Lotito e la norma sulle discriminazioni: “le società sono ostaggio degli ultras”

cori-stadio-tuttacronacaFanno discutere le norme che regolano la discriminazione razziale e territoriale, le stesse che faranno chiudere le porte dello stadio di San Siro in occasione della prossima partita in casa del Milan. Anche Il presidente della Lazio Claudio Lotito è intervenuto in merito: “Con questa norma le società sono ostaggio degli ultras che possono far chiudere lo stadio facendo 50 cori”. Parlando ai microfoni di Radio24, ha spiegato: “Se un settore di migliaia di persone assume un comportamento di un certo tipo è giusto che vada censurato”, aggiungendo: “Ma 20/30 persone non rappresentano la tifoseria: bisogna distinguere i tifosi-delinquenti dai delinquenti-tifosi. La forza del tifo – prosegue Lotito – non deve necessariamente diventare violenta e razzista. Ci sono anche ultras che si comportano in modo corretto. Purtroppo però ci sono persone che non vanno allo stadio per vedere la partita ma per compiere atti criminosi. Nelle curve, attraverso la tifoseria organizzata, si compiono atti di delinquenza. Esistono persone che vanno a vedere la partita, persone più educate e meno educate poi ci sono i delinquenti che fanno i tifosi”. Il presidente biancoceleste ha quindi sottolineato che la norma sulla discriminazione territoriale “così com’è stata impostata fa solo danni, è un boomerang”. E spiega: “Bisogna mettere in campo una serie di situazione volte a prevenire certi fenomeni. Come Lazio abbiamo un rapporto di collaborazione 24 ore su 24 con le forze dell’ordine, un’azione di prevenzione nelle scuole e negli ospedali, un sacco d’iniziative come la maglia ‘No Racism’, ma non è che posso mettere un poliziotto al fianco di ogni spettatore per registrarlo con un microfono: ‘Scusa cos’hai detto?’. Non possiamo vietare ai tifosi di proferire parola. Oggi le società non hanno i mezzi per prevenire il fenomeno – chiarisce Lotito – Bisogna che il presidente Platini capisca queste situazioni. Non è che Platini è diventato il Vangelo. Bisogna adattare le norme alle condizioni di habitat specifiche, agli usi e costumi dell’ambiente”.

Annunci

I numeri due: Letta e Alfano, diventano Robin e Robin

maurizio-crozza-alfano-letta-tuttacronaca

Il ventennio berlusconiano che torna, così Maurizio Crozza apre Ballarò con la sua consueta copertina. Che ventennio sarà il prossimo?

“E’ finito un ventennio! Lo dicono tutti! Di già! Proprio vero che quando ti diverti il tempo vola! Ora il problema è il prossimo ventennio! Con Letta e Alfano? Un duo di numeri due! I Robin e i Robin! I Watson e Watson”

Sulla stabilità, nuovo mito delle genti, Crozza a Ballarò dice: “Siamo così stabili che siamo morti”. E su Pd e Pdl: “Sono uguali, solo che nel Pdl sai chi comanda, nel Pd non si è mai saputo”.

Sul congresso del Pd: “Sono congressomani, si parla solo di congresso, è come l’antipatia per Libero, se non ci fosse, chi gli andrebbe appresso? E nel Pdl? Un congresso non c’è mai stato, lo han fatto per cacciare Fini: Che fai mi cacci? Sì. Fine congresso, fine Fini”. E suggerisce alla Serracchiani: “Pd e Pdl si uniscano in un’aula bunker e facciano un maxi congresso”.

Crozza passa poi a Berlusconi: “Dovrebbe trovarsi un’associazione di gente che aiuta persone con seri problemi comportamentali. Non potrebbe continuare nel Pdl?”

Un tuffo nel passato: il cast di Baywatch riunito 25 anni dopo

baywatch-tuttacronacaNostalgia per le vecchie serie televisive? Sicuramente in America c’hanno pensato e così, nel corso della trasmissione Entertainment Tonight, hanno organizzato una riunione del cast di Baywatch. Come sono i bagnini più famosi di sempre 25 anni dopo? A mostrarsi davanti alle telecamere sono stati David Hasselhoff, Nicole Eggert, Traci Bingham y David Chokachi, che ne hanno approfittato per ricordare i vecchi tempi. Tra gli aneddoti del set, ricordano che le attrici avevano una clausola nel loro contratto: non potevano nè ingrassare nè dimagrire, stando a quanto riporta l’HuffPost Tv. Traci Bingham, nella serie dal 1996 al 1998, ha raccontato: “Se prendevi o perdevi peso ti mettevi nei guai”. E spiega Nicole Eggert: “Avevi un margine di due chili”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Le maglie insanguinate: strage in Bangladesh, almeno 10 morti

tuttacronaca-bangladesh-abbigliamento

Sfruttamento che viene chiamato lavoro e miete vittime. La triste condizione degli operai delle fabbriche in Bangladesh torna prepotentemente a riempire le pagine di cronaca con l’ennesima strage. Un incendio scoppiato oggi pomeriggio nel reparto maglieria dello stabilimento degli Aswad Composite Mills, del gruppo Pall Mall, nel centro del paese a Dhaka, ha provocato almeno 10 vittime e 50 feriti. L’incendio è stato devastante quando ha raggiunto e fatto esplodere un  boiler. Secondo alcuni testimoni le fiamme sarebbero poi state alimentate da alcuni prodotti chimici che erano presenti nel magazzino. Il bilancio è ancora provvisorio e purtroppo destinato a salire nelle prossime ore.

Una tragedia simile si ebbe solo pochi mesi fa quando, in aprile, nel polo di Savar oltre 1.100 lavoratori hanno perso la vita nel crollo del Rana Plaza, il palazzo di otto piani dove, nonostante i segni di cedimento strutturale segnalati il giorno precedente, manager senza scrupoli avevano obbligato gli operai ad andare al lavoro.

Quando smetteremo di indossare le maglie insanguinate?

Tre ragazzi e una donna arrestati per aver crocifisso una ragazza

antoinette-crocefissa-parigi-tuttacronaca

Antoinette secondo il suo ex ragazzo, due suoi amici e una donna (la madre dell’ex ragazzo,  Lise-Michelle Babin) doveva essere liberata da demonio e per questo motivo la ragazza è stata sequestrata, crocifissa e torturata. Quando gli agenti hanno trovato Antoinette in un appartamento a Grigny, un sobborgo di Parigi, la giovane era quasi in fin di vita. Il TgCom24 scrive che i quattro ragazzi hanno tenuto Antoinette legata al crocifisso a testa in giù su “un materasso posato a terra” e lasciata li per una settimana. Era il maggio 2011 e  gli “esorcisti” l’hanno lasciata lì senza cibo e solo un mix di olio e acqua per sopravvivere. Tutti i sequestratori sono originari delle Antille e da diversi mesi usavano l’appartamento come sala di preghiera. Ora tutti e quattro rischiano l’ergastolo, la sentenza dovrebbe arrivare venerdì.

Il governatore della Campania spiato? Trovato congegno nell’ufficio di Caldoro

stefano-caldoro-cimice-tuttacronacaGli addetti delle pulizie hanno scoperto un congegno predisposto per l’installazione di una “cimice” nell’ufficio distaccato del governatore della Campania, Stefano Caldoro, all’interno del Consiglio regionale a Napoli. Il dispositivo, risultato privo di microfono, si trovava in una stanza che Caldoro utilizza di rado e solo in occasione delle sedute del Consiglio regionale.

Italia bocciata dall’Ocse: l’istruzione nostrana si guadagna la maglia nera

studenti-ignoranti-tuttacronacaL’Ocse ha promosso un’indagine in 24 Paesi, realizzata in Italia dall’Isfol, sul livello dell’istruzione. Maglia nera? Agli italiani, ultimi per competenze alfabetiche, cioè le capacità linguistiche ed espressive fondamentali per vivere e lavorare ai giorni nostri, e penultimi in matematica. Il lato “positivo” è che si è ridotto il gap con gli altri Paesi tra quelli più industrializzati, ma sempre preoccupante resta la situazione. La scala di valutazione va da zero a 500. Per quello che riguarda le competenze alfabetiche, il punteggio medio degli adulti italiani è pari a 250, contro una media Ocse di 273. Controllando invece le competenze matematiche la media italiana è pari a 247 rispetto a 269 di quella Ocse. I punteggi sono riconducibili a sei diversi livelli di competenze con il terzo che viene considerato il minimo indispensabile per “vivere e lavorare nel XXI secolo”. E guardando alle competenze alfabetiche, ben il 27,9% non supera il primo livello, mentre solo il 29,8% degli adulti italiani si colloca dal terzo in poi (il 42,3% è al secondo). Spostandoci sul piano delle competenze matematiche la situazione migliora un po’, ma non molto: il 31,9% è al primo livello o al di sotto e appena il 28,9% è almeno pari al terzo (il 39% è al secondo). Sempre stando alle cifre diffuse dall’Isfol, “una delle situazioni più preoccupanti rimane quella dei Neet, cioè i giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni che non studiano e non lavorano. In termini di competenze alfabetiche il punteggio medio è pari a 242, cioè 8 punti sotto la media nazionale”. Il segnale di speranza però sembra esserci: “Si contrae lo scarto con la media Ocse relativamente alle competenze alfabetiche e si riscontra un miglioramento complessivo rispetto alle altre indagini svolte negli ultimi anni, mentre gran parte degli altri paesi rimane stabile”. Inoltre, aggiunge, “i dati mostrano anche una significativa riduzione del divario tra maschi e femmine”.

Scossa di terremoto nel Perugino alle 21:40

terremoto-umbria-tuttacronacaAlle ore 21.40 un terremoto di magnitudo 2.3 è stato registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel distretto sismico del Bacino di Gubbio. L’evento ha avuto ipocentro a una profondità di 5.8 km. L’epicentro è stato localizzato in provincia di Perugia, nelle vicinanze di Gubbio. Altri comuni nel raggio di 20 km dall’epicentro sono Cantiano, Costacacciaro, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo e Sigillo, tutti nel Perugino.

Da “re della dolcezza” all’amarezza della presunta evasione: Perfetti

Mega yacht AIR for charter-tuttacronaca

Augusto Perfetti ovvero il “re della dolcezza”, uno dei primi produttori mondiali di caramelle (Mentos, Chupa-Chups, Brooklyn sono solo alcuni dei suoi marchi più conosciuti)  è ora sotto il mirino dell’Agenzia delle entrate spagnola perché si ritiene che il megayacht “Air”, che batte bandiera delle Isole Vergini, e risulta intestato a una società registrata nell’isola di Man, un protettorato britannico considerato un paradiso fiscale, possa essere ricondotto proprio a Perfetti.  L’imbarcazione – 81 metri di lunghezza, 12 di larghezza, 7 camere e un base per l’elicottero, del valore di circa 100 milioni di euro – era ormeggiata nel porto turistico del Club del mar di Maiorca fin dall’inizio dell’estate. Ora si parlerebbe di una presunta evasione da circa 20 milioni di euro. Secondo quanto riportato da un quotidiano locale per tutta l’estate l’imbarcazione è stato noleggiato a un milione di dollari (736 mila euro) la settimana per varie crociere nel Mediterraneo, facendo base sull’isola spagnola.

  

Il naufragio a Lampedusa visto con gli occhi dei bambini

disegno-lampedusa-tuttacronacaLa tragedia del naufragio attraverso gli occhi dei bambini. E’ quello che appare nelle foto di Tullio M. Pugli, per l’agenzia Getty, che ha immortalato i disegni degli alunni della scuola elementare di Lampedusa. Al momento sono stati recuperati 232 cadaveri e si pensa che siano almeno altri cento quelli che il mare nasconde.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Americani violenti, 1 su 10 tra i 14 e 21 anni ha abusato di una ragazza

abuso-sessuale-tuttacronaca

E venne il giorno che l’America aprì gli occhi e si scoprì sull’orlo del default, in shutdown, con una disoccupazione elevata, con gli aumenti delle assicurazioni sanitarie che stanno falcidiando la classe media e con la violenta che dilaga. Da sogno a incubo? Un ragazzo su dieci in età compresa tra i 14 e i 21 anni ha commesso almeno una volta un abuso sessuale ai danni di una ragazza o di una donna. Questo è l’allarmante studio pubblicato su Jama Pediatrics.
“La violenza può essere perpetrata nei confronti di chiunque: un partner, un’amica o una persona che non si conosce”, ha spiegato Michele Ybarra, presidente del Center for Innovative Public Health Research, l’organizzazione non profit con sede in California che ha condotto lo studio.
“Riconoscere che quasi un giovane su dieci con meno di 21 anni ha compiuto una sorta di violenza sessuale – ha aggiunto – è un invito a fare di più, sia nelle scuole che in famiglia”.

 

Il Milan si prepara a rafforzare la difesa: a gennaio arriva Adil Rami

Adil-Rami-tuttacronacaSi sono giocate solo sette partite ma il Milan ha già dimostrato tutte le fragilità in difesa con 13 gol subiti, terza peggiore difesa insieme a Chievo e Sampdoria. Non si può giocare molto sull’alibi degli infortunati, visto che solo De Sciglio manca all’appello con Mexes (che però è stato sanzionato con 4 turni di squalifica) e Zapata. Svanito quindi l’ottimismo di Galliani che aveva detto che la squadra sarebbe stata all’altezza della lotta scudetto. Ma la difesa non si è dimostrata coerente con le aspettative e ora il campanello d’allarme è suonato con tutta la sua prepotenza. Proprio per colmare la lacuna della retroguardia a gennaio arriverà, in prestito e con diritto di riscatto fissato a 7 mln di euro, Adil Rami, difensore centrale francese di origine marocchine, di proprietà del Valencia. Attualmente il giocatore è fuori rosa nella sua squadra a causa di alcune affermazioni offensive che il giocatore avrebbe proferito nei confronti dell’allenatore Miroslav Djukic e anche del resto della squadra. Non certo il più facile dei caratteri quindi, soprattutto in uno spogliatoi dove sono già presenti Balotelli e Mexes, l’autore del pugno su Chiellini.

Alfano non è Badoglio, così la Mussolini lapida il segretario del Pdl!

alessandra-mussolini-tuttacronaca

La Mussolini, senatrice del Pdl, non ha mezze parole per il suo segretario e alla Zanzara i toni sono forti

“Alfano? Almeno Badoglio aveva una dignità, quando ho visto il foglietto sulle telecamere mi è bastato questo. Badoglio è meno mediocre della figura di Alfano”.

“Con lui il partito vale il due per cento – dice ancora la Mussolini – quanto può prendere? Grazie alla scelta di Alfano siamo alleati di Epifani, siamo in maggioranza con chi dice che questo governo si è spostato a sinistra. Ma io non l’ho votato”.

“Epifani – aggiunge la senatrice del Pdl – mi sembra abbia la bocca un po’ rifatta, il labbro superiore. Io? No,io non mi sono mai rifatta nulla”.

“La Biancofiore – sottolinea ancora la Mussolini – è stata licenziata dal governo perchè è berlusconiana, dovrebbe intervenire la Kyenge che si batte contro tutte le discriminazioni”.

Poi torna ad attaccare Alfano e i ministri Pdl: “Più che attaccati alla poltrona sono attaccati alla sinistra. Alfano sta facendo le liste di proscrizione per politici e giornalisti, ha chiesto la testa di Sallusti. Ha tradito alla siciliana, muto, in silenzio, con i foglietti con i nomi in bella vista per i giornalisti. Se non è ricatto questo! Noi eravamo con Berlusconi, lui non è entrato per spiegarci e convincerci. Era con Letta a fare il suo piano”.

Happy Birthday hot per il fidanzato di Mariah Carey!

mariah carey-tuttacronaca

Un messaggio inequivocabile quello lanciato su Twitter da Mariah Carey per festeggiare il fidanzato Nick Cannon… foto hot e un “ti sto aspettando!” che vale davvero un milione di auguri… anche se il regalo sembra che Mariah non l’ha fatto solo a Nick ma a molti fan che hanno potuto vedere una versione molto intima e hot della cantante.

 

Lo sfogo della Pascale: “Siamo angosciati, non sappiamo più cosa sia il sonno”

silvio-berlusconi-e-francesca-pascale-tuttacronacaFrancesca Pascale, fidanzata di Silvio Berlsuconi, ha scelto le pagine del settimanale Oggi per sfogarsi al termine della settimana in cui tanto si è parlato dell’ex premier tra tensioni interne al Pdl, voto sulla fiducia e Giunta. “Siamo angosciati, non sappiamo più cosa sia il sonno. Sta succedendo tutto insieme, tutto insieme. E non è giusto, comunque la si pensi su di lui”. Con riferimento alle ricostruzioni giornaliste, poi dice: “Qui si parla di falchi e colombe, e io in questo zoo sarei la iena”. E spiega: “Quando ho iniziato a vivere con lui ho trovato una situazione inaccettabile, ho fatto solo quello che andava fatto, un pò di pulizia. In molti hanno approfittato di lui”. La Pascale parla anche dell’assegno che Berlusconi deve a Veronica Lario, l’ex moglie: “In quale Paese un uomo viene condannato a pagare 3 milioni di euro al mese all’ex moglie e non c’è una rivolta d’opinione?”. Racconta ancora: “La gente non si spiega perché il presidente abbia scelto proprio me: era pieno di donne belle e si è preso me che non sono ‘sto granchè. La verità è che gli tengo testa, gli dico quello che penso, faccio un poco di ordine e a lui piace”. Ma racconta anche di spaccati della vita a casa del leader di Forza Italia, spiegando di essere alle prese con una vera e propria riorganizzazione della casa, improvvisando anche una spending rewiev: “Dovevo intervenire. Pagavano i fagiolini 80 euro al chilo. Le pare possibile? Arrivavano casse così di pesce, quando lo sanno tutti che il presidente non solo non lo mangia, ma prova fastidio anche solo per l’odore quando lo cucinano. Insomma, mancava una donna in casa”.

Mezzo metro tra maschi e femmine, i giovani e l’amore in Cina

cina-studenti-tuttacronaca

C’è mezzo metro tra maschi e femmine per evitare qualsiasi tipo di contatto che possa poi “togliere l’attenzione dai libri” e trasformarsi in amore giovanile. Nelle scuole delle città di Hangzhoue Wenzhou ragazzi e ragazze dovranno mantenere la distanza di “sicurezza” per sfuggire a possibili contatti. In queste scuole, come racconta la Bbc si fa anche educazione sessuale, ma dalla teoria alla pratica ci sarà “mezzo metro”. Ma la vicinanza non è vietata solo fra uomini e donne, ma anche tra appartenenti dello stesso sesso. . La misura del “mezzo metro” è stata sommersa di critiche. In molti l’hanno definita ”barbarica e oppressiva”. E c’è chi ha fatto notare che sarà difficile misurare il mezzo metro di distanza… diventeranno tutti ottimi geometri?

Redford salva i cavalli selvaggi, ora cavalcheranno liberi

cavalli-navajo-liberi-tuttacronaca

Ha vinto la sua battaglia Robert Redford e il gruppo di animalisti che ha sostenuto. Al centro della disputa c’era  la vita dei cavalli selvaggi delle riserve Navajo.  Il presidente della Nazione Navajo Ben Shelly voleva abbatterli, su pressione di molti appartenenti alla sua tribù che imputavano alle mandrie libere la distruzione del raccolto. Ben Shelly   sembra però che abbia cambiato idea e ora dopo un lavoro di mesi di mediazione i cavalli possono continuare a cavalcare liberi nelle riserve.

Fa lo spogliarello davanti ai carabinieri… e i compari si danno alla fuga!

carabinieriI carabinieri femano un’auto a Foligno, in provincia di Perugia, in una zona sicura ai margini della statale Flaminia nei pressi della frazione di San Giovanni Profiamma. Lui, un extracomunitario poco meno che 30enne, si lancia in uno striptease tenendo addosso solo gli slip. I militari, vedendo che il giovane inizia anche a innervosirsi, tentano di fermarlo. Ed è proprio allora che l’uomo e una ragazza che si trovavano con lui a bordo della vettura si danno alla fuga. L’extracomunitario è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale avendo di fatto impedito ai militari di compiere gli accertamenti del caso e di compilare i verbali relativi al controllo stradale. Ora la compagnia di Foligno stanno tentando di individuare i fuggitivi e, soprattutto, chiarire i motivi della fuga.

Bandite le sigarette al mentolo. E le e-cig?

fumo-cigaretta-tuttacronaca

Rivoluzione nel mondo della sigaretta in Europa. Immagini shock sui pacchetti sulle sigarette “bionde” che arriveranno a coprire il 65% della superficie del pacchetto, limitazioni alla pubblicità delle sigarette elettroniche e il divieto di vendita delle sigarette al mentolo o aromatizzate. Il divieto su tutto il territorio comunitario dovrebbe scattare nel 2022, ma qualcuno ha già levato gli scudi: tra questi c’è anche Angela Harbutt, rappresentante di un gruppo di fumatori che ha spiegato come «i consumatori avranno sentimenti contrastanti. Siamo contenti che alcuni prodotti siano stati graziati, ma molti sono arrabbiati per le limitazioni su dei prodotti che per anni sono stati molto popolari. La proibizione non funziona e tutti quei prodotti messi al bando di certo saranno presto disponibili sul mercato nero.».

Dibattito accesso anche su l’e-cig dove diversi sostenitori avrebbero chiesto per questi prodotti la stessa regolamentazione di cerotti e gomme da masticare in sostituzione della nicotina, ma questa ipotesi è stata scartata dal parlamentari.

Nonostante questo, in molti si sarebbero schierati a favore della sigaretta elettronica, considerata un ottimo sostitutivo del tradizionale tabacco quando si vuole smettere di fumare. «Le sigarette elettroniche possono gare la differenza – ha detto in aula il deputato liberaldemocratico Chris Davies – Centinaia di ex fumatori mi hanno scritto per dirmi che le sigarette elettroniche li hanno aiutati a smettere di fumare quando nient’altro aveva funzionato. Funzionano perché non sono medicinali, ma prodotti che forniscono ai fumatori un’alternativa alle sigarette. Ogni anno 700.000 persone in tutta Europa muoiono a causa di patologie legate al fumo: non dovremmo fare nulla che possa ostacolare la diffusione delle sigarette elettroniche».

Anche il deputato conservatore Martin Callanan ha dichiarato che «togliere le sigarette elettroniche dagli scaffali sarebbe una follia», perché si sono rivelate risolutive per molte persone intenzionate ad abbandonare il vizio del fumo. Callanan ha sottolineato come molti produttori di sigarette elettroniche non riuscirebbero a sopravvivere in presenza di una regolamentazione più rigida, il che si tradurrebbe anche nella perdita di migliaia di posti di lavoro.

Il politically correct ha raggiunto anche gli scout: niente più “Dio” nel giuramento

boyscout-atei-tuttacronacaAnche le storie centenarie possono cambiare. Ed è quello che è accaduto la scorsa estate in Inghilterra. Da quanto Sir Baden-Powell fondò gli scout, intere generazioni hanno recitato la formula “To serve my Queen and love my God”: servire la regina e amare Dio. Ora però il giuramento cambia: l’educatore inglese mirava infatti a formare buoni cittadini e buoni cristiani attraverso lo scoutismo, un proposito questo che, visto il clima culturale di cristianofobia attuale non è più accettabile. Questo almeno nel pensiero della dirigente femminile del movimento, Gill Slocombe. Da qui la decisione di rimuovere il riferimento a Dio dal giuramento. Quello che resta è il servire la regina. E se in molti strizzano gli occhi al politicamente corretto, c’è anche chi fa notare che il cristianesimo resta comunque uno dei pilastri della Nazione. Come riportava anche il Sussidiario, “Si potrebbe commentare che l’identità nasce infatti dal riconoscimento di radici, esperienze, sensibilità ed interessi comuni. Ebbene nulla meglio del cristianesimo può esprimere tutto questo per gli inglesi, e non solo per loro. Ciò senza affatto discriminare mussulmani, induisti, sikh e così via. Quello che i cristianofobi vogliono ottenere è l’annullamento di questa identità.” Quello che propone la Slocombe è sostituire “amare Dio” con “prometto di non tradire me stesso e di sviluppare le mie credenze”. Lo sguardo degli scout, quindi, passa dall’esteriore all’interiore, bandito un rapporto con l’Altro, si promette fedeltà a se stessi e si mira a uno sviluppo personale. Estremamente significativo: non più un rapporto di relazione, un amore a un Altro, ma una fedeltà a se stessi, uno sviluppo di sé. Da parte loro, le ‘girl guide’ hanno eliminato oltre alla parola ‘Dio’ anche ‘patria’. Era uno dei più grandi intellettuali cattolici inglesi del ‘900, Hilaire Belloc, a scrivere nel suo Saggio sull’indole dell’Inghilterra contemporanea: “Quando gli uomini abbandonano l’adorazione di Dio e dei santi cominciano ad adorare se stessi. L’Io si presta ottimamente a questo culto perchè il proprio Io è un modello di perfezione e soprattutto non è possibile metterne in dubbio l’esistenza. Il culto di noi stessi ha il grande vantaggio di essere culto di qualche cosa che certamente esiste, la cui presenza è certa, a portata di mano e, per noi, oggetto di sconfinata ammirazione. Ma adorare, per la natura stessa dell’atto, significa pagare un tributo, che deve necassariamente rivolgersi a un oggetto esterno. Il culto di noi stessi non può dunque attuarsi che in una forma riflessa. La forma più corrente di questo culto è quella che ha per suo oggetto l’umanità. Dal culto dell’umanità ci vengono religioni come quella del Socialismo, della Fratellanza Universale, del Credo della Bontà Universale e simili.”

Inps batte cassa con i pensionati… anche a distanza di decenni

pensionati-inps-rimborsi-tuttacronaca

Pensionati bersagliati dalle richieste dell’Inps che chiede rimborsi ai cittadini poiché erroneamente l’ente in passato ha erogato somme non spettanti. Così alcuni anziani si sono visti recapitare il conto di 38 mila euro per una reversibilità errata, 10 mila per una quota pensione stimata superiore al dovuto, 6 mila per un errore del 1980, 4.800 euro per una pensione di invalidità civile considerata “non spettante”. Questi naturalmente sono solo pochi esempi in un caos generalizzato dove oltre 1000 pensionati nell’ultimo anno si sono rivolti spaventati e terrorizzati dalle richieste al patronato Uil per chiedere spiegazioni e sostegno legale. Molte richieste avvengono ormai con ritardi superiori ai 10 anni previsti per  legge e/o con motivazioni non sempre definite. Una situazione paradossale che si sta ripercuotendo a Roma, in maniera massiccia che si sta allargando anche in altre città dove l’Inps continua a inviare raccomandate con richieste davvero “insolite”.

Maglietta shock… American Apparel punta sulla donna

petra_collins-tuttacronaca

Una maglietta shock che vorrebbe mettere al centro dell’attenzione la donna nella sua parte più intima, ma il cui gusto non convince fino in fondo: peli pubici, ciclo mestruale e masturbazione femminile. L’ultima provocazione creata per American Apparel dall’artista e fotografa canadese, la 22enne, Petra Collins vorrebbe essere la summa di tutti i tabù che ruotano intorno al sesso femminile, ma forse, secondo alcuni, finisce per essere una caricatura di se stessa. Sicuramente rompe con quell’immagine di “donna Barilla” e arriva in un momento in cui la pubblicità di molti marchi è sotto accusa proprio per aver relegato la donna a mero oggetto sessuale o a mamma rassicurante in un mulino che offre come massima aspirazione la vita domestica.

Ma la maglia non riesce ad avere la stessa forza dirompente che si può leggere nei “monologhi della vagina”, sembra una piatta nomenclatura dell’organo femminile e non trova sulla maglia il protagonismo e lo spazio di cui avrebbe bisogno. Molto meglio andare sul classico e godersi “la nascita del mondo” di Coubert in attesa della prossima provocazione di American Apparel

 

Cervello “bollito” di 4mila anni fa è stato ritrovato in perfetto stato

cervello bollito 4000 anni turchia-tuttacronaca

E’ stato trovato in perfette condizioni il cervello di 4mila anni fa che accidentalmente è stato bollito da un incendio a Kutahya, nell’Anatolia Occidentale, in Turchia. L’organo umano apparteneva a un uomo che è stato sepolto da un terremoto e bruciato da un incendio così che fu eliminato l’ossigeno che circondava il corpo e si provocò una “bollitura” del cervello all’interno del cranio.

L’organo è stato trovato da un’équipe di archeologi in un insediamento  che risale all’Età del Bronzo. Anche la ricchezza del terreno di questo insediamento, con un’alta concentrazione di magnesio, potassio e alluminio, ha contribuito alla conservazione del cervello.

Adesso lo studio del cervello di Kuthaya potrebbe dare, secondo gli esperti, indicazioni preziose nella ricerca su condizioni patologiche come tumori e emorragie, o sulle malattia degenerative.

Si è tolto la vita Gabriele Scalfarotto, presidente di AGedO e padre di Ivan

gabriele-scalfarotto-tuttacronaca-agedoAveva sempre mostrato di essere un combattente Gabriele Scalfarotto, padre dell’onorevole del Pd Ivan Scalfarotto, fondatore dell’AGEDO (Associazione genitori, parenti e amici di omosessuali) e, in precedenza, presidente provinciale dell’AVIS. L’uomo, come riporta il Mattino di Foggia, si è tolto la vita nella sua abitazione, tra Zapponeta e Manfredonia, in Puglia. Non si conoscono le ragioni del gesto, anche se sembra che soffrisse di crisi depressive. Sul letto, accanto al suo corpo, è stato rinvenuto un biglietto con un messaggio ai figli. Stando alle prime notizie sembra che si sia tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla testa nella sua villa tra Zapponeta e Mandredonia.

Slogan shock degli Skineads veneti su Lampedusa

ultras-venezia-tuttacronaca

Perquisizioni tra i tifosi del Venezia e la Digos ha trovato anche uno striscione con una scritta shock «Dopo Lampedusa? A casa tua!» firmato ‘Fronte Veneto Skineads’. Secondo gli investigatori lo striscione era destinato ad essere esposto in qualche manifestazione sportiva. Oltre lo striscione sono stati sequestrati anche coltelli, materiale di propaganda nazista, machete con lame affilate, un tirapugni.

E’ la fine di un incubo? 25 arresti per la gang dei latinos a Milano

ms13-milano-arresti-tuttacronaca

Forse è la fine di un incubo. Le 18 ordinanze di custodia cautelare emesse tra il tribunale ordinario e le 7 emesse invece dal tribunale dei minori sembrano aver dato un duro colpo alla banda di latinos conosciuta con il nome “Ms 13”, cioè Mara Salvatrucha. Temuti perché aggredivano con machete, organizzavano vere e proprie spedizioni punitive verso le altre gang, e tenevano la contabilità su un’agendina ritrovata a casa del nuovo capo della Mara Salvatrucha, Josuè Gerardo Isaac Flores Soto, 25 anni, detto ‘Kamikaze’. Piccole cifre, di anche meno di 100 euro, ma che rappresentavano un vitalizio a cui nessuno osava sottrarsi, per paura delle terribili ritorsioni garantite dall’ ideologia punitiva che pervadeva il gruppo (la cosiddetta ‘luce verdè ordinata dal capo). E c’è anche un inno che gira su internet che esalta le azioni dei membri contro le altre bande e onora i compagni finiti in carcere: «La Mara Salvatrucha…sta stupendo…soldati di Perù e Ecuador…sta arruolando…Chavalas ammazzando…l’Italia invadendo…con intelligenza ci stiamo espandendo…». Il luogo di ritrovo della Ms13 erano i giardinetti, che venivano ‘marchiatì con dei tag sui muri come «loro territorio» ma che variavano spesso, mentre gli affiliati venivano dall’hinterland e da altre province della Lombardia. Per entrare nella banda c’era un codice. L’iniziazione per i ragazzi era di resistere a 13 secondi di pestaggio di gruppo, per le ragazze c’era invece lo stupro collettivo. La loro regola era non pensare e obbedire incondizionatamente al capo.  La loro specialità erano tentati omicidi, furti, contrabbando e spaccio di droga, commercio di armi al mercato nero.

A casa dello scrittore scomparso Beppe Fenoglio rinvenute le armi di Milton

fenoglio-armi-tuttacronaca“…Uno di quelli alzò gli occhi e disse con una imprevedibile voce di falsetto: – To’, un badogliano. Questi son signori. Guardate, guardate come sono armati ed equipaggiati questi cristi.
– Guarda anche come sono infangato, – gli disse Milton tranquillo.
– Ecco, quella è la carabina americana famosa, – disse un secondo.
E un terzo, con tanta ammirazione che non lasciava più posto all’invidia: – E quella è la Colt. Prendete la foto alla Colt. Non è una pistola, è un cannoncino. E’ più grossa della Llama di Hombre. E’ vero che spara i medesimi colpi del Thompson?…”

Beppe Fenoglio descriveva così, nel suo romanzo “Una questione privata”, due armi che ora sono state ritrovate nella sua abitazione di Alba, in Piemonte, nel fondo di un armadio, Si tratta di una carabina M1 calibro 30 e una pistola Colt 45 automatica. Le stesse che imbraccia Milton, il protagonista del libro. A darne l’annuncio la figlia Margherita, che ha anche spiegato che, terminate  le pratiche burocratiche, verranno donate al centro studi dedicato allo scrittore. “Le armi sono state trovate durante il riordino della casa di mia madre Luciana, che è morta nel novembre scorso. Le ho trovate in un armadio, tra vecchie coperte e lenzuola: erano avvolte in un fagotto azzurro e quando le ho viste mi sono emozionata moltissimo. E’ incredibile che questo sia avvenuto nel cinquantesimo anniversario della scomparsa di mio padre”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Messaggio e polemica. Contro Napolitano il M5S

napolitano-m5s-tuttacronaca

La lettura al Senato del messaggio inviato dal Presidente della Repubblica alle camere non è passato in maniera indolore. Immediatamente dai banchi del M5S, Manlio Di Stefano ha commentato duramente:

“Napolitano – scrive il deputato M5s su Facebook – interviene a gamba tesa sulla vita del Parlamento. Chi avrà da salvare? Siamo alle barzellette. Questo governo e questo Presidente della Repubblica non agiscono mai sulle cause, sempre sulle conseguenze e sempre in malafede”.

La risposta di Napolitano non si è fatta attendere: “Quelli che, come i grillini -dice alzando il tono della voce – mi accusano di volere un’amnistia pro-Berlusconi sono persone “che fanno pensare a una sola cosa, hanno un pensiero fisso e se ne fregano dei problemi della gente e del Paese. E non sanno quale tragedia sia quelle carceri. Non ho altro da aggiungere”.

Intanto il Pdl applaude e spera nell’indulto per il Cavaliere e Pd frena ed esclude provvedimenti di clemenza per il reato di Berlusconi:  “Amnistia e indulto possono arrivare solo al culmine di un percorso che prevede misure strutturali che incidano definitivamente sul problema del sovraffollamento carcerario e concretizzino la funzione rieducativa della pena”, dice Danilo Leva, responsabile giustizia del Partito Democratico.

Il video del bambino che si fa lavare i denti dal gamberetto!

gamberetto-denti-tuttacronaca

Sembrerebbe quasi incredibile la storia di Russell Laman, 13enne di  Lexington in Massachusetts che in immersione insieme al padre a Bali, in Indonesia, è stato avvicinato da alcuni gamberetti “spazzolino” o meglio conosciuti come gamberetti pulitori.  Questo particolare tipo di gamberetti solitamente si attaccano proprio ai pesci per nutrirsi dei parassiti della loro pelle. Come si vede nello scatto il gamberetto non esita a entrargli nella cavità orale per fare lo stesso con carie e tartaro. A detta degli zoologi ciò che è successo a Russel è più unico che raro, in quanto gli stessi gamberetti pulitori non sono soliti avvicinarsi ad altre forme di vita, esseri umani in particolare.

Il ragazzo però ha 7 anni di esperienza d’immersione e ha subito riconosciuto questi particolari esemplari di gamberetto e si è comportato esattamente come fanno i pesci:  è riuscito a restare in apnea per ben 40 secondi ad una profondità di 23 metri. Il gamberetto poi, dopo aver utilizzato le sue lunghe antenne per pulire i denti, è uscito dalla bocca di Russell.

 

Verso il Mondiale: Conte stizzito con Prandelli, Benitez si tutela

conte-juventus-tuttacronacaAntonio Conte e Rafa Benitez, due ct che devono fare i conti con le Nazionali, soprattutto con quella Italiana, già qualificata per i prossimi Mondiali, che pesca a man bassa dalle due squadre che sono alla rinconrsa della Roma per quel che riguarda il Campionato e, soprattutto, si giocano la possiblità di superare il girone della Champions. Ecco perchè, soprattutto dopo la dichiarazione di Prandelli che aveva detto: “Gestire Pirlo è compito soprattutto del suo allenatore. Certo, dal mio punto di vista, considerata la qualificazione ottenuta, avremo un occhio di riguardo per quei giocatori che hanno dato tanto e che hanno tantissimi impegni”, in casa bianconera non hanno gradito le convocazioni in massa. Convocati in maglia azzurra quindi per Buffon, Bonucci, Chiellini, Marchisio e, quella che forse stupisce maggiormente, Pirlo. Quello che preoccupa Conte sono spostamenti e relativo stress per i giocatori. Il ct bianconero è comunque riuscito a risparmiare Barzagli, alle prese con una fastidiosa tendinopatia.

Da parte sua il Napoli ha effettuato una mossa preventiva, con Benitez che ha chiesto e ottenuto di esentare Higuain, Albiol, Zuniga e Hamsik dalle convocazioni, per piccoli probleimi fisici; in più Maggio, che sta guarendo dall’infortunio e potrebbe tornare a disposizione la prossima settimana. I giocatori partiti sono in tutto dieci. Behrami, Inler e Dzemaili saranno impegnati con la Svizzera e rientreranno a Napoli già domenica, giocando solo la prima delle due partite di qualificazione. Per quel che riguarda invece Pandev, Reina, Armero, Mertens, Fernandez, Insigne e il giovane Radosevic si presume che verranno impegnati in due match e il rientro è previsto per mercoledì mattina; e comunque in questi giorni il lavoro di diplomazia (e di buonsenso) fra il club e le Nazionali continua, onde evitare supplementi di fatica. Anche perchè, quella stessa settimana, la sfida è di quelle che si attende con ansia: contro l’inarrestabile Roma.

Striscia con i velini fa flop, via la Raffaele e torna Chiambretti

virginia-raffaele-michelle-hunziker-e-piero-chiambretti-tuttacronaca

La rivoluzione a Striscia è finita e Antonio Ricci corre ai ripari dopo il flop delle ultime puntate. Via i velini e di nuovo le ragazze a ballare seminude sul banco del Tg satirico, ma a dare l’addio sarà anche Virginia Raffaele che lascerà il posto a Piero Chiambretti. Insomma si torna a quel criticato passato perché il futuro sperato era una mera chimera.

 

Marinaio accusato di violenza su minore

marineria-ottobre-tuttacronaca

In occasione della Festa della Marineria, conclusasi domenica scorsa a La Spezia, un marinaio della Marina militare di 34 anni di stanza su una delle Tall Ship avrebbe conosciuto in una birreria una ragazza 17enne e, secondo il racconto della giovane, avrebbe abusato di lei. La ragazza ha raccontato di essere stata aggredita dal marinaio e gli esami ospedalieri confermerebbero la sua versione. Il marinaio interrogato avrebbe ammesso di aver conosciuto la giovane, ma ha negato la violenza.

 

Il maltempo miete vittime: sale a tre il numero dei morti

morti-nubifragio-tuttacronacaIl maltempo si è abbattuto sull’Italia centromeridionale e la sua furia ha provocato la morte di tre persone, mentre due risultano ancora disperse. Oltre ad aver perso la vita la 30enne Rossella Pignalosa, scomparsa mentre si trovava in auto lunedì sera, in provincia di Latina questa mattina un bracciante agricolo di nazionalità indiana è stato folgorato da un fulmine. L’uomo si trovava nelle serre di un’azienda agricola di Borgo Santa Maria quando il fulmine si è abbattuto sulla campagna, attorno alle 10. In mattinata è stato rinvenuto anche il cadavere di un disperso, un 32enne di Montescagliano, in provincia di Matera. La vittima del nubrifagio si trovava a Ginosa Marina, in provincia di Taranto, dove lavorava. Sono state invece interrotte le ricerche, che riprenderanno domani mattina, di una coppia di coniugi anche loro dispersi nella zona di Ginosa. Trentenni, sono i guardiani di un cappannone e s’ipotizza si trovassero a bordo della loro vettura quando l’acqua li ha travolti: i soccorritori hanno trovato l’auto, ma non c’erano corpi all’interno. Nel frattempo il sindaco di Ginosa, Vito De Palma, ha disposto con ordinanza la chiusura delle scuole di Ginosa e Marina di Ginosa e di tutte le strutture che offrono servizi socio-educativi e riabilitativi a minori e disabili, a seguito dei danni dovuti al maltempo. A Marina di Ginosa, inoltre, è stato disposto lo sgombero delle abitazioni di Contrada Marinella: una precauzione presa a causa dell’eccessivo innalzamento del livello del Fiume Bradano. E mentre la Prefettura di Taranto ha attivato l’unità di crisi per coordinare gli interventi sul versante occidentale della provincia, nella zona di Ginosa sono interrotte le principali arterie viarie e vengono segnalati danni ad abitazioni e a strutture pubbliche. E’ crollato il muro di contenimento che cinge il palazzetto dello sport e ha ceduto una porzione di sede stradale facendo ribaltare un camion e sradicando un albero e un palo della pubblica illuminazione. I residenti della zona hanno detto di aver avvertito un boato prima del crollo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Caso Ragusa: il nuovo testimone è un Vigile del Fuoco

roberta-ragusa-testimone-tuttacronaca

I carabinieri volevano vederci chiaro sul nuovo testimone che è entrato dopo 20 mesi di silenzio all’interno del caso della scomparsa di Roberta Ragusa. Così si sono presentati sul posto di lavoro: nella caserma dove il Vigile del Fuoco presta servizio, ma oggi non era in turno. Gli investigatori vogliono mantenere il massimo riserbo e hanno solo dichiarato ”Abbiamo chiesto solo alcune precisazioni”.

Quello che gli inquirenti vogliono capire è come mai il Vigile, che vive a Gello, si è confidato solo con qualche conoscente. Questo tipo di condotta, stando alle indiscrezioni, gli avrebbe creato qualche grattacapo anche sotto il profilo professionale e al pompiere sarebbe già stato chiesto di chiarire i motivi della sua mancata presentazione spontanea agli inquirenti.

 

Tempo di crisi e tornano i “pacchi” napoletani

pacco-napoletano-tuttacronaca

Una vecchia truffa, ma purtroppo i turisti che non hanno visto tutti i film di Totò o di Nanni Loy e non tutti hanno letto i fiumi di cronaca sui pacchi napoletani, così sono ancora molti coloro che “abboccano” nel tranello.

Che cosa è un “pacco”?

Un oggetto che è perfettamente uguale all’originale all’esterno, ma che non è mai funzionante o commestibile. Ad esempio un pacco classico solo le bottiglie di liquore esclusivo vendute con la scusa di un guasto al camion o di un imprevisto dell’ultimo momento. In realtà tali bottiglie contengono acqua, nel migliore dei casi. Oppure si tratta di televisori, computer, radio per l’auto, alimenti ricercati, la cui confezione è perfetta nei dettagli, ma non contengono ciò che promettono. Un pacco per l’appunto!

Nell’epoca 2.0 naturalmente il “pacco” si fa tecnologico e diventa uno smartphone di ultima generazione, il prezzo è ottimo e i due turisti lo acquistano. Consegnano quindi i soldi all’uomo che se ne va in moto. Il filmato pubblicato da “Il Mattino” mostra appunto il pacco a un turista a Napoli.

Come tutelarsi?

Il peso quasi sempre corrisponde, perché di solito viene inserita una pietra o un peso che lo renda “credibile”, ma di solito il campanello d’allarme dovrebbe arrivare dal prezzo… se troppo basso quasi sicuramente si tratta di un pacco.

A Padova cittadini infreddoliti nelle loro abitazioni: via libera al riscaldamento

freddo-riscaldamento-tuttacronacaItalia nella morsa del maltempo e temperature che sono precipitate improvvisamente. Il freddo che ha avvinghiato la città di Padova ha fatto sì che l’amministrazione decidesse di anticipare il via libera al riscaldamento in case private e appartamenti. Se nel Comune il 15 ottobre è la data fissata per l’accensione degli impianti termini nei palazzi, che vengono poi spenti il 15 aprile, quest’anno si è pensato di anticiparla: da oggi è infatti possibile riscaldare la propria abitazione, ma solo per sette ore al giorno. Come spiega l’assessore all’Ambiente Marina Mancin: “Abbiamo deciso di anticipare il permesso di accendere i termosifoni, ma solo per sette ore al giorno e non per 14, come avviene di norma. Da metà ottobre invece gli impianti termici potranno funzionare a pieno regime”. Come riporta il Mattino, sono però in arrivo limitazioni “anche sul fronte delle temperature: secondo il regolamento del Comune l’aria all’interno delle singole unità immobiliari non può superare i 20 gradi centigradi ma, se verrà approvata la proposta di Marina Mancin, che ora deve sottoporla agli altri sindaci della cintura, insieme alle limitazioni per le auto non catalizzate ci sarà anche quella per gli impianti di riscaldamento, che dovranno fermarsi a 19 gradi.”

Continua il calvario di Ingroia? Ora è indagato

antonio-ingroia-indagato-violazione-segreto-istruttorio-tuttacronaca

Antonio Ingroia dopo la sconfitta politica, dopo le dimissioni dalla magistratura, dopo l’impossibilità di fare l’avvocato nel processo Stato-mafia, ora si trova indagato dalla Procura di Caltanissetta  per il reato di violazione del segreto istruttorio. L’indagine è nata, nei mesi scorsi, dal legale Rosalba Di Gregorio, l’avvocato di Bernardo Provenzano dopo l’interrogatorio del boss da parte dell’ex pm.

Il Messaggero riporta:

Nell’esposto Di Gregorio faceva presente che l’articolo pubblicato sul «Fatto quotidiano» sull’interrogatorio di Provenzano, condotto da Ingroia, era stato pubblicato il 5 giugno e che solo dopo due giorni il contenuto del colloquio investigativo era stato trascritto. Una circostanza che faceva dedurre al legale che solo chi aveva fatto l’interrogatorio era in grado di dare la notizia. La tesi, secondo il difensore, sarebbe stata avvalorata dal fatto che nel pezzo erano riportate impressioni sullo stato di salute di Provenzano dei magistrati. L’esposto, presentato dall’avvocato, venne firmato dai figli del boss Angelo e Francesco Paolo. Nei giorni scorsi i magistrati di Caltanissetta hanno sentito sulla vicenda la giornalista Sandra Rizza, autrice dell’articolo.

 

Primo campionato mondiale di cercatori di funghi: vince un esemplare di 1.266 gr

campionato-mondiale-funchi-tuttacronacaA Cerreto Laghi, in provincia di Reggio Emilia, si è svolto il Primo Campionato Mondiale dei Cercatori di funghi il 5 e il 6 ottobre scorsi. A raccogliere il fungo più grosso sull’Appennino Emiliano è stato Franco Chiarabini: la sua preda pesa ben 1 chilo e 266 grammi. Più piccolo di poco l’esemplare trovato da Costantino Cardinali, il secondo classificato: 1 chilo e 263 grammi. All’inedita gara hanno preso parte 103 cercatori giunti da tutta Italia ma non solo, anche dalla Svizzera e dalla Francia sono arrivate persone che hanno risposto all’invito del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e la cooperativa I Briganti di Cerreto. I cercatori potevano scegleire tra due diverse competizioni: la gara tradizionale, che prevedeva due ore di tempo per raccogliere funghi fino a tre chilogrammi; vincitore chi raggiunge il peso massimo nel minor tempo, oppure chi raccoglie più funghi, oppure la Combinata Appenninica che prevedeva la raccolta di funghi contemporaneamente di rifiuti. Questi i vincitori:

RACCOLTA FUNGHI

1° Franco Chiarabini – pett. n. 63 – kg 1,266
2° Costantino Cardinali – pett. n. 50 – kg 1,2623
3° Matteo Costoli – pett. n. 86 – kg 0,9744

COMBINATA APPENNINICA 
1° Alberto Rozzi – pett. n. 83 – kg 9.587
2° Marco Montanari. – pett. n. 8 – kg 7,864
3° Monica Mellon – pett. n. 48 kg 4,033

FUNGO PIU’ BELLO
1° Matteo Pietrelli – pett. n 5
2° Giorgio Fontanelli – pett. n 96
3° Giovanna Zavariesi – pett. n. 78

FUNGO PIU’ PESANTE
1 Alessandro Nigro – pett. n 35. – 610 gr.
2 Franco Chiarebini – pett. n. 63 – 440 gr.
3 Montanari Cristian – pett. n. 19 – 434 gr.

CRONOFUNGO 2013
A questa sfida hanno partecipato solo i giornalisti accreditati al 1° CAMPIONATO MONDIALE DEL FUNGO:

1° Patrizia Malatto (Tavola d’Autore)
2° Paolo Squillaciotti (fotografo)
3° Exequo Emanuela Rosi (La Nazione) – Andrea Ferraretto (La Stampa)

FOTOFUNGO 2013
1° Marco Montanari
2° Renato Farina
3° Arianna Rossi

La protesta dei Vigili che inondano la polizia di schiuma

vigili del fuoco-tuttacronaca

I Vigili del Fuoco a Bruxelles, in Belgio, hanno protestato per il taglio sui loro benefit assicurativi e contro il blocco delle assunzioni davanti al palazzo del Governo. Dopo aver bloccato le strade con le autopompe e aver dato fuoco ai copertoni, quando è intervenuta la polizia per cercare di riportare l’ordine nelle strade i Vigili hanno inondato i poliziotti di acqua e schiuma antincendio.

Bova smentisce le voci sulla sua presunta omosessualità: “Mi piacciono le donne”

raoul-bova-tuttacronacaRaoul Bova ha i riflettori del gossip puntati su di lui in quest’ultimo periodo, per la separazione dalla moglie Chiara Giordano e per le voci sulla sua presunta omosessualità. Il 44enne attore romano, che a dicembre ritroveremo sugli schermi cinematografici in Indovina chi viene a Natale di Fausto Brizzi, ha rilasciato una lunga intervista a Vanity Fair. “Se io sono un personaggio pubblico e conosco le regole del gioco, i miei figli non hanno fatto nulla per meritarsi questo trattamento. L’assedio dei fotografi li spaventa. Poi c’è la scuola: i compagni a casa hanno genitori che leggono, ascoltano, e a tavola commentano queste cose, e i figli le sentono, e tornando a scuola le ripetono, con la cattiveria che possono avere i bambini: tuo padre sta male, tuo padre è un ladro, tuo padre divorzia, tuo padre è gay. Se mi vedo costretto a parlare, è per proteggere loro”. Ha raccontato alla rivista che uscirà in edicola mercoledì 9 ottobre. Per quel che riguarda il suo matrimonio, durato 13 anni, spiega: “Chiara e io nel tempo siamo molto cambiati. Il cambiamento a volte unisce e a volte no. Noi due, purtroppo, non ci siamo più capiti… Allora è iniziato un periodo molto lungo – quasi tre anni ormai – in cui ci siamo parlati, ci siamo confrontati”. E continua: “Abbiamo provato in tutti i modi a risolverli, quei problemi, ma purtroppo non è bastato. E alla fine abbiamo deciso di comune accordo, con grandissimo dolore e con grandissima civiltà, di prendere strade diverse. Lo abbiamo fatto perché crediamo troppo al valore della famiglia per tenerla in piedi a qualunque costo, come facciata, senza onestà. E’ un atto non dico di amore, ma di rispetto per l’amore che c’è stato tra di noi”. Dopo di che ha smentito la sua presunta omosessualità, sottolineando che se fosse gay non avrebbe alcun problema a farlo sapere: “Lo dico apertamente, mi piacciono le donne. Se fossi omosessuale, credo che non avrei nessun problema a riconoscerlo. O forse non lo direi: perché questo obbligo di dichiararsi, di giustificarsi? Nessuno va in giro a dire: piacere, sono etero. Più di metà dei miei amici sono gay. Persone con cui sono cresciuto e andato a scuola, con cui lavoro. E’ per loro, soprattutto, che mi fa ribrezzo questo modo razzista e retrogrado di usare l’etichetta di omosessuale come una macchia inconfessabile, come una peste”.

La Cri ospita una famiglia a Chioggia e la figlia lancia l’appello

famiglia-vive-in-auto-tuttacronaca

Una famiglia abita in auto, Fiat Punto, da lunedì della scorsa settimana, è una delle tante famiglie stroncate dalla crisi e che ora verrà ospitata almeno per 10 giorni, in attesa di una soluzione migliore in una stanza nella sede della Cri di Chioggia. Arriva anche l’appello della figlia 24enne maggiore della coppia, M.P. chiede:

«Ringraziamo la Croce Rossa per questa possibilità che ci è stata data e tutti quelli che si stanno attivando per noi» e ha aggiunto «Io ho lavorato in vari ambiti, dalla segreteria al settore turismo, e mia madre è un’ottima sarta. Mio papà è esperto nell’edilizia e ha fatto per anni il carpentiere. Chiunque ci possa aiutare a trovare un lavoro, anche solo come lavapiatti o addetti alle pulizie, noi siamo assolutamente disponibili. Faremmo qualsiasi cosa per uscire da questa situazione».

Le sbarre bollenti: il messaggio del Presidente alle Camere

sbarre-tuttacronaca-bollenti-napolitano

Ecco il messaggio di Giorgio Napolitano alle Camere:

“l’affollamento delle carceri è una questione scottante… una situazione drammatica da affrontare in tempi stretti”, bisogna quindi “porre la massima determinazione e concretezza” per la risoluzione del problema, si apre così il messaggio di Napolitano alle Camere  sulla questione carceri.

In un altro passaggio fondamentale il Capo dello Stato Giorgio Napolitano sottolinea tra l’altro la “perdurante incapacità del nostro Stato nel garantire i diritti dei detenuti in attesa di giudizio e in esecuzione di pena” e poi sottolinea “ho dovuto mettere in evidenza come la decisione della Corte di Strasburgo rappresenta la mortificante conferma della perdurante incapacità del sistema italiano di garantire i diritti elementari e la sollecitazione pressante ad imboccare una strada efficace”.

Un “abisso separa la realtà carceraria di oggi dai principi posti dall’articolo 27 della costituzione”. E’ la denuncia del Capo dello stato Giorgio Napolitano nel messaggio e ribadisce che “L’Italia viene a porsi in una condizione umiliante sul piano internazionale”inoltre il Capo dello stato richiama anche l’attenzione su “la stringente necessità di cambiare profondamente le carceri in Italia non solo come imperativo giuridico e politico, bensì come imperativo morale.  Le istituzioni non devono scivolare nell’indifferenza convivendo con una realtà di degrado civile e sofferenza umana”

E rilancia l’idea di un intervento radicale “ritengo necessario intervenire nell’immediato con il ricorso a rimedi straordinari” come l’indulto e l’amnistia.

Felice Evacuo e il videomessaggio di scuse

felice-evacuo-videomessaggio-tuttacronaca

La scorsa domenica il capitano del Benevento, il 31enne Felice Evacuo, al termine di un incontro con la Nocerina, si era recato presso la curva avversaria, per salutare i suoi ex supporters. I beneventani non hanno però gradito il gesto e, immediatamente, è scattata la richiesta che il suo contratto venisse rescisso. Ora il calciatore ha diramato un video nel quale si dice “dispiaciuto per aver creato un problema alla società, ai tifosi e ai miei compagni di squadra”. Il giocatore spiega quindi come si sono svolti i fatti, spiegando che non aveva intenzione di offendere nessuno. I tifosi torneranno a invocare il suo nome dagli spalti?

Fermiamo la distruzione al Borneo: foto per la sensibilizzazione!

orango_mangiano_patate_dolci-tuttacronaca

La sensibilizzazione si cerca di operarla anche con immagini buffe e accattivanti ecco che le foto scattate da Barbara Walton diventano un grido contro chi sistematicamente, nel Borneo indonesiano, distrugge le foreste per  fare spazio alle piantagioni di palme da olio e per usare il legname. Macchinetta alla mano e spirito d’osservazione ecco che si può scoprire un orango femmina e il figlio che circondati da patate dolci e latte banchettano allegramente nel loro habitat naturale. Questa specie di oranghi è in estinzione proprio a causa dello “stupro” che si sta operando nelle foreste e le foto sono state scattate presso una stazione di alimentazione a Camp Leakey nel parco nazionale di Tanjung Puting.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roberto Fico vs la Commissione di Vigilanza Rai, di cui è il presidente

ROBERTO-FICO-tuttacronacaDomenica, intervenuto a Che Tempo che Fa, Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza, a una domanda riguardo #OccupyRai ha spiegato: “Quando sono stato eletto presidente ho dichiarato che vorrei essere l’ultimo perché la Rai non può essere appannaggio dei partiti. Ci vuole questo stacco perché i cittadini pagano un miliardo e settecentocinquanta milioni di euro di canone. I cittadini, non i partiti”. Fazio ha allora ricordato le polemiche dei grillini con Floris ed altri. “A essere cacciato dalla Rai fu Beppe Grillo. “Noi non abbiamo lottizzato, non abbiamo consiglieri di amministrazione. La Rai costa 3 miliardi di euro, una sproporzione totale sugli appalti esterni davvero clamorosa”. E ancora: “Tanti dipendenti vorrebbero essere valorizzati e sono messi da parte”. “Dobbiamo avere un servizio pubblico degno di tale nome. Dobbiamo combattere insieme. Io ho deciso di combattere”. E ora che tanti chiedono le sue dimissioni, a Repubblica spiega: “Noi non abbiamo occupato proprio niente. Occupy Rai era solo il nome della manifestazione”. E ancora: “Dovrebbero ricordarsi che il capo del Viminale Angelino Alfano, insieme ad altri ministri, è andato sulle scale del palazzo di giustizia di Milano a protestare contro una sentenza che riguardava Silvio Berlusconi. Inviterei chi chiede che me ne vada a fare poche chiacchiere”. E alla domanda: “Si metta nei panni dei giornalisti Rai, che avete definito ‘camerieri’ della politica. Come possono sentirsi tutelati dalla sua presidenza?” Risponde: “Le lamentele che abbiamo riportato alla dirigenza ci arrivano da moltissimi dipendenti Rai. Abbiamo chiesto che vengano valorizzati gli interni, persone spesso capaci mobbizzate a favore di altre cui vengono appaltate regie, conduzioni, testi, riprese. Abbiamo un’azienda che costa 3 miliardi di euro l’anno e ne appalta all’esterno un milione e 400mila pur avendo 13mila dipendenti”. E riguardo al fatto che il M5S abbia detto che presidente, direttore generale, cda, devono andare tutti a casa, “Da presidente non ho chiesto nulla del genere. Da deputato – insieme agli altri – vorrei vedere il prima possibile dei risultati sul versante della libertà, della trasparenza e del pluralismo”. roberto-fico-dimissioni-tuttacronacaE mentre il popolo della rete si mobilita, pro o contro Fico, in una nota, pubblicata sul sito dei deputati democratici, Peluffo spiega le sue perplessità sulla vicenda Fico: “Il gruppo del Pd oggi ha sollevato nella sede formale della commissione di vigilanza Rai l’incompatibilità dei comportamenti del presidente Fico con il suo ruolo istituzionale di presidente della commissione. La settimana scorsa ha, infatti, partecipato ad una manifestazione di partito, e fino a qui nulla di male, che è sfociata però in una sorta di “occupazione” della Rai. Da presidente di una commissione di vigilanza e di indirizzo ha piegato il proprio ruolo di garanzia a interessi di parte, esercitando un’indebita pressione sull’azienda che dovrebbe controllare con atteggiamento super partes. Nella discussione che si è sviluppata il presidente Fico non ha dimostrato alcuna attenzione alla gravità del comportamento ne’ alla lesione prodotta alla credibilità della sua presidenza. A questo punto si presenta una profonda divergenza di interpretazione del ruolo stesso della commissione di vigilanza, per questo intendiamo sottoporre con lettera formale l’accaduto ai presidenti di Camera e Senato perché dirimano la questione ed intervengano in proposito per ripristinare il corretto funzionamento di un organo del Parlamento”. In effetti, la richiesta formale di dimissioni non c’è, ma sarebbe pronta una nota da inviare a Grasso e Boldrini dove si sottolinea il comportamento di Fico per la manifestazione #OccupyRai. In commissione però, dopo le dimissioni presentate da Piero Martino, anche Scelta civica spinge perchè Fico lasci. Continua la bufera sulla Rai, dove sicuramente qualcosa va rivisto, considerato anche come vengono spesi i soldi per i regali

Questo slideshow richiede JavaScript.

La bambina tedesca disegna stelline su “Ponte Vecchio”, multa al padre

firenze-bambina-tuttacronaca

A Firenze, sul muro di Ponte Vecchio, proprio di fronte al busto di Benvenuto Cellini, una bambina tedesca “armata” di pennarello arancione stava disegnando stelline. I vigili urbani sono immediatamente intervenuti a fermare la piccola turista e il padre, un cittadino di Amburgo, è stato multato di 160 euro e obbligato a ripulire il muro.

Fmi taglia ancora la crescita mondiale, Ma l’Italia con il Pil a -1,8%

fmi_economia-mondiale-tuttacronaca

Avremmo voluto finalmente gridare all’uscita dal tunnel e invece il Fmi rivede al ribasso le già non rosee previsioni di crescita mondiale. Il Pil quest’anno infatti crescerà a livello mondiale del 2,9% cioè  – 0,3% in meno rispetto alle stime di luglio, ma si attende il 2014 per avere l’accelerazione al 3,6% (-0,2% rispetto a quanto previsto in precedenza).

Il pil dell’Italia si contrarrà quest’anno dell’1,8%, dopo il -2,4% del 2012, per poi tornare a crescere nel 2014, quando segnerà un +0,7%. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) confermando le previsioni di luglio. Il tasso di disoccupazione si attesterà nel 2013 al 12,5% e nel 2014 al 12,4%, in linea con la media dell’area euro (12,3% nel 2013 e nel 12,2% nel 2014).

Nell’Eurozona «è necessario più allentamento monetario, inclusi ulteriore taglio dei tassi di interesse e ulteriori misure non convenzionali per ridurre la frammentazione del mercato finanziario e migliorare l’accesso al credito soprattutto per le pmi». Lo dice il Fmi, sottolineando che sono necessarie riforme nel settore finanziario.

I danni all’economia americana causati da un breve shutdown sono limitati, ma uno shutdown lungo può creare enormi difficoltà. «Ancora più importante è il fatto che il tetto del debito deve essere aumentato: non farlo prontamente potrebbe causare seri danni all’economia globale». Lo afferma il Fmi.

Il campione di tennis che ama Roma e tifa Totti: Roger Federer

roger-federer-tuttacronaca

Quando un appassionato di tennis, Luigi Salvato, gli ha chiesto per quale squadra di calcio italiana nutrisse simpatia, Roger Federer, sette volte re di Wimbledon, non ha avuto dubbi e ha risposto: Roma. Lo svizzero nutre un simpatia particolare per Francesco Totti, ampiamente ricambiata, come conferma lo scambio maglie che avviene ogni anno agli Internazionali Bnl di Roma dove il “capitano” si reca al Foro italico per incontrare Federer.

I pirati del cinema: sequestrati 2 siti web con prime visioni, 330 mln di danno

pirateria-video-tuttacronaca

Su ordine della magistratura veronese, la Guardia di Finanza ha sequestrato le sedi operative di un’organizzazione che gestiva, attraverso siti web, la diffusione in violazione al diritto d’autore di migliaia di opere cinematografiche, con film in prima visione. I due siti erano attivi sul web dal 2012 e avevano già ricevuto più di 240 milioni di viste. I siti si pubblicizzavano anche sui social network. Il danno è stimato intorno ai 330 milioni di euro .

 

Terremoto di magnitudo 4,1 in Spagna

terremoto-spagna-tuttacronaca

Ieri si è verificato un nuovo terremoto di magnitudo 4,1 in Spagna nell’area di stoccaggio naturale Castor, nel Golfo di Valencia.  Secondo il l’Istituto geografico nazionale, dalle 11 di mercoledì notte della scorsa settimana ci sono state un totale di 23 scosse in questa zona, l’ultima delle quali e’ stata registrata alle 05.07 del giovedì successivo.  Il progetto Castor, che ha previsto un investimento di 1.2 miliardi di euro, si propone di sfruttare un vecchio pozzo petrolifero posto a 1.750 metri sotto il livello del mare per stoccare fino ad un terzo della domanda di gas del sistema per 50 giorni, ma a quanto pare, l’iniezione di gas nel sottosuolo ha provocato dal 13 settembre centinaia di terremoti, quasi tutti di bassa intensità. Ora nascono le polemiche intorno alla trivellazione che potrebbe essere connessa con la sismicità registrata in zona.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: