Cosa ci fa Piquè trasformato in zombie?

zombie-pique-tuttacronaca“Piquè, se mi dai il tuo telefono ti trasformo in zombie”. Questa la scritta su un cartello esposto da due ragazze allo stadio Vicente Calderón in occasione dell’arrivo del Barcelona al campo dell’Atlético Madrid.Le ragazze sono riuscite ad attirare l’attenzione del difensore del Barça e, dopo uno scambio di battute in Twitter, Piquè ha accettato l’invito ad essere “trasformato”.

piqueIl risultato della trasformazione? Lo potete vedere in questo video!

Annunci

L’incredibile scoperta: l’opera inedita di Lope de Vega

lope-de-vega-tuttacronacaAlejandro García Reidy, ricercatore spagnolo della Syracuse University, negli Stati Uniti, legato al gruppo ProLope dell’Universidad Autónoma de Barcelona (UAB), ha scoperto un’opera inedita di Lope de Vega della quale si erano perse le tracce 400 anni fa, stando a quanto riferito dalla UAB e dalla Biblioteca Nacional, che hanno provveduto a diffondere un comunicato per rendere nota la scoperta. Si tratta dell’opera scritta dall’autore tra il 1613 e il 1614, Mujeres y criados, ed è stata trovata nell’estate del 2010 presso la Biblioteca Nacional, in una versione trascritta manualmente nel 1631 da Pedro de Valdés, un autore di commedie contemporaneo di Lope.Il comunicato diffuso riferisce inoltre che l’opera sarebbe arrivata alla Biblioteca Nacional nel 1886.

La sorpresa per i fan dei Simpson arriva da Twitter: le tavole originali

simpson-tuttacronacaIl regista e disegnatore americano David Silverman ha collaborato con Matt Groening, l’ideatore della serie animata più famosa e longeva di sempre, I Simpson, fin dagli esordi collaborando nei brevissimi corti in onda alla fine degli anni Ottanta. Inoltre, ha diretto alcuni dei più famosi episodi della serie fino a metà anni Novanta. Dopo di che è iniziata la sua collaborazione con la Pixar, anche se è tornato a disegnare e dirigere Bart & Co in occasione del lungometraggio uscito nel 2007. Ora sorprende tutti i fan della serie pubblicando sul suo account Twitter alcune tavole originali delle più famose puntate delle prime serie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ultimo drink prima del trapianto di fegato: entra in ospedale con la vodka!

vodka-tuttacronacaUn ultimo bicchiere di vodka, prima del trapianto di fegato. Potrebbe essere stato questo il pensiero di un uomo che si doveva sottoporre all’intervento all’ospedale di Gottingen, in Germania. Da notare: chi si sottoponga ad un’operazione del genere non debba bere alcolici per i sei mesi precedenti. Eppure, riferisce The Local, un’infermiera ha trovato la bottiglia del liquore nella stanza del paziente che ha confessato di aver bevuto anche la sera prima dell’operazione. Il fatto è venuto alla luce durante l’inchiesta sul dirigente dell’ospedale, Aiman O, 46 anni, accusato di aver falsificato dei documenti dell’ospedale per fare in modo che 25 pazienti potessero sottoporsi prima al trapianto. L’uomo è anche accusato di undici casi di tentato omicidio. Lo scandalo è scoppiato nel 2012 e ha portato il livello di donazioni di organi da trapianto ai minimi dal 1997.

Il ministro del Lavoro: “Sei disoccupato? Comincia come barista”

barista-tuttacronacaIl ministro del Lavoro inglese, Miss Esther McVey, ha dato un suggerimento forse non dei più originali ma sempre valido: “Disoccupato? Comincia come barista”. Sì, perchè se vuoi lavorare devi prendere quello che c’è e iniziare anche dai livelli più bassi. E così la dritta che dà ai giovani è quella di farsi “assumere ai Costa Coffee (famosa catena di caffetterie, ndr.)”. Del resto se in Italia i giovani hanno difficoltà a trovare lavoro, non va molto meglio neanche in Inghilterra: dei 941 mila giovani tra i 16 e i 24 anni che nel 2013 non hanno trovato lavoro è difficile dire quanti siano preparati ad essere inseriti nel mondo del lavoro: pochi, dicono le statistiche, meno comunque degli agguerriti concorrenti provenienti da ogni parte del mondo. Ma proprio chi arriva dall’estero, oltre ad avere una preparazione migliore, sono anche maggiormente disposti ad accettare modesti livelli occupazionali. Una realtà, del resto, nota anche in Italia. Come ricorda Blitz Quotidiano: “Secondo Miss McVey qui sta il punto che non consente di tirare troppo per le lunghe accettare un posto di lavoro, purchessia: solo quando si inizia a lavorare si capisce cosa serve per ottenere l’impiego dei propri sogni, soprattutto si capisce quali sono i requisiti che ancora non si possiedono. In effetti, McVey, 46 anni, tirocinio ed esordio di lavoro nella ditta di famiglia prima di fornire consulenza online per le start-up e della popolarità in tv, non è esattamente rappresentativa dei problemi e delle aspirazioni lavorative dei giovani inglesi. Ma il dibattito è aperto e non vale solo per il Regno Unito”.

L’incendio doloso alle porte di Roma, distrugge centro della Lipu!

lipu-castel-di.guido-tuttacronaca

E’ stato un incendio di probabile origine dolosa appiccato nella notte al centro visite dell’Oasi Castel di Guido, vicino Roma a distruggere  documenti, lavori di ricerca, materiali d’uso ordinario per la gestione dell’oasi, foto e oggetti di valore simbolico, come le opere realizzate dai ragazzi delle scuole che frequentano il centro. Un patrimonio che aiutava tanti ragazzi e appassionati a instaurare un contatto con la natura che ora è andato distrutto.

“Hanno voluto colpire la Lipu nel cuore – scrive sulla pagina Facebook dell’Oasi Castel di Guido il presidente Lipu BirdLife Italia, Fulvio Mamone Capria – distruggendo il luogo dove i bambini vengono accolti prima di iniziare le attività educative. Ricostruiremo tutto perché l’ignoranza e l’inciviltà non la devono avere vinta. Ci rimboccheremo le maniche e lo faremo per quelle giovani guide dell’oasi che credono nell’amore per la natura e tanti progetti che stavano realizzando per accogliere i loro coetanei. Noi non abbiamo paura di questi bracconieri e inquinatori e andremo avanti con i nostri progetti, per gli uccelli, per la gente”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Riina shock: “Meno male che si è messo Falcone alla guida o si salvava”

Capaci-intercettazioni-riina-tuttacronacaAncora intercettazioni delle conversazioni nel carcere di Opera tra Totò Riina e il boss Alberto Lorusso. I dialoghi captati riguardano la strage di Capaci, dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone e gli uomini della sua scorta. “Meno male che lui si è voluto mettere là al posto dell’autista, se no si salvava, disgraziato. Una trovata migliore l’ha potuta trovare lui solo”. Quel giorno il giudice, tornato da Roma in aereo, aveva deciso di guidare l’auto blindata chiedendo al suo autista, Giuseppe Costanza di mettersi al volante. Falcone si mise così alla guida con accanto la moglie Francesca Morvillo. Prosegue Riina, parlando dei minuti successivi all’esplosione: “Mentre era al telegiornale… sono feriti lui e la moglie. Minc**a feriti! Poi nel mentre il telegiornale: è morto Falcone. Ti metti là minuto per minuto, no? Ci siamo! Ci siamo! Ci siamo!”. E prosegue: “Minc**a ho detto ma guarda che bordello.La moglie è viva, è viva. Dopo dieci minuti dice l’hanno ammazzata pure. Mia moglie dice: ma cosa è successo, ma che disgrazie, mischineddu, mischineddu… (poverino ndr) c’era una macchina, un aereo, lo hanno bombardato. Poi cercano l’aereo che non si è potuto trovare più…Poi subito allerta per la seconda”. “La seconda” per gli investigatori sarebbe la strage in cui morì Paolo Borsellino. Il boss parla anche del tritolo utilizzato: “Minc**a con quello ce ne sono voluti qualche 300 chili, con quello 500 chili. Non abbiamo risparmiato niente, devo dire la verità”. Poi raccontando di nuovo dell’attentato di Capaci. “Sembrava una zona di guerra appunto per questo loro non la possono digerire”. Ancora, durante l’ora d’aria Riina smentisce le parole del pentito Giovanni Brusca che ha raccontato agli inquirenti di avere saputo dal padrino di Corleone della consegna allo Stato del “papello”, l’elenco delle richieste della mafia per fare cessare le stragi. “Ma questo papello non si trova – dice – non c’è”. “Sono andati a fare le indagini sui miei figli, sulle mie sorelle, su mia moglie”, racconta alludendo alle indagini calligrafiche fatte dalla polizia per trovare l’autore del foglio consegnato ai pm da Massimo Ciancimino. Gli accertamenti fatti non hanno consentito agli investigatori di risalire alla paternità dello scritto. Insulti piovono anche su Massimo Ciancimino, “disonorato” e “folle di catene” (pazzo da legare ndr). Sollecitato da Lorusso dice che il figlio dell’ex sindaco mafioso collaborerebbe per riavere i soldi confiscati.

Lorenzo Insigne e quel post in ricordo di Salvatore che commuove

insigne-tuttacronacaSalvatore Di Padova, promessa del rugby di Sulmona morto lo scorso sabato 18 gennaio mentre con la sua squadra faceva ritorno da una partita, viene ricordato dal calciatore Lorenzo Insigne. Il campione del Napoli, di cui il 15enne era un grande tifoso, ha dedicato un post su Istagram proprio il giorno in cui si sono tenuti i funerali: “Ciao Salvatore. So che mi guarderai da lassù. Lorenzo”. Il rugbista si rivedeva nel calciatore partenopeo sognando di diventare bravo e famoso come lui, magari nel suo sport.

20140122_61530_insigne_15ennec

Muore il papà di Elisa Claps, addio ad Antonio!

elisa-claps-tuttacronaca

Antonio Claps, il papà di Elisa, la studentessa potentina il cui cadavere fu ritrovato nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità il 17 marzo 2010 a 17 anni dalla sua scomparsa, il 12 settembre 1993. Antonio Claps, che era malato da tempo, non era mai comparso pubblicamente nella lunga vicenda della scomparsa della figlia.

L’America si commuove per la morte di Tyler, il piccolo eroe

Tyler-tuttacronacaL’America è commossa: Tyler, piccolo eroe di appena 8 anni, ha perso la vita per salvare quella di sei persone quando un incendio ha avvolto la casa mobile, abitazione simile a un camper, in cui stavano dormendo mentre nessuno si è accorto di quanto stava accadendo. Tranne Tyler, ospite di parenti a Penfield, una cittadina dello stato di New York, Penfield, poco prima dell’alba. Il piccolo ha tentato di svegliare tutti, ha aiutato a mettere in salvo due bambini, di quattro e sei anni, poi gli altri, tra cui anche uno zio e il nonno disabile che erano rimasti intrappolati. E proprio per liberare i duoe uomini Tyler si è gettato nuovamente tra le fiamme che, assieme al fumo, hanno piegato la volontà del giovane eroe: Tyler è morto assieme al nonno, i loro corpi vicini, come erano stati da vivi. Non ce l’ha fatta anche lo zio che si trovava nella parte posteriore della casa mobile. “Sembra che Tyler stesse cercando di sollevarlo dal letto prima di venire travolto dalle fiamme”, ha spiegato uno dei vigili del fuoco. Stando alle prime indagini, il rogo sarebbe stato causato da un guasto elettrico e all’interno della casa non c’era un dispositivo di rilevazione del fumo. In uno spazio così piccolo un allarme avrebbe svegliato tutti in tempo. Appena qualche giorno prima alcuni vicini si erano detti preoccupati proprio per il numero di persone che vivevano in quella ‘casa mobile’. Le fiamme hanno tolto la vita anche a  cani, gatti, un coniglio e alcuni criceti. E mentre la madre del piccolo eroe, intervistata in tv, spiega di essere fiera di lui, resta il rammarico di non essere stati in grado di fermarlo prima che si rigettasse nel rogo. Nel frattempo, si alzano le polemiche sulla sicurezza delle ‘case mobili’. Il “Penfield Fire Company”, un gruppo di volontariato dei vigili del fuoco di Penfield, ha intenzione di promuovere un’iniziativa di carattere pubblico per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’installazione nelle proprie abitazioni di sistemi di rilevazione del fumo. Congegni facili da installare e che avrebbero potuto salvare la vita di Tyler e di suo nonno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel cuore di Candreva arriva Chicca!

CHICCA_BOMBA_SEXY_ANTONIO_CANDREVA_FOTO-tuttacronaca

La nuova fiamma di Candreva è Francesca, detta Chicca! Lo svela SportMediaset che presenta la nuova ragazza, che secondo la testata avrebbe fatto breccia nel cuore del laziale come una vera bomba sexy. Lei è romana, laureata in giurisprudenza e migliore amica di Roberta Ruiu (cantante delle Lollipop) e Sabrina Ghio(ex concorrente di Amici). Antonio e Chicca si frequentano alla luce del sole. Lei lo accompagna a Formello e insieme escono a pranzo o a cena gli amici di lui. Su tutti il mister della primavera Simone Inzaghi e la compagna Gaia anche lei molto amica di Chicca.

La dieta di Silvio, a Garda con Francesca e Toti

Silvio-Berlusconi-tuttacronaca

Silvio Berlusconi ha deciso di tornare in forma smagliante e prepararsi alla campagna elettorale delle Europee… se il governo resta in piedi e non si arrivi a un Election Day! L’idea a quanto si apprende dovrebbe esser stata dello stesso Giovanni Toti che avrebbe spinto il Cavaliere e la fidanzata sul lago di Garda, in un centro benessere. Almeno nel corso della settimana, dunque, non è in vista nessuna novità per quel che riguarda gli assetti di Forza Italia. In tal modo sembra che si vogliano anche mettere a tacere quelle polemiche che si erano aperte, dopo che Toti sembrava essere destinato a diventare il numero 2 di Forza Italia… ora si scriverà un altro capitolo proprio dal centro benessere?

 

Le foto dell’incredibile frana in Alto Adige: massi grandi come case

frana-bolzano-tuttacronacaHanno dimensione tra i 3mila e i 4mila metri cubi gli enormi massi precipitati su Ronchi di Termeno, frazione in provincia di Bolzano. Mentre è ancora in atto l’evacuazione del maso Freisinger, Arnold Schuler, assessore provinciale alla Protezione civile ha effettuato un sopralluogo. Nel frattempo, i geologi provinciali con amministratori e vigili del fuoco valutano la situazione. Quello che s’ipotizza è che possa trattarsi di una detonazione della rimanente torre rocciosa. Come fa presente David Tonidandl, geologo della Provincia, “una torre rocciosa si è staccata e una roccia residua è ancora instabile, visto che la sua base è notevolmente sradicata e da un’impressione di instabilità. Sono presenti anche altri blocchi di roccia staccatesi. La linea elettrica ad alta tensione è ancora intatta, un blocco di roccia si è fermato poco prima. È una fortuna che attualmente il clima è mite e umido, altrimenti i blocchi sarebbero rotolati molto di più”. A questo punto, la priorità è cercare di garantire la sicurezza dei cittadini e per questo si soppesa la possibilità di una detonazione della rimanente torre rocciosa. Si stanno inoltre studiando le traiettorie delle caduta per verificare la stabilità di parti rocciose. La torre rocciosa residua è alta circa 15 – 20 metri. L’entità della caduta massi viene stimata in 3000 a 4000 metri cubi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Paura nel Cilento: scossa di terremoto alle 20.35

terremoto-cilento-tuttacronacaL’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 alle ore 20.35 di mercoledì 22 gennaio. L’epicentro è stato localizzato nel distretto sismico del Cilento, in provincia di Salerno. I comuni più prossimi sono Albanella, Altavilla Silentina, Capaccio, Cicerale, Giungano, Roccadaspide e Trentinara. L’ipocentro è stato registrato a 6.3 km di profondità.

Il ballo del sindaco dell’Aquila: vado, torno, resto!

cialente-tuttacronaca-dimissioni

Forse si era dimesso a sua insaputa e per questo qualche giorno dopo aver dato le dimissioni il sindaco Massimo Cialente ha deciso di pensarci su, ma poi, “coerentemente”, si era dimesso in modo irrevocabile. La sua decisione è durata 10 giorni, poi ha deciso di tornare. Le dimissioni erano state annunciate dal sindaco a causa di “un tradimento”, ma poi si è passati al “teatrino” dei colpi di scena e quindi al “balletto” del sindaco. 

Tutto era iniziato l’8 gennaio quando l’inchiesta “Do ut des” arriva all’apice: gli investigatori arrestano 4 persone, ipotizzano un giro di mazzette da 500 milioni. Tra gli indagati c’è anche il vicesindaco Roberto Riga: si dimette subito.

Riga è uomo di Cialente, è il suo vice. E quando scoppia lo scandalo il sindaco si presenta in conferenza stampa contrito, dice di stare malissimo, di sentirsi colpito al cuore. E’ l’inizio del percorso che porta alle dimissioni “brevi” di Cialente. 

Due giorni dopo, il 10 gennaio, c’è una riunione straordinaria al Comune in cui si parla di dimissioni imminenti del primo cittadino ferito. Sembra tutto fatto ma l’11 gennaio, il giorno dopo, con un primo colpo di teatro, Cialente spiega che le dimissioni ci sono ma sono “sospese” perché “ci deve pensare”. 

E in effetti Cialente ci pensa poco più di 24 ore. Alle 18 dell’11 gennaio, infatti, il sindaco annuncia le dimissioni. Tutto finito? Assolutamente no. Anche perché col sindaco non si sa mai, al punto che l’agenzia Ansa il giorno successivo gli dedica una scheda. Titolo eloquente: “Tutte le volte che il sindaco disse me ne vado”.

Il 17 gennaio il sindaco è fermissimo nel suo proposito e durante un’intervista dichiara secco: “Non ci ripenso”. La fermezza dura altri 4 giorni, fino al 21 gennaio, quando filtra la notizia che il sindaco sarebbe pronto a ritornare in sella. Così è: il 22 gennaio Cialente annuncia il “nuovo inizio”. In tutto è rimasto “dimesso” 10 giorni.

Il grande freddo “morde” la mela: s’incrina il vetro del cubo della Apple

apple-cubo-tuttacronacaLa nuova ondata di maltempo mette in ginocchio gli Stati Uniti e New York viene sommersa da una bufera di neve. La tormenta sulla Grande Mela non è certo passata inosservata vista la sua potenza: è riuscita perfino a spaccare uno dei 15 monoliti di vetro che compongono l’ammiraglia della Apple a Manhattan. E’ stato un dipendente dell’azienda a confermare il danno, sottolineando che il negozio ha tuttavia continuato a operare normalmente nonostante l’incidente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quel cavallo a dondolo… da record dei primati

Cavallo-a-dondolo-da-record-a-Taiwan-tuttaccronaca

Un cavallo  dondolo destinato a entrare nel record dei primati quello costruito da 4 falegnami in 5 mesi. In Cina infatti l’anno che sta per iniziare è quello del Cavallo e così a Taiwan si è deciso di sfidare il precedente record ed è stato realizzato un cavallo lungo 8,3 metri, largo 3,1 metri e alto 6.4 metri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’alluvione a Modena è colpa delle nutrie: lo sostiene Giovanardi

giovanardi-tuttacronacaCarlo Giovanardi ha presentato un’interpellanza al Senato contro le nutrie che, suo dire, sarebbero responsabili dello straripamento del fiume Secchia. Il motivo? Hanno scavato le loro tane dentro ai suoi argini. “Quali iniziative intendono intraprendere il governo ed il ministro dell’Ambiente per garantire la sicurezza dei cittadini e il ripetersi di alluvioni come quelle di Modena?”, ha chiesto il senatore evidenziando come “più volte la Protezione civile abbia indicato nei cunicoli scavati dalle nutrie sugli argini dei fiumi la causa del collasso degli stessi in caso di piene”. Il senatore ha inoltre sottolineato la denuncia fatta dalle organizzazioni agricole della provincia di Modena, che ritengono che questo fenomeno avrebbe causato anche la rottura dell’argine del fiume Secchia a Bastiglia con conseguenti gravissimi danni materiali e il decesso di un cittadino. A questo punto, il dito viene puntato anche contro le associazioni animaliste che “ostacolano in ogni modo la cattura e l’abbattimento delle nutrie, che sono state immesse nei nostri fiumi circa 30 anni fa e si sono moltiplicate a dismisura”. Ovviamente, dopo un simile intervento, che non poteva passare inosservato al popolo della rete, su Twitter è apparso l’ hashtag #colpadellenutrie. I parlamentari emiliani M5S rispondono a Giovanardi che : “L’esondazione del Secchia si poteva evitare con normali azioni ed interventi di prevenzione”. Scherza l’Idv regionale: “Nutria espiatoria o mancanza di fondi e controlli?”.

Niente scambio? La Juve si “vendica” soffiando un giocatore all’Inter!

d'ambrosio-tuttacronaca“Sconcertante accaduto”. La Juve ha definito così quanto successo con la trattativa Vucinic-Guarin e ora medita di accaparrarsi proprio un giocatore a cui i nerazzurri stanno dietro da tempo. Si tratta di Danilo D’Ambrosio, terzino del Torino, in scadenza di contratto con i granata. Gli uomini mercato del tycoon indonesiano da tempo sembrano poter chiudere da un momento all’altro l’operazione, ma per vari motivi il giocatore è ancora a Torino. A questo punto, il terzino potrebbe restare nel capoluogo piemontese, cambiando club però: è in programma un incontro col Presidente del Toro Cairo per cercare un accordo che porti D’Ambrosio fin da subito a vestire il bianconero.

La ballerina italiana che avrebbe maltrattato la bimba di 10 anni

Italian-born-ileana-citaristi

E’ Ileana Citaristi, la ballerina che da anni lavora in India e che ora è stata accusata dalla polizia di  “maltrattare una sua allieva di 10 anni”.  Lo riferisce The Hindustan Times che rivela che l’incidente sarebbe avvenuto martedì durante una lezione nella sua scuola a Bhubanaswar, nello stato orientale dell’Orissa, dedicata all’insegnamento della danza classica Odissi.

“Abbiamo registrato una denuncia presentata da Kamala Kanta Das, padre della minorenne Dibyarupa Das – ha detto il commissario della polizia locale – che frequenta i corsi di danza della signora Citaristi”. Il genitore accusa la danzatrice italiana di aver aggredito la ragazzina causandole una ferita alle dita, a un ginocchio e alla schiena. E’ emerso che ha anche litigato con il padre quando quest’ultimo si e’ recato nella scuola per informarsi sull’accaduto.

Citaristi e’ stata denunciata per lesioni e per crudeltà su un minore in base al codice penale indiano, ma ha smentito le accuse come “false”. Ha chiesto alla polizia di sentire i testimoni presenti al fatto. Parlando con il quotidiano ha detto di “aver soltanto chiesto all’allieva di uscire dalla classe perché disturbava le compagne” e “che il padre ha creato uno scandalo dal nulla”.

L’artista, figlia dell’ex cassiere della Dc Severino Citaristi, era stata al centro dell’attenzione dei media lo scorso luglio quando era stata malmenata da due religiosi di un famoso tempio induista a Puri durante una processione religiosa di carri. Trascorsi alcuni giorni aveva però ritirato le accuse dopo aver ricevuto scuse ufficiali dai responsabili del tempio.

”Hanno ammesso il loro sbaglio sottolineando che per loro ero come una figlia” aveva detto in quell’occasione. Citaristi si era trasferita in Orissa nel 1979 per inseguire la sua grande passione per la danza classica indiana e nella sua lunga carriera ha ottenuto molti riconoscimenti nel Paese d’adozione. Incluso il prestigioso ”Padma Shri”, ricevuto nel 2006 dal presidente della Repubblica indiana per speciali meriti in campo artistico e culturale.

Dopo la trattativa saltata con la Juve… Guarin rinnova con l’Inter?

guarin-inter-tuttacronacaLa trattativa con la Juve è saltata e ora sembra che Fredy Guarin potrebbe persino rinnovare con l’Inter. Almeno questo è quanto sostiene ‘Panorama’, secondo cui questa mossa sarebbe volta a rafforzare il potere di mercato dei nerazzurri in vista di una più remunerativa cessione la prossima estate. Sembra quindi che l’agente Marcelo Ferreyra possa mettersi al lavoro con la società meneghina per prolungare l’accordo in scadenza nel 2016, scanso altre offerte in arrivo: la pista Juventus sembra tramontata, mentre il Napoli non avrebbe presentato un’offerta sufficiente.

Fabio Camilli, è figlio di Domenico Modugno: è ufficiale

fabio-camilli-tuttacronaca

L’attore Fabio Camilli è figlio di Domenico Modugno. Lo ha stabilito ieri il Tribunale di Roma e lo si è appreso da fonti legali. Camilli, nato nel 1962 dalla relazione di ‘Mister Volare’ con la coreografa Maurizia Calì, viene così riconosciuto all’anagrafe civile come quarto figlio di Modugno oltre ai tre nati dal matrimonio del cantante pugliese con Franca Gandolfi.

Il cinema indossa il lutto: morto Carlo Mazzacurati

mazzacurati-carlo-tuttacronaca

Il cinema indossa il lutto dopo aver appreso la triste notizia della morte di Carlo Mazzacurati, attore, regista e sceneggiatore padovano che si è spento dopo una lunga malattia, all’ospedale di Monselice. Mazzacurati, 57 anni, aveva esordito nel 1979 quando, grazie a dei fondi ricevuti in eredità, realizzò il film in 16mm, Vagabondi, premiato quattro anni più tardi dalla casa di produzione e distribuzione indipendente Gaumont. Mazzacurati era anche presidente della Fondazione Cineteca di Bologna e aveva vinto il leone d’Argento al Festival di Venezia con la sua opera più famosa “Il Toro”.

Mazzacurati vide crescere il suo successo negli anni Ottanta, quando si trasferì  a Roma e dove iniziò a lavorare ai testi di alcune trasmissioni televisive e, contemporaneamente, al film «Notte Italiana» (1987) insieme a Franco Bernini, e a opere come «Il prete bello» (1989), collaborando anche alla sceneggiatura di «Marrakech Express» insieme a Gabriele Salvatores, «Fracchia contro Dracula» di Neri Parenti e «Domani accadrà» di Daniele Luchetti.

Alla regia approda negli anni Novanta e Duemila quando si dedica a «Vesna va veloce» (1996), «L’estate di Davide » (1998) e «La Lingua del Santo» (2000), oltre che alla serie dei «Ritratti», documentari su Mario Rigoni Stern, Andrea Zanzotto e Luigi Meneghello. L’ultima sua opera è il film «La sedia della felicità», che dovrebbe uscire il 24 aprile. Il film è stato presentato in anteprima al festival del Cinema di Torino sotto la direzione di Paolo Virzì.

Come attore ha recitato piccole parti per Nanni Moretti in «Palombella rossa» (1989), «Caro diario» (1994), «Il grido d’angoscia dell’uccello predatore» (2001) e nel «Caimano» (2006), oltre che per Cosimo Messeri in «Zeldman», sempre nel 2006. Nel 2009 ha co-prodotto con Angelo Barbagallo ed Edoardo Scarantino il film-documentario «The One Man Beatles», sempre di Messeri, candidato ai David di Donatello 2010 come miglior film documentario. Nel novembre scorso ha ricevuto il «Gran Premio Torino» per la carriera.

Gli scontri durante Roma-Juve: accoltellati tifosi bianconeri

roma-juve-tuttacronacaE’ il network terzobinario.it a riportare che prima dell’inizio del match di Coppa Italia tra Roma e Juve, attorno alle 19, tre tifosi juventini di Civitavecchia sono stati accoltellati a pochi metri dallo stadio Olimpico e poi trasportati al Policlinico Gemelli. I tre non verserebbero in gravi condizioni. Secondo le prime ricostruzioni, nei pressi della Farnesina sei tifosi bianconeri, tra i quali i feriti, sarebbero stati circondati e aggrediti da tifosi giallorossi. Ma anche con le forze dell’ordine ci sono stati dei tafferugli. Ancora, mentre gli autobus dei tifosi bianconeri sono stati accolti con sassaiole, Tuttosport dedica una nota a due tifosi juventini accoltellati e due feriti al termine dell’incontro, sempre nei pressi dell’Olimpico. Ferito anche un poliziotto, colpito da una bomba carta lanciata da un tifoso durante la rissa. Dai primi fermi, risulta che fra i tifosi romanisti ci fossero due persone già colpite da Daspo.

Povia e i terremoti: “La terra è popolata da 7 miliardi di persone”

povia-terremoto-tuttacronacaIn Facebook, Povia, il cantate de “Quando i bambini fanno ohhh”, presenta in Facebook le sue “teorie”, tutt’altro che accreditate, sui terremoti: “Se la terra trema è perché siamo 7 miliardi di abitanti che si muovono tutte insieme”. E spiega: “I terremoti? La terra è in continuo movimento naturale, ci sono scosse di assestamento, etc, ma la terra è anche popolata da 7 miliardi di persone che si muovono. E questa potrebbe essere un’altra causa”. In seguito, risponde anche a un fan che lo stava seguendo in diretta streaming su Radiopovia e ipotizza “esperimenti militari in mare”, “test nucleari sotto l’Appennino”, “la previsione di un terremoto in Campania”. Dopo di che, spazio al dubbio: “Non ho le risposte per questa cosa e credo che nessuno abbia la certezza del “gombloddo” ma molte cose non tornano”.

“Barbarella è potentosa come suo padre”: parla Riina

totò-riina-intercettazioni-tuttacronacaSi continua a parlare delle intercettazioni captate dalle cimici della Dia depositate agli atti del processo per la trattativa Stato-mafia. Il 18 settembre Totò Riina e Alberto Lorusso, boss della mafia pugliese, hanno discusso di Berlusconi e della figlia Barbara, di Nicole Minetti, Ruby, del governo passando anche per la candidatura di Martelli nel 1987. Riina e Lorusso, in quella data, si chiedono se Berlusconi, ancora leader del Pdl e alleato di Letta, voglia fare cadere l’esecutivo. “Stasera c’è la votazione – dice Lorusso – Il Governo lui non lo farà cadere, non gli conviene fare cadere il Governo”: E Riina:  “No, no. Cornuti sono chi sale al Governo. Lo sai com’è”.  A questo punto Lorusso parla della possibile candidatura di Berlusconi in Lettonia: “Forse si candida là”. E Riina: “Va là a ‘cafuddare'”. Gli inquirenti hanno tradotto questo termine «nel senso di fare sesso». È Lorusso a spiegare che “Berlusconi è conosciuto dappertutto, sono vent’anni che tutte le televisioni parlano di lui. In tutto il mondo parlano di lui”.  Poi i due citano anche Nicole Minetti: “L’ha fatta assessore a 12.000 euro al mese, perchè faceva l’assessore? Perché sapeva parlare la lingua inglese”. E Riina ride. Fino a parlare anche di Mubarak e di Ruby Rubacuori, definita “nipote di Mubarak”. “Che figlio di … – dice Riina – le vede che figlio…”. E continua a ridere.La candidatura di Claudio Martelli con il Psi nel 1987 è tra gli argomenti affrontati dal boss mafioso Totò Riina con il suo vicino di cella, il boss pugliese Alberto Lorusso. Sono stati diversi i pentiti, tra cui Francesco Onorato, ad avere raccontato che Martelli avrebbe ricevuto i voti della mafia. Una circostanza che l’ex ministro della Giustizia ha sempre smentito. Ma i due, in un’altra data, il 31 ottobre, parlano anche di Andretti: “quell è stato una persona seria, a livello mondiale. Figlio di put…, che persona seria, eh? Chiesa e casa, casa e chiesa. Questo qua era un burattinaio, che cavolo di burattinaio…”. E ancora parlano della figlia di Berlusconi e della sua love story con il milanista Pato: “Min… Barbarella, Barbaretta, sta Barbarella è potentosa come suo padre, perchè si è messa sotto quello lì… Lui era un potente giocatore e non ha potuto giocare più, lui dice che vuole venire di nuovo”.

Lo spettacolo che non ti aspetti

fiammifero-tuttacronacaA volte anche le cose più banali, se osservate con il giusto sguardo, possono trasformarsi in arte e comunicare emozioni. E’ il caso di questo video, di Neatorma, che, semplicemente, ha ripreso il processo dell’accendere un fiammifero e lasciarlo bruciare. Tutto in slow motion. Affascinante… come dimostra il fatto che il video sta facendo il giro del mondo!

Verso Sochi 2014: minacce all’Italia

malagò-tuttacronacaI comitati Olimpici di Italia, Ungheria e Slovenia hanno ricevuto delle lettere di minacce terroristiche legate alle prossime Olimpiadi Invernali. Il Coni, in una nota, ha comunque dichiarato: “Siamo sereni. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano manifesta fiducia e serenità nelle misure di sicurezza che sono state garantite dagli Organizzatori al Cio, alle Federazioni Internazionali e ai Comitati Olimpici”. Anche il comintato ungherese ha confermato di aver ricevuto minacce terroristiche “serie” con l’Ungheria che prende posizione: “Ovviamente non spetta al comitato ungherese stabilire la gravità del gesto, ma non salteremo le Olimpiadi”. Il Daily Mail online riporta anche che Zsolt Borkai, numero 1 dello sport olimpico in Ungheria, ha rivelato di essere a conoscenza di altri episodi simili: “Purtroppo è vero che abbiamo ricevuto queste missive. Una email, scritta in russo e in inglese, è stata inviata all’indirizzo ufficiale del nostro comitato. Conteneva minacce terroristiche rivolte alla nostra delegazione a Sochi. Ci invitava a restare a casa. Ovviamente non spetta al comitato ungherese stabilire la gravità del gesto, ma non salteremo le olimpiadi”. Sia il comitato organizzatore russo che il Cio, a sua volta destinatario di una simile missiva, sono già stati informati dal comitato ungherese.

Tragedia a Milano: madre di tre gemelli uccisa in retromarcia

donna-schiacciata-milano-tuttacronacaAveva tre figli, tre gemellini, la donna che oggi è stata schiacciata da un furgone mentre prendeva la sua bicicletta dal box del condominio dove viveva. Il fatto è accaduto a Milano, dove il mezzo, “tipo Dodò” della Renault, è piombato in retromarcia sulla vittima mentre al volante c’era un conducente senza patente, come riferito dai vigili del fuoco. Il furgone appartiene a un’impresa edile che sta effettuando dei lavori nel palazzo e il conducente, egiziano di 36 anni, era salito a bordo solo per spostarlo di pochi metri, essendo privo del permesso di guida. Dalle prime ricostruzioni la donna stava slegando la propria bicicletta in compagnia di un’amica, rimasta illesa ma sotto shock, quando il furgone le è piombato addosso.

Nudo e insanguinato: trovato il corpo senza vita di un traduttore Fao

fao-roma-tuttacronacaE’ stato trovato nella tarda serata di lunedì, nella sua abitazione di via di Santa Croce in Gerusalemme, zona San Giovanni, il corpo senza vita di Brun C., 44enne traduttore della Fao, di nazionalità spagnola. L’uomo era completamente nudo e insanguinato. Durante un primo sopralluogo, tuttavia, non sarebbero stati rilevati apparenti segni di violenza. E’ stato un parente dello spagnolo a chiamare la polizia nella tarda serata di lunedì perché da qualche giorno non aveva sue notizie. Si legge sul Messaggero:

(…) Il corpo, completamente nudo del traduttore, era riverso sul pavimento. Un fiotto di sangue ormai rappreso s’era sparso attorno al cadavere. E’ a questo punto che sono intervenuti gli investigatori del commissariato Esquilino, competenti per territorio. E’ stato chiesto anche l’intervento del medico legale di turno che ha effettuato un primo esame esterno del corpo che ha confermato l’assenza – almeno apparente, esterna – di segni di violenza rimandando una analisi più accurata all’esito degli esami autoptici che sono poi stati disposti dal magistrato e che saranno effettuati nelle prossime ore all’istituto di Medicina legale dell’Università La Sapienza.

Agli investigatori a quel punto non restava che effettuare un sopralluogo più approfondito dell’appartamento: nessun segno di effrazione alla porta d’ingresso, che anzi era chiusa dall’interno, anche le finestre non sarebbero state manomesse. All’interno dell’appartamento gli investigatori non hanno trovato elementi particolare, tutto appariva in un normale disordine ma non a soqquadro come potrebbe essere dopo un evento violento come una colluttazione.

(…) Le indagini analizzeranno il più recente traffico telefonico della vittima e nelle prossime ore saranno ascoltati amici e colleghi della Fao.

Quel gol di Peluso che avrebbe cambiato le sorti di Roma-Juve…

antonio-conte-tuttacronacaLa Roma passa il turno di Coppa Italia grazie al gol di Gervinho ma non per questo la “faccenda” è chiusa. Anche perchè fa discutere che non sia stato ritenuto valido il gol di Peluso, che avrebbe potuto dare una svolta diversa alla partita. Certo, se una rete simile fosse stata annullata alla Roma poi si sarebbe tornati a parlare di “aiutini”, quindi il tecnico bianconero non recrimina poi esageratamente, ma non può non proporre una sua riflessione. “A me sembra dentro di parecchio, di un metro sicuro. Poi gli abritri possono sbagliare, ma a me sembra dentro e anche di un bel po’. Ci sta che l’assistente l’abbia vista fuori, ma vedendo anche la reazione dei calciatori della Roma… Tutti con le teste basse …”.

“Valerie ha distrutto lo studio di Hollande”. Ma arriva la smentita

Francois-Hollande-Valerie-Trierweiler-tuttacronacaSi continua a parlare dello scandalo del presidente francese e l’ultima indiscrezione è filtrata ieri sera dai siti web: in una scenata di gelosia di irrefrenabile violenza, la compagna di Hollande avrebbe distrutto lo studio del capo dello stato, con danni stimati in 3 milioni di euro da un funzionario del patrimonio di stato. Tuttavia, a stretto giro di posta è arrivata la smentita dall’entourage di Valerie Trierweiler. Secondo diversi siti, inoltre, all’Eliseo – prima del ricovero in ospedale per una settimana della Trierweiler – ci sarebbe stata una vera e propria “rissa” fra la giornalista e il presidente. Stando alle ultime indiscrezioni che si trovavano in rete nella serata di martedì 21 gennaio, la giornalista, in preda a un furioso attacco di gelosia, avrebbe mandato in mille pezzi alcuni preziosi vasi di Sevres, antichi orologi a pendolo e “oggetti d’arte di grande valore, artistico e storico”. Inoltre, un sito ha riportato che si sarebbe scagliata contro il presidente prima di essere bloccata dal servizio di sicurezza e avrebbe smaltito la crisi nella stanza attigua, proseguendo la sua “opera distruttrice”. Chiamati la mattina dopo d’urgenza, i servizi del Patrimonio nazionale avrebbero valutato tre milioni di danni. Come sottolinea Repubblica, tuttavia, il sito all’origine di queste rivelazioni, e tutti quelli che hanno attinto alle informazioni, non forniscono alcuna conferma, ma su Twitter il solitamente laconico Patrice Biancone, segretario particolare della premiere dame, è stato costretto a smentire: si tratta, reagisce, di “abiette calunnie” di “certi malintenzionati avversari animati soltanto dal desiderio di nuocere”.

Eccola! Presentata la baby koala allo zoo di Duisburg

baby-koala-tuttacronacaHa 6 mesi la koalina presentata oggi per la prima volta allo zoo di Duisburg, in Germania. Il cucciolo, che finora era rimasto nel marsupio della madre ed è stato pesato, non ha ancora un nome. Verrà infatti scelto sulla pagina Facebook dagli utenti, pratica che sta diventando sempre più diffusa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nuove grane al governo: scoppia il caso Zanonato

zanonato-tuttacronacaLa presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serrachiani commenta la dichiarazione resa al Gazzettino dal ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, secondo cui “i problemi e le difficoltà del gruppo svedese riguardano solo lo stabilimento di Porcia e non quello di Susegana”. Dice la Serracchiani: “Nella gestione della crisi Electrolux il ministro Zanonato ha dimostrato di non avere l’equilibrio necessario per ricoprire il suo delicato incarico: dovrebbe dimettersi”. E rileva: “Come presidente di Regione devo esprimere un vivissimo rammarico per la condotta tenuta dal ministro Zanonato, che ha preferito saltare tutti i livelli di mediazione, inclusi quelli istituzionali, credendo di risolvere la crisi buttando a mare lo stabilimento di Porcia. Per noi è inaccettabile il metodo e soprattutto il merito”. E conclude: “Ricordo che il 26 novembre in prefettura a Trieste, alla mia presenza, il ministro Zanonato ha assicurato ai lavoratori di Electrolux che sarebbe andato in visita a Porcia: siccome lo stanno ancora aspettando, ci vada lui ora a dirgli che solo loro devono chiudere”. Zanonato non ha fatto attendere a lungo per la risposta: “La mia nota a Zaia dice il contrario di quanto ha inteso la Serracchiani. Mi concentro su Porcia, le polemiche sono dannose”, il tweet di replica di Zanonato.

Tragedia sfiorata nel Tarantino: crolla una palazzina

ginosa-crollo-palazzina-tuttacronacaIn seguito all’alluvione dello scorso 7 ottobre una palazzina nel centro storico di Ginosa, in provincia di Taranto, era stata sfollata. E la decisione si è rivelata provvidenziale perchè la stessa palazzina, di due piani, oggi è crollata. Tuttavia, si è ugualmente sfiorata la tragedia visto che quattro persone, che sembra si fossero recate nel loro appartamento per recuperare alcuni oggetti, sono riuscite a mettersi in salvo poco prima del crollo: pare si fossero recate nell’appartamento che avevano lasciato per recuperare alcuni oggetti. L’intera zona di via Matrice è stata transennata dalla Polizia locale: alcune abitazioni che si trovano nelle vicinanze di quella caduta sono state sgomberate a scopo precauzionale in attesa delle verifiche statiche sulle strutture.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stefano Accorsi e Bianca: la prima uscita ufficiale

stefano-accorsi-bianca-vitali-tuttacronacaDopo mesi vissuti in clandestinità, e sotto assedio da parte dei paparazzi, il 42enne Stefano Accorsi esce allo scoperto e presenta la nuova fiamma, la 22enne Bianca Vitali. L’attore e la modella si sono presentati assieme a Palazzo Farnese, a Roma, dove Accorsi è stato insignito dell’ordine di “Chevalier de l’ordre des arts et des lettres”, davanti all’ambasciatore francese Alain Le Roy. In questo modo rende ufficiale la fine del lungo legame con Laetitia Casta, dal quale sono nati i figli Orlando e Athena. Laetitia, a sua volta, sembra essere passata oltre dopo che i tabloid l’hanno sorpresa con un uomo misterioso a Las Vegas.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fuga di notizie: Tarantino dice stop al film!

Quentin-Tarantino-tuttacronacaE’ trascorso un mese da quando, al The Tonight Show, Quentin Tarantino annunciava: “Non posso dire molto, non mi va di fare troppa pubblicità su questo nuovo progetto, ma una cosa posso dirla. Sarà un western”. Dopo il successo del remake di Django di Sergio Corbucci, il regista ha spiegato: “Mi sono divertito così tanto a fare Django, e amo così tanto i western, che dopo aver imparato da solo come si fa a farne uno mi sono detto: bene, ora che so cosa fare perché non farne un altro?” Ma The Hateful Eight, questo il titolo di quello che sarebbe dovuto esssere il nuovo film, ha ricevuto lo stop. La causa, ha riferito il regista al sito americano Deadline, una fuga di notizie sulla sceneggiatura. Ha commentato Tarantino: “Sono molto depresso. Avevo completato la prima stesura del copione e avrei girato il film l’anno prossimo. Ho dato il copione a sei persone e, se non posso fidarmi di loro, allora non voglio fare il film. I tre attori che hanno letto la sceneggiatura sono stati: Michael Madsen, Bruce Dern e Tim Roth. Su Tim Roth posso mettere la mano sul fuoco. Uno degli altri l’ha fatta leggere al suo agente e adesso quell’agente lo ha passato a tutta Hollywood. Non so come lavorano questi maledetti agenti ma so che adesso come adesso non ho più voglia di fare questo film. Pubblicherò la sceneggiatura e mi dedicherò a un nuovo progetto”. Non è detto però che il western non venga rinviato e rivisitato nei prossimi 5 anni. Ma nessun timore di veder sparire Quentin così a lungo: “Ho almeno dieci progetti da portare sul grande schermo, mi dedicherò a uno di loro”.

Solo in Italia! Tolta la scorta al Capitano Ultimo

capitano-ultimo-tuttacronacaIl 15 gennaio 1993 il colonnello Sergio De Caprio, l’ufficiale dei carabinieri noto come Capitano Ultimo, arrestava, assieme ai suoi uomini, il boss della mafia Totò Riina. Ora, stando a quanto pubblicato da Panorama nel numero che uscirà questa settimana, all’eroe antimafia è stata tolta la scorta su decisione del Comitato per la sicurezza presieduto dal prefetto di Roma. Dal 24 gennaio quindi “il Capitano Ultimo si muoverà a bordo di un motorino per evitare di diventare un facile bersaglio”. E questo nonostante Riina, dal carcere, minacci, ordini e decida esecuzioni di servitori dello Stato. L’uomo condannato a morte da Cosa Nostra per avere messo le manette al Capo dei Capi, dopo 24 anni di latitanza, quindi, da venerdì prossimo dovrà rinunciare alla protezione. La notizia esce proprio a pochi giorni dalla pubblicazione delle conversazioni di Riina con un boss della Sacra Corona Unita. In quelle stesse intercettazioni, le parole pronunciate da Riina dimostrano come il boss sia ancora saldamente al vertice di Cosa Nostra. Non è la prima volta che il Capitano Ultimo, del quale non si conosce neanche il volto, resta senza protezione. Già nel 2009 la tutela armata gli fu sospesa per un errore, e lui, per evitare di diventare un facile bersaglio decise di muoversi in motorino nel traffico della Capitale, poi, dopo qualche giorno la scorta gli fu ripristinata. Ora questa nuova decisione non mancherà di creare polemiche. Arriva inoltre a pochi giorni dalla pubblicazione della notizia secondo cui l’erede di Carlo Alberto Dalla Chiesa non potrà essere promosso a causa di un cavillo nel regolamento dell’Arma che ne ha bloccato il passaggio di grado a generale.

Paura per Schumi: rischia lo stato vegetativo permanente

Michael-Schumacher_tuttacronacaLa moglie di Michael Schumacher, su un blog, ha scritto parlando del pilota sette volte iridato: “E’ un combattente, non ci arrendiamo”, ringraziando quindi tutti i fan del campione che lo sostengono dal giorno della tragica caduta sugli sci: “Voi ci date la forza di andare avanti”. Le voci di un possibile miglioramento, circolato qualche giorno fa, sono quindi state smentite così come la possibilità di farlo uscire dal coma farmacologico. E dopo quattro settimane in questo stato, ora Schumi rischia di rimanere in uno stato vegetativo permanente. Jean- Marc Orgogozo , professore di neurologia presso l’Università di Bordeaux , ha detto che ogni giorno di coma incide sulle possibilità di una ripresa. I medici dell’ospedale svizzero non parlano e per loro le condizioni di Schumi restano stabili.

Il video della ragazza rapita dal mare mentre giocava in spiaggia

onda-santander-tuttacronacaEra il 6 gennaio quando una ragazza giocava al mare, sulla spiaggia del Sardinero a Santander. La marea si stava alzando e la giovane, invece di seguire le amiche che si stavano allontanando, ha iniziato a scherzare saltando all’arrivo delle prime onde. Ma questa voglia di danzare le è costato caro: la forza dell’acqua la fa cadere e lo stesso mare la richiama a sè, trasportandola via senza che i presenti potessero fare nulla. Anche se il video termina mentre la ragazza viene trasportata sempre più lontano, stando a quanto riporta El Correo, la ragazza è riuscita ad uscire dall’acqua e a salvarsi.

Clooney, Calatrava e un film che li unisce

george-clooney-calatrava-tuttacronacaIn Italia quello di Santiago Calatrava è un nome noto. Non solo perchè alcune opere dell’architetto sono presenti nel nostro Paese ma anche per il fatto che, le stesse, fanno molto discutere per i problemi che creano. Come la stazione Mediopiana o il ponte a Venezia. Ma lo spagnolo ha lasciato traccia del suo passaggio anche in Spagna. Ad esempio a Valencia si trova il complesso futuristico Ciudad de las Artes y las Ciencias. E se una volta di più un’opera dell’architetto mostra diversi problemi, resta il fatto che sembra di trovarsi in un film di fantascienza. E anche il mondo del cinema deve averlo pensato, visto che proprio questo luogo è stato scelto dalla Disney per ambientarvi alcune scene del film Tomorrowland. E qui ha fatto la sua apparizione George Clooney, star della nuova pellicola assieme a Hugh “Dr. House” Laurie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I ladri fanno visita… al gazebo dei Forconi!

forconi-9-dicembre-tuttacronacaCirca un mese fa, il Comitato 9 dicembre aveva allestito un gazebo di fronte al supermercato Carrefour, nella zona sud di Thiene, in provincia di Vicenza. E proprio qui, la scorsa notte, si sono introdotti dei ladri. Il colpo è stato facile: è stato sufficente sollevare un lembo del tendone per intrufolarsi e sottrarre una decina di chili di caffè macinato e quattro chili di pasta, un coltello e alcuni altri attrezzi che i manifestanti avevano lasciato lì, in quel presidio che è ormai diventato il simbolo visivo della protesta.Rosè Gaspari, uno dei leader del Comitato, commenta: “Un disperato che ruba ai disperati. Dispiace non tanto per il valore di quel che è stato rubato, si tratterà al massimo di un centinaio di euro. Ma è il valore simbolico che colpisce. Quel caffè, quella pasta, ci era stata regalata da quanti avevano deciso di dare così una mano a sostenere la nostra protesta”.

Non resiste alla tentazione di condividere la sua foto segnaletica: arrestato!

foto-segnaletica-tuttacronaca“L’orgoglio” di vedere la sua faccia tra le foto segnaletiche è stato fatale ad Anthony James Lescowitch Jr, che era riuscito a sfuggire alle forze dell’ordine ma non ha resistito alla tentazione di condividere l’immagine su Facebook, aggiungendovi una frase di scherno nei confronti degli agenti che non riuscivano a prenderlo dallo scorso luglio. Autogol per lui: 45 minuti più tardi, infatti, il malvivente è finito in manette. L’uomo dopo il post è stato contattato da una donna molto bella che gli chiedeva informazioni e gli chiedeva di incontrarlo. In realtà era un falso profilo della polizia ed James è caduto nel tranello finendo in carcere.

“Ti prometto che non morirò”: ma il 16enne non mantiene la promessa

16enne-morto-rave-tuttacronacaEra venerdì sera quando il 16enne Daniel Spargo-Mabbs salutava la mamma dicendole “Ti amo troppo mamma, ti prometto che non morirò”. Una promessa fatta per tranquillizzare la donna, ma non mantenuta. Il giovane ha infatti preso parte a un rave a Londra, dove ha preso dell’exstasy e ha avuto un collasso. Daniel è morto lunedì. La polizia ha fermato due ragazzi di 18 e 19 anni colpevoli di aver venduto la droga “tagliata male” alla vittima. La madre, disperata, spiega: “Daniel non aveva mai assunto droghe prima. Non è il genere di cosa che ha fatto. Conosceva i rischi”. E prosegue: “‘Ti amo troppo mamma, ti prometto che non morirò’. Questo è esattamente quello che ha detto quando è uscito venerdì. Non ha mantenuto quella promessa. Ma lui non sapeva che sarebbe finita così altrimenti non l’avrebbe fatto”.

Il paziente è in gravissime condizioni: l’ambulanza sale in aereo

ambulanza-aereo-tuttacronacaSi trovava in imminente pericolo di vita un uomo che è stato fatto salire nella “pancia” di un aereo, un C-130J dell’Aeronautica militare a bordo di un’ambulanza. L’uomo, spiega il Gazzettino, era stato colpito da una gravissima patologia, anche con esiti polmonari, e sabato sera è stato trasferito d’urgenza dall’aeroporto romano di Ciampino a Venezia con un velivolo speciale per consentirne l’immediato ricovero presso il centro padovano diretto dal professor Gino Gerosa.  Il paziente è stato imbarcato sul velivolo direttamente a bordo di un’ambulanza equipaggiata con apparecchiature per l’assistenza medica e il monitoraggio dei parametri vitali, poiché le sue condizioni cliniche, giudicate molto gravi, non avrebbero consentito alcuna interruzione dei trattamenti sanitari.

Errani e Vinci ce la fanno ancora! In finale nel doppio

errani-vinci-tuttacronacaImpresa di Sara Errani e Roberta Vinci che per la terza volta consecutiva conquistano la finale del doppio agli Australian Open dopo aver battuto, in semifinale, la ceca Kveta Peschke e la slovena Katarina Srebotnik, teste di serie numero 6, con il punteggio di 6-1, 6-4. Ora la coppia numero uno del mondo, che difende il titolo conquistato lo scorso anno, si troverà a giocare contro le russe Ekaterina Makarova e Elena Vesnina, teste di serie numero tre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lavori in corso sulla statua del Cristo Redentore

cristo-redentore-tuttacronacaLa statua del Cristo Redentore, simbolo di Rio de Janeiro e del Brasile, è stata danneggiata da due violente tempeste, la seconda delle quali, il 14 gennaio, ne ha scheggiato il pollice destro mentre in precedenza era stato danneggiato il dito medio. Ora gli operai sono già a lavoro a 710 metri d’altezza, sulla sommità del Corcovado, per restaurare la mano della statua. Secondo i funzionari, ci vorranno almeno quattro mesi per riparare i danni e il progetto prevede l’installazione di più parafulmini per preservare la statua nel futuro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo scambio tra Juve e Inter: Guarin non si presenta agli allenamenti

fredy_guarin_tuttacronacaTrattative che sembrano ormai concluse e poi saltano, proteste dei tifosi e sconcerto della Juve. Tutto nel giro di 48 ore. Riassumendo: si stava trattando per lo scambio Guarin-Vucinic e mancavano ormai solo i dettagli quando i tifosi nerazzurri hanno fatto sentire la loro voce di protesta. In seguito è arrivato da Thohir il “no” definitivo che ha fatto saltare la trattativa. Il capitolo odierno parla di Beppe Marotta che si è recato nella sede della Juve dove è in corso un vertice per preparare la risposta al caso Guarin-Vucinic: presenti anche il presidente Andrea Agnelli e Pavel Nedved. Ma se in casa bianconera Vucinic si presenterà regolarmente a Vinovo per prendere parte agli allenamenti, Fredy Guarin non si è presentato alla Pinetina per la doppia seduta odierna. Quali i prossimi sviluppi?

Rob Ford ci ricasca: il sindaco ubriaco in una steak house

rob-ford-tuttacronacaRob Ford, il sindaco della città canadese di Toronto, continua a dare spettacolo e finisce catturato in un video. Il primo cittadino, che nei mesi scorsi ha ammesso di aver fumato crack e di essere stato “molto molto ubriaco”, ha minacciato di morte una persona e haballato in consiglio comunale sulla note di ‘One love’ di Bob Marley, ora appare in un video che lo mostra mentre improvvisa un comizio in una steak house evidentemente ubriaco. Si esprime con un linguaggio volgare e lancia insulti al capo della polizia della sua città.

L’incredibile storia: diventano amiche, si scoprono sorelle!

amiche-sorelle-tuttacronacaHa dell’incredibile la storia di due studentesse della Tulane University di New Orleans, conosciutesi e diventate subito amiche anche grazie alle loro caratteristiche in comune. Entrame con un sorriso solare e capelli castani e ricci. Stessi gusti nel vestirsi e una passione per il teatro. Due amiche del cuore che si sono scoperte… sorelle! Emily Nappi, 18 anni, e Mikayla Stern-Ellis, 19 anni, sono figlie dello stesso padre, donatore colombiano. E’ stata la maggiore a raccontare la scoperta di avere lo stesso sangue: “Un filo invisibile collega chi è destinato a incontrarsi, al di là del tempo, dello spazio e delle circostanze”, ha scritto su Facebook. La ragazza, tornata a casa per la pausa invernale, ha mostrato alla madre Heidi la foto della nuova amica e la donna, notata la somiglianza, le consiglia di chiedere a Emily il codice del padre biologico. Hanno così scoperto che si trattava dello stesso uomo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: