La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza

foglia 18.jpg
Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio.
– Frank Kafka –

 

Annunci

Messi contro Neymar: vince Lionel, ma il brasiliano fa gol da centrocampo

messi-neymar-tuttacronaca

Un incontro di beneficenza in sui le star erano Messi e Neymar. Stravince la squadra degli ‘Amici di Messi’, allenata da  Fabio Capello, per 8 a 5 contro  la formazione ‘Resto del mondo’, nella quale giocavano anche Cannavaro e Materazzi. Sia Messi sia Neymar – ora compagni di squadra nel Barcellona – hanno segnato due reti a testa, ma l’attaccante della Selecao, fresca vincitrice della Confederations Cup, ha sbagliato un rigore dopo aver segnato uno splendido gol da centrocampo.

Il giorno più lungo per l’Egitto… Dall’arresto di Morsi alla gioia in Piazza

egitto-egypt-coup-tuttacronaca

E’ stata una giornata lunga in Egitto, ma le notizie che si sono susseguite ora dopo ora hanno scandito l’inarrestabile golpe che ha di fatto destituito, arrestato e condannato a un anno di carcere l’ex Presidente Mohamed Morsi.

Il portavoce delle opposizioni egiziane Mohamed el Baradei, attraverso la tv, ha annunciato la road map che farà “traghettare” l’Egitto in 9/12 mesi verso un nuovo e democratico governo del Paese. La strada è chiara ci sarà la  sospensione della Costituzione e la creazione di un consiglio presidenziale ad interim, composto da tre membri e presieduto dal presidente della Corte Costituzionale, Adli Mansour.

Il gran imam di Al Azhar Ahmed el Tayyeb e il capo della chiesa copta Tawadros hanno preso la parola dopo il ministro della difesa egiziano per dare il loro sostegno alla road map. Il primo ha sostenuto la convocazione di elezioni presidenziali anticipate, mentre Tawadros ha assicurato che tutti “saranno protetti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Pepsi è cancerogena, colpa del caramello

pepsi-caramello-cancerogeno-tuttacronaca

E’ colpa del caramello che viene usato come colorante nella nota bevanda analcolica a contenere un determinato livello di un agente cancerogeno. Il problema era già sollevato e il produttore si era detto pronto a sostituire e cambiare la formula della bevanda. Questo succedeva. Lo scorso marzo PepsiCo Inc.e Coca-Cola Co. avevano detto che avrebbero modificato le loro formule a livello nazionale, dopo che la California aveva approvato una legge secondo cui le bevande contenenti un certo livello di agenti cancerogeni dovessero avere un’etichetta di avviso contro il cancro. Sembrerebbe però che quando la legge è stata approvata i cambiamenti sono stati effettuati per bevande vendute solo in California.

La sostanza al centro della polemica è il il 4-methylimidazole, o 4-Mel, che si può formare durante il processo di cottura e, come risultato, può essere trovato in tracce in molti cibi. Secondo i test effettuati dal Centro per la salute ambientale i prodotti di Coca Cola non sono più risultati positivi all’elemento, mentre quelli di Pepsi venduti al di fuori della California risultano ancora positivi. Ora è prevista una nuova data di scadenza: a febbraio 2014 tutte le bevande Pepsi, vendute negli Usa, avranno cambiato la formula e quindi non avranno più caramello cancerogeno. Ma nel resto del Mondo? Non c’è una data! Ma la Pepsi si difende ancora una volta e spiega che la California ha aggiunto questa sostanza senza basarsi su studi certi  che possano collegare il cancro umano all’assunzione del 4-Mel.

Nel dubbio però meglio astenersi!

Crolla il solaio al Cardarelli di Napoli sfiorata la tragedia

cardarelli-solaio-tuttacronaca

Attimi di terrore al Cardarelli di Napoli, uno degli ospedali più noti in città, dove intorno alle ore 15 è crollata parte del solaio all’ingresso del padiglione E. I detriti del crollo hanno colpito un’ambulanza che era ferma, fortunatamente vuota, che viene utilizzata nel trasporto di ammalati già ricoverati in ospedale. Franco Paradiso, direttore sanitario di presidio afferma:  “Il mezzo in qualche modo ha attutito l’impatto evitando anche danni più gravi”.

Subito dopo l’incidente si è provveduto immediatamente a mettere in sicurezza l’area e si è bloccato l’accesso principale all’edificio che non è dotato di scale anti-incendio esterne, sui due lati. Per consentire il passaggio di ammalati e operatori sanitari viene utilizzata una uscita del centro trasfusionale collocato al pianterreno.

Nel padiglione E si trovano i reparti di otorino e terapia antalgica, dermatologia, oculistica, urologia e nefrologia. per quest’ultima patologia, in caso di dialisi d’urgenza gli ammalati saranno trasferiti nell’altro centro attrezzato, allestito nel Dea, il dipartimento di emergenza accettazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Trema anche Ancona e Macerata… scossa alle 19.59!

terremoto-marche

Un terremoto di magnitudo(Ml) 3.3 è avvenuto alle ore 19:59:07  e ha interessato la zona del distretto sismico di Macerata. L’ipocentro è stato rilevato a 8.1 km di profondità. Questi i comuni colpiti dentro i 10 km dall’epicentro:

CASTELBELLINO (AN)
CASTELPLANIO (AN)
CUPRAMONTANA (AN)
MAIOLATI SPONTINI (AN)
MERGO (AN)
MONTE ROBERTO (AN)
POGGIO SAN MARCELLO (AN)
ROSORA (AN)
SAN PAOLO DI JESI (AN)
STAFFOLO (AN)
APIRO (MC)
POGGIO SAN VICINO (MC)

Cala il sipario? Il cinema e lo stato di agitazione permanente contro i tagli

cinema-sciopero-tuttacronaca

Era il 5 maggio quando il neo premier Letta aveva fatto la sua apparizione a Che tempo che fa e, dopo aver toccato vari temi, aveva dichiarato “mi prendo l’impegno: io mi dimetto se facciamo altri tagli alla scuola, alla ricerca e alla cultura”. Forse la scarsa memoria italiana, forse il clima estivo che fa pensare ad altro, forse ancora lo spauracchio Iva e Imu, fatto sta che la parola non è stata mantenuta e sembra nessuno ne sia rimasto colpito. Almeno questa era l’impressione che si aveva fino ad oggi. Ma nelle ultime ore il clima si è fatto rovente: a Cinè – Le giornate professionali di cinema, in corso a Riccione, le associazioni del settore cinematografico, tra cui Anica, Agis, Anec, Anem, Apt e Centoautori, hanno annunciato lo stato di agitazione permanente contro i tagli al tax credit. A infiammare ulteriormente gli animi è intervenuto Veronesi che ha proposto di bloccare tutto “con uno sciopero a oltranza, devono capire che la nostra risposta sarà dura. Si può fare creando una cassa comune in cui i più ricchi mettono dei soldi, e chi perde il lavoro può attingere là, per sei/sette mesi, un anno, quanto serve. Per bloccare una cosa del genere basta fermarsi”. Il regista ha poi aggiunto: “Qui non si parla di artisti che vogliono fare i film, ma delle migliaia di precari, di lavoratori del mondo del cinema. Quello dei tagli è un passo veramente sbagliato di un governo nuovo che sta mettendo il piede in una fossa. Io non sono per chiedere incontri o mediare. Loro non ci sono venuti incontro mai, ci hanno sempre detto di sì come ai cretini, ora la reazione dev’essere forte, solo così se ne accorgeranno”. Ma le associazioni di settore non lo seguono su tutta la linea, essendo ancora aperte al dialogo pur tenendo pronto un calendario d’iniziative bellicose come il presidio nelle sedi del Ministero della cultura e la possibilità, che qualcuno accarezza, di non mandare i film italiani ai grandi festival autunnali di Venezia e Roma. Tutto questo per riportare il tax credit, dimezzato dal governo nel 2014, almeno ai 90 milioni di euro iniziali per poi riuscire a stabilizzarlo nel tempo. Anche il presidente dell’Anica Riccardo Tozzi è intervenuto al riguardo: “Tutto il cinema è unito nella battaglia per il tax credit, dagli autori alle film Commission e se non otterremo quello che chiediamo prenderemo tutte le iniziative per bloccare il cinema italiano. Ci troviamo di nuovo nella situazione di lottare contro i tagli, e stavolta è particolarmente sbalorditivo, visto che c’è un presidente del Consiglio che si era impegnato a dimettersi se ci fossero stati tagli alla cultura. Eppure questo è il più drammatico taglio al nostro settore degli ultimi anni”. Ma trova anche una giustificazione per questo atteggiamento, dichiarandosi convinto che “Letta sia in buona fede, c’è stato un malinteso. Al governo non hanno capito che questa decisione rischia di avere effetti micidiali, così rischia di essere falcidiato soprattutto il nostro cinema d’autore, resterebbero solo opere prime e commedie blockbuster”. Stando a Tozzi, quindi, il governo non si sarebbe reso conto che l’introduzione del tax credit rappresentava la soluzione contro la riduzione costante del Fondo Unico per lo spettacolo, che oggi, aggiunge  il presidente dall’Anec Lionello Cerri, “è di 478 milioni di euro complessivi, di cui solo 71 milioni per cinema, nei quali sono inclusi anche i 30 che vanno al Festival di Venezia a Cinecittà luce e alla Scuola nazionale di Cinema. Il cinema non pubblico lavora su 40 milioni di euro, di cui 20 per la produzione cinematografica”. Ma nella discussione è intervenuto anche il cugino del premier, l’ad di Medusa Giampaolo Letta: “Non vi farò fare il titolo Letta contro Letta le premesse per un ascolto da parte del governo sono delle migliori, ma a maggior ragione dobbiamo far sentire la nostra voce. Iniziative, come quelle fatte nel 2010 al festival di Roma erano state efficaci. I soldi ci sono o c’erano, basta poco”.

Né riforme, né tagli alle province… è ancora un governo di servizio?

province-italiane-taglio-consulta-riforme-tuttacronaca

La consulta boccia le riforme e il taglio delle province… è un niente di fatto! Flebile l’interesse politico per l’abolizione delle province. Avrebbe sollevato polemiche dure da sopportare per il fragile governo dalle mille intese. Oggi con la bocciatura della consulta di riduzione e/o di abolizione delle province la questione sembra definitivamente chiusa. La Corte ha, infatti, dichiarato l’illegittimità costituzionale della riforma delle Province contenuta nel decreto “Salva Italia” e il loro riordino, che ne prevede la riduzione in base ai criteri di estensione e popolazione. “Non è materia da disciplinare con decreto legge”, hanno stabilito i giudici costituzionali. Regge al vaglio della Consulta la riforma della geografia giudiziaria: sono state infatti giudicate infondate le questioni sollevate dai tribunali di Pinerolo, Alba, Sala Consilina, Montepulciano e Sulmona contro la loro soppressione; inammissibile quella del Friuli Venezia Giulia. Solo Urbino si salva. L’Italia si salva? Tagliando alla cultura e alla sanità forse qualche speranza c’è ancora… se non spendiamo tutto in F35!

Grillo atteso al Quirinale venerdì: ma il semplice portavoce non può.

presidente-della-repubblica-giorgio-napolitano-incontro-beppe-grillo-tuttacronaca

Giorgio Napolitano si è reso disponibile alla richiesta di Beppe Grillo che chiedeva un incontro per parlare della disastrosa situazione economica del paese. Il  Segretario Generale, Donato Marra, per conto dello stesso Capo dello Stato, ha dato riscontro alla richiesta di udienza formulata a nome del leader del Movimento 5 Stelle.

“Gentile dottore – si legge nel testo – in relazione alla richiesta da lei formulata ieri a nome del leader del Movimento 5 Stelle di un incontro ‘privato’ con il Presidente della Repubblica, devo precisarle che tale incontro non potrà caratterizzarsi come tale, come avviene in tutti i casi in cui il Capo dello Stato incontra delegazioni di forze politiche rappresentate in Parlamento. Tanto premesso – prosegue Marra – ho il piacere di comunicarle che il Presidente della Repubblica è disponibile ad effettuare tale udienza nella giornata di venerdì prossimo, alle ore 11. A tale udienza potranno partecipare, insieme al leader del Movimento Beppe Grillo e ai Presidenti dei gruppi parlamentari, come da vostra richiesta e come già avvenuto del resto in recenti occasioni, anche altre personalità purché ne siano chiariti i titoli e le funzioni nell’ambito del Movimento”.

Aggiornamento:

Beppe Grillo si dice ”felicemente sorpreso”, ma il  leader dei ‘cinque stelle’ non riuscirebbe ad ”essere presente per ulteriori impegni”. Proprio per questo motivo lo staff M5S lavora per verificare la possibilita’ di trovare un’altra data per l’incontro con il Capo dello Stato.

Il granchio più grande al mondo ha trovato casa

spider-crab-alexander-olanda-tuttacronaca

E’ di origine giapponese lo Spider Crab arrivato all’acquario di Scheveningen in Olanda che è già diventato una celebrità. Lo hanno soprannominato Alexander e per la sua larga apertura delle chele, più di 3, 5 metri, è stato necessario preparare una vasca speciale che contiene quasi 13 litri di acqua fredda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Trema ancora la Lunigiana: terremoto di magnitudo 2.7

terremoto-lunigianaL’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Ingv, ha registrato un terremoto di magnitudo 2.7 che ha avuto luogo alle 18:32 nel distretto sismico della Lunigiana, lo stesso colpito il 21 giugno scorso e dove la terra continua a tremare. I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.

Un calvario lungo 30 anni: dall’acne alla paralisi. La storia di Nicoletta

nicoletta-breda-tuttacronacaTrent’anni fa Nicoletta Breda ha contratto una forma aggressiva di acne che prima l’ha colpita al volto e alla bocca ma poi si è propagata anche alla gola, impedendole così di nutrirsi. A nulla è valso il pellegrinaggio intrapreso con i genitori per contattare i migliori dermatologi: all’età di 15 anni pesava appena 28 chili, di fronte al suo metro e 78 cm di altezza. Una magrezza che le causa problemi muscolari per i quali la famiglia si rivolge all’ospedale di Padova dove le viene prescritto un busto correttivo che dovrebbe sostenerla ma le schiaccia le vertebre, il midollo osseo e l’intestino, atrofizzandole un braccio e una gamba. I genitori, oltre alla medicina ufficiale, percorrono tutte le strade possibili ma, attualmente, la parte sinistra del corpo di Nicoletta è semi paralizzata, due vertebre sono schiacciate e le è stato riconosciuto uno stato di disabilità del 100%. Ora sono gli specialisti dell’Arep a curarla ed a tentare di alleggerire una situazione che è diventata cronica con lo scorrere degli anni. Quello che lei, supportata dalla famiglia ma abbandonata dal sistema sanitario e sociale, chiede è un’accompagnatoria che le permetta di pagare le spese sanitarie e il supporto dei servizi sociali per accompagnarla alle terapie riabilitative.”Ancor oggi i medici non sanno dare spiegazioni sulla patologia di mia sorella – spiega Morena, che ora ha promosso una crociata in difesa dei diritti di Nicoletta -. Mia sorella sopporta quotidianamente dolori fortissimi dovuti alla sua condizione fisica, ma è abbandonata da tutti. I miei genitori hanno ottant’anni ed è problematico anche solo metterla a letto e accompagnarla alle visite specialistiche. Ogni due ore, giorno e notte, papà e mamma le somministrano le terapie. Passa le sue giornate in piedi o al massimo seduta in cucina, perchè anche portare la carrozzina al piano terra o farle fare una passeggiata è complicato. Gli è stata riconosciuta una pensione di invalidità di 286 euro, ma le spese dei medicinali ammontano mensilmente a 600 euro. In passato mio padre ha investito tutti i suoi risparmi nel tentativo di far curare Nicoletta, ma le istituzioni hanno voltato le spalle a lui e a tutta la nostra famiglia. Da anni presentiamo le nostre istanze alla Commissione invalidità all’Usl 9 alla Madonnina. L’ultima richiesta è stata depositata a gennaio, ma ancora non abbiamo avuto risposte. Ed è comunque paradossale che Nicoletta abbia l’invalidità riconosciuta completamente, ma le venga negato qualsiasi supporto assistenziale”.

Polemica in parlamento per l’omofobia di Buonanno

Gianluca Buonanno-lega-nord-tuttacronaca

“Dato che pensano solo ai matrimoni a alle adozioni da parte di persone dello stesso sesso, allora questi comunisti di ‘Sinistra e libertà’ dovrebbero cambiare nome e chiamarsi Sodomia e libertà”
Lo ha detto il deputato leghista, Gianluca Buonanno, intervenendo in Aula alla Camera dove è in corso un dibattito sul provvedimento sulle pene alternative al carcere e messa alla prova.
Le sue parole scatenano le proteste del centrosinistra. Poco dopo,Buonanno viene espulso dall’Aula per un’incursione tra i banchi del governo. Un gesto inutile e non inerente alla discussione in corso che ha creato solo scompiglio e rallentamenti in aula.

Morsi ai domiciliari?

egitto-colpo-di stato-morsi-arresti-domiciliari-tuttacronaca

Da notizie non confermate, riportate su twitter da testate mediorientali, come CBC e Al Hayat, il presidente Morsi sarebbe agli arresti domiciliari. Altre notizie riportano invece che il presidente egiziano Mohamed Morsi è oggetto di un divieto di espatrio. Lo  riferiscono fonti della Sicurezza all’aeroporto del Cairo, insieme alla guida spirituale della Fratellanza Mohamed Badie e importanti leader della Fratellanza come Khairat el Shater, Essam Sultan e Mohamde el Beltagui.

Il Presidente Morsi avrebbe inviato, dagli arresti domiciliari (ma la notizia ancora non è confermata)  un messaggio al popolo, chiedendo di resistere al colpo di Stato militare in maniera pacifica, senza opporre resistenza con la violenza. 

Il caso Moro continua a tingersi di giallo: aperto un nuovo fascicolo

ritrovamento-moro-orarioA seguito delle dichiarazioni dei due artificieri Vitantonio Raso e Giovanni Circhetta, che hanno raccontato come il ritrovamento della R4 dentro cui si trovava il cadavere di Aldo Moro sia avvenuto alle 11, quindi in un orario precedente rispetto quello sempre dichiarato, e hanno parlato anche della presenza dell’allora ministro degli Interni Cossiga in via Caetani, la procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine al riguardo che è stato affidato al pm Luca Palamara ed è connesso a quello aperto recentemente sulla base di un esposto di Ferdinando Imposimato in base al quale la morte dell’allora presidente della Dc poteva essere evitata. I due ex antisabotatori potrebbero venire convocati in tempi brevi a piazzale Clodio in veste di testimoni, considerato che il nuovo procedimento è stato avviato d’ufficio ed ha preso spunto proprio dalle notizie diffuse a proposito della loro versione che viene tuttavia smentita da Franco Alfano. All’epoca, il giornalista aveva 35 anni e lavorava per GBR. Fu lui il primo ad arrivare, assieme al suo operatore, in via Caetani, dov’era stata abbandonata la vettura. Stando alla sua versione, la Renault venne aperta dagli artificieri alle 14.

Egitto: Morsi propone un governo di coalizione

morsi-governo-coalizioneE’ scaduto l’ultimatum lanciato dai militari, in Egitto. Al termine del tempo concesso Mohamed Morsi, presidente egiziano, ha nuovamente ribadito la volontà di non dimettersi proponendo un governo di coalizione. Morsi, che ha sottolineato che “violare la legittimità costituzionale minaccia la pratica della democrazia”, ha parlato di un nuovo esecutivo che dovrà portare alla formazione di un commissione indipendente per la modifica della Costituzione da sottoporre al nuovo Parlamento.

Accordo su De Gennaro a presidente di Finmeccanica… è polemica!

Finmeccanica-de gennaro-tuttacronaca

Trovato l’accordo fatto il presidente! A Finmeccanica andrà Gianni De Gennaro, ex capo della polizia e già sottosegretario con delega ai Servizi. La valenza e il peso di questa decisione è sotto gli occhi di tutti. A guidare la holding della difesa e dello spazio controllata con il 30,2 per cento dal Tesoro ci sarà il prefetto De Gennaro grazie all’accorso trova tra il premier Letta e il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni. Via libera da Pdl che ha espresso il suo consenso grazie al suo “uomo chiave” nonché fratello del presidente del Consiglio, Gianni Letta.

Subito Matteo Orfini (Pd) ha commentato su Twitter: “Poi qualcuno mi spiega che c’entra De Gennaro con Finmeccanica?”.

Su Facebook Beppe Grillo attacca: “Vi ricordate del G8 di Genova? La mattanza della Diaz? E’ appena uscita questa notizia. Inaccettabile!”.
E sul blog appare un articolo firmato dal presidente della commissione difesa Massimo Artini con il titolo “De Gennaro, dalla Diaz a Finmeccanica con furore”. Nel pezzo si legge: “Basta con gli uomini buoni per tutte le stagioni. In un qualsiasi paese civile De Gennaro avrebbe concluso la sua inarrestabile carriera nel luglio 2001 con la mattanza alla Diaz di Genova”.

Anche Nichi Vendola è critico. “Governo Letta si fermi: nomina De Gennaro a Finmeccanica è sbagliata e inadatta. E’ un’offesa nei confronti del buonsenso”, dichiara il leader di Sel su Twitter.

“Evidentemente in Italia massacrare di botte chi manifesta fa bene alla carriera”, rincara la dose dal Prc, il segretario Paolo Ferrero.

Era necessario un nome legato al G8 di Genova in Finmeccanica? Era opportuna come nomina? Davvero la violenza paga?

Scacco matto al Guardasigilli? Gli avvocati fanno saltare l’incontro con la Cancellieri

annamaria-cancellieri-tutatcronaca

“Ci ha umiliati e offesi, non è possibile per il momento proseguire una collaborazione”, ha detto il presidente del Consiglio forense Guido Alpa. Gli avvocati non andranno all’incontro programmato per questo pomeriggio con il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri. Il Guardasigilli aveva definito gli avvocati una lobby che si oppone alle riforme.

Nuova bufera sull’ex capitano del Palermo: Miccoli di nuovo nei guai

miccoli-fabrizio-tuttacronaca

Dopo la frase sul giudice Falcone arrivano le sei foto su Facebook insieme a Giacomo Pampillonia e con gli amici del giovane, che è stato  arrestato, insieme ad altre 24 persone, all’alba di oggi nell’operazione antimafia che ha azzerato il mandamento di Porta nuova. Nell’album su Facebook Pampillonia scrive ‘A casa mia con Miccoli’. Mentre in altre foto, al campo, è con altri giocatori del Palermo.

Addio al regno: Abdica re Alberto II di Belgio, lo annuncerà questa sera.

Alberto-II-tuttacronaca

Il re Alberto II di Belgio annuncerà questa sera che abdicherà il prossimo 21 luglio, il giorno della festa nazionale che coincide anche con i suoi 20 anni di regno. Lo ha confermato il Palazzo Reale confermando le voci che circolavano nei giorni scorsi. Re Alberto II terrà un discorso alla nazione che sarà trasmesso in diretta tv e radio. Subito dopo il discorso del monarca, 79 anni, sul trono dal 9 agosto di 20 anni fa, è attesa una dichiarazione il premier Elio Di Rupo.

E’ COLPO DI STATO IN EGITTO!

colpo di stato-egitto-colpo-stato-tuttacronaca
Dopo le proteste della notte trascorsa a Piazza Tahrir, che hanno scandito ora dopo ora il count down verso il colpo di stato, anche con una “spettacolare” scritta di MORSI GAME OVER fatta da fuochi artificiali e luci laser sulla facciata di un edificio,  ora è tutto in mano all’esercito che ha iniziato la sua avanzata. I Carri armati sono stati schierati fuori dalla sede della tv statale egiziana ed stato fatto evacuare il personale che non opera alle dirette.
Il capo dell’esercito egiziano, Abdel Fattah al-Sissi, aveva incontrato il leader del fronte di salvezza nazionale di opposizione, Mohamed el Baradei, i capi religiosi e i rappresentanti dei partiti islamisti, tra cui quello del presidente Morsi, per annunciare la “roadmap” che l’esercito vuole attuare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Insalata estiva con… frattaglie!

insalata-frattaglie-opera-tuttacronaca

Quella bella insalata estiva che si trasforma in un incubo! Erano circa le 21.45 quando una famiglia allarma la Polizia Locale di Opera. Quando gli agenti arrivano trovano l’intera famiglia in stato di agitazione, nell’insalata c’è del materiale organico. Sotto le foglie di indivia e scarola si nasconde qualcosa di orrendo. Così gli agenti sequestrano tutto e inviano alla Asl  per le analisi del caso. Secondo le prime ipotesi si tratterebbe di frattaglie di animali finite per errore nel sacchetto al momento dell’imballaggio. Dopo i primi campionamenti di materiale sequestrato nel supermercato si attendono adesso ora gli esiti degli esami dell’azienda sanitaria per i provvedimenti del caso.

«Mi sento in dovere di avvertire i miei concittadini, che potrebbero avere in casa altre confezioni di quella insalata, del rischio che corrono – spiega il Sindaco Ettore Fusco – e quindi ritengo giusto informarli dell’accaduto. Senza alcun allarmismo invito comunque i consumatori a controllare attentamente le confezioni di insalata preparata, senza consumarla, con il marchio del supermercato del centro commerciale di Opera. Meglio ancora sarebbe riconsegnarle affinché possano essere analizzate e ritirate dal mercato se necessario».

 

Sbarchi della disperazione.. lunga notte a Lampedusa: BASTA CON L’ECATOMBE!

sbarchi-clandestini-lampedusa-tuttacronaca

Lampedusa e l’infinita storia delle tragedie di migranti. L’ultima è di poche ore fa quando un barcone che stava cercando di raggiungere l’isola è stato intercettato a 80 miglia di distanza dalla terraferma.  Due motovedette della Guardia costiera e una nave della Marina militare hanno portato  in salvo gli extracomunitari sopravvissuti. Ci sarebbero alcuni morti.

Nella notte erano arrivati altri extracomunitari: 227, tra i quali 41 donne e quattro bambini oltre a numerosi minori. Tra di loro anche due giornalisti francesi che sono stati accompagnati in caserma. Sempre nella notte un altro barcone è stato soccorso al largo della costa calabrese. A bordo 65 immigrati.

Persone che continuano a venire in Italia in cerca di una terra che possa offrire un’opportunità. Spesso invece trovano solo crisi economica che non riesce più a dare futuro a nessuno. Perché illudere i migranti? Chi specula sui disperati? Chi ha interesse agli sbarchi a Lampedusa? In un Italia con il record di disoccupazione più alto dal 1977 è criminale ancora portare migranti sulle nostre coste? Poi per spedirli con 500 euro in Germania?

La nuova fine del mondo?

siccità-desertificazione-fine-del-mondo-tuttacronaca

E’ uno studio della Bbc  che riporta la desertificazione tra due miliardi di anni. Quindi è possibile che la nuova fine del mondo sia solo rinviata, ma non scongiurata. A decretare la scomparsa di ogni forma di vita conosciuta, che verrà rimpiazzata da microbi, sarà l’assenza di anidride carbonica causata dal maggior riscaldamento solare. La stella produce maggior calore man mano che invecchia, così l’acqua evaporerà a ritmi più sostenuti e le reazioni chimiche prodotte ridurranno sembre più l’anidride carbonica. Ma probabilmente per l’epoca avremmo già ampiamente risolto il problema abitando nello spazio… nessun allarmismo!

 

Asimo, il robot che vi guida al museo…

asimo-guida-museo-tuttacronaca

A Tokyo, presso il museo nazionale del Giappone, l’ultima versione di Asimo, il robot della Honda che interagisce con i visitatori ha avuto qualche problema. Sembra che ripetesse frasi a ripetizione del tipo: ” Chi vuole chiedere Asimo una domanda?” Insomma il robot non è poi questo gioiello di tecnologia che tutti pensassero, anche se sicuramente riesce a far esercizi complessi come ballare, correre, saltare su un piede e calciare un pallone da calcio, ma ancora non è in grado di fare da guida all’interno di un museo. Tuttavia è un’esperienza unica passare del tempo accanto accanto a questo “personaggio bizzarro che popola il museo”.

Quel furto che non ti aspetti… 2 distinti signori, derubano un bar a Milano

larky-bar-furto-tuttacronaca

Nessuno l’avrebbe potuto immaginare. Due signori davvero molto distinti entrano in un bar di Milano, ordinano un caffè e rubano la cassetta delle mance che era sul bancone. Gli insospettabili però sono ripresi dalle telecamere a circuito interno del locale. Era una coppia sulla cinquantina che ha bevuto tranquillamente il caffè al Larky bar di piazzale Baracca, fino a quando l’uomo, vedendo un momento di disattenzione dei camerieri, ha allungato la mano e ha preso la scatola che conteneva le mance e l’ha infilata in borsa. I due poi sono andati via indisturbati, senza che nessuno di accorgesse del furto… filmato solo dalle telecamere.  Il bottino era di circa 500 euro, l’ammontare di mance che i clienti  avrebbero versato dal mese di dicembre. Almeno così dicono… anche se francamente  sembra impossibile che un  bar faccia di mance meno di 100 euro al mese….

Occhio a quello che si scrive su Facebook, si rischia il carcere

Justin Carter-facebook-tuttacronaca

Rischia fino a 8 anni di carcere il 19enne che ha lasciato un commento sarcastico su Facebook in una discussione su un videogame. Il ragazzo è in custodia da febbraio e sta per essere accusato di minaccia a sfondo terroristico. Justin Carter, attualmente detenuto nella prigione di Comal County, in Texas, sotto lo stretto controllo delle autorità per l’alto rischio di suicidio,  aveva commentato su social network il videogame online ‘League of Legends’. Proprio in riferimento al gioco un ragazzo lo aveva definito “pazzo e fuori di testa” e Carter aveva risposto “di essere talmente fuori di testa da uccidere tutti i ragazzi di una scuola e poi divorare il loro cuore ancora pulsante”. Il giovane aveva corredato il commento di emoticon scherzosi, ma non è servito a nulla. Perché una donna canadese ha segnalato il commento alle autorità e i genitori del giovane si sono visti piomabre a casa la polizia che ha arrestato Carter con l’accusa di terrorismo.

Il giudice ha stabilito una cauzione di 500mila dollari “Un’assurdita – ha detto l’avvocato di Carter – quando per un omicidio ci sono cauzioni da 150mila dollari”. On line c’è una petizione per liberare Jusin Carter che ha ha già raccolto oltre 35mila adesioni “troppi giovani subiscono arresti o sono in carcere a causa della legge anti terrorismo che impedisce loro la libertà di parola garantita dal primo emendamento” si legge nella petizione.

Anche questa è giustizia?

Il Faraone e il Milan: il viaggio continua

El-Shaarawy-milan-tuttacronacaHa diramato immediatamente un comunicato il club rossonero per dare a tutti i tifosi la notizia dopo il vertice tra il giocatore e l’ad Galliani: El Shaarawy e il Milan “andranno avanti insieme”. E il club scrive sul proprio sito: “Niente mercato, niente voci, niente accostamenti”. Sempre nella nota, si legge: “Si è svolto l’incontro fra Adriano Galliani, Stephan El Shaarawy e l’entourage del nostro giovane campione. E’ andato tutto bene. Stephan, da sempre tifoso del Milan, ha ribadito la sua ferma volontà di continuare a giocare in maglia rossonera. Proposito ricambiato da parte del Milan, con convinzione e fiducia. Milan ed El Shaarawy avanti insieme, come dal Giugno del 2011. Niente mercato, niente voci, niente accostamenti. Il Milan, i colori rossoneri e il Faraone rossonero avanti insieme”. Ora il Faraone si godrà qualche giorno di vacanza, prima di tornare a dedicarsi con tutto se stesso alla squadra, ma anche lui ha voluto comunicare la sua soddisfazione, cinguettando in Twitter: “Mai avuto dubbi.. Sempre e solo forza Milan…!!!”

L’europa si ravvede, l’Italia esulta: “flessibilità di bilancio”!

flessibilità-bilancio-ue-tuttacronaca

“Ce l’abbiamo fatta! Commissione Ue annuncia ora ok a più flessibilità per i prossimi bilanci per i Paesi come Italia con conti in ordine. Serietà paga”. Così il Premier Letta twitta la sua gioia sul web. L’europa si ravvede, l’Italia esulta e arriva la conferma in una nota  di Palazzo Chigi:

“Il governo italiano raccoglie con grande soddisfazione un risultato importante, forse il più importante di tutti nel rapporto con le istituzioni europee. Il presidente della Commissione Europea, Barroso ha infatti appena annunciato a Strasburgo per i paesi usciti dalla procedura di deficit eccessivo, come l’Italia, una maggiore flessibilità di bilancio nel 2014 per investimenti produttivi e per rilanciare la crescita” si legge. “È il premio per la scommessa che questo governo ha fatto fin dall’inizio sul rispetto degli obiettivi di finanza pubblica” concludono da Palazzo Chigi.

Ma nella sostanza cosa comporta la flessibilità di bilancio?

Come annunciato dalla Commissione Ue, per i Paesi “virtuosi, cioè quelli con i conti in ordine, verranno consentite “deviazioni temporanee dal raggiungimento dell’obiettivo di medio termine” per permettere “investimenti pubblici produttivi”.

Quello che è importante è il cambiamento di rotta, non più austerità sterile, ma concedere investimenti pubblici produttivi che possano innescare una nuova ripresa all’interno dei Paesi. Consentire quindi di “sforare” il bilancio per poi in prospettiva avere più entrate proprio da questi meccanismi virtuosi che vengono messi in essere con i soldi pubblici. E’ una svolta economica importante in un Europa  che sembrava ormai presa in una “spirale medievale” senza via d’uscita. E’ la vittoria di Letta, di Hollande e di coloro che hanno creduto di poter imporre una linea diversa da quella della “ragioneria spicciola” che con miopia stava portando alla catastrofe.  Il primo segnale si era avuto ieri con la Merkel che aveva dichiarato la sua lotta alla disoccupazione affermando  “non ci deve essere una generazione perduta”. Un annuncio che forse vale per la Germania, perché in Italia una generazione se non anche due sono state bruciate… ma meglio tardi che mai!

La “metamorfosi” di Google nel Doodle per Kafka

Franz-Kafka-doodle-google-tuttacronaca

Google si metamorfizza e rende omaggio a Frank Kafka con un Doodle che celebra i 130 anni della nascita dello scrittore austro-ungarico. Si è scelto il racconto surreale, in cui il protagonista Gregor Samsa, si risveglia scarafaggio e inizia la sua lotta per sopravvivere come gigantesco insetto, che fa ribrezzo e soffre l’emarginazione della società. Tanti auguri a Kafka, un esempio di scrittura surreale e intimista che da sempre affascina di generazione in generazione e non si lascia “schiacciare” dalle mode della nuova editoria. Attuale e immediata la scrittura di Kafka non risente del tempo che passa, narra vicende quotidiane in cui chiunque si immedesima Da “Il Processo” al “Castello”, da “America” a il “Colloquio con l’ubriaco” fino ad arrivare a “Lettere al padre”, la sua letteratura racconta l’impotenza dell’uomo davanti all’autorità.

Quando sarà indetta la giornata mondiale dello scarafaggio ci si domanda in twitter?

Il “pasticcio” nei cieli: vietato lo spazio aereo al presidente boliviano

evo-morales-aereo-cieli-europei-tuttacronaca

Per il ministro Emma Bonino sarà un nuovo avvincente capitolo della “spy story” del Datagate, il  “pasticcio” nei cieli che nelle ultime ore ha interessato il presidente boliviano Evo Morales, di ritorno dalla Russia, è atterrato a Vienna dopo che Francia e Portogallo hanno vietato il proprio spazio aereo temendo che a bordo ci fosse Edward Snowden.

Immediate le reazioni:

«È stata messa a rischio la vita del presidente Morales», ha detto il ministro della difesa boliviano, Ruben Saavedra, che si trovava nell’aereo, bloccato – ha precisato – «in pieno volo, a pochi minuti all’ingresso nello spazio aereo francese». «Il signor Snowden non ha mai avuto alcun contatto con le nostre autorità e ancora meno poteva essere a bordo. È una bugia degli Stati Uniti utilizzata poi da alcuni governi europei, in questo caso Francia e Portogallo», ha sottolineato Saavedra alla Cnn in spagnolo. Nel ricordare che Lisbona aveva dato via libera «per rifornirci di combustibile nel suo territorio» prima di attraversare l’Atlantico, Saavedra ha aggiunto che poco prima del decollo a Mosca «le autorità portoghesi ci hanno avvertito che ‘per problemi tecnicì potevamo solo sorvolare il loro spazio aereo, ma non atterrare». Dopo lo stop giunto qualche ora da Parigi in volo, «l’equipaggio ci ha consigliato di dirigerci a Vienna, dove siamo in effetti atterrati. Per il rientro in Bolivia intendiamo seguire la stessa rotta, siamo in attesa delle autorizzazioni, che potrebbero arrivare in due-tre ore», ha sottolineato Saavedra. «Non abbiamo niente da nascondere», ha proseguito il ministro, precisando che se Snowden presenterà una richiesta di asilo politico, La Paz «la esaminerà. Non siamo a conoscenza di alcuna richiesta in questo senso. Nell’ambito del diritto internazionale – ha puntualizzato Saavedra – tali richieste possono essere presentate e i governi hanno poi a loro volta tutto il diritto di concedere, oppure no, l’asilo».

E l’Italia:

Anche il nostro paese avrebbe negato lo spazio aereo secondo il ministro della difesa boliviano, ma si attendono le conferme ufficiali.

Tremano le Marche: terremoto tra le province di Ancona e Macerata

terremoto-marche

Il suolo italiano continua a tremare. Ieri sera, a cavallo tra le province di Ancona e Macerata, con epicentro tra i comuni di Staffolo, Maiolati Spontini, Apiro e Poggio San Vicino, si sono avvertite tre scosse in sequenza, a iniziare dalla 22:20, quando è stata registrata la prima di magnitudo 2.5. La seconda, di magnitudo 2.5, è stata avvertita alle 22:44 mentre la terza, alle 23:09, ha fatto registrare una magnitudo 2.7. Secondo la Protezione civile non ci sarebbero danni a persone o cose ma molte sono state le persone che hanno telefonato ai centralini di vigili del fuoco, polizia e carabinieri per avere informazioni. In seguito, nuove scosse si sono avvertite alle ore 00:52, con magnitudo 3.0 ad una profondità dell’ipocentro di 9.4 km e alle ore 11:20, magnitudo 2.3 della scala Richter e con ipocentro di 9.1 km.

LA SICILIA TREMA! TERREMOTO 3,7!

terremoto, nebrodi, sicilia-tuttacronaca

Alle 23:37, una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 ha interessato la Sicilia settentrionale, ad appena 8.9km di profondità, con epicentro sui Nebrodi, nel territorio del comune di San Fratello, in provincia di Messina (ma molto vicino ai confini con le province di Enna e Palermo). La scossa è stata avvertita in modo distinto a Caronia, Mistretta, Sant’Agata di Militello, Troina, Cerami, Acquedolci e altre località della Sicilia settentrionale.

Muore l’autore de La Piovra, ciao Damiano!

damiano damiani-morto-tuttacronaca

Muore il regista Damiano Damiani a causa di un’isufficienza respiratoria. Era nato a Pasiano di Pordenone, 23 luglio 1922. Lo rende noto la figlia Sibilla. Damiani era divenuto famoso per il filone di cinema italiano politico-civile con Quien sabe? (1967), Il giorno della civetta (1968), tratto dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, Confessione di un commissario di polizia al procuratore della repubblica (1971), forse il suo esito migliore, L’istruttoria è chiusa: dimentichi (1972), Perché si uccide un magistrato (1974), Io ho paura (1977), L’avvertimento (1980), Amityville Possession (1982), Pizza Connection (1985), L’inchiesta (1987), Il sole buio (1989), L’angelo con la pistola (1992). L’ultimo suo lavoro era stato Assassini dei giorni di festa nel 2002.

A Roma anziana muore durante rapina a Monteverde

monteverde- anziana-tuttacronaca

Colpita e scaraventata in terra da un rapinatore, entrato in azione mentre la vittima stava tornando a casa dopo aver fatto la spesa. Il corpo di Viviana Ferrari, 88 anni, è stato trovato all’ingresso del suo appartamento a Roma, nel quartiere Monteverde. Il suo cadavere è stato scoperto solo oggi dopo l’allarme lanciato da una vicina, ma l’omicidio sarebbe avvenuto lunedì scorso: è il quarto in cinque giorni a Roma e provincia. E la scia di sangue si allunga nella Capitale, già scossa venerdì scorso per la sparatoria in pieno centro durante l’assalto ad un furgone portavalori, nel quale un ex-brigatista è stato ucciso da una guardia giurata. A via Guido Guinizzelli, nel quartiere bene di Monteverde, intere famiglie sono ancora sotto choc.

Facebook si fa il lifting!

new facebook- new- facebook-tuttacronaca

Cambia il look, quindi, del più popolare social network del mondo. Tre le novità presentate: una nuova grafica della news feed, la “home page” di Facebook, nella quale ci sarà più risalto alle foto, si potrà scegliere a cosa dare precedenza (post di amici, di pagine o altro) e soprattutto un miglioramento dell’esperienza mobile di Facebook, uno dei vecchi talloni di achille di Fb.

«Le modalità con cui condividiamo stanno cambiando e News Feed deve riflettere questi cambiamenti». Lo afferma l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, annunciando il nuovo look di News Feed.
«News Feed è la cosa più importante che facciamo» aggiunge Zuckerberg. News Feed è la pagina che gli utenti di Facebook si trovano davanti accedendo al social: una sorta di home page dove si trovano informazioni sullo status degli amici e di tutte le pagine seguite. «Riteniamo che il miglior giornale personalizzato sia quello che abbia un’ampia varietà di contenuti» mette in evidenza Zuckerberg.

News Feed si rifà il look, dando più spazio alle Immagini. Prima era soprattutto testo ora – afferma l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg – «tutti abbiamo una macchina fotografica in tasca e il 50% del contenuto di News Feed è fatto di foto e immagini»: è «un giornale personalizzato». Il nuovo look sarà disponibile da oggi e concederà più spazio alle immagini. Il design del nuovo News Feed è ispirato al mobile e consente di vedere subito i contenuti più condivisi. Il nuovo News Feed incorpora direttamente elementi della Timeline, incluse foto e quanti amici le hanno promosse con Mi piace. Con il nuovo News Feed gli utenti sperimenteranno la stessa esperienza sia sul mobile sia sul desktop. «È un passo nella direzione in cui vogliamo muoverci» mette in evidenza Facebook. Per assicurare che gli utenti vedano subito tutte le storie che vogliono Facebook ha introdotto nel nuovo News Feed un «feed che mostra tutto quello che gli amici convidono, uno con solo foto» e altre funzioni più personalizzate.

E’ in sala! Il Grande e Potente Oz

il grande e potente oz - tuttacronaca

E’ arrivato! Il nuovo film dell’autore della trilogia di Spider-Man, Sam Reimi, è nelle notre sale. Magia, illusioni, stregoneria e fantasia formano il tessuto di quella che è, secondo il suo regista, “la storia di un uomo mediocre ed egoista, che si trasforma in un grande mago altruista”. James Franco è il prestigiatore Oscar Diggs che per caso si ritrova a percorrere la Strada di Mattoni Gialli che conduce alla Città di Smeraldo diversi anni prima che la piccola Dorothy segua i suoi passi. Anche lui incontrerà personaggi straordinari, coadiuvanti ed oppositori, che lo condurranno attraverso l’avventura di diventare un uomo migliore. L’operazione è stata curata nel dettaglio e porta, grazie anche al 3D, lo spettatore ad immergersi in un luogo senza tempo. Il Grande e Potente Oz  è una storia che parla di altruismo, amore ed amicizia e riunisce alcuni tra i migliori attori di questi anni: oltre al candidato all’Oscar Franco, che interpreta colui che diventerà il famoso Mago di Oz, Mila Kunis, il premio Oscar Rachel Weisz, e la tre volte candidata all’Oscar Michelle Williams nel ruolo della strega buona Glinda.

Non c’è storia per l’Inter: il Tottenham vince 3-0

tottenham inter - tuttacronaca

Trasferta difficile per i neroazzurri in uno stadio, il White Hart Lane, tana degli Spurs, che nessuna squadra italiana ha mai violato. Il Tottenham si è dimostrato aggressivo fin dalle prime battute giungendo a conclusione già al 6′ con Bale. Inizio in salita per un’Inter in costante affanno che tira un respiro di sollievo solo quando Bale viene ammonito al 14′: essendo il giocatore in diffida, non potrà scendere in campo al ritorno quando la gara si disputerà al Meazza. I nerazzurri ci provano con Cambiassa ma gli avversari puniscono l’iniziativa: al 18′ Sigurdsson segna la rete del 2-0. A metà del primo tempo l’Inter inizia a creare problemi alla retroguardia inglese appena gli avversari abbassano i ritmi ma ancora lascia troppo spazio agli attaccanti che s’inseriscono facilmente.

Il primo tempo si conclude con il netto vantaggio della squadra ospite.

Nella ripresa Stramaccioni sostituisce Juan Jesus con Palacio ma sono subito gli inglesi a partire all’attacco ed a segnare ancora: all’8′ arriva la rete firmata Vertonghen. Il tecnico nerazzurro tenta una nuova sostituzione all’11’ della ripresa, mettendo in campo Guarin al posto di Kovacic, ma sembra non avere esiti con una squadra che non riesce ad approfittare delle crepe difensive degli avversari giungendo anche, con Palacio, a giocarsi delle buone occasioni. Troppi errori compromettono non solo il risultato, ma la possibilità di una qualificazione. I tre minuti di recupero non servono all’Inter a recuperare lo strappo, nonostante i ritmi si siano vertiginosamente abbassati.

Termina 3-0  la trasferta interista per l’andata degli ottavi di Europe League.

Bersani ne ha per tutti… tranne che per gli italiani!

Bersani - tuttacronaca

Giornata intensa per il segretario del Pd Bersani. Non solo l’incontro con Monti durante il quale è stato “esaminato il modo per l’Italia di orientare le politiche dell’Ue in favore di una maggiore attenzione alla crescita, all’occupazione e alla dimensione sociale della crisi, tenendo conto delle specificità nazionali” e in cui sono state discusse le priorità che obbligatoriamente saranno al centro del Programma Nazionale di Riforme, da presentarsi entro aprile, ma ancora attacchi alle persone che, probabilmente, percepisce come minacce al suo desiderio di governo. Agli insulti di Grillo ha deciso di non replicare essendo altre le sua priorità. il bene del Paese ed il desiderio di presentare proposte realizzabili, dando “risposte serie e non incappucciate davanti al Paese” aggiungendo una sfida: “Dimmi cosa vuoi fare. Dimmi qualcosa di serio che si possa capire e che valga anche domani mattina, per il nostro Paese”. Per quanto riguarda Renzi, l’ha definito “allergico agli orgasmi” aggiungendo che “alla direzione del Pd abbiamo discusso otto ore e mezza e non è stata una passerella. Ma è talmente giovane che sono cose che si superano, ci si può anche abituare”.

In tutto questo ancora non si è sentito parlare di fatti concreti, di possibili azioni da intraprendere. Dal canto suo il sindaco fiorentino ha già espresso le sue motivazioni, e le sue frustrazioni, quando ha lasciato la Direzione senza prendere la parola: “Onestamente, quello che dovevo dire l’avevo detto. Sostengo il tentativo di Bersani: posso pure impararlo a memoria e dirlo in cinese… Ma oltre questo, che devo fare? Tra me e lui le differenze ci sono: dovevo intervenire per esasperarle?” Per poi, rientrando nella sua città, aggiungere: “Ma come sono giorni che insisto a dire che se avessimo cavalcato noi l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti avremmo spuntato qualche unghia a Grillo, e Bersani che fa? Nemmeno ne parla nella relazione introduttiva… Qua si rischia di andare avanti come prima. Ma come prima non va bene affatto.”

E per questo motivo si è allontanato, per non ritrovarsi invischiato in una “casta” che non rinuncia ai benefici, con un atto che è possibile leggere come dissociazione da una realtà immutabile che non impara neanche dalla sua sconfitta. A Bersani interessa solo arrivare primo?

David Rossi: una telefonata gli ha abbreviato la vita?

david rossi - contrada della lupa - telefonata - tuttacronaca

Gli inquirenti, durante il sopralluogo nella stanza del capo della comunicazione di Mps, hanno sequestrato il cellulare dell’uomo, alcuni files dal computer e del materiale cartaceo. Il cellulare rinvenuto a Rocca Salimbeni ha permesso di ricostruire le ultime ore di vita dell’uomo ed ha portato alla luce che, prima di compiere il gesto estremo, Rossi ha ricevuto una lunga telefonata, anche se non è stata resa nota l’identità dell’interlocutore. Già ascoltato dagli inquirenti Profumo, presidente dell’MPS. Intanto l’amministratore delegato della banca, Viola, ha commentato così, al palco di un incontro promosso da Progetto Citta’ del presidente Ceccherini, la morte di David Rossi: “Siamo qui per ricordare che questo evento e’ stato voluto con forza da Davide. Questo e’ uno dei motivi per cui, con una certa fatica, lo abbiamo voluto confermare, nel rispetto della sua persona e della sua professionalità”, ribadendo la completa fiducia in lui riposta, e ha proseguito: “Una fiducia basata su solide fondamenta, costituite da una grande professionalità, grande attaccamento alla banca e grande sensibilità e dedizione. […] qualsiasi tipo d’illazione sotto questo profilo e’ priva di ogni fondamento”.

Intanto è stato reso noto che Mps ha chiesto un totale di 1,2 miliardi di euro di indennizzo agli ex dirigenti Mussari e Vigni e le banche Nomura e Deutsche Bank, in quanto parte lesa.

A seguito del suicidio di Rossi, che era stato perquisito ma non era iscritto nella lista degli indagati, la sua contrada, della Lupa, ha posto la bandiera a mezz’asta all’ingresso della sua sede, ad un centinaio di metri in linea d’aria dal vicolo in cui ha trovato la morte l’uomo. Nella bacheca della chiesa della contrada, l’Oratorio di San Rocco, è affisso invece un messaggio che lo ricorda: la tradizione senese vuole che prevede che i funerali di ogni contradaiolo si svolgano nella chiesa della contrada di appartenenza.

INGOVERNABILITA’, MA QUANTO CI COSTI?

ingovernabilità-costi-tuttacronaca

La febbre da spread potrebbe riacutizzarsi nel clima di incertezza politica emersa dal voto del 24 e 25 febbraio. E un’impennata del differenziale tra i Btp italiani e i Bund tedeschi potrebbe far lievitare ancora gli interessi che paghiamo sul debito nazionale. Non solo. Visto che le maggiori banche possiedono moltissimi titoli di debito italiani, le loro azioni in Borsa rischiano di crollare bruciando miliardi su miliardi. E se un nuovo Governo non azzererà o cambierà al più presto le riforme avviate da Monti, entreranno in vigore gli aumenti dell’Iva e della pressione fiscale in genere. Ecco qual è il quadro economico dell’attuale situazione di ingovernabilità politica.

(differenziale tra Btp e Bund a 10anni):
– 6 marzo: 317 punti
– 26 febbraio: 348 punti
– 29 gennaio: 246 punti

Ogni 100 punti base di aumento dello spread
si traducono in un aumento
del costo del debito italiano di:
– 3,1 miliardi il 1° anno
– 6,2 miliardi il 2° anno
– 8 miliardi dal 3° anno

ESISTE CHI CI SPECULA SULL’INGOVERNABILITA’? ESISTE UNA OLIGARCHIA CHE GOVERNA IL MONDO ATTRAVERSO L’ALTA FINANZA? QUANTO GUADAGNA LA GERMANIA DALLA NOSTRA INGOVERNABILITA’? QUANTO CI COSTERA’ LA CADUTA DEL GOVERNO BERSANI SE MAI SI RIUSCIRA’ A FARLO?

CHI PAGA? GLI ITALIANI, MA NON TUTTI, SOLO QUELLI ONESTI, I POVERI, LA CLASSE MEDIA (CHE MEDIA NON E’ PIU’) E I PENSIONATI!

Si staccano i pezzi del sistema sanitario Formigoni…

sanità -formigoni roberto -tuttacronaca

Ci sono gesti destinati ad assumere un forte significato simbolico. Così, nella Regione Lombardia che fa i conti con la fine dell’era Formigoni, fanno rumore le dimissioni appena rassegnate da Francesco Beretta, 66 anni, ciellino, amico fraterno del Celeste con cui ha perfino condiviso in gioventù per quattro anni la casa dei Memores domini di via Bazzoli. Beretta lascia la poltrona da direttore generale dell’ospedale San Gerardo di Monza dove sedeva dal gennaio 2011, l’ultimo posto occupato dopo una carriera che dagli anni Novanta l’ha visto in posizioni chiave. È l’uscita di scena dunque – salvo ripensamenti – di un pezzo da novanta della Sanità formigoniana, travolta dagli scandali giudiziari degli ospedali San Raffaele e Maugeri.

Armonizzante, afrodisiaco ed antisettico: l’Olio Essenziale di Sandalo!

olio essenziale di sandalo - tuttacronaca

Quest’olio, estratto dal Santalum Album, agisce sia internamente che esteriormente al corpo e viene usato per curare i mali dell’anima e dello spirito, si tratta infatti di una sostanza armonizzante, afrodisiaca ed antisettica. Il Sandalo è utile per coloro che soffrono di problematiche legate a stress ed ansia e combatte l’insonnia grazie alla sua capacità di calmare, rilassare e favorire la concentrazione. Per quel che riguarda le proprietà curative, quest’olio gode di proprietà antispasmodiche, cicatrizzanti ed antisettiche. Ottimo antinfiammatorio, aiuta a lenire le infiammazioni del cavo orale, dell’orecchio esterno e dei genitali. Valido diuretico, aiuta a ripulire il corpo dalle sostanze dannose accumulate ed elimina i liquidi in eccesso. L’olio essenziale di sandalo può essere sfruttato anche a livello cosmetico, grazie alla sua proprietà astringente che lo rende utile in caso di pori della pelle dilatai, soprattutto sul viso, ma anche in caso di pelle grassa o di cuoio capelluto che tende a produrre del sebo in eccesso. Questa sostanza può essere utilizzata in modi differenti, a seconda della necessità: in caso di infiammazione del cavo orale lo si può ingerire mescolandone qualche goccia a del latte caldo, per problemi legati all’epidermine è invece sufficiente unirlo a della normale crema mentre l’azione calmante la si ottiene versandone un po’ in un porta essenze.

Il talismano per il benessere che scaccia la depressione: lo Zaffiro!

zaffiro - tuttacronaca

Questa pietra è usata come un talismano per la salute in generale. Tra le sue capacità troviamo infatti quella di rafforzare cuore e reni, attivare la ghiandola pituitaria, migliorare la vista, agire positivamente su fegato e arterie, stimolare l’ipofisi e l’equilibrio del sistema neuro-endocrino-immunitario. Lo zaffiro aiuta a prevenire i reumatismi e la sciatica, attenua il nervosismo ed è utile in caso di epilessia ed isteria otre che per il trattamento delle malattie della pelle, dell’asma, delle bronchiti e dei dolori nevralgici. Ancora, aumenta il livelli di potassio, magnesio e calcio nel corpo. Efficaca antidepressivo, sul piano psichico stimola le attività psichiche, aiuta a far chiarezza nei propri pensieri e coadiuva l’introspezione. Tra i suoi doni troviamo l’espressione creativa, la lealtà, l’amore, l’armonia interiore e la felicità. Rafforza la volontà, questa pietra spinge alla realizzazione degli obiettivi che ci si propone. Per quanto riguarda i rapporti di coppia, favorisce la fedeltà e concilia i sentimenti tra innamorati. Può inoltre essere usato per bandire l’invidia e favorire le relazioni sociali.

Un antibiotico naturale: il Gelso!

gelso - tuttacronaca

Quest’albero rappresenta una delle migliori fonti di principi attivi presenti in natura, tanto che la fitoterapia ne sfrutta sia le foglie che le radici, la corteccia ed i frutti. Per quanto riguarda il gelso bianco, una delle sue proprietà principali è la capacità diuretica e lassativa dei suoi frutti mentre il gelso nero è anche un valido decongestionante, rinfrescante, tonico e lenitivo con proprietà depurative e, limitatamente alle foglie, antobiotiche. Questa specie è inoltre un’ottima fonte di tannini, utili in caso di lievi gastriti, e di acido folico, un antianemico, nonchè di carotenoidi e antocianine, ottimi rimedi per la protezione del sistema circolatorio. L’utilizzo delle diverse parti di questa pianta sono particolarmente indicati per le persone affette da diabete di tipo A e B, in quanto la sua proprietà ipoglicemizzante ha la capacità di abbassare il livello di zuccheri nel sangue in caso di iperglicemia e di ridurlo pochissimo in caso di glicemia nella norma. Per sfruttare le proprietà antibiotiche e diuretiche del gelso nero è sufficiente lasciare in infusione alcune foglie fresche in una tazza d’acqua bollente per alcuni minuti e assumere la bevanda prima dei pasti. Contro l’ipertensione basta invece far macerare alcune foglie fresche in un litro d’acqua bollente da bere lungo l’arco della giornata. Per sfruttare le proprietà depurative vanno invece lasciate bollire per circa tre minuti. Infine, con la corteccia è possibile preparare un decotto valido per stimolare l’appetito: si porta ad ebollizione mezzo litro d’acqua a cui si sono aggiunti dai 20 ai 30 grammi di corteccia, una volta raffreddato, va dolcificato con del miele.

Lo Stoccarda nulla può contro una Lazio in piena forma: 0-2

stoccarda lazio - tuttacronaca

La partita degli ottavi di finale dell’Europe League ha visto i biancocelesti scontrarsi con lo Stoccarda in esterna. Alla vigilia, l’allenatore Petkovic è apparso sereno nonostante la recente sconfitta della squadra a San Siro. La reputa infatti una partita non decisiva pur aspettandosi delle risposte positive, soprattutto sul piano mentale, dai suoi ragazzi. Dello stesso avviso anche l’estremo difensore Marchetti, che respinge l’ipotesi di un momento di crisi della squadra.

L’avvio della partita ha dimostrato un fondamentale benessere della squadra laziale, che difende bene la sua metà di campo e può contare sulla presa salda di Marchetti alla prima azione pericolosa dello Stoccarda. Pochi minuti ancora di gioco e la Lazio passa in vantaggio grazie ad una rete siglata da Ederson agevolato da un pasticcio difensivo degli avversari. I successivi attacchi dello Stoccarda non impensieriscono eccessivamente visto che la squadra sembra mancare di attaccanti particolarmente temibili mentre al 30′ Cana sfiora il raddoppio di testa: palla fuori di poco. La partita inizia a scaldarsi con la sostituzione del giocatore più forte dello Stoccarda, Maxim, per infortunio. Ederson sfiora il raddoppio e subito la squadra di casa replica: Okazaki sfiora il pareggio di testa ma la rete laziale resta inviolata.

Due minuti di recupero ed il primo tempo termina sul risultato di 0-1.

La partita riprende con uno Stoccarda decisamente più aggressivo grazie anche all’inserimento dell’attaccante Harnik, ma la difesa può ancora poco contro l’impeto biancoceleste: all’11’ Onazi, partito da centrocampo, sigla infatti il raddoppio per la squadra italiana: un’azione capolavoro che gli vale l’applauso anche di alcuni dei tifosi avversari. Dopo soli 7′ Okanazi prova nuovamente ad accorciare le distanze, ma con esito fallimentare, stessa sorte per la Lazio al 29′ della ripresa. Verso la fine dell’incontro i laziali iniziano ad abbassare i ritmi della gara ma lo Stoccarda non riesce ormai a trovare incisività mentre Petkovic chiede ai suoi di realizzare il terzo goal per chiudere il discorso qualificazione. Verso la fine dell’incontro un accenno di rissa porta all’ammonizione di Cana e Harnik, i due più attivi nello scontro.

Dopo quattro minuti di recupero i tre fischi arbitrali siglano il successo della Lazio.

Roma resta nel dubbio e il “camino della stufa” non è ancora pronto!

conclave- tuttacronaca

Il cardinale vietnamita Jean-Baptiste Pham Minh Man ha preso oggi parte alla congregazione generale tenuta nel pomeriggio, portando così a quota 115 il numero dei cardinali elettori. La notizia arriva dal portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, e conferma la presenza di tutti i porporati previsti per l’elezione papale. Tuttavia ancora non è stata decisa la data di avvio del Conclave. Stando alle parole dello stesso portavoce, sarà il decano dei cardinali che conduce il collegio, Angelo Sodano, “a percepire quando sarà il momento opportuno per votare la data del Conclave. Se non lo ha ancora fatto vuol dire che ha capito che i tempi non sono ancora maturi.” Sembra ci siano infatti degli scontri interni al proposito: se da una parte i curiali e gli italiani sono favorevoli ad un rapido inizio, gli stranieri chiedono più tempo, forse per favorire qualche outsider. Dopo il gesto forte dell’ormai Papa Emerito Benedetto XVI, “gli uomini di Dio” devono valutare bene la situazione e decidere che caratteristiche deve avere il nuovo eletto, non solo per guidare il popolo cristiano, ma per riportare in seno alla Chiesa quella moralità su cui si dovrebbe fondare.

Intanto però le polemiche serpeggiano: oltre 5mila giornalisti sono stati avvisati da un’improvvisa comunicazione che i cardinali statunitensi avevano annullato il briefing che era stato previsto al collegio del Gianicolo. La stampa ha subito percepito questo come un segno di “tensione” a causa del “bavaglio” che gli attuali reggenti della Chiesa hanno imposto ai porporati anche se padre Lombardi nega ci siano state votazioni “per imporre segretezza ai cardinali riuniti in preconclave”, ha detto padre Lombardi.

Nel frattempo continuano i lavori all’interno della Cappella Sistina, anche se il “camino della stufa”, da cui uscirà il fumo, “non è stato ancora montato”.

Nuovo sopralluogo nell’ufficio di David Rossi ed Mps chiede il silenzio

david rossi - mps - tuttacronaca

Non solo il biglietto indirizzato alla moglie Antonella, Rossi avrebbe tentato di scriverle una lettera prima di suicidarsi ma i fogli sono finiti accartocciati. I pm Nastasi, Natalini e Grosso sono oggi tornati nell’ufficio che era stato sequestrato secondo le direttive del pm Nicola Marini per effettuare un nuovo sopralluogo mentre il professore Gabbrielli sottoponeva il corpo di Rossi ad un’autopsia, inizialmente non prevista, durata circa due ore. Nella “fase più difficile della storia” della più antica banca d’Italia, Mps ha chiesto, in una nota, “il silenzio come forma di rispetto nei confronti di David Rossi”.

E’ giusto rispettare il silenzio e stringersi attorno alla famiglia ed agli amici del Responsabile della comunicazione, la morte di un giovane professionista è sempre una tragedia, ciò non toglie che questa storia lascia attoniti e gli italiani vogliano sapere cosa si nasconde davvero nei recessi di questa roccaforte. Quante persone stanno tremando?

L’ultima bugia o la prima verità su Manuela Orlandi?

emanuela_orlandi_vaticano_tuttacronaca

«Emanuela Orlandi e Mirella Gregori sono state rapite soltanto per ottenere la mia liberazione». È quanto afferma l’attentatore di Giovanni Paolo II, Alì Agca, nella prima intervista televisiva rilasciata dopo la sua scarcerazione, in onda a «Quarto Grado», in cui aggiunge nuovi elementi sulla sua versione in merito al caso di Emanuela Orlandi. «Ho prove documentali che dimostrano questa mia affermazione e questo dato di fatto», dice Agca, che si scaglia contro le «menzogne» di Sabrina Minardi, la ex del boss della Magliana Enrico de Pedis. «Il mondo e l’Italia vengono ingannati con la storia della Banda della Magliana. La verità è che Emanuela Orlandi è stata rapita soltanto per ottenere la mia liberazione», dichiara l’ex «lupo grigio».

«Emanuela Orlandi – spiega era la figlia di un uomo che lavorava dentro l’appartamento del Papa, considerato anche un agente dei sevizi segreti Vaticani. La famiglia Orlandi sapeva perfettamente che Emanuela era stata rapita con la complicità di qualcuno in Vaticano. Però l’ordine del rapimento di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori è partito dal governo iraniano».
«Dopo pochi giorni – prosegue Agca -, il 3 luglio ’83, il Papa ha parlato al mondo del rapimento di Emanuela Orlandi un modo per trattare con i rapitori. Altrimenti il più grande Papa della storia non avrebbe mai mentito su un evento così importante». Successivamente, infatti, «il Papa ha lanciato otto appelli, tutti durante gli Angelus, davanti al mondo». Poi «i rapitori hanno chiesto di parlare direttamente con il primo ministro del Vaticano, il segretario di Stato Cardinal Agostino Casaroli. È il 19 luglio ’83: il governo Vaticano dispose una linea telefonica speciale attraverso la quale i rapitori di Emanuela possono parlare con il Cardinale Casaroli. È un segreto dello Stato Vaticano di cosa abbiano parlato».
«Dopo il mio ritorno in Turchia – aggiunge -, Emanuela Orlandi è stata liberata, è stata consegnata al governo Vaticano. Adesso, probabilmente, Emanuela Orlandi si trova in un convento di clausura, affinchè non riveli questa complicità del Vaticano e del governo iraniano. Quindi, in qualche modo, Iran e Vaticano sono complici nell’omertà, un’omertà incredibile».
Secondo Agca, «fra il governo Vaticano e il governo iraniano c’è un silenzio concordato per difendere il dialogo interreligioso fra musulmani e cristiani, per evitare grandi conflitti umani e religiosi tra due popoli. Io capisco e rispetto questa posizione del Vaticano, però non posso rispettare questo silenzio su Emanuela Orlandi: quindi il Vaticano deve immediatamente liberare Emanuela».

Cinghiali al cesio 137!

cinghiale_cesio 137-tuttacronaca

In 27 cinghiali del comprensorio alpino della Valsesia, in provincia di Vercelli, sono state ritrovate tracce di cesio 137 i cui valori vanno oltre la soglia prevista dal regolamento in caso di incidente nucleare. In particolare il cesio è stato prelevato dalla lingua e dal diaframma di capi abbattuti nel 2012/2013. Il Ministro della Salute ha allertato i Carabinieri del Nas e del Noe.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: