Bassolino assolto con formula piena, insieme a 28 imputati

bassolino-tuttacronaca

Tutti assolti! Il processo per i presunti illeciti nella gestione del ciclo dei rifiuti in Campania si è concluso con un’assoluzione con formula piena. Per i 28 imputati, tra cui Antonio Bassolino, ai quali venivano contestati i reati di frode  in pubbliche forniture, truffa e falso, il processo si è concluso con numerosi capi di imputazione prescritti poiché i fatti risalivano al periodo compreso tra il 2000 e il 2005 e per altri invece c’è stata l’assoluzione per non aver commesso il fatto.

Assolti anche Pierluigi Romiti, ex manager del gruppo Impregilo, Armando Cattaneo, ex ad di Fibe, società del gruppo Impregilo, Angelo Pelliccia, ex direttore generale di Fibe, e Raffaele Vanoli, ex su commissario all’emergenza rifiuti, per i quali il pM aveva chiesto la condanna. Per Impregilo era stata chiesta la condanna al pagamento di 750.000 euro e a due anni di interdizione dallo stipulare contratti con la pubblica amministrazione. Il tribunale ha disposto anche il dissequestro dei siti e la lorp restituzione alle Province.

Il portiere perde i sensi in campo: non lo sostituiscono

portiere-tottenham-tuttacronacaSe “the show must go on” lo stesso sembra potersi dire di certe partite di calcio. In Inghilterra, durante il match tra Tottenham ed Everton, il portiere degli Spurs è rimasto a terra privo di sensi dopo uno scontro con Lukaku. A seguito dell’incidente, il ct però non ha pensato di sostituirlo, l’ha anzi rimandato in campo a terminare la partita e per questo la squadra si trova al centro di una bufera e viene definita “irresponsabile”. Ad attaccarla, sia la Headway, associazione per le lesioni cerebrali, che il responsabile medico della Fifa: “Quando un giocatore prende un colpo alla testa al punto da perdere conoscenza, è fondamentale riservargli le attenzioni mediche appropriate e soccorrerlo sul campo non può bastare a determinare la gravità del danno”. Lloris, quinsi “avrebbe dovuto abbandonare il campo ed essere portato in ospedale”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lago contaminato, una bomba ecologica in Sardegna. Terra dei Fuochi 2?

furtei-lago-tuttacronaca-sardegna

Disastro ambientale, bomba ecologica, un lago contaminato che di ora in ora in minuto in minuto continua a sversare i suoi veleni sulla terra sarda. Un lago che doveva far diventare tutti ricchi è rimasto solo lo scarto: un grande lago di liquame tossico. La corsa all’oro ha fatto ricchi solo gli australiani che hanno sventrato la collina di Santu Miali e agli abitanti di Furtei, Guasila e Segariu è rimasto in eredità un disastro ambientale. I tubi partono dai pozzi dismessi della Sardinia Gold Mining – società  controllata dalla canadese Buffalo Gold Itd, partecipata dalla Regione Sardegna e presieduta dal 2001 al 2003 dall’attuale governatore sardo Ugo Cappellacci – ha chiuso l’attività alla fine del 2008 e nel 2009 ha portato i libri in tribunale. Decretato il fallimento, gli operai sono stati licenziati e delle bonifiche nessuno si è preoccupato.  A evitare l’esplosione ci pensa l’Igea, la società regionale che controlla le miniere dismesse, ma intanto il lago di acido nascosto dietro al monte diventa sempre più grande.La contaminazione arriva fino al sottosuolo e qualche agricoltore produce ancora proprio come nella terra dei fuochi.

«Ogni tanto scaricano acqua, ma è solo un depistaggio, un modo per mescolare le sostanze – racconta Onofrio Giglio, 68 anni passati quasi tutti in campagna – In questo terreno che apparteneva al Comune avevamo piantato decine di eucaliptus, ma da quando è iniziata l’attività nelle miniere si è creato il deserto».

Il governatore Ugo Cappellacci, che della miniera di Furtei conosce bene la storia, affida al portavoce il compito di spiegare i progetti e il lavoro fatto finora: «Abbiamo già effettuato la caratterizzazione del suolo e sottoscritto due convenzioni con Igea (4,2 milioni la prima e 2,5 la seconda) per un impianto di depurazione delle acque acide. Da poco abbiamo stanziato altri 9 milioni per la bonifica integrale».

Si arriverà in tempo?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pellegrini e Magnini: The End!

Pellegrini-Magnini-rottura-tuttacronacaNon ci saranno più foto postate su Twitter in stile From Capri with love come quella apparsa la scorsa estate. Questa volta la rottura è reale e non c’è possibilità di retromarcia. La coppia d’oro del nuoto italiano, quella formata da Federica Pellegrini e Filippo Magnini, è tornata a strapparsi e sembra la crisi sia irreversibile. Dopo la rottura di maggio e l’avvicinamento di agosto, ora è chiaro che il riavvicinamento è durato il tempo della luna di miele. E ora si è concluso. A riferirlo è la Gazzetta dello Sport. A dividere i due nuotatori ci sono litigi e incomprensioni sottolineati da alcuni tweet allusivi della Pellegrini, come quello in cui scrive “Le bugie sono le cose che odio”. E se le cause della rottura non sono chiare, quello che trapela è che lei non sopportava più alcuni atteggiamenti del compagno mentre la fiducia era venuta a mancare. Ora si pensa al futuro. Federica sa dov’è il suo, in vasca a Verona, seguita da Giunta, cugino di Filippo. Lui è a Pesaro e deve decidere se rimanere nella piscina delle sue origini, dove manca da una decina d’anni, o trasferirsi a sua volta a Verona. Ma se la coppia è scoppiata, i due sono comunque destinati a ritrovarsi presto: a Lamezia, questo fine settimana, ci sarà infatti il debutto stagionale per entrambi.

Tutankamon morto in un incidente stradale, travolto da un carro

Tutankamon-tuttacronaca

Come è morto Tutankamon? Nulla di romantico, nè di misterioso e neppure un complotto a corte, un tragico inciente stradale. Questa è l’ultima versione sulla morte del faraone più famoso della storia che sarebbe caduto da un carro e sarebbe rimasto travolto dai cavalli mentre si trovava ancora a terra. A dirlo sarebbero alcuni scienziati inglesi che attraverso una serie di tecnologie di ultima generazione avrebbero ricostruito l’incidente… ma c’è ancora chi parla di delitto… forse una spinta!  Nonostante tutte le ipotesi che si possano fare sembra proprio che il giovane faraone che all’epoca della morte poteva avere un’età compresa tra i 16 e i 19 anni sarebbe quindi stato vittima dei cavalli in corsa. E le bruciature ritrovate sulla mummia? Forse un errore di imbalsamazione come riporta l’articolo oggi apparso su La Stampa:

La combustione sarebbe dovuta a un processo di imbalsamazione un po’ pasticciato, nel quale gli oli e le resine usate, miscelati all’ossigeno e al lino delle bende, hanno «cotto» la pelle del faraone dopo la sepoltura. Questo spiegherebbe le difficoltà incontrate da Howard Carter, che scoprì la tomba il 22 novembre del 1922, nell’estrarre il corpo dall’ultimo sarcofago: era così incollato dalle resine alle pareti che nemmeno un improvvisato riscaldamento a temperature molto elevate permise di rimuoverlo. Carter fu costretto a fare ricorso a leve e scalpelli, danneggiando non poco la mummia.  

Davvero poco fortunato questo giovane faraone, dall’incidente all’errore di imbalsamazione!

Pandev truffato, viaggi di 6 mila euro con la sua carta di credito

pandev-tuttacronaca

Con la sua carta di credito ha finanziato viaggi per circa 6mila euro senza saperlo. Così Goran Pandev, attaccante del Napoli, è finito al centro di una truffa su cui indaga la Procura di Roma.

Quando Pandev militava nella Lazio (dal 2004 al 2009) il giocatore si affidava, per i suoi spostamenti, alla stessa agenzia che curava le trasferte di alcune squadre di calcio. La banca si è accorta di acquisti anomali, tanto da informare il calciatore e indurlo a sporgere denuncia.

Con la carta di Pandev, infatti, l’agenzia aveva pagato biglietti aerei e ferroviari, per un esborso totale di 6300 euro, per Parigi, Milano, Francoforte, Amsterdam e Glasgow: di questi viaggi, spesso, usufruivano anche alcuni avversari del calciatore, con famiglie al seguito. L’indagine è solo alla fase preliminare: una donna risulta iscritta nel registro degli indagati.

La banca si rese conto che qualcosa iniziò a non quadrare nel conto di Goran Pandev e nei movimenti di denaro, di conseguenza, decise di informare il giocatore riguardo un ammanco di soldi dovuto a questa serie di strani acquisti. Dopo essere stato informato dei fatti, il giocatore ha constatato di essere stato vittima di un raggiro e ha quindi proceduto con la denuncia alle autorità competenti.

In poche parole, Pandev ha involontariamente finanziato una serie di viaggi verso città come Parigi, Milano, Francoforte, Amsterdam e Glasgow. In alcune occasioni, anche calciatori di altre squadre, incluse le loro famiglie, avrebbero goduto di questi biglietti aerei e ferroviari, pagati grazie al codice della carta di credito di Pandev che l’agenzia evidentemente conosceva bene e di cui il valore ammonterebbe precisamente a 6.300 euro circa.

La notizia di questa disavventura di Goran Pandev è stata pubblicata da Il Messaggero. Questa indagine, di cui si sta occupando il sostituto procuratore Giorgio Orano, è soltanto nella fase preliminare e per ora soltanto una donna risulta iscritta nel registro degli indagati.

Meggiorini e la presa di posizione su Benatia: “Il fallo ci poteva stare”

benatia_meggiorini-tuttacronacaHanno interrotto la serie positiva della Roma ieri sera i Granata all’Olimpico di Torino, grazie a un gol di Cerci servito da Meggiorini che ai microfoni della Domenica Sportiva ha detto: “Del valore della Roma ce ne siamo accorti questa sera: era impossibile prendere palla, giocavano con passaggi corti e molto precisi, quella di Garcia è una grandissima squadra”. Ma ad esser chiacchierato è il gol del pareggio del Toro. Fallo o non fallo su Benatia? “Ho preso posizione, forse una leggera spinta c’è, comunque non mi sembra così clamoroso, per quanto il fallo ci potesse stare”. E conclude: “In campionato avremmo meritato più punti di quelli guadagnati finora, ma se saremo sempre questi penso che potremo fare molta strada”.

Pdl alle primarie… il governo tiene ancora?

Alfano-e-Berlusconi-tuttacronaca

Il Pd ha iniziato la sua campagna elettorale per le primarie ed è acceso il dibattito soprattutto tra Renzi, Cuperlo e Civati, anche se quasi tutti i sondaggi danno per vincente il sindaco di Firenze con la stessa sicurezza con la quale si riteneva che il Governo potesse arrivare tranquillamente al 2015. Ora però arriva l’affermazione di Alfano :

“La mia idea non è cambiata rispetto alla fine del 2012 quando lanciammo le primarie. Alle prossime elezioni, il nostro candidato dovrà essere scelto attraverso primarie il più aperte possibile, alle quali partecipi il più alto numero di simpatizzanti”.

E ancora il vice premier afferma nel prossimo libro che uscirà a firma di Bruno Vespa:

“A proposito della linea del partito, il nostro è stato sempre un grande movimento a guida e a prevalenza moderata. Non è un bene che finisca in mano a estremisti. Berlusconi non lo è, ma c’è il rischio che nella gestione pratica e quotidiana della comunicazione si prenda quella deriva”.

Diverso il parare di Raffaele Fitto, raccolto anch’esso nel libro di Bruno Vespa: “Io ragiono sul dopo Berlusconi il giorno in cui Berlusconi autorizzerà il ‘dopo’. Ricordiamo che lui ha fatto la campagna elettorale del 2013 dicendo che il candidato a palazzo Chigi sarebbe stato Alfano. Quindi sarà ancora una volta lui a decidere che cosa si farà”.

Euclides Menteiro: il sospettato numero 1 per la scomparsa di Maddie McCann

1euclides-maddie-tuttacronacaLui è il principale sospettato per il rapimento della piccola Maddie McCann, avvenuto nel 2007 in Portogallo, e ora le autorità britanniche ne hanno diffuso la foto. Euclides Menteiro, a detta di un barista che lo aveva conosciuto, “Era uno di cui non potevi fidarti”, e al Mirror spiega: “Sembrava un bravo ragazzo, ma aveva qualcosa di strano”. Il presunto rapitore era un eroinomane e per questa sua dipendenza avrebbe deicso di rapire la piccola per poi, probabilmente, chiederne il riscatto. Ma l’uomo non potrà mai rispondere alle accuse: è infatti deceduto quattro anni fa in un incidente. Nel frattempo le indagini proseguono. In Portogallo sembra sia scomparso dopo il rapimento, fatto che non destò all’epoca particolare scalpore visto che era stato licenziato dall’albergo dove lavorava perchè accusato di furto. Il Mirror ha riportato però una nuova testimonianza che parla di un avvistamento a Lagos. Qui Menteiro avrebbe vissuto assieme a una bambina bionda. Per molti, però, tutti questi sospetti servono solo per focalizzarsi su un capro espiatorio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cancellieri, Peluso e Ligresti, galeotta fu una farmacia?

farmacia-peluso-cancellieri-ligresti-tuttacronaca

Dove nasce un’amicizia? Nel caso delle famiglie Cancellieri-Peluso con i Ligresti sembrerebbe che galeotta fu una farmacia! Zona sud di Milano, nel quartiere Vigentino, proprio qui si trasferì Sebastiano “Nuccio” Peluso, marito di Anna Maria Cancellieri, siciliano di Palazzolo Acreide, per aprire una farmacia. Ma al piano di sopra chi abitava in quello stesso stabile? Un altro siciliano, Antonino Ligresti.

Non ci volle molto e cominciarono le frequentazioni, le partite a tennis, le cene. Anche se le carriere professionali hanno seguito strade diverse. Antonino, medico cardiologo, in pochi anni riuscì a costruire uno dei poli più importanti della sanità privata in Lombardia, che comprende l’ Istituto Galeazzi, i policlinici San Pietro (Bg) e San Marco (Zingonia) e le case di cura Città di Milano e Madonnina. Un piccolo impero parallelo a quello ben più grande che il fratello Salvatore, giunto a Milano alla fine degli anni’50, fa crescere intorno all’attività immobiliare e all’edilizia a cui poi si aggiungono le assicurazioni. Nuccio Peluso, invece, ha seguito la moglie Anna Maria Cancellieri, oggi ministro della Giustizia, tutta la vita.

“Io – ricorda “Nuccio” Peluso – ho fatto il farmacista tutta la vita. Avevo una farmacia in Sicilia, e poi ne ho aperto una a Milano. Da qualche anno sono in pensione e vivo la vita che mi è sempre piaciuta. All’aria aperta, in campagna, stando a contatto con la natura e facendo sport”.

Poi Anna Maria Cancellieri diventa amica di Lella Fragni, compagna di Salvatore, don Salvatore Ligresti. Giovanni Pons per Repubblica ripercorre le tappe della “scalata” di Salvatore Ligresti:

Nel prendersi la Fondiaria, che è molto più grande della sua Sai, Salvatore agisce con le armi che conosce bene, in primo luogo quelle della vicinanza alla politica. Negli anni ’80 la sua sponda era Craxi, nei primi anni Duemila è Berlusconi l’uomo a cui si affida per nominare al vertice dell’Isvap Giancarlo Giannini al posto di Gianni Manghetti che non vuole dare il via libera alla fusione tra le due compagnie. Un intervento a gamba tesa di Gianni Letta permette di scalzare il candidato prescelto fino a quel momento, Lorenzo Pallesi, ex presidente dell’Ina. Un altro tassello si incastra con l’arrivo alla Consob di Lamberto Cardia, altro caposaldo del potere ligrestiano di quegli anni, con il figlio Marco che presta pregiate consulenze alle società del gruppo. Ma anche Pier Giorgio Peluso, classe 1968, il figlio del farmacista Nuccio, in quegli anni si fa le ossa nelle stanze di Mediobanca, poi passerà in Capitalia e quindi in Unicredit. E’ bravo e ci sa fare ma dovunque vada si imbatte nelle società dei Ligresti: Fondiaria, la holding Premafin e le immobiliari Sinergia e Imco, tutte piene di debiti e di problemi da risolvere. Quando nel maggio 2011 si decide il suo passaggio in Fonsai, Salvatore è contentissimo, pensa di essersi messo in casa uno di famiglia. Ma dopo qualche mese capisce che non è così e il suo giudizio sul figlio del ministro diventa improvvisamente tagliente.

La pillola Peluso, Ligresti non l’ha quindi digerita? Però forse la cura Cancellieri e la scarcerazione di Giulia, hanno addolcito l’amaro fiele?

Solo sangue, di sudore non ce nè! 2014 aumenterà la disoccupazione

disoccupazione-italia-istat-tuttacronaca

Sudore e sangue? No, non si suderà più. La situazione secondo i dati Istat per il mercato del lavoro il prossimo anno non migliorerà. Dal +12,1% nel 2013 si passerà al +12,4% “Nei mesi estivi la caduta dell’occupazione che ha caratterizzato la prima parte dell’anno si è arrestata, ma la situazione del mercato del lavoro permane fortemente deteriorata. Il calo misurato in termini di input di lavoro, proseguirebbe per tutto il 2013 (-1,6%), mentre per il 2014 è previsto un lento e graduale miglioramento (+0,1%) che seguirebbe la ripresa dell’attività economica”, sostiene l’Istat.”Date le condizioni di debolezza del mercato del lavoro, le retribuzioni per dipendente continuerebbero a mostrare una dinamica moderata (+1,4%, sia nel 2013 sia nel 2014) dovuta al blocco retributivo nel settore pubblico e alla sostanziale equiparazione tra l’andamento delle retribuzioni di fatto e quelle contrattuali. Come risultato di questi andamenti la produttività del lavoro si stabilizzerebbe nel 2013 per tornare a crescere lievemente nel 2014 – conclude – mentre il costo del lavoro per unità di prodotto è previsto in rallentamento in entrambi gli anni”.

Terremoto nel distretto sismico del Velino-Sirente

terremoto-cicolano-tuttacronaca

Scossa lieve di terremoto nel Cicolano. Il sisma, di magnitudo 2.1 della scala Richter, è stato registrato lunedì 4 novembre, alle 7.30, dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nel distretto sismico Velino-Sirente. L’area interessata si estende tra i Comuni di Fiamignano, Borgorose e Pescorocchiano, a cui se ne aggiungono altri in provincia di L’Aquila. Epicentro a 9,1 km di profondità, intorno a Corvaro di Borgorose. Nessun ferito, né danni a cose.

In Cina piovono feci: “possibile perdita dagli aerei”

Shanghai-Pudong-tuttacronacaPiovono feci. E non si tratta di un racconto di fantascienza o di un film apocalittico ma, stando a quanto riporta lo Shanghai Daily, è quello che accade nei pressi dell’aeroporto internazionale di Pudong, in Cina, dove i residenti hanno denunciato di aver notato feci cadere dal cielo. Terreno, auto, anche panni appena stesi: l’insolita “pioggia” non risparmia nulla e le autorità locali hanno fatto scattare un’inchiesta al riguardo. L’ipotesi più accreditata è che si sia verificata qualche perdita nei contenitori settici di alcune aerei in transito mentre un funzionario dell’aeroporto ha riferito: “Al momento non ci sono prove ma se dovessimo individuare una compagnia aerea colpevole di questo essa sarà responsabile di eventuali risarcimenti”. Lo stesso quotidiano che ha riportato la notizia ha citato un esperto che ha spiegato che negli aerei le feci sono generalmente conservate in contenitori disinfettanti. Considerato il fatto che la temperatura, ad alta quota, può raggiungere anche i -50°, anche se ci fosse una perdita le feci si fermerebbero sulla superficie del velivolo. Ma il fenomeno è stato registrato nei pressi di un aeroporto e va considerato il fatto che, alzandosi la temperatura in fase di atterraggio, le stesse potrebbero staccarsi dall’aereo precipitando così al suolo.

Un sms può salvarti la vita… Lui annuncia il suicidio e la fidanzata manda i soccorsi

sms-cellulare-suicidio-ancona-tuttacronaca

La fidanzata si trovava a Siracusa e lui, un uomo di 63 anni di Ancona, le annuncia il suicidio tramite un sms. La donna immediatamente allerta i soccorsi e con l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno aperto la porta dell’abitazione di via Montebello, l’uomo viene soccorso dal 118. Il 63enne è stato trovato riverso a terra, stordito da una grande quantità di tranquillanti e alcol. Ora è fuori pericolo.

 

La crisi avanza? “Nonni adottano studenti”

anziani-studenti-bologna-tuttacronaca

La ripresa ci sarà? Forse, può darsi e si vedrà anche alla luce dei nuovi dati Istat che non fanno presagire nulla di così ottimistico come invece era stato annunciato da Guglielmo Epifani in un’intervista a La Stampa con una ripresa che avrebbe portato il Pil intorno all’1,1% e quindi a Bologna ci si organizza e i nonni adottano studenti. L’associazione proprietari immobiliari Confabitare propone un’iniziativa che può davvero alleviare le sofferenze per molte famiglie che si vedono costrette a prendere in affitto una casa per i propri figli impegnati nelle grandi città a conseguire una laurea. Gli anziani soli o le coppie che hanno la possibilità di ospitare un giovane infatti offriranno allo studente una camera  in cambio di compagnia e assistenza (fare la spesa, piccole commissioni quotidiane e lavoretti in casa). In questo modo si spera di contrastare anche il fenomeno degli affitti in nero. Una bella iniziativa senza dubbio, ma forse non in linea con gli standard internazionali che invece prevedono di dare credito ai giovani proprio per le esigenze universitarie.

 

Crolla una ringhiera durante una celebrazione , tre ragazzi feriti!

joppolo-giancaxio-tuttacronaca

Cede una ringhiera in piazza Muglia a Joppolo Giancaxio nell’Agrigentino e tre ragazzi che stavano assistendo insieme ad altri compagni alle celebrazioni del  4 novembre, giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, sono rimasti feriti. Da una prima ricostruzione i ragazzi si sarebbero appoggiati alla ringhiera che cedendo ha provocato il ferimento. Le ambulanze li hanno portati all’ospedale «San Giovanni di Dio» di Agrigento.

Il successo dell’Italia… sta in un bicchiere

vendemmia-tuttacronacaItalia batte Francia 45 a 44. Nessuna competizione sportiva: si parla della vendemmia 2013 la cui produzione stimata per il Belpaese è attorno ai 45 milioni di ettolitri a fronte dei 44 dei cugini d’Oltralpe. E’ la Coldiretti a rendere note le cifre e a festeggiare i dati sulle esportazioni che quest’anno segnano “un record storico”, “con un valore delle vendite che raggiunge per la prima volta i 5 miliardi di euro per effetto di un aumento del 9 per cento degli acquisti oltre confine”. La regione che più può alzare i calici è il Veneto, i cui vini occupano in valore una quota pari al 30,8 per cento del totale nazionale, pari a un miliardo 443 milioni di euro del 2012, quota confermata anche per i primi sei mesi dell’anno corrente con oltre 736 milioni di valore di vino esportato. E’ Assoenologi a sottolineare come la regione segna un +5 rispetto all’anno precedente, questo principalmente per merito dell’entrata in produzione di nuovi vigneti. Asso nella manica sembra essere lo spumante italiano la cui domanda, sempre secondo Coldiretti, è cresciuta del 19%.

La ripresa è in ritardo! Arretra ancora il Pil, ma ora si spera nel 2014

stati-uniti-d'europa-pil-tuttacronaca

La ripresa? Ci assicurano che ci sarà nel 2014, ma per ora l’unica certezza è che il Pil fa un passo indietro e si porta a -1,8. Poi l’Istat però emana anche quello che dovrebbe essere un dato positivo, nel prossimo anno il nostro Pil sarà +0,7. Ma è davvero positivo? Il governo nelle ultime stime ufficiali indicava -1,7% per il 2013 e +1% per il 2014. Quindi la ripresa è in ritardo? Sembra proprio di sì… E non preoccupa tanto quello 0,1% in peggioramento fatto registrare nel 2013, ma quel -0,3% (da 1 ora si parla di 0,7%) che non promette nulla di buono. Vi ricordate le parole di Romano Prodi all’inaugurazione dell’Eurozona?

“Con l’euro lavoreremo un giorno di meno guadagnando come se lavorassimo un giorno di più”.
Dove sono andate a finire quelle parole? Dove sono i sogni infranti di milioni di italiani che speravano di entrare a far parte degli Stati Uniti d’Europa? Dove è la difesa degli stati membri? Nella condanna dei cittadini greci? Nella debacle di Malta, nella disoccupazione della Spagna e nel Pil negativo dell’Italia?
Oggi, a distanza di anni (che sembrano ormai anni luce) Romano Prodi torna a parlare e lo fa in un ottica diversa. In un intervista rilasciata al Sole 24 Ore risponde così alle domande del giornalista:
Sul deficit/Pil attualmente fissato al 3%
“Non è stupido che ci siano i parametri come punto di riferimento. E’ stupido che si lascino immutati 20 anni. Il 3% di deficit-Pil ha senso in certi momenti, in altri sarebbe giusto lo zero, in altri il 4 o il 5%”. Prodi propone allora di “escludere temporaneamente dal computo del deficit i 51 miliardi versati dall’Italia alla solidarietà europea e usare quelle risorse per investimenti pubblici straordinari”.
La Bce è influenzata dalla Bundesbank
“Un accordo presuppone una politica che lo gestisca e la politica non si fa con le tabelline. Ci fosse ancora un’Europa forte sì. Ma oggi ci sono solo i Paesi e uno solo al comando, la Germania. Anche la Bce, che pure, con Draghi, è l’unico potere forte europeo e ha fatto tanto, non è onnipotente. Ha uno statuto e la Bundesbank in consiglio…”.
Italia, Francia e Spagna dovrebbero battere i pugni sul tavolo
Di fronte a questa situazione i cosiddetti pugni sul tavolo “dovrebbero batterli insieme Francia, Italia e Spagna, ma non lo fanno perche’ ciascuno si illude di cavarsela da solo”. Quanto alla situazione dell’Italia, “in tre anni di austerità il rapporto fra debito e Pil è sempre aumentato. Vuol dire che è una politica sbagliata. Se sforassimo i parametri i tassi andrebbero alle stelle e saremmo daccapo”.

 

Fango sulla Cancellieri? Lei accusa “contro di me il metodo Boffo”

carceri-tuttacronaca-cancellieri

Il metodo Boffo a cui fa riferimento la Guardasigilli Anna Maria Cancellieri deriverebbe da un quotidiano che le avrebbe attribuito “proprietà mai avute e stipendi mai percepiti” con lo scopo di “alimentare il sospetto di presunti favori che con esistono. O per gettare fango”. Cancellieri non getterà la spugna: “combatto, querelo e vado avanti. Non mi faccio intimidire. Personalmente sono una roccia. Il metodo Boffo lo abbiamo ben conosciuto in altri tempi. Bisogna reagire”. “Non ho mai brigato per avere posti nella mia vita – spiega -. Tutto quello che mi hanno chiesto di fare l’ho fatto con spirito di servizio. Se il mio servizio non va bene, non sono certo attaccata alla poltrona”.

Così il ministro della Giustizia che oggi presenterà a Strasburgo il piano per le carceri con un “decreto legge che ha ridotto i flussi di ingresso in carcere”. Ma questo è l’unico provvedimento perché allo studio ci sarebbe anche”un altro provvedimento, non sappiamo ancora se un decreto o un ddl, che presto sarà portato in Consiglio dei ministri”. A 24 ore dai chiarimenti che domani porterà in Aula sulla questione Ligresti, la Cancellieri è impegnata in Europa ma forse la sua difesa inizia proprio da qui con queste parole: «Le celle devono essere luoghi dove stare solo otto ore, per dormire, e non più 22 ore come oggi accade al 29% dei detenuti. Ridisegnando gli spazi, rivedendo le attività ricreative e incrementando il ricorso ai lavori socialmente utili, contiamo di arrivare al 79% dei detenuti entro aprile 2014. E poi dicono che mi sono occupata solo di Giulia Ligresti?»

La calda settimana del Milan: spunta il nome di Maldini

paolo_maldini_tuttacronacaBarbara Berlusconi vs Adriano Galliani. Nonostante sia stata confermata la fiducia ad Allegri, in casa rossonera c’è aria di rivolta, con Berlusconi che si è schierato a fianco della figlia scaricando il suo braccio destro operativo da quasi 28 anni. Quello che l’erede ha chiesto al padre, è un deciso cambio di rotta nella gestione della società, considerando che nelle ultime due campagne acquisti il Milan non ha speso poco ma male. Dopo la sconfitta contro la Fiorentina, al centro dei ragionamenti si trovano i motivi per cui la squadra rossonera si trova addirittura a 16 punti di distanza dalla zona Champions e a 3 da quella retrocessione, in un avvio di campionato che ricorda quello della stagione che sancì la retrocessione in B. Quello in cui il club avrebbe peccato sarebbe la mancata programmazione, l’assenza, a differenza di altre squadre italiane, di una moderna rete di osservatori che vada a caccia dei migliori talenti prima che diventino top player e una campagna acquisti e cessioni estiva sbagliata e che non ha tenuto conto delle indicazioni della proprietà. Il punto focale è che altre squadre, vedi Roma e Fiorentina, non hanno speso più dei rossoneri ma in campo dimostrano sia un gioco migliore che una squadra competitiva. Morale: si è speso poco e male. E ora bisogna correre ai ripari. Altre riunioni sarebbero già in programma nei prossimi giorni, per analizzare i problemi e trovare un modo per rilanciare la squadra. Nel frattempo, ieri pomeriggio Sky Sport ha svelato che, a breve, la società potrebbe aprire le porte allo storico capitano Paolo Maldini, al quale sarebbe stato proposto un ruolo dirigenziale da raccogliere nell’immediato. Lo storico numero 3 del Milan “torna a casa”? Nel frattempo però, dopo che molto si è parlato del fatto che Barbara Berlusconi avrebbe chiesto la testa di Galliani, è arrivata una sorta di rettifica. Inuna dichiarazione ufficiale rilasciata a SportMediaset, ha chiarito: “Non ho mai chiesto il cambiamento dell’ad Adriano Galliani. Nei numerosi colloqui telefonici con mio padre dopo la sconfitta con la Fiorentina ho chiesto semplicemente un cambio di filosofia aziendale per il Milan”.

Tragico incidente in Bolivia: si schianta un aereo

Accidente-avion-bolivia-tuttacronacaE’ La Razon a riportare la notizia di un aereo della linea Aerocom esploso in fase di atterraggio sulla pista di Riberalta, nel dipartimento di Beni, in Bolivia. Il direttore dell’ospedale locale ha riferito che il bilancio è di almeno otto morti e nove feriti, due dei quali in condizioni gravi. Il bimotore copriva la tratta Trinidad-Riberalta e tra le vittime si contano anche tre funzionari del Governo del Beni, stando a quanto riferito dall’ex governatore Ernesto Suárez. Immagini delle tv locali hanno mostrato come decine di persone abbiano preso parte alle operazioni di soccorso e allo spegnimento dell’incendio che ha provocato l’esplosione del velivo mentre tentava l’atterraggio. Al momento non sono note le cause dell’incidente, tuttavia vengono indicate le condizioni avverse del meteo, con pioggia e scarsa visibilità. Secondo fonti ospedaliere tra i morti ci sarebbero anche bambini.

I nostri 7 giorni e il sipario alzato!

i-nostri-7-giorni-tuttacronaca

Il sipario questa settimana si è alzato in particolare su due notizie: su desecretazione dei verbali di Schiavone e i mali della Terra dei Fuochi e sull’intercettazione della Cancellieri sul caso Ligresti. Ma oltre a questi due temi centrali della settimana che hanno alzato polveroni e polemiche, tante altre notizie sono andate “in scena” in questi sette giorni a ridosso di Halloween.  Anche in questi primi giorni di novembre a dominare la scena politica ci sono stati i provvedimenti del Governo in materia pensionistica e oggi la tela si è strappata e si è scoperto che se molti cittadini non potranno andare in pensione perché non è stata ancora approvata una riforma pensionistica che abolisca i tanti limiti della Legge Fornero, c’è chi invece avrà un trattamento ben diverso e scivolerà sull’oro.  Ma se per qualcuno la vita è semplice, c’è chi ha la vita magica, chi entra incappucciato e chi fa scintille a “Ballando con le Stelle”! Ma non ci sono solo notizie venute alla ribalta ma anche personaggi, e uno di questi è senza dubbio la sensitiva che ha lanciato nuove speranze sul caso irrisolto di Roberta Ragusa e ha  “indirizzato” le ricerche nel cimitero di Orzignano. Ma se sulla cronaca nera le nubi non si dipanano, non va meglio neppure nei cieli di Alitalia, dove Air France ha svalutato le quote in suo possesso mettendo in nuove difficoltà non solo il gruppo, ma l’esecutivo stesso che pensava di aver trovato ormai una soluzione con Poste italiane!  Dove sarà la nuova chiave di volta?

chiave-di-volta-tuttacronaca

Chi invece sembra felice è la mamma di Dudù, lontano dai riflettori, lei passa la sua esistenza tranquillamente, a differenza del figlio che è finito anche in bocca a Crozza. Chi invece sembra passare un periodo davvero sfortunato è Balotelli che questa settimana è rimasto anche coinvolto in un incidente stradale. D’altra parte nella vita come nel calcio la palla gira e non si sa mai dove andrà a colpire, un po’ come il satellite Esa. Ma se non solo pezzi piovono dal cielo, anche pioggia e maltempo imperversano in Italia e sale l’acqua a Venezia. Sicuramente aria di bufera come quella che si respira tra Germania e Usa dopo le ultime rivelazioni sulle intercettazioni di Angela Merkel. Ma se il Datagate non si ferma e ci sono climi da guerra fredda tra le superpotenze internazionali, c’è chi fa invece la guerra informatica: Anonymous mette ko i siti di Eni e Saipem. Se l’attacco cibernetico fa male, sicuramente non ha fatto bene a Bergessio, infortunatosi contro la Juventus, sentirsi attribuire la frattura del pene invece che del perone. Brutta figura anche per Bieber, che è stato fotografato, mentre cercava di dileguarsi da un noto bordello di Rio de Janeiro… chi invece non si è dovuta nascondere affatto è stata la coppia che ha fatto sesso sulla metro di Roma. Meglio calare il sipario… invitandovi in platea già da domani per una nuova settimana da trascorrere insieme!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: