I bianconeri e il colpaccio in casa blaugrana

Juventus-Logo-tuttacronacaOsvaldo è solo l’ennesimo nome che è arrivato a rinforzare la batteria di attaccanti a disposizione di Conte ma ai bianconeri ancora non sono soddisfatti e sono alla ricerca di un altro bomber. La necessità è anche quella di correre anticipatamente ai ripari nel caso la prossima estate dicano addio a Vinovo giocatori del calibro di Quagliarella, Vucinic e Giovinco. Le idee, Marotta&Co, le hanno abbastanza chiare e tra gli obiettivi principali spicca Alexis Sanchez, eclettico attaccante cileno che milita nel Barcellona. La trattativa, tuttavia, non è delle più semplici: stando a quanto riporta fichajes.net, i blaugrana non avrebbero alcuna intenzione di privarsi dell’ex Udinese, a meno di una mega offerta da parte della Juve.

Annunci

De Laurentiis… pronto a ruggire sul mercato!

delaurentiis-tuttacronacaIl patron del Napoli Aurelio De Laurentiis è intervenuto al canale satellitare Fox Sport e ha palesato le sue intenzioni: “La prossima estate dovremo costruire la vera squadra da scudetto”. Ha quindi aggiunto: “A fine stagione vedremo cosa manca e cosa dovremo fare”. Poi un commento anche alla sessione appena terminata: “A gennaio abbiamo avuto la fortuna ma anche la grande pazienza di cercare i giocatori giusti. Abbiamo trovato un ventiduenne come Jorginho che ha dimostrato di avere già personalità a centrocampo, a sinistra Ghoulam – lo abbiamo visto anche nella partita di ieri – sta confermando le sue capacità. Ora dobbiamo vedere solo Henrique che ha giocato pochi minuti e non è giudicabile”.

Il cane che fa invasione di campo… e lascia il “ricordino”: partita sospesa!

cane-bisognino-tuttacronacaUn’invasione di campo come se ne vedono poche! E’ successo in Argentina, in occasione del match tra il Rosario Central e il Rivel Plate, incontro valido per il “torneo final”, il campionato argentino. Al 26′ della ripresa i giocatori si sono ritrovati con “il cane in più” che ha magistralmente dribblato tutti coloro che hanno tentato di bloccarlo per poi lasciare un ricordino in campo. Ovviamente nessuno era dotato di paletta e sacchetto, quindi il “bisognigno” è rimasto a concimare il campo mentre arbitro, quarto uomo, alcuni addetti alla sicurezza e anche un dirigente del Rosario cercavano inutilmente di prendere il cane, mentre il pubblico tifava per l’animale. Alla fine un calciatore del Central, il centrocampista Jesus Mendes, è riuscito ad afferrare il cane per le zampe anteriori e lo ha portato fuori dal campo con l’aiuto di alcuni assistenti e poliziotti. In tutto questo, la partita, poi terminata 1-1, è rimasta sospesa per tre minuti. Provate a indovinare chi è stato il “giocatore” più applaudito del match!

Giustiziati e poi bruciati in un’auto: orrore nel Napoletano

caivano-auto-bruciata-tuttacronacaMacabra scoperta a Caivano, nel Napoletano, dove sono stati rinvenuti due cadaveri in un’auto data alle fiamme. Il ritrovamento è avvenuto in via Palmieri, località Casolla, e l’identificazione delle vittime risulta essere complessa per le condizioni in cui sono stati trovati i corpi. Al momento non è chiaro neppure il sesso e non sono stati trovati documenti. Stando ai primi accertamenti, si sarebbe trattato di un’esecuzione, con diversi bossoli rinvenuti attorno a una Fiat Punto risultata rubata ad Aversa tre giorni fa. I carabinieri di Castello di Cisterna, giunti sul posto, conducono le indagini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“L’appello” di Borghezio a Renzi: “lasci la Kyenge al suo posto”

borghezio-renzi-tuttacronacaGiorgio Napolitano affida l’incarico a Matteo Renzi e nello stesso giorno arriva il sarcasmo del leghista Mario Borghezio che “chiede” al premier in pectore che il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge venga confermato. La tesi del politico del Carroccio, infatti, è che il ministro al suo posto porta voti alla Lega e proprio per questo “è una risorsa”. Da qui l’appello a Renzi, tramite una nota: “Se Renzi vuol farsi amica la Lega, è molto facile – scrive Borghezio in una nota – la mantenga al Governo, magari ampliandone le deleghe ma, per l’amor di Dio, la lasci lì dove l’ha messa, provvidenzialmente, Letta. Lì dove sta, a sproloquiare ogni giorno su tutto lo scibile migratorio, con quel simpatico tono da super esperta e l’inesauribile capacità di impartire lezioni di politica, diritto, deontologia professionale e bon ton, per noi della Lega – diciamolo! – è una risorsa. Ciò, anche in vista delle prossime elezioni europee, dove con il suo fondamentale contributo potremo superare di slancio lo sbarramento“.

L’atleta che travolge e ferisce un’anziana durante una maratona: caccia al podista!

giulietta-e-romeo-tuttacronacaHa dell’incredibile quanto accaduto domenica scorsa a Verona, dove si correva l’Half Marathon Giulietta&Romeo. Una podista che prendeva parte alla gara ha infatti travolto un’anziana gettandola a terra e senza fermarsi a soccorrerla. Il fatto è accaduto in via IV Novembre e ora la polizia chiede all’atleta di presentarsi al Comando di via del Pontiere per accertare la propria responsabilità. L’anziana, una 72enne, è rimasta seriamente ferita e la sua prognosi iniziale, dopo essere stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Borgo Trento, è di 60 giorni. Secondo le testimonianze raccolte dalla polizia municipale, la podista indossava una maglia di colore rosso. Sono in fase di acquisizione le immagini delle telecamere di videosorveglianza di un istituto di credito della zona, che potrebbero aver ripreso elementi utili alle indagini.

I baci amari: arriva la cassa integrazione per i lavoratori Perugina

baci-perugina-tuttacronaca

La crisi è finita? La cassa integrazione resta e colpisce i lavoratori dei baci! Saranno 867 dipendenti a tempo pieno della Perugina Nestlé di San Sisto, a Perugia,a essere messi in cig almeno questo è quanto è stato deciso unilateralmente dall’azienda, ma la risposta dei sindacati è stata immediata:

“Siamo consapevoli della gravità della crisi in essere – riferiscono, in una nota congiunta, Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila-Uil e rsu – ma siamo altrettanto consapevoli che i suoi effetti sono amplificati oltremodo dalla mancata reazione, attraverso scelte industriali coraggiose ed investimenti, da parte del management italiano. Per questo non riteniamo accettabile scaricare in modo superficiale le conseguenze di questa situazione esclusivamente sul salario dei lavoratori, attraverso l’utilizzo di un ammortizzatore passivo e difensivo quale è la cassa integrazione”.

I sindacati e lavoratori propongono invece il contratto di solidarietà (applicato anche lo scorso anno) che al contrario presuppone un accordo su un piano industriale “che deve dare una prospettiva seria”.

“L’atteggiamento di Nestlé e la mancanza di un guida forte a livello di direzione azienda – concludono i sindacati – non offrono al momento queste garanzie”.

Gela il Bentegodi: il Torino batte il Verona per 3 reti a 1

verona-torino-tuttacronacaSi chiude al Bentegodi la 24esima giornata di Serie A con una gara che sulla carta promette scintille: i granata cercano di tornare a fare punti dopo l’impronosticabile capitombolo interno col Bologna mentre gli uomini di Mandorlini hanno fermato la Juve la settimana scorsa e sono intenzionati a ripetersi con l’altra squadra di Torino. Formazione tipo per Mandorlini: Toni sarà sostenuto da Juanito e Iturbe. A centrocampo giocherà donadel insieme a Romulo e Hallfredsson. Ventura, invece, non risparmia i diffidati: spazio quindi in avanti a Cerci e Immobile. In difesa torna titolare Bovo. Sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio nel primo tempo, che approfittano di un fallo granata per aggiudicarsi un rigore. Al 36′, sugli sviluppi di un corner, Bovo trattiene Juanito e Rocchi indica il dischetto: dagli 11 metri Toni non sbaglia: 1-0! Il gol ha l’effetto immediato di vivacizzare il gioco e, se anche non arrivano altre reti negli ultimi minuti della frazione, ci si aspetta una ripresa agguerrita. Le premesse non vengono deluse e già al 4′ arriva il pareggio dei torinesi: meraviglioso spunto di El Kaddouri che serve Immobile che, solo in area, fulmina Rafael. 1-1! Dopo appena altri tre minuti gli uomini di Ventura raddoppiano e passano in vantaggio: ancora El Kaddouri converge da sinistra e appoggia per Cerci che di prima intenzione di sinistro batte Rafael. 1-2! Al 16′ gli 11 di Ventura dimostrano di non essere ancora soddisfatti e scelgono di gelare il Bentegodi: Cerci rientra da destra e serve El Kaddouri al limite dell’area; il marocchino calcia col destro e il suo tiro supera Rafael pur non essendo irresistibile: 1-3! Rocchi concede tre minuti di recupero ma ormai le sorti sono scritte: clamorosa vittoria dei granata che nella ripresa hanno sfoderato gli artigli recuperando lo svantaggio e aggiudicandosi tre preziosi punti.

Ritrovato il quadro rubato di Lucio Fontana: era in un’auto abbandonata

lucio_fontana-tuttacronacaEra la notte dell’11 febbraio quando, dal Museo Pecci in Ripa di Porta Ticinese a Milano, veniva sottratto il quadro Concetto spaziale 1962 di Lucio Fontana. L’opera, del valore tra i 400 e i 600mila euro, è stata ora ritrovata dalla polizia locale in un’auto abbandonata, davanti a un passo carrabile in periferia. Non viene escluso che siano stati gli stessi ladri a far ritrovare il quadro, in quanto difficile da ‘piazzare’ sul mercato nero, vista anche la modalità del ritrovamento. L’opera era infatti in una Nissan rubata e abbandonata lunedì mattina in modo da impedire l’uscita dei veicoli da un concessionario automobilistico in via Stephenson. All’arrivo del carro attrezzi, i vigili della pattuglia che ha accompagnato l’intervento hanno notato un quadro mal nascosto da una coperta sul sedile posteriore che si è scoperto essere l’opera di Fontana. E’ stato a quel punto richiesto l’intervento del Nucleo patrimonio culturale dei carabinieri di Monza cui è stato consegnato il dipinto e che ne hanno accertato la paternità. Dai primi rilievi, il dipinto non sembra aver subito danni.

Grido di dolore dalla Bolivia! Esonda il Rio Mamoré e devasta una regione

tuttacronaca-bolivia-alluvione

E’ Leggo a testimoniare la devastazione del Rio Mamoré in Bolivia, che esondando ha sommerso la regione del Beni. L’emergenza è ovunque, i villaggi sono alluvionati e l’area è soggetta a malaria. Le foto sono state pubblicate sul sito online del giornale e sarebbero state scattate da un lettore che poi ha inoltrato le immagini affinché la sofferenza di queste persone non rimanga inascoltata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il finto Vendola fa sbottonare Barca su Renzi ” irresponsabile, solo slogan, senza un’idea”

barca-tuttacronaca

“Non amo gli assalti. Sono sotto pressione, Nichi, una pressione che è crescente… Ma io non ci penso proprio, tanto per essere chiaro, ma proprio proprio!”. Parla così uno sprovveduto Fabrizio Barca, ex ministro Pd, caduto vittima di uno scherzo architettato da La Zanzara su Radio 24 [Per l’audio clicca qui]. Barca pensando di essere al telefono con Vendola che gli chiedeva informazioni sulla possibilità che fosse affidato a lui il ministero dell’Economia, ha confidato di aver già declinato nonostante le continue pressioni di Carlo de Benedetti, proprietario del gruppo Espresso. In realta il finto Vendola ha fatto sbottonare Barca fino a portarlo a parlare di Renzi che il democratico ha definito come irresponsabile, solo slogan, senza un’idea…

“Ho parlato con Graziano (Del Rio, ndr) e pensavo 48 ore fa di averla stoppata questa cosa. Se fallisce anche questa è un disastro, però non possono pretendere che le persone facciano violenza ai propri metodi, ai propri pensieri, alla propria cultura. Quindi sono stato proprio chiarissimo, evitiamo che nasca una cosa alla quale vengo forzato”, ha aggiunto Barca nell’audio pubblicato sul sito del Sole24Ore.

“Poi – prosegue Barca – è iniziata la sarabanda del patron della Repubblica che continua… Lui non si rende conto che io più vedo un imprenditore dietro un’operazione politica, più ho conferma di tutte le mie preoccupazioni. Un imprenditore che si fa sentire”.

Ma di chi parli?, chiede il finto Vendola:

“Del padrone della Repubblica, con un forcing diretto di sms, attraverso un suo giornalista, con una cosa che hanno lanciato sul sito <chi vorresti come ministro dell’Economia> dove ho metà dei consensi. Questi sono i metodi. Legittimi, per carità. Questo è il modo di forzare, di scegliere, di discutere. Non una volta chiedendomi: ma se lo fai cosa fai? Se io dico che voglio fare una patrimoniale da 400 miliardi di euro, cosa che secondo me va fatta, tu cosa rispondi? Mi dici che va bene?”.

La replica di De Benedetti non si fa attendere. Si legge in una nota :

“Da molti anni conosco e stimo Fabrizio Barca. Sempre che siano vere le dichiarazioni attribuitegli, rimango sbalordito. Non lo vedo, non lo sento e non scambiamo messaggi da diverso tempo. Non capisco pertanto da chi abbia ricevuto queste presunte pressioni a fare il ministro dell’Economia, certamente non da me. Non mi occupo di nomine politiche perché non è il mio mestiere. Ho sempre rispettato l’autonomia della politica”.

Mi sembra fantapolitica, dice ancora al telefono il finto Vendola.

“Nichi – prosegue Barca – è una cosa” dove “non c’è un’idea, c’è un livello di avventurismo. Non essendoci un’idea, siamo agli slogan. Questo mi rattrista, sto male, sono preoccupatissimo perché vedo uno sfarinamento veramente impressionante”.

Dunque hai rifiutato, insiste il finto Vendola:

“Ho rifiutato secco. Ieri ho dovuto scrivere un messaggio. Attraverso la Annunziata mi è arrivato un messaggio: ma se ti chiama il presidente? Ho dovuto mandare un sms scritto così: ‘vi prego di non farmi arrivare nessuna telefonata’”.

“Sono colpito – dice ancora Barca – dall’insistenza, il segno della loro confusione e disperazione. E poi in tutto questo ovviamente io dovrei essere quello tuo e ovviamente c’è pure la copertura a sinistra. Sono fuori, sono fuori di testa!”.

Ma Matteo ti ha detto qualcosa in particolare?, chiede “Vendola”:

“No, lui no. Tutto questo non capendo neanche le persone. Se mi chiami, vengo, ci vediamo mezz’ora, ti spiego in cinque minuti e ti do anche qualche consiglio perché io sono fatto così. No, invece tutto questo attraverso terzi, quarti, quinti, un imprenditore…”.

Il finto Vendola accenna poi a ‘questo governo con i diversamente berlusconiani’. E Barca replica:

“Certo, certo, cosa è cambiato?”. “E poi non si ha idea entrando dentro cosa fai. C’è anche una questione di rapporti di fiducia”. In che senso, incalza Vendola. “C’è una cosa – dice Barca – che si chiama umanità. Io penso che in tutta questa vicenda oltre alla irresponsabilità politica, ci sia anche un elemento disumanizzante. Cioè, il metodo è contenuto… Tutto questo è avvenuto con irresponsabilità e dei modi, con un livello di personalismo, con un passaggio all’io…”.

John Elkann amareggiato: contro di lui “polemiche demagogiche”

Fiat deputy chairman John John Elkan looJohn Elkann aveva lanciato una bomba dicendo che i giovani italiani “stanno bene a casa” e le polemiche sono fioccate da ogni parte. Ora il rampollo di casa Agnelli respinge le critiche parlando di “polemiche demagogiche, strumentalizzazioni”. Il presidente di Fiat afferma: “Personalmente sono rammaricato che un messaggio nato per essere di incoraggiamento alla fine sia stato interpretato come un segnale di mancanza di fiducia nei giovani”. Elkann cerca il chiarimento con un intervento sul sito della Fondazione Agnelli: “Non credo e non ho mai detto che il problema della disoccupazione, quella dei giovani in particolare, non esista né che tutto dipenda dalla mancanza di determinazione di chi cerca lavoro. Ho invece posto l’accento su cosa è possibile, anzi si deve fare, proprio ora che la debolezza dell’attuale quadro economico, soprattutto in Italia, rende tutto più difficile”. La strada, secondo lui, è studiare: “Si sente spesso dire che studiare non serve a niente, perché non garantisce un lavoro. Dati alla mano, le ricerche più attendibili in questo campo dicono il contrario”, ovvero che in media “chi ha un diploma di scuola superiore ha maggiori probabilità di trovare lavoro rispetto a chi si è fermato alla licenza media. E chi ha una laurea, ha ancora maggiore probabilità di trovare lavoro rispetto a un diplomato e nell’arco della vita migliori prospettive di carriera e di retribuzione”. A questo si aggiunge, prosegue Elkann che “alcune lauree offrono maggiori possibilità: conseguire un titolo di studio tecnico-scientifico richiede grande fatica e determinazione, ma nella stragrande maggioranza dei casi lo sforzo viene ripagato. Ad esempio più di 9 laureati in ingegneria su 10 risultano occupati a 4 anni dalla fine degli studi”. Sottolinea ancora che “soprattutto oggi, chi sa essere ambizioso, investe su se stesso e sulla propria istruzione, ha l’atteggiamento giusto”. Il senso della dichiarazione di Elkann è quindi che “non bisogna mai rinunciare, ma avere la forza di credere in se stessi ed essere molto determinati. E chi dice che è tutto inutile e che non vale la pena provarci, sbaglia”.

Ricoverato Chirac a Parigi!

Jacques_Chirac_tuttacronaca-parigi

L’ex presidente francese Jacques Chirac è stato ricoverato all’ospedale americano di Neuilly, nei pressi di Parigi. Lo riferiscono fonti vicine al governo francese. Non si conosce ancora lo stato di salute di Chirac. Ultimamente era in terapia per curare problemi di alzheimer.

Prove per Sanremo, Giusy Ferreri non ha voce

Giusy+Ferreri+m_giusy_ferreri_tuttacronaca
Colpo di scena durante le prove di Sanremo quando sul palco è salita Giusy Ferreri, nei suoi leggings di plastica, raffreddatissima e ha dichiarato die essere sotto terapia antibiotica e di non poter cantare, ma di voler ascoltare le sue canzoni registrate e sentire l’orchestra eseguire i suoi pezzi… speriamo che si rimetta perle prossime serate!

Puliscono la spiaggia, trovano 50 kg di marijuana

Bibione-spiaggia-tuttacronaca

Erano due addetti di “Bibione Mare” che mentre erano impegnati a ripulire la spiaggia dopo l’ultima mareggiata hanno trovato alcuni sacchetti contenenti marijuana. Così hanno deciso di contattare i carabinieri, che arrivati sul posto hanno rintracciato circa cinquanta sacchetti  per un totale di quasi 50 kg  di marijuana. Ora si è aperta un’indagine per capire se qualcuno li ha gettati in mare a causa di un controllo o se ci sia stato un naufragio in mare a causa del maltempo.

Aumentano i rapimenti di cani nel 2013 sono stati 17500

cane-tuttacronaca

Sembrerebbe impossibile e invece c’è chi mira proprio al vostro fedele amico a quattro zampe. I ladri di cani sono in aumento in Italia dove nel solo anno 2013 si sono registrati oltre 17,500 rapimenti. Dai giardini alla strada soprattutto quelli non tenuti al guinzaglio rischiano di entrare nel mirino dei ladri che mirano a ricollocarli come animali da combattimento o per la vivisezione. I cani di razza poi sono quelli più a rischio, possono essere rivenduti a cifre esorbitanti. 
«Stando alle segnalazioni che abbiamo ricevuto nel corso del 2013 – spiegano gli animalisti – i rapitori di cani di razza puntano soprattutto su Chihuahua, Carlini, Bouledogue francesi, Boxer, Rottweiler e Dogue de Bordeaux. Ma sono a rischio tutti i cani. Di qualsiasi età e taglia. Indipendente dalla razza». Naturalmente per evitare il rapimento bastano pochi gesti: non lasciare l’animale solo in auto ed evitare di lasciarlo da solo per ore al giardino mentre si legge il giornale o un libro.

 

Luxuria ci ricasca! Nuovo fermo a Sochi: con lei anche due iene!

 

vladimir_luxuria_sochi-tuttacronacaEra da poco tornata in libertà Vladimir Luxuria, arrestata ieri a Sochi per aver sventolato una bandiera arcobaleno con la scritta “Gay è ok”, quando oggi si è presentata allo stadio di hockey vestita in versione arcobaleno. Nonostante fosse munita di regolare biglietto e pass, è stata fermata da poliziotti e agenti in borghese all’ingresso. Con lei sono stati fermati anche gli inviati delle Iene Pio D’Antini e Amedeo Grieco. I tre sono stati caricati in auto dalle forze dell’ordine e portati via. Fino a qualche minuto prima, Luxuria aveva sfilato per il parco olimpico, con i flash che la accerchiavano: “Ma qui in Russia non conoscono molto il significato dell’arcobaleno e molte bambine mi hanno scambiato per una fatina e mi hanno chiesto di essere fotografate insieme a me”, ha raccontato la transgender italiana. Secondo le autorità diplomatiche italiane dispiegate a Sochi, le autorità russe, in base alla convenzione di Vienna, hanno 24 ore di tempo per comunicare un eventuale fermo di un cittadino straniero.

L’atlantide asiatica, ecco le meraviglie del mondo sommerso!

atlantide-cina-tuttacronaca

E’ una vera e propria Atlantide sommersa! La scoperta è stata fatta in Cina dove è stata individuata una città che si trova sul fondo di un lago artificiale nella provincia costiera dello Zhejiang nel sudest del Paese. La città è composta di strade, templi e case. Ora naturalmente si pensa come sfruttare turisticamente il sito che è praticamente intatto. I sommozzatori sono a lavoro e sicuramente si studierà il modo di renderlo fruibile il prima possibile. 

Renzi premier, tra outlook negativo e la benedizione di Blair

tony-blair-tuttacronacaL’incertezza politica continua a ripercuotersi sull’outlook, che per l’Italia, come scrive Fitch, resta negativo. Questo perchè Renzi “avrà probabilmente le stesse difficoltà del suo predecessore” nel “fare le riforme che rilancerebbero la crescita e la competitività economica dell’Italia”. Ma se per Fitch il pollice è verso, l’ex premier britannico, Tony Blair, al quale Renzi è spesso stato paragonato, e al quale lui stesso dice di ispirarsi, è più che incoraggiante: “ce la farà”. Di più, ”l’Europa ha bisogno che l’Italia assuma il ruolo di leadership che le compete, e i leader europei dovrebbero sostenere compatti Matteo mentre si assume la responsabilità per il futuro del suo Paese”. Blair ha spiegato all’Ansa: “Le sfide sono assolutamente formidabili, ma Matteo ha il dinamismo, la creatività e la forza per farcela, con la combinazione di realismo e idealismo necessari per i tempi che viviamo”. Per gli analisti Fitch, però, quello che serve sono “riforme strutturali in grado di aumentarla un fattore positivo per il profilo di credito, così come una ripresa sostenuta che aiuti il consolidamento dei conti”. Il nuovo cambio alla leadership evidenzia “la volatilità della politica italiana”, scrive l’agenzia. E non manca di sottolineare che Renzi sarà il ”quarto premier da novembre 2011”. A causa delle ”incertezze sulla durata del governo e la sua capacità di portare avanti le riforme, l‘outlook resta negativo con rating a BBB+”.

Svolta in Sardegna: la sinistra vince le regionali

francesco_pigliaru_governatore_sardegna-tuttacronacaIl dato più rilevante delle elezioni regionali è indubbiamente l’astensionismo, visto che alle urne si è recato poco più di un sardo su due, il 52%, 774 mila su 1,48 milioni di aventi diritto. Nel febbraio 2009 era andato a votare il 67,58% degli elettori sardi. Con poco più del 60% delle sezioni scrutinate, 1108 su un totale di 1863, appare già incolmabile il divario tra i due principali candidati con Francesco Pigliaru, sostenuto sostenuto da tutti i partiti di centrosinistra, dal Centro Democratico a Rifondazione, che vante il 43,05% dei consensi. Si ferma invece a 38,67% il governatore uscente Ugo Cappellacci, fedelissimo di Silvio Berlusconi. Il maggior flop, tuttavia, risulta essere il risultato ottenuto fino ad ora dalla scrittrice Michela Murgia, attestatasi al 10,72% dei consensi. Le aspettative della viglia erano di un risultato migliore, con la speranza che potesse far confluire su di sè anche i voti dei sostenitori del Movimento 5 Stelle, che in Sardegna non è stato in grado di presentare una sua lista. Ma la Murgia paga lo scarso risultato delle liste civiche che la sostengono (Progres, Comunidades e Gentes), ferme al 7% dei consensi.

Il dipendente dello zoo che tenta il suicidio… tuffandosi nella gabbia delle tigri

tenta-suicidio-gabbia-tigri-tuttacronacaSi è svolta una scena che ha seminato il panico, oggi, nello zoo di Chengdu, nella provincia di Sichuan. Un dipendente dello zoo cinese ha infatti scalato l’alta recinzione per poi tuffarsi all’interno della gabbia delle tigri del Bengala. Uno degli animali, afferratolo per la maglietta, lo ha trascinato per alcuni metri, salvo poi lasciare la presa e allontanarsi. L’uomo, che ha riportato solo qualche ferita lieve, ha in seguito detto alla polizia: “Volevo farla finita”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Favola d’amore in Belgio: il principe e la giornalista italiana

amedeo-elisabetta-tuttacronacaLui è il principe Amedeo, figlio della sorella del re del Belgio, lei la giornalista Elisabetta Maria Rosboch von Wolkenstein, figlia del produttore cinematografico Ettore Rosboch von Wolkenstein. Loro sono i protagonisti della nuova favola d’amore che arriva dall’estero e che vede una testa coronata innamorarsi di una persona non di sangue blu. La coppia festeggerà il fidanzamento, stando a quanto riporta l’agenzia stampa Belga, la prossima domenica, in forma privata. Amedeo ed Elisabetta vivono attualmente a New York dove il principe studia alla Colombia University e la sua fidanzata, 26 anni, lavora all’agenzia Bloomberg come giornalista del servizio cultura.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mani sulla testa: la paura delle persone a bordo dell’aereo dirottato

aereo-dirottato-tuttacronacaE’ stato l’operatore umanitario di Perigeo Ong Gianluca Frinchillucci a scattare le immagini dell’odissea vissuta dai passeggeri, tra i quali si trovava anche lui, a bordo del volo dell’Ethiopian Airlines proveniente da Addis Abbeba e dirottato su Ginevra. Le foto, scattate a bordo e nello scalo elvetico, mostrano i passeggeri che, come da prassi, tengono le mani bene in vista quando finalmente la disavventura sta per finire.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dagospia: “Ma quale Dudù? Gli ematomi di Berlusconi sono opera della Pascale”

silvio_berlusconi_francesca_pascale_tuttacronacaIl 5 febbraio era circlata la notizia che Silvio Berlusconi si era infortunato mentre giocava a palla con Dudù, il barboncino di Francesca Pascale. Secondo le ricostruzioni, l’ex premier sarebbe scivolato cadendo a terra e battendo una spalla. Ora Dagospia dà una versione diversa del livido riportato dal leader di Fi: “Vi ricordate quel Berlusconi con livido causato, dice lui, dall’inciampo con una pallina di Dudù?” chiede. Ebbene, altro che Dudù, l’ematoma, scrive il sito di Roberto D’Agostino, “è stato causato dalle “pal..” di Francesca Pascale. Due tosti schiaffoni per averlo beccato a chiamare la mitologica olgettina Barbara Guerra. Ah, richiamo del Bunga”.

Interrotta la Metro B a Roma: muore un passeggero

metro-roma-tuttacronacaDisagi oggi per chi doveva spostarsi in metropolitana a Roma. Nella Capitale, infatti, il servizio della linea B è stato interrotto, come comunica l’Agenzia per la mobilità, tra Castro Pretorio e Garbatella a causa del decesso di un passeggero che aveva accusato un malore. Sono stati messi a disposizione dei passeggeri bus sostitutivi tra San Paolo e Castro Pretorio. Il servizio era stato precedentemente sospeso sull’intera linea per consentire i soccorsi al passeggero colpito da malore.

Gli immigrati nascosti in un vagone di cereali: alcuni sono in fin di vita

padova_immigrati_vagone_tuttacronacaIn un’azienda di San Martino di Lupari, in provincia di Padova, che oggi doveva ricevere un carico di cereali, è stata fatta un’inaspettata scoperta. All’interno di un vagone merci, infatti, sono stati trovati una quindicina di immigrati, tutti provenienti dalla Costa d’Avorio. I clandestini sono stati immediatamente soccorsi e trasportati in ospedale. Alcuni di loro si troverebbero in gravissime condizioni. Sul luogo sono arrivi i carabinieri e le ambulanze del Suem.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Drammatico crollo in Corea del Sud: perdono la vita tre studenti

crollo-corea-tuttacronacaLa neve, caduta copiosamente anche in Corea del Sud, continua a mietere vittime: il Korea Herald riporta infatti che a Gyeongju, sotto il peso della coltre bianca, è crollato un edificio. All’interno della struttura a due piani, utilizzata come auditorium, sono rimaste bloccate 50 persone mentre tre studenti hanno perso la vita. Al momento del crollo si trovavano all’interno dell’edificio circa 700 studenti, in sala per assitere a un concerto, la maggior parte dei quali è riuscita a fuggire. Tanti i feriti, alcuni in gravi condizioni. La neve sta rallentando i soccorsi: la strada per accedere al resort che ospita l’auditorium era infatti bloccata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’incredibile richiesta di Unicredit: la foto dell’uomo intubato o chiude il conto

unicredit-tuttacronacaHa dell’incredibile la richiesta avanzata dalla filiale milanese della Banca Unicredit: l’istituto, dopo che l’ex impiegato 56enne Danilo Bifulco, è stato costretto in un letto da un infarto che l’ha ridotto in stato vegetativo, ha chiesto una foto dell’uomo intubato per avere una prova di quanto accaduto. La sorella dell’uomo, Lavinia, commenta: “Sono diventata il suo ‘amministratore di sostegno’ e, come prevede la legge, mi dovrei occupare di tutto quello che riguarda mio fratello, facendo come se fossi lui.- Invece m’imbatto in situazioni sconcertanti e vedo come il potere di noi cittadini sia compresso di continuo da poteri più forti. Non le dico con le varie società dei telefoni, con le bollette eccetera, ma adesso siamo all’assurdo. All’Unicredit di piazza Cordusio minacciano di chiudere il conto perché la posizione di Danilo non è in regola con le norme anti-riciclaggio”.

Il palazzo tutelato dall’Unesco… si trasformerà in un centro benessere

exospedalepace-napoli-tuttacronacaAntonio Pariante, il presidente del comitato di Portosalvo, ha accompagnato le telecamere di Fanpage a Napoli parlando della riqualificazione di un palazzo del Cinquecento tutelato dall’Unesco. Si tratta dell’ex-ospedale della Pace, accanto alla chiesa di Santa Maria della Pace, la cui sorte potrebbe essere di venire trasformato in un centro benessere durante i lavori di restauro previsti dal Progetto Unesco per la salvaguardia del centro storico napoletano (100 milioni di euro). L’ex-Ospedale della Pace ospita attualmente la sede della IV Municipalità di Napoli e la sua trasformazione verrà a costare sette milioni. Pariante denuncia: “Nella delibera viene individuato anche uno spazio sul tetto da destinare agli abiti da asciugare”. E aggiunge:  “E’ una vergogna che la Curia non si interessi del destino di questo stabile”. Come spiega Fanpage, nell’edificio, abbandonati dal 2008, ci sono anche gli uffici del Tribunale di Napoli, con interi saloni pieni di faldoni incustoditi.

Il principe Harry al centro delle polemiche: la foto con il trofeo di caccia

principe-harry-bufalo-tuttacronacaE’ stato il Daily Mail a pubblicare uno scatto che ritrae il principe Harry in posa con il fucile vicino ad un bufalo morto. La foto risale al novembre 2004, durante una battuta di caccia in Argentina, poco prima che Harry iniziasse l’accademia militare, quando il principe trascorse alcuni mesi in una tenuta partecipando anche a una battuta di caccia organizzata dalla società CH Hunting, che offre ai suoi clienti la possibilità di sparare a cervi, puma, antilopi, bufali e anche uccelli. Una foto dal passato dunque, che però riappare con pessimo tempismo: alcuni giorni fa, infatti, lo stesso Harry, in compagnia del fratello William e del padre Carlo, aveva lanciato un appello per salvare gli animali selvatici dai bracconieri. La settimana scorsa, al centro delle polemiche c’era finito il fratello maggiore William, accusato di essere andato a caccia in Spagna, in compagnia di Harry, poco prima di prendere parte alla conferenza sulla fauna selvatica di Londra.

Renzi contestato allo stadio!

striscioni-contro-renzi-tuttacronacaGli scontri campanilistici tra Pisa e Firenze sono noti, ma cosa succede se il primo cittadino del capoluogo toscano è a un passo dal diventare premier dopo che il presidente del Consiglio, un pisano, ha rassegnato le proprie dimissioni? Basta un attimo e lo sport, nella fattispecie, il calcio, si fonde con la politica. I tifosi del Pisa, nel secondo tempo della partita contro il Perugia, hanno esposto uno striscione proprio contro il prossimo futuro leader: “Renzi la prossima volta atterra a Peretola, nell’aero della Barbie”. La polemica fa riferimento allo scontro aeroportuale tra le due città dopo la presentazione di due masterplan di Adf, società che gestisce lo scalo fiorentino, uno dei quali non condiviso dalla regione toscana e dai pisani.

La bulla di bollate diventa un videogioco!

bulla-bollate-video-tekken-tuttacronacaDa adolescente rissosa a protagonista, in salsa cartoon, di un video. E’ questo il percorso fatto dalla bulla di Bollate che si è vista strasformata in uno dei personaggi del videogioco Tekken, famoso in tutto il mondo, prendendo come base il personaggio di Nina. La protagonista, chiamata La Giovii, combatte e sconfigge tutti i principali avversari del videogioco senza venirne mai colpita. Le immagini sono accompagnate da una canzone hip hop con una voce elettrica che parla della bulla di Bollate.

Rihanna e la foto con il cappellino contro la discriminazione degli omosessuali

rihanna-p6-tuttacronacaIl sesto principio della carta olimpica condanna ogni forma di discriminazione e proprio a esso fa riferimento il logo P6 che appare su un cappellino indossato da Rihanna. La cantante, che ha postato una foto mentre indossa proprio quel cappellino su Instagram, si unisce così alla campagna per la difesa dei diritti gay in Russia. In seguito, su Twitter, è tornata sul problema della discriminazione in Russia, ricevendo ringraziamenti e approvazione dei molti gruppi che si occupano di promuovere i diritti degli omosessuali. Come riporta l’Huffington Post, con l’hastagh #P6 Rihanna ha voluto partecipare al dibattito sulle leggi omofobe promulgate dal presidente Vladimir Putin: nel mese di giugno il parlamento ha approvato una legge che rende illegale raccontare ai bambini l’uguaglianza gay. La comunità internazionale ha ampiamente criticato la legge come arcaica e discriminatoria. Appena la settimana scorsa, il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha firmato un decreto che vieta alle coppie omosessuali straniere di adottare bambini russi. Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che la Russia, a differenza di alcuni altri paesi, non criminalizza le relazioni omosessuali.

Grillo al Festival di Sanremo? Nessuna preoccupazione in casa Rai

grillo-sanremo-tuttacronacaGiancarlo Leone, direttore di Rai1, parla circa il rischio che domani sera, in occasione della serata inaugurale della 64esima edizione del Festival di Sanremo, Beppe Grillo possa intervenire in sala o condizionare l’evento. Secondo Leone non ci sarebbe alcuna preoccupazione nè alcuna “ipotesi A, B o C per la presenza di Grillo” domani sera all’Ariston. Anzi, spiega, “siamo fiduciosi che Grillo, proprio perché proviene dal mondo dello spettacolo e torna anche allo spettacolo, non interromperà la serata”. E ha aggiunto: “Se verrà a vedere il Festival non può che farci piacere, mentre quello che farà fuori dall’Ariston non è di nostra pertinenza. Credo che tutto avverrà nella massima tranquillità, senza interruzioni, anche perché le interruzioni non sono prevedibili o previste. La qualità della persona del mondo dello spettacolo è tale che sa bene che uno spettacolo non si interrompe”. Leone ha anche ‘confessato’ di aver acquistato, spendendo 66 euro, due biglietti per lo spettacolo che Grillo porterà in aprile a Roma, dal titolo “Te la do io l’Europa”.

Renzi: quattro mesi per quattro riforme

renzi-programma-tuttacronacaAl seguito del lungo incontro con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Matteo Renzi ha accettato con riserva, come da prassi, l’incarico a formare un nuovo governo. Il segretario dem avvierà domani le consultazioni e, visto che “l’impegno è l’orizzonte naturale della legislatura”, il 2018, il leader Pd si prende “qualche giorno di tempo” per definire programma e squadra. I tempi del programma, tuttavia, li ha già chiari in mente: a febbraio riforme istituzionali, a marzo il lavoro, che è la “vera priorità”, ad aprile la riforma della pubblica amministrazione e a maggio il fisco. Matteo Renzi ha chiarito che i tempi della formazione del governo non saranno brevissimi. “Ci prendiamo il tempo necessario, sapendo che fuori da qui c’è un senso di urgenza delicato, ma è altrettanto vero che un’orizzonte di legislatura necessita di qualche giorno di tempo per arrivare a sciogliere la riserva”. E ancora: “L’impegno è di un allungamento della prospettiva politica della legislatura, che si colloca nel suo orizzonte naturale”, ha spiegato.

 

Bulli contro 15enne, l’appello del padre “intervenite, altrimenti ci scappa il morto”

bullismo-tuttacronaca

Vittima a 15 anni dei bulli e il padre lancia un appello affinché qualcuno intervenga:

«Quanto accaduto a mio figlio non è una novità per Parma, ogni settimana succede qualcosa del genere e non se ne può più, ormai si tratta di un problema sociale su cui il sindaco deve intervenire perchè non si può solo pensare al cemento, e bisogna farlo subito altrimenti qui ci scappa il morto»,

Il ragazzo infatto sabato scorso a Parma è stato violentemente picchiato, con calci e pugni, da un branco di 5 bulli, alla fermata dell’autobus tra via Gramsci e via Osacca, intorno alle 16 del pomeriggio.  Il minore, ora in ospedale con una prognosi di 30 giorni per la varie lesioni e fratture riportate, tra cui una alla fronte, è stato letteralmente attirato in una trappola. Tutto è nato con un sms che il 15enne ha ricevuto intorno alle 14.30 dello stesso giorno sul suo cellulare. A inviarlo un coetaneo tunisino che gli chiedeva di presentarsi alla fermata del bus «da solo, per chiarire» un saluto e poche parole hce il giovane avrebbe scambiato con la fidanzatina del tunisino. Ad attenderlo alla fermata c’erano un gruppo formato da ragazzini stranieri e italiani che lo varebbero pestato a sangue e il pestaggio sarebbe continuato se non si fosse fermato un uomo alla guida di un auto che era in compagnia della moglie e del figlio che ha fermato l’auto e scendendo dalla vettura ha messo in fuga i bulli e ha chiamato il 118 per il ragazzo

Secondo alcuni testimoni, oltre ai 5, altri giovanissimi avrebbero assistito alla scena senza intervenire, ma facendo ‘muro’ per coprire l’accaduto. Tutti dettagli che saranno chiariti dagli investigatori dell’Arma. «Questa volta si è riusciti a contenere i danni perchè per mio figlio poteva anche finire peggio – aggiunge il padre – ma bisogna assolutamente intervenire su questi ragazzi perchè non pensino che il mondo sia fatto di scazzottate e perchè tutto ciò non si deve più ripetere».

Vuole uccidere la figlia di 10 mesi gettandola nella fogna: fermata in tempo!

bimba-gettata-fogne-tuttacronacaShock nel Nisseno dove una donna ha tentato di uccidere la sua bimba di appena 10 mesi gettandola in un pozzo di ispezione della rete fognaria pubblica a Mazzarino. Fortunatamente, i carabinieri sono riusciti a bloccarla in tempo e ora la 43enne, originaria di Riesi, si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di tentato omicidio mentre la piccola è stata affidata a una comunità specializzata. La richiesta di aiuto è stata lanciata dal padre della bimba mentre numerosi passanti, dopo aver visto la donna correre in lacrime in direzione di un pozzetto di acque reflue con la figlia in braccio hanno al loro volta avvisato i militari. Secondo gli investigatori, una volta uccisa la bimba, avuta da un rapporto extraconiugale, la donna avrebbe avuto intenzione di suicidarsi. All’origine della decisione di tentare l’omicidio-suicidio ci sarebbe il fallimento di entrambi i rapporti di coppia: con il marito e con l’amante.

20 anni d’attesa! Ecco l’inedito di Moana Pozzi

moana_pozzi_ultimo_film_lucignolo_tuttacronaca

A 20 anni dalla sua morte, esce la pellicola dell’ultimo film di Moana Pozzi girato nel febbraio 1994. Mai titolo fu più profetico: “L’ultima volta” o forse l’attrice voleva uscire dal mondo dell’hard? O aveva la piena consapevolezza che, data la malattia, quella sarebbe stata davvero l’ultima volta?

moana-pozzi-tuttacronaca-lucignolo

La pellicola è stata ritrovata nel magazzino di un cinema di Brescia che apparteneva a Nicolino Matera, l’impresario detentore dei diritti su tutti i film della pornodiva, morto nel 2012. Lucignolo ha potuto in esclusiva godere di una proiezione esclusiva. La trasmissione di ItaliaUno ha poi proposto immagini inedite.

Ecco il Video!

Giallo sulle sponde del Lago di Como: trovato in acqua il cadavere di una donna

-cadavere-lagodicomo-tuttacronacaMacabro ritrovamento oggi in località Malpensata di Lecco dove, dalle acque del lago di Como i vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di una donna. Sul luogo sono giunti anche investigatori della polizia con l’anatomopatologo per una prima ispezione esterna della salma. Al momento l’unico dettaglio noto è che si tratta di una donna di 63 anni ma non sono stati diffusi ulteriori dettagli.

Vladimir Luxuria arrestata in Russia? Alla polizia non risulta

vladimir-luxuria-sochi-tuttacronacaIeri si è fatto un gran parlare in Italia dell’arresto e del rilascio-lampo di Vladimir Luxuria, finita in manette a Sochi per aver sventolato una bandiera con la scritta “Gay è ok”. Ma per la polizia russa l’arresto non ha mai avuto luogo. In un briefing mattutino del Cio al Main Press Center, il capo della comunicazione dei Giochi Invernali Sochi 2014, Aleksandra Kosterina, ha riferito: “Abbiamo parlato con la polizia e secondo le forze dell’ordine non vi è traccia di alcun fermo o arresto. Se ci saranno aggiornamenti li renderemo noti, ma finora la polizia non ha informazioni sull’accaduto”. Mark Adams, portavoce del Cio, ha aggiunto: “Più in generale come abbiamo detto molto spesso, sono sicuro che i Giochi non saranno utilizzati come vetrina per qualsiasi manifestazione, e speriamo che ciò continui”. La transgender Luxuria ha tuttavia riferito all’Ansa: “Ieri sera la polizia mi ha fermato e portato in caserma per un controllo, poi mi ha chiesto di non esibire scritte legate alla propaganda gay”. Ha inoltre aggiunto di non aver ricevuto “alcuna contestazione formale”. E ha concluso: “Sto bene e sono in un hotel a Sochi”.

In alto i calici: i prof e il “brindisi contro lo spreco”

brindisi-etilometro-tuttacronacaInusuale protesta al liceo linguistico Regina Margherita di Torino da parte dei professori che hanno manifestato contro il test dell’etilometro disposto per gli stessi docenti da una delibera regionale lo scorso ottobre. La protesta messa in atto è un “brindisi allo spreco” e vuole dire no a una “ridicola e umiliante visita medica”. I sindacali spiegano: “La visita di massa dei prof costerà più di 4mila euro solo al Regina,mentre la scuola cade letteralmente a pezzi”. E ancora: “Potevamo rifiutare l’obbligo di legge della visita, ma abbiamo scelto la strada della feroce ironia”.

Renzi sulle orme di Letta? Cerca l’investitura americana

Matteo_Renzi_camper-tuttacronacaDopo aver presentato le sue dimissioni da presidente del Consiglio, Enrico Letta ha ricevuto una telefonata del presidente americano che gli ribadiva “sincera amicizia”. Ora Matteo Renzi probabilmente si chiederà se anche lui riuscirà a ottenere l’investitura americana. Che il prossimo premier incaricato sia legato da feeling con la cultura politica anglosassone è noto, ma si conosce meno dei suoi incontri bilaterali e triangolari con il mondo politico democratico americano. A colmare la lacuna ci pensa l’Huffington Post:

“Galeotta” fu, da questo punto Charlotte. Fu lì, nella cittadina di Charlotte (North Carolina) che, a settembre del 2012, si tenne la convention democratica che vide Obama lanciarsi, acclamato a furor di popolo, per la candidatura al secondo mandato della Casa Bianca. Renzi non solo c’era ma era il solo sindaco europeo, oltre che italiano, presente. Partecipava a un panel che vedeva presenti e parlanti tutti i giovani sindaci dem americani (e non) cui faceva gli onori di casa l’allora sindaco, Anthony Foxx, poi diventato ministro dei Trasporti nella seconda amministrazione Obama. Non solo. Renzi prese parte anche ai lavori della NDI (National Democratic Institute), think-thank gestito dall’ex segretario di Stato Madeleine K. Albright e di cui la stessa oggi è chairman e che coordina tutte le attività internazionali e politiche che fanno capo al Democratic Party degli Usa.

Sempre a Charlotte Renzi ‘sfiorò’ – nel senso che non ebbe colloqui personali ma conobbe – l’attuale sindaco di San Antonio (Texas), Juliàn Castro di cui si parla come il prossimo candidato alla vicepresidenza Usa, sempre per il Partito democratico, al fianco della candidata alla presidenza Hillary Clinton quando, nel 2016, l’Asinello (simbolo dei Democratici) dovrà scegliere il successore di Obama nella gara per la Casa Bianca. Infine, sempre in ambito di think-thank made in Usa, non solo l’NDI, ma anche il Center for American Progress, centro studi di area clintoniana diretto da John Podesta e che Obama ha incaricato di seguire gli affari europei, ha espresso subito il suo favore per l’incarico a premier di Renzi. Altrettanto buoni i rapporti colla Fondazione Kennedy e altri network Usa.

Poi, naturalmente, c’è quello che si sa: l’ottima opinione che Renzi gode presso l’ambasciatore statunitense in Italia, John Phillips, che aveva speso i suoi buoni uffici per organizzare un viaggio di accreditamento di Renzi negli Usa (viaggio rinviato a data da destinarsi, per ora) per accreditarsi – ma l’idea è nata quando era diventato ‘solo’ segretario del Pd- presso gli ambienti economici e politici del Nord America come pure quelli con il predecessore di Phillips, David Thorne, che l’attuale segretario di Stato, John Kerry, ha chiamato nel suo staff. Entrambi gli ambasciatori, peraltro, sono amanti della Toscana e di Firenze, dove si sono recati molto spesso, palazzo Vecchio, sede del sindaco, compreso.

Come pure è un amante e ottimo conoscitore dell’Italia lo stesso Kerry: cattolico, oltre che dem, da sempre in ottimi rapporti con la Santa Sede, conosce bene la politica italica e sarà grazie a lui se i rapporti tra il governo Renzi e l’amministrazione Obama saranno più che impeccabili, ma a dir poco amichevoli e fraterni. Obama ha confermato, nel suo tour europeo di fine marzo, tutte le ‘tappe’ italiane: Vaticano (Papa), Quirinale (Napolitano) e palazzo Chigi (Renzi), dove verrà ricevuto il 27 marzo.

L’incidente di Schumi: la telecamera sul casco è stata fatale?

SchumacherNeve-tuttacronacaPratick Quincy, procuratore di Albertville, in Francia, ha annunciato la chiusura dell’inchiesta sull’incidente occorso a Michael Schumacher lo scorso 29 dicembre. “Non è stata rilevata alcuna infrazione a carico di chiunque. L’incidente è avvenuto fuori pista”, ha dichiarato Quincy. “La segnaletica e le informazioni sui limiti della pista erano conformi alle norme francesi in vigore”, ha aggiunto. Il Daily Mail pubblica delle indiscrezioni secondo le quali c’è chi ipotizza che possa essere stata la telecamera montata sul casco a causare le gravi lesioni alla testa del pilota. Questa ipotesi andrebbe a spiegare come mai, vista la velocità moderata, l’impatto con la roccia abbia di fatto distrutto il casco e procurato lesioni al cervello così gravi. “Tecnicamente, l’equipaggiamento sembra aver tenuto bene e in buono stato – dice una fonte vicina all’inchiesta -. Ma perché il casco è esploso nell’impatto? Il laboratorio di Chamonix sta effettuando dei test per capire se la telecamera abbia potuto indebolire la struttura”.

L’aereo dirottato: a bordo 138 passeggeri italiani

aereo-dirottato-ethiopian-tuttacronacaFonti aeroportuali dello scalo di Fiumicino hanno reso noto che, a bordo dell’aereo della Ethiopian Airlines dirottato stamattina, si trovavano 138 passeggeri italiani su un totale di 193, tra i quali un bambino. L’aereo era decollato da Addis Abeba e due caccia dell’Aeronautica militare italiana lo hanno intercettato sullo spazio aereo della Sicilia: qui si sono avute le prime evidenze che si trattasse di un dirottamento. A quel punto l’aereo è stato scortato dai Caccia fino in Francia, dove il velivolo è stato preso in consegna da aerei militari francesi. Durante il sorvolo dello spazio aereo nazionale, sempre secondo quanto è stato possibile apprendere, il dirottatore non ha manifestato alcuna intenzione ostile. Tra i passeggeri c’era anche il 25enne Francesco Cuomo, che all’Ansa ha spiegato: “Pensavo che il copilota fosse impazzito, da quello che ho capito il pilota è stato chiuso fuori dalla cabina di pilotaggio mentre era andato in bagno. Il dirottamento è cominciato mentre eravamo ancora in Sudan. Poi mi sono reso conto di essere fuori dall’Italia riconoscendo le Alpi. Quando abbiamo iniziato a girare sopra Ginevra ci sono stati momenti di forte paura”. L’uomo, che proveniva da Nairobi e aveva fatto scalo ad Addis Abeba per cambiare aereo ha quindi aggiunto: “Abbiamo capito che era un dirottamento e che si chiedeva l’asilo politico”. Stando a quanto racconta, i passeggeri sono stati fatti scendere uno a uno dal velivolo e sono stati fatti sedere per terra, e non sui sedili, degli autobus per motivi di sicurezza. Poi sono stati soccorsi allo scalo di Ginevra. Qui è stata data la colazione ed i primi supporti psicologici. Quindi sono iniziati gli interrogatori per capire esattamente quello che era accaduto. Il volo partito da Addis Abeba era diretto in Italia con scalo a Roma e Malpensa, ricorda il ragazzo.

Matteo Renzi: il giuramento già giovedì?

matteo-renzi-tuttacronacaQuesta mattina, alle 10.30, Matteo Renzi è salito al Quirinale per ricevere dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano, l’incarico a formare il nuovo governo. Il sindaco di Firenze potrebbe giurare già giovedì ma la sua corsa verso Palazzo Chigi è piena di ostacoli: Angelino Alfano non ha alcuna intenzione di dare per scontato il sostegno di Ncd all’esecutivo e pone una serie di paletti. Nel frattempo, davanti al Quirinale si sono riuniti dei manifestanti di Fratelli d’Italia, guidati da Giorgia Meloni, che protestano gridando “Elezioni, elezioni”. La protesta è iniziata pochi minuti dopo l’ingresso di Renzi nel palazzo della presidenza della Repubblica. Tra i cartelli esibiti, anche una citazione dello stesso Renzi: “Non sarò mai presidente del Consiglio senza essere eletto”. I manifestanti sventolano tessere elettorali assieme al Tricolore.

La confessione shock di Saviano: “Vado avanti con gli psicofarmaci”

roberto-saviano-psicofarmaci-tuttacronacaLo scrittore Roberto Saviano apre il suo cuore e si confessa in un’intervista al quotidiano El Pais, ripresa da Il Mattino, durante la quale rivela la sua paura più grande: “A volte mi domando se finirò in un ospedale psichiatrico”. E non si tratta di un’uscita estemporanea: “Sul serio. Già adesso ho bisogno di psicofarmaci per tirare avanti e non era mai accaduto prima. Non ne faccio abuso, ma a volte ne ho necessità. E questa cosa non mi piace per nulla. Per questo spero che prima o poi finisca”. Lo scrittore non risparmia critiche a se stesso e alla sua decisione di cercare a tutti i costi la verità. Sono trascorsi otto anni dalla pubblicazione di Gomorra e lui ammette: “Mi ha rovinato la vita. Non credo sia nobile aver distrutto la mia vita e quella delle persone che mi circondano per cercare la verità. Avrei potuto fare lo stesso, con lo stesso impegno, con lo stesso coraggio ma con prudenza, senza distruggere tutto. Invece sono stato impetuoso, ambizioso”. E non ritiene valga la pena pagare un prezzo tanto alto: “No. E so che quando lo dico, qualcuno può pensare: che codardo. Vale la pena cercare la verità e vale la pena arrivare fino in fondo, ma proteggendoti. Il mio dramma interiore è: avrei potuto aver fatto tutto questo ma senza mettere a rischio tutto. Perché, qual è il problema? Se tu anteponi un obiettivo, la verità, la denuncia, a qualunque altra cosa della tua vita, diventi un mostro. Un mostro. Perché tutte le tue relazioni umane e professionali sono orientate a ottenere la verità. Forse alla fine sarà nobile, una cosa generosa. Tuttavia – osserva lo scrittore – la tua vita non si converte in generosa, le relazioni diventano terribili”.

Icardi: per lui “mesi contati”

icardi-tempo-tuttacronacaMauro Icardi, dopo tanto gossip e tante voci circolate su di lui, è tornato sul campo e ha dimostrato di saper fare il suo lavoro andando in rete contro la Fiorentina. Ovviamente, conoscendo la sua passione per i social, non meravigliano i due cinguettii arrivati a stretto giro di posta: “Non c’è nient’altro da dire?”, “Sono grandi coloro che nonostante vengano giudicati per essere come sono, non cambiano per compiacere nessuno”. A questo punto, il tanto chiacchierato argentino vuole tenersi ben stretta la sua maglia, ma per lui il tempo è contato. Spiega infatti Tuttosport che l’attaccante è sotto esame e ha solo pochi mesi di tempo per convincere: da qui a giugno non può fallire. Allenamenti, lavoro e vita da professionista: Walter Mazzarri è chiaro e pretende questo dall’ex Sampdoria. Se non fosse così, Icardi può tranquillamente imboccare la porta: del resto le offerte non mancano.

Nigeria shock: il ristorante che serve carne umana

carne-umana-ristorante-tuttacronacaSicuramente un ristorante che Hannibal Lecter consiglierebbe, se solo i sospetti si dovessero rivelare fondati. In Nigeria il ristorante di un hotel di Anambra, nel sud est del Paese, è stato chiuso per il sospetto che i piatti venissero in parte preparati con carne umana. La chiusura è avvenuta dopo che, grazie a una soffiata che ha fatto scattare il blitz della polizia, sono state rinvenute in un frigo due teste umane avvolte nel celophane. Il fatto è stato riportato dal sito nigeriano in lingua inglese “The Osun Defender” che spiega anche che il proprietario del resort e altre 10 persone sono state arrestate.

Musica a volume troppo alto: ucciso un 30enne

omicidio-trastevere-tuttacronacaErano circa le 2 di notte quando a Roma un giovane di 30 anni anni trovava la morte dopo essere stato pugnalato al petto con un cacciavite. A compiere l’omicidio un cittadino indiano 57enne, già arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo di Trastevere. Stando alle ricostruzioni dei militari, la vittima stava ascoltando la musica nella sua auto, che aveva parcheggiato accanto alla roulotte dove viveva l’indiano.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: