“V’è una sola libertà: quella del proprio necessario sviluppo. …

foglia 6

… Il seme è libero ma soltanto trasformarsi in albero. Ognuno di noi è libero a sol per diventare ciò che nella sua originale essenza era già. Gli ostacoli alla natural crescita si chiamano schiavitù.”

-Giovanni Papini (La felicità dell’infelice, 1956)

Annunci

I ladri colpisono in centro a Roma: furto a casa Fendi

furto-fendi-tuttacronacaStando alla prima ricostruzione sarebbero entrati nel primo pomeriggio di oggi i ladri che si sono introdotti nell’appartamento di Alessia, una delle figlie delle sorelle Fendi, le stiliste di moda. La donna avrebbe scoperto l’accaduto quando ha fatto ritorno alla sua abitazione in un palazzo situato in via Montoro, a due passi da piazza Navona, dopo aver trascorso fuori il fine settimana. Lo stabile è abitato da vip e professionisti, tra cui l’ex-ministro dell’Interno Beppe Pisanu e vi sarebbe anche la vigilanza. I ladri, introdottisi dall’ingresso principale, avrebbero sottratto numerosi e costosi gioielli, ma il bottino totale non è stato ancora calcolato. Sul caso sta indagando la polizia che ha ascoltato i vicini di casa e raccolto i primi indizi sul posto.

La polizia indaga: accoltellato un uomo a Roma

romeno-accoltellato-roma-tuttacronacaE’ probabilmente romeno il cittadino straniero che è stato accoltellato oggi nei pressi di un autolavaggio in via Casilina, a Roma. Dopo esser stato colpito diverse volte al torace e alla schiena, la vittima si è trascinata fino a un bar vicino, dove ha chiesto soccorsi. E’ stato quindi trasportato dal 118 al Policlinico di Tor Vergata dove vessa in condizioni gravi. Sulla vicenda indaga la polizia.

L’anniversario della presa della Bastiglia… a seno nudo! Femen in piazza

protesta-femen-presa-bastiglia-tuttacronacaSi è festeggiato ieri, in Francia, l’anniversario della presa della Bastiglia e anche le Femen hanno preso parte all’evento. Il gruppo di femministe, con alla guida Inna Shevchenko, sono rimaste in posa, a seno nudo e con delle scritte sulla pelle, davanti a un cartellone che le raffigurava. E’ stato un artista di strada a creare l’opera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giallo in mare: hostess trovata morta nella sua cabina

titti-hostess-morta-tuttacronacaLavorava a bordo della Msc Preziosa la 27enne di Positano  (Salerno) Maria La Camera, trovata ieri sera nella sua cabina senza vita da alcuni colleghi che la stavano cercando perchè in ritardo a prendere servizio per il suo turno di lavoro. La nave su cui si trovava Titti, come la chiamano gli amici, ha attraccato questa mattina alle 11.30 al porto di Napoli, come da programma, in una delle tappe della crociera del Mediterraneo che tocca Marsiglia, Barcellona e Tunisi. La ragazza sarebbe morta mentre l’imbarcazione si trovava nei pressi di Genova e, stando al primo esame medico a bordo, si sarebbe trattato di aneurisma. E’ prevista per domani, al Policlinico di Napoli, l’autopsia.

Terremoto a Hollywood, presidente Miramax insieme a porno star

richard-nanula-tuttacronaca

Richard Nanula, presidente della società cinematografica hollywoodiana Miramax, ha deciso di rassegnare le sue dimissioni dopo che è stato trovato in atteggiamenti intimi con l’attrice hard Samantha Santo in una stanza d’hotel. Il terremoto a Hollywood è scoppiato quando foto e video di Nanula sono stati pubblicati sul sito “The Dirty”. Il “vizio”  del presidente della Miramax era evidente da tempo, da quando aveva divorziato dalla moglie nel 2005, dopo  essere stato accusato di aver speso diecimila dollari in prostitute e ricoverato in una clinica per fare riabilitazione.

 

Anonymous Italia attacca il sito della Lega

lega-nord-anonymous-attacco-tuttacronaca

“Lega Nord Tango Down!”. Un messaggio apparso su Twitter ha annunciato l’attacco hacker di Anonymous Italia al sito della Lega Nord, rimasto offline per alcune ore. Il messaggio è accompagnando da una serie di parole chiave con riferimenti a Roberto Calderoli, il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge e i diritti umani. Lo stesso messaggio rimanda ad una pagina Facebook in cui viene riprodotta la schermata del sito della Lega Nord non accessibile.

Il blog ufficiale di Anonymous ha scritto:

“Ci rammarica dover constatare, per l’ennesima volta, come la maggior parte degli esponenti e dirigenti di quello scherzo della natura che avete l’audacia di definire ‘partito politico Leganord’ siano solo degli xenofobi, razzisti e intolleranti”.

Nonna strangola la nipotina, shock in America

helen-m-ford-nonna-uccide-nipote-tuttacronaca

Le storie di violenza non hanno mai fine e a sconvolgere l’America è Helen M. Ford, 51enne di Chicago. La donna è accusata di aver strangolato la nipotina di otto anni Gizzell Kiara Ford. L’omicidio della bimba sarebbe avvenuto dopo mesi di abusi e violenze. La bambina viveva in casa con il padre malato e costretto a letto e la nonna. Sembra che fosse proprio Helen  a voler isolare la bambina, secondo quanto riportato dallo zio Osvaldo Mercado, la donna la teneva lontana dalla famiglia e dagli amici. «Helen non la faceva parlare con nessuno. Diceva, ‘Gizzell non può parlare, è sotto la doccia’, oppure ‘è in punizione’. Ogni volta aveva una scusa diversa».

Ma gli orrori in questa storia di follia sono ben più profondi. Secondo quanto riportato dalla polizia ai media, il degrado era tale che in una ferita alla testa non curata della piccola sono stati trovati alcuni vermi. Quando poi i poliziotti sono arrivati e Helen ha detto che la bambina si era suicidata è stato evidente invece un quadro di abusi perpetrati a danno della piccola. Il corpo di  Gizzell presentava diversi segni di contusioni, ustioni e tagli. Il cadavere era una mappa di tutto ciò che la bambina aveva dovuto subire prima di essere uccisa e presentava anche profondi tagli sulle natiche, il segno di una corda legata intorno a caviglie e polsi, e altri segni che sembravano bruciature di sigaretta.

Perché tali sevizie? Perché nessuno si era accorto della storia di degrado che stava vivendo la piccola? Perché nessuno è intervenuto prima che fosse troppo tardi? Forse per Gizzell  morire è stata una liberazione, ma c’è chi quella colpa e quell’indifferenza che ha permesso tali atrocità dovrà tenerla nella propria coscienza per tutta la vita. Speriamo che sia un peso sempre più insostenibile con il quale dover vivere giorno dopo giorno.

Continuano le polemiche per il concerto sospeso da Jovanotti a Padova

jovanotti-concerto-tuttacronacaSi continua a parlare di quanto successo sabato sera al concerto di Jovanotti all’Euganeo di Padova, sospeso per nubifragio e poi ripreso. E’ stato lo stesso cantante a commentare l’accaduto in Facebook: “Grazie Padova! Una tempesta vera e propria si è abbattuta sullo stadio di Padova poco dopo l’inizio del concerto e abbiamo dovuto interrompere per motivi di sicurezza e perchè gli strumenti sono andati fuori uso. Siete rimasti ad aspettare la ripresa del concerto e dopo oltre un’ora siamo riusciti a riavviare parte delle nostre macchine per permetterci di riprendere lo show. E’ stato uno dei concerti più incredibili di tutta la mia vita e questo lo devo a voi che avete reso anche un diluvio occasione per vivere una grande esperienza. Notte da lupi e serenate! Notte fantastica! Grazie infinite! E’ proprio vero…a volte…ci vuole pioggia, vento…ma specialmente sangue nelle vene! ecco qualche foto di Maikd scattate poco prima dell’interruzione (che mi ha appena detto “mi sono fot***o due reflex stasera ma ne è valsa la pena”). Quelle dopo le ha fatte col cellulare…e me le manderà presto!”. Ma com’è stato dall’altra parte del palco? Come riporta il Gazzettino: “Spettatori che hanno chiesto di aprire i cancelli per poter andare al coperto delle tribune e che si sarebbero aspettati che fosse la security a farlo; portatori d’handicap rifugiati alla bell’è meglio anche dentro ai bagni chimici per disabili oltre che nel posto medico avanzato.” E se si son resi necessari una trentina d’interventi per il freddo, non c’è stata alcuna ospedalizzazione. Ma le polemiche di chi se n’è andato proseguono. Anche perchè, così raccontano, gli addetti ai lavori hanno riferito che era rinviato. Salvo poi scoprire, una volta a casa all’asciutto, che Jovanotti aveva ripreso a cantare. Stando a una delle tante mail, inoltre: “L’organizzazione Zed non ha dato indicazioni”, senza contare che “La polizia ci ha assicurato che Jova non si esibiva più. Io e le amiche siamo tornate in Emilia, bagnate e convinte in un rinvio per la prossima settimana”. Per la Zed Entertainment, la società organizzatrice, parla Diego Zabeo: “È stato lo stesso Jovanotti a dire al pubblico quando ha avvisato dell’interruzione, di rimanere finchè non si verificava la praticabilità. Noi in accordo con la Produzione di Jovanotti, abbiamo sempre detto che lavoravamo per il ripristino. Per dichiarazioni fatte da altri, non possiamo rispondere. Nessun sito meteo dava la previsione di un evento simile, c’era il 20% di probabilità di pioggia, pioggia però”. E sottoliena: “Qualcuno dice che abbiamo fatto il concerto per non perdere soldi. Niente di più falso. Siamo abbondantemente assicurati e da un certo punto di vista sarebbe stata per noi la soluzione più facile. Avremmo però creato costi e problemi al pubblico che abbiamo voluto salvaguardare come sempre”.

E se, come avevamo puntualmente riportato, Jovanotti ha twittato per avvisare di quanto stava accadendo, c’è anche chi le informazioni le ha cercate altrove, senza esito. Racconta Luca Sciro: “Sono partito in scooter da casa con mia moglie e ho fatto appena in tempo a rifugiarmi al distributore di via Vicenza quando è arrivata la tempesta. Sempre al distributore ho incontrato altre due ragazze in moto che hanno chiamato dei loro amici all’interno dello stadio che ci hanno detto che tutto era sospeso e che in ogni caso si sapeva poco. Sul sito di Zed non c’erano comunicazioni, su Facebook idem. Così ho deciso di chiamare il numero della Polizia municipale e l’operatore mi ha detto che il concerto era stato annullato. Alle 23 abbiamo deciso di far ritorno a casa, per poi scoprire, verso l’una di notte, che il concerto era ricominciato, insomma una vera vergogna”. Ma c’è anche chi è rimasto più a lungo, come Costanza Moretti: “Quando il concerto è stato sospeso io e un gruppo di amici siamo stati ‘dirottati’ sotto gli spalti. Ad un certo punto un microfono ha annunciato che il concerto era definitivamente sospeso e siamo stati invitati a lasciare lo stadio. Dopo quasi un’ora, abbiamo sentito che il concerto era ripreso, abbiamo provato a tornare, con i biglietti alla mano, ma la polizia ci ha bloccati e fatti ritornare indietro. Non vogliamo con ciò fare un processo nessuno ma chiedere spiegazioni, per un concerto tanto atteso a cui non ci hanno permesso di partecipare e per centinaia di euro buttati al vento. Non si prendono in giro persone così, tuttalpiù che tutti i disabili sono stati allontanati appena dopo la sospensione del concerto. Non avevano il diritto anche loro di vedere e gustarsi un concerto?” Ma c’è anche chi ha resistito ed è rimasto… correndo per riprendere posto sotto il palco!

Camusso contestata a Milano

camusso-contestata-a-milano-convegno-tuttacronaca

E’ stata fortemente contestata Susanna Camusso al termine di un convegno che si è tenuto alla Camera del lavoro a Milano. Le proteste sono partite da un gruppo di lavoratrici che hanno gridato:

“I sindacati lavorano solo per gli esodati e hanno abbandonato gli altri. Il sindacato deve parlare per tutti”. In particolare le dimostranti chiedevano a gran voce come mai si continuasse a parlare degli esodati della riforma Fornero, mentre nessuno parlava più degli esuberati della prima crisi, che ancora oggi combattono per vedersi riconosciuti contributi e pensione.

La protesta poi è continuata con  le contestatrici che si sono avvicinate al palco e hanno denunciato le condizioni “troppo penalizzanti” riguardo all’età pensionistica in Italia.

Scossa di terremoto sulla costa molisana

terremoto-tremoli-tuttacronacaL’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Ingv, ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 alle 18:31 nel distretto sismico dell’Adriatico centro-settentrionale. L’evento, avvenuto al largo delle coste di Campomarino e Termoli, in provincia di Campobasso, è avvenuto a una profondità di 5 km.

La melodia del vulcano che “suona” in Alaska

alaska-ghiacciaio-vulcano-redoubt-fumarole-montaggio-usa-tuttacronaca

Il vulcano Redoubt, in Alaska,  suona vari strumenti musicali mentre erutta, ma questi suoni non sono udibili all’orecchio umano. Ora  Alicia Hotovec-Hellis, dell’università di Washington, ha analizzato e amplificato il suono emesso, durante le eruzioni del marzo 2009, emesso dal tremore del vulcano e che potrebbe essere dovuto ai movimenti del magma caldo. Un “tremore armonico” simile a quello degli strumenti musicali, ma emesso alla frequenza di 5 Hertz, quindi un suono troppo basso perché il nostro orecchio possa apprezzarlo.

Ecco un video dove è possibile ascoltare il suono del vulcano nel 2009:

Sul Corriere della Sera si parla di un “urlo sismico” e viene spiegato:

“I tremori sono rapidissimi, 30 volte al secondo, intervallati poi da 30 secondi di silenzio. E il processo si ripete uguale tra le diverse, successive esplosioni del vulcano. Le origini del suono non sono ancora spiegate dagli scienziati i quali tuttavia ipotizzano che tutto sia frutto del magma caldo mentre si fa strada per salire attraverso le fessure degli strati geologici. Ciò causerebbe una sequenza di micro terremoti fino a diventare un “tremore armonico”. Ora si cerca di elaborare una teoria adeguata che aiuterebbe nel decifrare i comportamenti di un vulcano prima che esploda. Potrebbe essere utile per difendersi meglio”.

Ecco l’altro video del dove è possibile ascoltare l’audio del tremore “suonato” dal vulcano nel 2009

Riceve la notifica della cartella esattoriale: imprenditore si suicida

crisi-suicidio-tuttacronacaAncora una vita spezzata a causa della crisi. Questa volta è stato un imprenditore 64enne che, dopo aver ricevuto la notifica di una cartella esattoriale e trovandosi già in difficoltà economica con la sua azienda, ha deciso di suicidarsi. L’uomo, residente in provincia di Frosinone e scomparso dieci giorni fa da Pofi, in Ciociaria, si è suicidato sparandosi davanti al monastero di Santa Scolastica a Subiaco, vicino a Roma.

Poliziotto tenta di sedare una lite: gli strappano l’orecchio a morsi

lite-poliziotto-orecchio-tuttacronacaLite tra automobilisti in Pugli, sulla provinciale tra Vieste e Mattinata, in provincia di Foggia. Un litigio tra due uomini, entrambi di Mattinata, ha reso necessario l’intervento della polizia e proprio uno degli agenti ha avuto la peggio: si è visto strappare un orecchio a morsi. Ora i due aggressori, Leonardo D’Ercole, di 41 anni, già noto alle forze di polizia, e Leonardo Ricucci, 26enne, incensurato, sono in arresto e dovranno rispondere di violenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi.

Le ecomafie anche al nord? Scoperta discarica abusiva a Brescia

discarica-abusiva-brescia-tuttacronaca

Se c’era bisogno di conferma ora sembra che non ci possano essere molti dubbi: le ecomafie opererebbero indisturbate anche al nord. Sono stati i carabinieri di Brescia a scoprire e mettere sotto sequestro una ex cava che ha un’area complessiva di 150.000 mq, che è stata adibita a discarica abusiva. Nel cratere sono stati rinvenuti amianto e rifiuti speciali pericolosi. Nel maxi sequestro sono ricaduti anche 110.000 mq. di terreni agricoli confinanti ove si coltivava mais ad uso zootecnico, per paura che ci possa essere stata una contaminazione tra i rifiuti pericolosi e le colture nell’area circostante. Quattro persone sono state denunciate.

L’inquinamento per i rifiuti pericolosi è un problema gravissimo in Italia, ecco perché sarebbe opportuno seguire i camion di rifiuti speciali telematicamente attraverso un sistema di monitoraggio costante che consenta di evitare di sotterrare materiale pericoloso in aree di coltura. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marotta & Co: nella lista dei desideri bianconeri c’è Adryan Oliveira Tavares

Adryan-Oliveira-Tavares-tuttacronaca Bisogna far cassa in casa bianconera: servono almeno 15 milioni di eruro per realizzare un nuovo desiderio. Tanto il Flamengo valuta il suo talento 18enne Adryan Oliveira Tavares, che la Juventus continua a seguire con interesse. A renderlo noto La Gazzetta dello Sport, che ha spiegato come Serginho, ex difensore brasiliano del Milan e oggi osservatore rossonero per il Sud America, il giovane sarebbe un degno erede del trequartista juventino e nazionale Pirlo.

Stupro di gruppo contro una suora

suora-stupro-di-gruppo-tuttacronaca

Una suora di 28 anni è stata attirata nella trappola attraverso una telefonata da una donna che le comunicava che la madre della religiosa era molto malata. Così la suora, che risiede Chennai (Tamil Nadu),  ha preso un treno per Bamunigam. Arrivata a destinazione c’erano i cugini e degli amici ad attenderla che invece di portarla al villaggio di Minapanka, gli uomini l’hanno condotta in un luogo non ancora identificato. Qui la suora ha subito ripetuti stupri di gruppo per una settimana. Poi gli aggressori hanno lasciato la religiosa alla stazione ferroviaria di Berhampur, minacciandola di non riferire a nessuno quanto accaduto. Ma la vittima ha raggiunto il suo villaggio e ha sporto denuncia. Al momento la polizia ha arrestato due uomini, Jotindra Sobhasundar – cugino della vittima – e Tukuna Sobhasundear, un suo amico. Gli altri aggressori hanno fatto perdere le loro tracce. Secondo il fratello della religiosa, all’origine della violenza potrebbero esserci “motivi familiari”. Lo scorso anno uno zio è stato ucciso da guerriglieri maoisti, ma i figli (i cugini) accusano i familiari della suora di essere coinvolti nell’omicidio.

Spari all’aeroporto di Vienna: 2 feriti

aeroporto-vienna-sparatoria-tuttacronaca

Due persone sono state colpite nei pressi dell’aeroporto di Vienna.  Un’agenzia di stampa austriaca ha detto che gli aggressori sono fuggiti allontanandosi dalla capitale austriaca a bordo di una limousine scura. Non sono state rese note le identità dei feriti e le loro condizioni.

 

Trema la poltrona di Alfano… Letta lo proteggerà?

angelino-alfano-tuttacronaca

Trema la poltrona di Angelino Alfano. Il M5S e il Sel hanno infatti depositato alla Camera la mozione di sfiducia individuale nei confronti del ministro dell’Interno. Al centro della richiesta c’è, naturalmente, la vicenda per l’espulsione di Alma Shalabayeva. Cosa farà ora Enrico Letta? Proteggerà il suo governo di larghe intese o sarà travolto dal caso kazako? Anche La Repubblica oggi ha allargato la falla chiedendo le dimissioni di Alfano senza mezzi termini.  Sembra quasi che il tempo di Letta sia scaduto da quello che si legge sul quotidiano di Ezio Mauro, che per la prima volta mira proprio sul Ministro dell’Interno. D’altra parte Alfano è in una posizione debole, quella linea politica intrapresa da tempo nel nostro paese che si basa sempre e solo su “a mia insaputa” non regge più nell’opinione pubblica. Ecco perché oggi tutto il Pdl, sembrerebbe anche su richiesta di Silvio Berlusconi che si trova in Russia ospite del suo amico Putin, si sia schierata a far quadrato intorno ad Alfano. “Il partito di Repubblica vuole usare Alfano come bomba umana per fare esplodere il governo Letta-Alfano, ma non per l’interesse del paese e degli italiani coi loro tanti problemi, ma per l’interesse del suo candidato Renzi”. Queste le parole che si sentono risuonare intorno al partito del centro destra e si percepisce il timore e la paura.

 

Benzinai in sciopero dalle 22 di martedì alle 6 di venerdì

benzinai-scioperoSciopero confermato per i benzinai nelle aree di servizio lungo tutte le tratte autostradali, tangenziali e raccordi compresi: s’inizia alle 22 di martedì 16 luglio per terminare alle 6 di venerdì 19. A darne l’annuncio Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio. In una nota, inoltre, è stato spiegato che il governo è stato “indifferente” alle denunce dei gestori. Per tentare di riattivare la trattativa con i sindacati dei benzinai, da parte sua, l’Autorità garante per gli scioperi ha convocato per mercoledì pomeriggio le compagnie petrolifere (Eni, Shell, Q8, Api, Tamoil, TotalErg ed Esso) e il concessionario Autostrade.

Aggredito il sindaco di Siena: Bruno Valentini

valentini-bruno-sindaco-tuttacronaca

Il sindaco di Siena Bruno Valentini è stato aggredito da uno sconosciuto in pieno centro città. L’episodio risale a quale ora fa. Nel primo pomeriggio, in via Pianigiani, il sindaco stava attraversando il centro insieme al vicesindaco Fulvio Mancuso, per recarsi in Comune quando è stato avvicinato da un uomo intorno ai 65/70 anni che avrebbe prima inveito contro il sindaco gridandogli “vergogna, vergogna”. Sembra che il sindaco  abbia cercato di placare il cittadino e quest’ultimo invece gli si sia avventato contro e gli abbia stretto il naso con forza. E’ stato lo stesso sindaco poi a chiamare le forze dell’ordine che hanno calmato l’uomo. Il sindaco poi ha dichiarato telefonicamente ”E’ un fatto grave, siamo sempre a disposizione dei cittadini ma non alla loro mercé”, poi, per tranquillizzare parenti e amici ha scritto su Facebook “Per tutti gli amici: no problem, incidenti di percorso”.

“Parti in orario”, i cinesi pregano: i loro voli sono sempre in ritardo

hostess-pregano-aereo-cinesi-parti-in-orario-tuttacronaca

Ai cinesi non è rimasto altro da fare che pregare, i loro voli sono perennemente in ritardo. Così anche le hostess della Xiamen Airlines di affidano ai riti propiziatori.  Il cartello sull’altarino reca la scritta “parti in orario”… sperimo che qualche divinità li ascolti!

 

Terremoto di magnitudo 7.2 nelle Isole Sandwich australi

map_world

E’ stato registrato un terremoto di magnitudo 7.2 a circa 180 km a sud-est dell’Isola di Bristol, nelle Isole Sandwich australi. L’evento si è verificato alle 16:03 ora italiana ed ha avuto luogo in acqua.

Bárcenas dal giudice e gli sms del premier. La conferenza stampa

sms-rajoy-tuttacronacaLunedì nero per il premier spagnolo Rajoy: non solo sono stati resi pubblici gli sms che dimostrano che fosse a conoscenza dei finanziamenti illegali all’interno del suo partito, ma Bárcenas ha trascorso oltre tre ore racocntando i fatti al giudice Pablo Ruz. L’ex tesoriere del Partito Popular ha ammesso per la prima volta che i documenti manoscritti, che contengono la contabilità B del partito ed erano stati pubblicati sia da El País che da El Mundo sono stati compilati da lui. Ma, stando al primo dei due quotidiani, avrebbe anche consegnato una ‘pen-drive’ contenente una documentazione che accuserebbe il PP. Nelle sue testimonianze precedenti, Bárcenas aveva sempre negato di essere stato lui l’autore degli appunti contabili, arrivando anche a modificare la sua scrittura durante un esame calligrafico. Intanto, il PSOE ha annunciato che la rottura delle relazioni con il PP è “totale” e si esigono le dimissioni immediata del premier. Per il PSOE, il partito socialista all’opposizione,  Rajoy ha coperto Bárcenas ed è totalmente coinvolto nel caso (“vi è dentro fino alle sopracciglia”).

Il premier, nel primo pomeriggio di oggi, ha tenuto una conferenza stampa congiunta con il presidente Polacco. Dopo un’introduzione sui rapporti tra i due Stati, Rajoy si è quindi sottoposto alle domande dichiarando che “La prima cosa che voglio dire chiaramente è che lo stato di diritto non si sottomette al ricatto. Il punto essenziale è che ora l’amministrazione della giustizia sta facendo il suo lavoro in modo indipendente e con la piena collaborazione del governo . Non si è mai verificata, non si sta verificando nè mai si verificherà nessuna interferenza nè pressione alla giustizia”. Ha quindi spiegato che le istituzioni hanno sempre operato in modo indipendente e le cose non cambieranno “mentre io sono il presidente”. “Come sapete questa materia ha acquisito rilevanza nei media a fine gennaio. Ho spiegato il 3 febbraio la mia posizione.” Ribadisce dunque che non entrerà nel merito della questione ad ogni nuova dichiarazione che verrà esternata perchè, ripete: “Lo stato di diritto non si sottomette al ricatto”. “Per quanto riguarda la richiesta di dimissioni, l’opposizione è libera di agire come meglio crede.” Ma lui non intende entrare nel merito: “La spagna, in una situazione molto complessa, già sta dando buoni segnali per il superamento della crisi. Il grande valore del nostro Paese è la stabilità politica e io terminerò il mandato che mi è stato assegnato. Se ci sono altri che vogliono giocare a qualcos’altro, per una o un’altra ragione, è un loro problema.”

PAPELES-BàRCENAS-tuttacronaca

A Palermo è scontro tra curia e comune: loghi gay sulla Cattedrale

gay pride- tuttacronaca

Scontro in queste ore tra la curia di Palermo e il comune per le polemiche scoppiate dopo la festa di Santa Rosalia. La chiesa infatti si sta lamentando per le immagini del Gay Pride e i loghi omossessuali che sono stati proiettati sulla facciata della Cattedrale. Don Fabrizio Moscato ha alzato i toni della discussione scrivendo su Facebook:  “Vergogna! Stiamo toccando il fondo: ideologia omosessualista proiettata sul nobile portico meridionale della Cattedrale di Palermo in occasione del Festino della Patrona Rosalia”. E ancora di: “simboli del Gay Pride e delle unioni omosessuali accostati ad un neonato… Il carro fatto passare a Porta Felice da un cancello con motivi orgiastici…” e poi ha aggiunto: “Ma chi può convincermi che è tutto normale? Ma chi può avere argomenti che difendano un vero e proprio insulto alla nobiltà della fede che la Santuzza ed anche la Cattedrale rappresenta? Chi può dirmi che non si tratti di sudicia provocazione? Questa è strumentalizzazione dei bambini! Questo è un futuro imposto ai bambini da minoranze che hanno uno sguardo falso e deviato… L’unica paura è per i più piccoli che ci guardano…”.

Ma la chiesa non dovrebbe accogliere tutti e non discriminare? Sono i gay a imporsi ai bambini o forse i religiosi con le loro “attenzioni particolari”?

Jolly Nero e la notte tragica: direttore della compagnia Messina indagato!

Jolly-Nero-messina-tuttacronaca

E’ stato iscritto nel registro degli indagati Giampaolo Olmetti. Il direttore in servizio alla compagnia Messina, secondo quanto si è appreso, avrebbe  fatto pressioni sul comandante e sul primo ufficiale della Jolly Nero. Nella tragica notte del 7 maggio scorso, Olmetti, avrebbe ricevuto la telefonata di Paoloni e Repetto e avrebbe chiesto loro di non parlare con la Procura, ma solo con la Capitaneria.

Questa mattina, intanto, Paoloni Repetto si sono avvalsi della facoltà di non rispondere comparendo questa mattina davanti al giudice Ferdinando Baldini nell’ambito dell’inchiesta del porto di Genova.   

I calciatori si danno all’industria del sesso?

ronaldo-playboy-magazine-tuttacronaca

Ronaldo sembra proprio che vorrebbe acquistare la rivista Playboy e sta pensando di far un’offerta per ottenere  l’esclusiva in Brasile del magazine erotico. D’altra parte Ronaldo appena si è ritirato dal calcio ha aperto un’agenzia di marketing, la 9INE, che ha già sotto contratto numerose stelle brasiliane, a cominciare da Neymar, quindi il pallino per gli affari è nel suo Dna. Oltre all’agenzia, è anche proprietario di palestre, cliniche e immobili, che ogni anno gli fruttano guadagni invidiabili. Playboy è la decima rivista più venduta in Brasile è chiaro quindi l’interesse del giocatore verso un business sicuro.

Ma sicuramente non è l’unico giocatore che vuole investire nell’industria del sesso, anni fa Pele è stato testimonial di una campagna rivolta a chi ha problemi di erezione, mentre Ronaldinho firma una linea di preservativi.

 

Dramma d’estate: bambina di 6 anni cade dal balcone e muore

bambina-cade-da-balcone-messina-tuttacronaca

Una bambina di 6 anni oggi è morta a causa delle lesioni riportate cadendo dal balcone dalla sua abitazione in contrada Fortino del villaggio Pace, a Messina. La piccola, secondo una prima ricostruzione si sarebbe sporta dal balcone giocando e avrebbe perso l’equilibrio precipitando sul marciapiede. Nonostante i soccorsi siano stati immediati la bimba è morta dopo essere arrivata all’ospedale Papardo.

 

Dopo le offese di Calderoli alla Kyenge ora un assessore rincara la dose

orango-kyenge-calderoli-tuttacronacaRoberto Calderoli aveva dichiarato che il ministro Cecile Kyenge gli ricorda un orango e dal momento della dichiarazione le polemiche non si sono ancora raffreddate. A buttare benzina sul fuoco ci ha pensato ora l’assessore regionale alla protezione civile del Veneto, Daniele Stival che sul suo profilo Facebook ha pubblicato una foto in cui appare un orango che si dichiara offeso dal paragone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Uomo morso sul pene da un serpente.

uomo-seduto-sul-gabinetto-morso-al-pene-da-serpente-tuttacronaca

Un incidente anomalo quello accaduto a un uomo a Tel Aviv  in Israele che ha scatenato l’ironia anche del protagonista. Mentre era in un wc, un serpente è infatti sbucato dall’interno del water e lo ha morso al pene. L’uomo ha immediatamente chiamato il Rambam Medical Center di Haifa e i medici sono prontamente intervenuti sul luogo dell’incidente, trovandolo nonostant tutto di buonumore, mentre scherzava su ciò che gli era appena accaduto. I medici hanno poi constatato che fortunatamente il serpente non era velenoso quindi l’uomo non era in pericolo di vita. Strani incontri in posti insoliti!

 

La Roma mette al sicuro la difesa, arriva Maicon

maicon-calciomercato-roma-tuttacronaca

Una sciarpa della Roma è stato il primo regalo che Maicon ha ricevuto dai tifosi che lo attendevano a Fiumicino, dove il suo volo proveniente da San Paolo, è atterrato alle poco prima delle 7. Autografi e foto con i suoi sostenitori prima di salire a bordo di una Porsche Cayenne con la quale ha poi lasciato l’aeroporto. Il terzino è una pietra che si va a incastrare alla perfezione nella difesa giallorossa. Maicon infatti può vantare un curriculum di tutto rispetto: una Champions League nel 2010, 4 campionati, 3 Supercoppa Italiana, 2 Coppa Italia ed un Mondiale per Club. Con la maglia del Brasile ha disputato 66 gare (6 reti) vincendo due Coppa America nel 2004 e 2007, due Confederations Cup (2005, 2009) e disputando un Mondiale nel 2010.

Miccoli è del Lecce, i tifosi devono rassegnarsi!

fabrizio-miccoli-lecce-calciomercato-tuttacronaca

Si dovranno rassegnare i tifosi leccesi, Miccoli è stato acquistato dalla squadra pugliese. L’accordo siglato con Savino Tesoro durerà un anno. La conferma ufficiale è arrivata dalla squadra stessa che con un comunicato stampa  ha dichiarato:

“L’U.S. Lecce comunica, con estrema soddisfazione, di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Fabrizio Miccoli. L’attaccante di San Donato, dopo essersi svincolato dal Palermo, ha scelto, tra diverse opzioni, di indossare la maglia giallorossa, verso la quale ha da sempre dimostrato grande attaccamento ed amore. Il contratto verrà formalizzato nella giornata di mercoledì”.

Il rogo del liceo Socrate: prevista la riapertura per il 2 settembre

liceo-socrate-riapertura-tuttacronacaSono trascorse poco più di 48 ore da quando è stato appiccato il fuoco al liceo Socrate in zona Garbatella, a Roma. Oggi le istituzioni si sono riunite per discutere dell’accaduto e al termine il prefetto Giuseppe Pecoraro ha dichiarato: “Da parte di tutte le istituzioni c’è l’impegno affinchè il 2 settembre riapra la scuola a tutti gli studenti. Siamo certi che i lavori termineranno entro quella data”.

Il virus della disoccupazione colpisce anche gli stranieri. Come vivono in Italia?

disoccupazione straniera

La disoccupazione è un’epidemia e sta dilagando nel nostro paese. Come tutti i virus nessuno è immune così in Italia nel 2012 erano 385mila gli stranieri disoccupati. Un numero in aumento rispetto al 2011 sia per la componente Ue che si attesta a un +19,2% sia per la componente extra Ue che si attesta su 25,4%.

Nell’ultimo triennio 2010-2012, il numero dei cittadini Ue in cerca di lavoro è cresciuto di oltre 35mila unità, mentre tra i cittadini extra Ue l’aumento è stato di oltre 72mila persone.

La crisi ha avuto un impatto anche sulla qualità dell’impiego: nel 2008 il 29% dei lavoratori stranieri era impegnato in mansioni non qualificate, e il dato nel 2012 ha raggiunto il 34%. Al contrario, si riducono nettamente le posizioni qualificate, passate dall’8,2% del 2008 al 5,9% del 2012.

Di cosa vivono quindi gli stranieri in Italia? Quale è il reddito sommerso degli stranieri?

Il royal baby sarà del segno del leone? Si susseguono le ipotesi

royal-baby-tuttacronaca

Depistaggio dei giornalisti da parte della Casa Reale? Sono molte le voci che si susseguono in queste ore: i bookmakers affermano che il tempo per il parto sia agli sgoccioli mentre altri dichiarano che Kate si trovi ancora nella casa paterna, contraddicendo così le novità che volevano che la duchessa fosse già nella clinica St. Mary. Stando alle ultime indiscrezioni, poi, la suocera del principe William si sarebbe lasciata sfuggire che il royal baby nascerà sotto il segno del leone, lasciando così intendere che mancherebbe ancora una settimana circa. E i sudditi attendono…

La ghigliottina delle tasse locali: dal ’92 aumentate del 500%

irap-tasse-tuttacronaca

In poco più di 20 anni le imposte delle amministrazioni locali hanno avuto un incremento di oltre il 500% aumentando da 18 a 108 miliardi di euro. I dati sono stati forniti da uno studio di Confcommercio in collaborazione con il Cer. Nello studio si legge anche che negli ultimi 20 anni , la spesa corrente delle amministrazioni centrali (Stato e altri enti) è cresciuta del 53%. La spesa di regioni, province e comuni è aumentata del 126% e quella degli enti previdenziali del 127%. Nel complesso la spesa pubblica è raddoppiata.

“Per fronteggiare questa dinamica – sottolinea il dossier – si è assistito a una esplosione del gettito derivante dalle imposte (dirette e indirette) a livello locale con un aumento del 500% a cui si è associato il sostanziale raddoppio a livello centrale. Inoltre, nell’ultimo decennio, risulta quasi triplicata l’incidenza delle addizionali regionali e comunali sull’Irpef; rilevante, infine, la differenziazione delle singole regioni in base all’incidenza dalla tassazione locale: l’aliquota Irap per un’impresa della Campania è quasi il doppio di quella che deve pagare un’impresa di Bolzano”.

Dopo questa analisi la conclusione di Confcommercio è dunque delle più drammatiche:  “uno degli obiettivi principali del federalismo fiscale, quello, cioè, di mantenere inalterata la pressione fiscale a carico dei contribuenti, è stato del tutto disatteso rendendo, pertanto, sempre più necessario un maggiore coordinamento fra le politiche tributarie attuate ai diversi livelli di governo”.
Come può un’impresa sopravvivere durante la crisi se viene ghigliottinata anche dalle tasse locali? A fronte di questi aumenti quali servizi e benefici si sono avuti a livello locale?

Rissa al matrimonio per un pezzo di pollo!

Karyssa coleman-tuttacronaca

Una rissa che ha viste coinvolte cinque o sei persone e che ha richiesto l’intervento della polizia di Norfolk, in Inghilterra orientale.  Krystel Coleman, 29 anni, ci ha rimesso il naso e due occhi neri dopo che lo zio, Curt Hughes, 53 anni, l’ha colpita violentemente al volto. Non è andata meglio neppure alla madre della sposa  Lisa Coleman, 47 anni, che si è ritrovata a terra dopo una violenta colluttazione. Il giorno più bello della sua vita  Karyssa Coleman l’ha passato in ospedale con la sorella e tutto è iniziato per accaparrarsi l’ultimo pezzo di pollo. Da quanto tempo erano a digiuno?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roberta Ragusa serve un’altra settimana prima di svelare il mistero?

roberta-ragusa-analisi-tuttacronaca

Sembra che occorra un’ulteriore settimana per avere i risultati dei tamponi effettuati dai Ris di Roma sul furgone della Geste in uso ad Antonio Logli e sull’auto della sua nuova compagna Sara Calzolaio nell’ambito delle indagini sul caso della scomparsa di Roberta Ragusa.

“Lo giudichiamo un fatto positivo ai fini dell’accertamento della verità – ha spiegato il procuratore Ugo Adinolfi – perché le tracce repertate sono piccolissime e i Ris ci avevano già detto che sarebbe stato difficile ricavare risposte utili. Tuttavia se ci chiedono altro tempo significa che possiamo sperare che quei minuscoli reperti possano comunque fornire indicazioni utili, pur se parziali, alle nostre investigazioni.”

Il presidente kazako in vacanza in Sardegna, ospite di un amico di Berlusconi

NURSULTAN-E-BERLUSCONI-tuttacronacaL’Italia è in fermento per lo scandalo dell’espulsione di Alma Shalabayeva e della figlia e il presidente kazako Nursultan Nazarbaev ha scelto San Teodoro, in Sardegna, per concedersi cinque giorni di relax. La villa scelta per la vacanza, dove con il presidente sono giunti famiglia, servitù e plotone di sicurezza, è del comprensorio H2O di cui è proprietario Ezio Maria Simonelli, vicino da sempre a Berlusconi. Repubblica descrive Simoncelli con queste parole: “Studio in centro a Milano, una lenzuolata di cariche alla Bocconi, ma soprattutto nelle società del gruppo Fininvest (è anche nel collegio sindacale della Mondadori), presidente dei revisori dei conti della Lega Calcio e candidato alla presidenza – lo scorso dicembre – da Adriano Galliani, altro suo vecchio amico.” E’ lo stesso quotidiano a spiegare che il presidente è arrivato una settimana fa, nel momento in sul governo italiano iniziavano ad addensarsi i dubbi per l’espulsione “sospetta” della moglie e della figlia di uno dei suoi principali oppositori, il dissidente Mukhtar Ablyazov.

Nel frattempo, ieri, un comunicato del ministro degli Esteri kazako ha precisato che la Shalabayeva “non è in prigione né agli arresti domiciliari, ma ha solo un obbligo di dimora ad Almaty”. Altre informazioni sulla donna sono state riferite dalla figlia maggiore, la 25enne Madina Ablyazovova: “Alma, mia madre, ora è ad Almaty, a casa dei genitori. Viene monitorata, filmata e pedinata da vicino. È trattenuta in Kazakistan come ostaggio”. “Mia madre non è mai stata una fuggitiva”, ha spiegato. “Quando il regime kazako l’ha presa, e subito dopo essere stata mandata in Kazakistan contro la sua volontà, le autorità kazake hanno mosso delle accuse penali nei suoi confronti per poter fare di lei un ostaggio. Ha sempre avuto con sé documenti validi, che confermavano il suo status sia in Inghilterra che in Europa. Inoltre, ha sempre avuto un passaporto kazako emesso regolarmente”.

Blitz degli attivisti Greenpeace alla centrale atomica di Tricastin

tricastin-greenpeace-tuttacronacaSono riusici a penetrare all’interno della centrale atomica di Tricastin e sono quindi saliti sulle infrastrutture che circondano i reattori 1 e 3, questa mattina alle 5 , decine di attivisti di Greenpeace, 21 dei quali sono stati fermati. La portavoce del movimento Isabelle Philippe ha spiegato che gli attivisti hanno srotolato delle bandiere allo scopo di denunciare la “fragilità” degli impianti nucleari. Su una bandiera, che è stata proiettata sul muro della centrale, c’era l’immagine del presidente francese François Hollandeaccompagnato dalla scritta “Presidente della catastrofe?”. “Tricastin: incidente nuclare” era invece il testo di una seconda. Il ministero dell’Interno Manuel Valls, che ha chiesto un rapporto completo sull’irruzione, ha precisato che gli ambientalisti non sono entrati nelle “zone sensibili” della centrale. Ciò non toglie che il blitz pone diversi interrogativi sulla sicurezza di questi siti nucleari nonostante l’Autorità di sicurezza nucleare abbia sottolineato che “non c’è stato alcun impatto sulla sicurezza dell’installazione”. Il ministero dell’Interno ha reso noto che tra gli arrestati ci sono anche italiani, oltre a francesi, romeni e spagnoli. Il ministero ha reso noto che nessuno di loro “ha potuto accedere alle zone sensibili della centrale e alla sala comandi”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tossicodipendente in crisi d’astinenza aggredisce la madre con un piccone

figlio-picconate-madre-tuttacronacaUn 36enne di Regalbuto, in provincia di Enna, ha ridotto in fin di vita la madre colpendola con un piccone. Giuseppe Bonanno, un tossicodipendente disoccupato, era in crisi di astinenza quando ha tentato di uccidere la madre, una casalinga di 61 anni. La donna Francesca Piemonte, è ora ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Cannizzaro di Catania mentre i carabinieri hanno proceduto all’arresto del figlio.

Moldavo ubriaco investe tre pedoni a Torino: un morto

incidente-torino-tuttacronacaTragedia al termine del Kappa Futurfestival, il festival di musica elettronica che si è tenuto questo finesettimana al parco Dora a Torino. Era da poco trascorsa la mezzanotte quando un 24enne moldavo, risultato positivo all’alcotest, è uscito dal tunnol del passante ferroviario ad altissima velocità investendo tre pedoni. Nell’impatto è morto un giovane di 24 anni mentre gli altri due, un ragazzo di 18 e una ragazza di 19 anni, sono stati ricoverati anche se non in condizioni gravi. La Bmw si è fermata dopo il fatto: a bordo c’era anche una ragazza che ha tentato la fuga ma è stata bloccata dalla folla accorsa dopo aver udito lo stridere delle gomme e il botto. La polizia municipale, subito sopraggiunta, ha evitato il linciaggio dell’automobilista.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: