il testimone. Un’ intervista-confessione  quella di Onida che arriva poche ore dopo che Renzi rimproverava al suo partito lentezza e immobilismo… esattamente quello che si evince nelle parole del Grande Saggio… Nemo Propheta in patria è anche vero che il Sindaco di Firenze può essere l’eccezione.

Sicuramente c’è chi avrebbe voluto le dimissioni di Onida e c’è chi invece preferisce perdonare… dall’altra parte c’è il popolo che si suicida, le aziende che chiudono e la crisi che avanza, mentre la ripresa si allontana sempre di più insieme alla speranza di un governo… Dalle urne alle bare, questo è il futuro dell’Italia?

Un passo verso la meta: Fenerbahce-Lazio. 2°t: 2-0

Fener-Lazio 1-0 tuttacronaca

Al 3′ della ripresa Onazi vede terminare la sua gara: doppia ammonizione per lui dopo essere entrato duro da dietro a Baroni. Dopo un minuto Meirelles ci prova dal limite, batte Marchetti ma la palla colpisce il palo. Subito dopo è Hernanes che ci prova, ma Demirel è pronto e blocca a terra. L’arbitro Kocaman continua ad estrarre cartellini gialli per i laziali: al 6′ è il turno di Ederson per proteste e al 9′ di Marchetti per perdita di tempo dopo una giocata di Sow. Per rompere il momento sfavorevole, Hernanes calcia dalla lunghissima distanza: supera la traversa per poco. Subito dopo Meireles ci riprova, costringendo Marchetti a mettere in angolo. I turchi attaccano a spron battuto con la Lazio che fa fatica a contenerli fino al 15′ quando inizia a reagire anche se l’inferiorità numerica si fa sentire. Candreva prova una giocata che termina per un soffio fuori porta. Al 18′ Petkovic fa uscire Ederson mentre entra Ledesma per rafforzare la mediana. I biancocelesti continuano ad occupare la metà campo avversaria, anche se senza risultati se non quello di dimostrare la propria determinazione. Il Fener effettua la prima sostituzione con Erkin al posto di Topal, mentre la Lazio schiera Klose per Kozak, anche in vista del derby di lunedì prossimo. Al 29′ Radu ci prova, mandando la palla alle stelle imitato il minuto successivo da Kuyt: palla sugli spalti. Al 31′ seconda sostituzione nelle fila del Fener: Baroni cede il posto a Ucan. Al 32′ Radu in area va su una palla alta con la mano: viene concesso il penalty anche se la volontarietà della devizione con il braccio è dubbia. Ammonizione per Radu e calcio di rigore per Webò: 1-0. Il giocatore viene ammonito subito dopo per essersi dilungato troppo nell’esultanza. La squadra di casa acquista fiducia mentre i laziali devono continuare a tenere il match aperto in vista dell’incontro all’Olimpico. A 4′ dal termine, sostituzione per entrambe le squadre: fuori Sow ed Hernanes, dentro Topuz e Mauri, quest’ultimo ammonito dopo soli 4′. Al 45′ la squadra di casa raddoppia con Kuyt che gioca su una cattiva respinta di Marchetti su punizione di Erkin. I 5′ di recupero servono solo ad assicurare un’ammonizione per Meireles. Triplo fischio e l’andata dei quarti termina 2-0.

Tra streaming e località segrete… la doppia faccia del M5S

beppe-grillo-società segreta-streaming-località-segreta-tuttacronaca

Alcune volte i grillini vogliono lo streaming, la chiarezza, la trasparenza come con l’incontro con Bersani che è stata una vera innovazione, un vero strappo ai “segreti di palazzo”. Poi però si riuniscono come una società segreta, in luoghi sconosciuti, in cui incontrare a quattr’occhi Beppe Grillo. Per domani è attesa la riunione dove il leader del M5S cercherà di ricompattare i grillini dopo lo strappo di Tommaso Currò che chiedeva di aprire al Pd. L’intervento di Currò, che cercava di riportare a Roma, l’esperienza della Sicilia, ha creato una vera e propria frattura fra i pentastellati che si sono trovati divisi tra possibilisti e oltransisti. Sicuramente non fa bene al movimento avere due anime perchè appaiono, davanti agli occhi degli elettori,  gli spettri della sinistra dilaniata in tante anime diverse: lettiani, bersaniani e renziani. Domani Grillo cercherà di riprendere le redini del movimento e fustigherà coloro che mirano a un accordo con la “vecchia politica”. Ma alla fine la dualità rimarrà e sarà quella dello streaming e della carboneria… il prossimo passo è la massoneria?

 

Il capriolo di Firenze

capriolo-tuttacronaca

Curiosità a Firenze e spavento tra gli automobilisti che dovevano scansare un capriolo che ha vagato sui viali di circonvallazione prima di essere investito da un’auto, entrare nel cortile di una banca e, incastrato in una cancellata, attendere la Polizia Provinciale che lo ha liberato e poi trasferito nella campagna di Roveta, presso Scandicci. L’episodio e’ accaduto nel pomeriggio. Dopo che un veterinario non gli ha trovato ferite l’animale e’ stato riportato in un bosco.

Un episodio analogo era già accaduto ieri, quando un capriolo è rimasto incastrato tra le sbarre di un cancello a Cambiano (Firenze). Liberato dalla polizia provinciale e dai vigili urbani di Castelfiorentino, con l’ausilio dei volontari dell’Arcicaccia è stato portato al centro veterinario della polizia provinciale di Firenze per essere medicato prima di essere liberato sul terreno.

Un passo verso la meta: Fenerbahce-Lazio. 1°t: 0-0

fenerbahce lazio - marchetti - tuttacronaca

Sono dieci anni che la Lazio non riesce ad agguantare una semifinale europea e la sua missione per stasera, ad Istanbul, è proprio questa: uscirne indenni per assicurarsi il pass all’Olimpico di Roma, forti anche del capocannoniere della competizione: Libor Kozak. Dal canto loro i turchi sono una squadra forte e compatta e particolarmente agguerriti in quest’occasione.

Fin dall’inizio, i biancocelesti non sono per nulla intimoriti dall’atmosfera dello Sukru Saracoglu e dei suoi 55mila spettatori e già al 2′ Candreva prova a rompere il ghiaccio finendo alto sopra la traversa. Il Fenerbahce ci prova a sua volta, ma trova la difesa laziale a bloccare la strada. I padroni di casa iniziano a loro volta a riscaldarsi e, se i primi minuti hanno visto il pressing dei biancocelesti , i turchi trovano il coraggio per continuare a spingere mettendo a dura prova Marchetti che ha la meglio su Sow dopo che il turco aveva già cercato il gol colpendo un palo. La squadra di Petkovic non sembra patire la bolgia di Instabul. Sow prova ad approfittare di uno splendido pallone verticale mettendo in difficoltà il portiere biancoceleste, un prodigioso intervento da dietro di Ciani chiude l’azione. Anche Ederson viene servito in verticale e prova il pallonetto mancino dal limite, la palla finisce in corner. Gli uomini di Kocaman provano a mantenere il possesso di palla ma la Lazio gioca un pressing alto e non facilita l’impresa. Al 27′ Marchetti prende una botta all’anca e solo un minuto di massaggi e ghiaccio lo rimette in piedi. Al 31′ primo cartellino giallo per la squadra ospite: ammonito Onazi per fallo tecnico su Webò. Al 35′ entrambe le squadre iniziano ad essere un po’ sofferenti ma la Lazio non demorde: Ederson ci prova ma la palla si spegne sul fondo grazie al contrasto difensivo dei turchi. Hernanes, che ancora non è entrato in partita, ha una buona opportunità con un calcio di punizione, cerca Ederson ma la retroguardia turca si salva regalando un corner. Prima Candreva e poi Ederson ci provano dalla lunga distanza, ma sembra che in questo frangente ci sia poco da fare contro la difesa avversaria. Al 2′ di recupero Korkmaz viene ammonito per un fallo su Candreva un attimo prima del fischio finale. La partita fino ad ora è stata equilibrata anche se c’è un po’ di rammarico per un rigore negato alla Lazio per un fallo su Ederson. Se i padroni di casa hanno avuto l’appannaggio del possesso di palla, sono stati però i laziali ad impensierire maggiormente in attacco. Una lode a Ciani, onnipresente quando Marchetti si è trovato in difficoltà.

L’audio del Grande Saggio… poi le scuse a Napolitano e Berlusconi!

valerio-onida-saggio-napolitano-berlusconi-audio

“C’è possibilità di cambiare la legge elettorale?”, chiede sempre la finta scienziata. ”Cercheremo di fare una proposta – risponde Onida – quello sarebbe un bel risultato. Penso che andremo a votare ancora, presto o prestissimo. E’ un parlamento bloccato, Grillo non ne vuol sapere, il Pdl vuole solo garantirsi di essere in campo, Berlusconi naturalmente spera sempre di avere qualche vantaggio o protezione, il Pd ha fatto questo tentativo di buttarsi con Grillo e non ce l’ha fatta. E c’è il blocco” .

E per il Quirinale che succede? “Si fanno tanti nomi, ma non c’e’ accordo – risponde il costituzionalista – personalmente dico che Amato sarebbe un ottimo presidente della Repubblica, fosse per me lo farei subito…”. Quindi ancora una critica a Berlusconi: “E’ anziano, speriamo si decida a godersi la sua vecchiaia, è un mio coetaneo. Potrebbe andare a godersi la sua vecchiaia e lasciare in pace gli italiani”.

”Esprimo il mio rammarico per l’imbarazzo che la pubblicazione può aver creato al Presidente, e le mie scuse a Berlusconi perché un mio giudizio privato, espresso in chiave ironica e autobiografica – ho detto che sono un suo coetaneo – diventando pubblico potrebbe averlo ingiustamente offeso”. Così Valerio Onida in una nota, in cui precisa: “Rimango al mio posto, a dimostrazione che il lavoro dei saggi non è inutile”.

“Sono stato ingenuo nel pensare che l’autrice della telefonata provocatoria fosse davvero la professoressa Hack. La pubblicazione del contenuto di una conversazione privata, nella quale l’interlocutore falsifica la propria identità, costituisce una grave violazione della libertà e segretezza delle comunicazioni garantita dalla Costituzione”, prosegue. “Ciò detto, che non sia inutile il lavoro che stiamo facendo, lo dimostra il fatto che sono qui con gli altri colleghi a lavorare. Esprimo il mio rammarico per l’imbarazzo che la pubblicazione può aver creato al Presidente della Repubblica, e le mie scuse al Presidente Berlusconi perché‚ un mio giudizio privato, espresso in chiave ironica e autobiografica – ho detto che sono un suo coetaneo – diventando pubblico potrebbe averlo ingiustamente offeso”.

Il principe rifiutato!

william-shona-tuttacronaca

Come accade spesso, i duchi di Cambridge, molto amati dai loro sudditi, si sono avvicinati alla gente accorsa per incontrarli. In prima fila c’era Karen Ritchie, con la sua bambina di quattro anni, di nome Shona. La piccola ha regalato un fiore al principe ma quando lui si è avvicinato per baciarla lei si è subito ritratta, vergognandosi. William ha accolto bene il ‘gran rifiuto’, sorridendo. Speriamo che almeno il nascituro lo accetti!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Nel traffico di Crystal Meth anche un prete proprietario di sexy shop!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La metanfetamina in cristalli (la Crystal meth) è una delle droghe più pericolose del momento, una vera e propria piaga sociale negli Stati Uniti e nel mondo.

La diffusione del Crystal Meth non è passata inosservata nemmeno a un sacerdote americano che attraverso lo spaccio ha avviato un giro di denaro sporco. “Monsignor Melth” come lo ha definito la BBC e all’anagrafe Kevin Williams ha raccolto almeno 300 mila dollari dal giro che ha avviato in California. Il sessantunenne ha comprato anche un sexy shop per riciclare i soldi della droga, hanno detto gli agenti. Williams è stato sospeso dalla diocesi a maggio e dovrebbe essere condannato il 25 giugno. È stato il sacerdote della parrocchia di St. Augustine Parish a Bridgeport, Connecticut, per nove anni poi si è dimesso a giugno del 2011 per “motivi personali legati alla salute”. È stato un agente in borghese a ‘pizzicarlo’ direttamente alla vendita fingendosi acquirente, scrive Sueddeutsche Zeitung. Wallin rischia fino a 14 anni di carcere, nell’inchiesta sono coinvolte altre quattro persone. Cosa ha attirato il sacerdote al punto di diventare spacciatore proprio di Crystal Meth? Nonostante gli effetti devastanti, è una delle più ricercate tra le droghe sintetiche che veniva utilizzata già durante la Seconda Guerra Mondiale: i soldati ne assumevano piccole quantità per non sentire lo stimolo della fame, per confondere il dolore fisico mentre i kamikaze giapponesi la utilizzavano per trovare la forza prima del suicidio.

Monseigneur_Meth

La casta si riunisce e trova posizioni condivise: Bersani-Monti

Bersani-Monti-intesa-tuttacronaca

“A giudizio di entrambi, soluzioni in merito alle scadenze politico-istituzionali vanno tempestivamente ricercate, nella chiarezza e trasparenza dei percorsi, attraverso la piu’ ampia condivisione possibile fra le forze parlamentari”. E’ quanto si legge in una nota redatta al termine dell’incontro Monti-Bersani a Palazzo Chigi.

Lutto in casa Morandi!

morandi-morta- mamma

Lutto in casa Morandi: due giorni fa il cantautore Gianni ha perso la mamma, Eleonora Clara Lorenzi. Le esequie della donna, che aveva 90 anni, sono state celebrate stamattina nella chiesa dell’ospedale Malpighi.
Gianni Morandi ha scelto Facebook per ringraziare tutte le persone che sono state accanto alla famiglia in questo momento di dolore: «4 aprile, ore 18. Insieme alle mie sorelle, Nadia e Barbara, voglio ringraziarvi per l’affetto che ci avete dimostrato…».
Poco meno di due mesi fa il cantante le aveva dedicato un altro post sul social network, in occasione del compleanno: «È una donna meravigliosa, ha dedicato tutta la vita alla famiglia e ai suoi tre figli, non risparmiandosi mai e facendosi trovare sempre pronta nei momenti in cui avevamo bisogno di lei». Ieri sera all’Unipol Arena di Casalecchio anche Eros Ramazzotti, impegnato nella tappa bolognese del tour, ha ricordato la mamma di Morandi e ha inviato «un grande abbraccio» al cantante.

Bieber e il suo amore…

Justin+Bieber+selvaggia-lucarelli

E’ di pochi minuti fa l’ultimo twitter di Justin Bieber

Does she love me?

Dopo le polemiche nate ieri in rete, scatenate da Selvaggia Lucarelli che insultava pesantemente le fan di Bieber,  oggi la blogger passa al secondo round querelando l’autore di un messaggio che l’apostrofava come “bagascia gossippara” che  “dice cose serie sulle bagasce minorenni”. Secca la risposta della conduttrice:

A scanso di equivoci, vorrei informare che io ho cominciato a querelare, quindi rammento a quelli come il signorino qui sotto, che a dare della bagascia a me estendendo il complimento a minorenni, poi si paga. In senso pecuniario e facendo una gran figura di merda pubblicamente. Sono molto paziente, ma deve essere chiaro che il web non è la cloaca massima e non è luogo in cui tutto è lecito. Se non mi dai della bagascia sulla metro perché non si fa, non si fa manco qui, bello mio. E fossi la fidanzatina ritratta in foto con te, poverina, ti prenderei per un orecchio e proverei a spiegarti cosa sia il rispetto per le donne, volpe.

Intanto cinque scuole norvegesi hanno deciso di spostare gli esami di metà corso per colpa di Justin Bieber. Temendo infatti che la maggioranza dei 500 alunni delle scuole secondarie impegnati nei test del 16 e 17 aprile prossimi non si presentasse alle prove, vista la loro concomitanza con due dei tre concerti che il cantante canadese terrà alla Telenor Arena di Oslo cinque istituti di Aalesund hanno preferito variare le date degli esami, così da non dare scuse agli studenti colpiti dalla «Bieber Fever».

Forse meglio continuarsi a vedere il filmato di Bieber?

 

 

Ecco Facephone!

HTC-First-facebook-phone-anteprima-600x406-883998

Mark Zuckerberg a Menlo Park illustra le caratteristiche del Facephone:

Lo smartphone targato Facebook, sarà prodotto da HTC e sarà gestito da un sistema operativo Android, promette di rivoluzionare l’interazione degli utenti con il social network da dispositivo mobile, permettendo un migliore e più veloce accesso alla piattaforma di Zuckerberg.

Secondo l’ideatore di Facebook sarà una nuova esperienza… nulla a che vedere con i normali smarthphone, l’accesso al social sarà sempre attivo così da garantire la condivisione costante di ogni foto, con la possibilità di chattare e inviare sms. Insomma sembra che la telefonia, lasci il passo a sms, chat e media!

I saggi sono inutili… parola di Grande Saggio!

valerio-onida-saggi-tuttacronaca

I saggi? Inutili, servono a coprire questo periodo di stallo. Andremo a votare presto. Parola di “saggio”: Valerio Onida, uno dei “facilitatori” nominati dal presidente della repubblica Giorgio Napolitano. Intercettato da una finta Margherita Hack per il programma “La zanzara” su Radio 24, l’ex presidente della consulta si lancia a viso aperto: “Berlusconi vuole solo protezione, è anziano e speriamo decida di godersi la vecchiaia lasciando in pace gli italiani. Poi, per il Quirinale: “Fosse per me metterei Giuliano Amato”.

“Questa cosa dei saggi, a me sembra sinceramente una cosa inutile”, esordisce l’imitatore dell’astrofisica toscana, come riporta un comunicato dell’emittente. “Ma guardi, sì – conviene Onida – è probabilmente inutile… Serve a coprire questo periodo di stallo, dovuto al fatto che dal parlamento non è venuta fuori una soluzione mentre l’elezione del nuovo Presidente è tra quindici giorni… Allora il nuovo presidente potrà fare nuovi tentativi o al limite sciogliere le camere, cosa che Napolitano non può fare. Dunque questo periodo di stallo è un po’ coperto, diciamo così, da questo tentativo (ride)..Questa cosa…Sono d’accordo che non servirà nella sostanza…”.

Un grande saggio che non ha saputo riconoscere la voce di Margherita Huck?

Gli orrori indiani… uomo uccide 9 donne con l’ascia, cinque bimbe

india-ascia-donne-morte-tuttacronaca

Ennesimo orrore in India che vede come vittime le donne. Un uomo lasciato dalla moglie ha ucciso a colpi d’ascia nove donne, tra cui cinque bimbe. Secondo fonti della polizia – stando a quanto riporta la rete all news indiana Ndtv – l’episodio si è verificato nel villaggio di Behratoli nello stato centrale di Chhattisgarh. Paul Nagesia, 35 anni, mentalmente instabile dopo essere stato lasciato dalla moglie, ha sfogato la sua rabbia massacrando a colpi d’ascia nove donne. Le vittime sono cinque bambine dai due ai nove anni, una donna di 25 e tre ultrasessantenni.

Indagini sul flauto ritrovato… si cercano tracce!

caso-orlandi-flauto-tracce-tuttacronaca

La Procura di Roma ha disposto indagini tecniche sul flauto, recuperato grazie a una segnalazione alla trasmissione “Chi l’ha visto”. Gli inquirenti vogliono ora verificare la presenza di tracce organiche per confrontarle eventualmente con quelle della giovane scomparsa. Sicuramente il ritrovamento del flauto ha aperto un nuovo filone per le indagini investigative, anche se resta da appurare se quel flauto sia proprio di Emanuela.

Lo scandalo delle mense scolastiche!

ravioli

Stavolta la denuncia non è di una mamma troppo apprensiva, ma viene direttamente da un insegnante che stanca di vedere vuoti i piatti dei suoi allievi ha deciso di fotografare i piatti e mandarli in internet. 7 Ravioli. Questo è stato il pasto degli allievi di 10 anni e non si tratterebbe di un caso isolato, ma di una prassi che va avanti da tempo.

“L’insegnante ha chiesto chiarimenti alle scodellatrici e prima si è sentita rispondere che si trattava di una questione di grammatura, poi, si è sentita rispondere che non potevano fare porzioni più consistenti dato che il cibo consegnato quel giorno era scarso. A quel punto, allegando la foto riportata, ha domandato a Milano Ristorazione se secondo loro era ‘un piatto da poter presentare a dei bambini in crescita, soprattutto a bambini di classe quinta, quando il secondo piatto era il pesce che di solito nessuno mangia”.

«Non si possono non fare differenze tra bimbi di 3 e di 14 anni», sostiene il Codacons. «I bambini di 10 anni – ha dichiarato il presidente del Codacons, Marco Donzelli – non possono certo diventare obesi se mangiano più di 7 ravioli. Solleveremo il problema delle dosi in Tribunale, non appena sarà fissata l’udienza dell’azione collettiva che abbiamo già intrapreso e depositato contro Milano Ristorazione. I piatti proposti non hanno grammature diverse a seconda dell’utenza a cui sono destinati, come specificato invece nell’allegato n. 7 del contratto stipulato con il Comune. Milano Ristorazione, infatti, applica le stesse porzioni di cibo, e quindi di calorie, ai bambini indipendentemente dalla loro età».

Secondo Milano Ristorazione un bambino di 3 anni mangia come uno di 10 o di 14? Il dolo sembra più che evidente!

I 12 anni in più di Taribo! Shock nel calcio.

taribo-west-tuttacronaca-età

Taribo West aveva 35 anni alla sua prima esperienza all’Inter. E’ quanto si deduce dalle dichiarazioni di Zarko Zecevic, ex presidente del Partizan Belgrado, che ricorda i tempi in cui il nigeriano fu tesserato dal club di Belgrado: “Quando lo acquistammo diceva di avere 28 anni. Ma più avanti abbiamo scoperto che in realtà ne aveva 40. Però giocava bene, quindi non mi pento di averlo avuto in squadra”.

Quindi, facendo due conti, West avrebbe dodici anni in più del dichiarato: sarebbe nato nel 1962 e non nel 1974. Arrivato all’Inter nel 1997, Taribo ha giocato per due stagioni in maglia nerazzurra, prima di passare al Milan e poi iniziare un giro del mondo che lo ha portato a vestire le maglie di Derby County, Kaiserslautern, Partizan, Al-Arabi, Plymouth, Julius Berger e addirittura Paykan in Iran. L’inter lo aveva acquistato per 6 miliardi dall’Auxerre, lui rimase nella memoria dei tifosi per i capelli multicolori, per qualche entrataccia e per uno storico scambio di battute con Marcello Lippi. Brandendo la Bibbia, si avvicinò al tecnico “Dio mi ha detto che devo giocare”. “Beh, a me invece non ha detto proprio nulla” fu la risposta del toscano. Nell’ultima parte della sua carriera è diventato predicatore pentacostale. Dall’età indefinita, a quanto pare.

La foto ritirata di Pistorius!

pistorius-foto-ritirata-tuttacronaca

A scattare la foto di Oscar Pistorius con le protesi da corsa in pista a Pretoria, pubblicata  sul quotidiano sudafricano Beeld, è stata la studentessa Lisa Smith, con il suo BlackBerry. È quanto riferisce Charmaine Koekemoer, allenatrice della squadra di hockey su prato di cui Lisa fa parte e che il 24 marzo, il giorno in cui è stata fatta la foto, stava visitando le strutture sportive dell’università di Pretoria, dove Pistorius si allena abitualmente. Koekemoer ha raccontato che, mentre stava guidando il bus della squadra, ha sentito le ragazze urlare “c’è Oscar, c’è Oscar!” “Le ragazze erano molto agitate, è un’esperienza forte vedere un’icona mondiale nella vita di tutti i giorni. La questione non ha nulla a che fare con il caso in cui Pistorius è coinvolto”, ha detto Koekemoer. “Non lo abbiamo visto correre sulla pista. Stava solo camminando verso il traguardo dei 100 metri nel rettilineo principale. Sembrava che stesse per togliersi le protesi”, ha concluso. Ma l’ Associated Press che aveva messo nel circuito ha ritirato lo scatto e oscurato con un cerchio rosso l’atleta. La famiglia nel frattempo ha smentito la ripresa degli allenamenti dell’atleta paralimpico. Certo vedere così presto Pistorius su un campo di allenamento, così presto, dopo l’omicidio di Reeva, è quanto meno inaspettato… Dove avrà trovato la forza Oscar distrutto dal dolore di tornare a pensare alle gare?

Pro e contro Currò!

tommaso currò-m5s-tuttacronaca

MoVimento 5 Stelle in subbuglio. Le dichiarazioni rese a “La Stampa” da Tommaso Currò, deputato M5S, in cui invitava i grillini ad un confronto col Pd hanno spaccato la base. L’apertura ai democratici affidata al quotidiano di Torino era una risposta al post in cui Grillo chiudeva definitivamente la porta a Bersani e si basava sulla considerazione che il modello siciliano di collaborazione tra Pd e M5S potesse essere esportato a Roma. Ipotesi che il gruppo dirigente a 5 Stelle ha rifiutato nettamente.

Sulla pagina Facebook di Tommaso Currò i militanti discutono dell’ipotesi di apertura al Partito Democratico. I militanti, da quello che si può’ intuire leggendo i commenti alle parole di Currò, sono divisi.

C’e’ chi lo attacca: “Tommaso ma lo spirito, l’obiettivo del Movimento e’ buttare fuori questa gente, non metterci d’accordo con loro… – scrive un utente che si firma Victor Hugo – Non è che il problema del PD e’ Bersani, ma e’ esso stesso il problema. Idem Pdl. Non facciamo i RESPONSABILI come Scilipoti”. ”Tommaso ma che cosa combini?”, scrive Maria Luisa.

Di diverso avviso, invece, Nino Ragusi: “Grande scelta Tommaso, non sarai solo”, posta sul profilo del deputato siciliano. “Fiera di te”, fa eco Roberta Viola.

La linea “aperturista” era stata bocciata dalle varie riunioni parlamentari dei 5 Stelle ed è stata anche smentita dal leader Beppe Grillo.

Grandi manovre coreane!

corea nord-tuttacronaca

Gli Usa rafforzano le difese e la Corea trasferisce un missile balistico a medio raggio sulla costa orientale. Potrebbe essere una partita a scacchi, ma purtroppo sono i preparativi di una guerra nucleare che ancora si spera di evitare. Quello che sconcerta è la determinazione di Pyongyang che sembra intenzionato ad andare fino in fondo. Gli Usa temono proprio il fattore “psicologico”,  un bambino con un giocattolo nuovo che può distruggere il mondo… Una Corea del Nord isolata dal mondo, una dittatura miope e una crisi economica che sta dilaniando il Paese probabilmente sono gli ingredienti esplosivi di questa “bomba” che può dilaniare la terra in ogni istante. Ora si spera nella diplomazia dell’ultimo minuto che possa evitare questo conflitto.

Un becchino sfortunato… l’ultima sfida di Enrico!

enrico brignano-ci vediamo domani-tuttacronaca

Ci sono personaggi fortunati e meno fortunati… poi c’è Marcello Santilli, il protagonista di “Ci vediamo domani”, interpretato da Enrico Brignano.

Fallito come cuoco, separato dalla moglie e dalla figlia, la vita di Marcello non è semplice.

L’ultima sua chance è un’agenzia di pompe funebre in un paesino pugliese quasi totalmente popolato da anziani… longevi. Degli “immortali” che sono l’ennesima maledizione nella vita di Marcello.

Un film di Andrea Zaccariello che si muove su due linee narrative dalla commedia più pura, alla nostalgia più schietta… un uomo qualsiasi che si trova a dover affrontare le difficoltà della vita che lo fanno diventare un personaggio simile a quelli dei grandi classici come i “Soliti Ignoti” in cui la disperazione è un segno distintivo della commedia. Una sfida come spiega Brignano «Non è stato facile. Lavorare tra le bare non è il massimo ed è difficile far ridere con certi argomenti».

 

La super-pecora!

pecora-tuttacronaca

11 giorni sotto 400 metri di neve, eppure è sopravvissuta. In Scozia, dopo una violenta bufera di neve, un agricoltore, Stuart Mactier aveva perso ogni speranza di ritrovare parte del suo gregge che era stato travolto dal freddo e dal gelo. Ma tra i cadaveri e la neve una pecora è sopravvissuta “E’ stato sorprendente come lei abbia potuto sopravvivere schiacciata da neve e cadaveri”, racconta Mactier. Una storia davvero incredibile.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Quei provini che temono le star!

Brad-Pitt-tuttacronaca-provini

Tra venerdì e sabato di questa settimana, una casa d’aste importante – la Julien’s Auctions di Beverly Hills, specializzata nella vendita di cimeli hollywodiani d’epoca – avrebbe dovuto mettere all’asta 50 videocassette molto preziose, e presumibilmente gustose: contenevano, tutte, audizioni di quattro pezzi da novanta del cinema attuale. Brad Pitt, Leonardo Di Caprio, Nicole Kidman, Sandra Bullock. Valore stimato di ciascuno di questi vhs: quattromila dollari. Un affare, però, che non verrà mai concluso. Le star si ribellano, quei provini non vogliono che diventino di pubblico dominio.  Julien così annulla l’asta!

Balò influisce eccome… parola del Times

balotelli-time-tuttacronaca

Mario Balotelli continua ad essere uomo copertina. E’ ancora il Time a dedicare spazio al Super Mario nazionale. Il quotidiano britannico, famoso in tutto il mondo, ha inserito Balotelli nella lista delle 100 persone più influenti del 2012. Influente sui ragazzi che sognano di fare il calciatore da grandi, influenti sugli immigrati che vedono in Balò un riscatto sociale, influente per quel suo modo ribelle e autoritario che lo caratterizza fuori e dentro il triangolo di gioco!

Pare che Mario abbia accolto con grande gioia la notizia giunta dall’Inghilterra, ed è pronto a volare a New York il 23 aprile per ricevere il prestigioso premio.

Un’attesa di 44 anni…

rolling stones-hyde park-tuttacronaca

I Rolling Stones tornano ad Hyde Park, a distanza di 44 anni da quando organizzarono il noto concerto del 5 luglio 1969 considerato uno degli eventi più rappresentativi nella storia della musica. Quel concerto a Londra, gratuito, che si svolse solo due giorni dopo la morte del membro della band Brian Jones, segnò l’esordio del chitarrista Mick Taylor e vide la partecipazione di centinaia di migliaia di fan. Il 6 luglio i Rolling Stones ritornano sul palco che fece storia. Ma non è finita qui perché la band sarà presente anche al festival di Glastonbury a fine giugno, che arriva dopo numerose date del loro tour in Stati Uniti e Canada, a 50 anni dalla loro nascita.

L’Italia annega nelle istituzioni, Zaia fa guerra alle previsioni del tempo

lega-nord-luca-zaia-previsioni-tuttacronaca

Con tutto quello che succede in Italia, tra la crisi istituzionale e quella economica, Luca Zaia, Lega Nord, è preoccupato delle previsioni del tempo. Ha quindi chiesto l’oscuramento dai siti meteo della regione Veneto poichè il maltempo previsto e poi non verificatosi nel weekend di Pasqua ha fatto perdere le prenotazioni agli albergatori locali. Ora minaccia azioni legali verso quei siti che hanno previsto quelle false precipitazioni… Zaia ha dichiarato guerra aperta, perchè non accontentarlo cancellando tutta la regione Veneto dal web compresi i siti degli albergatori che hanno subito le cancellazioni delle prenotazioni? Almeno la prossima volta non lamenteranno il disagio! Beviamoci su.

Dura la ripresa… Draghi è scettico

mario_draghi-tuttacronaca

La Bce terrà sotto stretta osservazione gli sviluppi dell’economia dell’Eurozona e «siamo pronti ad agire». Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, rispondendo alla domanda se l’istituto abbia ulteriori strumenti o abbia invece esaurito il proprio arsenale. Il consiglio della Bce ha avuto una «lunga» discussione sui tassi d’interesse prima di decidere di lasciarli invariati. E la decisione è stata presa per «consenso», ha detto Draghi. «L’inflazione scesa ancora» e la previsione di ripresa nel secondo semestre «è soggetta a rischi al ribasso».

Piazza Affari gira in negativo dopo le parole del presidente della Bce, Mario Draghi, che vede una ripresa a rischio nel secondo semestre. Il listino milanese, che in mattinata guadagnava oltre un punto percentuale, è arrivato a perdere lo 0,33 per cento. Contrastati i bancari con Mps che perde il 2,6% mentre volano la Bpm e Mediobanca entrambe +3,6 per cento.
Frenano anche le Borse europee.

Bambino spacca la vetrina di un negozio per rubare un gioco!

vetrina-negozio-gioco-tuttacronaca

Gli avevano negato dei giocattoli e lui per tutta risposta ha infranto la vetrina del negozio. E’ successo in piena notte a Vicenza e ha richiesto l’intervento di una ‘volante’. Il ladro, un ragazzino ghanese di 10 anni che, in pigiama e ciabatte, aveva sfondato la vetrina per accaparrarsi l’agognato ‘desiderio’ che i genitori gli avevano sempre negato di comprare. E già che c’era aveva pensato ad un ‘omaggio’ anche alla sorellina. Poco dopo mezzanotte al 113 è giunta una telefonata di un cittadino che segnalava la vetrina spaccata ad un negozio. Entrambi lavoratori e ben inseriti nella contesto sociale, dormivano pacificamente, ed hanno avuto non poche difficoltà a credere al racconto degli agenti, sicuri che il loro figlio fosse a letto, nella sua camera.

Fucili puntati contro i giocatori argentini… Follia in Brasile!

brasile-argentina-tuttacronaca

Violenza in campo nella Coppa Libertadores: e’ finita con la polizia brasiliana opposta in modo durissimo contro i giocatori argentini, il turno del massimo trofeo sudamericano per club, che ha visto l’Atletico Mineiro di Ronaldinho battere l’Arsenal Sarandi, con doppietta dell’ex milanista. Ma la scena che rimarra’ impressa e’ quella dopo il fischio finale, quando la polizia militare e’ scesa in campo in assetto antisommossa, puntando in alcuni casi i fucili contro i giocatori argentini.

Jihad a seno nudo… Femen per Amina

femen-amina-tuttacronaca

Da Milano a Kiev in Russia, le femen si coalizzano per salvare Amina, la ragazza tunisina che rischia la lapidazione perchè si è fotografata a seno nudo. Continua, quindi, la Topless Jihad di Femen. Sono state tre ragazze che hanno iniziato le proteste davanti al consolato tunisino in in viale Marche a Milano. Poi la risposta di Kiev davanti alla moschea con lo slogan ‘Amina libera’ tatuato sul corpo.

Buon compleanno Goldrake!

ufo robot - goldrake - tuttacronaca

Era il 4 aprile 1978 quando, su Rete 2, debuttò la serie animata che ha segnato il cambiamento più profondo nella storia della televisione italiana. Sono gli anni di piombo, telegiornali e quotidiani propongono notizie giorno per giorno sempre più allarmanti e drammatiche. Le Brigate Rosse impazzano e importanti personaggi politici come Aldo Moro vengono sequestrati, le stragi si susseguono in tutto il Paese e Bologna piange le sue vittime del 2 agosto, la cronaca è sempre più nera e l’eroina miete sempre più giovani vittime come racconta Cristiane F. nel suo “Noi i ragazzi dello zoo di Berlino”. La droga si diffonde perchè i giovani sono delusi dal mondo in cui vivono, sono senza aspirazioni o sogni che li aiutino a credere in qualcosa per cui lottare e impegnarsi. Serve qualcosa che li smuova, servono novità ed innovazioni che dettino il nuovo passo rispetto ai programmi semplici ed edulcorati che fino al 1978 riempivano il palinsesto della “tv dei ragazzi”. Si deve allora ringraziare Nicoletta Artom che, ad una mostra-mercato dedicata ai programmi televisivi, scopre casualmente Goldrake e fa pressione ai dirigenti Rai per trasmetterlo. Quel 4 aprile 1978, dopo alcune revisioni, il primo grande eroe giapponese giunto in Italia fa la sua prima apparizione con il nome che la Rai, all’epoca, sceglie per lui: Atlas Ufo Robot. E’ stato il primo a mostrare ai giovani che si possono affrontare e vincere le difficoltà della vita senza mai arrendersi nè perdere la fiducia in sè stessi. Il resto… è storia!

Auguri, Goldrake!

Arriva la biancheria antistupro… sono tre studenti indiani a inventarla!

biancheria-antistupro

Gli ultimi recenti avvenimenti in India e l’ondata di violenza contro le donnehanno spinto tre studenti indiani di ingegneria, Niladri Basu, Manisha Mohan e Rimpi Tripathy, a inventare un dispositivo anti-stupro per proteggere le donne. Si tratta di un apparecchio che, collegato agli indumenti intimi nella zona del petto (la prima che, secondo le statistiche, viene presa di mira in caso di tentativo di stupro), è in grado di colpire l’aggressore con una scossa elettrica da 3.800 kilovolt. L’apparecchio, che si attiva grazie a un sensore di pressione, è dotato anche di moduli gps e gsm, così da inviare automaticamente un sms con richiesta di soccorso.

Francesco tra un derby negato e una colazione condivisa!

francesco-derby-stadio-tuttacronaca

La passione per il calcio di Jorge Mario Bergoglio è cosa nota. A tal punto che negli ultimi giorni si stanno avanzando varie ipotesi sulla fede italiana di Papa Francesco: boatos dell’ultim’ora raccontano addirittura di una simpatia per la Lazio. Quello che ancora nessuno sapeva è che il Pontefice avrebbe voluto assistere alla Stracittadina di lunedì sera. Una richiesta fatta dal Papa ai suoi collaboratori che però, a meno di sorprese improbabili dell’ultimo momento, non potrà essere esaudita. Sia la gendarmeria che i servizi di sicurezza vaticani, oltre alla polizia italiana, hanno bollato come impossibile la presenza del Papa all’Olimpico per il Derby: troppo alto il rischio e troppo poco il tempo per organizzare un sistema di controllo così ampio da consentire al Vescovo di Roma di ammirare le gesta di Totti e Klose.
Ma dalle mura Vaticane filtrano sempre più insistenti le voci che Bergoglio sarà presente sugli spalti dell’Olimpico già prima della fine della stagione. I bookmaker inglesi hanno quotato proprio questa eventualità: in attesa dell’evento Bergoglio forse seguirà in tv il derby, sperando che lo spettacolo offerto sia…divino.

Intanto si gode la colazione seduto a un tavolo della sala ristorante del residence dove risiede, insieme ad altri 4 prelati.

francesco-colazione-papa-tuttacronaca

Renzi si rimbocca le maniche e lancia l’aut-aut: o l’accordo con il PdL o le urne!

renzi-tuttacronaca

Matteo Renzi rilascia un’intervista al Corriere ed entra subito nella questione: “Pensiamo a cos’è successo nel mondo dal 25 febbraio a oggi. In Vaticano c’era ancora Ratzinger; in un mese è stata scritta una pagina di storia. Il pianeta corre. E l’Italia è totalmente ferma. Le aziende chiudono. La disoccupazione aumenta. E la politica perde tempo. La tempistica prevista dalla Costituzione va rispettata. Ma qui si sta facendo melina. Si rinvia tutto alla scelta di un presidente della Repubblica più sensibile a dare l’incarico a Tizio o a Caio. Ma questo alimenta l’antipolitica. La vera moralità non è solo tagliare i costi; è rendere efficiente quel che fai”.

Nell’intervista fiume, il sindaco di Firenze ha tenuto a sottolineare che per, quel che concerne Berlusconi, il Pd deve sbrigarsi a prendere una decisione: se è il capo degli impresentabili, allora si torna al voto subito, altrimenti è un interlocutore forte di 10 milioni di elettori: “In un momento si vagheggia Berlusconi in manette, in un altro ci si incontra di nascosto con Verdini. Non si può stare così, in mezzo al guado.” Quello contro cui si batte al momento, infatti, è l’atteggiamento del Pd che “punta a prendere tempo e a eleggere un capo dello Stato che ci dia più facilmente l’incarico di fare il nuovo governo”. Se non si sbilancia facendo nomi su chi vedrebbe al Quirinale (“l’importante è che sia una personalità autorevole”), ha ben chiare le cose che andrebbero fatte, a partire da oggi stesso: “Anziché vivacchiare, rendiamo utile questo tempo. Bersani riunisca fin dalla prossima settimana i gruppi parlamentari. Non l’ennesima direzione che diventa una seduta di autocoscienza; i gruppi parlamentari, che tra l’altro sono quasi tutti bersaniani. Giovani in gamba, persone di valore, che però si sono riuniti finora, credo, solo tre volte. Lanciamo una proposta forte. Il sindaco d’Italia: una nuova legge elettorale, grazie a cui si sa subito chi ha vinto. Abolizione del Senato, che diventa la Camera delle autonomie, con i rappresentanti delle Regioni e i sindaci delle grandi città che vanno a Roma una volta al mese e lavorano senza ulteriori indennità; così il Parlamento è più efficiente e costa la metà”. L’importante è poi smettere di farsi umiliare dall’arroganza e la tracotanza del MoVimento ma reagire applicando i tagli alla politica e abolendo il finanziamento pubblico ai partiti. L’intervista fiume prosegue toccando il tema “dieci saggi”: “Cosa ci possono dire di nuovo Violante e Quagliariello? Non sono certo la soluzione, al più possono essere concausa della crisi. Lo dico con grande rispetto per il presidente Napolitano: dare la colpa a lui per l’impasse è come dare la colpa al vigile se in città c’è traffico. Ma ora il Pd deve avere un sussulto di orgoglio: via il Senato, via le province, legge elettorale dei sindaci. Una gigantesca operazione di deburocratizzazione, con una grande scommessa sull’on line. E un piano per il lavoro, che dia risposte al dolore delle famiglie e alle sofferenze delle imprese. Vedo invece che hanno ancora rinviato il decreto per pagare i debiti della pubblica amministrazione, e mi chiedo: ma questi da quanto tempo non vanno in un’azienda?”. Se per ora non si pone il problema delle primarie, che comunque chiederebbe in caso di ritorno alle urne, su Berlusconi le idee le ha ben chiare: “Io non voglio Berlusconi in galera. Voglio Berlusconi in pensione”.

“Offshoreleaks”: lo scandalo fiscale di rilevanza mondiale

offshoreleaks - tuttacronaca

Lo “scandalo fiscale planetario”, come lo definiscono alcune fonti giornalistiche francesi, coinvolge personaggi di vertice in tutto il mondo, Italia inclusa. Se le rivelazioni sui conti esteri di alcuni politici francesi sono stati resi noti, questa è solo la punta dell’iceberg di Offshoreleaks, e già i potenti tremano. Alcuni giorni fa l’ex ministro del Bilancio francese, Jerome Cahuzac, aveva ammesso, durante un interrogatorio davanti ai giudici, di avere trasferito fondi ‘neri’ per 600mila euro circa su un conto in Svizzera. Ora il quotidiano d’oltralpe Le Monde ha già reso noto che Jean-Marc Augier, uomo d’affari nel mondo dell’editoria nonchè tesoriere di Hollanda durante l’ultima campagna elettorale, è azionista di due società offshore alle isole Cayman. Nel frattempo, nel rapporto del consorzio investigativo Icij sui paradisi fiscali si legge che che ”Funzionari governativi e loro familiari e associati in Azerbaijan, Russia, Canada, Pakistan, Filippine, Thailandia, Canada, Mongolia e altri Paesi si sono uniti per l’uso di compagnie private e account bancari”. E ancora: “I super-ricchi hanno usato strutture offshore per possedere ville, yacht, capolavori artistici e altri beni guadagnando vantaggi fiscali nell’anonimato non disponibile per la gente comune”. Sempre grazie alle prime indicazioni dell’Icij, si scopre anche che “Molte delle grandi banche – incluse Ubs, Clariden (Credit Suisse) e Deutsche Bank – hanno lavorato aggressivamente per fornire ai propri clienti compagnie coperte dal segreto alle Virgin Islands e altri paradisi fiscali”.

Se nei prossimi giorni verranno pubblicati i risultati dell’investigazione, in Italia L’Espresso renderà noti venerdì duecento nome di italiani a cui appartengono conti bancari sospetti in Paesi fiscalmente opachi e “clementi” con i propri correntisti. La prima parte dell’inchiesta del settimanale vede al centro del mirino Gaetano Terrin, ex commercialista dello studio Tremonti; Fabio Ghioni, hacker dello scandalo Telecom; un sistema finanziario che coinvolge tre famiglie di imprenditori e gioiellieri lombardi e un trust diretto da Oreste e Carlo Severgnini, i commercialisti milanesi che hanno incarichi professionali nei principali gruppi italiani.

E’ stato il quotidiano svizzero Le Matin a ricostruire la genesi dell’inchiesta, che ha coinvolto anche 86 giornalisti di tutto il mondo, iniziata quando l’Icij di Washington è entrato in possesso di oltre 2,5 milioni di file che rivelano i conti segreti e le transazioni nascoste nei “forzieri” dei grandi ricchi del mondo tra cui 4mila americani, ma anche oligarchi russi, uomini d’affari orientali e politici di tutto il mondo. Alcuni nomi presenti nelle liste sono quelli del presidente dell’Azerbaijan Ilham Aliyev e sua moglie Mehriban, la moglie del vicepremier russo Igor Shuvalov e due top executive di Gazprom, la ex first lady filippina Imelda Marcos nonchè collezionista d’arte spagnola baronessa Carmen Thyssen-Bornemisza, oltre a decine di americani, tedeschi e svizzeri.

Samp-Inter: durante l’incontro, muore un tifoso blucerchiato

samp-inter muore tifoso - tuttacronaca

Mentre Palacio faceva il suo show riportando l’Inter a sognare l’Europa, durante il secondo tempo della partita Bruno Dondero, tifoso blucerchiato di 76 anni, è stato colto da un malore. L’uomo, seduto nel settore Distinti dello stadio Luigi Ferraris, è stato prontamente soccorso ma non ce l’ha fatta ed è deceduto durante il trasferimento in ospedale. Subito è arrivato un comunicato in cui si esprimeva il cordoglio della società di Corte Lambruschini per la famiglia di Dondero.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: