Elezioni amministrative: urne quasi vuote? L’affluenza è bassa

bassa-affluenza-voto
Se serviva un’ennesima conferma per il fatto che gli italiani siano delusi dalla politica che ci amministra, sta arrivanto. Sono sette milioni le persone chiamate aller une oggi e domani per le elezioni del sindaco e del consiglio comunale di 563 comuni, con la sfida più importante che si svolge a Roma dove, alle 12, ha votato solo il 9.32% degli aventi diritto: cinque punti in meno se confrontata con le precedenti omologhe. Non se la passano meglio i comuni, che perdono oltre quattro punti rispetto e si fermano a un’affluenza dell’11.57%. Al voto sono chiamati anche i cittadini di Ancona e di altri 14 capoluoghi di provincia: Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Isernia, Lodi, Massa, Pisa, Siena, Sondrio, Treviso, Vicenza e Viterbo. In Valle d’Aosta, invece, ad essere eletto sarà il consiglio regionale.
Annunci

“La verità è l’immagine migliore, la miglior propaganda.”

verità

-Robert Capa-

Uno sguardo a… il Dobos

La ricetta puoi trovarla QUI!

dobos

Robert Capa… In Love and War

Robert Capa… le immagini dal fronte

Robert Capa… e la Guerra Civile Spagnola

Gente di Budapest… Robert Capa (Endre Ernő Friedmann)

robert capa

Uno sguardo a Budapest… Piazza degli Eroi

budapest-piazza-eroi

Uno sguardo a Budapest… il Bastione dei Pescatori

budapest-bastione dei pescatori

Uno sguardo a… BUDAPEST

budapest

L’agghiacciante manifesto di Forza Nuova!

forza-nuova-tuttacronaca

Un manifesto elettorale che forse, insieme a molti altri, non richiamava l’attenzione… fin quando l’occhio non va a cadere proprio su quel bambino biondo che ci guarda per sorriderci. Lui, unico innocente, di un messaggio agghiacciante… un messaggio di odio razziale architettato da Forza Nuova. Un bimbo usato come arma verso altri bambini, ma anche contro chiunque non sia biondo… chissà quanti italiani mori o calvi dovremmo eliminare secondo il messaggio di Forza Nuova?

La lettera di Letta a Babbo Natale a fine maggio?

letta-Van-Rompuy-tuttacronaca

Letta scrive a Van Rompuy. Una vera e propria lista di desideri per trovare una soluzione in Europa per la disoccupazione giovanile.

”Carissimo Herman – si legge nel testo della lettera – desidero ringraziarti per aver accolto la mia proposta di porre al centro dell’agenda del Consiglio europeo del 27 e 28 giugno prossimi il tema della disoccupazione giovanile. La lotta alla disoccupazione giovanile rappresenta la sfida prioritaria, per l’Italia e per l’Europa.  In Italia oltre 2,2 milioni di giovani si trovano senza lavoro o senza lavoro e fuori da percorsi formativi. I dati delle recenti previsioni economiche della Commissione dimostrano che il problema della disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli allarmanti praticamente in tutti gli Stati membri. Senza misure straordinarie e mirate non sarà possibile invertire questo trend, aumentando il rischio che la disoccupazione giovanile diventi strutturale. Certo – osserva -, il ritorno ad una crescita capace di generare occupazione giovanile di qualità e sostenibile nel tempo è legato alla capacità dei sistemi nazionali di mantenere finanze pubbliche sane e di adottare riforme strutturali. Ma molto dipende anche dalla cornice offerta dalle politiche dell’Unione. Se le istituzioni europee non si dimostrano capaci di intervenire per risolvere il problema della disoccupazione finiranno per alimentare sentimenti di frustrazione e risentimento, terreno ideale per la crescita di movimenti populisti ed anti-europeisti. In passato – ricorda Letta – la Commissione europea ha presentato un pacchetto per l’occupazione giovanile, e si è raggiunto un accordo in seno al Consiglio sull’attuazione della Garanzia europea per i giovani. E’ stato avviato un esercizio per la riprogrammazione dei Fondi strutturali, che sta dando risultati positivi. Il Consiglio europeo di febbraio 2013 ha deciso la costituzione di una Iniziativa a favore dell’occupazione giovanile, dotata di 6 miliardi di euro per il periodo 2014-2020. Il Consiglio europeo del marzo scorso ha infine indicato una serie di priorità di azione, sottolineando come ‘affrontare la disoccupazione è la sfida sociale più importante che ci troviamo davanti’. Si tratta – spiega – di passi avanti importanti, ma non sufficienti. Vi sono diversi fronti su cui dobbiamo e possiamo fare di più”.    Per Letta occorre allora ”stimolare la creazione di un vero mercato del lavoro europeo, rimuovendo le barriere che ancora impediscono la fluidità della libera circolazione dei lavoratori, anche mediante nuove iniziative legislative da parte della Commissione, rafforzare il sistema EURES e migliorare il coordinamento tra i servizi pubblici per l’impiego nazionali. E’ necessario investire in uno statuto europeo dell’apprendistato, sulla base di un quadro comune di qualità”.    

”Dobbiamo inoltre mobilitare – aggiunge – tutte le fonti di finanziamento possibili a livello europeo e in particolare accelerare le fasi preparatorie della nuova Iniziativa per l’occupazione giovanile in modo da poter procedere con l’erogazione dei primi finanziamenti già all’inizio del 2014. Infatti, se abbiamo la possibilità di concentrare i 6 miliardi di euro nella primissima fase del nuovo ciclo di bilancio, potremo valutare sulla base dei risultati raggiunti se e come aumentare la dotazione finanziaria. E’ necessario inoltre usare tutto il potenziale del Fondo Sociale Europeo. Il Consiglio europeo dovrebbe dare indicazioni affinché il Fondo possa incentivare la creazione di nuova occupazione per i giovani, anche finanziando tagli agli oneri fiscali e contributivi per le nuove assunzioni. L’elevato carico fiscale e contributivo che grava sul lavoro è, infatti, uno dei fattori che più frenano la creazione di nuova occupazione e la competitività, come ricordato dal Consiglio europeo del 14 e 15 marzo scorso”.  

E’ importante inoltre ”ricordare il ruolo delle PMI nella creazione di lavoro. Occorre rafforzare i finanziamenti della BEI per le PMI che creano occupazione giovanile, anche esaminando forme di maggior coordinamento con i fondi strutturali dell’Unione. Dati i limiti del bilancio dell’Unione – conclude Letta – ulteriori risorse dovranno venire dai bilanci nazionali. E’ necessario allora riflettere su come ampliare gli spazi disponibili per le finanze pubbliche nazionali, sfruttando le possibilità offerte dal Patto di Stabilità e di crescita. Ad esempio, facendo seguito alle conclusioni del Consiglio europeo di marzo 2013, è necessario riconoscere per gli Stati che si trovano nella parte preventiva del Patto la possibilità di beneficiare di reali margini di flessibilità per investimenti volti alla promozione dell’occupazione. Questi interventi devono, ovviamente, essere parte di un quadro complessivo di riforme nel contesto del semestre europeo. Mi auguro di poter approfondire insieme questi temi in occasione del nostro incontro a Roma il prossimo 31 maggio”.

E ora che la lettera è stata inviata non occorre far altro che attendere fiduciosi i doni? Arriveranno prima di dicembre? Ma ci stiamo anche attrezzando per un pandoro o per un panettone?

Il coraggio di una madre: sventa il rapimento del figlio

zapponeta

Una madre che vede il proprio figlio tra le braccia di un estraneo, entrato furtivamente nella sua abitazione, trova in sè il coraggio per affrontare qualsiasi pericolo pur di proteggere la propria prole. E’ quello che dimostra quello che è accaduto a Zapponeta, in provincia di Foggia. Una donna ha colto in fragrante un uomo che si era introdotto in casa e ne stava rapendo  il bambino. La donna è risuscita a bloccarlo e gli ha strappato dalle mani il piccolo dopo una breve collutazione. L’autore del tentato rapimento è riuscito a fuggire ed ora le forze dell’ordine sono impegnate nella ricerca di uno straniero, dell’Est Europa, “impegnato in lavori agricoli nell’area”.

1-2: il Bayern è Campione d’Europa!

borussia-bayern

E’ l’emiliano Nicola Rizzoli l’arbitro che dà il via a questa attesa finale di Champions. Al Wembley scendono due squadre determinate, Borussia e Bayern, per una finale, per la prima volta nella storia della Coppa dei Campioni, tutta teutonica. Hanno incantato l’Europa intera nelle semifinali contro Real Madrid e Barcellona e per entrambe la finale è più che meritato. Ma se la nazionalità è la stessa, diverso è il passato. Per gli schwarzgelben di Jurgen Kloppsi tratta solamente della seconda finale di Champions League della propria storia mentre per gli avversari si tratta della terza negli ultimi quattro anni.

Ma il clima pre-partita non è dei migliori, con maxi scontri tra tifosi tedeschi nel cuore della capitale britannica. La violenza non ha lasciato tregua neanche a questa finale, con centinaia di supporters che si sono affrontati a viso aperto cercando il contatto con un fitto lancio di oggetti.

Dopo i primi minuti di gioco, in campo è già apparsa chiara tutta la determinazione di entrambe le squadre: ritmi rapidissimi ma senza conclusioni, con un Borussia che regala più spettacolo rispetto al nervosismo del Bayern. Sono infatti i ragazzi i Klopp i primi ad agguantare l’occasione gol: al 15′ Blaszczykowski prova il destro, ma Neur è prontissimo a mettere in corner. Solo quattro minuti e ci prova Reus, che salta Dante e Lahm in velocità per poi concludere di sinistro: ma Neuer devia in corner. Altri tre minuti e il portiere è di nuovo preso d’assalto, questa volta para a terra il destro di Bender. Il Bayern appare al 26′, quando Mandzukic colpisce la traversa: un’ottima occasione per lui. Il suo compagno di squadra Robben ci prova poco dopo, ma spreca un tiro da solo davanti alla porta permettendo a Weidenfeller di spedire in corner. Il Bayern ha un altro volto ora, continua a salire mentre il Borussia, in questa frazione, sembra destinato a subire, ma l’intervallo non dura molto: al 35′ sfiora il gol Lewandowski: parato. Se le emozioni continuano a susseguirsi, per l’ultima occasione del primo tempo bisogna attendere il 43 con Robben che da centro area, forse dopo un fallo su Hummels, tira di sinistro da distanza ravvicinata e colpisce Weidenfeller in pieno volto. Termina dunque a reti inviolate un grande primo tempo, con occasioni importanti per entrambe le squadre. L’attesa è alta per la ripresa.

borussia-bayern-1

Le squadre tornano in campo a formazioni invariate, e lo stesso gioco si vede sull’erba: giocatori indiavolati, buone azioni da ambo le parti, ma per avere la prima occasione gol bisogna attendere il 14′: Schweinsteiger dalla bandierina, prima Javi Martinez poi Mandzukic toccano di testa ma Weidenfeller si ritrova la sfera tra le braccia. Il Bayern però non si lascia scoraggiare e subito dopo parte nuovamente in attacco: pallone filtrante di Ribery per Robben in area, cross di quest’ultimo da sinistra e Mandzukic da due passi non deve fare altro che portare la squadra in vantaggio: 0-1! Klopp in panchina è agitato, quando restano circa 25′ di gioco, serve assolutamente annullare la distanza. I suoi ragazzi non se lo fanno ripetere e approfittano di un fallo in area di Dante su Reus. Al 23′ Gundogan realizza il rigore: 1-1! I ragazzi di Heynckes non mollano, determinato a riconquistare il vantaggio, Alaba prova un gran sinistro dalla distanza, ma l’estremo difensore del Borussia riesce a mettere in corner. E’ sempre il Bayern a pressare in questo parziale e quando il Borussia prova a rispondere lo fa quasi con violenza, tanto che Lewandowski atterra Boateng, e forse gli dà un pestone volontario, pur di fermare l’attacco. Ma al 44′ è ancora la squadra di Monaco a raggiungere il vantaggio: lancio dalla difesa, grande lavoro spalle alla porta di Ribery al limite dell’area avversaria, palla a Robben che in percussione trafigge Weidenfeller di sinistro: 1-2! Tre minuti di recupero, e il Bayern è Campione d’Europa!

boateng-a-terra

Angelina nuda e senza seno… ritratto shock!

anjelina-jolie-ritratto-nuda-senza-seno-tuttacronaca

Lo ha realizzato l’artista Johan Andersson, famoso per il ritratto postumo di Amy Winehouse «Mia madre ha avuto un aggressivo tumore al seno quando avevo 15 anni», ha detto Andersson al Daily News. «Il pensiero che avesse potuto sottoporsi a una mastectomia mi aveva spaventato, ma è stata abbastanza fortunata a doversi sottoporre solo a un intervento senza una mastectomia. La recente notizia di Angelina mi ha scosso e mi ha spinto a realizzare il ritratto». Ora ritratto  della mastectomia preventiva della Jolie va all’asta e secondo alcune stime si pensa di raggiungere i 22.000 dollari. Il denaro sarà donato all’associazione di beneficenza Falling Whistles.

16enne scomparsa, corpo ritrovato carbonizzato. E’ omicidio.

omicidio-corigliano-calabro-ragazza-16-anni-tuttacronaca

Ha solo 16 anni la vittima di cui oggi è stato ritrovato il corpo carbonizzato in una località di campagna a Corigliano Calabro. La ragazzina era scomparsa ieri dalla sua casa di Rossano e secondo le prime informazioni ci sono gli indizi per ritenere che si sia trattato di un omicidio. I genitori ieri ne avevano denunciato la scomparsa non vedendola rientrare dall’istituto per ragionieri che frequentava. Già l’anno scorso la ragazza si era volontariamente allontanata da casa ed era poi stata ritrovata a casa di amici a Bologna, dopo che aveva litigato con il fidanzatino.

Secondo le prime analisi Fabiana Luzzi, che avrebbe compiuto 16 anni a luglio, è stata accoltellata e uccisa subito dopo la scomparsa o al massimo sabato mattina. I carabinieri ritengono che dietro all’omicidio ci sia un motivo passionale. Per i carabinieri vi potrebbe essere un movente passionale. Il fidanzatino di Fabiana ieri si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale di Corigliano perché ustionato. Dato il danno dell’ustione è stato poi trasferito in un centro specializzato a Brindisi. Ma il suo racconto non convince gli inquirenti. Il 16enne ha raccontato di avere accompagnato Fabiana a casa e poi di essere stato aggredito. Il giovane ha fatto anche i nomi dei presunti aggressori motivando il gesto col fatto che lo volevano punire per alcuni suoi comportamenti. Il ragazzo si trova in una caserma dei carabinieri dove dovrà essere sentito dal magistrato della Procura dei minori con le garanzie previste dalla legge. Al momento non è stato emesso nessun provvedimento nei suoi confronti.

E’ femminicidio? Si sta diffondendo anche sui giovani questo macabro reato? Fabiana è l’ennesima vittima del suo fidanzato?

 

Kate a 18 anni rischia 15 anni di carcere

kate -tuttacronaca

Kate ha 18 anni ed è accusata di crimini sessuali per aver avuto un rapporto con la fidanzatina di 14 anni. Le è stato proposto un accordo ed essere solo accusata di reati sessuali minori e scontare due anni ai domiciliari, evitando il processo, ma lei non ci sta. : “Non ho fatto nulla di male”, dice Kate e le associazioni omossessuali di tutto il mondo si mobilitano in suo favore. Ma l’accusa la pensa in modo diverso: “La legge proibisce chiaramente ai minori di avere rapporti sessuali con adulti. Il consenso del minore non è rilevante, nè dovrebbe esserlo. Questo è il messaggio in questo caso – ha detto l’avvocato della “parte lesa” – ovvero che un crimine è stato commesso e che viene perseguito”. Kate sa che potrebbe passare 15 anni in carcere, ma è decisa ad andare avanti.

Cosa è successo a Kate lo racconta la madre attraverso una pagina Facebook che tiene costantemente aggiornata:

“All’inizio dell’anno scolastico, (Kate) haIniziato a uscire con una sua compagna di studi. Questa ragazza era anche nella stessa squadra quando facevano sport ed era in uno speciale programma che la faceva essere a contatto con studenti più avanti nelle classi… (Mia figlia e questa ragazza) Erano entrambe studentesse nella stessa scuola, c’era un rapporto di reciproco consenso da entrambe le parti. Era una situazione insolita per Kate, lei era sempre uscita con i ragazzi, ma io sono il tipo di madre che sono e non ho voluto fare una questione su quanto stava accadendo. Ho ha parlato con lei di questo e pensato che fosse solo un fatto sociale, i tempi sono cambiati e un sacco di studenti stanno sperimentando, quindi non ho voluto inserirmi troppo…

Sabato 16 febbraio il mondo della nostra famiglia è stato frantumato e l’incubo di nostra figlia è cominciato. La polizia è venuto a casa nostra e hanno arrestato mia figlia, le hanno messo le manette e non avevamo idea del perché. Hanno rifiutato di dirci qualcosa in un primo momento perché (lei) aveva compiuto 18 anni. Kate è stata strappata dalle nostre braccia, terrorizzata, mentre piangeva istericamente. La minore delle mie figlie era lì in quel momento, io e mio marito, siamo stati mortificati. Poi finalmente ci hanno detto che era stata arrestata per una denuncia. Ho chiesto quindi a loro di cosa si trattava, mi dissero crimini sessuale su una persona di 12-16 anni. Il mio cuore si è fermato, allora ho saputo che dovevano essere stati i genitori della sua amica. Questa gente non è mai venuto da noi, non ha mai provato a parlare con noi, non ha cercato neppure che la scuola intervenisse e ci informasse che avremmo avuto un problema se le ragazze si fossero seguitate a frequentare, non una sola parola. Invece, hanno macchinato la loro vendetta e  io ho avuto la mia bambina arrestata con l’accusa di crimine. L’incubo continua. Kate si è seduta di fronte a un giudice. Lui le disse che poteva continuare ad andare a scuola, ma che non doveva avere nessun contatto con la sua fidanzata. Sono andata a scuola e ho parlato con loro, gli ho fatto sapere che cosa stava succedendo, li ho voluti rassicurare che non c’era nessun problema.  E’ l’ultimo anno di Kate, lei ha solo pochi mesi fino al diploma e volevamo che finisse. La scuola era molto favorevole, tutti amano Kate. Ci hanno detto che i genitori delle altre ragazze erano già venuti per chiedere che Kate fosse  espulsa,ma lo ci avevano rassicurato che non l’avrebbero fatto. Alla fine è accaduto, nonostante il giudice avesse stabilito che mia figlia poteva continuare ad andare a scuola. E’ colpa della famiglia di quella ragazza che voleva distruggere mia figlia, si sentono come se mia figlia avesse fatto diventare la loro gay. Sono bigotti, religiosi, vedono l’essere gay come un peccato e come un male e di questo danno la colpa a mia figlia. Io lo vedo al 100% in modo diverso. Non vedo un etichetta di gay addosso a queste ragazze. Sono adolescenti al liceo che sperimentano la propria sessualità, tutti i ragazzi lo fanno in un modo o nell’altro. Sono gli anni dell’adolescenza. E se anche la loro figlia è gay, chi se ne frega, lei è ancora la loro figlia.”

Alba Dorata a Napoli. Una provocazione di cattivo gusto?

alba-dorata-tuttacronaca

Domani nasce Alba Dorata Europa e ha scelto Napoli, il Teatro Palapartenope, per la manifestazione che sarà soprattutto l’atto costitutivo del Movimento che ha “una connotazione  a tinte forti, nazionalista, sovranista, europea in senso federale, tradizionalista”.

Contro Alba Dorata ci saranno i rappresentanti di Napoli antirazzista e antifascista. Una giornata a rischio scontri, in una Napoli che, come ricordano le associazioni,  da sempre rappresenta  una “città medaglia d’oro della Resistenza” dove  “non è possibile permettere agibilità politica a gruppi nazifascisti di qualsiasi genere’‘.

Anche il sindaco di Napoli ha espresso il suo disappunto ” firmando una petizione contro l’iniziativa. Il mio pensiero è chiaro: sono il sindaco di città che è stata in prima linea nella resistenza contro fascismo. Queste iniziative a Napoli sono ignobili”.

Una provocazione di cattivo gusto?

 

Hannah, la bambina che sfidò McDonald’s

mcdonald-tuttacronaca

Una volta era “I bambini guardano”, ora, almeno in America, si può affermare che “I bambini insegnano”. Il futuro degli Stati Uniti, viste le premesse, sembra essere roseo. Basti l’esempio di Asean Johnson, un bambino di nove anni di Chicago che aveva chiesto al suo sindaco di non chiudere la sua scuola: detto, fatto. Adesso è il turno di un’altra bambina, della stessa età e della stessa città, di redarguire gli adulti. Hannah Robertson ieri ha avuto il coraggio di fare quello che pochi adulti arrischierebbero: salire sul palco all’assemblea degli azionisti di McDonald’s e prendere la parola. La bambina si è infatti rivolta all’amministratore delegato intimando: “Smettetela di prendere in giro i bambini proponendogli di mangiare cibo a tutte le ore”. La piccola è la dimostrazione che buon sangue non mente, è infatti figlia della blogger Kia Robertson, famosa per le sue spiegazioni su come scegliere alimenti salutari per i figli, presente in quanto inviata all’assemblea, assieme ad altre persone, dalla Corporate Accountability International, una non-profit che si occupa di alimentazione, salute e controllo dei comportamenti delle multinazionali. Certo, McDonald’s ha provato a “giustificare” il proprio operato, “Vendiamo moltissima frutta e verdura e cercheremo di venderne ancora di più”. Ammettendo poi, con Hannah, che è stata “coraggiosa”. Del resto la Corporate Accountability International da anni fa pressione al colosso americano sostenendo che sia una delle principali cause dell’obesità tra i bambini e gli adolescenti, ma ancora non riesce ad influenzare la mentalità dei vertici.

Perchè le amministrative di domenica sono importanti?

elezioni-amministrative-2013-tuttacronaca

Saranno fondamentali, importanti e cambieranno gli equilibri del governo? E’ probabile che chi uscirà vincitore poi faccia acquistare più forza a un partito piuttosto che all’altro ed essendoci un esecutivo di larghe intese è chiaro che questo avrà riflessi importanti anche nella politica nazionale oltre che locale.  In particolare sarà interessante chi vincerà a Roma, centro amministrativo importante e sede dei palazzi del potere. Sarà anche importante la sfida in Sicilia per capire quanti voti prenderà M5S. Nell’isola ci sono importanti città che vanno al voto come Catania, Messina, Ragusa e Siracusa che possono spostare anche qui gli equilibri della regione e fare da cassa di risonanza nazionale. Sarà anche interessante il voto di Brescia, di Lodi e di Sondrio per vedere se al nord la Lega ancora ha il suo elettorato a livello locale o se sta subendo una flessione dopo la scelta di andare all’opposizione a livello nazionale. Pisa e Siena faranno da ago della bilancia per la Toscana e si toccherà con mano quanto la spaccatura del Pd è profonda. Sono quindi elezioni amministrative che valgono come un’elezione nazionale? Sicuramente hanno un peso ben più elevato rispetto a quelle degli anni passati.

Record mondiale di apnea per Arrigoni, aiutato da due delfini

arrigoni-record-apnea-tuttacronaca

Simone Arrigoni non è la prima volta che raggiunge un record, ma sicuramente l’immersione che ha portato l’uomo a compiere 14 voltas (ampie ruote in verticale effettuate con l’aiuto dei delfini) è stata eccezionale. L’esercizio è durato 01′,53” e i protagonisti oltre a Simone sono stati Marco e Paco, due delfini che nuotano al parco marino di Zoomarine a Torvaianica, non lontano da Roma. Sono sei anni che il sub collabora con Zoomarine e partecipa a un progetto di ricerca condotto da Zoomarine Trust Onlus per studiare gli effetti che performance in apnea possono determinare sul corpo umano e confrontarli con l’altra specie in esame, il tursiope.

“Dopo dieci anni di allenamenti e di prestazioni ufficiali in mare, lago e sotto il ghiaccio – ha raccontato il primatista d’apnea, romano originario di Capena – sono felice di continuare a potermi rendere utile alla ricerca scientifica proseguendo la collaborazione con il team dei miei carissimi amici addestratori e delfini”.

Ma se il sub ha già esperienza anche il tursiope Paco aveva già collaborato con Arrigone. Nel 2009 era al fianco di Simone quando record mondiale di “foot push”, apnea dinamica con la spinta dei delfini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Poliziotto francese antiterrorismo è stato sgozzato a Parigi.

arco-de-la-defense-poliziotto-sgozzato-tuttacronaca

Un militare francese di pattuglia all’arco della Defense a Parigi e’ stato pugnalato alla gola da un uomo che si e’ poi dato alla fuga. Lo riferisce il sito web di Le Parisien. Il soldato, che e’ stato soccorso e non si trova in condizioni gravi, faceva parte della struttura di prevenzione del terrorismo ‘Vigipirate’. L’aggressione sarebbe avvenuta davanti al Virgin store nel quartiere d’affari della Defense.

In migliaia, tutti per lui… che aveva il potere di unire. L’ultimo saluto a Don Gallo

funerali-don-gallo

Un feretro che entra in Chiesa seguito dai pulcini del Genoa allenati dal nipote di Don Gallo, sopra, il suo cappello, la sua sciarpa rossa, la bandiera della pace.Erano in migliaia, tutti per lui, oggi, a Genova. La folla radunata per l’ultimo saluto al fondatore della comunità di San Benedetto al Porto, Don Andrea Gallo. E non poteva essere una cerimonia come tante altre, perchè lui ha parlato con un linguaggio nuovo, diverso. Si sono levate infatti proteste durante l’omelia del Cardinal Bagnasco, dentro e fuori la Chiesa del Carmine, durante il passaggio in cui il porporato ha detto: “Don Gallo bussò alla porta del cardinale Siri, che Andrea ha sempre considerato un padre e un benefattore”. Ma la storia è diversa: fu lo stesso Siri ad allontanare Don Gallo dalla Chiesa del Carmine e solo dopo il “prete di strada”, accolto dal parroco di San Benedetto, Don Federico Rebora, iniziò la sua opera per la Comunità. Ma era la gioranta in suo onore, e per ricordarlo, dall’esterno della chiesa si è levato il canto di Bella Ciao.
Non poteva mancare Don ciotti, fondatore di Libera, che ha preso la parola: “Per ricordare il nostro don Andrea, voglio qui ricordare le parole del Papa: ‘no ai cristiani da salotto’. Lo ha detto il papa, non io”. E ancora: “Lui era innamorato di Dio, saldava la Terra con il Cielo”. Don Ciotti ha sottolineato l’importanza dei simboli “in cui don Gallo credeva maggiormente: la Bibbia e la Costituzione”. Ma Don Ciotti ha parlato anche della morte di Carlo Giuliani. “Don Andrea ha pianto per lui. Così come si è indignato davanti alla base americana di Vicenza: ma cosa ce ne facciamo di quelle cose lì quando non abbiamo i soldi per i servizi sociali?”. E ha concluso: “Ciao Andrea, non siamo con te. E che la tua comunità continui la tua opera”.

Ma oggi Don Gallo è anche riuscito a compiere un ultimo miracolo. Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova, ha dato la comunione, tra gli altri a Regina, presidente del Mit, Movimento italiano transgender e all’ex parlamentare Vladimir Luxuria, che poco prima aveva preso la parola per una preghiera durante la quale aveva ringraziato Don Gallo “per averci aperto le porte della tua chiesa e del tuo cuore. Grazie di averci fatto sentire tutte, noi creature trasngender, figlie di Dio, volute da Dio, amate da Dio. Ci auguriamo che tanti seguano il tuo esempio”

funerali gallo

6450 auto per la P.A., ma non sono auto blu!

auto-blu-tuttacronaca

Lo scoop de Il Messaggero per la pubblica amministrazione sulle auto della P.A.:

La Consip S.p.A., società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha indetto lo scorso 22 maggio una gara per l’acquisto di autoveicoli destinati alle P.A. il cui «valore stimato, IVA esclusa, è pari a 133.294.819,00 euro»: undici lotti per un totale di 6.450 mezzi. Mettiamo subito le cose in chiaro: non stiamo parlando delle tanto vituperate auto blu. Su quelle, il neo-ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplicazione Gianpiero D’Alia – sulla scia del predecessore Patroni Griffi che ci era andato giù di scure – sta portando avanti un’attività di monitoraggio di cui saranno pubblicati i risultati ai primi di luglio. Eppure gli acquisti continuano.

Chiarito che non sono auto blu, chiarito che però sono anche undici lotti per un totale di 6450, possiamo star tranquilli? 133.294.819,00 euro per le sole auto?  Non c’è mai crisi per la P.A.?

Il vertice di Letta: i conti che non tornano e il popolo che si suicida?

SACCOMANNI-LETTA-ALFANO-facebook-tuttacronaca

Vertice a palazzo Chigi fra il premier Enrico Letta, il vicepremier Angelino Alfano e il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni per fare il punto sui conti pubblici e sui futuri provvedimenti, in vista della possibile chiusura della procedura Ue per deficit eccessivo attesa il 29 maggio.

Si riuscirà a uscire dallo stallo che sta strozzando l’Italia? A quale costo? Serviranno manovre ulteriori? Nuovi tagli? L’Iva sarà scongiurata?

Rosario Esposito… il latitante che abita in centro a Napoli

arresti-Esposito-LIcciardi-tuttacronaca

Rosario Esposito, 45 anni, nato a Rione sanità, latitante appartenente al clan dei Casalesi è stato catturato questa mattina alle 8 nel centro storico di Napoli, in un anonimo edificio di San Carlo Arena. L’uomo è accusato di associazione mafiosa e dell’organizzazione di alcuni omicidi. È considerato il braccio destro di Luigi Guida, soprannome ‘o ‘Ndrink, uno dei colonnelli più potenti della recente storia del cartello dei casalesi, ed ormai pentito, al punto che alcune sue dichiarazioni sono finite negli scottanti fascicoli d’inchiesta sui rapporti tra i casalesi e la politica.

Come mai Esposito girava indisturbato per il centro di Napoli? Mai un vigile urbano che lo abbia riconosciuto? Mai nessuno che fino a oggi, lo abbia mai visto entrare e uscire dall’edificio di San Carlo Arena? Un latitante nel centro storico di Napoli qualche sospetto lo fa venire?

Uno dei killer di Londra aveva un conto in sospeso?

woolwich-knife-Michael Adebowale-tuttacronaca

Michael Adebowale, uno dei killer di Londra, 5 anni fa fu vittima di un accoltellamento molto serio. Era il 2008 e Adebowale aveva appena 16 anni ed era a casa di amici afghani quando arrivò Lee James, un britannico 32enne che con il pretesto di comprare della droga si era recato presso l’appartamento. Uno dei ragazzi afghani fu fatto a pezzi e gli altri due tra cui Adebowale feriti gravemente.

I fatti sono già stati accertati dai tribunali britannici e raccontano di un Adebowale sedicenne (ora ha 22 anni, mentre il suo complice Adebolajo, 28) che nel 2008 è stato ferito gravemente a coltellate. A ferirlo il britannico Lee James, allepoca di 32 anni, che con il pretesto di comprare della droga si era recato presso l’appartamento di due sedicenni di origine afghana, amici e coetanei di Adebowale e aveva finito per ucciderne uno, ferire gravemente il nostro e in maniera meno grave il terzo. Lee James, ex lottatore, al processo ha dichiarato che Adebowale e i gli altri due erano membri di al Qaeda e progettavano attentati. La difesa sostenne che James durante l’aggressione era sotto l’ilflusso di una psicosi indotta dalle droghe. La violenza chiama violenza e ciò che appare strano è la coincidenza del nome, che se fosse accertato che gli aggressori conoscevano il nome della vittima Lee Rigby, allora si potrebbe ricondurre l’attentato alla vendetta… anche le armi usate sono simili a quelle usate da Lee James, armi bianche… e se Michael avesse solo dato sfogo a quell’odio scattato nella testa di un ragazzino di 16 anni che ha visto fare a pezzi un suo amico, ferirne un altro e  rimanere lui stesso vittima di un agghiacciante accoltellamento?

 

Vicenzo Nibali regala un sogno: suoi la tappa e il Giro

vincenzo-nibali-lavaredo

211 km, da Silando alle Tre Cime di Lavaredo, sotto la neve che continua a scendere… è questa la ventesima tappa del Giro, vinta da Vincenzo Nibali che si assicura così il trionfo della 96esima edizione. Gli ultimi 3 km sono stati fatali per i suoi avversari: la maglia rosa è partita ed ha fatto il vuoto con 17″” davanti al terzetto colombiano di Uran, Duarte e Betancur, Evans è ancora più staccato (a 1’30”): niente secondo posto per lui.  Seconda vittoria personale oggi, quella di Nibali, guadagnata in condizioni meteo al limite dell’impossibile: non era necessaria, ma Vincenzo volera regalare un altro sogno a 2304 metri d’altitudine. Conquista anche la maglia rossa della classifica a punti, che dovrà difendere nell’ultima tappa/passerella di Brescia. Quella rosa invece è già al sicuro. Al posto di Evan, sul secondo gradino del podio, è arrivato invece Rigoberto Uran, degno sostituto di Wiggins in casa Sky. Bene anche gli altri italiani, con Fabio Aru chiude in quinta posizione a 44″ dal leader, alle sue spalle si piazzano Pellizzotti, Pozzovivo e Damiano Caruso. Scarponi, invece, va un po’ in difficoltà e finisce in dodicesima piazza (a 1’14” da Nibali), restando al quarto posto della Generale.

Minacce a casa per i giocatori della Lazio… Coppa Italia a rischio?

giocatori-lazio-minacce-tuttacronaca

“Perdete la finale di Coppa Italia oppure….” così sono stati intimiditi i giocatori della Lazio. Domenica si giocherà la finale di Coppa Italia all’Olimpico in un clima ad alta tensione. La notizia è arrivata dal responsabile della comunicazione biancoceleste, Stefano De Martino e avviene a 24 ore di distanza da un altro minaccioso striscione comparso a Trigoria, sede del centro sportivo della Roma, “O Coppa o morto”.

‘Rispetto alle notizie circa le minacce ricevute dai giocatori sulle proprie utenze, la società insieme ai diretti interessati, ha informato le autorità competenti dell’accaduto” ha detto il responsabile alla conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche il tecnico Vladimir Petkovic e il capitano Stefano Mauri.

”Per ora non ci sono ancora sviluppi – ha aggiunto De Martino, qualora ci fossero non esiteremo a darne comunicazione”.

La Questura di Roma sta prendendo le precauzioni del caso ed è già scattato il piano sicurezza che sarà ancor più imponente proprio per le minacce e per gli striscioni.Dalle 13 di sabato l’area dello stadio Olimpico è presidiata in via preventiva, con bonifiche che si alterneranno fino a domenica. In azione sono entrate le unità cinofile e specializzate per controlli ‘random’ in tutta la zona attorno all’Olimpico.

Nella serata della Champions arriva la notte bianca a San Siro!

notte-bianca-a-san-siro-tuttacronaca

Chi non vorrebbe tirare un calcio di rigore a San Siro? Stasera si può. Nella sera in cui a Londra si sfidano Bayern Monaco e Borussia Dortmund per la Champions a Milano si festeggerà la quarta edizione della Notte Bianca di San Siro. I cancelli resteranno aperti per tutta la giornata. Il costo è di 15 euro a persona (10 euro per i bambini dai 7 ai 14 anni e un 20% di sconto per le famiglie). L’occasione è ghiotta anche per mostrare le attività estive con i grandi concerti in programma: a partire da Bruce Springsteen il 3 giugno. Poi il terreno sarà calcato da:  Jovanotti (19 e 20 giugno), Bon Jovi (29 giugno), Negramaro (13 luglio), Depeche Mode (18 luglio) e Robbie Williams (31 luglio). Ma per chi invece è solo e unicamente patito di calcio ci saranno anche i trofei di San Siro 2000 (26-27 maggio), Radio Italia Cup (11 giugno) e Gazzetta Cup (12 giugno).

 

La nuova tassa sul ceto medio (che medio non è più!)?

ceto-medio-tassa-tuttacronaca

Chi è ricco in Italia? Chi percepisce 3000 euro al mese. Questo secondo i grandi politici ed economisti al soldo di questo Governo sempre più inciucio e sempre meno indipendente da chi ha scelto di restarne fuori ma ne controlla i fili… ed ecco quindi che si colpisce il ceto medio… che non lo è più! In arrivo c’è davvero una nuova tassa allo studio per un milione e mezzo di italiani, ovvero per chi guadagna più di tremila euro al mese e per chi percepisce pensioni al di sopra dei sessantamila euro lordi l’anno? Sembrerebbe di sì! Ma chi sono i “ricchi d’Italia”? Spesso chi guadagna più di 3000 euro al mese ha un genitore o un figlio a carico (se non tutti e due), spesso ha il coniuge che non lavora, spesso ancora non ha le detrazioni sui medicinali,  paga rette per asili o università che sono più alte e di solito è costretto a fare straordinari o turni di lavoro massacranti per arrivare a quelle cifre, che non sono da ricchi come i politici vogliono far credere, ma sono cifre con cui un lavoratore o un pensionato deve aiutare parenti, figli, genitori che hanno perso il lavoro, sono disoccupati, o non possono ancora accedere al mondo del lavoro. Sono ricchi? Forse sono solo ammortizzatori sociali… mettendo tasse a loro si rischia di gettarli verso la povertà… altri poveri che dovranno lottare con chi povero è già senza poter più tendere la mano a chi aveva bisogno… Perché non fare un’analisi del reddito familiare? Perché colpire chi da solo ha 3000 euro al mese ma deve mantenere una famiglia e non colpire chi magari fra moglie e marito si ritrova con un reddito di 4500 euro? Ma dove sono i fondi europei che dovrebbero aiutare l’Italia? Non ci sono perché per bloccarsi serve il superamento della procedura d’infrazione europea (stimata in 12 miliardi), quindi siamo lontani da quei soldi che appaiono sempre più come un miraggio e invece si creano altri poveri… la guerra dei poveri è in atto!

Governo al servizio di chi?

 

Si chiuderanno le sezioni del Pd?

pd-pdl-inciucio-larghe-intese-governissimo-bertelli-micromega

La situazione è seria e il dramma è nell’aria. A a Castiglione Olona, provincia di Varese, ci si interroga su questo: “Ha ancora senso tenere aperto il circolo?” Il partito non dà le risposte che la base chiede e i tesserati disertano le riunioni. Quindi cosa fare? “O il partito riesce a dare un segnale forte di cambiamento oppure la nostra non sarà l’unica sezione a chiudere i battenti”. Questo è l’inno che si è sollevato anche perché ora il Pd è lì a guidare il paese insieme al Pdl con scelte che appaiono compromessi per salvare solo alcuni politici e non per essere utili al Paese. Questo è uno dei nodi che la base non perdona insieme a spaccature e ad autoreferenzialismo che è sempre più teso a puntare il dito nelle polemiche piuttosto che nelle soluzioni.

“Perché tenere una sede aperta – si domanda il segretario cittadino Ugo Azzolin – quando i suoi iscritti non la frequentano? Dov’è il luogo della politica, solo tra facebook e un tweet oppure crediamo che guardarsi in faccia, confrontarsi, ascoltarsi e discutere sia ancora un valore per noi? L’alternativa è chiudere un luogo che altrimenti rappresenta una inutile fonte di spesa”

Finirà così?

Battista e l’attacco del M5S

pierluigi_battista-corsera-grillo-tuttacroanaca

“Come si può in questo Paese davvero credere nella professionalità e nell’imparzialità dei giornalisti se a due giorni dalle elezioni un noto editorialista del Corriere della Sera, Pierluigi Battista, scrive menzogne sapendo probabilmente di mentire”. L’attacco arriva direttamente dal blog di Beppe Grillo, è firmato dai gruppi di Camera e Senato del Movimento Cinque stelle.

Ma cosa viene contestato a Battista? Il suo ultimo articolo: “Nebbia dietro la liturgia dello scontrino”.  Di cosa si parla? Essenzialmente è un attacco al M5S che vorrebbe dimostrare come i pentastellati si siano occupati solo di “interessi personali” cioè di scontrini, diarie, etc… perdendo di vista la lotta sociale e i temi a cuore agli italiani, che tanto avevano sbandierato in campagna elettorale. Ma il M5S è nell’esecutivo e non ce ne siamo accorti? E’ in posizione di poter davvero cambiare ciò che è stato deciso a maggioranza da Pd e Pdl? L’M5S non è neppure riuscito a far votare Rodotà a presidente della Repubblica, che potere può avere ora?

Ma l’attacco di Battista è diretto:

“Ma davvero il Movimento 5 Stelle crede di star offrendo uno spettacolo di efficienza e operosità parlamentare a chi sperava che la “società civile” avrebbe avuto finalmente voce dentro le istituzioni?…Non fanno che parlare di «streaming – continua Battista – stanno sempre a discutere sul blog della casa, si controllano l’un l’altro con uno zelo sconosciuto persino nei vecchi partiti centralizzati, istruiscono processi a chi ha osato recarsi a una trasmissione tv sgradita al Capo, usano in forme maniacali la parola «rendicontazione»: non che la rendicontazione non sia importante ma non può nemmeno essere il principio e la fine di ogni interesse”.

Dal blog di Beppe Grillo le accuse non tardano ad arrivare… Da oggi anche Corsera e Battista sono nella black list degli sgraditi grillini.

 

Il Cda dell’Ilva si dimette e sono a rischio 24 mila posti

IlvaTaranto_tuttacronaca

Per protesta contro il provvedimento di sequestro dell’azienda emesso dal Gip di Taranto il cda dell’Ilva si è dimesso. Ora i legali sono a lavoro per impugnare l’atto del giudice e chiariscono che con i sequestri disposti ora “sono a rischio 24mila posti di lavoro diretti, 40mila con l’indotto. Si sta mettendo in pericolo tutto”.

Le dimissioni dei consiglieri Bruno Ferrante, Enrico Bondi e Giuseppe De Iure – comunica l’azienda in una nota – avranno effetto dalla data dell’assemblea dei soci, che il Consiglio ha convocato per il 5 giugno alle 9. Il comunicato sottolinea che l’ordinanza dell’autorità giudiziaria “ha effetti oggettivamente negativi per l’Ilva, i cui beni sono strettamente indispensabili all’attività industriale”.

E’ un braccio di ferro tra istituzioni? L’Ilva è “allergica” alle regole? Qualsiasi sia la verità, che non sempre emerge nelle vicende che riguardano l’azienda di Taranto, l’unico scotto è sempre e solo nei lavoratori. Dovranno essere ancora una volta loro a dover pagare una politica industriale sconsiderata e una tolleranza zero da parte della magistratura? Non vi sono certezze, ma solo minacce di altri lavoratori che rischiano il posto per “i giochi che si sono scelti di attuare ai vertici”.

 

Cena tra dissidenti grillini… Civati conferma. Un nuovo gruppo?

sonia alfano-tuttacronaca

Lo scoop è di “La Repubblica”, ma la notizia era nell’aria da tempo. Dopo le accuse rivolte dai “cittadini” al quotidiano diretto da Ezio Mauro per aver pubblicato il litigio sulle diarie, ora arriva una nuova ondata di polemiche con i dissidenti del M5S. Ci sarebbe stata una “cena segreta”, come rivela il quotidiano, fra gli anti “talebani” pentastellati, dissidenti e sempre più insofferenti alle regole imposte, per avvicinarsi al Pd e in particolare a quella frangia guidata dai democrats che non sono in linea con la visione Epifani. Insomma un piano tra “ribelli”. Lo stesso Pippo Civati conferma: “Oltre alla famosa cena, so di altre cose. Il progetto di Sonia Alfano, che è in contatto con alcuni di loro da un mese, sta andando avanti. L’idea è quella di fare un gruppo e staccarsi, a partire dai temi della legalità, ma non solo”.

Ma quanti sarebbero? Secondo “La Repubblica” sarebbero un 20% circa che prospettano un nuovo gruppo che possa allontanarsi dall’irrigidimento della “politica del no” che negli ultimi tempi sta sempre più mietendo strappi all’interno del movimento di Beppe Grillo.

 

Allerta terrorismo a Londra per la finale di Champions

Uefa-Champions-tuttacronaca

C’è paura, dopo l’attentato in strada del soldato britannico ucciso da estremisti islamici e così la finale di questa sera di Champions League tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund, che si giocherà stasera nello stadio londinese di Wembley, ha fatto scattare misure di sicurezza estreme. Ma se fra gli inglesi c’è il panico,  i tedeschi non stanno meglio e hanno dichiarato l’allerta per le strade cittadine dove sono stati installati i maxi-schermi per i tifosi davanti .

E’ allerta terrorismo per la finale di calcio di Champions League tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund, che si giocherà stasera nello stadio londinese di Wembley. Dopo l’uccisione da parte di islamici di un militare britannico nel sud della capitale inglese, si teme un nuovo atto stasera. In Germania, c’è allerta per gli assembramenti di tifosi davanti ai numerosi maxi-schermi, posizionati nelle varie città per assistere alla partita.

Scoppia la moda green… il gioiello è una pianta!

Wearable planter-tuttacronaca

Ormai ecosostenibilità è una parola che ci accompagna in ogni nostra azione quotidiana… questo è quello che deve aver pensato Wearable planter, studio di arte e design di Atlanta che ha iniziato a progettare e realizzare piante come gioielli. Nel sito lo slogan è chiaro: “Crediamo che il mondo sarebbe un posto più felice se persone apprezzassero la natura un po’ di più e se portassero sempre con sé una pianta vicino al cuore”.

Collane, spille, orecchini, ma anche decorazioni realizzate mettendo piantine minuscole dentro dei vasetti… il tutto prodotto mediante stampanti 3D.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marijuana in pasto ai maiali… la carne è più saporita!

maiali-cannabis-marijuana-tuttacronaca

Un macellatio americano William von Schneidau, ha approfittato della legalizzazione della marijuana nello stato di Washington per farne una “carne più” simile a quel “latte più” di Arancia Meccanica.  Così ha iniziato a nutrire i suoi maiali con le piante di marijuana, compresi gambi e semi. La nuova dieta aggiunge fibre che poi rendono la carne deliziosa senza nessun effetto su chi la consuma. Ma i maiali riescono a elaborare il THC (il maggior principio della cannabis) ? Sì, perchè come noi hanno i recettori cannabinoidi!  Da mucca pazza al maiale drogato?

 

L’Iva… quali sono i beni più colpiti?

iva-aumento-italia

Vino · Birra · Abbigliamento · Calzature · Riparazioni di abbigliamento e calzature · Elettrodomestici · Mobili · Articoli di arredamento · Biancheria per la casa · Servizi domestici · Riparazioni di mobili, elettrodomestici e biancheria · Detersivi · Pentole, posate ed altre stoviglie · Tovaglioli e piatti di carta, contenitori di alluminio · Lavanderia e tintoria · Acquisto di auto · Pezzi di ricambio, olio e lubrificanti · Carburanti per veicoli · Manutenzione e riparazioni · Giochi e giocattoli · Radio, televisore, hi-fi e videoregistratore · Computer, macchine da scrivere e calcolatrici · Cancelleria · Piante e fiori · Riparazioni radio, televisore, computer , ecc. · Prodotti per la cura personale · Barbiere, parrucchiere, istituti di bellezza · Argenteria, gioielleria, bigiotteria e orologi · Borse, valige ed altri effetti personali · Onorari liberi professionisti.

Chi si colpirà? Le famiglie più numerose e quelle più povere. Ci sono beni a cui non si può rinunciare come i prodotti per l’igiene personale o le riparazioni. Per chi ha figli in età scolare la cancelleria sarà colpita duramente dall’Iva, così come i giochi per i bambini (a cui non sarà facile spiegare perché prima potevano avere un determinato giocattolo e ora a causa della mannaia dello stato devono rinunciare).

Ma se i consumatori avranno la loro gogna quotidiana, non andrà meglio ai commercianti. Soprattutto a quelli dell’abbigliamento e del tessile, ma anche ai negozi di calzature, di elettrodomestici e di articoli per la casa. Settori già ampiamente in crisi che rischiano il collasso… Uccidere lo Stato o i cittadini? Questo è il nuovo dilemma?

GP di Monaco: Massa finisce contro le barriere, danneggiata l’auto!

massa-incidente-montecarlo

Al 36° minuto delle terze libere, il brasiliano della Ferrari è finito contro le barreire nella parte finale del rettifilo d’arrivo, ed ora rischia seriamente di non riuscire a disputare le qualifiche per il 71° GP di Monaco. Nonostante inizialmente si fosse pensato ad un guarsto meccanico, nelle immagini prese dalla sua camera car lo si vede uscire dalla traiettoria ideale, frenare deciso e provare a sterzare con le ruote che restano bloccate, i tecnici di Maranello, dalle prime indagini, hanno rilevato che si è trattato di un errore del pilota. Il prblema è che l’auto è stata gravemente danneggiata e non è detto che i meccanici riescano a vincer la corsa contro il tempo. Nell’attesa di sapere se sarà in pista alle 14, l’unico dato certo è che si è resa necessaria la sostituzione del cambio e se anche dovesse riuscire a disputare le qualifiche perderà 5 posizioni in griglia.

Tre ore da ostaggi dei banditi: accade a una donna e ai suoi due figli

avellino-sequestro

In una villetta di Ariano Irpino, in provincia di Avellino, tre banditi hanno tenuto in ostaggio, per tre ore, la moglie e i due figli di un imprenditore edile. I rapinatori sono poi fuggiti portando con sè gioielli e denaro in contante per un valore di quasi diecimila euro. Ora si è aperta la battuta di caccia ai ladri mentre gli investigatori del locale commissariato, insieme alla squadra anticrimine della Questura di Avellino, stanno passando al setaccio, fotogramma per fotogramma, le registrazioni delle telecamere di sorveglianza.

E’ Barbara De Anna la funzionaria ferita ieri a Kabul

barbara-de-anna-tuttacronaca

La funzionaria italiana dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) rimasta gravemente ferita nell’attacco dei talebani ieri a Kabul, è Barbara De Anna, 40enne fiorentina, con una lunga esperienza all’Onu, in Afghanistan dal 2010 . La donna, che è stata Investita dall’esplosione di una granata, ha riportato ustioni di secondo grado sul 90% del corpo e restano gravi le sue condizioni. De Anna, trasportata all’ospedale militare di Baghram dopo esser stata curata nell’ospedale di Emergency, è ora  in attesa di poter essere trasferita all’ospedale americano di Ramstein, in Germania. Nello stesso attacco, sono morte  sette persone, tra cui quattro membri del commando. “Si tratta di quattro assalitori dotati di armi pesanti e leggere. Uno di loro si è fatto saltare in aria davanti al portone dell’Oim, gli altri tre sono entrati nel complesso”, ha spiegato il portavoce del ministero, Seddiq Seddiqi, in conferenza stampa. I tre cecchini si sarebbero spostati da un edificio all’altro prima di trovare la morte dopo sette ore di scontri armati. Le altre tre vittime sono “un poliziotto e due civili adulti”, ha precisato Seddiqi. Diciassette persone, sette straniere e dieci di nazionalità afgana, sono rimaste ferite, tra le quali anche la signora De Anna. L’azione è stata rivendicata dai talebani.

Accoltellata per strada dal compagno: in ospedale una 28enne di Sestri Levante

accoltellata-sestri-levante

Non sono ancora state rese note le generalità della donna italiana di 28 anni che, a Sestri Levante, è stata accoltellata più volte dal suo compagno, un nordafricano 34enne. La vittima è stata poi trovata, agonizzante, nei pressi della stazione, dov’è stata soccorsa dai militi della Croce Verde di Sestri ed ora è ricoverata, in codice rosso, nell’ospedale del luogo. Ancora una violenza su una donna dunque, ancora un “amore” che si trasforma in violenza. Per questo atto, il suo carnefice è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.

Che la forza sia… con i Lego! Star Wars invade Times Square

star-wars-time-square

L’X-Wing Starfighter, astronave simbolo dell’alleanza ribelle nell’universo di Guerre Stellari, è atterrata a Times Sqaure. Dallo spazio mirano a invadere New York? No, solo ad accelerare i battiti del cuore degli amanti dei Lego. L’enorme navicella, infatti, è costruita interamente con i mattoncini più famosi del mondo ed è apparsa sulla piazza della Grande Mela acccompagnata dalla colonna sonora della saga Star Wars. L’astronave, infatti, è la replica perfetta del famoso velivolo spaziale ed è 42 volte più grande rispetto al modellino in vendita. E’ stato necessario un anno, e il lavoro di 32 modellisti, per progettarla e costruirla, per un totale di oltre 17 mila ore, ed è composta da più di 5 milioni di pezzi, per un peso di circa 21 tonnellate e 13,1 metri di lunghezza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Proprio come i bambini amano sperimentare e affinare le loro abilità nelle costruzioni Lego, i nostri esperti amano mettere alla prova le proprie capacità creative”, ha spiegato Michael McNally, Brand Relations Director dell’azienda, che ha aggiunto: “Costruire una navicella 42 volte più grande del nostro modellino era una sfida a cui non potevano resistere”. L’evento, di per sè… “stellare”, è stato inoltre arricchito da uno spezzone, proiettato sui maxi-schermi della piazza, della prossima serie di Cartoon Network ‘Lego Star Wars: The Yoda Chronicles’, la cui premiere si terrà mercoledì prossimo. L’astronave da record resterà ora a Times Square fino a sabato 25 maggio per un’esposizione interattiva. Dopo di che, decollerà alla volta delLegoland California Resort, vicino a San Diego, per stazionarci fino alla fine del 2013.

Un tapiro per Greggio? La magistratura indaga sui suoi stipendi…

ezio-greggio-magistratura

Ufficialmente è residente a Montecarlo Ezio Greggio, storico conduttore di Striscia la notizia, motivo per il quale la Rti spa, società del gruppo Mediaset, gli ha pagato lo stipendio con un regime fiscale agevolato. Ma Greggio ha anche una villa a Lesmo, in Brianza, e buona parte dell’anno è impegnato negli studi di Cologno Monzese per le registrazioni del tg satirico. E, come scrive il Corriere, è “difficile immaginare un pendolarismo quotidiano Montecarlo-Milano”. Potrebbe essere quindi una residenza di comodo quella nel paradiso fiscale bergamasco? Gli ispettori del Fisco sembrano sospettarlo, visto che Greggio si è ritrovato sotto inchiesta a Monza, dove i pm hanno ricevuto le informazioni raccolte negli ultimi mesi dall’Agenzia delle Entrate. E’ sempre il quotidiano a spiegare che “L’inchiesta riguarda cifre che superano i 20 milioni di euro accumulate negli ultimi cinque anni, considerando lo stipendio percepito per condurre Striscia, e altre partecipazioni ai programmi Mediaset. Al vaglio dei magistrati, inoltre, è finita anche una società con sede in Irlanda, nella quale sarebbero confluiti parte degli stipendi di Greggio.” Pronta la risposta del conduttore, che ha risposto con una nota ufficiale: “Ma per favore! Da oltre 20 anni risiedo a Monaco, come tutti sanno, e quando lavoro in Italia pago le tasse dal primo all’ultimo centesimo. Si tratta di una non notizia; il volpino non sono io, e parafrasando Totò: io pago, io pago!”.

4 ragazzi investiti da un suv: erano alla fermata d’autobus

suv-zambra-pisano-tuttacronaca

Alle 7 di questa mattina, a Zambra, nel pisano, quattro ragazzi che attendevano l’autobus per andare a scuola a Pisa sono stati investiti da un suv piombato su di loro. Tutti tra i 16 e i 18 anni, gli studenti sono stati trasportati all’ospedale del capoluogo in codice  rosso. Anche il conducente del suv, che ha riportato ferite meno gravi, è stato ricoverato e si trova ora all’ospedale Lotti di Pontedera. Ancora al vaglio dei carabinieri la dinamica dell’incidente, probabilmente imputabile alla forte delocità del veicolo, di cui il conducente avrebbe perso il controllo, in prossimità di una rotatoria.

In Svezia calano un po’ le tensioni ma si continua ad appiccare il fuoco

stoccolma-scontri-sesta-notte

Ancora scontri nei quartieri poveri della periferia di Stoccolma, anche se la tensione sembra essere diminuita anche a seguito dell’arrivo  nella capitale di rinforni di polizia. Ad essere presi di mira, in quattro quartieri, ancora una volta i veicoli, uno di questi sarebbe stato dato alle fiamme nella zona di Tensta. A Oerebro, città a 160 chilometri dalla capitale, oltre ad alcune autovetture è stata incendiata una scuola.

Uomo ucciso a bastonate nel perugino: è giallo

uomo-ucciso-marsciano

In provincia di Perugia, a Marsciano, è stato ritrovato il corpo di un uomo, Roberto Burnelli, di 51 anni che sarebbe stato ucciso, stando alle prime indiscrezioni, a colpi di bastone. Il carnefice, dopo l’assassinio, si sarebbe dato alla fuga, abbandonando il corpo sul luogo del delitto, un’azienda. Si tratta di due cittadini italiani, entrambi originari del luogo e con qualche legame comune: si parla infatti di gelosia come possibile movente in quanto l’omicida avrebbe  avuto una relazione con una donna attualmente legata alla vittima. Pare che il presunto assassino abbia raggiunto l’uomo sul posto di lavoro, intorno alle 6 di questa mattina, e in quel luogo si sarebbe scatenata la lite fatale. Sul posto una vasta battuta di ricerche dei carabinieri del reparto operativo di Perugia e della compagnia di Todi.

“[…] del crollo degli dèi una cosa si può dire con certezza: …

crollo degli dei

… non è un crollo da poco; si frantumano fracassandosi o affondano giù in una melma verdastra. È una noia doverli ricostruire; non tornano più a brillare.”

John Steinbeck– (La valle dell’Eden)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: