Il mistero di Torino, un uomo in coma lasciato davanti all’ingresso dell’ospedale

radiografia-uomo-42-anni-torino-tuttacronaca

Nel pomeriggio di lunedì è stato rinvenuto un italiano di 42 anni con un politrauma davanti all’ingresso dell’ospedale del Cto. E’ mistero su come ci sia arrivato e come si sia procurato i traumi. L’uomo identificato, è in coma ricoverato nel  reparto di rianimazione dell’ospedale e rischia di rimanere paralizzato. In serata sono arrivati i familiari che non hanno saputo fornire spiegazioni.

 

Ex-giocatori in Aula, nella tempesta Parmalat… anche Crespo, Asprilla e Apolloni

asprilla-crac-parmalat-tuttacronaca

Nomi eccellenti, ex giocatori del grande Parma, quello di Calisto Tanzi che ora però rischierebbero di finire in Tribunale per alcuni falsi contratti di sponsorizzazione e promozione di prodotti della Parmalat, distraendo dalle casse della società di Collecchio quasi 10 milioni di euro e oltre 11 milioni di dollari in poco più di dieci anni. Secondo l’accusa tra il 1992 e il 2003 Tanzi e Barili avrebbero stipulato accordi per la pubblicità con i singoli giocatori o con società a loro riconducibili, in modo da garantire al Parma Calcio gli ingaggi con i calciatori senza gravare sulle casse della società sportiva. Attraverso i falsi contratti di sponsorizzazione del brand e dei prodotti Parmalat infatti, i soldi arrivavano ai calciatori direttamente dalla società di Collecchio. Formalmente i giocatori venivano pagati per sponsorizzazioni Parmalat, anche a fronte di pubblicità che negli effetti non venivano realizzate e con compensi concordati che non rispecchiavano le prestazioni richieste. Gli ex campioni poi periodicamente emettevano delle fatture per attestare i lavori fittizi eseguiti per la società di Collecchio. Come riporta la Gazzetta di Parma, il pm Paola Dal Monte ha chiesto il rinvio a giudizio per Hernan Crespo, Sebastian Veron, Faustino Asprilla, Luigi Apolloni, Enrico Chiesa, Lilian Thuram, Dino Baggio, Hristo Stoichckov, Tomas Brolin, Lorenzo Minotti e Massimo Crippa. Insieme a loro è stato chiesto il rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta anche per 15 ex dirigenti, consiglieri, sindaci e procuratori del Parma Calcio, per un totale di 26 persone.

Il “RECUPERLO” di Civati!

recuperlo-renzi-cuperlo-civati-tuttacronaca

Pippo Civati ci prova e non si da per vinto. Nonostante il divario tra Renzi e Cuperlo sia enorme, lui non ci pensa a mollare e dà un nome alla sua rimonta “recuperlo” e poi spiega ” la prima settimana recuperiamo Cuperlo e la seconda Renzi”.

Pippo Civati lo ha detto  parlando a Bari con i giornalisti che gli chiedevano della ‘corsa’ alle primarie del Pd. “Così dividiamo il lavoro in modo organizzato. In realtà – ha spiegato Civati prima di partecipare ad un incontro pubblico – il dato dei circoli è viziato da un tesseramento sovraumano”.

“Noi – ha concluso – non ci siamo prestati a far ricorso a tattiche ‘collettive’, il tesseramento per noi è stata una cosa personale. Dentro il corpo del Pd facciamo fatica, ma fuori, tra i nostri elettori, vinciamo alla grande”.

 

Alluvione in Sardegna: per chi ha perso casa fino a 600 euro al mese

Alluvione-Sardegna-tuttacronaca-600-euro

Fino a 600 euro al mese questo il tetto massimo per le famiglie, mentre solo 300 a chi vive da solo. Il contributo sarà elargito solo però a chi avrà perso casa. Nell’ordinanza finita in Gazzetta Ufficiale, e quindi esecutiva, lunedì 25 novembre  si precisa che il  contributo di 600 euro è quello massimo. Non solo c’è un “limite di 200 euro per ogni componente del nucleo familiare abitualmente e stabilmente residente nell’abitazione”. Sempre l’ordinanza  nomina il direttore regionale della Protezione civile regionale commissario per l’emergenza e ne stabilisce le competenze. Ogni tre mesi, per esempio, il commissario dovrà trasmettere al dipartimento della protezione civile nazionale una relazione sulle attività poste in essere e anche una relazione conclusiva.

Marco Mengoni non finisce di stupire: arriva l’iBook

Marco-Mengoni-ibook-selfie-tuttacronaca

Arriva una nuova iniziativa per Marco Mengoni che lancia il primo iBook realizzato da un artista italiano per iTunes. Prima di Mengoni un progetto del genere era stato realizzato a livello internazionale solo dai Coldplay e Led Zeppelin. Un documento interattivo che sarà completamente pensato e ideato dall’artista e raccoglierà un anno di colori, emozioni e immagini.

Inizialmente conterrà 25 video, con un minuto  del videoclip di Bellissimo  e circa 230 foto per un totale di 45 pagine in 8 capitoli. Ci sarà spazio anche per un racconto delle proprie esperienze personali, fino ad arrivare alla vittoria a Sanremo e poi la candidatura al Best Worldwide Act agli EMA 2013. Non mancheranno neppure immagini e video di 40 tappe del tour, tutte andate sold out. Poi ci sarà spazio per i selfie, quelli scattati nel backstage del palco, quelle con i colleghi e i collaboratori o semplicemente momenti della sua vita privata che vorrà condividere con i suoi fans.

Governo al photo-finish? Renzi pone l’aut aut!

matteo-renzi-tuttacronaca

Renzi pone l’aut-aut  sulle riforme istituzionali e la legge elettorale. Il Pd  “ha la maggioranza assoluta della maggioranza delle larghe intese: se non si fa quello che chiediamo noi…finish” e poi ha aggiunto “In questi mesi hanno detto ‘fai il bravo sulla Cancellieri, sull’Imu, su Alfano’. La pazienza è finita, dopo che loro hanno abusato della nostra pazienza ora usino un po’ delle nostre idee”. Sugli elettori dei suoi sfidanti alle primarie, Renzi dice: “Quelli che votano Cuperlo e Civati possono restare, non li abbandoniamo: li teniamo con noi”. Il sindaco di Firenze parla anche del suo programa: “Ci sono – spiega – poche cose chiare da fare subito. La prima è la legge elettorale. La regola deve essere che chi arriva prima vince davvero e governa per 5 anni. La legge più semplice del mondo esiste già, è quella dei sindaci”.

Tempesta di grandine a Sabaudia e la spiaggia diventa bianca!

grandine-Sabaudia-tuttacronaca

Una vera e propria tempesta di grandine si è abbattuta all’improvviso tra Sabaudia e Priverno. Venti minuti terribili. A terra sono rimasti dieci centimetri di ghiaccio creando notevoli disagi alla viabilità, ma anche danni all’agricoltura ancora tutti da quantificare. Le immagini inusuali che mostrano Sabaudia completamente imbiancata stanno già furoreggiando sui social.

Questa presentazione richiede JavaScript.

M5S: “Non rispondiamo alle provocazioni di Berlusconi”

berlusconi_condannato-tuttacronacaBerlusconi, oggi impegnato in una conferenza stampa dalla sede di Forza Italia, aveva lanciato un appello a Movimento 5 Stelle e Pd affinchè venisse rinviato il voto a Palazzo Madama sulla sua decadenza da senatore, previsto per il 27 novembre, alla luce di nuovi documenti sul processo Mediaset. La risposta del M5S arriva tramite Paola Taverna, capogruppo al Senato, che ribatte: “Non rispondiamo alle provocazioni di Silvio Berlusconi. La sentenza è definitiva e ci apprestiamo ad applicare la legge. Andiamo oltre”.

Via la Trise e arriva la Iuc!!! Cambia di nuovo il nome dell’imposta sulla casa

casa-cartone-tuttacronaca

Forse l’intesa c’è sull’imposta per la casa, ma non si chiamerà più Trise bensì Iuc: imposta unica comunale. Così vengono stanziati 500 milioni di euro in più in favore dei comuni a destinare alle detrazioni per le famiglie con redditi bassi. L’intesa sarà sintetizzata in un emendamento dei relatori al ddl stabilità. Il Governo per non perdere tempo poi porrà la fiducia come già era stato ampiamente ipotizzato. Dario Franceschini, ministro per i Rapporti con il parlamento e per il Coordinamento dell’attività di Governo, ha affermato: “Rispetteremo totalmente il lavoro del Parlamento ponendola sul testo che la Commissione bilancio sta ultimando. La fiducia è però necessaria non soltanto per garantire i tempi di approvazione ma anche per verificare politicamente, con chiarezza e senza ambiguità, nel luogo proprio e sull’atto piu importante, il rapporto fiduciario tra governo e maggioranza parlamentare”. Di fatto, si tratterà del primo test per il centrodestra reduce dal divorzio di Alfano e Berlusconi: una conta vera a propria in Aula dei lealisti al governo Letta e di chi invece resta sulla linea del ri-fondatore di Forza Italia, i cui toni verso il governo – e il Quirinale – si sono sempre più inaspriti.

Secondo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini, il voto di fiducia potrebbe arrivare già domani. “Il governo è convinto che la Commissione Bilancio del Senato possa chiudere nella notte” i lavori sul ddl, consentendo all’esecutivo di andare in aula, “porre la fiducia domani mattina e andare al voto domani sera” al Senato.

 

Il Cavaliere e lo scambio di ruoli….

silvio berlusconi-agrama-tuttacronaca

Silvio Berlusconi professa la sua innocenza sulla vicenda Mediaset e, a due giorni dal voto sulla sua decadenza da senatore, spiega che “le novità importanti per quanto riguarda il processo Mediaset  sono che in Usa il fisco americano sta per procedere con una causa verso Frank Agrama e altre persone ritenute responsabili di evasione fiscale importante”.  

Berlusconi definisce “accelerato” l’iter della giunta delle elezioni che ha disposto il voto sulla sua decadenza. “Non si è tenuto conto dell’obbligo di legge di rivolgersi alla corte europea, come detta la legge europea quando ci sono dei contrasti tra la norma nazionale e quella sovraordinata. Si è violato il principio fondamentale di ogni ordinamento per cui la legge non può essere retroattiva” e si è “calpestato l’articolo 25 della nostra costituzione”, dice Berlusconi in conferenza stampa.

C’è una serie di “documenti che ci consentiranno di presentare domanda di revisione alla Corte d’appello di Brescia” con queste parole Silvio Berlusconi apre la conferenza stampa nella sede di Fi confermando l’intenzione di “chiedere la revisione del processo” sui diritti tv.

Silvio Berlusconi torna ad attaccare e a ribadire che nei suoi confronti è stato “calpestato il diritto” ed è stata “violata la legge” nonché “la Costituzione”.

L’ex premier ha poi ribadito che “non aveva nessun ruolo nelle società di Agrama”. In seguito, chiede ai senatori di Pd e Movimento 5 Stelle di “rinviare il voto sulla decadenza” e aspettare “che si esprima la magistratura e la Corte Ue, altrimenti sarebbe una macchia incancellabile per il Parlamento e vi assumereste una grave responsabilità”. “Lo scontro politico non cancelli il rispetto per le persone e per le regole democratiche. Noi siamo avversati Poltici ma non deve venire meno il rispetto”. È quanto si legge nella lettera-appello che Silvio Berlusconi ha inviato ai senatori del pd e del movimento 5 stelle, a due giorni dal voto dell’aula di palazzo madama sulla sua decadenza da senatore.

“Anche se il voto è palese, valutate attentamente nel profondo della vostra coscienza”, aggiunge in conferenza stampa. Passa quindi a parlare dell’ipotetico accordo con Napolitano prima della formazione del governo Letta: “Non solo non c’è stato nessun patto, in Particolare rispetto a un salvacondotto. Non c’è stata contrattazione alcuna”.

Dopo esser tornato a ripetere che “siamo in una democrazia dimezzata”, ribadisce: “Sono un cittadino esemplare che ha sempre pagato le tasse e ne ha pagate tante”. Un cittadino che “ha dato sempre un contributo positivo ai suoi concittadini e al suo Paese”. Ovviamente, non può non parlare della giustizia e i suoi pensieri corrono all’immunità: “E’ necessaria una revisione del sistema giudiziario italiano e si impone di reinserire l’articolo 68 della Costituzione sull’immunità parlamentare”.

Ritirato l’emendamento sulle pensioni!

carte-pensioni-pensionati-emendamento-tuttacronaca
Nessun contributo di solidarietà se non quello già previsto in precedenza. La commissione bilancio del Senato fa marcia indietro con l’annuncio del presidente della commissione Bilancio del Senato, Antonio Azzollini (Ncd). L’emendamento prevedeva, tra l’altro, la rivalutazione fino a 4 volte il trattamento minimo Inps, e il prelievo di solidarietà del 5% sugli assegni d’oro oltre i 90mila euro annui a salire.

Irruzione nel circolo del Pd della Garbatella, tensioni a Roma!

Pd---frantumi-tuttacronaca-sede

Ennesima sede del Pd a Roma messa a soqquadro. Dopo  via de’ Giubbonari, arriva via delle Sette Chiese, alla Garbatella.   Lo dice il Pd in una nota: «Nella notte tra domenica e lunedì gli uffici del Pd di via delle Sette Chiese a Roma che ospitano le sedi della Segreteria regionale e delle Federazioni di Roma e della Provincia sono state messe a soqquadro da ignoti che hanno fatto irruzione al secondo piano del palazzo che si trova nel quartiere Garbatella della Capitale». «Un’azione che ha colpito tutti i locali in uso al Pd che sono stati completamente messi sotto sopra – prosegue la nota – All’apertura degli uffici questa mattina sono stati immediatamente avvertiti i carabinieri che insieme ai responsabili del Pd stanno svolgendo i rilievi e le verifiche del caso, utili per le indagini».

Cariche della polizia sui malati, protestavano a Roma per Stamina

stamina-tuttacronaca

Questa mattina erano scesi in piazza per chiedere di poter accedere al metodo Stamina. Loro sono i malati e famigliari che hanno bloccato Largo Chigi a Roma, con cartelli e manifesti tra i quali si leggeva “Stamina funziona anche tu senza laurea lo puoi capire” e “Non abbiamo più voglia di morire”.

Stavolta però i malati minacciano anche di dissanguarsi in piazza, se il Governo non accoglierà la loro richiesta di un decreto d’urgenza per assicurare le cure compassionevoli con il metodo Stamina:

I fratelli Sandro e Marco Biviano, malati e da mesi in presidio permanente in Piazza Montecitorio a Roma per la libertà di cure con il metodo Stamina, stanno preparando l’occorrente per attaccarsi la flebo, togliersi il sangue e gettarlo in terra.  La colpa di questo ‘dissanguamento’ annunciato, secondo i manifestanti, ricadrà sul ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il premier Enrico Letta e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Come riferisce l’Adnkronos Salute la polizia avrebbe caricato i malati e i manifestanti che stavano bloccando via del Corso.  Valerio Arena, uno degli organizzatori della presidio davanti a Montecitorio dei malati che chiedono la cura Stamina, avrebbe diffuso la notizia attraverso i media.

Vannoni, presidente di Stamina Foundation, presente alla manifestazione ha detto «Il ministro Lorenzin ha bloccato la sperimentazione, ha scelto di non voler conoscere, per questo ci fa piacere incontrare scienziati curiosi come il professor Camillo Ricordi, che non sono pro-Stamina ma vogliono saperne di più» e poi ha aggiunto «Oggi c’è rabbia, perchè molte delle persone in piazza combattono ogni giorno contro la morte – ha spiegato Vannoni – chiedono un decreto d’urgenza e lo sblocco delle liste d’attesa a Brescia, dove da giugno è stato fatto un solo nuovo carotaggio. Hanno minacciato di iniziare lo sciopero della fame se entro mezzogiorno le loro richieste non verranno accolte, non so se rimarranno della stessa idea ma sembrano determinati: io non ho potuto fare altro che dire loro che Stamina non risuscita chi muore, per questo è importante che sopravvivano».

Dalla grazia agli insulti: Sallusti ricopre d’insulti Napolitano

sallusti-napolitano-tuttacronaca

Dalla grazia agli insulti. Così Sallusti in un articolo de Il Giornale parla del Capo dello Stato:

“Il presidente Napolitano passa alle minacce. Della grazia a Berlusconi – dice – non se ne parla neppure”.

E dopo questo incipit l’articolo di Sallusti ritrae con parole dure Napolitano:

“Lei è un vecchio inacidito e in malafede indegno di occupare la più alta carica dello Stato”

Poi ci sono anche altri passi sempre molti diretti all’indirizzo del Presidente della Repubblica:

“Lei vuole zittire milioni di italiani come ha zittito la Procura di Palermo che aveva trovato le prove delle sue malefatte”.

e ancora:

 “Lei è un golpista, perché usa il suo potere al servizio della vecchia causa comunista oggi rivista e corretta in salsa lettiana”.

Ma, il direttore de Il Giornale, prende anche le difese di Silvio Berlusconi e promette di scendere in piazza:

“Lei per scalzare Berlusconi ha comperato prima Monti con la carica di senatore a vita, facendolo pagare anche a noi fin che campa. Fallita la missione ci ha provato comprando un pezzo della dirigenza del Pdl, quello più debole, compromesso, ricattabile”.

 “Noi scenderemo in piazza, contro la magistratura e contro di lei che rappresenta il peggio del Paese”.

Cavalier Lucia, l’Annibali sfregiata dall’ex viene insignita da Napolitano

lucia-annibali-acido-sfregiata-tuttacronaca

Nella Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a Lucia Annibali, l’avvocatessa di Pesaro sfregiata con l’acido per ordine del suo ex fidanzato.

«Sono molto, molto orgoglioso di lei, Lucia in questi mesi è sempre stata molto forte. Ora è anche ‘cavaliere’, il secondo in famiglia, anche mio padre lo era». L’avv. Luciano Annibali ha appreso da poco che sua figlia Lucia, sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato il 16 aprile scorso a Pesaro, è stata nominata da Napolitano Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, nella Giornata contro la violenza sulle donne. «Lucia è a Parma con la madre, – spiega -: deve subire un nuovo intervento chirurgico nel centro dove è in cura, per tentare di recuperare il più possibile. L’8 novembre ha dovuto fare anche il laser, di interventi ne fa quasi uno al mese, ma è una persona forte, e la nomina l’ha resa felice».

Fulmine all’osservatorio di Rovigo, lo scienziato posta su Fb e l’assessore arriva

osservatorio-tuttacronaca

Una normale notte all’osservatorio, fino a quando, verso le 22,30 un boato spaventoso si è abbattuto sulla struttura. Un fulmine aveva colpito Sant’Appolinare,in provincia di Rovigo. Luca Boaretto, solo all’interno della struttura,  che stava attendendo un collega, si è trovato a tu per tu con un bagliore  accecante, il frastuono così forte da  far tremare i mobili, infine il blackout. «Una sensazione assurda – racconta l’appassionato di astronomia – C’erano tutte le tapparelle abbassate, ma nonostante questo, dalle fessure, è entrata una luce abbagliante seguita da un tuono fragoroso che ha fatto tremare tutto. Non ho mai visto una cosa del genere. Ovvio che mi sono preoccupato, specialmente quando sono saltati tutti gli impianti. Pensando poi che la cupola dell’osservatorio è in metallo, nonostante la messa a terra, è stato facile immaginare cosa possa essere successo».

Boaretto si è consultato con Jerry Ercolini, socio del 45° Gru, che studia questo genere di fenomeni naturali. «Secondo lui, che è l’esperto in materia – commenta l’astrofilo -, potrebbe essersi trattato di un fulmine globulare che ha scaricato nel vicinissimo Canalbianco, più che sull’osservatorio, coinvolgendolo, però, nell’evento atmosferico quel che basta da aver mandato in tilt gli impianti».
La saetta caduta a Sant’Apollinare, che ha scosso tutto il capoluogo, non sarebbe dunque il classico fulmine che è più probabile veder cadere durante un temporalone estivo, ma un evento atmosferico ancor più particolare. I “fulmini globulari”, o sfere di luce, infatti, sono un raro fenomeno luminoso dell’atmosfera. Consistono in “sfere” di diametro variabile, ferme o in movimento con velocità variabili che si possono notare durante i temporali.
«La teoria di Ercolini – riporta Boaretto – è che ci sia stato un enorme accumulo di energia che è stata scaricata nel Canalbianco. Una scarica di così grande portata da coinvolgere anche il nostro osservatorio che ne ha risentito, per fortuna, solo per quanto riguarda lo sbalzo elettrico. Nessun danno, grazie al cielo».
L’astrofilo ha subito condiviso l’evento su Facebook, raccontando ciò che era successo. «Sono rimasto molto colpito dall’assessore Nello Piscopo che, saputa l’avventura, è arrivato subito all’osservatorio per controllare che andasse tutto bene».

 

Si vendono per 5 euro! Ecco i prostituti di Napoli

prostituti-uomini-tuttacronaca

Dai 18 ai 25 anni, eterosessuali disposti a relazioni omosessuali, molti sono dell’Est Europa, qualcuno è nordafricano, ma c’è anche qualche italiano. Chi sono? I prostituti di Napoli che di giorno dividono i bui parcheggi del centro Direzionale di Napoli con auto in sosta, cani randagi e rifiuti di ogni sorta. Di sera si ritrovano sui marciapiedi del corso Meridionale. E qui restano fino a oltre la mezzanotte, in attesa di vendere l’unica cosa che posseggono: il proprio corpo. Nessuna tratta, nessuno sfruttamento, solo disperazione. Di solito si va da 5 ai 10 euro, ma se accettano rapporti non protetti possono arrivare anche a 15 o 20 euro.  Anche questa è l’Italia!

“Test sull’utilità di Ignazio Marino”, video virale!

Test sull'utilità di Ignazio Marino - tuttacronaca

Ecco l’ultima fatica di Giorgio Croce Nanni, già conosciuto dal popolo del web per le sue irresistibili parodie sull’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno e che ora, con l’avvento del nuovo sindaco, ricomincia i suoi video satirici. L’ultimo è “Test sull’utilità di Ignazio Marino” come sindaco di Roma.  Nei panni dell’attore Jean Claude Van Damme interprete del “Volvo epic split”, Marino sfida le leggi della fisica per dimostrare l’utilità, tra le altre cose, della sua scelta di pedonalizzare via dei Fori Imperiali.

«In molti di voi si chiederanno l’utilità del mio essere sindaco di Roma. Molti di voi, tutti. Bene, ora sto per mostrarvi l’utilità. Se non avessi chiuso via dei Fori Imperiali, come avrei potuto fare questo?», dice mentre imita la spaccata di Van Damme a cavallo dei due tir Volvo. Il video termina con la frase: «Questo test è stato realizzato per dimostrare l’utilità di Ignazio Marino come sindaco di Roma. Il test, purtroppo è fallito miseramente». Ecco alcuni lavori di Giorgio Croce Nanni…

da “L’alba del giorno dopo” che ironizzava sull’apocalittica nevicata che colpì Roma nel febbraio del 2012:

 

fino a “La tempesta perfetta”:

passando per  “Gianni L’enigmista” il trailer parodia sul caos trasporti della Capitale:

Ora, nuovo sindaco, nuova satira. Ed è già fenomeno sul web. Questo è invece il video originale:

Teste in lacrime a Grosseto, al processo Concordia dichiara “costretta a mentire”

tragedia-costa-concordia-Jacqueline Elisabeth Abad Quine-tuttacronaca

L’assistente del direttore di crociera della Costa Concordia, la peruviana Jacqueline Elisabeth Abad Quine, ricostruisce in lacrime, davanti ai giudici a Grosseto, il naufragio all’isola del Giglio: “Le persone erano agitate e volevano salire sulle scialuppe. Però non avevamo un ordine del comando”. Mi fu ordinato di dire ai passeggeri che “era tutto sotto controllo”, che “c’era un black out” e che “dovevano tornare nelle cabine”, aggiunge.

In Danimarca un succo di frutta rende immuni da Berlusconi!

Danimarca-la-scritta-sul-succo-di-frutta-Più-barriere-immunitarie-di-Berlusconi-tuttacronaca

Berlusconi sbarca in Danimarca. Una lettrice del blog Nonleggerlo ha trovato sugli scaffali dei supermercati danesi un succo di frutta che promette più “barriere immunitarie” di Silvio Berlusconi. Inevitabile che la foto venisse ripresa dai media italiani. La scritta sulla bottiglietta, per l’esattezza recita “più immunità di Berlusconi”.

Non è la prima volta che in Danimarca l’Italia finisce su prodotti alimentari. E’ il caso della pizzeria che a Copenaghen vende la “pizza mafioso” o “pizza Al Capone”. Il nome scelto per le due pizze, lo scorso agosto fece indignare Fabrizio Ferrandelli, deputato del Pd vicepresidente della Commissione Antimafia all’Assemblea regionale siciliana.

In Italia, è stata invece Ryanair ad utilizzare Berlusconi in un suo spot che nel luglio 2011 recitava “ho 560 milioni di motivi per scappare”. Berlusconi è poi sbarcato in India: qui la Ford locale  a marzo ha realizzato uno spot, poi ritirato, in cui l’ex premier partiva facendo il segno di vittoria a bordo di una “Figo”. Nel bagagliaio c’erano Nicole Minetti e Ruby legate e imbavagliate.

Raoul Bova torna a casa dalla moglie?

raoul bova-tuttacronaca

Per gli incurabili romantici già si parla di un nuovo ritorno di fiamma quello che sarebbe stato immortalato in alcune foto che mostrano Raoul Bova, con bagagli e pasticcini avviarsi verso la casa della moglie Chiara Giordano. Se mesi fa l’attore attraverso i social e la stampa aveva annunciato la fine del loro matrimonio con le parole “Io e Chiara  ci abbiamo provato a risolvere i nostri problemi, ma non ce l’abbiamo fatta, e abbiamo deciso di comune accordo di prendere strade diverse”, ora però sembra almeno che ci sia uno spiraglio. E la modella Rocio Munoz Morales?

Questa presentazione richiede JavaScript.

Allarme degli 007 sulle startup e sul crowdfunding!

crownfunding-tuttacronaca

E’ l’intelligence italiana, con gli 007 ha lanciare l’allarme sul fenomeno delle  startup e  del crowdfunding, lo stesso sistema che ha portato Obama a diventare il Presidente degli Usa con una raccolta fondi “dal basso”

La preoccupazione dell’intelligence riguarda, da un lato, il fatto che gli startup-manager italiani preferiscano rivolgersi all’estero per sviluppare i loro progetti. Dall’altro, il rischio che le piattaforme nazionali di finanziamento online, in un sistema normativo ancora incerto dove il liberismo del mercato internauta prevale sulle regole, possano prestare il fianco a azioni di spionaggio straniero.

Scrive Alberto Custodero su Repubblica:

Il crowdfunding ha permesso a molte persone, in tutto il mondo, di realizzare un sogno. Si va su Internet, su una piattaforma specializzata, e si lancia il proprio progetto, indicando la cifra necessaria per realizzarlo. E un termine. Se entro il termine indicato si raggiunge (o si supera) la cifra, si parte: e si realizza così lo startup dell’impresa. Secondo gli analisti dei servizi segreti, nel panorama nazionale, le startup risultano particolarmente attive nell’ambito web (49%), e dell’informationand comunication tecnology (22%). Mentre il 4,8 % si concentra su consumer products e circa il 3,6% su eletronics&machinery.Meno rilevante in termini numerici risulta il settore delle cleantechnologies (1,2%) e quello delle biotech life sciences (0,6%). Il rimanente 18% opera in altri settori di attività, soprattutto nel terziario. In tale quadro — segnalano con preoccupazione gli 007 — assume rilievo il fatto che «si registri la tendenza di una parte degli imprenditori (11%) ad avviare tali iniziative all’estero, nonostante i finanziamenti agevolati offerti da numerosi istituti di credito per di tali imprese». Le nazioni estere preferite dagli startupper nazionali sono Usa, Israele, Gran Bretagna e Germania. E sono preferite all’Italia perché là è più facile ottenere finanziamenti con le modalità crowdfunding, ci sono minori oneri burocratici, la cultura d’impresa è più orientata ad accogliere aziende attive, in particolare nell’ambito della digital economy.

«Tale fenomeno, se si estende — osservano gli analisti dell’intelligence — comporta perdite di opportunità in termini competitivi per il nostro Paese, connesse all’allocazione di know how e capitale intellettuale in stati esteri connotati da un più attrattivo ambiente di investimento »

Il nostro paese è in grado di dare una prospettiva? Se si uccidono le start up e il crowdfunding cosa resterà alle nuove generazioni, lacrime, sudore e sangue? Chi può oggi, in Italia mettere mano con competenza e snellire le procedure burocratiche e garantire il reperimento dei fondi necessari?

Ancora diossina su Taranto e Tamburi, il video denuncia su Youtube

Diossina-latte-materno-tuttacronaca

Starebbero continuando le emissioni di diossina dall’impianto Ilva di Taranto. Lo dimostrerebbe un video girato da alcuni cittadini e diffuso in Rete, in cui si vedono fumi e polveri uscire dall’acciaieria. “Molti testimoni ci riferiscono che, per buona parte della notte appena trascorsa, le palazzine del quartiere Tamburi sono state offuscate dai fumi” ha scritto in una nota il presidente del Fondo Antidiossina, Fabio Matacchiera.

Stabilità forse, insicurezza certa! Troppi tagli alla polizia

polizia-tagli-frutta-tuttacronaca

Stavolta non è scandalismo o catastrofismo è Alessandro Pansa,  il capo della Polizia, ha dichiarare  “Non possiamo offrire lo stesso servizio di sicurezza al cittadino che offrivamo qualche anno fa, con 15 mila poliziotti, 15 mila carabinieri e migliaia di finanzieri in meno”. Il numero uno del Dipartimento sicurezza del ministero dell’Interno in un intervista a La Repubblica ha affermato:  “Ogni tanto qualcuno mi chiede di aumentare il livello dei controlli in alcune città o in alcune parti del Paese. Voglio essere chiaro con tutti: oggi non siamo in grado di accrescere la sicurezza in nessuna parte del territorio”. Se nel passato si era gridato ai tagli, sicuramente non si era mai arrivati a questo punto e sempre secondo il racconto di Repubblica, Pansa, che oltre ad essere il capo della Polizia è anche il numero uno dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza, ha anche aggiunto: “Non è più pensabile – ha spiegato – ragionare come se sul territorio siano schierati 110 mila uomini. Dal 2014 ce ne saranno solo 94 mila”. Pansa ha espresso anche la preoccupazione che i tagli possano penalizzare il comparto della sicurezza a favore di quello della Difesa, impegnato da anni nelle “pattuglie miste” e in compiti di presidio di obiettivi a rischio nelle città. “Bisogna chiarire – ha dichiarato – chi ha la legittimità dell’uso della forza nell’ambito della sicurezza”. “Perché – ha detto in polemica con la Difesa – se spostiamo l’asse verso il sistema militare, creiamo qualche scompenso anche rispetto ai principi costituzionali”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il segretario dell’Anfp Enzo Letizia: “Il taglio delle risorse, in un momento di crisi economica, comporta un aumento della criminalità perché mancano uomini e mezzi”.

I dati non sono per nulla positivi: nel nostro paese sono in aumento furti e rapine. A Bari i delitti sono aumentati del 2,2%, negli ultimi otto mesi del 50% gli omicidi, del 16% i furti, del 70% le rapine in abitazione. A Roma crescita dei delitti del 3,2%, con un incremento tra gennaio e agosto del 43% degli omicidi volontari, del 4,3% dei furti in generale e dell’8,7% dei furti negli esercizi commerciali. Il record negativo spetta a Firenze, in testa alla classifica per l’aumento dei delitti nel 2012 (9,2%) rispetto al 2011. E poi ancora: a Cagliari da gennaio ad agosto sono aumentati del 28% i furti in abitazione, a Napoli crescono dell’11,4% le violenze sessuali e del 18,6% le rapine.

La stabilità di Letta raccoglie critiche nel mondo? “si rischia il cimitero”

italia-wall street journal-tuttacronaca

Secondo il Wall Street Journal la stabilità di Letta rischia  di portare l’Italia a una stabilità simile a quella del cimitero. Almeno questa è l’ipotesi ventilata dall’articolo in cui si legge anche che L’Italia “ha fatto più progressi di ogni altro nel ripianare il proprio bilancio” ha bisogno di riforme, che l’attuale governo non riesce a portare avanti perché “appare paralizzato”.

Il Paese si trova di fronte a tre scenari: il primo è quello di un governo “senza catene” in grado di lanciare le riforme; il secondo è che il successo di Matteo Renzi alle primarie del Pd costringa il governo Letta “ad accettare nuove elezioni per arrivare ad un governo di maggioranza” che possa agire con maggiore autonomia; il terzo è che Renzi non riesca a “soppiantare” Letta, che ha “il sostegno parlamentare del proprio partito e del capo dello Stato Giorgio Napolitano“, e che i due vengano trascinati “nella loro amara rivalità” portando a un nuovo stallo politico che ostacoli le riforme”. In questo quadro, scrive il Wsj, “non sorprende che molti italiani temano che la stabilità che offre Letta si scopra essere quella di un cimitero”.

Meno di una settimana fa, il Wall Street Journal aveva duramente criticato l’enorme pressione fiscale italiana a causa della quale la fatidica ripresa diventa una chimera irragiungibile. L’Italia si distingue in Europa per la sua dipendenza dalle tasse sul lavoro, pagate da imprese e dipendenti, per finanziare il sistema pensionistico, scriveva il quotidiano a stelle e strisce, spiegando che “l’esborso per le pensioni di anzianità rappresenta circa il 13% del Pil, ossia un terzo più alto rispetto alla Germania e il doppio rispetto agli Usa, secondo i dati Ocse”. “L’assurdità è che un lavoratore italiano costa più di uno spagnolo ma ha uno stipendio più basso”.

Ecco la fotografia del nostro Paese all’estero? L’Italia è una tomba?

 

Appello della miss nella giornata contro la violenza alle donne: “aprite la porta”

rosaria-aprea-tuttacronaca

Rosaria Aprea, la miss di Macerata Campania, in provincia di Caserta, massacrata dall’ex, rimasta priva di milza e d’ombelico a causa delle botte del suo “amore malato” per Antonio Calendo oggi, in occasione della giornata contro la violenza femminile, lancia un appello: “Aprite la porta di casa e denunciate!”

Napolitano: “niente da riferire”

napolitano-tuttacronaca-capo-dello-stato

Uno dei passaggi fondamentali della lettera inviata dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano, alla Corte d’Assise di Palermo che celebra il processo sulla trattativa Stato-mafia recita: «Non ho da riferire alcuna conoscenza utile al processo, come sarei ben lieto di potere fare se davvero ne avessi da riferire». Queste le parole di Napolitano, alla richiesta della Procura,  da cui era stato citato come teste  in merito a una lettera ricevuta dal suo consigliere giuridico Loris D’Ambrosio. «Dei problemi relativi alle modalità dell’eventuale mia testimonianza – aggiunge il presidente della Repubblica – la corte da lei presieduta è peraltro certamente consapevole come ha, nell’ordinanza del 17 ottobre, dimostrato di esserlo, dei “limiti contenutistici” da osservare ai sensi della sentenza della Corte Costituzionale del 4 dicembre 2012».

Il 2013 sarà l’anno degli scioperi e delle tensioni a Natale?

movimento-forconi-tuttacronaca

Tante, troppe le questioni che bollono in Italia. Tra cittadini discriminati, crisi economica, ripresa lenta e al momento inesistente, nuove tasse in arrivo e una manovra che se darà i suoi frutti, non li vedremo prima della fine del prossimo anno. Intanto aumentano le famiglie allo stremo e le categorie di lavoratori che non si sentono protetti. La battaglia quindi si gioca sul sociale ancor prima che sulle grandi ideologie che sembrano ormai disinteressare i più. La disoccupazione sale e i salari non si adeguano al costo della vita, i giovani costretti a cercarsi lavoro all’estero e quella lunga sequela di “mali” che ogni giorno sentiamo nei talk show. Soluzioni? Non si vedono al momento all’orizzonte e quindi il 9 dicembre 2013, il Movimento Forconi, Movimento autonomo autotrasportatori, promettono di bloccare l’Italia. L’iniziativa è stata lanciata su Facebook. “Ci hanno accompagnati alla fame, hanno distrutto l’identità di un paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni…”.

Inizia così il manifesto che annuncia l’iniziativa e che finisce con “quando un governo non fa ciò che vuole il popolo va cacciato con mazze e pietre”.

Rispetto alla precedente protesta, che è avvenuta in prevalenza in Sicilia, stavolta il Movimento dei Forconi punta alla protesta ad oltranza su tutto il territorio italiano, probabilmente per una settimana, la stessa durante la quale è stato tra l’altro proclamato anche il fermo nazionale dell’autotrasporto.

Alla protesta aderiscono oltre al Movimento dei Forconi anche altre sigle ed altri comitati, tra cui Azione Rurale Veneto, comunemente definiti come i “Cobas del Mais”, l’A.I.Tras, Associazione Italiana Trasportatori, C.R.A. Comitati Riuniti Agricoli. Ed ancora Life Veneto, il movimento dei Liberi Imprenditori Federalisti Europei, M.A.A. Movimento Autonomo Autotrasportatori, i Cobas del Latte ed NVPP – Non vogliamo più pagare.

A guidare la protesta dal prossimo 9 dicembre del 2013 saranno in prevalenza gli agricoltori, i camionisti, gli allevatori, i piccoli commercianti e, di sicuro, anche tanti disoccupati che chiedono lavoro e dignità.

9-dicembre-tuttacronaca

L’Imu cambia nome e aumenta! Ecco a voi la Tasi

imu-tasi-tuttacronaca

L’Imu non si pagherà più, la promessa del centrodestra è mantenuta! E’ infatti in arrivo la Tasi, cioè un Imu che costa di più. Domani mattina, 26 novembre si discuterà l’emendamento che riguarda la Tasi ovvero la  la“service tax” che sostituirà l’Imu. Che differenza c’è tra le due tasse? Che la Tasi costerà di più! Rimane infatti l’impianto di fondo, cioè che saranno i Comuni a stabilire l’aliquota e queste modifiche istituirebbero un fondo comunale di circa 350-400 milioni l’anno. Saranno previste delle detrazioni per i carichi familiari, come era già previsto nel 2012 con una detrazione di 50 euro a figlio.

Come spiega Blitz Quotidiano:

A questo si affiancherebbe un altro miliardo, già stanziato nella legge di stabilità, per la detrazione sulla prima casa. In questo modo chi non ha pagato l’Imu nel 2012, rimarrebbe esente anche nel 2014. Lo slittamento dell’approvazione del provvedimento da parte della commissione Bilancio a lunedì pomeriggio (oggi 25 novembre), costringerà il governo a porre la fiducia in Aula. Qui, infatti, la legge di stabilità arriverà martedì mattina, con l’obbligo di approvarla entro la giornata, prima cioè del voto del Senato sulla decadenza di Silvio Berlusconi. E sarà proprio quel voto di fiducia a sancire il passaggio all’opposizione di Forza Italia che in commissione nel week-end a quasi sempre votato contro il Governo.

Saldo seconda rata, gli aumenti, le aliquote. In ogni caso la rata Imu di dicembre (prime case di lusso, seconde case, affitti) riguarderà circa 30 milioni di immobili, in molti caso con importi maggiorati perché le delibere locali fanno lievitare il conto fino al25% in più rispetto ai valori del 2012. Nei capoluoghi di provincia l’aliquota ordinaria è arrivata all’1% di media grazie anche agli ultimi rincari deliberati la scorsa settimana da 17 Comuni. A Trieste, per esempio, un trilocale affittato a canone libero, quest’anno pagherà 993 euro (di cui 539 di saldo) contro i 909 euro del 2012. Per un box auto, un proprietario di Prato verserà 294 euro contro i 233 del 2012. Dal momento che l’acconto Imu è stato pagato con riferimento alle vecchie aliquote, il risultato è che i rincari si fanno sentire proprio in sede di saldo.

Però rallegriamoci che non la chiameremo più Imu!

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Sono innocente!” Berlusconi e le carte dal Nuovo Mondo!

berlusconi-tuttacronaca-agrama-radio uno-carte-tuttacronaca

“Sono innocente” e “ci sono novità importanti” così il leader di FI Silvio Berlusconi, ha affermato a Radio Uno, il giorno dopo che è arrivato il “secco no” dal Colle a una grazia che da mesi  la destra sta chiedendo per l’ex premier. Ora però, secondo Berlusconi, ci sarebbero nuove carte in arrivo dagli Usa che potrebbero scagionare il leader di FI e riabilitarlo. Su queste nuove carte ci sarebbe la prova dell’estraneità di Berlusconi sulla vicenda dei diritti tv. A Radio Uno il leader di FI ha affermato:

“Le novità importanti per quanto riguarda il processo Mediaset sono che in Usa il fisco americano sta per procedere con una causa verso Frank Agrama e altre persone ritenute responsabili di evasione fiscale importante, e da queste situazioni emergono testimonianze di importanti dirigenti del gruppo Agrama, che dimostrano come la vicenda che vede il gruppo Agrama protagonista sia una vicenda da cui Silvio Berlusconi è assolutamente, completamente estraneo, altri sono i protagonisti e sono dichiarati in modo chiaro, senza possibilità che si possa interporre alcun dubbio”.

E annuncia una conferenza stampa per lunedì pomeriggio:

“darò notizia di queste carte probabilmente ne leggerò anche una parte, e darò la notizia che noi intendiamo presentare quanto prima una domanda di revisione del processo alla Corte competente, la Corte d’appello di Brescia, fidando sul fatto che questa domanda possa essere assolutamente accolta, per la chiarezza di queste notizie, che oltretutto sono anche confermate da molti testimoni che i giudici di primo e secondo grado non hanno voluto nemmeno ascoltare. Abbiamo le deposizioni di tutti questi inascoltati testimoni, che fanno riferimento alla realtà, una realtà che mi vede completamento estraneo, che esclude assolutamente ogni mia partecipazione a qualsiasi fatto illegittimo”, ha concluso Berlusconi.

“Io non vedo come si possa chiamare in modo diverso da colpo di Stato, quello che sta succedendo ad opera della sinistra in Parlamento, partendo da una sentenza politica, che io ho definito criminale, e che punta a sottrarre al centro-destra il leader capace di vincere le elezioni, spianando così la strada alla conquista definitiva del potere da parte della sinistra. Quindi io credo che la realtà valga su tutto, prevalga su qualunque opinione ed espressione.”

Non ci sono mezze misure, bisogna vincere! Roma-Cagliari, chi scende in campo?

roma_cagliari-tuttacronaca

Non si può non vincere, questo è il motto di oggi per la Roma,dopo che ieri la Juve non ha perso l’occasione contro il Livorno e con uno 0 a 2 ha portato a casa quei tre punti che al momento la vedono capolista. Il Cagliari cerca la vittoria da dedicare al disastro ambientale sardo che ha colpito giorni fa l’isola e ha fatto registrare sfollati e vittime, la Roma, in caso di vittoria, la dedicherà a Amadei, il ragazzo prodigio che fece vincere il primo scudetto alla società giallorossa. Con quali giocatori oggi la Roma scenderà in campo per non perdere la vetta?

 Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò; Pjanic, De Rossi, Strootman; Florenzi, Ljajic, Gervinho
A disp.: Lobont, Skorupski, Burdisso, Romagnoli, Jedvaj, Balzaretti, Bradley, Taddei, Marquinho, Destro, Borriello.

All.: Garcia
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Totti, Torosidis

Cagliari (4-3-1-2): Avramov; Pisano, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Eriksson; Cossu; Sau, Ibarbo
A disp.: Carboni, Del Fabro, Ariaudo, Avelar, Ekdal, Ibraimi, Pinilla, Nenè.

All.: Lopez
Squalificati: Nainggolan (1)
Indisponibili: Perico, Agazzi.

“Tutto un complotto!” La Cancellieri e la lezione di B vista da Colombo

cospirazione-e-complotto-tuttacronaca

Furio Colombo, giornalista de Il Fatto Quotidiano, ieri aveva redatto un articolo dal titolo  “Cancellieri e la lezione di B. È tutto un complotto”. Sotto la lente naturalmente ci sono quelle dimissioni in date dopo lo scandalo Ligresti e quelle frasi che troppo spesso affiorano, forse da troppo tempo, sulla bocca dei nostri politici. Una di queste è senza dubbio “è tutto un complotto”

“Che cosa è accaduto della vecchia rispettabile pratica delle dimissioni? Il più delle volte, se ci assiste la memoria, ce lo ricordiamo come un gesto di dignitosa e rispettabile reazione con cui qualcuno, in posizione importante, fermava un dubbio o una obiezione o un dissenso su qualcosa che gli sembrava non rinunciabile, e diceva: “Va bene, basta così, ho detto quello che penso e che credo. Fermiamoci qui”.

Non sto parlando delle dimissioni come via di fuga, ma dell’abbandonare un ufficio o un incarico, specialmente se importante, come affermazione della propria dignità. Ma anche nella consapevolezza che, oggettivamente, la persona che si dimette è circondata di obiezioni, incertezze, giudizi discordanti e diversi. Dimettersi vuol dire troncare il discorso che ha a che fare con la tua posizione, ma anche con la tua reputazione, per riprenderlo, libero da incarichi, sulla verità di ciò che tu, non creduto (…) stavi affermando.

Il caso Cancellieri è esemplare. Il ministro della Giustizia, che adesso è discusso per avere liberato dalla detenzione una persona amica, afferma che, come lei (la signora amica liberata) ci sono altri 101 detenuti che si sono affidati alla sua valutazione e hanno trovato lo stesso aiuto e comprensione nello stesso tempo di giorni e di ore. Come controprova della sua disponibilità a continuare su questa strada di attenzione personale e solidale (…), qualcuno, per mettere al riparo il Ministro Cancellieri, ha proposto di istituire un numero verde, a cui ogni detenuto o famiglie di detenuti potranno rivolgersi.

Immalinconisce pensare che nessuno, accanto al ministro, sembra avere avuto il coraggio di sconsigliare sia la finzione dei cento detenuti precedentemente aiutati che il numero verde. Perché immaginare la prima telefonata a quel numero è un lavoro che solo Crozza può svolgere adempiendo alla sua missione di comico. E ci sarebbe sempre il rischio di impaginare quella prima telefonata accanto ai tabulati delle conversazioni Ligresti, che “sono cari amici la cui amicizia – dice legittimamente il ministro della Giustizia,- rivendico”. Ha ragione, è la sua vita. Ma solo alla orgogliosa e dignitosa condizione di dimettersi. (…)

Purtroppo il ministro Cancellieri si è dichiarato innocente esattamente come il senatore Berlusconi. Eppure non doveva disputare una sentenza, che ha un alto contenuto soggettivo, (benché regolato da tutte le garanzie processuali). Doveva accettare un fatto oggettivo: il “fuori gioco”, che ferma la partita in modo automatico, e annulla il punto. In questo caso l’incompatibilità (…)

Strano che una persona come la Cancellieri che, abbiamo detto, ha una reputazione da difendere, abbia scelto, certo mal consigliata, di mettersi sullo stesso piano del senatore Berlusconi e gridare: “Sono innocente”. Certo, anche Berlusconi avrebbe tratto gran beneficio, quanto a reputazione, dimettendosi prima di permettere ad altri di decidere il suo destino. Però Berlusconi ha sempre considerato un grande vantaggio, nel labirinto dei suoi giochi, non avere una reputazione da difendere. Ecco perché è un peccato che il presente Ministro della Giustizia Cancellieri abbia scelto la stessa strada del condannato Berlusconi. Proclama di essere vittima di una grave ingiustizia, e denuncia il complotto. Conferma se stessa in nome e da parte di se stessa. Un gioco che, persino Berlusconi lo sa, non riesce mai bene.”

Totti ricorda Amadei “Addio, ragazzo prodigio”

amadei-totti-tuttacronaca

E’ Francesco Totti a ricordare Amedeo Amadei, il “ragazzo prodigio” che regalò il primo scudetto alla Roma: «In questi ultimi anni se ne sono andati molti grandi uomini e purtroppo ora abbiamo perso anche Amadei, un pezzo insostituibile della storia giallorossa e del calcio italiano. È stato un ragazzo prodigio, il più giovane ad esordire e a segnare in Serie A», ha detto il capitano della Roma e poi ha proseguito il numero 10 dei giallorossi affermando che Amadei «da tutti a Roma è ricordato come il bomber del primo scudetto, quello del “42 – ha sottolineato  Totti -: non è un caso che lo abbiano inserito senza il minimo dubbio nella nostra Hall of Fame, è stato uno dei campioni più forti tra coloro che hanno indossato la maglia giallorossa. Mi unisco al cordoglio espresso dalla società e saluto con calore tutti i suoi cari». La camera ardente per dare l’ultimo saluto ad Amadei sarà allestita domani (fino alle ore 13) nella Sala Consiliare del Comune di Frascati, che nel 2007 gli aveva già intitolato uno dei campi sportivi della cittadina castellana. I funerali si terranno domani pomeriggio alle ore 15 nella Basilica Cattedrale di San Pietro a Frascati. Al cordoglio delle autorità comunali di Frascati (dove Amadei viveva) si sono uniti anche il sindaco di Roma, il presidente della Regione e il presidente del Consiglio Comunale, Leodori, che ha chiesto di intitolargli una strada.

Violenza di branco, arrestati gli stupratori di una 14enne

violenza-sessuale-gruppo-branco-molfetta-tuttacronaca

Sono 4 i giovani arrestati a Molfetta accusati di far parte di un branco, composto forse da una decina di persone, che da tempo abusava sessualmente di una 14enne. I ragazzi sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre la Procura continua a indagare per identificare gli altri componenti del gruppo. Tra questi ci sarebbero anche 3 minorenni, mentre gli altri sono tutti di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Le violenze, da parte della ragazza sarebbero avvenute tra la primavera e l’estate scorsa, ma solo da poco la 14enne avrebbe trovato il coraggio di parlarne, anche perché minacciata dal branco.

 

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: