L’Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi…

natalia-ginzburg-scrittrice-citazione-tuttacronaca

…È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l’incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l’intelligenza, come un vivido sangue. È un’intelligenza che, evidentemente, non serve a nulla. Essa non è spesa a beneficio di alcuna istituzione che possa migliorare di un poco la condizione umana. Tuttavia scalda il cuore e lo consola, se pure si tratta d’un ingannevole, e forse insensato, conforto.

– Le piccole virtù di Natalia Ginzburg –

Sampdoria-Juventus: un esordio in campionato… bagnato! 0-1

samp-juve-tuttacronaca

Diluvia allo Stadio Luigi Ferraris dove Sampdoria e Juventus scendono in campo iniziando il loro campionato. La squadra di Conte arriva all’appuntamento forte della vittoria in Supercoppa contro la Lazio, ma la Samp resta comunque un avversario difficile. I bianconeri non vincono in casa  dei blucerchiati. Ma i genovesi sono anche gli unici che nella scorsa stagione hanno battuto la Vecchia Signora sia all’andata che al ritorno e Conte, dal canto suo, reputa Delio Rossi un “maestro”.

I bianconeri iniziano pressando fin da subito, con Pirlo che già al 3′ tenta il tiro in porta: molto centrale e facile da respingere in angolo per Da Costa. La risposta dei genovesi arriva due minuti dopo, ma Pogba è pronto a riconquistare la palla. E’ sempre il portiere blucerchiato ad essere impegnato, anche se i tiri non sono difficili da gestire. Al 10′ per la Samp ci prova Eder a portarsi in area di rigore juventina, ma viene atterrato in modo non punibile. Al 12′ ci riprova, questa volta guadagnando una punizione. Sul campo si vedono repentini cambiamenti di possesso di palla, con entrambe le squadre che tentano di guadagnar terreno a fasi alterne e i bianconeri che continuano a collezionare corner. Al 22′ arriva anche il primo tiro in porta di Tevez: l’esordio bagnato porterà fortuna al neo acquisto bianconero? E’ quanto i tifosi sperano. Al 34′ Eder conquista un calcio d’angolo prima a cui segue un’azione insistita della Samp prima con Eder sulla fascia destra, poi con Berardi dalla parte opposta e successiva incursione di Obniang che arriva al tiro di destro: Buffon ribatte. E’ quindi il turno della juve di alzare il baricentro e al 40′ Asamoah tenta il sinistro che però finisce alto sopra la traversa. Tre minuti dopo arriva una bella giocata di Tevez che si gira, passa la palla a Vucinic, ma viene respinta in calcio d’angolo. Gli ultimi minuti del primo tempo vedono i ragazzi di Conte all’assalto dell’area blucerchiata, ma senza esito. Dopo un minuto di recupero, e con i giocatori ormai zuppi, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La buona notizia all’inizio del secondo tempo è che ha smesso di piovere quando le squadre, invariate, rientrano in campo. La Juve continua a pressare fino a quando, al 13′, Tevez sblocca la situazione: destro sotto porta dell’argentino che finalizza una bella azione di Vidal e Pogba. 0-1!

Dopo solo 5 minuti la Samp sigla a sua volta un gol su punizionw: tira Eder e Costa la mette dentro, ma è in fuorigioco e la rete viene annullata. Si resta sullo 0 a 1. Al 19′ Gabbiadini tira una punizione per un fallo da lui stesso subito, ma il pallone s’infrange sulla barriera. Dopo pochi minuti anche Eder e Berardi provano il tiro in porta, ma Buffon non si fa cogliere impreparato. Doppio cambio nella Samp al 27′: escono Eramo e Gastaldello ed entrano Soriano e Mustafi. Un minuto dopo Pogba, cadendo, viene colpito in fronte dai tacchetti di un avversario e lascia il campo sanguinante: non c’è però fallo. Conte appare visibilmente irritato perchè l’arbitro non faceva rientrare Pogba a causa della maglia sporca di sangue. Al 32′ i blucechiati hanno una buona occasione in un’azione confusa, ma Barzagli riesce a spazzare via. Negli ultimi minuti di gioco la pioggia torna a fare la sua apparizione con insistenza mentre la Juve continua a cercare la porta e la Samp riesce a diventare pericolosa per brevi sprazzi. Al 37′ Chiellini mette in calcio d’angolo la palla colpita da Gabbiadini che poi per poco non trova la porta su cross dal corner. Terzo cambio per la Samp: esce Berardi ed entra Castellini. Al 42′ la Samp riesce a tornare per qualche secondo davanti alla porta di Buffon, ma poi Barzagli chiude facilmente su Gabbiadini. Doppio cambio per i bianconeri al 44′: dentro Giovinco e Llorente per Vucinic e Tevez, l’autore del gol del vantaggio. Un minuto dopo arriva un cartellino rosso per Castellini per un fallo su Lichtsteiner. Dopo tre minuti di recupero, Banti fischia tre volte. Ottimo esordio in campionato per la Juve, che è riuscita a superare lo scoglio della Samp battendola fuori casa.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“A suon di pizzica” prende il via “La Notte della Taranta”

notte-della-taranta-2013-tuttacronaca

Dopo aver animato quindici comuni della Grecia, con partenza il 6 agosto da Corigliano D’Otranto, il Festival itinerante di musica popolare salentina approda a Melpignano per il grande concerto conclusivo della 16esima edizione de “La notte della taranta”. A suon di pizzica, sin dalle 19.30, il piazzale   dell’ex convento degli Agostiniani, è stato invaso da migliaia di spettatori. Le stime parlano anche di 100mila persone che non hanno perso l’occasione di assistere all’evento conclusivo di questa edizione.

Nel pre-concertone la presentazione di ‘Notte del Sud Ribelle’, brano inedito di Eugenio Bennato. Sul palco il Canzoniere Grecanico Salentino e i Cantori dei Menamenamò; ospiti Alfio Antico, Miguel Àngel Berna, Emma, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Roby Lakatos. Fra la prima e la seconda parte della serata il videoclip di ‘Lu Rusciu de lu mare’ realizzato dal Locomotive Quartet del sassofonista pugliese Raffaele Casarano con, alla voce, la partecipazione straordinaria di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

Per Fabi, Gazzè ed Emma esibizione solo con un repertorio tradizionale, mentre Sollima ha scritto per la intro al Concertone un brano originale ispirato ad Antidotom Tarantolae, testo del ‘600 del gesuita Athanasios Kircher. Novità di questa edizione del Concertone è che i piccoli contributi economici versati per acquistare il ticket del parcheggio, bevande e cibo nel backstage saranno utilizzati per finanziare la manifestazione del 2014.

 

Quel 12enne travolto e ucciso da un romeno senza patente

matteo battaglia-tuttacronaca-suv

Matteo Battaglia aveva 12 anni ed è stato ucciso da un suv guidato da un operaio romeno di 26 anni a cui era stata sospesa la patente perché, nei mesi scorsi, era risultato positivo all’alcoltest. Il bambino stava sistemando delle cassette di frutta e verdura davanti al negozio dei nonni sulla strada statale 106 a Sellia Marina (Catanzaro), quando il suv, è piombato come un razzo all’ingresso dell’esercizio commerciale centrando il bambino che non ha avuto scampo. La folle corsa del mezzo, che ha travolto il tendone del negozio, si è arrestata solo a poche decine di metri di distanza, all’altezza di un bivio che conduce nella frazione di Calabricata, nello scontro con un’altra vettura in attesa di immettersi sulla statale.

Oltre a uccidere il 12enne il romeno ha causato anche un altro ferito: l’altro automobilista che ha riportato seri danni ed è attualmente in coma farmacologico anche se non dovrebbe essere in pericolo di vita. Il conducente del suv è stato ricoverato con una ferita alla spalla.   

Sempre secondo quanto accertato dai militari non sarebbe chiara al momento la proprietà del fuoristrada che risulta essere in una fase di passaggio dal concessionario all’acquirente. Intanto, gli investigatori dell’Arma attendono i risultati degli esami emato-chimici cui il giovane romeno è stato sottoposto. La tragica morte del piccolo Matteo, figlio di un carabiniere, ha destato impressione e sconcerto nella comunità di Sellia Marina.  

Bimba di 11 anni violentata e uccisa da 22enne.

india-bimba-11 anni-violentata-e-uccisa-tuttacronaca

La violenza contro le donne in India sembra inarrestabile. Stavolta a pagare con la vita è stata una bimba di appena 11 anni violentata e uccisa da un ragazzo di 22. L’episodio è accaduto giovedì nel villaggio di Galandewadi, a 100 km da Pune. La ragazzina, che aveva compiuto gli anni il 15 agosto, stava rientrando a casa da scuola quando il violentatore l’ha aggredita e trascinata in un campo. Dopo averla violentata, l’ha strangolata con una corda. Il cadavere della giovane vittima è stato ritrovato giovedì notte. La polizia sta dando la caccia all’assassino.

 

Causa maltempo evacuata l’Ikea nel milanese

ikea_milano_carugate-evacuata-tuttacronaca

La pioggia che è caduta copiosa sul Milanese ha fatto danni all’Ikea di Carugate. L’acqua si è infiltrata dal tetto ed è fluita dentro lo store. I clienti sono stati evacuati come hanno documentato messaggini e video degli utenti sui social network.

Esplosiva la situazione in Siria: Obama preme per l’intervento, la Merkel frena

siria-syria-attacco chimico-tuttacronaca

Secondo MSF (Medici senza frontiere) sono 355 i morti in Siria che presentano “sintomi  neurotossici”, precisando anche che dal 21 agosto nelle strutture sono state ricoverate 3.600 persone.

«La sintomatologia, le caratteristiche epidemiologiche, l’afflusso di un numero così alto di pazienti in un lasso di tempo così breve, fanno pensare fortemente all’esposizione massiccia ad un agente tossico», scrive Medici senza frontiere, prima fonte indipendente a confermare l’uso di armi chimiche nella regione di Damasco.

La conferma sembrerebbe anche arrivare dal ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, in visita a Ramallah, in Cisgiordania che ha affermato: «Tutto indica che il regime di Bashar al-Assad abbia condotto un “attacco chimico” questa settimana nei pressi di Damasco».

Barack Obama intanto ha incontrato i suoi consiglieri alla sicurezza per discutere sulle opzioni americane, inclusa un’azione militare, contro il governo siriano, accusato di aver usato armi chimiche contro i civili.

Ma se Obama accelera, la cancelliera Angela Merkel frena e si dichiara contraria a un intervento militare in Siria: «Non seguiamo la strada di una soluzione militare», ha dichiarato a Berlino il portavoce governativo, Steffen Seibert. «Non crediamo che sia possibile risolvere (il conflitto) dall’esterno, crediamo invece che debba essere trovata una soluzione politica», ha detto.

Intanto è avvenuta l’ennesima esplosione. Questa volta a essere colpita è stata piazza Burj al-Ros, nel centro di Damasco. Al momento non si conosce il bilancio di morti e feriti avvenuto nella deflagrazione dell’ordigno.

Terrore all’opera: il maestro Zedda dal malore al trionfo.

tuttacronaca-zedda-alberto-maestro-rof-

Terrore all’opera per il maestro  Alberto Zedda, 85 anni,  che durante la direzione de «La Donna del lago» al teatro Rossini a Pesaro ha accusato un malore. il direttore d’orchestra ha avuto un capogiro si è appoggiato al podio ed è stato subito soccorso dagli orchestrali dell’orchestra comunale di Bologna. Al maestro Zedda è stata portata una sedia, un bicchiere d’acqua e sul palcoscenico è arrivato il Sovrintendente Gianfranco Mariotti. Poi è intervenuto il medico del Rof, il dottor Luciano Paolucci ed è stata anticipata la pausa mancando pochi minuti dal finale del primo atto – al termine della cavatina di Rodrigo «Eccomi a voi, miei prodi» (interpretata da Michael Spyres). Puntuale, il maestro Zedda ha ripreso da dove aveva lasciato e tra gli applausi ha portato a conclusione il primo atto dell’opera. All’origine del malore un probabile calo di zuccheri: il maestro – dice chi lo conosce bene – è talmente impegnato che a volte si dimentica di mangiare.

In scarpe da tennis e pantaloncini corti sul ghiacciaio: salvati

monte-rosa-ghiacciaio-tuttacronacaLa meta era la Capanna Gnifetti, a 3647 metri di quota, ma due “nonni” di 65 anni, una zia e il “nipotino” di soli 6 anni non erano vestiti in modo adeguato per farcela. In scarpe da tennis e pantaloncini corti, bloccati nella neve sul Monte Rosa, sono stati salvati da due carabinieri di Alagna che si trovavano in zona per una gita e li hanno accompagnati prima al rifugio e poi a Gressoney.

Trema il Siracusano, sisma di magnitudo 4.

terremoto-siracusano-tuttacronaca

Scossa di terremoto di magnitudo 4 alle 19.20 di sabato nella zona sud orientale della Sicilia. L’evento è stato avvertito in diversi paesi del siracusano, in particolare nella zona di Pachino.

Il sisma è stato localizzato dalla Rete sismica nazionale dell’Ingv nel Golfo di Noto-Capo Passero. Non sembra, dalle prime verifiche, che abbia provocato danni.

Verona-Milan 2-1. Inizia alla grande il campionato del Verona, delude il Milan

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca

Ritorna il campionato di calcio della massima divisione ed è subito spettacolo al Bentegodi dove si affrontano Verona e Milan nella prima giornata del 2013/2014. La formazione ufficiale del Milan rispetta le indiscrezioni della vigilia con Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant; Nocerino, Montolivo, Poli; Niang, Balotelli, El Shaarawy, mentre ci sono novità fra gli scaligeri perché al centrocampo non ci sarà l’islandese Hallfredsson, bensì l’ex viola Romulo, mentre in attacco spazio per Bosko Jankovic al posto di Gomez.

Da sottolineare anche il prepartita con l’attacco di Matteo Salvini a Mario Balotelli. Interpellato dall’Ansa il vicesegretario federale della Lega Nord, gran tifoso del Milan, ha espresso il suo personalissimo parere sull’attaccante rossonero:

“Lo fischiano perché fuori dal campo è un cretino e per questo lo fischierebbero anche se fosse biondo e con gli occhi azzurri”.

Salvini ha poi aggiunto :

”Pensi a fare gol, a tirare calci al pallone perché fuori dal campo non è né un mostro di simpatia né un modello da seguire. A volte quel ragazzo è proprio un po’ scemo” e ha concluso il suo intervento dicendo ”Faccia gol e forza Milan – conclude – ma, per favore, non provochi più”.

matteo_salvini_tuttacronaca

Parte subito all’attacco il Milan e al 4′  Montolivo con una conclusione dalla distanza manda il pallone sopra la traversa.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-montolivo

Al 6′ Zapata svirgola un pallone e regala un calcio d’angolo al Verona. Due minuti più tardi c’è la gran botta 08′ – Gran botta di Balotelli dal limite dell’area, splendida la risposta di rafael che in tuffo respinge.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-balotelli

Al 10′ altro intervento perfetto di Rafael che trova il tempo giusto per uscire e togliere il pallone dalla testa di Nocerino.Nei primi minuti di gioco il Verona opta per un baricentro molto basso, che le consente di chiudere tutti gli spazi al Milan. Tuttavia al 14′ passa in vantaggio il Milan con un gol di Poli: passaggio filtrante di Balotelli in area di rigore per l’ex centrocampista della Sampdoria che passa in mezzo a due difensori ed piazza il pallone all’angolino con un tiro di piatto destro.

Tre minuti più tardi arriva la risposta del Verona: un tiro di Romulo che va alto sopra la traversa di Abbiati. Al 20′ l’arbitro ammonisce Jorginho per un fallo su Balotelli con palla lontana.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca- Jorginho-su-balotelli

Un minuto più tardi arriva una cannonata di Balotelli su calcio di punizione; la palla però va alta sopra la traversa. Al 26′ arriva anche la prima ammonizione per il Milan. Il cartellino giallo è per Montolivo per una trattenuta su Toni dopo aver perso il possesso del pallone. Al 30′ pareggia il Verona con un gran gol di Toni. L’ex attaccante della Fiorentina ruba il tempo di testa su azione d’angolo a Constant e Abbiati è battuto.

Al 36′ ci potrebbe essere il raddoppio del Verona con un tiro dello stesso Toni dal limite dell’area, respinto male da Abbiati, ma sul pallone arriva per primo Abate che spazza via liberando l’area di rigore. A quattro minuto dalla fine del primo tempo l’arbitro ammonisce Jankovic per un fallo su Balotelli a metà campo. Al 43′ ci riprova Toni con una  girata di testa dal limite dell’area, ma Abbiati blocca senza problemi.

Finisce il Primo Tempo sul risultato di 1-1.

Riassunto Primo Tempo: Il Milan ha controllato la partita per i primi venti minuti, trovando anche il gol con Poli. Poi, alla mezzora, il Verona trova il pareggio con Toni, sfruttando l’annoso problema sui calci da fermo dei rossoneri, e prende coraggio impensierendo in un altro paio d’occasioni Abbiati.

Riprende la partita e al 4′ della ripresa c’è subito l’ammonizione per Zapata per un fallo su Martinho che gli aveva rubato il tempo. Sugli sviluppi del calcio di punizione c’è poi, una grande parata di Abbiati su un colpo di testa ravvicinato di Jankovic. All’8 della ripresa Toni, schiaccia di testa in rete, per il gol del vantaggio del Verona e ribalta il risultato.

Poi spinge ancora il Verona che conquista un calcio d’angolo con Albertazzi in pressione offensiva. Sugli sviluppi del corner Donati, di testa, manda fuori. Il Milan frastornato prova al 14′ del secondo tempo con Montolivo, ma il suo tiro è respinto in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, la palla arriva a Mexes che prova, senza successo, una rovesciata. Cambio di campo repentino e tiro-cross di Martinho deviato in angolo da Abbiati.

Al 19′ della ripresa c’è il doppio cambio nel Milan; fuori El Shaarawy (fantasma) e Niang (incosistente) e dentro Emanuelson ed il giovane Petagna. Viene anche “graziato” Balotelli che in preda alla disperazione si tuffa in area di rigore. Calvarese invita il milanista a rialzarsi, ma non lo ammonisce per simulazione.

Verona-Milan-24-agosto-2013-tuttacronaca-balotelli

Al 32′ arriva un cambio anche per il Verona; fuori Martinho e dentro Juanito Gomez. Ultimo cambio per Allegri: fuori Constant, dentro Robinho. Milan tutto all’attacco. Sul finale tutto il Milan cerca il pareggio prima con una gran botta di Montolivo da fuori area, poi, con un tiro dalla distanza di Balotelli. In entrambi i casi Rafael nega il pareggio con due grandi parate in tuffo. Il Verona, anche per tirare il fiato opta per un doppio cambio: fuori Donati e Toni, dentro Hallfredsson e Cacia. Al 41′ con un intervento provvidenziale (e rischioso), Maietta mette la palla sopra la traversa della sua porta togliendola dalla disponibilità di due avversari. Un minuto più tardi Nocerino tiro da fuori e il pallone sorvola la traversa. Al 44′ ci potrebbe essere il 3 a 1 del Verona ma abbiati è bravo a distendersi su tiro ad incrociare di Cacia.  Al 45′ c’è l’intervento sospetto di Moras su Balotelli in area di rigore. L’arbitro ha ammonito per proteste l’attaccante della nazionale.

Vince a sorpresa il Verona con una partita incredibile che davvero lascerà il segno.

La neopromossa batte il grande Milan di Balotelli, nel giorno in cui c’è anche il vertice del Pdl ad Arcore… è un cattivo auspicio? Sicuramente è solo una casualità, ma se si torna indietro nel tempo si possono scorgere fatalità simili, ogni volta che il Milan ha perso c’è stata una ripercussione politica su Berlusconi, mentre quando ha vinto il Cavaliere ha solcato le onde della politica con agilità e destrezza. Gli strani destini incrociati della squadra del cuore del leader del Pdl?

Aggiornamento 24 agosto 2013, 20.30:

Al termine della partita nel settore rossonero si scatena la violenza, al momento ci sono scontri tra i tifosi fortunatamente diminuiti dalle cancellate dello stadio che separano i settori. Seggiolini divelti e lanciati.

Non vuole sottoporsi all’alcotest: accoltella un carabiniere

alcoltest-accoltellamento-tuttacronacaIeri sera, a Corvara in Badia, in Alto Adige, due uomini, padre e figlio, si sono presentati in caserma per segnalare di essere stati aggrediti per un banale litigio stradale. Poco più tardi, intorno alle 20, un carabiniere ha chiesto a un automobilista, in auto con la moglie, di fermarsi per sottoporsi all’alcoltest. L’uomo prima ha tentato di scappare poi ha aggredito il militare pugnalandolo alla schiena con un coltello estratto dal cruscotto. Il carabiniere è rimasto ferito in modo lieve mentre la donna ha riportato un taglio al dito. L’aggressore, un 39enne, è stato rintracciato, dal luogotenente Armando Di Genova e un appuntato, nella zona del Palaghiaccio ed è ora rinchiuso nel carcere di Bolzano. Dovrà  rispondere di tentato omicidio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, porto abusivo di coltello e guida in stato di ebbrezza.

Le meduse invadono la Riviera del Conero

meduse-riviera-conero-tuttacronacaBanchi di meduse Cassiopea, scientificamente chiamata Cotylorhiza tuberculata, hanno invaso la Riviera del Conero, nelle Marche. Questa specie, che può raggiungere i 35 cm di diamentro, è innocua per l’uomo (le sue punture non vengono avvertite) ed affascinante, grazie ai suoi colori vivaci: l’ombrella gialla, verdastra o beige e tante piccole appendici di colore bianco e viola. E’ la Guardia Costiera ad averne avvistate tantissime, così com’era accaduto nei giorni scorsi lungo la costa pesarese e più sud, verso Porto Recanati e Civitanova Marche. Dalla Capitaneria di porto di Ancona spiegano: ”Si tratta di una specie relativamente abbondante durante il periodo primaverile ed estivo in Adriatico e nel Mar Egeo ma che è presente in tutto il Mediterraneo, sia in mare aperto che lungo le coste”. Poco urticante, la Cassiopea si nutre delle microalghe presenti nei propri tessuti e di organismi microscopici e “ospita” pesci piccoli come le ricciole e i sugarelli, che appena nati trovano riparo fra le sue espansioni. Gli uomini della Guardia Costiera hanno sottolineato:  ”La medusa Cassiopea è un meraviglioso abitante del nostro mare, dal ruolo ecologico estremamente importante e del tutto innocua per l’uomo, pertanto da rispettare e non danneggiare”.

Torino e il Torinese messi in ginocchio dalla grandine

grandinata-torino-tuttacronacaUna nuova, violenta grandinata si è abbattuta su Torino e il Torinese dove chicchi di grandine grossi come noci sono caduti con una violenza tale da frantumare perfino il parabrezza di alcune auto. La grandinata è durata per diversi minuti poco dopo le 17, e hanno ricominciato a cadere dopo un’apparente tregua della pioggia. I vigili del fuoco hanno ricevuto numerose chiamate e sono usciti con diversi mezzi per far fronte agli allagamenti: 20 squadre sono partite pochi minuti dopo l’inizio del nubifragio. Una persona è rimasta ferita all’8 Gallery dalla caduta di parte di un cornicione: è stata trasportata al Cto, in condizioni pare non gravi. Ma sono anche cadute alcune piante e a Ricoli, in via Molinette, alcune auto sono rimaste bloccate in un sottopasso allagato. Quasi completamente allagato Corso Inghilterra a Torino.

Ma ha spaventato molto anche una tromba d’aria che ha colpito Rivoli, in provincia del capoluogo piemontese.

Faccio un tuffo… in hotel!

piscine-hotel-tuttacronacaPiscine in Spagna? Siamo abituati a pensare a quelle che hanno ospitato i Mondiali di Nuoto di Barcellona, il Palau Sant Jordi, la Piscina Bernat Picornell e la Piscina Municipal de Montjuïc. Nulla a che vedere con l’idea di una vacanza rilassante insomma. Ma dove andare se si progetta una vacanza durante la quale trascorrere ore su ore rilassandosi a fatica zero? La dritta giusta arriva da alcuni utenti di minube: ecco allora una galleria con le migliori piscine che si possono trovare negli hotel spagnoli. Buon tuffo!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Cinque indagati per la morte di Tito Traversa

tito traversa-tuttacronaca

Sono cinque le persone indagate per la morte di Tito Traversa  il free climber dodicenne precipitato il 2 luglio ad Orpierre, in Francia, durante un allenamento, e spirato dopo tre giorni di coma. 

Secondo le responsabilità ipotizzate dal magistrato sarebbero indagati: il titolare dell’azienda produttrice dei gommini, che ha sede in Lombardia, è indagato in quanto nella confezione non erano presenti istruzioni per il montaggio; Il titolare del negozio deve rispondere di avere venduto i gommini senza fornire tali istruzioni; il responsabile della società B-Side deve rispondere dell’organizzazione della spedizione a Orpierre, dove era in programma la manifestazione sportiva. E infine i due istruttori sono chiamati a rendere conto dell’omesso controllo sul corretto montaggio dell’attrezzatura.

Arriva la Bibbia di Arcore… Può essere blasfema?

berlusconi_la bibbia-di-arcore-tuttacronaca

C’è chi lo troverà ironico e c’è invece chi potrebbe anche pensare che sia blasfemo illustrare la “Bibbia di Arcore”, cioè  un vera e propria Bibbia che racconta la vita politica di Berlusconi alla maniera delle Sacre Scritture. L’autore, Luigi Dossena, è un militante di Crema che ha mostrato alle telecamere la Bibbia.

“Il libro è frutto di 5 anni di lavoro – ha spiegato l’autore-, una delle mie opere è stata anche autografata da Andreotti e spero che oggi gli avvocati e i magistrati protagonisti di questa vicenda possano fare altrettanto”.

Poco più in là, su un tronco d’albero, un cartello con la scritta “Per Silvio SOLO la grazia di Dio, come sempre, elezioni subito”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Stagione finita per il Cocoricò di Riccione? Chiuso fino al 14 settembre

cocoricò-chiuso-tuttacronaca

Sembra che la stagione estiva si chiuda domani nella nota discoteca riminese, il Cocoricò, dove la Questura di Rimini ha imposto uno stop di tre settimane per spaccio di droga dentro e fuori il locale, a cui si somma la segnalazione dei carabinieri per un presunto episodio di stupro ai danni di una turista milanese.

Quegli strani soffioni a Fiumicino, sono dannosi? Allerta in zona.

soffione_sasso-fiumicino-coccia-di-morto-tuttacronaca

Sono alti dai 3 ai 5 metri gli strani soffioni che si continuano a verificare a Fiumicino in viale Coccia di Morto. Sul posto stanno lavorando tre squadre e il nucleo speciale Nbcr dei vigili del fuoco per individuare la provenienza delle esalazioni per interromperla. Stanno anche cercando di capire di che sostanza si tratti. Si ipotizza che si possa trattare di anidride carbonica e altri gas che potrebbero essere dannosi se respirati a distanza ravvicinata per molto tempo.

 

Trema il Nord: terremoto nelle Prealpi Venete

terremoto-friuli-tuttacronaca

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato un terremoto di magnitudo 3.6 alle ore 15:59:01 italiane. L’evento, localizzato nel distretto sismico delle Prealpi venete, si è verificato a una profondità di 9.2 km. La scossa, secondo quanto riferito dalla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, ha avuto con epicentro a 4 chilometri a Nord di Barcis (Pordenone) ed è stata avvertita distintamente in tutta la provincia mentre i sindaci della Valcellina hanno disposto l’uscita delle squadre di volontari.  Al momento non si registrano danni a persone o cose.

Stagista 16enne incornato da un toro, è in rianimazione

toro-tuttacronaca-stagista

Stava seguendo uno stage, lo studente di agraria 16enne che ieri mattina poco dopo le 7, a Busche, nella stalla di Germano De Bortoli, vicepresidente di Lattebusche, a Cesiomaggiore (Belluno), è stato cariato da un toro di due anni. Il ragazzo è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale on un trauma addominale ed è stato sottoposto a intervento chirurgico per evitare il diffondersi di emorragie interne. Ora si trova in rianimazione.

Dà della “battona” a una escort e la Cassazione lo condanna

escort-tuttacronaca-battona

Durante una festa all’Olgiata, a Roma, un imprenditore incontra una escort 40enne  della cui compagnia si era avvalso in passato, che in quell’occasione stava accompagnando un altro uomo d’affari. L’uomole fa delle avances e lei lo rifiuta. L’ira dell’uomo per il diniego appena subito non tarda ad arrivare e immediatamente scatta l’insulto: “È inutile che te la tiri, rimarrai sempre una battona”. Oggi la Consulta dopo un ampio dibattito durato tre gradi di giudizio ha dato ragione alla escort confermando la condanna per l’imprenditore e affermando nella sentenza che “l’espressione ‘battona’ proferita dall’imputato è lesiva dell’onore della querelante” e che la circostanza in cui è stata pronunciata è irrilevante, considerato che la stessa persona offesa ha ammesso “l’effettivo esercizio del lavoro di escort e accompagnatrice”. Ma su cosa si è basata la Corte? Sulla definizione etimologica del termine “battona” che in dialetto romano significa prostituta.   “L’espressione battona proferita dall’imputato è lesiva dell’onore della querelante – scrivono i giudici – a nulla rilevando la circostanza, peraltro ammessa dalla stessa persona offesa, dell’effettivo esercizio da parte di quest’ultima del lavoro di escort e accompagnatrice”

Il regime siriano accusa i ribelli di utilizzare armi chimiche

siria-armi-chimiche-tuttacronacaLo scorso mercoledì i ribelli siriani avevano accusato il regime di utilizzare armi chimiche: ora è il regime ad accusare i ribelli di farne uso. Una fonte ufficiale, che non è stata identificata, parlando alla televisione statale ha assicurato che molti soldati “hanno visto elementi chimici e hanno sofferto di asfissia” quando sono entrati nei rifugi dei ribelli a Yobar, nella periferia di Damasco. “Gli eroi delle Forze Armate stavano entrando nei tunnels dei terroristi a Yobar e hanno visto elementi chimici. Molti soldati hanno sofferto di asfissia”, ha segnalato la fonte. “Sono arrivare ambulanze per soccorrere quanti stavano soffocando a Jobar”, ha precisato oltre a segnalare que una unità dell’Esercito si sta preparando per fare irruzione nella zona controllata dai ribelli che lottano contro il regime di Bashar al Assad. Il regime siriano ha rivolto le accuse lo stesso giorno in cu la rappresentante dell’ONU per il disarmo, Angela Kane, è giunta a Damasco per tentare di convincere le autorità a permettere l’accesso immediato alla zona del presunto attacco con il gas nervino che ha causato la morte di centinaia di persone nella periferia della città. La Kane è arrivata in città percorrendo la strada che unisce il centro con Beirut e ha raggiunto il suo hotel senza rilasciare dichiarazioni alla stampa, come fonti ufficiali hanno riferito a Efe. La rappresentate ONU ha in programma d’incontrare con urgenza i funzionari siriani affinchè venga consentito immediatamente l’ingresso della missione delle Nazioni Unite che sta indagando sull’eventuale presenza di armi chimiche nel sobborgo di East Guta dove, secondo l’opposizione, hanno perso la vita più di 1.300 persone. Fino ad ora, il regime siriano non ha dato risposte al riguardo.

13enne con i ladri in casa chiama il 113, gli dicono di richiamare

benevento-113-ragazzina-tuttacronaca

Riprova sarai più fortunata! Si potrebbe riassumere così la vicenda una ragazzina di 13 anni originaria di Sant’Agata di Benevento che, accortasi dei ladri che erano penetrati nel piano basso dell’abitazione ha avuto il sangue freddo di chiamare il 113, ma dall’altra parte la risposta è stata agghiacciante: «Per errore abbiamo risposto da Caserta, richiama e ti risponderanno poliziotti più vicini a te».

La banda, composta da tre individui con accento straniero, col volto coperto e vestiti interamente di nero, di cui uno armato di fucile e due di pistola, ha preso di mira, appena passate le 22,15, un’abitazione in contrada Sant’Anna, senza alcuna recinzione. Non è la prima volta che la banda mette a segno dei colpi in quella zona, negli ultimi due mesi sono stati già tre i furti denunciati. Quella sera a casa di Concetta Libardi, casalinga 45enne, c’erano anche alcuni ospiti, così la porta dell’abitazione era rimasta aperta per permettere ai suoi amici e parenti di uscire per andare a fumare una sigaretta, ma è stata anche una facile via d’accesso per i ladri. La ragazzina che si trovava al piano superiore con altri due bambini più piccoli, ha immediatamente capito cosa stava accadendo e ha chiamato il 113 per allertare la polizia. Qui il tragico errore, vedendo il prefisso telefonico 0823, ha risposto il 113 di Caserta, rispondendole però che la competenza era di Benevento.
La ragazzina ha poi provveduto ad informare il 113 di Benevento. Il suono dell’allarme ha messo in fuga la banda. Allertati dalla Polizia, sul posto sono intervenuti i Carabinieri. Ora si sono avviate le indagini.

Una gara in cui accade di tutto:caduta, sorpasso oltre le recinzioni e vittoria!

bike-michal marosi-sorpasso-tuttacronaca

Una gara di Four Cross, categoria JBX 4X Revelations, in cui il 35enne Michal Marosi ha vinto compiendo uno dei più spettacolari sorpassi mai visti al mondo. Marosi, biker ceco, dopo essere caduto, per recuperare è riuscito a fare un incredibile sorpasso saltando sulle recinzioni e lasciando attoniti gli avversari che lo hanno visto sfrecciare così al traguardo.

Chi è la ragazza con Harry Styles?

harry_styles_girlfriend-ragazza-tuttacronaca

Nelle ultime ore impazza sul web una foto di Harry Styles, membro dei One Direction, idolo di milioni di ragazzine, ritratto insieme a una ragazza. La foto, scattata dopo una festa per il film della band, immortala i due ragazzi abbracciati che, prima si sorridono e poi si sfiorano le labbra. Ecco che le fans si sono scatenate per cercare di capire chi fosse la misteriosa ragazza anche perché in una recente intervista lo stesso cantante aveva affermato:

“C’è una persona che mi piace al momento. Fidanzata? E’ soltanto una a cui penso spesso negli ultimi tempi, nulla di più. Durante i momenti della tua giornata c’è sempre qualcuno a cui pensare”.

Sarà davvero lei la ragazza dei sogni di Harry Stiles?

Aerei di gomma e carri armati gonfiabili, la “finta” guerra della Russia

carro-armato-gonfiabile-russia-tuttacronaca

La Russia da sempre fa sfoggio dei suoi “gioielli” militari, ma con la crisi economica quelle spese erano davvero proibitive e così anni fa, alcuni tecnici di  due industrie di Stato, la Russkij Balloon e la Bpp trovarono “l’uovo di Colombo” o meglio il “gonfiabile da guerra”. Il principio è si far credere al nemico di essere davvero imbattibili e poco importa se per farlo è utile dislocare armi finte. Ecco quindi arrivare i carri armati, gli aerei e i lanciarazzi gonfiabili. Oltre che avere un costo tra i 20 e i 50 mila euro hanno anche il vantaggio che quando non servono possono benissimo essere sgonfiati e riposti senza troppi costi di stoccaggio. I vertici dell’esercito ne hanno già ordinate decine di migliaia. E adesso il prodotto sta iniziando ad interessare anche ai Paesi esteri come l’India.

 

Pausa gelato: Lorenzin e Quagliariello con il cono in mano prima di Arcore

quagliariello-lorenzin-tuttacronaca

Prima del vertice voluto ad Arcore da Silvio Berlusconi per fare il punto sulla decadenza del leader del al quale parteciperanno anche Gianni Letta e Fedele Confalonieri oltre a tutti i ministri del Partito della Libertà, Beatrice Lorenzin e Gaetano Quagliariello si concedono una passeggiata e un gelato nei pressi di Palazzo Chigi.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Stacca a morsi l’orecchio del rivale durante una lite furibonda

orecchio-sanguinante-tuttacronaca

Durante una lite furibonda un italiano 39enne ha staccato l’orecchio del rivale in amore, un 25enne romeno. I carabinieri di Velletri hanno arrestato l’uomo con l’accusa di lesioni gravissime. Il romeno che si trova ricoverato nell’ospedale del paese ha una prognosi di 30 giorni.

Calciomercato Milan: si punta ad Astori e Ljajic

milan-ljajic-tuttacronacaDopo lo scambio con il Genoa, tra Bakary Traorè e Valter Brisa, due acquisti a costo zero e con motivi di bilancio (Traorè ha un contratto da 1,4 milioni di euro netti fino al 2015, mentre Birsa guadagna 750 mila euro fino al 2014), il Milan pensa alle prossime mosse. Ma prima ci sono l’esordio in campionato a Verona e, sopratutto, la sfida in casa con il PSV di mercoledì. E proprio quest’ultima potrebbe essere la chiave di volta del mercato del club: con il passaggio del turno entrerebbero nelle casse del Milan ben 30 milioni di euro, quasi tutti da reinvestire su un difensore centrale e un centrocampista offensivo. Per i grandi colpi bisognerà aspettare il 28 e i nomi in lista sono Davide Astori e Adem Ljajic. Per il primo erano già stati offerti 10 mln complessivi al Cagliari che ha però rifiutato. Ma non è da escludere che, con il passaggio del turno in Champions League, venga migliorata.  Per quel che riguarda il serbo, un accordo con il Milan c’è da tempo: un quadriennale da 1,8 milioni di euro netti a stagione più bonus, per un complessivo da 2,5 milioni. Da parte sua il club di Della Valle aveva rifiutato gli 8 milioni che sarebbero arrivati dal Milan e ha fatto sapere che per il momento non ha intenzione di trattare con la squadra meneghina. Una frenata strategica: l’attaccante ha rifiutato l’ipotesi Atletico Madrid e si attende lunedì: con l’ufficializzazione della partenza di Lamela per la panchina del Tottenham, infatti, si prevede l’arrivo di un’offerta della Roma. Ljajic sarebbe intenzionato a valutare con calma questa ipotesi. Prendendo così anche del tempo per scoprire se il Milan continuerà l’avventura in Champions presentando così una nuova offerta. Ma non bisogna dimenticare che in ballo per i rossoneri c’è anche Keisuke Honda: arriverà a gennaio, a parametro zero quando scadrà il contratto con il CSKA Mosca. Ma delle voci parlano di una riapertura da parte del club russo ai rossoneri e alla loro offerta di 3 milioni di euro.

Nessuna regione italiana rientra nelle migliori d’Europa. Cancellata la Lombardia

blue-banana-competitività-tuttacronaca

La crisi si testa anche così. L’Italia resta fuori dalla mappa delle Regioni migliori d’Europa. Lo rileva l’indice 2013 che segnala come la cosiddetta “blue banana”, dorsale economica che collegava la grande Londra alla Lombardia, via Benelux e Baviera, “abbia cambiato forma”.

Rispetto alla prima edizione, del 2010, l’Indice di competitività regionale mostra una morfologia più policentrica con regioni forti soprattutto laddove si trovano le capitali o aree metropolitane. E se a capitanare la classifica sono Utrecht (Olanda), seguita da ‘greater’ London (GB); Berkshire-Buckinghamshire-Oxfordshire (GB) e Stoccolma (Svezia), la Lombardia non compare nella lista delle prime 100, scivolando al posto numero 128.

Ecco le prime posizioni della classifica.

1) NL: Utrecht
2) UK: Area di Londra (Bedfordshire, Hertfordshire, Essex, Inner e Outer London)
3) UK: Berkshire, Buckinghamshire e Oxfordshire
4) SE: Regione di Stoccolma
5) UK: Surrey, East and West Sussex
6) NL: Regione di Amsterdam (Flevoland, Noord-Holland)
7) DE: Regione di Francoforte (Darmstadt)
8) FR: Regione di Parigi (Ile de France)
9) DK: Regione di Copenhagen (Hovedstaden)
10) NL: Zuid-Holland

Ed ecco le posizioni delle Regioni Italiane

128) Lombardia
141) Emilia Romagna
143) Lazio
145) Provincia autonoma di Trento
146) Liguria
152) Piemonte
157) Friuli Venezia Giulia
158) Veneto
160) Toscana
167) Umbria
173) Provincia autonoma di Bolzano
177) Marche
178) Valle d’Aosta
187) Abruzzo
201) Molise
217) Campania
222) Sardegna
227) Basilicata
232) Puglia
233) Calabria
235) Sicilia

Salutiamo l’estate? In arrivo il Ciclone Sibilla

ciclone-sibilla-tuttacronacaArriva il Ciclone Sibilla e, con esso, le prima serie di perturbazioni che colpiranno la nostra penisola. La prima colpirà in questo fine settimana, mentre per la seconda dovremmo attendere martedì. Ma questa nuova ondata di aria fresca nordatlantica potrebbe decretare la fine anticipata dell’estate: tutto dipenderà dai movimenti di Sibilla. E’ Antonio Sanò, direttore del portale http://www.ilmeteo.it a riferire che nella giornata odierna si attende un importante peggioramento operato da una violenta perturbazione atlantica, la prima ben organizzata da oltre 2 mesi a questa parte. Gli effetti saranno, tra pomeriggio e sera, nubifragi con grandine al nord, sulle Alpi, sul Piemonte e sulla Lombardia. Gli stessi si dirigeranno poi verso il resto del nord, in particolare su Triveneto ed Emilia, e altri dalla Liguria si dirigeranno verso la Toscana nella notte. Al Centro i temporali arriveranno domani, colpendo in particolar modo Lazio e Campania, mentre altri interesseranno il nordest, la Lombardia orientale, la Liguria di Levante e la Toscana verso Umbria e Marche. Neanche lunedì sarà una giornata estiva, con il caldo moderato  relegato a Calabria, Puglia, Sicilia, mentre le piogge interesseranno subito di nuovo tutto il Nord dove sembrerà autunno. Situazione destinata a peggiorare già il giorno successivo, con una forte perturbazione ancor più organizzata con piogge su tutte le regioni e un crollo delle temperature a Nord: nemmeno 19°C nelle ore centrali e 15°C di notte. Fresco e temporalesco il clima sulle regioni centrali, con allerta nubifragi sul Lazio e Roma, dove le temperature caleranno sotto i 20°C. Il seguito del mese sarà ancora fresco e instabile perché il Ciclone Sibilla sconvolgerà per giorni lo scenario meteo europeo.

Onda su onda, così festeggia i 10 anni il Frozen Open

frozen open-tuttacronaca

Compie 10 anni il Frozen Open, la gara di surf più spettacolare e, ormai, più longeva d’Italia, torna anche quest’anno per divertire il pubblico e mettere alla prova gli atleti che arriveranno da ogni parte della Penisola e dall’estero. Il Frozen Open è anche il contest di surf più ambito del Mediterraneo e in queste ore, dopo che si è concretizzato l’arrivo di una perturbazione per il week-end, gli organizzatori hanno deciso di accendere il cosiddetto semaforo verde e svolgere la gara domenica 25 agosto.

Il maestrale, e con lui i possenti frangenti della spiaggia della Marinedda, saranno come sempre gli ospiti d’onore della baia per la gara che anno dopo anno è cresciuta come pubblico e partecipazione, guadagnandosi sul campo l’appellativo di contest più bello d’Italia. D’altro canto, le onde della Marinedda hanno sempre dimostrato di non avere nulla da temere rispetto ai marosi oceanici. Il sistema e i meccanismi sono quelli già collaudati. Il contest si svolgerà a partire dalle 10 e con mare in crescita: sono previsti frangenti di almeno due metri d’altezza. Questo è stato sempre lo standard tenuto dal Nesos surf club, l’associazione sportiva che organizza l’evento.

Un 18enne lancia un sacco con il suo cagnolino dall’auto

cane-gettato-dall'auto-tuttacronaca

A Boscoreale in provincia di Napoli, un 18enne, originario di Scafati, ha lanciato dal finestrino dell’auto un sacchetto che conteneva un cagnolino, meticcio, dell’età di circa un anno. Il giovane è stato fermato dai carabienieri di Torre Annunziata che lo hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamenti di animali. Il cane, in buona salute, nonostante il volo dal finestrino, è stato affidato in cura al personale veterinario.

Bersaglio elezioni: D’Alema da il placement a Renzi

matteo-renzi-massimo-d'alema-tuttacronacaE’ il 30 agosto la data scelta per la discesa in campo di Matteo Renzi, come lo stesso sindaco fiorentino ha annunciato. Palcoscenico della sua discesa due feste dell’Unità, che si tengono nello stesso giorno: quella di Forlì e quella di Reggio Emilia. Anche se per l’annuncio ufficiale bisognerà attendere: Renzi continua infatti ad aspettare le regole. Ad appoggiare il sindaco c’è Massimo D’Alema che a una festa del Pd nel Ternano ha dichiarato: “Letta è solo un leader di transizione per un governo momentaneo e con un programma di scopo. Non sarà utile una seconda volta. Per il futuro immagino Gianni Cuperlo alla segreteria del partito e Matteo Renzi a Palazzo Chigi”. Sul Corriere della Sera, a firma di Tommaso Lavate, viene ricostruita la situazione attuale nella quale si teme, tra Palazzo Chigi e il Nazareno, che Renzi chieda il “divorzio” del suo partito da un “Pdl che non riesce a staccarsi da un Berlusconi che non rispetta le sentenze. Un’opzione che, sempre secondo i sospetti dell’ala governista del partito, sarebbe anche quella privilegiata da Massimo D’Alema.” L’ex premier, ne sono convinti i suoi, non andrebbe contro, ma se fosse il Pdl a far cadere il governo allora non resterebbero altro che le “Primarie in cui, è l’ordine di scuderia che i dalemiani avevano deciso prima delle vacanze, «noi sosterremmo Renzi in tutti i casi, anche se si candidasse Letta»”. Non resta quindi che attendere il 9 settembre, quando la crisi di governo potrebbe diventare una certezza.

Imprenditore picchia convivente: il pranzo non era pronto!

violenza-contro-le-donne-tuttacronaca

Violenza contro la convivente da parte di un piccolo imprenditore edile 56enne di Montebelluna (Treviso) aggravato dai futili motivi: sembra infatti che l’uomo al rientro dal lavoro non abbia trovato il pranzo pronto in tavola. Questo fatto, insieme a una buona dose di alcol avrebbe mandato in escandescenza l’uomo che avrebbe pesantemente insultato, schiaffeggiato e sbattuto contro un muro la compagna di 32 anni. Ma questo sarebbe stato, secondo il racconto della vittima solo l’atto finale di una serie di violenze già subite dalla donna. I due erano andati a convivere lo scorso anno, e subito erano iniziate le liti. Alcuni mesi fa la 32enne poi aveva ricevuto una telefonata da una donna che l’informava di avere una relazione con il 56enne. Così la donna aveva interrotto il rapporto ed era tornata dai genitori. L’uomo si era presentato dando in escandescenze e  alla fine, aveva   convinto la compagna a ritornare insieme. Lo scorso giugno, un nuovo eccesso d’ira: il 56enne afferra la partner al collo e la prende a schiaffi. La 32enne lo abbandona una seconda volta. Una decina di giorni fa, però, di fronte alle promesse di cambiamento acconsente a riprendere la convivenza. Ora l’uomo è stato arrestato grazie alle nuove norme contro la violenza su le donne.

Google scende sott’acqua: visita i mari con Street View Oceans!

google-maps-ocean-view-tuttacronacaGoogle conquista anche il mondo subacqueo: con Street View Oceans è infatti possibile visitare le barriere coralline di tutto il mondo… senza alzarsi dalla propria poltrona. Se una volta sembrava che il motore di ricerca più famoso della rete fosse intenzionato a immortalare ogni metro della Terra, ora il suo campo si espande anche ai mari e agli oceani. Così, dopo essersi addentrato nel Monte Fiji, nella foresta dell’Amazzonia, nel Canjon del Colorado e perfino aver permesso agli utenti di visitare gli zoo del mondo senza uscir di casa, la squadra di Street View è giunta agli oceani, ricompilando dati e immagini per poter contemplare gli abissi, le specie che vi vivono e le barriere coralline. Con questo progetto, Google intende sensibilizzare la popolazione del deterioramento che stanno soffrendo questi luoghi e i loro abitanti a causa del cambiamento climatico e della pesca. Al momento, sono disponibili le foto a 360° di sei barriere tra australiane, europee e delle Filippine: Heron Island, Lady Elliot Island, Cratere del Molokini, Baia di Hanauma, Apo Islands e Wilson Islands. Perfetto per chi non desidera che le ferie finiscano!

Arriva lo Scrooser, lo scooter elettrico ed ecologico!

Scrooser-tuttacronaca

Addio vecchio scooter e benvenuto scrooser? Forse ci vorrà un po’ prima di dimenticare il vecchio buon motorino in garage e immergersi nel traffico con un triciclo elettrico, ma i presupposti sembrano esserci tutti per passare alla versione ecologica del trasporto a due ruote. Lo scrooser si può guidare il piedi come  su uno skateboard e si alimenta con la sola spinta del piede, come un monopattino. Le ruote sono giganti simili a quelle dei  tricicli per bambini, lungo 1,75 mt e pesante 28 kg, necessità di sole 3 ore per alimentarsi e ha 25 ore di autonomia. Prodotto interamente a mano e pensato per un utilizzo principalmente urbano può raggiungere una velocità massima di poco superiore ai 25 chilometri orari. Per tratti brevi basterà solo una spinta iniziale, infatti la portata della propulsione umana viene ampliata dal motore in dotazione, che consente al veicolo di percorrere un tragitto importante prima di richiedere un’ulteriore spinta. Lo Scrooser è prodotto da una compagnia tedesca omonima con sede a Dresda che nel 2011 ha dato vita alla Mobility Solution Company IFPEG.

Silvio Berlusconi diventa donna nell’articolo di Travaglio

berlusconi-rea-silvia-travaglio-marco-silvio-donna-tuttacronaca

Perché Silvio Berlusconi è in isolamento e in silenzio? Il “mistero” lo svela Marco Travaglio con un articolo pubblicato dal Fatto Quotidiano dal titolo “Rea Silvia”. Qui Berlusconi imita  Bradley Manning e si veste da donna:

“Non è vero, come insinua la stampa comunista, che l’illustre pregiudicato passi il tempo a picchiare la testa contro il palo della lap dance rimpiangendo i bei tempi andati e rimuginando sulle possibili vie di fuga. Anche le convocazioni dei giuristi di corte per compulsare le varie opzioni finalizzate all’agibilità politica […] sono soltanto fumo negli occhi.

“Ben altra è la strategia vincente, che richiede però massima discrezione e lunga preparazione. Non a caso i fedelissimi sono impegnati da giorni a paragonare B. ai grandi condannati e/o detenuti della storia: “Mandela” (copyright Minzolini), “D’Artagnan” (Quagliariello), “Yulia Tymoshenko” (Santanchè), “Pasolini” (Sgarbi), “Pertini” (Barani), “Juan Domingo Peròn, Kakuei Tanaka, Thaksin Shinawatra, Nelson Mandela, Yulia Tymoshenko, Aung San Suu Kyi” (Libero ), “Aldo Moro” (Rotondi), “Dante Alighieri, Silvio Pellico, Enzo Tortora, Alfred Dreyfuss, Giovannino Guareschi” (Il Giornale), “Gandhi, Tymoshenko, Mandela, Erdogan, Havel, Giulio Cesare, i partigiani” (L’Esercito di Silvio), “Socrate” (Susy De Martini), “Galileo Galilei” (ri-Barani), “Che Guevara” (Amicone), “Adriano Sofri” (Italia Oggi), “Valentino Rossi” (Lara Comi), “Gramsci” (Paolo Guzzanti), “unico Dio” (Antonio Razzi), “Gesù Cristo” (ri-Rotondi e Alfano).

“Le inutili e pretestuose ironie che hanno accompagnato gli illustri accostamenti non ne colgono la portata strategica, anche se qualche perplessità avrebbero suscitato nel Caimano gli apparentamenti col partigiano rosso sangue Francesco Moranino, condannato per 7 omicidi e poi graziato da Saragat, e con i criminali nazifascisti e ciellenisti amnistiati da Togliatti, evocati rispettivamente dal senatore Lucio Malan e dal ministro Mario Mauro.

“Ma ormai la strada è segnata, gli indugi sono rotti, il dado è tratto. I bene informati lo chiamano Lodo Arsenio Lupin, dal nome del celebre perseguitato politico che, per conservare l’agibilità, cioè per non finire in galera, ricorreva a mirabolanti e riuscitissimi travestimenti. Ecco spiegati tutti quei parallelismi storici.

“Dal 1 agosto, giorno dell’infausta condanna, il Caimano è in sala trucco e parrucco per studiare il camuffamento migliore, onde poter continuare a circolare a piede libero in Parlamento, fischiettando senza farsi notare.

“Scartato Pellico, che si chiamava Silvio ma finì pur sempre ai Piombi e allo Spielberg, dunque porta sfiga; escluso Tortora (che fra l’altro rinunciò all’immunità per andare in carcere), per eccesso di pappagalli nella voliera di Arcore; impossibile Mandela, per insufficienza di fard; inaccettabile Gramsci (dicono che fosse comunista); sconveniente Pasolini (pare che fosse f****o); improbabili Socrate, Dante e Galileo (troppo intellettuali per non essere di sinistra); da evitare pure il Che (troppo alto), Gandhi (troppo magro), la Tymoshenko (troppo pallida) e Dreyfuss (Gasparri non sa chi sia); sconsigliabili Dio e Gesù Cristo, per concorrenza sleale; si starebbe optando per un travestimento da Bradley Manning.

“Già scelta la parrucca da bella brunetta per il decisivo coming out a reti unificate: “Ebbene sì, sono sempre stato donna: ma tutti mi dipingevano come un maschio, anzi come un macho. Per questo frodavo il fisco: per dimenticare. Chiamatemi Silvia”. Seguiranno terapia ormonale e intervento chirurgico a Casablanca, 1689 km da Hammamet”.

Aumentano le spese e calano i consumi : + 1492 euro è la stangata annua a famiglia

bollette-elettriche-tuttacronaca

 Nonostante il calo, del resto minimo delle bollette, Adusbef e Federconsumatori denunciano una stangata da 1.492 euro a famiglia determinata soprattutto dalle ricadute dell’Imu. Secondo l’Adusbef poi sarebbe in atto una crisi «profonda e prolungata» che sta portando gli italiani a ridurre drasticamente i consumi. Fra il 2012 e il 2013, per Adusbef e Federconsumatori, il calo è stato del 7,3%, con una contrazione della spesa complessiva delle famiglie di 52 miliardi. Per evitare un ulteriore calo, «disastroso» per l’economia, le associazioni ritengono quindi indispensabile eliminare definitivamente sia l’Imu sulla prima casa (tranne che per le dimore di lusso) che l’aumento dell’Iva.

Valigie smarrite all’aeroporto: Guccini perde i suoi nuovi testi

guccini-nuovitesti-tuttacronacaE’ rientrato a Bologna il 17 agosto Francesco Guccini, sul volo Olympic dopo aver trascorso una vacanza dalle parti di Zante, in Grecia. All’arrivo in aeroporto, però, la brutta sorpresa: nè i suoi bagagli nè quelli degli altri passeggeri dell’aereo erano arrivati a destinazione. E così spartiti, chitarra e appunti di lavoro per le nuove canzoni del cantautore sono rimasti in Grecia. Tutti si auguravano di riavere le proprie valige il giorno dopo, ma le speranze si sono rivelate vane. Spiega il Gazzettino che  tutte le telefonate dirette da Bologna all’aeroporto di Zante si sono infrante nei rimpalli fra Compagnia aerea e Tour operator, approdando a un’unica sentenza, affidata a un irritante risponditore automatico: “Siamo spiacenti, il vostro bagaglio non è stato localizzato”. E’ trascorsa una settimana, ma ancora non si sa in che mani siano sia i bagagli che gli appunti musicali di Guccini che, accompagnato dalla moglie Raffaella Zuccari, sarebbe dovuto ripartire subito per San Benedetto del Tronto, dove lo attendevano impegni di lavoro legati a pezzi che stava scrivendo, rimasti purtroppo anch’essi in valigia.

Il sindaco di San Diego si dimette è accusato di molestie sessuali

bob - filner-sindaco-san diego-tuttacronaca

Il consiglio comunale all’unanimità ha accettato le dimissioni di Bob Filner, sindaco di San Diego accusato di molestie sessuali da almeno diciotto donne che hanno  dichiarato pubblicamente di essere state oggetto di avance non desiderate.

Tra le donne molestate un ammiraglio della Marina in pensione, una bisnonna, una preside universitaria ed ex direttore delle comunicazioni del signor Filner, Irene McCormack Jackson, che ha presentato la querela per molestie sessuali contro il sindaco e la città.

Le dimissioni di Filner arrivano dopo otto mesi di mandato come sindaco democratico della città, primo eletto in più di 20 anni, obbligando a una nuova e costosa elezione per scegliere un sostituto.

 

Stalker vive per una settimana a casa di J Lo

villa di Southampton-j lo-staker-tuttacronaca

Uno stalker, John Dubis, 49 anni, si è introdotto nella villa di Southampton di J. Lo – mentre la cantante era impegnata, in giro per il mondo, nella sua tournée – e ci è rimasto per più di una settimana.  La sua presenza era stata notata dai vicini di J Lo, che però hanno pensato potesse trattarsi di un membro del suo staff. Dubis è stato poi scoperto dai veri dipendenti di Jennifer Lopez e arrestato dalla polizia con le accuse di furto con scasso e stalking. Si presenterà il 28 agosto in tribunale e  potrà uscire di prigione versando una cauzione di 100mila dollari. La cantante ha preferito al momento non rilasciare alcuna dichiarazione sull’accaduto.

Serie A al via: le probabili formazioni della prima giornata

campionato-formazioni-prima-tuttacronacaMancano solo poche ore, ormai, al fischio d’inizio del campionato di serie A. Si apre alle 18, con i rossoneri in trasferta a Verona e si prosegue alle 20.45 al Marazzi, dove la Sampdoria ospita la Juventus. Per le altre partite bisogna attendere domani: alle 18 l’Inter riceve al San Siro il Genoa nell’anticipo di giornata: il resto del turno è alle 20.45. Posticipo per la Fiorentina lunedì sera: al Franchi arriverà il Catania. 

VERONA-MILAN (oggi ore 18)

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Maietta, Moras, Albertazzi; Jorginho, Donati, Halfredsson; Jankovic, Toni, Martinho. All.: Mandorlini.
Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Poli, Montolivo, Nocerino; Niang, Balotelli, El Shaarawy. All.: Allegri.

SAMPDORIA-JUVENTUS (oggi 20.45)

Sampdoria (3-5-2): Da Costa; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Eramo, Krsticic, Obiang, Castellini; Eder, Gabbiadini. All.: Rossi.
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic. All.: Conte.

INTER-GENOA (domani ore 18)

Inter (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso, Kovacic, Nagatomo; Palacio, Icardi. All.: Mazzarri.
Genoa (4-3-2-1): Perin; Vrsaljko, Portanova, Manfredini, Antonelli; Cofie, Lodi, Kucka; Bertolacci, Santana; Gilardino. All.: Liverani.

CAGLIARI-ATALANTA (domani 20.45)

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Nainggolan; Ekdal; Pinilla, Ibarbo. All.: Pulga – Lopez.
Atalanta (4-3-3): Consigli; Nica, Stendardo, Yepes, Del Grosso; Kone, Cigarini, Carmona; Bonaventura, Denis, Livaja. All.: Colantuono.

LAZIO-UDINESE (domani 20.45)

Lazio (4-5-1): Marchetti; Cavanda, Biava, Cana, Radu; Candreva, Gonzalez, Ledesma, Hernanes, Lulic; Klose. All.: Petkovic. 
Udinese (3-5-1-1): Kelava; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Pinzi, Gabriel Silva; Muriel; Di Natale. All.: Guidolin.

LIVORNO-ROMA (domani 20.45)

Livorno (3-5-2): Bardi; Bernardini, Emerson, Valentini; Schiattarella, Luci, Greco, Duncan, Mbaye; Dionisi, Paulinho. All.: Nicola.
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Balzaretti; Pjanic, De Rossi, Bradley; Lamela, Totti, Florenzi. All.: Garcia.

NAPOLI-BOLOGNA (domani 20.45)

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Britos, Albiol, Zuniga; Behrami, Inler; Pandev, Hamsik, Callejon; Higuain. All.: Benitez.
Bologna (4-2-3-1): Curci; Garics, Antonsson, Natali, Cech; Khrin, Della Rocca; Kone, Diamanti, Christodoulopoulos; Bianchi. All.: Pioli.

PARMA-CHIEVO (domani 20.45)

Parma (3-5-2): Mirante; Cassani, Benalouane, Felipe; Biabiany, Marchionni, Valdes, Parolo, Gobbi; Cassano, Amauri. All.: Donadoni.
Chievo (4-4-2): Puggioni; Sardo, Papp, Cesar, Dramè; Acosty, Radovanovic, L.Rigoni, Sestu; Thereau, Paloschi. All.: Corini.

TORINO-SASSUOLO (domani 20.45)

Torino (3-5-2): Padelli; Glik, Rodriguez, Moretti; Darmian, Brighi, Bellomo, El Kaddouri, D’Ambrosio; Immobile, Cerci. All.: Ventura.
Sassuolo (4-3-3): Pomini; Gazzola, Terranova, Rossini, Ziegler; Kurtic, Manganelli, Missiroli; Farias, Zaza, Masucci. All.: Di Francesco.

FIORENTINA-CATANIA (lunedì ore 20.45)

Fiorentina (3-5-2): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero, Pasqual; Gomez, Rossi. All.: Montella.
Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Spolli, Bellusci, Monzon; Izco, Tachtsidis, Biagianti; Barrientos, Bergessio, Castro. All.: Maran.

Terremoto nelle Marche e in Toscana

terremoto-marche-toscana-tuttacronaca

Ancora una scossa di terremoto a largo delle Marche. Un evento sismico di magnitudo 2.7 è stato registrato dall’Ingv la notte scorsa, alle ore 4.10, nel mare Adriatico a largo della costa tra Ancona e Civitanova. I comuni più vicini, tra i 10 e i 20 km dall’epicentro, sono stati Numana, Sirolo e Porto Recanati. È la stessa zona in cui giovedì scorso è stata avvertita la scossa di magnitudo 4.4.

Una scossa di magnitudo 2.6 è stata registrata dall’Ingv, la notte scorsa, tra le province di Massa Carrara e Lucca. I comuni più vicini all’epicentro della scossa, delle ore 5.39, sono stati quelli di Casola in lunigiana, Giuncugnano, Minucciano, Piazza al Serchio e Sillano.

Pedofilo arrestato grazie a “Le Iene”.

pedofilia-le iene-storia di un pedofilo-video delle iene-tuttacronaca

Un servizio de “Le Iene” dal titolo “Storia di un pedofilo”, trasmesso il 27.01.2013 in cui venivano intervistati la mamma della vittima e il presunto pedofilo hanno permesso alle forze dell’ordine di arrestare C.D. , con l’accusa di prostituzione minorile e violenza sessuale. L’uomo avrebbe chiesto prestazioni sessuali a un minore e in cambio, oltre a pagarlo, avrebbe anche regalato al bambino un Iphone 4 e una consolle per giochi acquistati mediante finanziamenti. La madre insospettita da questi oggetti ha chiesto spiegazioni al figlio, il quale ha raccontato gli incontri con l’uomo. Durante l’arresto le forze dell’ordine hanno sequestrato anche materiale informatico.

 

Precipita elicottero con 18 persone a bordo: tre dispersi

Shetland-elicottero-caduto-tuttacronacaEra stata la Bbc, ieri sera, a riportare la notizia di un elicottero con a bordo 18 persone, 16 passeggeri e 2 membri dell’equipaggio, precipitato in mare al largo delle Shetland, nel nord della Scozia, riferendo anche che un traghetto tra Aberdeen e le Shetland è stato subito deviato verso la zona. a guardia costiera ha riferito che 15 delle persone sono state tratte in salvo dalle squadre di soccorso intervenute dopo avere ricevuto una segnalazione da parte dell’elicottero, che era operato da Chc, una società che gestisce il trasporto delle persone da e per le piattaforme offshore petrolifere e di gas. L’incidente è avvenuto mentre il velivolo si avvicinava all’aeroporto di Sumburgh e ha perso i contatti con il controllo del traffico aereo.

Italiani sequestrati in Thailandia dalla polizia per estorsione

polizia-thailandia-italiani-sequestrati-tuttacronaca

Due nostri connazionali, Danilo De Vito, 51 anni, e Antonio Di Muno, 62, sono stati sequestrati e da quattro agenti di polizia a Bangkok, in Thailandia. Sono stati segregati in un albergo per 24 ore e ricattati con una falsa accusa. I due turisti italiani sono stati accusati di aver usato un bancomat falso, ed è stato chiesto loro di pagare due milioni di baht (quasi 47mila euro) per fare cadere le accuse. I due italiani hanno quindi chiamato le loro famiglie in Italia e hanno chiesto di inviare la somma. I familiari allertati dall’anomala richiesta si sono rivolti all’Interpol. Due poliziotti thailandesi sono stati arrestati e accusati del sequestro a scopo di estorsione. Gli altri due agenti sono ancora ricercati. Arrestato anche un cittadino dell’Uzbekistan che avrebbe fatto da interprete agli agenti di polizia.

Offerta taglia per la cattura dell’assassino della gioielliera!

omicidio-varese-volto-assassino-taglia-tuttacronaca

Mirkoro, catena di negozi di compravendita di oro usato, ha offerto una taglia di 50mila euro “per la cattura dell’assassino” di Maria Angela Granomelli, uccisa lo scorso 3 agosto nella sua gioielleria a Saronno (Varese) da un uomo che l’ha colpita alla testa con un portagioie e ha infierito con calci e pugni per poi fuggire con monili di scarso valore. E’ una settimana che quattro camion con cartelli avvisano della taglia che pende sull’uomo mostrato dalle telecamere a circuito chiuso della gioielleria e diffuse dalla Procura di Busto Arsizio. Nei prossimi giorni si pensa anche che possano essere distribuiti anche volantini nella zona.

I titolari della catena, si legge in una nota, ”conoscevano personalmente la signora Maria Angela Granomelli e per questo motivo è stato deciso un gesto forte e significativo, al fine di aiutare e sostenere il lavoro degli inquirenti e delle forze dell’ordine”.

”Tale somma verrà erogata a colui o coloro che consegneranno alle forze dell’ordine l’individuo ritratto in fotografia – prosegue -, e nel caso in cui la cattura avverrà da parte delle forze dell’ordine tale somme verrà devoluta seguendo specifiche indicazioni da parte dell’arma”.

“Abbiamo un bebè”: lo zoo di Washington annuncia l’arrivo del panda

baby-panda-washington-zoo-tuttacronaca

Grazie all’inseminazione artificiale, lo zoo di  Washington ha festeggiato ieri la nascita di un panda gigante. Lo staff ha scritto un tweet subito dopo il parto ”Abbiamo un bebe”’ e poi è stato aggiunto che la madre “ha immediatamente preso il suo bebe’, l’ha cullato e se ne e’ occupata”. Fra qualche tempo la “piccola star” sarà visibile ai visitatori.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: