Roma e Barcellona: qual’è la città del cuore?

RomeVSBarcelona_tuttacronaca1Certo, da italiani parteggiamo per Roma, ma tra la Città Eterna e Barcellona, quale delle due metropoli uscirebbe vincente da un confronto che riguardi elementi come sole, monumenti, cultura, tradizioni? Le due città si trovano praticamente alla pari, almeno stando a quanto emerge da un’infografica realizzata per il web dal sito di turismo House Trip. A questo punto a voi la parola: quale delle due preferite?  RomeVSBarcelona_tuttacronaca

Annunci

Grease… come non l’avevate mai visto!

o-SWEDISH-MARINES-GREASED-tuttacronacaIn passato si erano visti soldati americani in Afghanistan dare il meglio di loro stessi con le performance di Call Me Maybe e Telephone. Ora arriva la “risposta”dei soldati svedesi che presentano la loro versione di Grease’. In un video registrato nel 2013 in Afghanistan e pubblicato su YouTube il 24 gennaio di quest’anno, appaiono infatti venti soldati divertirsi ballando una scena del famoso film. In due giorni, più di mezzo milione di visualizzazioni.

Le verità di Brunetta sull’accordo Renzi-Berlusconi

brunetta-annunziata-tuttacronacaRenato Brunetta, ospite alla trasmissione In Mezz’ora, parlando dei lavori della Commissione Affari Costituzionali della Camera, dove domani, entro le 12, arriveranno gli emendamenti al testo base sulla riforma del voto, ha spiegato che se domani il testo base sulla legge elettorale dovesse essere cambiato in prima commissione alla Camera, allora salterà tutto l’accordo. “Credo che si arriverà a una soluzione”. E se così non dovesse essere – ha aggiunto il capogruppo di Forza Italia alla Camera – “allora si cadrà già domani sera”. E ancora, riguardo la possibilità del voto anticipato, “Se si carica la pistola, la pistola spara”. Se l’Italicum si farà, insomma, il voto anticipato è per Forza Italia il naturale proseguimento dei fatti. Il capogruppo di FI alla Camera ha spiegato poi che, secondo lui, c’era già un accordo Berlusconi-Renzi sullo spagnolo puro, due giorni prima dell’accordo ufficiale. “Poi entrambi hanno pensato che era eccessivo rispetto al quadro politico di oggi, ed è venuto fuori questo compromesso. È già un compromesso, non si cambia più”. Secondo Brunetta, “Berlusconi è risorto proprio quando lo davano per morto. Qualcun altro ha avuto questa stessa sorte, il parallelo non è poi così male”. Per Brunetta, il Cavaliere “ha una caratteristica, dà il meglio di sé quando è in difficoltà, quando stravince rischia di fare errori. Lo ha dimostrato anche negli ultimi 15-20 giorni, è al centro del dibattito e dell’arena politica. E da 15-20 giorni il presidente Napolitano tace”. Alla domanda su chi abbia fatto risorgere Berlusconi, il capogruppo risponde così: “Il voto di dieci milioni di italiani”. E poi ha proposto un parallelo tra i due ex premier: “Berlusconi è un leader vero, mentre Monti ha dimostrato un professore bravino prestato alla politica”. Per quel che riguarda ancora l’incontro Renzi-Berlusconi al Nazareno: “Che effetto ci ha fatto la foto di Berlusconi nella sede del Pd? Una grande soddisfazione la prova che nel Pd c’era qualcuno che si comportava da leader democratico e non il paonazzo Epifani, segretario pro tempore, che dopo la sentenza Cassazione ha parlato della decadenza di Berlusconi”. Secondo Brunetta, “in comune Berlusconi e Renzi hanno grande senso politico, senso della politica, ma hanno formazione cultura e sensibilità completamente diverse: hanno in comune il cinismo, la politique d’abord, cioè conta solo al politica. Craxi avrebbe fatto la stessa cosa di Renzi che ha invitato Berlusconi nella sede del suo partito: riconoscere chi ha i voti e la leadership”.

Come i Giochi Olimpici modificano il territorio: architettura a Sochi

sotchi-tuttacronacaIl 6 febbraio prenderanno il via i Giochi Olimpici Invernali di Sochi, in Russia, e grazie alle immagini satellitari siamo in grado di osservare come, dal momento dell’assegnazione dei Giochi Olimpici, nel 2007, a oggi l’area abbia subito importanti cambiamenti che ne hanno pressoché sconvolto le sembianze. E’ stato Google, in collaborazione con Digital Globe, a diffondere la gif animata che ci mostra tale evoluzione che ha visto via via scomparire i campi che hanno lasciato il posto agli impianti sportivi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il grande gelo a New York: si ghiaccia l’East River

east-river-ice-tuttacronacaIn Italia ci stiamo preparando all’ondata di gelo invernale, che porterà la neve anche sulle nostre pianure, in arrivo nei prossimi giorni, ma negli Stati Uniti già da diversi giorni hanno a che fare con il grande freddo. E le temperature si sono abbassate tanto che l’East River si è praticamente congelato. Lo stretto marittimo non è proprio una lastra di ghiaccio ma lo scenario in cui ci si imbatte affacciando dal Pier 1 del Brooklyn Bridge Park, per ammirare i grattacieli di Lower Manhattan, è vagamente inquietante e ricorda una delle scene di “The Day After Tomorrow”, il film apocalittico del 2004 diretto da Roland Emmerich in cui i cittadini di Manhattan hanno a che fare con temperature polari. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Aereo, quanto mi costi! I prezzi aumentati del 13,8% in un anno

prezzo-volo-tuttacronacaE’ l’Istat a rivelare che, nell’ultimo anno, i biglietti aerei sono diventati notevolmente più salati, con un aumento del costo di viaggio del 13.8% su base annua contro il +4.2% del 2012. Ad aumentare sono stati soprattutto i voli europei, +22,3%. L’Istituto spiega che il rialzo è dovuto principalmente agli incrementi nei prezzi dei voli low cost. Per di più, la dinamica dei prezzi dei voli risulta in controtendenza perfino all’interno del suo stesso settore, visto che i trasporti nella media del 2013 sono saliti di appena l’1,1%, dopo l’accelerazione registrata nel 2012. Ma se benzina e diesel sono diventati molto più economici nel corso dell’anno, non possono dipendere da loro gli aumenti segnalati. Il trasporto aereo nel suo complesso ha quindi visto nel 2013 crescere le tratte internazionali (+14,9%), riscaldate più che dalle rotte intercontinentali (+3,3%), da quelle del Vecchio Continente, schizzate di oltre il 20% (dal 2,5% del 2012), su cui i low cost, precisa l’Istat, pesano per circa il 50%. Al contrario i voli nazionali nella media del 2013 hanno registrato un dimezzamento, anche se i rincari sono proseguiti (a +8,6% da +17,4%). Ripercorrendo l’andamento dei prezzi dei voli durante l’anno risulta come l’impennata si sia verificata con il sopraggiungere dell’estate per poi smorzarsi alla fine del 2013. Ma se volare ora risulta notevolmente più caro, sono diminuti i costi dei biglietti per i traghetti, che dopo i rialzi record del 2011 hanno visto i prezzi addirittura calare (-2,8%). Anche i treni si sono limitati a un aumento quasi in linea con il tasso d’inflazione generale (+1,3%). Un pò più alti si sono tenuti i taxi (+3,4%) e gli autobus (+3,0%). Tuttavia nell’ultimo scorcio dell’anno il caro-voli si è attenuato, dopo avere toccato i picchi in estate, a causa sia delle vacanze sia del rapporto con un periodo del 2012 di ribassi, almeno per i voli europei.

La tripletta di Aquilani non basta per vincere! Pareggio a Firenze

fiorentina-genoa-tuttacronacaLa 21a giornata di campionato si chiude al Franchi di Firenze dove i viola non perdono da inizio Dicembre, hanno trovato in Matri un ottimo sostituto per Rossi e vogliono fermamente il terzo posto del Napoli. A Firenze arriva il Genoa che ha trovato 3 punti fondamentali nell’acquitrino di Marassi contro l’Inter nell’ultimo turno e si è portato a quota 26 punti. Mancano 14 lunghezze a quota 40, dopodichè la squadra di Gasperini potrà pensare ad altro. Il vantaggio del Genoa arriva al 26′ grazie a un calcio di rigore battuto da Gilardino in precedenza atterrato (anche se il contatto sembra dubbio) da Neto. 0-1! Al 31′ però la Fiorentina trova il pareggio, ancora una volta grazie a un rigore. Cross di Pasqual per Ambrosini che viene abbracciato da De Maio che lo atterra. Dal dischetto Aquilani non sbaglia ed è 1-1! Appena tre minuti e al 34′ il Genoa torna ad agguantare il vantaggio: rimpallo su Matuzalem che serve Antonini, probabilmente in fuorigioco. L’ex Milan fredda Neto con un destro rasoterra. 1-2! Al 42′ ancora parità: palla di Aquilani per Ambrosini che in mischia non controlla ma riesce a servire nuovamente Aquilani che calcia di destro battendo Perin: 2-2! Il primo tempo termina in parità e, vista la grinta di entrambe le squadre, ci si aspetta grandi cose nella ripresa. Nel secondo tempo, dopo che Konatè per il Genoa colpisce un palo, i viola non si lasciano sfuggire l’occasione del vantaggio con Aquilani che, al 12′, sigla la sua personale tripletta: Joaquin approfitta di uno svarione difensivo del Genoa e serve Aquilani che di destro insacca alle spalle di Perin: 3-2! Il Genoa però non permette la fuga e al 32′ torna a pareggiare: angolo di Fetfatzidis, Antonini sfiora di testa e palla che arriva sui piedi di De Maio che da due passi batte Neto di destro. 3-3! Il match termina su questo risultato: un’incredibile partita che termina in un pareggio meritato da un Genoa che non ha mai mollato. I viola salgono a 41 restando a 3 punti dai partenopei. Gli uomini di Gasperini, invece, salgono a 27 non riuscendo a scavalcare il Milan, vincente nel pomeriggio.

Flavia Vento e la sgrammaticata proposta di matrimonio a Leo Di Caprio

flavia-vento-tuttacronacaFlavia Vento si scopre romantica su Twitter? La showgirl ha deciso di palesare il suo desiderio per il 2014: sposare Leonardo Di Caprio. E così ecco che sul suo account arriva la proposta di matrimonio al divo di Hollywood, che in questi giorni possiamo ammirare sul grande schermo in The wolf of Wall Street. Assieme a una sua foto, la soubrette ha infatti postato la frase: “Do you want married me?” (sic!)

Panico in Grecia: nuova, potente scossa di terremoto

terremoto-grecia-tuttacronacaDopo la fortissima scossa di magnitudo 6.3 registrata alle 14.55 sulla costa orientale greca, nel mar Ionio, alle 19.45 è stato rilevato un nuovo forte movimento tellurico di 5.5. Gli epicentri sono stati localizzati nel Mar Jonio, al largo delle coste greche. Anche in Italia si sono percepiti i movimenti della terra: entrambe le scosse sono state avvertite in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Le onde  sismiche registrate nell’isola di Cefalonia (Grecia) sono avvenute in una zona nota per la sua sismicità. L’epicentro è stato localizzato nell’isola di Cefalonia, in una zona molto particolare. “È una zona molto vicina alla placca dell’Egeo, che è una microplacca che si insinua fra la placca Africana e quella Eurasiatica”, spiega il direttore del Centro Nazionale Terremoti dell’Ingv, Alberto Michelini. La microplacca Egea si trova nel punto in cui le due grandi placche continentali si muovono orizzontalmente l’una rispetto all’altra. Questo stesso tipo di movimento, rileva Michelini, caratterizza la faglia all’origine del terremoto di oggi.Un’altra scossa era stata registrata alle ore 15:08 locali. In questo caso l’evento ha avuto magnitudo 5 e si è verificato a una profondità di 12,8 km.

Le strade più folli del mondo!

Route-66-vie-strade-tuttacronaca

Quali sono le strade più folli del mondo? E quali sono le loro storie? Vicoli, vie, viali che non ti aspetteresti mai di trovare e che invece basterebbe girare l’angolo per scoprire un nuovo universo. Ecco dove puntare se avete voglia di andare all’estero e vivere un’esperienza diversa dai soliti percorsi turistici.

Tra le pazze strade in giro per il mondo non può certo mancare la Strada Blu a Chefchaouen in Marocco. All’interno della medina infatti molte strade sono colorate di un blu intenso. I primi a colorare di blu le strade furono i profughi ebrei nel 1930, oggi i colori accesi della medina di Chefchaouen, località tra le montagne, sono la vera attrazione del luogo. E’ rilassante e surreale percorrere queste strade. 

C’è poi la strada con i nomi sbagliati, a Knockoff Street a Wuxi, in Cina, non dovete stupirvi di leggere SFFCCCKS coffee o H&N o Zare o ancora Appla Store. Passando su questa strada  si può pensare davvero che sia arrivato il momento di inforcare gli occhiali o di cambiarli, invece si tratta solo di uno scherzo. All’inizio si voleva far concorrenza ai grandi marchi ma poi l’idea è fallita ed è rimasto il divertimento di una strada che sembra un “universo parallelo”.

Chi non conosce Vila de Gracia a Barcelona? Oltre il pullulare di attività del quartiere più cool di Barcellona, c’è anche la lotta per conquistare la strada per decorarla. Le decorazioni sono sempre molto colorare e si accordano perfettamente con la festa Major che si celebra in strada nel mese di Agosto, seconda solo a quella de La Mercé.

Da installazione a tradizione, così si è trasformata la Strada principale di Agueda in Portogallo che ogni anno ripropone una colorata parata di ombrelli che inizialmente era stata pensata come opera temporanea. L’idea però è piaciuta anche perché nei mesi caldi gli obrelli contribuiscono a tenere la strada in ombra e al fresco, dando refrigerio agli abitanti.

Si chiamava Cracked Stones Street e si trovava a Enschede nei Paesi Bassi. La strada era nota per la sua  vocazione commerciale, oltre che essere una delle principali arterie del quartiere suburbano denominato Roombeek. Il piccolo corso d’acqua, che dava il nome alla strada e che in passato scorreva sotterraneo, era stato restaurato e portato in superficie. Il suo design asimmetrico, che si allargava e si restringeva lungo la strada, accentuava le sue diverse caratteristiche territoriali. Peccato che la strada è stata parzialmente distrutta da un esplosione di fuochi d’artificio avvenuta il 13 maggio 2000.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il governo perde i pezzi, si dimette la De Girolamo!

de-girolamo-dimissioni-tuttacronaca

“Voglio salvaguardare la mia dignità”, così il ministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo ha annunciato le sue dimissioni. Questa la nota con cui il ministro ha reso pubblica la sua volontà di dimettersi su Twitter.

“Mi dimetto da Ministro. L’ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità”.

L’annuncio è arrivato 24h dopo la notizia che la Guardia di Finanza e la magistratura hanno aperto un’indagine sulla gestione dei fondi Comunitari  da parte di Agea e del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Come scrive La Repubblica:

La Finanza di Roma che, ancora qualche giorno fa, per acquisire documenti, fatture, mandati di pagamento, verbali di gare d’appalto ha bussato alle porte del ministero dell’Agricoltura e dell’Agea, la società controllata al 51 per cento, che ha il compito di erogare proprio i fondi. L’genzia, cioè, dove la De Girolamo ha posizionato alcuni suoi collaboratori. Il sospetto è che per anni, e fino a oggi, un’associazione a delinquere abbia lavorato di nascosto per ingannare l’Unione europea e frodare milioni di euro. Il tema sono i Pac, i contributi destinati a sostenere chi in Italia coltiva la terra e alleva bestiame.

Sul suo sito il ministro aveva già scritto proprio ieri una nota: “L’indagine è in corso da tempo e riguarda vicende che precedono il mio insediamento al Palazzo dell’agricoltura, avvenuto nel mese di aprile 2013”.

Nervi tesi per Nainggolan, tweet polemico contro i milanisti!

radja_nainggolan_attacca_tifosi_milan_twitter_foto-tuttacronaca

Nervi tesi per il neo acquisto della Roma  Radja Nainggolan che al termine della partita  tra Cagliari-Milan h inviato il tweet polemico dopo esser rientrato a Cagliari e aver incrociato i tifosi del Milan,  reduci dal successo in extremis per 2-1 della squadra di Seedorf su quella di Lopez. I tifosi lo hanno offeso e lui non ha atteso molto per inviare il suo messaggio.

Pronti per la neve? Arriva il grande freddo

pandasnow-tuttacronacaGià s’inizia a notare il calo delle temperature ma è da domani che ci si renderà conto che l’inverno è realemente arrivato sul Belpaese. Arriva il grande freddo artico e Antonio Sanò, direttore del portale IlMeteo.it spiega: “aria fredda polare marittima dal Nord Atlantico farà irruzione nel Bacino del Mediterraneo dalla Valle del Rodano alimentando una prima perturbazione a cui seguira’ la formazione di un vortice ciclonico. Già lunedì sera la perturbazione dalle regioni centrali si porterà sull’Emilia Romagna e sul Triveneto e Lombardia, e la neve cadrà a quote basse sull’Emilia e sulle Alpi, e nella notte fino in pianura su Bologna, parte del Veneto, Lombardia orientale e in Trentino Alto Adige.” Per quel che riguarda la neve, è attesa copiosamente sul Bolognese, sull’Appennino tosco-emiliano-romagnolo oltre i 100m, e su quello marchigiano a 200m. La serata di martedì regalerà una breve tregua ma già nella giornata di mercoledì è attesa una forte perturbazione alimentata e sospinta di aria fredda polare che entrerà con forza dalla Valle del Rodano. Bisognerà attendersi neve copiosa al nordovest fino in pianura, abbondanti i cm di neve su Torino, Milano, anche sull’Emilia occidentale e successivamente dalla sera sul Veneto. 10 cm di neve sono attesi sulla Lombardia, a Milano e in nottata una bellissima nevicata di oltre 10cm imbiancherà tutta l’Emilia occidentale, il Trentino Alto Adige e l’alto Veneto, in particolare il Vicentino. Giovedì si prevede ancora neve su Alpi ed Emilia. Ancora più intense le nevicate sui rilievi liguri e sulle alpi orientali, dove tra il bellunese e la carnia si toccheranno gli 80cm. Per quel che rigarda le altre regioni, le piogge continueranno almeno fino a venerdì e anche sabato, ma i venti di scirocco gradualmente faranno innalzare le temperature sostituendo la pioggia alla neve anche sulle Alpi sin verso 800m-1000m.

Troppo gossip e poco gioco? Icardi e Wanda Nara

wanda nara-tuttacronaca

Tanto gossip intorno a Mauro Icardi, soprattutto legato a Wanda Nara… ma poi durante Inter-Catania, il giocatore resta in panchina, mentre la Nara siede pensierosa sugli spalti. A completare il triangolo però non poteva certo mancare Maxi Lopez che sedeva sulla panchina dei siciliani. Scontro di sguardi a distanza?

Berlusconi festeggia i 20 anni in politica, il Pd è in crisi

berlusconi-20-anni-forza-italia-tuttacronaca

E siamo a 20! 20 anni dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi e oggi il Tg4 manda anche in onda il nuovo videomessaggio del leader del centrodestra che si conclude con “Il 2014 sarà il nostro nuovo 1994 e torneremo a vincere per noi, per i nostri figli, per la nostra Italia. Viva l’Italia, viva la libertà!”

20 anni in cui si è parlato di conflitto d’interessi e nulla poi si è fatto e nulla si farà. Perché se Letta prova a rilanciare la sfida affermando “È ora di affrontare le regole per il conflitto di interessi, gli italiani le aspettano da tanti tempo e ora le affronteremo”   spiegando che il tema “sarà uno dei punti su cui discuteremo nelle prossime settimane. Vorrei entrare nel vivo di questioni legate al trionfo della legalità, ci sono troppi conflitti nel paese”, Delrio lo avverte: “Non puoi chiedere la luna”.

Mentre la luna e non solo quella sembra averla in tasca proprio Berlusconi che nel suo videomessaggio rilancia:

“Abbiamo davanti tante sfide: le elezioni europee, le amministrative, la realizzazione di riforme che auspichiamo da anni e finalmente anche la sinistra sembra voler realizzare”.

Ma è proprio il Pd a essere in crisi con se stesso, soprattutto ora che Matteo Renzi prova a portare avanti le riforme insieme a Silvio Berlusconi. Quindi l’Italia su questo fronte rimane al punto di partenza… ma non sarebbe già una riforma istituire una legge sul conflitto d’interessi?  Siamo tornati indietro nel tempo?

Così parlò Silvio Berlusconi 20 anni fa:

Sundance Festival: le premiazioni… sottozero!

sundance-tuttacronacaScordatevi la classica premiazione con red carpet sul quale camminano sinuose attrici in abiti lunghi e attori tirati a lucido per l’occasione. La premiazione del Sundance, il festival diretto da Robert Redford che si svolge a Park City, nello Utah, ha visto accentuarsi la sua atmosfera informale a causa della temperatura proibitiva: tra i -10 e lo 0. Ecco allora che, per ricevere i loro premi, gli artisti sono saliti sul palco con sciarpe e cappelli di lana, piumini imbottiti e persino chi, come l’attore Nick Offerman (Parks and recreation), con un lungo cappotto di pelliccia. Con sciarpa e berretto di lana il regista Malik Vitthal che con Imperial dreams ha vinto il premio del pubblico. Whiplash, di Damien Chazelle, si è aggiudicato sia il Premio del pubblico che il Premio della giuria (guidata dal regista Bryan Singer). La pellicola racconta di un’aspirante batterista jazz (Miles Teller) che aspira alla grandezza e che entra in conflitto con il suo severo mentore (JK Simmons) per cui prova tanta ammirazione e soggezione quanto odio per la sua spietatezza e mancanza di umanità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’uomo che stacca il naso a morsi al vigile

vigili_tuttacronaca-lecce-naso-morsi

Prima una lite con un 20enne di Poggiardo, nel Leccese, e poi il morso a uno dei vigili che si era recato nell’abitazione per chiarire cosa fosse accaduto, questo è il “curriculum” di Davide Mauro, 30enne, originario di Ortelle, con alle spalle già episodi di violenza, che ora dovrà anche rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi nei confronti di un agente della Polizia municipale. Questa la dinamica dei fatti come è stata in seguito ricostruita dagli agenti: dopo aver bussato all’abitazione dell’uomo e avendolo trovato in evidente stato di agitazione e conoscendo i problemi psicologici del 30enne, i vigili hanno deciso di chiamare il 118.  Non essendoci campo all’interno dell’abitazione, l’agente è uscito per telefonare col cellulare. A quel punto Mauro ha prima sferrato un pugno alla nuca del vigile rimasto in casa, lo ha stordito e si è avventato mordendolo e staccandogli il naso. È stato poi bloccato dai carabinieri. Il vigile, Giorgio Picci, è stato ricoverato in ospedale dove si valuterà se e quando sottoporlo ad un intervento chirurgico ricostruttivo.

 

I danni del terremoto in Grecia: strade,edifici e rete elettrica

seismos_kefalonia-tuttacronaca

Fortunatamente il terremoto che nel pomeriggio ha interessato l’isola di Cefalonia non ha provocato vittime, ma solo molti danni soprattutto alla rete stradale e agli edifici più vecchi. Il movimento tellurico ha causato numerose frane di rocce e pietrisco che hanno bloccato il transito su diverse strade e in molti punti il manto stradale è aperto da profonde fessure. Inoltre ci sono stati molti blackout alla rete elettrica. Sarebbero migliaia gli evacuati. La città più colpita è stata Argostoli, dove per giunta oggi imperversa il maltempo con pioggia e forte vento.

Trierweiler cancellata, in Twitter non c’è più l’account istituzionale

Valerie-Trierweiler-Hollande-Julie-Gayet-tuttacronaca

Da ieri sera la première dame è stata cancellata. Il suo account Twitter istituzionale, aperto nell’estate 2013, denominato “infosvaltrier”, sul quale comparivano anche gli impegni sulle attività umanitarie, è stato cancellato. Della ormai ex premièr dame restano alcune foto nella collezione presente sul sito dell’Eliseo, ma non c’è una pagina dedicata a lei.

Vietato ai bambini, il ristorante che non accetta i minori

Il giardino esterno-sirani-tuttacronaca

Esistono in tutto il mondo, ma in Italia la notizia ha fatto scalpore e in breve si sono innalzate le polemiche. Eppure da New York a Parigi, da Londra a Los Angeles i ristoranti che vietano l’ingresso ai bambini sono molto diffusi. Hanno una clientela di solito formata da uomini d’affari o semplicemente da gruppi di persone che vogliono trascorrere una serata o un pomeriggio lontano dal chiasso dei bambini. Ma dopo le recensioni negative su alcuni siti di viaggio dovute proprio al divieto d’ingresso per i bambini (quelli inferiori ai 10 possono entrare sino alle 21) il locale Sirani di Bagnolo Mella nel Bresciano si è dovuto difendere

«È una regola che abbiamo adottato 7 anni fa e i nostri clienti sono felici così, quelli a cui non piace possono andare da qualche altra parte».

Eppure in Italia almeno da 3 o 4 anni si stanno diffondendo i locali “no kids”, ma Sirani aveva anticipato i tempi esibendo sin dal 2007 un cartello  che invita gli adulti ad essere responsabili e i bambini educati:

«Questo fino alle 21 – dicono dal ristorante – perché dopo sono ammessi solo gli adulti».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Naturalmente l’Italia fa fatica a capire un locale che fa una scelta così radicale ( e neppure troppo visto che poi sopra i 10 anni vengono accettati) e c’è chi scrive:

«Cartelli assurdi, il locale è molto carino, tutto buonissimo e prezzi buoni – ha scritto Marisilisa – Ma se non volevano bambini dovevano aprire una gioielleria, non una pasticceria».

La replica non tarda ad arrivare da parte dello staff del ristorante:

«Quando c’erano i bambini dovevamo spesso ascoltare le lamentele degli altri clienti ora funziona tutto benissimo».

Ci sono tanti locali e pasticcerie, perché continuare a polemizzare? Non è più facile cambiare locale? E’ un obbligo dover mangiare con le urla dei ragazzini nelle orecchie?

L’isola di Gonorrea che nasce in Sicilia… ma non è vero!

nascita_nuova_isola_giappone-sicilia-gonorrea-tuttacronaca

Sul web se ne parla moltissimo: una nuova isola nata nel mar Tirreno che farà parte dell’arcipelago delle isole Eolie in Sicilia. L’isola sarebbe una conseguenza dell’attività vulcanica di cui è soggetta la zona e sarebbe stata chiamata “Gonorrea”, come la malattia sessualmente trasmissibile… ma è solo una bufala! Non c’è nulla di vero, tanto che associata a questa notizia sul web circola una foto che è quella relativa alla nascita di un’isola – nel Novembre scorso – nel cosiddetto “anello di fuoco” a sud di Tokyo in Giappone, a largo del litorale di Nishinoshima. Nulla di vero insomma, anche se la notizia continua a rimbalzare in rete.

La nuvola è visitabile, anche se non è finita!

nuvola - fuksas-tuttacronaca

Si può visitare il nuovo centro congressi dell’Eur, a Roma, progettato da Massimiliano e Doriana Fuksas. I cantieri della “nuvola” infatti saranno aperti in occasione  della sfilata di moda primavera/estate 2014 di Gattinoni, organizzata eccezionalmente nella struttura nell’ambito di AltaRoma AltaModa, ospiti e stampa hanno potuto visitare in esclusiva il futuro polo congressuale, caratterizzato dall’interazione di tre elementi architettonici, una teca, una lama e una nuvola (dalla quale il progetto prende il nome). I lavori dovrebbero concludersi entro il 2015, data in cui sono programmati i primi convegni  internazionali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Livorno travolge il Sassuolo: 3-1

livorno-sassuolo-tuttacronacaSe il Livorno è arrivato a questa 21a giornata di campionato da una striscia negativa impressionante, con 1 punto nelle ultime 9 giornate e con un cambio di panchina che sembrava non aver rivitalizzato un gruppo che si trova ancorato al fondo della graduatoria, l’inizio di questo match, contro il Sassuolo non riesce a sua volta a trovare continuità di rendimento, ma ha saputo fornire lampi sorprendenti che lo hanno portato ai margini della zona salvezza, ha lasciato tutti sconcertati. I toscani si portano in vantaggio al 5′: cross dalla destra di Benassi per Greco che, lasciato colpevolmente libero dalla difesa, calcia al volo di sinistro e supera Pegolo. 1-0! All’11’ arriva il raddoppio: Mbaye sulla destra arriva al limite dell’area e appoggia per Paulinho che col sinistro,dai 2o metri, fulmina Pegolo: 2-0! Non soddisfatti, i livornesi siglano la terza rete al 26′ con Emeghara che prende palla a centrocampo, salta un uomo e poi serve sulla destra l’accorrente Benassi, che controlla e con un diagonale supera l’estremo difensore del Sassuolo: 3-0! Il Sassuolo non demorde e al 28′ Sansone riesce a incunearsi in area e viene steso da Bardi: Celi fischia il penalty e ammonisce il portiere livornese. Dal dischetto, Berardi non sbaglia: 3-1! Le squadre tornano negli spogliatoi su questo incredibile risultato: molte le emozioni nei primi 45′ all’Armando Picchi. Il secondo tempo non regala i brivi dei primi 45 minuti ma è sufficiente al Livorno per mantenere il vantaggio: incredibile la prestazione degli 11 di Di Carlo.

1-0! Il Torino conquista la vittoria sull’Atalanta grazie a un rigore

torino-tuttacronacaIl fatto che all’Olimpico di Torino siano arrivate, in questa seconda giornata del girone di ritorno, due squadre tranquille e spensierate lo si è notato nei primi 45′, in un primo tempo non spettacolare ma a tratti intenso. Gli uomini di Ventura sono una delle sorprese più liete della categoria e vogliono continuare a stupire, tanto che i tifosi sognano l’Europa. L’Atalanta si è tirata fuori dalla zona pericolosa della classifica dopo un inizio non facile. Gli uomini di Colantuono, ex di turno, grazie ad un cammino regolare e sfruttando al meglio i turni casalinghi, hanno raccimolato 24 punti e vedono il traguardo salvezza ormai vicino. Dopo un primo tempo poco spettacolare terminato sullo 0-0, al 15′ della ripresa Consigli esce coi pugni anticipando Cerci e poi lo colpisce, ma Tagliavento vede un’azione diversa e ammonisce il portiere concedendo la massima punizione. Cerci approfitta del regalo e realizza da dischetto: 1-0! Al secondo minuto della ripresa il Toro conquista un altro rigore, questa volta che sembra effettivo: Yepes che si fa rubare palla in area da Darmian e Brivio non può far altro che stenderlo. Il terzino già ammonito trova il secondo giallo e viene espulso. Dal dischetto, tuttavia, Immobile si fa ipnotizzare da Consigli e non inquadra la porta. Occasione sprecata per il raddoppio ma i granata conquistano comunque altri tre punti e proseguono nella loro corsa. La partita ha preso vita dopo il vantaggio granata ma molti sono stati anche i falli: 10 cartellini gialli.

Rigore all’ultimo minuto e un punto al Bologna: pareggio con la Samp

samp-tuttacronacaAl Luigi Ferraris va in scena la sfida tra Samp e Bologna con Mihajlovic che conferma modulo e uomini che tanto bene hanno fatto da quando si è insediato sulla panchina blucerchiata. Ballardini, oggi squalificato, ringrazia la società per aver tenuto Diamanti e lo schiera in avanti titolare alle spalle di Bianchi. I bolognesi, la scorsa settimana, hanno ottenuto un preziosissimo punto interno contro il Napoli e hanno ritrovato l’entusiasmo perduto e con la possibilità di superare le concorrenti per la salvezza. La Sampdoria ha un’occasione d’oro per continuare nel buon momento di forma che la contraddistingue da quando Mihajlovic ne è diventato il tecnico. Al termine del primo tempo il risultato resta bloccato sullo 0-0 e il parziale, non bello, è stato costellato da molti falli commessi mentre sono state pochissime le azioni degne di nota. Al 17′ della ripresa la Samp riesce finalmente a portarsi in vantaggio: Eder arriva fino al fondo e appoggia dietro all’altezza del dischetto per Gabbiadini che con il mancino buca Curci. 1-0! Al 44′ Lazaros entra in area e Costa lo atterra: Guida concede un rigore e Diamanti non sbagli regalando alla sua squadra il pareggio all’ultimo minuto! Punto fondamentale per i rossoblù anche se la Samp avrebbe meritato qualcosa di più. Entrambe le squadre, comunque, hanno mostrato un buono stato di forma.

Le colombe del Papa attaccate da un corvo e da un gabbiano

colomba-papa-attacco-gabbiano-corvo-angelus-tuttacronaca

Già Benedetto XVI aveva avuto dei problemi all’Angelus con le colombe che erano rientrate nello studio dopo il rituale lancio, oggi invece peggior sorte è toccata a quelle di Papa Francesco che dopo esser state lanciate dalla finestra per l’usuale volo in piazza sono state attaccate da un corvo e da un gabbiano. Le foto mostrano l’attacco da parte dei predatori:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo il video dell’Angelus, oggi dedicato al ricordo di Cocò, il bambino ucciso e bruciato a soli 3 anni. Il Papa per ricordarlo ha chiamato alla finestra due ragazzi di Azione Cattolica a cui aveva anche affidato le colombe:

Ancora un successo del Parma: ora si punta all’Europa!

parma-udinese-tuttacronacaL’arbitro Peruzzo, al Tardini, si trova a dirigere un match tra due squadre agli opposti a livello mentale, entrambe all’inizio del campionato considerate due possibili outsider ma trovatesi in situazioni molto diverse alla metà dello stesso. I ducali sono, Juventus a parte, la squadra più in forma del campionato, non perdono da Novembre e sono reduci da tre vittorie in fila. All’opposto, l’Udinese quest’anno non riesce a regalare le emozioni dello scorso anno e la depressione tecnica e mentale che ha colto i friulani non sembra avere fine: tre sconfitte consecutive e la zona retrocessione a soli tre punti di distacco rende indispensabile una svolta drastica. Al 35′ il Parma conferma lo stato di grazia con un cross di Cassano dalla destra, Amauri salta più in alto di Heurtaux e batte Brkic! 1-0! Il primo tempo si chiude su questo risultato, con un Parma che ha mostrato un buon gioco mentre l’Udinese non sembra in grado di mordere in attacco. Non arrivano altre reti nella ripresa e al termine dei 90 minuti il Parma può festeggiare la sua quarta vittoria consecutiva e ora punta all’Europa League. La ripresa ha visto i friuliani volenterosi, ma capaci di sfiorare la rete solo con Lopez. Gli emiliani controllano e vanno vicini al raddoppio con Biabiany e Mauri.

Fischi al Meazza: l’Inter non riesce ad andar oltre lo 0-0 contro il Catania

inter-tuttacronacaSeconda partita del girone di ritorno al Meazza di Milano dove i nerazzurri, che stanno vivendo un periodo d’appannamento e nel 2014 non hanno ancora vinto e la piazza inizia a mugugnare, ospitano il Catania. Lo spettro della scorsa stagione, per i nerazzurri, è ancora vivo, i meneghini devo vincere per scongiurare la ripetizione di un girone di ritorno non all’altezza. Da parte sua sulla sua panchina il Catania è tornato ad accogliere, la settimana scorsa, Maran. Ma la squadra ha di che aver paura con 13 punti dopo 20 partite. Dopo i primi quarantacinque minuti di gioco il risultato è fermo sullo 0-0, con l’Inter che ha provato a costruire qualcosa ma si è trovata a fare i conti con un Catania ben messo in campo. Il secondo tempo lascia il pubblico insoddisfatto come il primo: il match termina 0-0 sotto gli occhi di Thohir, presente sugli spalti. Le squadre lasciano il campo tra i fischi per un pareggio che però è il giusto risultato per quello che si è visto in campo. I nerazzurri non riescono a risolvere i problemi di gioco ma per il Catania si tratta del primo punto in esterna.

Il Milan e il recupero sul filo di lana: batte il Cagliari per 2 reti a 1

cagliari-milan-tuttacronacaAl Sant’Elia di Cagliari arriva il Milan di Seedorf che è tornato a credere all’Europa grazie all’arrivo del tecnico olandese che ha portato un rinnovato entusiasmo. Ora il quinto posto, occupato prima dell’inizio della ventunesima giornata dai cugini dell’Inter, dista soli 7 punti, nonostante il girone d’antada disastroso disputato dai rossoneri. Per Lopez si tratta invece di un attacco in emergenza, visto che dovrà far fronte alla squalifica di Ibarbo, espulso a Bergamo. Tre punti nella ultime 6 partite sono un bottino troppo magro per una squadra che non dovrebbe avere comunque grossi problemi a condurre in porto la salvezza. Al 29′ sono proprio i padroni di casa a raggiungere il vantaggio grazie ad Amelia che sbaglia completamente il rinvio e regala il pallone a Pinilla. Il cileno serve subito Sau in area che mette a sedere Bonera e lo stesso Amelia con un dribbling prima di depositare in rete. 1-0! I primi 45′ terminano su questo parziale, con il Milan che non è riuscito a capitalizzare diverse buone occasioni mentre il Cagliari non si è lasciato sfuggire quella regalata da Amelia. Per il pareggio i rossoneri devono attendere la ripresa. Al 42′ doveri concede un calcio di punizione agli uomini di Seedorf: Balotelli scavalca la barriera e batte Avramov. 1-1! Il Milan riesce a portarsi in vantaggio al 45′ in occasione di un calcio d’angolo di Honda: Pazzini anticipa tutti sul primo palo e batte Avramov con il destro 1-2! Su questo risultato termina il Milan che ha anche un altro motivo per festeggiare: Essien ha passato gli esami medici e potrà venir tesserato!

Il killer dei lupi non si ferma, macabro ritrovamento sull’Aurelia

lupo-aurelia-tuttacronaca

Il killer dei lupi non si ferma e l’ennesimo macabro ritrovamento sconvolge di nuovo il confine tra Lazio e Toscana, dove la carcassa di un lupo sgozzato a testa in giù è stata rinvenuta su un cavalcavia dell’Aurelia all’altezza di Riva dei Tarquini. Ormai sono mesi che nella bassa Toscana si assiste a ritrovamenti di lupi uccisi e si ritiene che possa essere un gesto dimostrativo degli allevatori che negli ultimi mesi hanno subito attacchi alle loro greggi. Una sorte di messaggio per far fronte ad una emergenza che ha provocato il dimezzamento degli allevamenti, costretti alla chiusura. Un gesto tuttavia considerato ingiustificato tanto che la Polizia è al lavoro per capire chi possa essere stato l’autore. A giudicare dalla portata del massacro e dalle dimensione degli animali, si valuta la possibilità che siano più persone ad aver agito.

 

Rientra l’allarme in casa rossonera: Essien firmerà il contratto

Essien_Milan2-tuttacronacaAlla fine l’allarme è rientrato: i medici hanno dato l’ok a Essien e il centrcampista potrà essere tesserato. Ulteriori controlli si erano resi necessari dopo che il giocatore non aveva superato il primo gradino delle visite mediche a causa di un vecchio problema a un ginocchio, che già ne ha pregiudicato il rendimento nelle ultime stagioni. Gli accertamenti eseguiti hanno scongiurato il peggio e presto giungerà la firma sul contratto ed il tesseramento di Essien. Sollievo anche per Seedorf, che potrà contare su un calciatore che, nei suoi piani, dovrebbe elevare il rendimento e l’equilibrio del reparto e soprattutto ovviare alla contemporanea assenza degli squalificati Montolivo e Muntari nell’appuntamento ormai cruciale dell’annata, l’andata degli ottavi di finale di Champions del prossimo 19 febbraio a San Siro contro l’Atletico Madrid.

DailyThem.es: imparare a scrivere… in modo social!

dailythemes-tuttacronacaL’idea l’hanno avuta tre neolaureati di Yale che hanno dato vita a una piattafroma, che funziona come una specie di social network, per imparare a scrivere. Si tratta di DailyThem.es, al momento attivo solo in inglese ma con meccanismi e modelli che appaiono tuttavia già maturi per un uso anche nelle altre lingue. Ma di cosa si tratta? Si compila ogni giorno un testo da 100 parole che poi viene lasciato al giudizio condiviso e distribuito della community, in un sistema di crowdlearning in grado di farci migliorare nell’inglese scritto e poi in tutte le altre lingue. DailyThem.es sembra una piattaforma perfetta anche per tutelare in futuro le lingue in pericolo costruendo nuove community nazionali o locali e correggendo i testi dei novizi o poco esperti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Trema la Grecia, paura anche in Italia!

grecia-taranto-tuttacronaca

Trema la Grecia, ma il terrore del terremoto arriva anche in Italia. Erano le 14.55 quando una scossa di magnitudo 6.3 è stata registrata sulla costa orientale greca, nel mar Ionio. dall’Istituto geologico americano Usgs a Lixourion. Il terremoto in particolare ha interessato l’isola di Cefalonia. Secondo quanto riferisce la stampa locale, al momento non ci sarebbero danni a cose o persone.
Il sisma è stato chiaramente avvertito in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. La scossa è stata avvertita chiaramente a Taranto e nel Salento dove i piani alti delle case hanno tremato.

Se una casalinga venisse pagata… guadagnerebbe 7mila euro al mese!

Casalinga-stipendio-tuttacronacaDuro il lavoro delle casalinghe, che ricoprono i ruoli di cuoca, autista, insegnante, psicologa, contabile, manager, addetta alle pulizie, operaia, lavandaia, babysitter. A dire: 10 diversi lavoro a stipendio zero. Ma se così non fosse? Se percepissero uno stipendio? Il sito americano Salary.com ha calcolato un preciso algoritmo che dà come risultato uno stipendio mensile di quasi 7mila euro. Circa 83 mila euro l’anno. In pratica, le casalinghe rappresentano dei “tesoretti” di una famiglia media. Come riporta Repubblica, gli esperti hanno intervistato oltre sei mila donne, indagando sul tempo che dedicano ai dieci fondamentali lavori domestici ogni settimana. Una casalinga avrebbe cucinato per 14 ore settimanali a 10 euro l’ora. Si sarebbe trasformata in autista, per figli grandi e piccoli, per 8 ore alla settimana a 10 euro l’ora. Avrebbe impartito ripetizioni per 13 ore la settimana, alla stessa cifra. Non solo. Per tamponare le varie crisi familiari si sarebbe trasformata in psicologa almeno 7 ore alla settimana, a 28 euro l’ora, e in manager a 40 euro l’ora. A questo punto si sono moltiplicate le ore trascorse in ogni disciplina  con le tariffe medie delle diverse categorie professionali e ci si è reso conto che in media una casalinga guadagnerebbe quantoun quadro di un’azienda o un manager di buon livello: 6.971 euro al mese. Sfacchinando una media di 94 ore alla settimana, le “non lavoratrici” multitasking raggiungerebbero così un reddito annuo di 83 mila euro. Se poi si considera che le tariffe nelle grandi città sono più alte, la cifra lieviterebbe ulteriormente. Stando ai dati Istat, in Italia le casalinghe sono 4 milioni 879 mila. Una donna su sei. In parecchi casi sotto i 35 anni. Per tutte loro, considerate ingiustamente non produttive dal punto di vista economico, il sondaggio di Salary. com rivoluziona le cose e regala una bella gratificazione. “Se non ci fossero le mamme come farebbero molte famiglie a conciliare i vari impegni? Chi andrebbe a prendere i bimbi a scuola visto che gli orari non si conciliano mai con quelli degli uffici? La realtà è che fanno risparmiare parecchi soldi allo Stato”, ama commentare Tina Leonzi, fondatrice del Moica, Movimento italiano casalinghe. E dall’America arriva la conferma. “Sicuramente la posizione dell’Italia è insostenibile », aggiunge Alessia Mosca, capogruppo Pd nella Commissione Politiche Europee, da sempre attiva sulle questioni di genere, «senza contare il fatto che c’è moltissimo lavoro in Italia che viene fatto da quelle che vengono definite casalinghe ma in realtà non lo sono affatto perché aiutano il marito nella piccola azienda di famiglia. Ci troviamo così di fronte a occupazioni sommerse proprio in un Paese che ufficialmente ha il più alto tasso di casalinghe”. Come tutelare dunque il lavoro reale rispetto al non lavoro percepito? “Sicuramente un’ipotesi pensionistica sarebbe auspicabile, noi abbiamo più volte avanzato la richiesta che nell’età della pensione di ogni lavoratrice fosse riconosciuto uno sconto per ogni figlio avuto, ma anche un reddito minimo per quelle che non hanno un impiego sarebbe un segno di civiltà “.

Roma vincente al Bentegodi: accorcia le distanze dalla Juve

verona-roma-tuttacronacaLunch Match al Bentegodi di Verona, oggi, dove arriva la Roma reduce da due vittorie interne e agevoli, contro Genoa e Livorno. Ora arriva un test duro, sul campo di una squadra che sul proprio campo ha ceduto solo nel derby e contro il Napoli, proprio la diretta concorrente dei capitolini nella corsa al secondo posto. Ma per gli uomini di Garcia è un test chiave per accorciare le distanze dalla Juve, che ieri sera ha pareggiato all’Olimpico contro la Lazio. Da parte sua Mandorlini, orfano di Jorginho, passato al Napoli, sta cercando di trovare le giuste alternative per il centrocampo, anche se le due sconfitte consecutive patite con Napoli e Milan potrebbero aver leggermente scalfito le sicurezze della squadra. Perchè la partita si sblocchi bisogna attendere il primo minuto di recupero dei primi 45′, quando Gervinho s’invola sulla sinistra, il suo cross trova l’inserimento di Ljajic, che al volo di destro mette la palla in rete! 0-1! Alla ripresa, il Verona non perde tempo e al 4′ agguanta il pareggio: azione insistita di Iturbe sulla destra, passaggio a Donati, che serve Hallfredsson, il suo tiro da fuori area supera De Sanctis e porta la squadra sull’1-1! La risposta giallorossa arriva al 15′ con Gervinho, che stoppa, si accentra e infila Rafael con un destro imparabile sul primo palo. 1-2! Al 36′ Gonzale atterra Torosidis in area regalando così un rigore agli uomini di Garcia. Capitan Totti realizza da dischetto e porta il risultato sull’1-3! Dopo tre minuti di recupero, l’arbitro Mazzolini decreta il termine del Lunch Match della 21a giornata di campionato che vede la Roma salire a -6 dalla Juventus.

10mila stuzzicadenti… per creare il proprio San Paolo in miniatura

san-paolo-stuzzicadenti-tuttacronaca10mila stuzzicadenti per riprodurre in miniatura lo stadio del Napoli. L’idea è di Pietro che per il suo San Paolo privato, a cui non mancano tribune e terreno di gioco, ha ricevuto un riconoscimento speciale: le foto della sua opera sono infatti state pubblicate sul profilo Twitter ufficiale della Serie A.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Papa Francesco prega per Cocò, il bimbo carbonizzato in auto

nicola-campolongo-coco-tuttacronacaDurante l’Angelus, Papa Francesco ha voluto ricordare il bimbo di tre anni ucciso e dato alle fiamme all’interno di un’auto a Cassano allo Jonio, nel Casertano, con il nonno e la sua compagna. “Voglio rivolgere un pensiero a Cocò Campolongo, che a tre anni è stato bruciato in macchina a Cassano allo Jonio”, ha detto. “Questo accanimento su un bambino così piccolo sembra non avere precedenti nella storia della criminalità”, ha aggiunto. “Preghiamo con Cocò, che di sicuro ora è in cielo con Gesù per le persone che hanno fatto questo reato, perché si pentano e si convertano al Signore”.

Il drammatico incidente di Daytona: resta sotto osservazione Malucelli

matteo-malucelli-tuttacronacaDrammatico incidente ieri a Daytona Beach nel quale è rimasto coinvolto il pilota forlivese Matteo Malucelli, travolto dalla Corvette di Memo Gidley. La corsa è stata immediatamente interrotta per poter soccorrere i due piloti. Gli ufficiali di gara hanno riferito che entrambi i piloti erano svegli e in grado di comunicare, ma non hanno aggiunto altre informazioni sulle loro condizioni. Darren Law, compagno di squadra di Gidley ha detto: “Queste cose succedono, sono le corse. Ma non ti aspetti che capiti alla tua auto, alla tua squadra”. Olivier Beretta, compagno di squadra di Malucelli, vedendo il replay dell’impatto si è chiesto se la luce del sole non possa aver causato l’impatto. “E’ difficile dirlo perché il sole stava tramontando, e in quella curva non si vede molto bene. Non saprei, onestamente non saprei. La cosa più importante in questo momento è Matteo, il resto non mi interessa. Ci sono solo Matteo e l’altro pilota”. Peil il 29enne Malucelli, come ricorda il Resto del Carlino, si trattava della prima Rolex 24, ma il giovane pilota della Ferrari ha alle spalle varie esperienze con Risi Competizione nella American Le Mans Series nel 2013. Era in squadra con piloti del calibro di Gianmaria Bruni e Giancarlo Fisichella, ma anche Olivier Beretta. Gli ultimi aggiornamenti parlano di due piloti coscienti e in grado di comunicare. Gidley e’ stato operato al braccio e gamba sinistri mentre Malucelli – fa sapere la Ferrari – rimane sotto osservazione per la forte commozione cerebrale ricevuta ma non presenta nessuna situazione critica, come hanno detto i medici alla moglie e ad Antonello Coletta, responsabile di Ferrari Corse Clienti, che sono con lui ad Halifax. “Lo spavento e’ stato enorme, per tutti, ma adesso c’e’ maggiore serenita’ nel box della squadra: pur con tutte le dovute cautele, il peggio sembra essere alle spalle”, assicurano da Maranello.

Uno sguardo dall’alto… a volo d’uccello

uccello-città-tuttacronaca

Le grandi capitali sono affascinanti e le abbiamo spesso viste fotografate nei modi più originali e più eccentrici. Ora però abbiamo la possibilità di vederle con gli occhi di un uccello. Immaginandoci di essere un’aquila reale che vola sulle grandi metropoli e ci porta a scoprire geometrie e colori inimmaginabili. Ecco dunque una gallery delle più spettacolari viste dall’alto e delle architetture che difficilmente potrete vedere da questa prospettiva:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Problemi in casa Milan: Essien e il problema al ginocchio

essien-milan-tuttacronacaEssien è arrivato a Milano e Seedorf ha dichiarato: ”Essien è un rinforzo importante, ha spirito guerriero, personalità e un grande valore umano”. Neanche il tempo di terminare l’elogio e spuntano i primi problemi per il colpo sul mercato invernale. Il calciatore ghanese, 31 anni compiuti nello scorso dicembre, non ha infatti superato il primo gradino delle visite mediche: colpa di un vecchio problema a un ginocchio, che già ne ha pregiudicato il rendimento nelle ultime stagioni. Ora Essien verrà sottoposto a ulteriori e approfonditi test da Milan Lab, la struttura medico-atletica di Milanello, per ottenere l’eventuale via libera. Spiega Repubblica:

Tutto dipende dal cosiddetto test di performance, che dovrà valutare la stabilità del ginocchio alle sollecitazioni che comporta il massimo sforzo agonistico. Ma la firma sul contratto non è ancora arrivata e il contrattempo pone interrogativi sull’effettiva possibilità, per Seedorf, di contare sempre su un calciatore che, nei suoi piani, dovrebbe elevare il rendimento e l’equilibrio del reparto e soprattutto ovviare alla contemporanea assenza degli squalificati Montolivo e Muntari nell’appuntamento ormai cruciale dell’annata, l’andata degli ottavi di finale di Champions del prossimo 19 febbraio a San Siro contro l’Atletico Madrid (Montolivo mancherà anche al ritorno, l’11 marzo al Calderòn, essendogli stato appena confermato dall’Uefalo stop di due giornate per l’espulsione del dicembre scorso contro l’Ajax).
L’attesa del responso di Milan Lab, al T Hotel di Cagliari dove la squadra si sta preparando alla partita di oggi al Sant’Elia, è piena di tensione soprattutto per Galliani. L’emergenza centrocampo, infatti, rischia di accentuarsi, ora che Nocerino è passato in prestito al West Ham e il mercato invernale si chiude il 31 gennaio, senza che si profilino all’orizzonte altre occasioni dello stesso livello (l’esperienza internazionale di Essien e la sua duttilità tattica sono fuori discussione) a parametro zero, criterio base di una campagna acquisti improntata all’austerity.

Ancora bocche cucite al Cie: ricomincia la protesta

bocca-cucita-tuttacronacaLo scorso 21 dicembre una decina di immigrati ospitati al Cie di Ponte Galeria, a Roma, si cucivano la bocca per una settimana circa per protestare contro i tempi di permanenza troppo lunghi nel centro. Una quindicina di immigrati aveva messo in atto contemporaneamente una protesta nel cortile del Cie di Ponte Galeria con i materassi. La protesta era stata poi sospesa in cambio dell’impegno a un miglioramento delle loro condizioni. Al loro caso, che aveva avuto una forte eco e aveva coinvolto anche altri Cie, si erano interessati, tra gli altri, il senatore del Pd e presidente della Commissione diritti umani del Senato, Luigi Manconi, e il deputato del Pd, Khalid Chaouki. Ora la protesta delle bocche cucite al Cie di Ponte Galeria è ripresa. Nella serata di sabato 25 gennaio, infatti, in 13 sabato sera si sono cuciti la bocca: sono tutti marocchini, provenienti da Lampedusa. Sette sono gli stessi che si cucirono la bocca poco prima di Natale. A confermarlo è il direttore del Cie, Vincenzo Lutrelli. Gli immigrati hanno annunciato a medici e infermieri che faranno lo sciopero della fame. Le loro condizioni di salute, al momento, sarebbero buone. “I marocchini – aggiunge il direttore Lutrelli – protestano per il protrarsi della loro permanenza nel centro. Si lamentano del fatto che da Natale non è cambiato nulla e dicono di aver avuto notizie da altri loro connazionali che si trovano in altri centri di uscite, mentre loro sono ancora qui”. Una delle “bocche cucite” del Cie, il 29 dicembre, si trovava fuori dal centro, ubriaco, aveva distrutto 19 moto e presi a calci bidoni.

Rapina in pizzeria: rubano la pistola a una guardia giurata e gli sparano

pizzeria-ciro-tuttacronacaPaura ieri sera a Giugliano, nel Napoletano, dove attorno alle 21 dei banditi sono entrati nella pizzeria Da Ciro dopo essere arrivati a piedi e probabilmente scesi da una vettura poco prima. Erano in due, armati di pistola e fucile e hanno aggredito la guardia giurata e rapinata della pistola prima di darsi alla fuga anche con l’incasso della serata. Come spiega il Mattino:
Fuori dal locale, dopo le numerose rapine, il titolare aveva deciso di affidarsi ad una guardia giurata per la sicurezza. I malviventi si sono scagliati contro il vigilantes e l’hanno colpito alla testa con il calcio della pistola e si sono impossessati dell’arma d’ordinanza. Non contenti hanno messo a segno la rapina nella pizzeria arraffando l’incasso e poi si sono dileguati. Sul posto sono giunti i poliziotti del commissariato di Giugliano e i medici del 118 che hanno medicato la guardia giurata con dei punti di sutura al capo.

La clamorosa notizia: arrivano le Marlboro M, le sigarette con la marijuana

marlboro-m-cannabis-tuttacronacaLa clamorosa notizia arriva dagli Stati Uniti e segue di poco quella sulla legalizzazione della marijuana in Colorato: la Philip Morris, il più grande produttore di sigarette al mondo, ha annunciato che produrrà sigarette alla cannabis. Come si legge su ArticoloTre: verrà  commercializzato  il marchio ” Marlboro M” , nei punti vendita di marijuana con licenza nello stato del Colorado, e nello stato di Washington. Serafin Norcik , Sr. Vice President Phillip Morris ‘ per il Marketing ha dichiarato in un’intervista che il marketing cannabis è ritenuto strategico dall’azienda. Dal momento che solo i prodotti derivati dal tabacco sono attualmente vietati in pubblicità e promozioni negli Stati Uniti , Phillip Morris avrebbe stanziato un enorme budget pubblicitario proprio per promuovere il nuovo ” Marlboro M”. Le azioni Phillip Morris hanno raggiunto il massimo storico a seguito delle notizie sulla  marijuana, con il sito americano “Abril Uno” che ha diffuso la notizia.

Le “Marlboro M”, secondo il sito americano “Abril Uno” – che ha un motto significativo: “Vi teniamo aggiornati” – verranno vendute nei punti di vendita autorizzati, inizialmente in Colorado e lo Stato di Washington, nella costa East. Da un punto di vista legale, si dovrà aspettare il “via libera” delle autorità federali e di quelle statali. Insomma, una notizia eclatante. Poi però cercando maggiori informazioni s’incappa sul sito The Horsemoon Post che spiega:

 La pubblicità delle sigarette è vietata negli Stati Uniti, ma sulla marijuana si aprirebbero scenari interessanti di marketing, visto il campo ampiamente inesplorato. La legalizzazione della marijuana starebbe peraltro sortendo effetti sul recupero sociale dei trafficanti, se verranno confermate le notizie anticipate da dirigenti del gruppo statunitense, secondo i quali sono stati già contattati ex produttori internazionali di droga in Messico e Paraguay, per allacciare interessanti partnership, utili a fare uscire dalla clandestinità economica questi ex criminali, reinserendoli nella società civile attraverso l’organizzazione di una rete di distribuzione legale in tutto il continente americano, da Nord a Sud.

L’avvio della commercializzazione è prevista dal 2015, inizialmente dal Colorado e dallo Stato di Washington, poi in tutti gli Stati Uniti. La notizia – come è immaginabile – ha destato profondo interesse nei consumatori europei, che ora rivendicano il diritto di seguire gli americani in questo processo di legalizzazione.

In effetti, la notizia è scioccante. Tanto scioccante da essere infondata, perché il sito Abril Uno è un sito satirico, che ha voluto ironizzare sul processo di liberalizzazione della marijuana in corso negli Stati Uniti. Non ci sarà alcun pacchetto di “Marlboro M” in commercio e la Phillip Morris non avrà alcun contatto con ex trafficanti di droga messicani e paraguaiani. È una fandonia, ma una fandonia visibile, riscontrabile, verificabile: chi non lo fa scambia l’informazione per un recinto di maiali, in cui ogni grugnito è considerato degno di nota e meritevole di un editoriale. Non è così.

Una  notizia che rimbalza (c’a rimbalza, direbbero a Roma…) dagli Stati Uniti sta mettendo in subbuglio il mondo della finanza, per le enormi ricadute che avrà la decisione della Philip Morris, il più grande produttore di sigarette al mondo, che ha annunciato qualche giorno fa la decisione di sfruttare il nuovo orientamento impresso dalla legalizzazione della marijuana. Con il brand “Marlboro M” sarà prodotta una sigaretta con base la nota “erba” con cui molti usano trastullarsi e tal’altri si curano, sfruttando le note proprietà della marijuana in serissimi procedimenti medici soprattutto in oncologia.

Le “Marlboro M”, secondo il sito americano “Abril Uno” – che ha un motto significativo: “Vi teniamo aggiornati” – verranno vendute nei punti di vendita autorizzati, inizialmente in Colorado e lo Stato di Washington, nella costa East. Da un punto di vista legale, si dovrà aspettare il “via libera” delle autorità federali e di quelle statali.

La pubblicità delle sigarette è vietata negli Stati Uniti, ma sulla marijuana si aprirebbero scenari interessanti di marketing, visto il campo ampiamente inesplorato. La legalizzazione della marijuana starebbe peraltro sortendo effetti sul recupero sociale dei trafficanti, se verranno confermate le notizie anticipate da dirigenti del gruppo statunitense, secondo i quali sono stati già contattati ex produttori internazionali di droga in Messico e Paraguay, per allacciare interessanti partnership, utili a fare uscire dalla clandestinità economica questi ex criminali, reinserendoli nella società civile attraverso l’organizzazione di una rete di distribuzione legale in tutto il continente americano, da Nord a Sud.

L’avvio della commercializzazione è prevista dal 2015, inizialmente dal Colorado e dallo Stato di Washington, poi in tutti gli Stati Uniti. La notizia – come è immaginabile – ha destato profondo interesse nei consumatori europei, che ora rivendicano il diritto di seguire gli americani in questo processo di legalizzazione.

In effetti, la notizia è scioccante. Tanto scioccante da essere infondata, perché il sito Abril Uno è un sito satirico, che ha voluto ironizzare sul processo di liberalizzazione della marijuana in corso negli Stati Uniti. Non ci sarà alcun pacchetto di “Marlboro M” in commercio e la Phillip Morris non avrà alcun contatto con ex trafficanti di droga messicani e paraguaiani. È una fandonia, ma una fandonia visibile, riscontrabile, verificabile: chi non lo fa scambia l’informazione per un recinto di maiali, in cui ogni grugnito è considerato degno di nota e meritevole di un editoriale. Non è così.

– See more at: http://www.horsemoonpost.com/2014/01/25/clamorosa-notizia-dagli-usa-la-phillip-morris-produrra-sigarette-alla-marijuana/#sthash.4AuLhpcU.dpuf

SuperMario sempre più lontano dal Milan?

balotelli-tuttacronacaIl Milan non decolla e si aspetta di vedere i risultati dell’arrivo di Clarence Seedorf in panchina e nel frattempo Mario Balotetti lancia una bomba, affermando che vorrebbe tornare a giocare sotto la guida di Josè Mourinho, già suo mister ai tempi dell’Inter. In un’intervista al Daily Mail ha dichiarato: “Certamente mi piacerebbe tornare a giocare sotto la guida di Josè. Nei primi giorni all’Inter abbiamo avuto dei problemi, poi il nostro rapporto è diventato di reciproco rispetto e oggi fra noi due c’è una sincera amicizia. Non è mai noioso giocare agli ordini di Josè. Essere in una squadra con Mourinho vuol dire fare parte di una famiglia. Se le cose vanno bene in famiglia, nulla importa di ciò che accade fuori: questo è il suo principio”. Insomma, sembra che SuperMario si stia allontanando sempre di più dai colori rossoneri. Appena ieri si parlava di una possibile trattativa con il Borussia Dortmund, che sarebbe disposto ad offrire fino a 35 milioni di euro per l’attaccante rossonero. Senza contare che a seguirlo ci sono anche Monaco, Psg e Chelsea. L’agente di Balotelli, Mino Raiola, valuterà tutte le opportunità di trasferimento in vista del mercato estivo. Non è da escludere che l’intervista, rilasciata  a Daily Mail, faccia parte di una strategia, accordata tra il giocatore e il suo agente, per introdurre la trattativa con i Blues.

L’Italicum “è una schifezza” e in Aula “ci sarà il Vietnam”: partitini vs Renzi

“Le riforme sono nostre”: Berlusconi rivendica la paternità del lavoro di Renzi

berlusconi-tuttacronacaHa parlato via telefono, sabato 25 gennaio, Silvio Berlusconi, in occasione di un incontro a Napoli: “Dopo venti anni di insulti forseabbiamo trovato l’interlocutore nel nuovo leader del partito principale che si oppone a noi. Con lui abbiamo avviato un processo di riforme che non sono le riforme di Renzi ma le nostre stesse riforme fin dalla nostra discesa in campo”. E ha proseguito: “Ora speriamo di poter andare avanti sulle riforme e faremo di tutto per non rimanere delusi anche questa volta. Troppe volte la generosità del centrodestra è stata ripagata con l’odio politico e l’invidia degli avversari”. Berlusconi ricorda poi che “il Pd aveva cercato di fare l’accordo con i 5 stelle. In questi ultimi mesi pur di eliminare Silvio Berlusconi il Pd ha costruito con il suo braccio giudiziario, Magistratura democratica, un percorso record per costruire una sentenza infondata, ignobile, scandalosa, senza riguardo per la verità e il diritto alla difesa. E attraverso questo fatto sono riusciti ad espellere dal Parlamento Berlusconi, leader in cui da 20 anni si riconoscono tutti i moderati. E lo hanno fatto con una violazione del diritto sacro della impossibilità di applicare irretroattivamente le sanzioni previste da una legge, come prevede l’art. 25 della Costituzione e l’ art. 7 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo”.

John, morto dopo otto ore nella sala d’attesa di un ospedale

john-verrier-tuttacronacaJohn Varrier, artista dilettante del Bronx, a New York, è morto mentre aspettava le cure al pronto soccorso del San Barnaba Hospital, dove si era recato verso le 22 a causa di un rash alla pelle. Al 30enne avevano detto di attendere il suo turno mentre la struttura era sovraffollata. Otto ore più tardi John, che invece di attendere al pronto soccorsi si è seduto nella sala d’attesa dove la notte dormono diversi senzatetto, era morto. “Lo abbiamo chiamato diverse volte, ma non ha risposto”, dicono dall’ospedale dove però ammettono un disagio per mancanza di personale. “È morto perché non c’era abbastanza personale per prendersi cura del numero di pazienti che vediamo ogni giorno. Abbiamo bisogno di più personale al San Barnaba”.

Il bimbo salvato dalle macerie dopo lo scoppio di una bomba

bimbo-salvato-macerie-tuttacronacaMentre a Ginevra si procede con le trattative per la fine della guerra in Siria, arriva un video incredibile da Aleppo, una delle città simbolo della ribellione contro il regime di Assad. A pubblicare su Youtube il filmato che mostra il salvataggio di un bimbo sepolto dalle macerie sono stati gli stessi ribelli anti Assad. Poi ripreso dall’inglese Daily Mail, il video mostra un piccolo siriano salvato, dopo aver scavato con grande foga, dai ribelli guidati dai lamenti del piccolo. Il bimbo stava bene anche se ovviamente spaventato.

Una climber precipita e muore nel Bellunese: ferito il compagno di cordata

cascata_ghiaccio-tuttacronacaDue climber italiani, entrambi di Santo Stefano di Cadore, stavano scalando una lingua di ghiaccio in località Ciudera sul Monte Col, nel Bellunese, quando sono incappati in un tragico incidente che ha provocato la morte di una 44enne e il ferimento del suo compagno di cordata. La donna è scivolata ed è precipitata nel vuoto. Gli uomini del soccorso alpino, dopo un intervento durato oltre cinque ore, sono riusciti poi a recuperare l’alpinista ferito, un 49enne condotto poi in ospedale.Stando a una prima ricostruzione, l’incidente è avvenuto mentre i due stavano effettuando un sopralluogo sotto le cascate di ghiaccio. La donna, che precedeva il compagno, è scivolata sul sentiero ghiacciato sparendo nel vuoto. L’uomo ha cercato di scendere e raggiungerla, ma è a sua volta caduto, fermandosi una trentina di metri più in basso. Nonostante fosse ferito, è riuscito ugualmente a lanciare l’allarme.

“Non lasciarti sgomentare dagli addii. …

GOODBYE-tuttacronaca… Un addio è necessario prima che ci si possa ritrovare. E il ritrovarsi dopo momenti o esistenze, è certo per coloro che sono amici.”

-Richard Bach- (Illusioni, 1977)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: