Ecco l’assuntopoli di Marino, nomi,cognomi e stipendi!

ignazio-marino-tuttacronaca

Roma è sull’orlo della bancarotta e il sindaco si era appellato al Governo, proprio nel momento in cui stava aprendosi la crisi politica. Poi durante la settimana critica della politica italiana il sindaco minacciava di alzare l’Irpef e l’aliquota Imu sulla prima casa, che anche se virtuale sarebbe pesata sulle spalle dei cittadini che versano comunque le quote allo stato centrale che poi deve ridistribuire le risorse. Nel frattempo Marino assumeva 75 “chiamati” tra luglio e settembre (nel periodo di ferie per dare meno nell’occhio?), una valanga di ex tutti fedelissimi. Lo staff di sindaco e assessori pesa sulle casse del Comune per oltre 4 milioni e mezzo di euro, esattamente 4.624,614 euro.

Chi sono?

La prima delibera approvata, la numero 300, interessa il capo del gabinetto del sindaco, Luigi Fucito, già funzionario del Senato, che all’anno pesa sulle casse capitoline per 79 mila euro. Nello stesso giorno, il 5 luglio, sono stati approvati i rapporti di lavoro a tempo determinato del portavoce del sindaco, Guido Schwarz (109 mila euro); del più pagato dei collaboratori di Palazzo Senatorio, Marco Girella, oggi capo ufficio stampa a 170 mila euro; di Silvia Decina, la storica segretaria di Veltroni, di nuovo nel team del Campidoglio a 142 mila euro l’anno; di Roberto Tricarico del clan dei piemontesi con un passato da consigliere comunale a Torino (131 mila euro), di Mattia Stella, ghost writer del programma di Marino in campagna elettorale e oggi nel gabinetto del sindaco (78 mila euro) e del capo segreteria Enzo Foschi, ex consigliere regionale pd (114 mila euro).

Piano piano alla squadra si sono aggiunti nuovi nomi, in realtà personaggi che da tempo gravitano,con ruoli ogni volta diversi, intorno al mondo della politica. Nello staff del sindaco il 31 luglio è arrivato il camaleontico Maurizio Pucci, ex ad di Musica per Roma, ex sovrintendente alle grandi opere come l’apertura dell’Auditorium di Renzo Piano, ex direttore dei cantieri del Giubileo che ora torna con un ingaggio da 157 mila euro. Stessa cifra per Andrea Bianchi, uomo di Nieri, che l’ha voluto nel suo team insieme a Bartolo Scifo (32mila) e Nunzia Bossa (87mila) coordinatori del magazine online “L’Inkontro. info”.

Nel gruppo dell’assessorato all’Ambiente c’è l’ex consigliere provinciale, Edoardo Del Vecchio (29.790 euro) mentre Loredana Granieri, in aspettativa dalla Provincia, è stata assunta nello staff dell’assessore alla Scuola (115mila). Trova una collocazione all’assessorato alla Casa, Nicola Galloro, candidato non eletto alle elezioni comunali (29.700); mentre per 140mila euro è stato sistemato Luca Lo Bianco già nel Cda del Film Commission di Roma e Lazio.

Giulia Calamante, la figlia dell’ex assessore alla Mobilità con Veltroni, è nel team dell’assessorato al Commercio con 29.797 euro; così come l’ex assessore alla Cultura, Silvio Di Francia, è stato assunto nella segreteria del sindaco con un ingaggio di 95.753 euro. Andrea Casu, da ex candidato al municipio I trova posto all’assessorato allo Sport con 29.797 euro. Nell’ultima infornata ci sono Benedetta Cappon, voce degli occupanti del Teatro Valle e figlia dell’ex direttore generale Rai, che si piazza all’assessorato alla Cultura (29.797 euro) e Brigidina Paone, ex dipendente del Comune di Roma ormai in pensione, che sempre per 29.797 euro è stata riassunta come collaboratrice dell’assessorato alla Casa.

Ecco la tabella nome per nome pubblicata da Repubblica:

giunta-marino-tuttacronaca

Gli ingaggi sono tutti lordi e comprensivi di contributi previdenziali e Irap, quindi le cifre non indicano solo la busta paga effettiva ma quanto ogni persona costa al Campidoglio. Sono tutte persone esterne assunte a chiamata diretta perché l’incarico è di carattere fiduciario.

L’ITALIA SOLA AD AFFRONTARE GLI SBARCHI!

lampedusa-tuttacronaca

Strasburgo ieri, nel pieno della crisi politica italiana ancora accusava l’Italia parlando di misure “sbagliate o controproducenti” da parte del nostro Paese che negli ultimi anni ha visto riversarsi sulle coste migliaia di migranti. L’Italia sola davanti a un’emergenza mondiale, emarginata da politiche europee che hanno saputo solo imputare gli errori, ma mai affrontare il problema dell’emergenza migranti almeno a livello europeo. Ogni volta poi che capita una tragedia si punta il dito contro l’Italia. Quando smetteranno di accusarci per colpe comuni? Nel rapporto approvato ieri all’unanimità dalla commissione migrazioni dell’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa si sottolinea che quanto fatto sinora non ha messo “l’Italia in grado di gestire un flusso che è e resterà continuo”.

Il rapporto critica in particolare i ritorni forzati di immigrati in paesi, come la Libia, dove rischiano la tortura, se non la vita, la gestione dei Cpt, la decisione di dichiarare continuamente lo stato d’emergenza per “adottare misure straordinarie al di la dei limiti fissati dalle leggi nazionali e internazionali”. Nel testo si afferma poi che “a causa di sistemi di intercettazione e di dissuasione inadeguati”, l’Italia si è di fatto trasformata in una calamita per l’immigrazione, in particolare per gli immigrati che cercano una vita migliore all’interno dell’area Schengen. E come se non bastasse nel documento si afferma che alcune delle scelte fatte dalle autorità italiane “rischiano di minare la fiducia nell’ordine legale europeo e nella Convenzione di Dublino”.

Infine, nel testo viene evidenziato che la strada sinora seguita dall’Italia “non ha aiutato a convincere gli altri paesi membri della Ue a condividere la responsabilità” per i flussi in arrivo sulle coste italiane.

Perché nessuno ha mai però condiviso con noi la responsabilità? Ci vengono imposte le quote latte e le arance da raccogliere, ma nessuno mai ha pensato a una quota migranti? Una quota giusta per ogni paese per offrire dignità e lavoro a quanti affrontano un viaggio della speranza?

Nel testo, che l’assemblea dovrà discutere e votare in plenaria nei prossimi mesi, si chiede all’Italia di adottare una politica corrente che permetta al Paese di gestire in modo efficiente immigrati, richiedenti asilo e rifugiati.

Secondo l’autore del rapporto, il britannico Christopher Chope, “l’Italia ha le risorse per farlo e solo facendolo potrà assicurarsi il sostegno e la solidarietà dei paesi europei”.

Non abbiamo risorse per far fronte alla crisi, la disoccupazione giovanile e non giovanile che ormai sta dilaniando la Penisola e ancora dobbiamo investire senza poter sforare il 3%, risorse nella migrazione?

Il mea culpa di Barzagli dopo il pareggio con il Galatasaray

barzagli-champions-tuttacronacaSecondo turno del girone di Champions League e secondo pareggio per i bianconeri che, dopo l’1-1 a Copenaghen non è riuscita a battere i turchi del Galatasaray di Roberto Mancini allo Juventus Stadium. Per gli uomini di Conte si sono rivelati fatali due errori in difesa: sbaglia Bonucci nel primo tempo e pasticciano in gruppo negli ultimi della ripresa quando, finalmente in vantaggio, si fanno sorprendere dagli avversari che guadagnano il pareggio. Andrea Barzagli, difensore bianconero, ai microfoni di Mediaset premium ha commentato il secondo episodio: “E’ abbastanza evidente che non riusciamo più a fare il nostro gioco. In questi anni però è cambiato il modo di giocare di tante squadre e noi stiamo un po’ cercando di cambiare il nostro approccio per tornare a essere la Juve arrembante del passato. In Europa poi tutto è più difficile perché si incontrano squadre forti e che tendono sempre a giocare il proprio calcio. Sul secondo gol mi prendo un po’ di responsabilità perché a tre minuti dalla fine dovevamo essere più attenti e coprire meglio. Io, da difensore esperto, avrei dovuto chiamare i miei compagni a difendere più bassi e compatti. E’ inaccettabile prendere un gol del genere in quattro contro quattro dopo aver appena segnato il gol del vantaggio“.

La famiglia di Jackson perde la causa miliardaria

michael-jackson-tuttacronaca

Soldi, dramma e indebitamento questi gli elementi che probabilmente hanno portato alla morte di Michael Jackson. I soldi a cui non volevano rinunciare i promoter per il tour “This is It” cancellando i concerti quando si accorsero che la pop star non era in grado di salire sul palco. Il dramma di Michael Jackson, ormai fragile, stremato dalla malattia e dalla paura di salire sul palco e costretto da un contratto a rispettare gli impegni, talmente preoccupato da perdere il sonno e chiedere di poter dormire facendosi iniettare un potente anestetico da sala operatoria. Su questo “male di vivere” si aggiunge un altro dramma, l’indebitamento del medico con cui i promoter stipulano un contratto e assumono il cardiologo Conrad Murray, per mettere il cantante in condizione di poter affrontare 50 concerti. Ieri sera però il piano accusatorio della famiglia che aveva ipotizzato una pressione sul medico da parte dell’agenzia che organizzava il tour di Jackson è crollato e la giuria di Los Angeles  ha bocciato questa supposizione. Nessuna pressione da parte dell’Aeg, che se vero che avesse assunto il medico lo aveva fatto solo per rimettere in forze Michael Jackson non per spingerlo a ogni costo sul palco.

Non fu colpa dei promoter, se per riuscire a dormire e riprendere le forze Michael Jackson si faceva iniettare un potente anestetico da sala operatoria. Una giuria di Los Angeles ha ieri sera bocciato la teoria che il promoter avesse dato istruzioni precise al medico, il cardiologo Conrad Murray, perché mettesse il cantante in grado di affrontare i 50 concerti di un nuovo tour.

 

Fermato un italiano per il duplice omicidio di Reggio Calabria

fermo-reggio-calabria-tuttacronacaUn italiano è stato fermato dalla polizia di Reggio Calabria in relazione all’omicidio dei due romeni, un uomo e una donna, i cui cadaveri sono stati rinvenuti ieri mattina nel bagagliaio di un’Alfa Romeo 146 sul pontile in località San Gregorio, vicino al porto del capoluogo calabro. Le vittime, Joan Lacatus, di 28 anni, e Jonela Hololea, di 35, erano state uccise con alcuni colpi di pistola e i loro corpi abbandonati nell’auto di Lacatus, che gli assassini avevano tentato invano di fare sparire in mare. Dopo che la squadra mobile di Reggio Calabria, diretta da Gennaro Semeraro, ha identificato il presunto responsabile, gli agenti hanno sequestrato la pistola calibro 9 utilizzata per compiere il duplice omicidio e sulla quale verranno effettuati accertamenti scientifici e balistici. Al momento sia gli investigatori che gli inquirenti mantengono il riserbo sul movente del delitto, anche se ieri era trapelato che s’indagava negli ambienti della prostituzione.

Alfano annulla la conferenza e va a Lampedusa, salta manifestazione di domani

alfano-lampedusa-tuttacronaca

Lampedusa rivoluziona l’agenda di Alfano che vola immediatamente a Lampedusa, sul luogo della tragedia del barcone di immigrati. Annullata quindi la conferenza stampa che era annunciata per le 11.30 e che avrebbe dovuto “congelare”, la scissione del Pdl. Saltata anche la manifestazione di domani di protesta davanti alla Giunta del Senato, anti-decadenza.

I volti dei superstiti e i corpi delle vittime, dell’ennesimo sbarco tragico

lampedusa-barcone-tragedia-tuttacronaca

Venivano probabilmente dalla somalia i migranti del tragico sbarco a Lampedusa,  nei pressi dell’Isola dei Conigli. La tragedia si è consumata a circa un miglio e mezzo al largo della famosa spiaggia.

Il bilancio è ancora provvisorio e purtroppo sale di minuto in minuto. Al momento sono 62 i morti, ma ancora alcuni corpi devono essere recuperati. Sulla banchina, tra le vittime allineate, anche alcuni bambini e una donna incinta. 150 migranti invece sono stati tratti in salvo da una motovedetta della Guardia Costiera.

Sul barcone naufragato si è stimato che viaggiassero almeno 500 persone, sono quindi molti i dispersi ancora da ritrovare.

Secondo quanto riferiscono le fonti delle agenzie di stampa il barcone avrebbe preso fuoco dopo essersi rovesciato a poche miglia dall’isola di Lampedusa, secondo alcuni sarebbero stati anche i migranti a dar fuoco alle coperte, subito dopo la tragedia, per cercare di attirare l’attenzione dei soccorritori. Ancora però non si può capire l’esatta dinamica di ciò che è accaduto.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’allarme del naufragio è stato dato dall’equipaggio di due pescherecci che transitavano nella zona. Sul posto due motovedette, una della Guardia Costiera e una della Guardia di Finanza. Elicotteri e mezzi aerei stanno sorvolando sulla zona del naufragio.

«E’ una giornata triste, le vittime sono tre donne. L’imbarcazione trasportava circa 500 migranti», ha spiegato Antonino Candela, Commissario straordianario dell’assistenza sanitaria di Palermo. «I primi soccorsi sono stati quelli delle barche ad uso turistico. I corpi delle vittime sono state portate sulla banchina», ha aggiunto.

«Ci sono morti ovunque. È terribile». Non riesce a trattenere il pianto uno dei soccorritori che si trova su uno dei pescherecci che stanno recuperando i cadaveri dal mare. «Sono decine i morti, molti galleggiano – dice ancora tra le lacrime all’Adnkronos- Sembra un incubo».

Anche il Premier Enrico Letta è intervenuto sull’argomento parlando di “immane tragedia”. In Twitter, ha comunicato che è stato “fatto il punto (…) con Alfano e i vertici del ministero che si recheranno subito sul luogo del disastro per i primi interventi”.

letta-lampedusa-tuttacronaca

Aggiornamento 3 ottobre 2013, 12,45: Il bilancio provvisorio delle vittime sale a 90 vittime.

Il crollo della chiesa a Venezia: “Gli angeli ci hanno protetto”

chiesa-crollo-venezia-tuttacronacaEleonora Vianello, dell’Istituto “Carlo Steeb” degli Alberoni, a Venezia, ne è certa: “Gli angeli custodi che abbiamo pregato stamattina ci hanno protetto”. Difficile per chi si trovava nella casa di riposo non ripercorrere con la mente la giornata, prima la messa, poi, appena tre ore più tardi, il crollo del soffitto della chiesa annessa alla struttura, da cui è uscito indenne solo l’altare. Ha raccontato ieri la donna: “Proprio stamattina (mercoledì) alle 10.30 in questa chiesa abbiamo celebrato la messa. Un’occasione programmata da tempo, per onorare la festa dei nonni. In chiesa c’erano una trentina di persone. Alcuni ospiti, io e le due animatrici e la messa è stata officiata da don Lucio. Naturalmente non si è verificato nulla che potesse far presagire un disastro simile. Se il crollo fosse avvenuto tre ore prima saremo morti tutti”. Invece la messa, della durata di circa un’ora, è stata celebrata regolarmente. La direttrice dell’istituto prosegue, raccontando quanto accaduto alle 14.20: “Abbiamo sentito un botto fortissimo, il crollo del tetto ha sollevato una colonna di fumo e così si sono attivati tutti gli allarmi dell’antincendio. A quel punto abbiamo capito che si era verificato un crollo al tetto della chiesa e abbiamo attivato tutte le procedure del caso”.

“Miracoli” di Google Street View: rivede la nonna morta

nonna_google-tuttacronacaDustin Moore ha “ritrovato” la nonna in Google Street View. Residente a Portland, Stati Uniti, stava osservando la foto di casa sua utilizzata per le sue mappe e ha notato una donna seduta sulla veranda dell’abitazione. Si trattava della nonna Alice, morta meno di un anno fa, intenta a leggere il giornale sulla panchina davanti all’uscio. In un forum del social network Reddit il ragazzo ha raccontato che quello che l’ha sorpreso è “che Google abbia scattato una delle ultime foto di mia nonna”. “Credo sia una foto fantastica perché mostra quanto fosse una persona tranquilla e spensierata.”

Vidal in bianconero fino al 2018!

Arturo Vidal -juventus-tuttacronaca

Fra poco sarà dato l’annuncio ufficiale ma ormai l’accordo è stato trovato e le firme sono state già messe in calce: Arturo Vidal e la Juve insieme fino al 2018. Fernando Felicevich, agente del centrocampista cileno, avrebbe concluso la trattativa, prima dell’incontro con Galatasaray,  con un ritocco all’ingaggio che sarebbe stato ora portato a 4.5 milioni più i bonus. Vidal è bianconero e vengono seppellite così le speranze del Real Madrid dopo che erano già state rispedite, in estate, le richieste del club spagnolo. Ora nelle file juventine c’è da pensare a Paul Pogba, e il club bianconero sta già pensando a un adeguamento del suo ingaggio visto che ormai Pogba non è più una promessa ma un vero e proprio campione. La trattativa quindi con il suo agente Mino Raiola continua.

Il neonato annegato è scivolato nel fiume durante lite dei genitori

neonato-tuttacronaca

Sono stati fermati i genitori di quel bambino, di appena una settimana, il cui corpo ad agosto venne ritrovato annegato in un fiume nella contea cinese di Ruyang. Da una prima ricostruzione il piccolo sarebbe scivolato accidentalmente in acqua durante una lite animata dei genitori. I vigili del fuoco, primi ad arrivare sul posto, non poterono far altro che appurarne la morte.

Terremoto in India, nello stato settentrionale del Sikkin, magnitudo 5,3

TERREMOTO-INDIA-tuttacronaca

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 5,3 gradi sulla scala Richter è stata registrata oggi 3 ottobre nello Stato indiano settentrionale del Sikkim. Lo riferiscono le tv a New Delhi precisando che per il momento non vi sono notizie di vittime o danni.

Secondo le prime informazioni il sisma è avvenuto alle 10:42 locali in una zona a 21 chilometri da Gangtok (la capitale dello Stato) e ad una profondità di nove chilometri. Secondo l’emittente Times Now la scossa à stata avvertita chiaramente a Darjeeling e Siliguri (West Bengal).

Giallo a Venezia: cadavere affiora in laguna

laguna_venezia-cadavere-tuttacronacaSi tinge di giallo la laguna Veneziana nei pressi di Sacca Sessola. Questa mattina, verso le 7, alcuni pescatori hanno infatti notato un corpo a pelo d’acqua e hanno lanciato l’allarme. I militari della stazione navale della guardia di finanza e i sommozzatori sono giunti sul posto per recuperare il cadavere. Impossibile procedere con barche più grandi a causa della bassa marea. Al momento non sono note le cause della morte. Come ricorda il Gazzettino poche settimane fa, nella stessa zona, nei pressi di San Clemente, era venuto a galla il cadavere di un cinese.

Trema ancora la Lunigiana: scossa di terremoto alle 9:38

terremoto-lunigiana-tuttacronacaUna nuova scossa di terremoto è stata registrata oggi alle 9:38 nel distretto sismico della Lunigiana, in Toscana. Secondo i rilevamenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Ingv, l’evento ha avuto una magnitudo 2.4 e si è verificato a una profondità di 9.7 km. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Casola in Linigiana e Fivizzano (MS) e Giuncugnano e Minucciano (LU).

Tutti gli incubi del Cavaliere! I vertici notturni congelano la scissione

la-notte-non-porta-consiglio-tuttacronaca

Tutti gli incubi del Cavaliere sono ancora lì, non è cambiato nulla nonostante verso le undici di sera Berlusconi abbia convocato i suoi fedelissimi a Palazzo Grazioli. Sfilano velocemente all’interno dell’abitazione romana dell’ex premier Raffaele Fitto, Saverio Romano, Mara Carfagna, Renata Polverini e Gregorio Fontana. Nella notte, più o meno alla stessa ora, in un palazzo del centro di Roma si tiene invece la riunione degli “scissionisti” vincenti presieduta da Angelino Alfano che convoca anche alcuni ministri del Pdl. Per oggi attesa, alle 11.30, la conferenza stampa che in sostanza congelerà la scissione. Cicchitto ci tiene a chiarire che Non abbiamo esaminato questo termine nemmeno lontanamente. “Non avremo un atteggiamento scissionista ma nemmeno di appiattimento”.

Intanto molti pensano che Berlusconi sia davvero a metà  del viale del tramonto, quello stesso viale che fu percorso tempo fa da Gianfranco Fini… Frattura o non frattura sembra che nel Pdl sia iniziata una nuova era.

Bullismo a scuola: ragazzino accoltellato dal compagno

lite-bulli-tuttacronacaE’ stato denunciato un 15enne che, al culmine di una lite tra bulli, ha accoltellato un compagno di scuola nel cortile dell’istituto professionale “Casanova” di Napoli e che in seguito si è presentato al commissariato Decumani in compagnia della madre, cui è stato affidato, e di un altro parente. La vittima, un 13enne preso di mira dall’agressore e alcuni suoi amici, è rimasto ferito alla coscia destra ed è stato trasportato all’ospedale pediatrico Santobono. La prognosi per lui di sette giorni. Proprio il più giovane era riuscito a farsi accompagnare in classe da una sorta di amico bodyguard che poi ha fornito una versione dei fatti: aveva intenzione di organizzare un incontro risolutorio con la banda di bulli ma invece di un chiarimento è arrivato un coltello. Il padre della vittima, che compirà 14 anni a breve, ha rivolto pesanti accuse alla gestione della dell’istituto, in special modo per quel che riguarda la sicurezza, avendo lui segnalato più volte la situazione. L’aggressore, che risiede nei Quartieri Spagnoli di Napoli, è già noto alle forze dell’ordine. In passato era già stato accusato di furto con scasso, ma il Tribunale dei Minori aveva sospeso il processo e concesso la “messa alla prova”, provvedimento che si pone l’obiettivo di dare una seconda possibilità a giovani “difficili”.

Le accuse dell’amico di Giuliano Gemma, ha tardato l’ambulanza?

gemma_incidente_fotografie-ambulanza-amico-tuttacronaca

Il dolore per l’amico Giuliano Gemma sembra aver davvero dilaniato il migliore amico dell’attore   Roberto Di Berardino. Anche lui di cerveteri e appassionato di arte e scultura. Ogni giorno insieme trascorrevano 9 ore all’interno del Metropolitan Museo di Via Agellina. Con la voce rotta Roberto di Berardino afferma:

«Non mi hanno voluto in ambulanza con lui. Dal suo sguardo ho capito che stava lottando. Mi mancherà»

E aggiunge:

«Non posso crederci ancora eravamo assieme mezz’ora prima, dalle 18,30 alle 19,10 e discutevamo sui programmi della serata con sua moglie Barbara. Prima di andarsene dal locale aveva voluto vedere le foto su Facebook della figlia Vera e dei nipoti. Poi lo schianto a due metri da casa mia, in quell’incrocio maledetto. Mi sono precipitato. Giuliano mi ha dato il suo telefonino e volevo abbracciarlo».

Poi quell’accusa velata, di chi è sotto shock e perde la cognizione del tempo:

«Era cosciente parlava dicendo che i suoi documenti erano nella giacca. L’ambulanza è intervenuta ma è rimasta ferma troppo tempo ed è partita solo quando ne è venuta un’altra. Io non capisco il motivo. Quelli del 118 mi hanno risposto che non poteva andare via perché c’era un bambino ferito. Ma io quel bimbo l’ho visto in piedi e l’ho anche accarezzato. Poi ho seguito Giuliano con la mia auto ma all’ospedale di Civitavecchia non ce l’ha fatta. Non so se sia deceduto prima, ho dei dubbi».

Ma poi ci sono altri testimoni, come la signora Federica Palombi che abita proprio su quell’incrocio dove si è verificato l’incidente:

«L’incidente è avvenuto di fronte alla mia abitazione  e sono scesa subito in strada attorno alle 19,45. L’attore, che nel paese amavano tutti, era vivo ma l’hanno lasciato qui troppo tempo. Non so come funziona ma l’ambulanza, dopo averlo caricato, lo doveva portare via».

“Non posso cambiare il mondo …

cambiare-tuttacronaca… ma posso cambiare il mondo in me”

-U2- (Rejoice, in October, 1981)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: