Il risultato non si sblocca… Inter – Parma 0-0

Inter - Parma - tuttacronaca

Numerosissime assenze per Stramaccioni, che deve avanzare Pereira a centrocampo e Alvarez in attacco al fianco di Rocchi. Sei primavera in panchina. Donadoni non rinuncia al tridente, con Sansone che affianca Belfodil e Amauri. L’ex Biabiany si accomoda in panchina.

Inizia così Inter Parma con la squadra ospite che si rende pericolosa al 13′ e invece l’Inter che risponde tre minuti più tardi quando sugli sviluppi di una punizione di Pereira, Schelotto si trova la palla sui piedi, spara diretto ma la palla va addosso a Mirante. Altra grande occasione è al 29’con la traversa del Parma. Benalouane conquista un angolo e sugli sviluppi la palla va al ”Pajarito” che centra il legno con una formidabile conclusione.  Al 38′ è pericolosa l’Inter. Alvarez per Kuzmanovic, cross da destra, velo di Rocchi e Schelotto conclude a botta sicura. Un monumentale Benalouane chiude in corner. L’Intre finisce il primo tempo all’attacco dopo che la gara per la prima metà del primo tempo aveva visto solo il Parma in campo, con qualche rara incursione dei neroazzurri nell’area avversaria.

Il risultato non si sblocca nei primi 45′ minuti e le due squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Beppe Grillo conferenza stampa!

monte-paschi-siena-beppe-grillo-tuttacronaca

Un discorso quello di Grillo alla stampa che parte dall’elezione di ieri del Presidente della Repubblica e spazia su tanti temi della politica e dell’economia. I punti fondamentali sono stati sulla riunione notturna tra Berlusconi, Monti, Bersani e Presidente della Repubblica, Napolitano che hanno poi portato alla rielezione del Presidente uscente, quando lo stesso Napolitano tempo fa aveva detto che non avrebbe mai accettato un altro settennato.  Ora faranno un governo sull’agenda Monti rivisitata con le opinioni dei 7 saggi. “L’applauso a Napolitano è stato liberatorio, dopo la paura di perdere i privilegi!”

Grillo torna anche sul problema del debito verso le imprese dicendo che nella liquidazione dei 40 miliardi non vi era riferimento alla piccola e media impresa e grazie a Crimi e alla Lombardi è stata inserita all’interno della legge le parole piccole e media impresa. Quindi quei soldi sarebbero sì arrivi nelle casse delle banche ma con nessun obbligo che poi arrivassero nelle casse delle imprese.

Poi fa convergere il discorso su Bersani e sulla sinistra:

“Noi siamo stati solo oggetto di scouting non ci voleva Bersani rendere partecipe di quello che si poteva fare insieme. Avevamo chiesto prima di levarsi il finanziamento pubblico ai partiti, poi avevamo chiesto di votare Rodotà. Invece non c’è stato un dialogo. E se ci fossero state le  le commissioni le leggi l’avevamo già fatte, perchè in questi mesi noi abbiamo continuatoa  lavorare per non perdere tempo”.

Sull’economia ricorda lo scandalo Mps e l’Imu pagata per coprire la falla lasciata dall’Istituto di credito, lo scudo fiscale che ha permesso di coprire i soldi delle tangenti e della corruzione dei partiti, oltre che quelli dell’attività delle cosche mafiose. Ma non risparmia neppure gli economisti che si occupano solo di Alta Finanza e dello spread senza dare soluzioni per l’industria o per l’economia pratica del paese “ci dovrebbero dire cosa produrre e non produrre non occuparsi dello Spread!”

Bindi frena Enrico Letta… non è il momento per farlo premier!

bindi-intervista-skytg24-tuttacronaca

La Bindi frena la candidatura di Enrico Letta come premier che afferma in un intervista a SkyTg24:

“Ieri è stato un giorno bello grazie alla disponibilità di Giorgio Napolitano, però indubbiammente il nostro gruppo prlamentare ha dato una brutta prova di sé.  Noi non abbiamo scelto la linea delle larghe intese e credo che sia una strada da non perseguire neanche adesso. Non possiamo allontanarci da un governo del presidente o da un governo di scopo nel quale i partiti sono un metro indietro, non un metro avanti. Se noi dovessimo mettere il vicesegretario del partito come uomo di governo (Letta, ndr), verremo meno alla linea politica del nostro partito. Ho grande stima di lui – ha detto – e credo che sarebbe molto capace, ma non è certo questo il momento”.

Poi punta il dito contro Bersani:

“Rinnovare la classe dirigente non siginifica fare operazioni di immagine, ma formare le persone”.

Ma poi parla anche della possibile scissione:

“Ora si va a congresso e si apre una fase molto importante: dobbiamo ritornare ad essere affidabili. Saremo chiamati a sostenere un governo. Nessuna delle componenti del partito può essere esclusa. Possiamo evitare una scissione se gestiamo bene questa fase. Bersani ha pensato di vincere rottamando e questo è stato un grande errore. Oggi abbiamo i franchi tiratori e dobbiamo richiedere un ulteriore sforzo a un 87enne”.

In un tweet la scissione di Barca… si va verso 2 sinistre?

matteo renzi-pd-tuttacronaca

Nuovo asse Matteo Renzi e Giovani Turchi? E’ solo fantapolitica o è possibile una fusione tra queste due correnti del Pd? La scissione sembra ormai inevitabile e con un congresso alle porte, dopo che tutta la direzione del partito si è dimessa semra probabile un accordo che porti alla candidatura di Matteo Renzi come leader con il supporto del gruppo di Orfini. Proprio il leader dei Giovani Turchi  ha dichiarato:

 «Non è affatto scontato che ci sia il nostro “sì” al governo e non è affatto detto che un esecutivo si possa mettere in piedi solo con il Pdl. Vogliamo discutere pure di questo».

Insomma, tutto viene rimesso in gioco in questo Pd che corre verso Renzi, mentre l’ira della vecchia guardia si scaglia contro Fabrizio Barca con Stefano Fassina che attacca proprio contro il ministro per la coesione del territorio e il suo appoggio a Rodotà «Una roba inaccettabile ». Altro punto focale è la considerazione dei Giovani Turchi nel confronto con il Sel: «Sono come Bertinotti». Ora il loro interlocutore politico si chiama Renzi.

In un tweet forse è nato un nuovo partito. Fabrizio Barca e il suo  “Incomprensibile che il Pd non appoggi Stefano Rodotà o non proponga Emma Bonino” ha creato il caso e poi la scissione dopo l’assemblea Pd in cui si era deciso di votare per Napolitano bis. In quel momento giunge però anche una altra comunicazione congiunta sul Facebook di Maurizio Landini (segretario della Fiom) e Sergio Cofferati (ex segretario della Cgil)

 “Quello che sta accadendo segna il declino della politica. Bisogna cercare di invertire questa tendenza. Quella di Stefano Rodotà è una candidatura di alto profilo, in grado di rappresentare adeguatamente il Paese anche a livello europeo e internazionale. Il lavoro e i diritti che gli danno dignità, il valore della cittadinanza e i fondamenti della Costituzione sono da sempre parte rilevante della sua cultura. È ora di scegliere un Presidente in ragione del suo profilo e non come derivato da accordi politici o di schieramento”.

 Ora si pensa che possano nascere due una moderata che ruoti intorno a Renzi e una più “radicale” che ruoti intorno a Barca inglobando anche il Sel di Nichi Vendola. La sinistra nasce già divisa che garanzie più dare?

Piovono insulti su Franceschini a Ristorante

FRANCESCHINI-tuttacronaca

Ieri sera Dario Franceschini, dirigente del Pd è stato insultato mentre entrava in un ristorante della capitale per cenare dopo la votazione del Presidente della Repubblica. Un gruppo di cittadini hanno iniziato a gridare “Buffone”, “Venduto”. Dario Franceschini, ha chiesto più volte di non disturbare i clienti del locale richiamando i dissidenti alla calma:   “Dai su, c’è gente che sta mangiando”. Immediata la risposta dei dissidenti “Che te vada de traverso, che te vada de traverso”.

Scelte di vita: Stefano De Martino lascia Amici, vuole stare vicino a Santiago

belen-rodriguez-stefano- de-martino-tuttacronaca-lascia-amici

Stefano De Martino è stato stregato da Santiago. Il 9 aprile è diventato papà e sembra proprio che l’unica cosa che ora sia fondamentale per lui sia suo figlio e la sua compagna Belen. Così ha deciso di chiudere, almeno per il momento, con la trasmissione che lo ha portato alla ribalta. La notizia arriva dal blog di Gabriele Parpiglia ed è lo stesso giornalista a confermare che Stefano attraverso uno scambio di sms, non ha proprio nessun dubbio sulla sua decisione e avrebbe anche affermato  “In questo momento non riesco a staccarmi da Santiago”.

Omicidio-suicidio. Una donna uccide la figlia di un anno e mezzo e si toglie la vita

suicidio-omicidio-tuttacronaca-bergamo-alessia-olimpo

Morire a un anno e mezzo uccisa dalla propria mamma. Questo è quello che è accaduto in un appartamento di Bergamo. Alessia Olimpo, 36 anni, dentista, ha ucciso la figlia accoltellandola ripetutamente e poi si è levata la vita, tagliandosi la gola. Le ha ritrovate il marito della donna, Alberto Calderoli, dentista anche lui, rientrato in tutta fretta da un congresso medico al quale stava partecipando, dopo che il padre gli aveva riferito di non riuscire a mettersi in contatto con la donna. Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di un suicidio-omicidio. Per non alterare però la scena del delitto e non escludere nessuna altra ipotesi la polizia ha deciso di entrare nell’appartamento dalla finestra servendosi dell’auto scala dei vigili del fuoco.

Ancora un terremoto in Giappone!

terremoto-giappone-tuttacronaca

L’Istituto di Geofisica americano ha reso noto che un terremoto di magnitudo 6.1 è stato registrato nelle isole giapponesi del Pacifico, con un epicentro a circa 640 km a sud di Tokyo e circa 360 chilometri a sud-ovest di Hachijo-jima. L’ipocentro è stato rilevato ad una profondita’ di 424 km. Secondo le autorità giapponesi, che non hanno divulgato l’allerta tsunami, la magnitudo sarebbe stata di 6.7 gradi.

Ancora scosse a Città di Castello

città di castello-terremoto-tuttacronaca

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha rilevato una scossa di magnitudo 2.4 a 8,6 km di profondità avvenuta alle 4:43 della notte a Città di Castello (Perugia). Si tratta dell’ennesima registrazione dopo che ieri mattina sono stati registrati 28 episodi sismici. Non sono comunque pervenute nè segnalazioni nè richieste d’intervento alla sala operativa del comando provinciale di Perugia dei Vigili del Fuoco.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: