Steven Spielberg sul set di… The Sugarland Express!

Gente di Portofino… Steven Spielberg!

steven spielberg-tuttacronaca

Uno sguardo a Portofino… i panni!

portofino-sguardo-viaggi-tuttacronaca

Uno sguardo a Portofino… i vicoli!

portofino-sguardo-viaggio-tuttacronaca

Uno sguardo a … PORTOFINO!

sguardo-viaggio-potofino-tuttacronaca

TERREMOTO IN IRAN! Magnitudo 4.4

ziggurat_terremoto, iran, tuttacronaca

Un evento sismico si è verificato nel sud dell’Iran all’1:08 a.m ora locale. L’epicentro è stato individuato a 35 km sud est di Jiroft. La magnitudo è stata di 4.4. Al momento non si hanno notizie di danni a cose o persone.

Corre nuda a -8°, multata per intralcio al traffico

donna-nuda-siberia-traffico-tuttacronaca

Perdere una scommessa può costare molto. Basta guardare questa ragazza, che proprio a causa di una scommessa persa, ha dovuto correre in bikini per le strade di Tomks, dove la temperatura si aggirava tra i cinque e gli otto gradi sotto zero. La ragazza, una 28enne del posto, ha divertito passanti e automobilisti, prima che la polizia la multasse per intralcio al traffico.

Genoa-Milan, l’arbitro e Balo decidono la partita!

genoa-milan-seriea_tuttacronaca

(Vedi il primo tempo dell’incontro)

51° Genoa vicino al pareggio: splendida punizione di Bovo, la palla si stampa sul palo alla sinistra di Abbiati. Milan fortunato.

53° Sinistro potente di Balotelli dal limite, palla alta sulla traversa.

56° Ammonito Flamini per simulazione, il francese vola in area ma non c’è nessun contatto on Frey.

59° Immobile entra al posto di Cassani, Ballardini mette la difesa a quattro e prova ad aumentare il peso del reparto offensivo.

61° Errore in ripartenza della difesa del Genoa, prende palla Zapata che subito serve in verticale Balotelli che di destro prende la mira e mette il pallone sul secondo palo, nulla da fare per Frey. Genoa-Milan 0-2!

65° Espulso Constant e ammonito Bovo. Il Genoano commette un brutto fallo sul milanista che reagisce e da ammonito si becca il secondo giallo

68° Allegri corre ai ripari, esce El Shaarawi per lasciare il posto ad Abate

69° Ballardini risponde richiamando in panchina Bovo, al suo posto Jorquera.

75° Gran botta di Granqvist da posizione defilata, bella parata di Abbiati. Poi ci prova anche Jorquera, ma il portiere del Milan si oppone ancora una volta egregiamente. Forcing del Genoa.

77°  Ultimo cambio di Ballardini, fuori Granqvist e dentro Jankovic.

85°  Mancano cinque minuti alla fine, regge per ora il fortino rossonero.

87° Ammonito Antonelli per fallo su Niang.

90° e 4 minuti di recupero.

Damato fischia la fine della partita, il Milan vince e conquista tre punti fondamentali in chiave Champions League. Il Genoa incappa nella seconda sconfitta di fila, la squadra di Ballardini soprattuto dopo l’espulsione di Constant ha provato a raddrizzare la partita ma è andato a sbattere contro il muro eretto dai rossoneri, superba anche la partita di Abbiati. Nonostante la superiorità numerica, il genoa non riesce comunque a espugnare il fortino milanista.

GENOA-MILAN, entrambe devono vincere in questa notte folle!

genoa-milan-seriea_tuttacronaca

Su un terreno reso irregolare e scivolo per la pioggia le due squadre scendono in campo con l’imperativo di vincere e portare a casa i tre punti fondamentali per entrambe.

La partita all’inizio stenta a prendere il ritmo. L’unica nota entusiasmante è il cross di Bertolacci su Abbiati al 10° e quello di Costant al 15° che allontana Bovo.  Poi la partita s’infiamma e al 19° viene ammonito Portanova per un fallo su Pazzini. Al 20° c’è un gran tiro di Niang, un sinistro a giro da fuori area e Frey devia in tuffo. Al 22° mentre Pazzini tenta di entrare in aria di rigore, si fa male, ma prosegue su una gamba sola, fino a scagliare un bolide all’incrocio dei pali da appena dentro l”area. E’ 0-1 per il Milan. Dopo l’incredibile gol, Pazzini è costretto a uscire. Al suo posto entra Balotelli. Al 27°  il Genoa protesta per un fallo di mano in area di Zapata. Ma manca la volontarietà, Damato lascia proseguire. Al 34° il Genoa protesta per un fallo di mano di Niang in area. I replay confermano il rigore ma Damato e il suo assistente lasciano proseguire.

Scocca il 45° con una direzione arbitrale molto discutibile. Quel rigore negato farà discutere.

Vai al secondo tempo.

Harry segue le orme della madre, diventa testimonial di Halo Trust.

harry-dinghilterra-halo trust-tuttacronaca

Il principe Harry porta avanti la causa per cui la madre Diana si era tanto impegnata: la lotta contro le mine antiuomo. Il secondogenito di Diana e Carlo è diventato, infatti, seguendo in questo le orme della defunta “principessa del popolo”, il nuovo testimonial di “Halo Trust”, la ong britannica che ha liberato da milioni di ordigni i Paesi poveri del mondo. Harry guiderà la campagna per il 25esimo anniversario dell’associazione, che ha iniziato la sua attività di bonifica nel 1988.

Milan-Genoa. Si incontrano le nemiche-amiche!

tutatcronaca-Stephan+El+Shaarawy+Calcio+Catania+v+AC+Milan+iIcBntJGkmtl

Genoa e Milan, dopo anni di silenzio, probabilmente dovuti all’accoltellamento del tifoso del Grifone Vincenzo Spagnolo nel 1995 e alla diatriba nata allora tra le tifoserie, hanno ricominciato a parlarsi, a fare affari e, almeno a livello economico, ad essere «amiche». Gran parte del merito è dovuto all’ottimo rapporto che lega il presidente rossoblù Enrico Preziosi e il numero due rossonero Adriano Galliani. Fatto sta che dal 2007 fino all’ultima sessione di mercato, liguri e lombardi si sono scambiati giocatori a ripetizione, tra comproprietà, prestiti e acquisti definitivi, anche con nomi altisonanti del calibro di Marco Borriello, Kevin Prince Boateng o Stephan El Shaarawy. Vedremo che succederà in campo!

Una cometa arriva per la festa della donna!

cometa-2011l4-panstarrs-tuttacronaca

Finalmente visibile! Eccoa  voi C/2011 L4 Pan-STARRS…

L’astro, dopo mesi di permanenza nell’emisfero meridionale, farà la sua apparizione come una stella di prima grandezza, tanto da essere visibile anche ad occhio nudo. Le difficoltà di osservazione saranno però molteplici: dalla sua altezza esigua nel cielo che obbligherà a non avere ostacoli verso l’orizzonte occidentale, al bagliore del crepuscolo, che non consentirà il giusto contrasto che si otterrebbe invece con un cielo scuro. Tuttavia nel corso dei prossimi giorni, la sua altezza sull’orizzonte diverrà sempre un pò più consona, favorendo quindi una visione meno difficoltosa. In queste prime sere osservative, tempo permettendo, la cometa sarà sicuramente visibile in un comune binocolo, puntando lo strumento appena a sinistra e un pò più in alto dal punto in cui tramonta la nostra stella. Naturalmente le località a latitudini più meridionali avranno migliori possibilità di osservazione, quindi ipotizzando due luoghi come Malta e Milano, la prima sarà nettamente favorita. Un’altra difficoltà potrebbe essere determinata dalla foschia nei bassi strati o dall’inquinamento atmosferico, per cui saranno favoriti gli osservatori di cieli extraurbani o posti in località più ventilate.

La cometa PANSTARRS ha raggiunto la sua minima distanza dalla Terra lo scorso 5 Marzo, quando è transitata ad una distanza di circa 164 milioni di chilometri. Quel giorno, gli unici oggetti di più grandi dimensioni nei pressi della Terra erano la Luna, il pianeta Mercurio ed il Sole. L’astro chiomato raggiungerà però la sua massima luminosità nel corso del 10 Marzo, quando sarà alla minima distanza dal Sole, il quale permetterà una sublimazione più intensa del materiale ghiacciato di cui è composta, grazie alle altissime temperature a cui andrà incontro.

Il pentimento di Pistorius: non è giusto che non posso viaggiare! Datemi il passaporto.

Oscar-Pistorius-tuttacronaca

Pistorius col capo chino, Pistorius in lacrime, Pistorius che prega. E, forse, Pistorius che recita una parte. Quella del «buono». La strada verso standing ovation di chi già lo vorrebbe vedere completamente assolto è ancora lunga e accidentata. Ma il clan familiare (e legale) di Pistorius sembra all’altezza del compito. Trasformare, agli occhi dell’opinione pubblica, un presunto colpevole in un probabile innocente. I mezzi (economici e mediatici) a disposizioni di «Blade Runner» sono ottimi e abbondanti. Il compito di «gran burattinaio» è stato affidato ad Uncle Arnold, lo zio con la faccia da duro che ospita il nipote nella sua abitazione e, soprattutto, gli impedisce di commettere passi falsi. La parola d’ordine è: strategia. E in questa logica rientra la prima dichiarazione da uomo libero di Pistorius: «Voglio incontrare la famiglia di Reeva e ringrazio tutti quelli che hanno pregato per nostre due famiglie». Notare il risvolto ecumenico di quel «nostre», come a dire che – tutto sommato – tra vittima e carnefice non è che ci sia poi gran differenza… e infatti il campione sudafricano, amareggiato e affranto, la prima cosa che fa è contestato le condizioni per la liberta’ su cauzione e fa appello per potere recuperare il passaporto e viaggiare all’estero.

NO COMMENT!

Fitch ci declassa! Ora siamo BBB+

fitch- tuttacronaca

Fitch ha tagliato il rating dell’Italia da A- a BBB+ con outlook negativo. La decisione riflette il “risultato inconcludente delle elezioni italiane”, spiega l’agenzia. “La recessione in atto in Italia – aggiunge – è una delle più profonde in Europa e i dati indicano il rischio che si prolunghi più di quanto atteso”.

Fitch, inoltre, prevede una contrazione del Pil italiano dell’1,8% nel 2013. Il debito sarà invece vicino al 130%. E’ quanto riporta il comunicato dell’agenzia di rating che declassa l’Italia. La recessione più profonda e lunga del previsto, si legge, “mette a rischio lo sforzo di risanamento di bilancio e aumenta i rischi del settore finanziario”.

A sostenere il rating BBB+, spiegano gli analisti di Fitch, sono vari fattori, fra i quali la relativa ricchezza e la la diversificazione dell’economia con moderati livelli di indebitamento del settore privato. L’Italia ha fatto progressi negli ultimi due anni nel risanamento di bilancio: l’agenzia prevede un deficit di circa il 2,5% nel 2013.

Attualmente sull’Italia l’agenzia S&P ha un rating BBB+ con outlook negativo, tre gradini sopra l’area “non investment grade”. Moody’s ha un rating Baa2 con outlook negativo, due gradini sopra la soglia “junk”.

ECCO DOVE  CI HA PORTATO MARIO MONTI… MAGARI CON UNA POLITICA ECONOMICA DIVERSA CI SAREBBERO STATE DELLE VOTAZIONI CHE AVREBBERO PERMESSO LA GOVERNABILITA’! MONTI HA PORTATO IL PAESE ALLA “RIBELLIONE” E SE ANCORA IL POPOLO ITALIANO NON HA DICHIARATO GUERRA CIVILE AL GOVERNO E’ SOLO PERCHE’ NON HA NEPPURE PIU’ LA FORZA DI CREDERE NELLA RIVOLUZIONE!
FITCH CI DECLASSA, COSI’ SIAMO PIU’ APPETIBILI PER LA SPECULAZIONE FINANZIARIA! GRAZIE ANCORA ALL’OLIGARCHIA DELL’ALTA FINANZA CHE COMANDA SUGLI STATI “SOVRANI”!

Noma il “primo ristorante” al mondo dove si avvelenano 67 persone su 74!

Tuttacronaca - Rene-Redzepi-al-Noma-ristorante-Copenaghen

È famoso in tutto il mondo per la sua innovativa cucina nordica: muschi, licheni, germogli di felce e trifogli acetosi. Per tre anni consecutivi il Noma di Copenaghen è stato eletto il miglior ristorante al mondo. Il tempio gastronomico del giovane chef danese René Redzepi è finito ora al centro delle cronache: numerosi clienti nelle ultime settimane hanno accusato malori (con crampi intestinali, forte diarrea e vomito) dopo aver gustato i celebri piatti. I funzionari del Dipartimento dell’Alimentazione danese, il Fødevarestyrelsen, hanno ispezionato nei giorni scorsi il ristorante stellato dopo che almeno 63 clienti, che avevano pranzato al Noma a metà febbraio, si sono improvvisamente sentiti male, colpiti da un norovirus conosciuto anche come virus di Norwalk. Le fonti più comuni da cui è possibile contrarre questo virus sono acqua e cibo contaminato. L’agenzia sanitaria avrebbe inoltre riscontrato dei «problemi d’igiene». «Si è ammalato anche parte del personale venuto in contatto col cibo», scrive l’agenzia nel suo rapporto molto critico. Il Fødevarestyrelsen imputa al Noma di non aver disinfettato per tempo le cucine così da evitare un’ulteriore diffusione del contagio. I funzionari hanno poi scoperto che non c’era acqua calda nei rubinetti utilizzati dal personale per lavarsi le mani.

Il richiamo ufficiale getta una cattiva luce sul Noma, Nordisk e Mad, contrazione delle parole Cibo e Nord – nominato la scorsa primavera per la terza volta consecutiva miglior ristorante del mondo dalla giuria del «San Pellegrino World’s 50 Best Restaurants Award». Il locale – dove un menù d’assaggio costa circa 200 euro a persona – fa piatti della cucina tradizionale nordica: «fiordo norvegese», «brodo ristretto di legno di betulla al vapore, finferli e nocciole fresche», «pellicola di latte con erba, fiori e aromi». Il 33enne chef René Redzepi, con due stelle Michelin, è considerato infatti il pionere della Nuova Cucina Nordica. «È una questione che ci tocca profondamente; siamo davvero dispiaciuti», ha detto il direttore del Noma, Peter Kreiner, in uno scarno comunicato alla stampa. «Stiamo ancora cercando di trovare la fonte dell’infezione; probabilmente è stata introdotta nel locale da un dipendente influenzato».

E I PROBLEMI D’IGIENE? E L’ACQUA FREDDA PER LO STAFF? MAGARI SE PERMETTESSERO DI LAVARSI LE MANI CON ACQUA CALDA ANCHE LE “INFLUENZE” DIMINUIREBBERO! CHE BRUTTA FIGURA!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il film record d’incassi coreano a Firenze: Masquerade di Choo Chang Min

masquerade- Choo Chang Min‘Masquerade’ del regista Choo Chang Min, apre l’11ma edizione del ‘Florence Korea Film Fest’, che si terra’ a Firenze dal 15 al 24 marzo. Campione di incassi in Patria con oltre 12 milioni di biglietti venduti, il film, kolossal in costume ambientato nel 17° secolo in Corea, e’ stato il film piu’ visto del 2012 e il terzo della storia del cinema coreano. Alla proiezione del film, in prima assoluta in Italia, sara’ presente il regista. Sara’ inoltre la star asiatica Jeon Do-Yeon l’ospite d’eccezione della undicesima edizione del Festival. All’attrice sara’ dedicata, per la prima volta in Italia, una retrospettiva e sara’ a Firenze per incontrare il pubblico e riceve il premio ‘Florence Korea Film Fest’. Jeon Do-Yeon, musa di grandi maestri come Lee Chang-dong, con il quale ha vinto il premio come Miglior Attrice al Festival di Cannes 2007 per il film ‘Secret Sunshine’.

Jeon do Yeon ha attraversato la new wave cinematografica coreana cavalcandola e lasciando il segno. La retrospettiva, con 8 dei suoi film piu’ significativi, presenta il suo esordio come attrice in ‘The Contact’ di Jang Yoon-hyeon, in prima italiana; il drammatico ‘Happy end’, nel quale interpreta il controverso ruolo di una donna alle prese con il suo ruolo di madre e moglie; l’immaginifico ‘My Mother The Mermaid’ in cui interpreta un doppio ruolo, per vederla poi in una veste romantica in ‘My Dear Enemy’.

Questo slideshow richiede JavaScript.

18 mesi per far risorgere la Città della Scienza!

città-scienza-napoli-bagnoli-fiamme-tuttacronaca-profumo

”L’obiettivo e’ ambizioso: ricostruire la Citta’ della Scienza in 18 mesi”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione e della ricerca scientifica Francesco Profumo a Napoli per un sopralluogo a Citta’ della Scienza, l’attrattore culturale andato in fiamme lunedi’ scorso. Il governatore Caldoro: nessuna delocalizzazione, sara’ ricostruita a Bagnoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Castello di carte? No, di chewing gum!

 Jeremy Laffon-tutatcronaca-chewing gum-gomma da masticare-arte-artista L’artista francese Jeremy Laffon ha creato un’intricata struttura, molto complessa,  con un materiale insolito: ha usato la gomma da masticare in bastoncini alla menta! Il suo lavoro, che richiama alla mente i castelli di carte, verrà mostrato al Limousin Art Contemporain and sculptures, in Francia, dal 12 marzo al 23 Marzo 2013. La mostra ha un nome eccentrico: ‘chlorophénylalaninoplastomécanostressrhéologoductilviridiscacosmographigum’.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tolleranza zero al chewing gum

chewing gum- tutatcronaca

Il chewing gum bandito nella citta’ di Milton Keynes, nel sud-est dell’Inghilterra. Le autorita’ locali, sul modello di Singapore, sono pronte a introdurre un divieto sulle ‘gomme’ per evitare che poi finiscano sulla strada e si appiccichino alle scarpe di qualche sfortunato passante. L’iniziativa e’ di un gruppo di negozianti locali che ha denunciato i costi sempre piu’ alti per ripulire il centro della citta’ dalle migliaia di ‘cicche’.

Suicidio annunciato! Tragico schianto all’ospedale d’Ivrea

ivrea-ospedale-suicidio-tuttacronaca

Tragedia all’ospedale di Ivrea, dove un ragazzo di 17 anni si è lanciato dal sesto piano in seguito a una delusione d’amore. Dopo la rottura con la fidanzatina, il giovane ha inviato alcuni sms disperati agli amici e ha scritto dei post sulla sua bacheca di Facebook in cui lasciava percepire il suo stato d’animo. Nessuno deve però aver preso sul serio le sue intenzioni. Il corpo è stato trovato davanti a un bar in una zona di passaggio antistante l’ospedale. Sul posto anche la polizia, ma inutili i soccorsi.

Diventa virale il video di Marco Ligabue!

marco ligabue-video virale- facebook-tuttacronaca-video-virale

A pochi giorni dall’uscita in radio e su Youtube prevista a partire dal 15 marzo, su web e social network circolano i video virali di ‘Ogni piccola pazzia’, il nuovo singolo di Marco Ligabue, primo atto della sua carriera solista. Dopo l’addio, nel giugno scorso, al suo gruppo storico i Rio, con cui ha condiviso dieci anni di concerti e firmato tre album come autore di testi e musiche, il fratello di Luciano si presenta ai nastri di partenza di un nuovo progetto discografico.

Il singolo, disponibile dal 19 marzo sui principali digital store, anticipa l’uscita dell’album prevista a fine maggio. Un disco costituito di 9 bravi, piu’ una traccia omaggio per iTunes, Casomai, dedicata al calciatore Piermario Morosini, amico intimo di Marco, scomparso il 14 aprile del 2012 durante la partita di serie B Pescara-Livorno.

Sul web le prime, ironiche, immagini che svelano il backstage della registrazione del nuovo brano. Da Livorno, il 12 aprile, partira’ il tour che portera’ Marco Ligabue per tutta la primavera, l’estate e il prossimo autunno nelle principali citta’ italiane, tra cui Roma a Milano.

Ed è ancora terremoto, stavolta nel vicentino!

terremoto-vicentino-tuttacronaca

Una piccola scossa di terremoto, di magnituro 2,5 è stata registrata oggi alle 16:29 in provincia di Vicenza. L’epicentro si trova ad oltre 10,8 chilometri di profondità nel terreno. Nessun danno si registra a cose o persone e praticamente nessuno si è accorto della scossa.

Tra i comuni più vicini all’epicentro quelli di Caldogno, Costabissara, Creazzo, Dueville, Gambugliano, Isola Vicentina, Montecchio precalcino, Monteviale, Monticello Conte Otto, Sovizzo, Vicenza e Villaverla.

L’Obama Style non convince la Westwood!

Vivienne Westwood - tuttacronaca-michelle obama

La First Lady Michelle Obama sara’ anche diventata un’icona di stile per gli americani, ma c’e’ a chi il suo modo di vestire proprio non piace. A sparare a zero sulla moglie del presidente Usa e’ l’eccentrica stilista britannica Vivienne Westwoood. ”Non parliamo di lei, e’ orribile quello che indossa”, ha detto al New York Times. E la designer del Regno Unito non le risparmia neanche il paragone con Jackie Kennedy: ”Ecco, lei era un’altra cosa”, afferma Westwood.

Alemanno e il suo odio per la creatività : prima Piano ora Fuksas!

nuvola-fuksas-tuttacronaca

”Se entro il 15/3 il Consiglio Comunale non approvera’ la delibera attesa dal 2011, i lavori alla Nuvola dell’Eur si fermeranno”. A lanciare l’allarme e’ Massimiliano Fuksas, progettista del Nuovo Centro Congressi di Roma. ”Siamo all’interno dei 260 milioni previsti. Non c’e’ stato alcun aumento dei costi. E il Centro sarebbe gia’ finito, se non ci fosse stato questo stop”. La colpa ”non e’ del sindaco Alemanno. In Italia non c’e’ lo Stato ma solo un’enorme burocrazia”.

CONCLAVE: E’ UFFICIALE, s’inizia il 12 marzo

Conclave-tuttacronaca-12 marzo 2013

Il conclave per l’elezione del nuovo Papa, dopo le dimissioni di Joseph Ratzinger, inizierà martedì 12 marzo. La data ufficiale del conclave è stata decisa oggi pomeriggio, come confermato dallo stesso padre Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede in un briefing.
L’ottava Congregazione Generale del Collegio dei Cardinali ha deciso che il Conclave per l’elezione del Papa inizierà, dunque, martedì. Al mattino nella Basilica di S. Pietro sarà celebrata la Messa «pro eligendo Pontifice» e nel pomeriggio l’ingresso dei cardinali in Conclave.

 

Contorno di fagiolini e… topo morto!

Grand Jury-tuttacronaca

Un topo morto è stato trovato in un barattolo di fagiolini verdi di Carrefour, il gigante della distribuzione francese. Il roditore si trovava nei fagiolini Grand Jury, prodotto premiato dal gruppo Carrefour.  Ora è stata aperta un’indagine e ritirato grandi quantità del prodotto. “E’ un caso eccezionale, siamo dispiaciutissimi e il nostro servizio consumatori si è scusato con il cliente”, ha indicato Carrefour, aggiungendo che il fornitore è una piccola azienda francese, che è stata informata e dove è in corso un’indagine per accertare come il topolino sia finito nel prodotto.

Un fallo fa scatenare la solidarietà in Francia!

 Jeremy Clement -tuttacronaca

Fallo! Uno di quelli cattivi, di quelli che possono stroncare la carriera di un giocatore e che hanno portato Jeremy Clement del St. Etienne all’ospedale dove è stato operato alla caviglia e Valentin Eysseric a 11 giornate di squalifica per quel tackle veramente scorretto. Ma quello che davvero ha colpito di tutta la vicenda e ha suscitato l’interesse di tutta la Francia è stata l’ondata di generosità che si è levata nel Paese a seguito di questa storia. Jeremy Clement, se tutto va bene, non potrà tornare in campo prima di 5 o 6 mesi. Tra cori di incitamento al giocatore infortunato e scuse da parte di  Valentin Eysseric, la notizia sta facendo il giro del mondo anche per le stesse parole di Eysseric che commentando la sua squalifica ha detto: “Mi pare del tutto normale. Non so perché sono entrato in quel modo, mi merito una punizione dura”.

GENOA E MILAN: ARRIVANO LE FORMAZIONI!

genoa_milan_tutatcronaca

Inizierà alle 20.45 l’attesa partita Genoa-Milan, sfida fondamentale per entrambe le formazioni che hanno la necessità di ottenere punti per raggiungere i rispettivi obbiettivi.

I dubbi di formazione soprattutto in casa rossonera sono diversi visto che Allegri dovrà inevitabilmente tenere conto anche dell’importantissma sfida di Champions League in cui i suoi saranno chiamati martedì a Barcellona a confermare il risultato dell’andata per poortare a casa una qualificazione che sarebbe storica, anche se più di una volta ci ha tenuto a sottolineare che l’attenzione dovrà essere rivolta solo al campionato visto che il terzo posto rimane l’obiettivo prioritario. In casa rossobù, invece, non potrà giocare Marco Rossi, che non è stato nemmeno convocato, ma al suo posto dovrebbe giocare Rigoni.
Ecco quindi le formazioni probabili delle due squadre:

GENOA (3-5-1-1): Frey; Granqvist, Portanova, Moretti; Pisano, Rigoni, Bovo, Vargas, Antonelli; Bertolacci; Borriello. A disposizione: Tzorvas, Donnarumma, Toszer, Cassani, Ferronetti, Jorquera, Jankovic, Immobile. All.: Ballardini
 
MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Mexes, Zapata, Constant; Flamini, Montolivo, Muntari; Niang, Pazzini, El Shaarawy. A disposizione: Amelia, Gabriel, Abate, Zaccardo, Yepes, Ambrosini, Nocerino, Traoré, Bojan, Robinho, Balotelli, Boateng. All.: Allegri

Che grinta la figlia di Jackson!

paris-jackson-cheerleader

Addio al look grunge, con piercing e vestiti strappati. Cambio di look per Paris Jackson, figlia 14enne dello scomparso “Re del Pop”, che è diventata una cheerleader della sua scuola a Buckley, dove ha messo in mostra il suo “talento” facendo il tifo per la squadra di basket. La figlia di Michael Jackson è sempre stata vicina in continua evoluzione, passando dalla musica allo sport, senza trovare una vocazione ben precisa. Comunque sembra a suo agio nel vestitino rosso e nero da cheerleader e il dolore per la scomparsa del padre e le continue voci sul suo passato ‘ambiguo’, sembrano ormai alle spalle.

Addio a Comes, muore il fumettista di Pilote

Il fumettista belga Didier Comes, uno dei maestri europei degli album a tavole in bianco e nero, e’ morto all’eta’ di 71 anni. La notizia della scomparsa e’ riportata dalla stampa belga. Nato a Sourbrodt in Belgio l’11 dicembre 1942 con il vero nome di Dieter Herman, Comes debutto’ nel fumetto nel 1969 su un supplemento settimanale per ragazzi del quotidiano belga di lingua francese ”Le Soir”. Collaboro’ poi alle riviste francofone di fumetti ”Spirou”, ”Pilote” e ”Tintin”.

PAPA RAMBO I, questa la proposta del New York Times

criteria-articleLarge

Ad alimentare il totopapa arriva anche un articolo del “New York Times” intitolato ”Pope Wanted”. Si tratta di una lunga analisi in cui si sottolinea la necessità di un Pontefice che abbia al tempo stesso ”un fascino magnetico e coraggio”.

L’identikit del nuovo Papa – scrive il giornale statunitense – deve essere una combinazione tra “il carisma di Papa Giovanni Paolo II” e il coraggio e la determinazione di quello che qualcuno in Vaticano ha chiamato ironicamente ‘”Papa Rambo I”, per sottolineare la necessità di un Pontefice giovane e pieno di energie.

“Il nuovo Pontefice – prosegue il Nyt – potrebbe anche non riuscire a effettuare un giro di vite sulle lotte e i misfatti interni al Vaticano, ma deve almeno avere l’intelligenza di nominare un vice abbastanza coraggioso da sapersi confrontarsi con la trincerata burocrazia vaticana”.

“La prima cosa che dovrebbe fare – spiega il cardinale Edward Egan, ex arcivescovo di New York – è mettere ordine nell’amministrazione centrale della Curia. E deve essere disponibile ad affrontare le critiche”. E allo stesso tempo – prosegue Egan – ”deve essere un uomo che comprende la fede ed è capace di annunciarla in modo affascinante e semplice”.

Chavez, il corteo e il mistero della bara!

hugo chavez-bara- tuttacronaca

Hugo Chavez sarebbe morto a Cuba e la bara che ha sfilato durante oltre sette ore attraverso Caracas e alla quale hanno reso omaggio centinaia di migliaia di venezuelani non avrebbe contenuto la sua salma. Lo sostiene il quotidiano spagnolo ABC, citando fonti militari venezuelane. I funerali del presidente “bolivariano” sono previsti per oggi.

Chavez, quindi, non sarebbe morto nell’ospedale Militare di Caracas, ma a Cuba, dove il presidente era stato portato per un ultimo e disperato tentativo di salvare la sua vita. Da qui il suo corpo sarebbe stato portato direttamente all’Accademia Militare di Fuerte Tuina, dove centinaia di migliaia di persone stanno salutando il leader bolivariano.

Secondo ABC “l’inganno della processione costituisce una nuova messa in scena del governo, che si aggiunge alla lunga lista di bugie con le quali il chavismo ha riempito gli ultimi mesi della vita del leader”. “Volevano mostrare un bagno di folla con un chiaro interesse politico, permettendo che la gente potesse perfino toccare il feretro, quello falso, senza mettere a rischio l’integrità fisica di quello vero”, ha detto una delle fonti militari del giornale madrileno.

Il decesso, scrive il quotidiano, risalirebbe a martedì scorso all’Avana intorno alle 7 del mattino (ora locale) e il suo cadavere sarebbe stato trasportato durante la notte fino alla base aerea Generalisimo Francisco de Miranda, a Caracas, più vicina al Forte Tiuna dell’aeroporto internazionale civile di Maiquetia. La salma di Chavez, proseguono le fonti, sarebbe quindi stata esaminata nel centro medico della base, che si trova a circa 200 metri dall’Accademia Militare, e composta con l’uniforme militare. Durante la giornata di mercoledì, il corpo sarebbe stato tenuto nei sotterranei dell’Accademia.

Nel frattempo, una bara simile, vuota o con qualche peso al suo interno, è stata portata all’ospedale Militare, da dove è partita mercoledì la processione funebre. Al suo arrivo all’Accademia, duranti i pochi minuti in cui il feretro non è stato ripreso dalle telecamere, si è proceduto alla sostituzione della bara finta con quella vera, prima della sua esposizione.

Metti a tavola l’insalata… al veleno!

insalata-veleno-germania-italia-tuttacronaca

Insalata romana al veleno venduta al mercato della cittadina di Offenbach e da venditori ambulanti in Germania. Era un lotto composto da 110 cassette di cui 105 sono state distrutte. Al momento non si hanno notizie di avvelenamenti, ma la notizia è stata fatta circolare in tutta la Germania con la speranza che chi abbia acquistato le insalate del produttore “Ortofrutticola la Trasparenza”, provenienti dall’Italia, possa disfarsene al più presto.

L’insalata al veleno non è un piatto consigliabile anche se tempo fa un rampante cuoco inglese, Antony Worrall Thompson, in un intervista alla rivista Healthy & Organic Living, fornì la ricetta di un’insalata con foglie di “Hyoscyamus Niger”,  una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Solanacee, chiamata in italiano giusquiamo nero. In pratica il giusquiamo nero è una specie di veleno assai pericoloso e ha conseguenze soporifere e anche allucinogene; nel caso in cui, poi, sia assunto in dose rilevante, può risultare addirittura letale.

E buona insalata a tutti!

Il cinguettio ha fatto dimettere il Papa… ipotesi di un prete di Gubbio.

Angelo Maria Fanucci-twitter-dimissioni papa-tuttacronaca

Se ci fosse di mezzo Twitter nelle dimissioni di Papa Benedetto XVI?  È l’ipotesi suggestiva lanciata da don Angelo Maria Fanucci, prete di Gubbio da sempre impegnato nel sociale con la Comunità di Capodarco e titolare di varie rubriche giornalistiche, online e sulla carta stampata. «Il Papa tedesco – scrive don Fanucci nell’ultimo numero del settimanale cattolico La Voce – ha rinunciato a quella che tuttora è la cattedra più prestigiosa del mondo. Una decisione, lo dicono tutti, motivata da una serie di stanchezze e di delusioni. Ma io mi chiedo se tra queste ultime non ce ne sia molto forte, legata alla decisione, presa dal Papa qualche tempo fa, di entrare in Twitter».

Il sacerdote umbro ricorda che il Papa aveva ricevuto quasi 50.000 messaggi e che «un pò più della metà erano di affetto e di ammirazione, un pò meno della metà erano al contrario di disapprovazione: poche osservazioni pacate; molti, moltissimi insulti. Sicuramente Papa Ratzinger sa di non meritarli, ma altrettanto sicuramente devono averlo profondamene ferito. Personalmente, certo, ma più ancora come pastore della Chiesa universale». Don Fanucci ipotizza «che una buona percentuale di quei messaggi negativi siano dovuti a gente fuori di testa», il cui caso andrebbe demandato agli psichiatri. «Ma, anche ragionevolmente ridotto sul piano dei numeri – aggiunge – il fenomeno è ugualmente doloroso, perchè attesta una diffusa antipatia, un’idea ampiamente negativa che tanta gente comune s’è fatta della Chiesa cattolica». «Chissà quanto quelle 10-15.000 prese di distanza dalla Chiesa – si chiede infine don Fanucci – debbano aver rappresentato per Papa Benedetto una grande sofferenza».

Prima delle elezioni Angelo Maria Fanucci aveva inviatato una mail invitando a votare per il Pd.

Un’ipotesi per far tacere le voci sempre più insistenti di un vero e proprio complotto fra le mura vaticane!

Arriva l’ok al legittimo impedimento. Berlusconi in aula l’11/3. Ci sarà?

silvio berlusconi-uveite- tuttacronaca

“Berlusconi rimarrà in ospedale fino a domani” – Durante una conferenza stampa il medico di Silvio Berlusconi, Alberto Zangrillo, ha spiegato: “E’ ricoverato in regime di day hospital, ci resterà fino a stasera forse fino a domani…”. Il leader del Pdl è affetto da una “uveite bilaterale, che interessa il comparto vascolare e anteriore dell’occhio – ha precisato Zangrillo – ed è una patologia che risponde a terapie antinfiammatorie per via topica e parenterale”. Attualmente Berlusconi è sottoposto “in ospedale a terapie che vengono eseguite in modo preciso e puntuale”. Zangrillo ha inoltre spiegato che si sta valutando “la sua risposta alla terapia, a base di antinfiammatori e antidolorifici. Attualmente è ricoverato in regime di day hospital, ma come misura di cautela non è stato esclusa la possibilità che si trattenga in ospedale anche per la sera e probabilmente fino a domani mattina”.

I giudici del tribunale di Milano hanno ritenuto esaustiva la certificazione presentata dai legali di Silvio Berlusconi per il legittimo impedimento e hanno rinviato il processo sul caso Ruby all’11 marzo. Il leader del Pdl è all’ospedale San Raffaele per un’uveite.

Damiano nel ricordo di Franco Nero!

franco nero-damiano damiani-tuttacronaca

“Damiano Damiani era un regista solido, era un ex boxeur, oltre che un grandissimo professionista. Non sgarrava mai un programma. A volte riusciva addirittura a finire un film in anticipo”. Lo dice Franco Nero ricordando Damiano Damiani, il regista scomparso ieri sera a 90 anni a Roma, che lo diresse in cinque film tra cui ‘Il giorno della civetta’. “Era un film che non volevo fare – rivela l’attore – perché avevo molte offerte, ma è stata mia moglie Vanessa (Redgrave) a convincermi. Mi disse: ‘Ma che sei matto? Sciascia! Anche in Inghilterra lo conosciamo”. “Avevo 21 anni quando cominciai a lavorare con Damiano -aggiunge Nero da poco rientrato da Los Angeles- il primo film era ‘La Noia’, dove avevo una piccolissima parte, ero ‘l’uomo del bar’, poi ho fatto ‘Il giorno della civetta’, ‘L’istruttoria è chiusa: dimentichi’, ‘Confessione di un commissario di polizia al procuratore della Repubblica’ e ‘Perché si uccide un magistrato’. Mi aveva anche proposto ‘La Piovra’, ma per tanti motivi non è stato possibile farlo.

Ospedale per Belen!

belenrodriguez-tuttacronaca

Belen Rodriguez è in ospedale. A rivelarlo, il sito della rivista Vanity Fair, secondo il quale la showgirl argentina sarebbe stata ricoverata in clinica due giorni fa, il 6 marzo: nulla di grave, ma i medici avrebbero prescritto alla compagna di Stefano De Martino riposo assoluto per qualche giorno.
La Rodriguez ha continuato peraltro negli ultimi giorni a pubblicare status e foto su Facebook, sintomo del fatto che le sue condizioni di salute non sono comunque gravi.
Belen, al settimo mese di gravidanza, non parteciperà dunque, con ogni probabilità, alla seconda semifinale di Italia’s got talent, lo show in onda il sabato sera su Canale 5. La nascita del piccolo Santiago è prevista per fine aprile.

Non tutte le rose riescono con i petali! Le aziende e le loro gaffe dell’8/3

festa-donna-auguri-durex-tuttacronaca
Da segnalare su Twitter, l’augurio singolare della Durex alle donne un “mazzo” di dildo accompagnato dalla didascalia: “8 marzo addio mimose…girls just wanna have fun”. Ma mandare un fascio di uomini?

Anche l’Algida, la nota azienda italiana specializzata nella produzione di gelati, per l’8 marzo ha scelto di omaggiare le donne pubblicando sulla sua pagina Facebook la foto di una rosa al cioccolato accompagnandola con la scritta: “Una rosa al cioccolato per tutte le donne, auguri di cuore…e gelato”.

La rosa in questione, però, sembra tutt’altro. Ecco perché molte utenti del gentil sesso hanno commentato con rabbia. Fatto sta che l’azienda ha rimosso la foto dal social network. Anche l’augurio alle donne di Fiat ha innescato una polemica su Facebook.
Non ben compreso se voluta o meno, anche dalla Fiat, che in occasione di questo 8 marzo promuove un’offerta su Facebook tutta in rosa: “Un pensiero per tutte le donne: Fiat offre, solo per oggi, i sensori di parcheggio inclusi nel prezzo su tutta la gamma! Per averli basta cliccare sulla offerta, stampare il coupon e recarsi in concessionaria”.

Forse c’è da rimpiangersi le mimose!!!

algida-tuttacronaca-8 marzo 2013

Shock in Germania: va in diretta l’incesto!

 Cathleen -germania-incesto

Choc in Germania dopo che il quotidiano ‘Die Bild’ ha pubblicato il segreto di Andreas, 43 anni, e Cathleen, 31, una delle tante coppie che ha deciso di partecipare al programma 7 Days Sex su una delle principali rete tedesche, RTL. “Andreas e Cathleen non sono solo innamorati ma anche fratellastri”. Il giornale ha anche accusato la televisione tedesca di aver trasmesso in diretta un incesto.
A svelare tutto è stata un parente con una chiamata a RTL. La coppia ha provato a difendersi: “Non è detto che la nostra conoscenza di lunga data abbia per forza a che fare con un legame di sangue”.
Anke Eickmeyer, portavoce RTL, ha dichiarato a Die Bild: “Hanno fornito poche informazioni personali e non ne eravamo a conoscenza”.

Dopo tre vittorie la Roma cerca… la quaderna!

aurelio andreazzoli- Campionato di Serie A 2012-13 - Roma-tuttacronaca

La Roma cerca il poker contro un avversario ”fastidioso”. ”C’e’ molto entusiasmo, l’aria che si respira fuori c’e’ anche nello spogliatoio. La vittoria e’ la panacea di tutti i mali”, dice il tecnico giallorosso Aurelio Andreazzoli alla vigilia della gara in programma domani sul campo dell’Udinese. La Roma, reduce da 3 vittorie di fila, ha bisogno di 3 punti per continuare ad inseguire il terzo posto. ”Andiamo a giocare contro un avversario ostico a livello tattico. L’Udinese non da’ punti di riferimento, e’ molto rapida e davanti ha un fenomeno come Di Natale. L’Udinese e’ fastidiosa… ”, dice Andreazzoli. Rispetto ad un mese fa, la Roma e’ cambiata in maniera radicale: in campo vince, fuori e’ accompagnata dall’entusiasmo dei tifosi. ”Non credo di aver fatto qualcosa di particolare, se non esprimere la mia idea di calcio. Credo di essere stato bravo a creare sinergie all’interno dello spogliatoio e all’esterno di Trigoria. Ho partecipato ad un evento con i tifosi, c’era molto entusiasmo come avevo chiesto qualche settimana fa”, spiega Andreazzoli. A centrocampo, domani il tecnico deve fare conti con le assenze di Miralem Pjanic e Michael Bradley. ”Ho sempre detto che abbiamo una squadra forte, pensavo potessero arrivare risultati positivi e avrei voluto vincere anche a Genova contro la Samp. Abbiamo un gruppo che, quando e’ completo, puo’ offrire due formazioni da Serie A. Abbiamo alcune assenze, ma le potenzialita’ restano buone. De Rossi regista? Sa farlo, e’ solo un problema di condizione. Ora e’ in forma accettabile, e’ migliorato molto”, spiega.

Un Papa ciellino? Scola in pole position!

Angelo-Scola-tutatcronaca-papa

Il cardinale che potrebbe diventare Papa fu professore di filosofia di Silvio Berlusconi e discepolo di don Giussani. Anche se, dopo aver tenuto lezioni al meeting di Comunione e Liberazione, aver benedetto pellegrini ciellini diretti a Loreto, aver ricevuto le congratulazioni per la porpora dal fondatore di Cl, l’arcivescovo di Milano poco più di un anno fa ne ha preso le distanze con stizza. Forse per allontanare la sua figura da un altro ciellino doc Roberto Formigoni, finito nella bufera mediatica e giudiziaria: ”Ma è possibile che uno deve avere non uno ma due peccati originali?” si era chiesto l’arcivescovo, sottolineando di ”non aver partecipato da vent’anni a riunioni organizzative” e ormai di ”non conoscere tutti quelli che hanno meno di sessant’anni”.

Eppure l’arcivescovo di Milano con alcune dichiarazioni – gennaio 2012 per esempio quando ormai alcuni già sapevano che Ratzinger pensava a dimettersi o almeno lo stava per decidere – sembra aver rinnegato l’appartenenza a Cl e anche la sola vicinanza con Formigoni. “Negli ultimi vent’anni ci siamo visti sì e no una volta all’anno a Natale” aveva risposto. E ammonendo i cronisti a “non confondere verità e verosimile” aveva sottolineato:  “Dicono ‘sono nati entrambi a Lecco, hanno militato entrambi in Comunione e liberazione, sono stati amici per tanto tempo. Sarà mai possibile che Scola non c’entri niente con Formigoni?’ No, non c’entra niente”. Insomma, sulla propria militanza in Cl, Scola si era chiesto ironicamente: “Possibile che uno si debba portare addosso non uno ma due peccati originali?”. Una domanda, la sua appartenenza al Cl, secondo l’arcivescovo senza senso, dovuta alla fissazione dei giornalisti che lo “tirano in ballo” quando si parla dell’organizzazione anche se io, spiegava “non ho più partecipato a riunioni organizzative e ormai non conosco nessuno tra quelli che hann0 meno di sessant’anni”. Una versione confermata dal Celeste: “Siccome siamo stati educati in Cl, sembra che tra Formigoni, Scola e tanti altri, noti e meno noti, ci siano costantemente dei summit in cui si prendono decisioni insieme. Questo non è vero. Negli ultimi 20 anni, ben che vada, per il tradizionale scambio degli auguri di Natale. Io e Scola ci conosciamo e siamo amici da tantissimi anni ma è vero che negli ultimi 20 anni ci siamo visti, ben che vada, per gli auguri di Natale”.  Poi nell’aprile del 2012 Scola a una domanda sbottava: “‘Cosa ne so io di Comunione e Liberazione, non parlo di queste cose, né’ di Cl né di Formigoni né di altro”.

Ostacolato sempre da Bertone e percepito come  estraneo alla Curia romana e alla gestione che l’ha caratterizzata in questi ultimi anni, sembra essere uno dei due candidati favoriti.

L’altro, il Cardinale Odilo Pedro Scherer, Arcivescovo metropolita di Sao Paulo in Brasile, e’ nato il 21 settembre 1949. Creato e pubblicato Cardinale da Benedetto XVI nel Concistoro del 24 novembre 2007, del Titolo di Sant’Andrea al Quirinale.

Dal 2003 al 2007 e’ stato segretario generale della Conferenza episcopale brasiliana. Il 21 marzo 2007 e’ stato nominato arcivescovo di Sao Paulo. E’ succeduto nell’incarico al cardinale Claudio Hummes, nominato da Benedetto XVI prefetto della Congregazione per il Clero.

Ha indicato proprio nell’insegnamento e nella testimonianza di Benedetto XVI a Sao Paulo e ad Aparecida i punti centrali della sua missione come pastore: la centralita’ della parola di Dio, la forza della carita’, con una particolare attenzione alle tante ”sacche” di poverta’ che contraddistinguono tragicamente la realta’ brasiliana. E ancora, l’attenzione ai giovani, la catechesi, la formazione, la difesa della vita e la riaffermazione della centralita’ della famiglia nella societa’.

Intanto il Conclave è fissato per la prossima settimana e da allora la partita sarà aperta!

odilo_pedro_scherer_papa-tuttacronaca

Lo scandalo Sogei e la casa ristrutturata di Tremonti!

sogei-csc-tremonti-appalto- tuttacronaca

Scandalo alla Sogei per un appalto che riporta l’attenzione alla Edil Ars, società compromessa per aver ristrutturato anni fa un immobile del Pio Sodalizio dei Piceni al centro di Roma, all’epoca utilizzato dall’ex Ministro Tremonti,ma affittato al suo ex consigliere politico, Marco Milanese, ex deputato del Pdl plurindagato. Che relazione c’è fra la Sogei, società informatica del ministero che custodisce la strategica anagrafe tributaria e l’appalto “irregolare” emerso pochi giorni fa? Oggetto del contendere è una commessa con cui la società del ministero dell’economia ha attribuito alla Csc spa “il servizio di manutenzione e conduzione degli impianti del Sistema informativo della fiscalità”. Attività a dir poco delicata, perché consiste nell’assistere tutti quegli impianti elettrici e termici, soprattutto per il raffreddamento, che garantiscono la piena funzionalità del “cervellone” della Sogei, quello in cui sono custodite anche le dichiarazioni dei redditi degli italiani. Il contratto tra Sogei e Csc è del gennaio 2012, ma in questi giorni è giunta una denuncia anonima che fa presente che nonostante l’appalto sia stato segretato, la Csc non ha ad oggi ricevuto il nulla osta di segretezza, il famigerato Nos. Inoltre senza alcun preventivo parere tecnico pare che alla Csc, subentrata alla Edil Ars, siano stati concessi parte dei lavori extra per circa 2 milioni di euro, oltre a budget aggiuntivi al compenso mensile per centinaia di migliaia di euro. Inoltre c’è anche l’accusa che i subappalti di Csc sarebbero non autorizzati.

La Sogei replica: tutto regolare e si rende disponibile a collaborare per chiarire qualsiasi malinteso emerso dalle segnalazioni legate agli appalti del periodo 2006-2010.. Inoltre fa sapere  che il mancato possesso del nulla osta da parte della Csc, la società ha risposto che sulla base di recenti interventi normativi il Nos è necessario solo per le commesse catalogate come “segretissime” e “riservatissime”, categorie in cui non rientra l’appalto dato alla Csc. Insomma le dichiarazioni dei redditi degli italiani e la loro conservazione e archiviazione (nonchè consultazione) non richiedono un appalto “riservato” o “segreto”. Infine la società ha negato l’esistenza di subappalti .

 

Quando il tennis è divertimento!

maria-sharapova-tuttacronaca

Una divertente Maria Sharapova protagonista di uno spot per la sua nuova racchetta Head, con un partner d’eccezione, il numero uno al mondo Novak Djokovic. Dall’inizio della stagione tennistica 2013 la nuova racchetta Head Graphene Instinct, dotata di una rivoluzionaria tecnologia sta permettendo alla campionessa russa di giocare con ancora piu’ potenza e minore sforzo. Djokovic ha testato i benefici della sua nuova racchetta in una sessione di allenamento segreta, all’inizio di quest’anno. Ora e’ giunto il momento per Maria Sharapova, di esibire le sue capacita’ tennistiche, con la sua nuovissima racchetta.

La ragazza delle ruote di scorta!

allison-pneumatici- mangia-atlanta-tuttacronaca

Una dipendenza singolare per Allison, 19 anni, di Atlanta, in Georgia. La giovane va pazza per la gomma, ma non quella da masticare, bensì quella dalla quale si ricavano i pneumatici per automobili. La gomma le piace così tanto che ha già mangiato 50 pneumatici nella sua vita e non può farne a meno, così ha sempre qualche ‘ruota di scorta’ nel cortile di casa. Il sapore? Sarebbe come quello della carne secca. Allison ha ammesso che la sua dipendenza potrebbe sembrare strana e anche che probabilmente la particolare merenda potrebbe avere un sapore leggermente strano, chimico, ma proprio non riesce a resistere.

L’ultima volta di Taricone! Video inedito.

Pietro-Taricone-L'importanza di piacere ai gatti-tuttacronaca

Sguardo sincero, portamento elegante e un sorriso radioso, sono queste le ultime immagini di Pietro Taricone immortalate da un cortometraggio in cui è apparso per pochi minuti. Il titolo è “L’importanza di piacere ai gatti”, ed è l’ultima interpretazione del “Guerriero” prima della tragica morte.
Il filmato è stato proiettato in una delle sale del multiplex Cineland di Ostia. L’evento, celebrato alla presenza della regista e sceneggiatrice Claudia Nannuzzi, figlia e nipote d’arte alla sua opera prima, ha strappato applausi a scena aperta e un moto di commozione.
“Lui, come pure la moglie Kasia, era un mio carissimi amico – racconta Claudia Nannuzzi – Aveva appena finito di girare la miniserie Baciata dall’amore ed ha accettato di buon grado di prendere parte al mio corto. Era la figura maschile che cercavo giovane e seducente al tempo stesso, ed ha aderito come sempre con entusiasmo e impegno al personaggio. Rivederlo sul grande schermo, dopo il montaggio e dopo la lunga gestazione del film, ha suscitato anche in me come al pubblico una grande emozione, una commozione forte. È un ricordo bellissimo, anche se mi procura disagio il pensiero che lui non ci sia più e continui a sorridere dalle scene che ho ripreso”.
Il corto racconta in chiave ironica i tradimenti coniugali e riporta alla mente le immagini di un uomo molto amato del mondo dello spettacolo.

Shock nel calcio brasiliano!

Flamengo Bruno-tuttacronaca

Dopo due anni si è risolto il mistero legato alla scomparsa di Eliza, amante del portiere del Flamengo Bruno: il brasiliano, in carcere da luglio 2010, ha raccontato che la giovane è stata uccisa e successivamente data in pasto ai cani per far sparire il cadavere. Accusato dell’omicidio è stato un amico d’infanzia, Luiz Henrique Romão detto “Macarrão” che con l’aiuto di un ex poliziotto avrebbe condotto Eliza in un casolare per ucciderla.

Nell’ultima udienza svoltasi al tribunale di Contagem, vicino a Belo Horizonte, il portiere ha comunque negato di essere il mandante dell’omicidio, ma per la prima volta ha ammesso che la giovane è stata uccisa. Il tutto sarebbe stato fatto per liberare l’amico fraterno di un ”incubo”, perchè l’ex amante non voleva lasciare in pace Bruno e minacciava uno scandalo se il brasiliano non avesse ammesso la loro relazione e non si fosse occupato del bambino avuto insieme a lei.L’ex estremo difensore del Flamengo, che all’apice della carriera era quotato come successore di Julio Cesar in nazionale e come probabile convocato della Selecao ai Mondiali del 2014, se dovesse essere ritenuto colpevole, oltre ad aver naturalmente chiuso definitivamente con il mondo del calcio, rischia una condanna fino a 41 anni di prigione.

Nessun rispetto per i morti! Che brutta figura, Vauro!

michele_santoro_vauro_servizio_pubblico_tuttacronaca-david rossi

 

Una vignetta che non lo ritrae direttamente ma che esplicitamente parla di David Rossi, il manager del Monte dei Paschi di Siena, morto suicida nella serata di mercoledì 6 marzo. Meno di 24 ore dopo Vauro sceglie di parlare anche del suicidio in una delle sue tante vignette che compaiono alla fine della puntata di Servizio Pubblico.

Applausi timidi e incerti. Qualcuno non gradisce il riferimento e già in rete c’è chi protesta per una scelta giudicata di cattivo gusto.

 

Berlusconi in ospedale nel giorno del processo di Ruby!

berlusconi-processo ruby- tuttacronaca

I problemi di salute di Silvio Berlusconi “non sono un legittimo impedimento assoluto”: per questo il pm di Milano, Ilda Boccassini, ha chiesto ai giudici del processo Ruby di respingere l’istanza di rinvio dell’udienza, parlando di “un’escalation di certificati medici” per far slittare la requisitoria. I magistrati sono ora in camera di Consiglio, mentre il leader del Pdl è all’ospedale San Raffaele per l’uveite di cui soffre.

Berlusconi, che è imputato per concussione e prostituzione minorile, “ha un grave disturbo della vista”. Lo hanno riferito i suoi legali. Nel frattempo, i giudici del tribunale di Milano hanno sospeso l’udienza in attesa del fax che attesti il ricovero per l’aggravarsi dell’uveite.La malattia del leader del Pdl – che da tempo ha una forte congiuntivite e il distacco del vitreo, con la raccomandazione di non esporsi alla luce intensa – per il procuratore però non rappresenta un impedimento assoluto. Secondo il pm, i tre certificati medici con data 5, 6 e 7 marzo rilasciati dal San Raffaele rappresentano “un’escalation per far sì che l’udienza non venga svolta”.L’avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini, ha parlato di logica del sospetto da parte del pubblico ministero mentre l’altro difensore, Piero Longo, ha ricordato che i sintomi della malattia di Berlusconi evolvono quotidianamente. Nell’udienza di oggi è previsto il proseguimento della requisitoria del pm, mentre da calendario per il 18 marzo è prevista la sentenza. Già ieri Berlusconi aveva annunciato l’impossibilità di partecipare a un incontro previsto per oggi col premier uscente Mario Monti e alla riunione dell’ufficio di presidenza del Pdl.

#justintakeabreak!

justin bieber- london-tuttacronaca

La giovane pop star canadese Justin Bieber ha avuto un malore durante il concerto a Londra, la terza delle quattro date in programma nel suo tour mondiale Believe. Tra lo sconcerto dei numerosi fan il cantante ha lasciato il palco e gli e’ stato somministrato dell’ossigeno. Il concerto e’ ripreso dopo una pausa di mezz’ora, contro il parere dei medici.

Secondo alcuni testimoni il cantante avrebbe detto di non riuscire a respirare bene e avrebbe chiesto dell’acqua. Bieber in seguito ha subito ringraziato tutti dal suo profilo Twitter e pubblicato una foto mentre si riposa a letto ascoltando Janis Joplin. Ma sui social network tra i suoi preoccupatissimi fan circola l’hashtag #justintakeabreak.

 

Il video del dramma di David Rossi!

david-rossi-video-tuttacronaca

Una telecamera ha filmato il suicidio di David Rossi, il dirigente Mps, che si è lanciato dalla finestra del suo ufficio dopo aver ricevuto una misteriosa telefonata ora al vaglio degli inquirenti. Poi fogli di appunti, forse un inizio di lettera che David Rossi voleva lasciare alla moglie, ma che non è riuscito neppure a iniziare.  Mentre continuano le indagini per cercare un motivo che possa far comprendere il gesto del dirigente, si formulano ipotesi e si fanno congetture su ciò che possa aver sconvolto David Rossi. Si ritiene che il dramma sia iniziato con la nuova inchiesta sulle responsabilità di MPS avviate nei confronti degli ex manager e delle banche straniere.

Mercoledì notte era stato sentito Bernardo Migrone, direttore finanziario di Mps per cercare di capire cosa avesse spinto Rossi a lanciarsi dalla finestra. Ieri, invece, sono stati ascoltati il fratello e la cognata che hanno conferamto come il David fosse da tempo scosso per tutte le vicende che avevano sconvolto l’Istituto di credito. Dal lungo interrogatori di Alessandro Profumo e da quello di Fabrizio Viola è arrivata invece la smentita sull’ipotesi di un licenziamento che avrebbe rimosso Rossi dal suo posto. Anzi, da quanto si è appreso, era stata appena rinnovata la fiducia al dirigente che era visto come un punto chiave che potesse arginare il discredito sulla banca in un momento così delicato nella vita di Monte Paschi.  
Il sospetto di alcuni pm è che Rossi, da uomo onesto quale era,  temesse di rimanere coinvolto nell’inchiesta giudiziaria sulla fuga di notizie della scorsa settimana. Pietra dello scandalo probabilmente la decisione del cda di Mps di chiedere i danni a Mussari a Vigni e alle banche d’affari Nomura e Deutsche Bank, (partner nelle spericolate operazioni Alexandria e Santorini), era stata pubblicata da un quotidiano prima che il consiglio la comunicasse ufficialmente. E, soprattutto, prima che la causa civile fosse iscritta al Tribunale di Firenze.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: